1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5861141
    La conferma ufficiale è arrivata. Il "registro pubblico delle opposizioni", uno strumento che dovrebbe permettere agli utenti di evitare qualunque contatto telefonico da parte di aziende attive nel settore del telemarketing, dovrebbe essere varato il prossimo 31 gennaio.

    La Fondazione Ugo Bordoni ha infatti da poco pubblicato il sito web, raggiungibile cliccando qui, attraverso il quale gli abbonati al servizio telefonico potranno esprimere un esplicito dissenso alla ricezione di chiamate promozionali.
    Il nuovo registro pubblico delle opposizioni viene presentato come un servizio "concepito a tutela del cittadino, il cui numero è presente negli elenchi telefonici pubblici, che decide di non voler più ricevere telefonate per scopi commerciali o di ricerche di mercato e, in pari tempo, è uno strumento per rendere più competitivo, dinamico e trasparente il mercato tra gli Operatori di marketing telefonico".

    La gestione del registro, istituito con il DPR 178/2010, è stata affidata alla Fondazione Ugo Bordoni che si occuperà di garantire il funzionamento del sistema e di mettere a disposizione degli operatori gli elenchi aggiornati delle persone che hanno espressamente rifiutato qualunque genere di contatto telefonico.

    L'utente può richiedere l'iscrizione al registro utilizzando una delle cinque modalità previste: compilazione di un modulo elettronico sul sito web, invio di un messaggio di posta elettronica, una semplice telefonata, l'invio della classica lettera raccomandata oppure la trasmissione di un fax.

    Dal canto loro, gli operatori - ossia i soggetti (persone fisiche o giuridiche) che intendano avviare, mediante l'impiego del telefono, attività a scopo commerciale, promozionale o ricerche di mercato - dovranno registrarsi al sistema e comunicare la lista delle numerazioni che intendono contattare. La Fondazione Ugo Bordoni, gestore del servizio, provvederà a confrontare l'elenco fornito dall'operatore con la propria "black list" rimuovendo dalla lista comunicata tutti i numeri di telefono corrispondenti agli utenti iscritti al registro delle opposizioni.
    Come si spiega sul sito, la lista così "filtrata" sarà messa a disposizione dell'operatore entro 24 ore dalla sua richiesta ed avrà validità quindicinale, in modo tale che venga utilizzato, per l'effettuazione delle chiamate, un elenco sempre aggiornato.

    Va sottolineato che l'istituzione del registro pubblico delle opposizioni supera la precedente normativa: coloro che non desiderano più essere contattati dagli operatori di telemarketing dovranno necessariamente iscriversi. In caso contrario varrà il principio del "silenzio assenso".

    Allo stato attuale, il problema più grosso del nuovo impianto consiste nella poca informazione sul tema. Chi è abituato ad aggiornarsi, quotidianamente, in Rete, non tarderà ad apprendere l'esistenza del registro. La situazione è invece molto diversa, ad esempio, nel caso di una persona anziana.

    Fonte



    Altro articolo


    Il sito è: http://www.registrodelleopposizioni.it/

    [Modificato da Kaiserniky il 03/02/2011 15:18]

  2.     Mi trovi su: Homepage #5861642
    Grande idea, speriamo che funzioni, io mi sono già iscritto!!:clap:
    Ho un problema con una linea che non è in elenco (per cui non è pubblica) ma a cui chiama chiunque probabilmente per quelle maxiliste che girano tra i gestori. Per quella non mi ha fatto iscrivere proprio perchè non è pubblica (o nominalmente tale):D
    1 Superlega (Clausura 2007/08)
    1 Champions Superleague (apertura 2011/12)
  3. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #5861657
    L'unica cosa paradossale è che dovrebbe essere il contrario: chi vuole ricevere telefonate dovrebbe iscriversi e non il contrario.
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.
  4. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #5861759
    beppojosef ha scritto:
    L'unica cosa paradossale è che dovrebbe essere il contrario: chi vuole ricevere telefonate dovrebbe iscriversi e non il contrario.


    Se vogliamo proprio cercare di impedire del tutto che si facciano investimenti in Italia, sì, è una buona idea. :asd:
  5. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #5861783
    scudettoweb ha scritto:
    Se vogliamo proprio cercare di impedire del tutto che si facciano investimenti in Italia, sì, è una buona idea. :asd:


    insomma Scud... la penserei diversamente.
    Per me investire significa investire sulla ricerca, sulla formazione, non sulle truffe telefoniche o rompendo le scatole agli altri.
    Siamo in Italia lo so, però la penso diversamente da te.
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.
  6.     Mi trovi su: Homepage #5861859
    In linea teorica sarei ovviamente  d'accordo....
    Ma con tutti i problemi che ci sono...Pensare che migliaia di telefonisti verrebbero mandati a casa perchè il loro lavoro disturba....Mette i brividi.

    In questa "Emergenza" la proposta dovrebbe essere quantomeno posticipata....Fra un decennio, a emergenza finita...Sperem...
  7. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #5861866
    beppojosef ha scritto:
    insomma Scud... la penserei diversamente.
    Per me investire significa investire sulla ricerca, sulla formazione, non sulle truffe telefoniche o rompendo le scatole agli altri.
    Siamo in Italia lo so, però la penso diversamente da te.


    Ci sono diverse cose che non funzionano in quanto hai scritto, mi permetto di analizzarle. Anzitutto, dire che il telemarketing è una truffa è come dire che i dipendenti sono mangiapane a tradimento. Ci sono truffe telefoniche? Senza dubbio. Ci sono dipendenti che rubano lo stipendio? Senza dubbio. Nessuno dei due estremi però definisce il fenomeno.

    Il telemarketing è una rottura di balle. La pubblicità in TV anche. Sulle riviste leva spazio ai contenuti. Ecc. ecc. Tutti strumenti però che o ci sono o non è possibile fare impresa. Se vogliamo investimenti dobbiamo volere anche strumenti per chi caccia i soldi per ottimizzare il denaro speso. Invece sento spesso proprio da chi si lamenta che c'è poco lavoro o pochi investimenti che le imprese dovrebbero pagare di più, dovrebbero essere più limitate, ecc. ecc. Le posizioni oneste e civili sono sempre rispettabili ma devono essere coerenti: chi vuole più vincoli alle imprese deve essere pronto ad accettare meno occupazione, e viceversa.

    Sulla ricerca, guarda, io credo che gli italiani non sappiano quello che chiedono. Ti faccio un piccolissimo esempio. Noi fra le altre cose produciamo riviste per iPad. C'è dietro un investimento, software, personale, ecc. ecc. Siamo stati, attraverso l'editore con cui lavoriamo, fra i primissimi in Italia a investirci. Sai quali sono stati i primi commenti degli utenti che hanno scaricato le riviste *gratuite*? Che non vale la pena scaricarle, Wired e Popular Mechanics sono molto meglio. Wired e Popular Mechanics sono due riviste americane che se hanno 100 volte il budget E il mercato che abbiamo noi in Italia hanno ancora poco. :) Morale? In Italia l'investimento è raramente premiato: si chiedono grandi sviluppi, poi si cerca in ogni modo di bloccare i banner sul Web dei siti gratuiti e nessuno si azzarda a proporre contenuti a pagamento altrimenti gli viene riso in faccia. Se per vendere una rivista devo spendere al mese somme che non guadagno in un anno, è inutile farlo.

    Non concordo sull'esclusività: sviluppo e marketing tutto sono fuorché esclusivi. Si deve fare l'uno e l'altro. Concordo sull'importanza dello sviluppo e della formazione, ma serve che il mercato apprezzi. Un esempio elementare: in UK le pubblicità muovono ingenti somme di denaro per i creativi e gli studi grafici che realizzano progetti molto ambiziosi e originali. In Italia basta piazzare un paio di pseudocomici o di testimonial che dicono quattro fesserie e va bene lo stesso, il *pubblico* comunque guarda e compra. E allora chi lo fa fare alle agenzie di spendere per lo sviluppo? Siamo, fra i Paesi moderni, uno fra i più arretrati in questo senso, ed è colpa di tutti: imprese, lavoratori, venditori e clienti.
  8.     Mi trovi su: Homepage #5861869
    beppojosef ha scritto:
    L'unica cosa paradossale è che dovrebbe essere il contrario: chi vuole ricevere telefonate dovrebbe iscriversi e non il contrario.
    No beh, questo no, neanche io sarei d'accordo.
    Basterebbe applicare la legge. Al primo contatto si chiede il consenso, se non arriva si DEVE smettere, invece le società fanno orecchie da mercante e continuano lo stesso.
    In realtà non mi aspetto molto da questo registro:
    perchè per arrivare ad avere una banca dati enorme basta comprarla, senza arrivare a prelevarla da registri pubblici. Ormai anche per fare la tessera del supermercato ti obbligano ad esprimere il consenso alla divulgazione...
    1 Superlega (Clausura 2007/08)
    1 Champions Superleague (apertura 2011/12)
  9.     Mi trovi su: Homepage #5861895
    Io sto 2 mesetti all'anno in Italia. Non ho telefono fisso e neanche una casa dove appenderlo come si faceva ai tempi di Lallo...I poveri telefonisti cercano da anni invano il numero di tal SuperPadrePio...
    In 2 mesetti recevo al cel una ventina di telefonate da quelli della Bobafone...E non è perchè ho un contrattino recaricante quando recevo che intrattengo lunghe conversazioni con operatrici ed operatori di qualsivoglia razza o povertà.
    Reattacco e il giorno stesso recalo un bel 10 al telefonista di turno, gli salgono i punti qualità.
    Non ho mai comprato nulla e già in 2 sono arrivati in Nepal a mangiare alla "Bella Nepali"...:D
  10.     Mi trovi su: Homepage #5861985
    io personalmente sono stufo, da me chiamano tutti gli operatori telefonici fissi e mobili. Se dico di non essere interessato ritentano dopo qualche settimana con la stessa offerta o con un'altra. Insomma insistono troppo, finché non li accontenti. E' normale che alla lunga il potenziale cliente li percepisce più come seccature che opportunità.
  11.     Mi trovi su: Homepage #5862231
    Zhaman ha scritto:
    io personalmente sono stufo, da me chiamano tutti gli operatori telefonici fissi e mobili. Se dico di non essere interessato ritentano dopo qualche settimana con la stessa offerta o con un'altra. Insomma insistono troppo, finché non li accontenti. E' normale che alla lunga il potenziale cliente li percepisce più come seccature che opportunità.


    dal nostro punto di vista hai ragione, sono d'accordo con te.

    Se ti metti nei loro panni peró considera che

    1) non é mai la stessa persona che ti chiama
    2) sti qua sono gente che magari ha anche studiato e si é fatta un cuxo cosí e non trova lavoro, gli danno 4 lire e devono fare il target....non so se gli dicono "devi fare 50 chiamate al giorni" penso piuttosto gli dicano "devi fare 10 contratti al mese".. e allora si, se nessun cliente accetta, che sono costretti a chiamare tutti e magari stare + ore del dovuto a lavorare per fare il target, senó li licenziano pure...
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  12.     Mi trovi su: Homepage #5862496
    digital_boy84 ♫ ha scritto:
    dal nostro punto di vista hai ragione, sono d'accordo con te.
    Se ti metti nei loro panni peró considera che
    1) non é mai la stessa persona che ti chiama
    2) sti qua sono gente che magari ha anche studiato e si é fatta un cuxo cosí e non trova lavoro, gli danno 4 lire e devono fare il target....non so se gli dicono "devi fare 50 chiamate al giorni" penso piuttosto gli dicano "devi fare 10 contratti al mese".. e allora si, se nessun cliente accetta, che sono costretti a chiamare tutti e magari stare + ore del dovuto a lavorare per fare il target, senó li licenziano pure...
    una mia amica lavora in un cc. In pratica lei prende un fisso piuttosto basso più una "provvigione" per ogni contratto, non ha target da raggiungere ma ovviamente ha tutto l'interesse a fare risultati.
    Dig il discorso è che loro chiamano gente che 7 volte su 10  li manda a quel paese. Con quelle persone si scordano di combinare qualcosa, è solo tempo perso. Se mi chiamano 1 volta o 200 è uguale, anzi più mi tartassano e più mi innervosiscono. Il contratto non lo faccio, sarebbe nel loro stesso interesse, scremare gli elenchi delle persone non interessate...
    1 Superlega (Clausura 2007/08)
    1 Champions Superleague (apertura 2011/12)
  13.     Mi trovi su: Homepage #5862625
    jackal! ha scritto:
    una mia amica lavora in un cc. In pratica lei prende un fisso piuttosto basso più una "provvigione" per ogni contratto, non ha target da raggiungere ma ovviamente ha tutto l'interesse a fare risultati.
    Dig il discorso è che loro chiamano gente che 7 volte su 10  li manda a quel paese. Con quelle persone si scordano di combinare qualcosa, è solo tempo perso. Se mi chiamano 1 volta o 200 è uguale, anzi più mi tartassano e più mi innervosiscono. Il contratto non lo faccio, sarebbe nel loro stesso interesse, scremare gli elenchi delle persone non interessate...


    anche io prendo stipendio fisso ma se a fine anno non faccio il target mi incuxxano :asd:

    il fatto é che loro non sanno mica a priori che dirai di no....metti che anziché tu o io risponde mia nonna, la moglie, il bambino...sai mai che accettano
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"

  Per chi è assillato dalle telefonate pubblicitarie...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina