1. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5827905
    ...ovvero cosa vi rimane, come sensazione, dopo aver finito un gioco. Mi spiego meglio:

    col passare delle generazioni di giochi, abbiamo visto che oltre ai miglioramenti grafici, abbiamo avuto anche storie via via sempre più particolari e complesse. Queste storie, a volte tristi, a volte avventurose e a volte comiche c'hanno lasciano delle emozioni/sensazioni che sono rimaste impresse nel nostro essere videogiocatore per molto tempo, forse per anni.
    Ecco, la mia domanda è questa: quali sono queste sensazioni e quali giochi ve le hanno procurate?

    Le prime che mi vengono in mente sono:

    La morte di Aeris in FFVII - il "dolore" e la "tristezza" che ho provato in quei minuti di gioco mi hanno colpito profondamente e ancora oggi, a distanza di tempo, se penso a FFVII penso a quella scena

    La visione del fungo atomico in CoD:MW - Stupore, sgomento e paura. Ho pensato "Spero di non vederlo mai cosi, ma grazie Infinity Ward per avermi concesso questa terribile e al tempo stesso meravigliosa visione"

    L'incontro con la prima sorellina in Bioshock - un misto di rabbia e pietà...sarò stato 5 minuti senza sapere cosa fare di questa povera creatura inerme che piangeva davanti a me

    Uno dei primi ricordi di Lost Odissey, il racconto della bambina dell'hotel per essere preciso - Una tale tristezza che mentre leggevo quelle righe una lacrimuccia è scesa a rigare la mia gota e mi sembrava che anche i muri della mia stanza stessero piangendo con me

    Tutto Shadow Of The Colossus - il senso di impotenza alla visione di questi giganti che vogliono farmi la pelle e la gioia mista ad un senso d'invicibilità che esplode quando scaglio il mio colpo letale su quell'essere immenso

    Tutto Mirror's Edge - il senso di vuoto e libertà...raramente ho trovato un gioco che mi ha saputo dare queste bellissime sensazioni.

    P.S. Fa molto Shiniano come thread, lo so...Shin non volermene se ti ho rubato l'idea
  2. peramorsicata  
        Mi trovi su: Homepage #5827970
    Il passaggio al tramonto sotto la cascata (zona sottomarino) del primo Uncharted
    La paura nel lasciare Yorda (mi sembra si chiamasse così) troppo tempo sola mentre si cercava di risolvere un puzzle in ICO
    Le impennate con la moto da cross con la fantastica colonna sonora di VIce City
    La paura dell'acqua che sale in uno dei livelli del primo Sonic per Megadrive
    L'impatto grafico del primo Jak & dexter su PS2
    L'arrivo sulla Ishimura
    Playing: FIFA 11
    Playing online: FIFA 11
    Apple user
  3. abra-che cazzo-cadabra  
        Mi trovi su: Homepage #5827983
    SharkFRA ha scritto:
    Tutto Shadow Of The Colossus - il senso di impotenza alla visione di questi giganti che vogliono farmi la pelle e la gioia mista ad un senso d'invicibilità che esplode quando scaglio il mio colpo letale su quell'essere immenso
      è la prima volta che leggo di qualcuno che è stato felice di abbattere i colossi :-|
    | || ||| ||||
    All men dream, but not equally.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5827991
    La cantilena dei monaci in Resident Evil 4, inquietante.

    Quoto SharkFRA per alcuni ricordi di Lost Odissey.

    La prima volta che ho avviato Super Mario 64, era il mio primo gioco con grafica poligonale e giuro che sono rimasto meravigliato, avrò girato per almeno 15 minuti per il parco del castello correndo, saltando, scivolando.
  5. Thanks Bioware!  
        Mi trovi su: Homepage #5828046
    sensazioni tantissime, ma ne cito solo una.
    Quando James entra nella stanza di albergo, si siede, parte la musica, e guarda la VHS.
    I brividi.
    ho 37 voti
    FF è diventato EMO, Kojima fa solo MG, Project Zero è passato a Nintendo, Toyama s'è rincoglionito, la saga Onimusha...boh?
    PS3 --- SOLIDSOLIDINO addatemi!!
  6.     Mi trovi su: Homepage #5828061
    Solidino ha scritto:
    sensazioni tantissime, ma ne cito solo una.
    Quando James entra nella stanza di albergo, si siede, parte la musica, e guarda la VHS.
    I brividi.
     ma silent hill 2 è cmq tutto un mix di brividi da emozioni. Che gioco!



    E tu in che personaggio ti identifichi?
  7. Thanks Bioware!  
        Mi trovi su: Homepage #5828074
    E vogliamo parlare della morte di Lisa in Silent HIll?
    O la scena finale di MGS3 che spazza qualsiasi roba uscita prima e dopo in ambito videogioco?
    E non mi rifersico alla scenetta
    della tombra, la lacrimuccia
    ecc ecc, ma prioprio a livello di narrazione
     la premiazione, gli applausi, verso un uomo che ha ucciso la sua mentore... Tutti i pezzi da novanta che NON SAPEVANO che Big BOss SAPESSE... Tutti i sorrisi ipocriti...) 
     
    .
    Capolavoro.
    ho 37 voti
    FF è diventato EMO, Kojima fa solo MG, Project Zero è passato a Nintendo, Toyama s'è rincoglionito, la saga Onimusha...boh?
    PS3 --- SOLIDSOLIDINO addatemi!!
  8.     Mi trovi su: Homepage #5828102
    Vediamo un pò.

    DIciamo quelli che più mi sono rimasti impressi sono:

    FFX. Praticamente tutta la storia per me è stata un'emozione continua. Dall'arrivo di Tidus nel "nuovo mondo", fino al tristissimo finale.

    Zelda OOT. Stessa cosa, ogni dungeon, ogni segreto. Sembrava di vivere un'avventura realmente. Gioia, angoscia, stupore, paura, frenesia.

    Zelda Saga. La scoperta.

    Silent Hill 2. Tutto il gioco è pieno di forti emozioni da brividi. Paura nel gioco, stati emotivi diversi nelle cutscene. Sicuramente quello che mi è rimasto più impresso è la lettera di Mary. "in my restless dreams, I see that town...Silent Hill........"

    RDR, John Marston è un miscuglio di emozioni dall'inizio alla fine. Con un finale che tocca picchi emotivi altissimi. La scena più emozionante è sicuramente la sua scelta finale, si prova realmente di tutto in quel gioco.

    POP Saga. Le terme di POP 1. Gli inseguimenti del Dahaka in POP2. La morte di Kaileena in POP3. La parte finale di POP4.

    FFXIII. Per me è stato un'emozione dietro l'altra. Le seghe mentali dei personaggi sono state quelle che me ne hanno date di più, così come stupore per scenari. E un finale da lacrima.

    Crisis Core. Nostalgia, inquietudine e tristezza, questo è quello che il gioco da per la maggior parte di tutta la sua durata. Quello che più mi è rimasto dentro è Sephitorh prima della pazzia, la fuga di Zack e Cloud, l'amore tra Zack e Aerith, e ovviamente il finale.

    MGS Saga. Troppe situazioni. Ma sicuramente di MGS1, la morte di Sniper Wolf e lo scontro. Del 2 invece il discorso finale di Solid Snake. Del 3...troppe cose, scontro con the boss superiore. Del 4 idem, ma la cosa che più mi è rimasta impressa è uno Snake, che dopo tutto decide di finire la sua vita in modo normale, da persona normale. Una vita prestata all'umanità, ecco che cosa è stato Solid Snake.

    KHSaga. Anche qui sono tante le situazioni. L'episodio che più mi porto dietro è cmq il discorso tra Rikku e Sora poco prima della fine del secondo episodio.

    REsaga. L'inizio del primo, l'entrata nella villa e la serenata al piano. Morte di Ada nel 2. Prima fuga da Nemesis nel 3. Arrivo nel villaggio del 4. Cobattimento tra Wesker VS Chris e Sheeva VS Jill del 5. Storia tra Steve e Claire nel code. Anche se i capitoli che più mi porto dietro sono il 2-4-5, per quello che mi hanno fatto provare in più e più punti.

    DMC Saga. Let's Rock Baby! Troppe cose, dai momenti epici a scontri coi boss, a sezioni adrenaliniche pure.

    MW2. Tutto! Ma in paritcolare, il destino di Roach e Ghost, e il finale.

    FFVIII. Il Ballo, la scena che più mi ha emozionato, come anche la camminata solitaria finale di Squall. Ma tutto il gioco per me è pieno di emozioni.

    FFVII. La morte di Aeris, e il combattimento finale con Sephiroth.

    AC 2-3 La storia di Ezio, il finale del Brotherhood.

    Di alcuni giochi non sono stato a dire tutti gli episodi clue, altrimenti dovevo stare a scrivere tutto il gioco e ci mettevo anni. Poi consideriamo che se il gioco non mi emoziona, per me è nà ciofeca. Poi ovviamente c'è il gioco che ha picchi più alti e altri più bassi. Oppure giochi che non mi hanno lasciato nulla come Dead Space, Bourne ecc.



    E tu in che personaggio ti identifichi?
  9.     Mi trovi su: Homepage #5828162
    shenmue e l'intro più bella mai apparsa in un videogioco: la corsa affannosa verso casa, sotto la neve, l'insegna spezzata, lan di nella sua elegante e crudele perfezione, il sacrificio del padre, ryu impotente a terra, il cielo che vira in fulmini e tempesta... l'inizio, travolgente e struggente, di una delle avventure più belle di sempre
  10. Skyrim EPICO!!!  
        Mi trovi su: Homepage #5828257
    Quante emozioni gioco solo per quelle!!!
    Di questa gen sicuramente:
    Le lacrime per il finale di MGS4
    Le risate giocando Uncha
    La Trama a episodi di Alan
    Le relazioni di MassEffect
    I combattimenti su Reach
    La creattività dei livelli di LBP
    La prima corsa in verticale sul grattacielo e il successivo salto dal tetto di Prototype
    Psn: MaYcOl
  11. Skyrim EPICO!!!  
        Mi trovi su: Homepage #5828261
    RALPH MALPH ha scritto:
    shenmue e l'intro più bella mai apparsa in un videogioco: la corsa affannosa verso casa, sotto la neve, l'insegna spezzata, lan di nella sua elegante e crudele perfezione, il sacrificio del padre, ryu impotente a terra, il cielo che vira in fulmini e tempesta... l'inizio, travolgente e struggente, di una delle avventure più belle di sempre
       QUoto in pieno! :nworthy:...:'(
    Psn: MaYcOl
  12. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5829655
    Intanto ringrazio Shark per la "citazione". :)

    Questo argomento mi è molto caro, poichè si riallaccia quasi naturalmente al videogame come veicolo comunicativo ed emozionale oltre che ludico. Moltissime persone ritengono quest'ultimo aspetto l'unico veramente importante per i videogame. E non gli si può dare torto. Il videoGIOCO è prima di tutto intrattenimento, divertimento, sfida. Insomma: gioco.

    Ma proviamo ad all'argare il discorso. Un automobile cos'è? Un mero mezzo di trasporto, no? Il suo scopo è di portarci da A a B. Allora perchè vogliamo: grande linea nella scocca, cavalli che non potremo scatenare (quasi) mai, interni in pelle, fari azzurrati, assetto ribassato, impianto stereo massiccio, etc. etc? Domanda retorica, per un appassionato.

    Ed è proprio questo il punto. La passione, per forza di cose, comunica ed emoziona. Io credo che il videogame sia una grande passione (nonché una forma d'arte, che però sarà apprezzata solo dai nostri nipoti) e come tale, sia in grado di trasmettere molto in termini di suggestione. La commistione tra grafica, immagini in movimento e regia (cinema), character design (disegno), sceneggiatura e narrazione (letteratura), level design (architettura), colonna sonora (musica) e interattività (proprietà unica del videogioco, che amalgama le precedenti) generano una forma d'arte in grado di generare sensazioni forti, autentiche e durature. Riuscire ad unire in maniera omogenea, coerente, galvanizzante tutto quello che ho citato e aggiungendoci il nostro intervento, è come poter entrare in un dipinto di Klimt (iperbole, non cominciate con le sassaiole). In breve, ricordi che lasciano il segno, e non mi vergogno a dirlo.

    Anch'io ho avuto la prima ragazza quand'ero tanto ingenuo, ho sofferto grandi pene d'amore, ricercato invano il lavoro per anni, affrontato con tutte le forze dei seri problemi di salute; ho perso un amico, ho trovato il vero amore e sto per sposarmi. Eppure, per quanto queste e tante altre emozioni "di vita" sferzino la pelle come dolci o amare frustate, tutto quello che solletica il cervello è comunque uno stimolo che perdura nel tempo.

    La passione vera stimola il pensiero e la creatività. I videogiochi possono essere una grande passione: la diretta conseguenza è del tutto naturale e intuibile.

    Mi fa sorridere la considerazione che tempo fa fece un utente (di cui non ricordo il nome). In pratica disse: "Ok nei VG c'è la regia, la musica, la sceneggiatura, e tutte queste cose sono forme d'arte, ma un media che le racchiuda tutte NON può esserlo". Io rimasi tanto basito che non risposi...

    Per me sarebbe come dire: una medaglia d'oro nei tuffi, rende Tizio un grande atleta, una d'oro per Sempronio nel nuoto sincronizzato, anche, un'altra nei 100 metri per Catullo, pure. Caio, invece, che prende una medaglia d'argento nei tuffi, nel nuoto sincronizzato, nei 100 metri e sulla sua esperienza ci scrive anche un libro, non può essere considerato un grande atleta). Paradossale, non trovate?

    Ora, è ovvio che viaggi sul filo dell'iperbole, ma il punto è semplice. L'identità che si da ai videogiochi è ancora poco sviluppata. Sia per immaturità stessa del media, che per la percezione accordatagli da appassionati e non.

    Le 200 lire "d'oro" che accumulavo per giocare a Ghost'n Ghoblin, la prima volta che sono morto in Super Mario Bros su NES, Le musiche del primo Castlevania, le 500 lire (con cui compravo un metro di pizza bianca) per UNA sola partita a Dragon's Lair, i quarti d'ora ad aspettare che il comodore 64 caricasse le cassette con i suoi capolavori, il profumo della plastica e del polistirolo all'apertura di una nuova console, Bowser che ci veniva incontro con il Mode 7, il primo giro della morte di Sonic con le scarpette, i libretti ed i giochi giapponesi di cui non capivo nulla, ma che continuavo a comprare a cifre esorbitant; queste e tante altre esperienzie mi hanno regalato emozioni autentiche e palpitanti. Quelle "ludiche" le avete già elencate voi. Potrei solo accodarmi in uno sterile "quote". Zelda, la sua cartuccia dorata ed il suo jingle alla risoluzione di un enigma, Mario Bros e la sua "evoluzione ludica", l'era dei 16 bit, prima importati e poi ufficiali, FF VII, Silent Hill, Silent Hill 2, Siren, ICO, Shadow Of The Colossus. Tanti momenti indimenticabili.

    Adoro questo media, per me molto più di una semplice passione, e sono sicuro che presto avrà tutti i riconoscimenti che merita. Per il momento, mi "accontento" delle immani sensazioni che sa donarmi, spesso MOLTO più di un grande libro, un grande film, o un grande dipinto.

    [Modificato da Shin X il 11/01/2011 16:12]

  Quel che resta del gioco...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina