1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5887942
    E rieccoci qua:) Mancano ancora qualche settimana, ma nel frattempo vogliamo comunque aprire il thread ufficiale della nuova stagione di F1. Nel tempo che ci separa da oggi al 13 marzo (giorno della prima gara) vedremo tutte le novità e le ultime news



    Team: Red Bull Racing-Renault
    1. Sebastian Vettel
    2. Mark Webber

    Test driver
    Brendon Hartley
    Daniel Ricciardo

    Team: McLaren-Mercedes
    3. Lewis Hamilton
    4. Jenson Button

    Test driver
    Gary Paffett

    Team: Scuderia Ferrari
    5. Fernando Alonso
    6. Felipe Massa

    Test driver
    Jules Bianchi
    Luca Badoer
    Marc GenÈ

    Team: Mercedes GP Petronas
    7. Michael Schumacher
    8. Nico Rosberg

    Test driver
    Nick Heidfeld

    Team: Lotus-Renault
    9. Robert Kubica /Nick Heildfield
    10. Vitaly Petrov

    Test driver
    Jan Charouz
    Ho-Pin Tung
    Jerome D'Ambrosio

    Team: Williams
    11. Rubens Barrichello
    12. Pastor Maldonado

    Test driver
    Valltteri Bottas

    Team: Force India F1 Team-Mercedes
    14. Adrian Sutil
    15. Vitantonio Liuzzi

    Test driver
    Paul di Resta

    Team: Sauber F1 Team
    16. Kamui Kobayashi
    17. Sergio Perez

    Test driver
    Esteban Gutierrez

    Team: Scuderia Toro Rosso-Ferrari
    18. Sebastien Buemi
    19. Jaime Alguersuari

    Team: Malaysia Racing Team
    20. Heikki Kovalainen
    21. Jarno Trulli

    Test driver
    Fairuz Fauzy

    Team: HRT F1 Team-Cosworth
    22. Sakon Yamamoto
    23. Bruno Senna

    Test driver
    Christian Klien
    Karun Chandhok

    Team: Marussia Virgin Racing
    24. Timo Glock
    25. Lucas di Grassi

    Test driver
    Jerome D'Ambrosio
    Luiz Razia


    NB. Il numero 13 non viene utilizzato in Formula 1.

    Piloti senza posti a sedere per il 2011
    Nico Hulkenberg (ex-Williams)


    L'elenco piloti sarà allegato in formato grafico, appena possibile.


    In allegato:
    Piloti e Scuderie, e il calendario 2011 :cool:
    Fonte: http://www.gazzetta.it[/size]

    [Modificato da Kaiserniky il 18/02/2011 19:07]

  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5887956
    Formula 1: regolamento 2011 work in progress
    Il Consiglio Mondiale della FIA, ha deliberato una serie di cambiamenti al regolemento di Formula 1


    Alcuni saranno operativi a partire dalla prossima gara a Valencia, mentre la maggior parte riguardano i prossimi Campionati Mondiale di Formula 1.

    E’ arrivata la conferma per la Pirelli, sono arrivati i chiarimenti sugli episodi dei Gp di Monaco (sorpasso di Schumi in regime di Safety Car) e Canada (Hamilton in qualifica).

    Vediamo in dettaglio cosa cambierà al regolamento voluto dal Presidente, Mr Jean Todt!

    Pneumatici
    Pirelli è stato ufficializzato come fornitore di pneumatici per i prossimi tre anni. Il fornitore dovrà però sottostare alle indicazioni della FIA in materia di regolamento tecnico. Questo implica che, con tutta probabilità, le specifiche per le coperture resteranno invariate.

    Safety Car
    Con effetto immediato, viene chiaramente indicato che nessuna vettura potrà superarne un’altra nel caso in cui il rientro della Safety Car sia effettuato all’ultimo giro di un Gp. I concorrenti saranno tenuti quindi a tagliare il traguardo rispettando le posizioni. Questo eviterà episodi simili a quelli che hanno visto coinvolti Schumi e Alonso a Monte Carlo.

    Sicurezza
    Con effetto immediato, sarà stabilito un tempo massimo di rientro in pit lane dopo le qualifiche. Inoltre la monoposto dovrà arrivare ai box, spinta dal proprio propulsore! Questo dovrebbe evitare il ripetersi di episodi simili a quelli che hanno visto protagonista Lewis Hamilton in Canada.

    Griglia
    Dal 2011 sarà reintrodotta la regola del 107%. I piloti che, durante le qualifiche del sabato, faranno registrare un tempo superiore al 7% rispetto al primo tempo fatto registrare nella prima parte di qualifiche (Q1), non potranno prendere parte alla gara.

    Ali mobili
    Dal 2011 sarà permesso regolare l’ala posteriore, con l’intento di facilitare i sorpassi. L’ala mobile sarà abilitata però solo nel mmento in cui il distacco dal pilota che precede sia inferiore al secondo. Bandito il dispositivo anche nei primi due giri della gara! Il sistema sarà disabilitato non appena il pilota faccia pressione sui freni

    F-Duct
    Dal 2011 sarà bandito l’F-Duct o almeno qualsiasi dispositivo che richieda un intervento attivo del pilota e che alteri le caratteristiche aerodinamiche della monoposto.

    Peso
    Dal 2011 il peso minimo delle vetture dovrà essere non inferiore a 640kg, per tutta la durata dell’evento.


    Fonte


    in aggiornamento

    [Modificato da Kaiserniky il 18/02/2011 19:17]

  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5887980
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5887987
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5888001
    I test del Bahrain potrebbero essere sostituiti da un’ulteriore sessione a Barcellona
    Pubblicato il 18 febbraio 2011


    La F1 potrebbe semplicemente scegliere di rimanere a Barcellona per l’ultima sessione di test prima dell’avvio del campionato, se si dovesse scegliere di non andare in Bahrain.

    Dopo i test al Circuit de Catalunya in programma da oggi a lunedì, la F1 si doveva spostare nello Stato arabo a inizio a marzo, una settimana prima della gara inaugurale.

    Però ora la cancellazione del primo dei 20 round stagionali appare probabile, e i team non vorranno rinunciare ai 4 giorni di test previsti a Sakhir.
    “La FOTA ci ha chiesto che date abbiamo disponibili nell’eventualità di dover rinunciare al Bahrain come ultima sede dei test, ma non si può parlare di una richiesta formale”, ha dichiarato a El Pais Vicenc Aguilera, nuovo presidente del consorzio che gestisce il Circuit de Catalunya.

    Aguilera ha affermato che il Montmelo è prenotato in qualche giorno tra la fine di questi test e inizio marzo, “Ma se la F1 ci chiede qualcosa, noi faremo il possibile per accontentarla.”

    La FOTA, l’associazione dei team, si riunirà a Barcellona quest’oggi.




    ----------
    Ancora incertezza sul GP inaugurale di F1 in Bahrain
    Pubblicato il 17 febbraio 2011


    Come alcuni di voi già sanno, il secondo appuntamento della GP2 Asia Series sul tracciato di Sakhir è stato annullato. La prima notizia, risalente a quest’oggi, parlava di una posticipazione degli orari dell’evento.

    Il motivo, si legge, non è dovuto a scontri nella zona del circuito, o a minacce allo stesso, ma al fatto che il personale medico solitamente assegnato all’evento è stato costretto a rimanere negli ospedali per fronteggiare eventuali situazioni di emergenza, derivanti dai disordini che possono verificarsi in città.

    Ancora ieri, i team di GP2 in Bahrain, raccontavano che loro non si erano trovati di fronte a nessuna situazione di pericolo o di apparente minaccia.

    Nel corso di questa giornata, con il prosieguo degli scontri e in generale della situazione di pericolo, tutto il programma della GP2 è stato annullato: il comunicato ufficiale dell’organizzazione afferma solo che “A causa degli eventi in corso in Bahrain, in seguito alla richiesta del Bahrain Motorsport Federation, è stato deciso che il prosieguo dell’evento che era in programma questa settimana al Bahrain International Circuit è stato cancellato per ragioni di forza maggiore.”

    La situazione per ciò che riguarda i test e il GP di Formula 1 è ancora sospesa.

    Lo stesso Mike Gascoyne ha scritto su Twitter che “La gara di GP2 in Bahrain è stata cancellata. Grande incertezza riguardo i test della prossima settimana. Spero che i ragazzi della GP2 rientrino a casa senza problemi”.

    La Formula 1 è interessata ai disordini nel paese arabo perchè, se i test in programma dal 3 al 6 marzo si svolgeranno, i team la prossima settimana dovranno spedire il materiale a Sakhir.

    Il problema non è tanto cancellare o riprogrammare l’evento, quanto trovare un’alternativa dove disputare il primo GP della stagione.
    John Booth, team principal della Virgin, ha dichiarato alla BBC che una gara sostitutiva sarebbe “impossibile”, e che quindi se la gara in Bahrain venisse cancellata la stagione inizierebbe in Australia.

    “I nostri trasporti navali, così come quelli degli altri team, sono partiti per il Bahrain un mese fa, e una parte del materiale che sta viaggiando è vitale per il funzionamento delle monoposto. Correre in un’altra location sarebbe molto difficile.”

    L’amministratore delegato del Bahrain International Circuit, Shaikh Salman bin Isa Al Khalifa, in un comunicato diramato oggi ha scritto “La nostra priorità al momento è far disputare con successo il 2011 Gulf Air Bahrain Grand Prix, e controlliamo l’evolversi della situazione costantemente insieme alle autorità preposte. Ci interessa che tutte le persone coinvolte in questo evento stiano bene, e prenderemo tutte le misure necessarie a fronteggiare ulteriori sviluppi.”
    Al momento, sembra che i team, riuniti a Barcellona per i test, discuteranno venerdì (domani) se disputare i test in programma in Bahrain.



    Fonte

    --------
    Ufficiale: Heidfeld al posto di Kubica, in Renault

    Il Team Lotus Renault ha ufficializzato l’ingaggio di Nick Heidfeld come sostituto di Robert Kubica per la stagione 2011. Il tedesco sostituirà l’infortunato Robert Kubica.

    Il 33enne pilota tedesco, si legge nel comunicato stampa, è uno dei piloti più esperti in F1 con 172 gare all’attivo nelle ultime 11 stagioni.

    Le prime parole di Nick Heidfeld sono state: “Avrei voluto tornare in F1 in circostanze diverse, ma sono orgoglioso di aver avuto questa chance. Sono estremamente motivato e non vedo l’ora che la stagione cominci”.

    Con l’arrivo in squadra di Heidfeld il sito ufficiale del team lotusrenaultgp.com sarà disponibile anche in lingua tedesca!


    Fonte
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5888004
    Formula 1 2011: a che punto sono i team?
    Post inserito da Redazione CircusF1 il 17/2/11

    Alla luce di quanto visto nelle sessioni di test, a Valencia prima e a Jerez poi, tentiamo di fare un primo bilancio dei valori in campo.

    Prima di iniziare è bene che si facciano alcune doverose premesse, per quanto alcune siano scontate:
    1. i risultati dei test vanno sempre presi con le pinze;
    2. una monoposto performante si fa comunque “notare”;
    3. quello che non dice la pista lo si può andare a leggere in faccia a piloti e tecnici; a tal proposito Michael Schumacher ha recentemente dichiarato che lo scorso anno gli bastò salire due volte sulla W01 per capire che la sua stagione sarebbe stata difficile;
    4. le gomme Pirelli sembrano aver reso quest’indagine più difficile che mai (citazione Jenson Button).

    L’ordine qui sotto rispecchia il risultato dalla classifica del mondiale costruttori 2010, al termine dell’ultima gara di Abu Dhabi.

    Red Bull Racing, motore: Renault
    Se gli uomini del team campione del mondo non sono diventati incapaci nel giro di due mesi, bisogna necessariamente affermare che il team anglo-austriaco è quello che più si è nascosto: le lattine sono state tra i primi solo a Valencia. Per il resto, sia Vettel che Webber, hanno navigato a centro gruppo: senza problemi di affidabilità, senza preoccuparsi per essere dietro. In velocità pura la RB7 è sicuramente migliore di quanto palesato finora, mentre sembra molto buona (la migliore, a detta degli altri team) sul passo. Forse ne sapremo di più nei test su piste che ospiteranno il mondiale, Barcellona e Sakhir.

    Vodafone McLaren Mercedes, motore: Mercedes
    “Non giudicabile” è la valutazione più corretta. Si è capito davvero poco di dove si trova il team di Woking. La nuova monoposto, l’innovativa MP4-26, è scesa in pista solo a Jerez, mentre a Valencia il team inglese aveva portato la monoposto del 2010. Hamilton ha affermato che la nuova vettura “è un passo avanti” rispetto a quella dell’anno scorso. A inizio stagione però nessuno si sogna di dire il contrario, o no? Button si dice contento. Probabilmente i piloti, anche a causa dei pochi pezzi di ricambio a disposizione, non hanno spremuto la vettura. Bisogna aspettare prima di giudicare.

    Scuderia Ferrari Marlboro, motore: Ferrari
    Sicuramente la F150th Italia è affidabile. La perdita d’olio nel giorno d’esordio di Felipe Massa a Valencia è stata un episodio. Per il resto Massa e Alonso hanno sempre chiuso i test tra i primi, e si dichiarano soddisfatti. I tecnici della Scuderia hanno migliorato la vettura dello scorso anno senza stravolgerla e, al momento, senza inseguire le mode del momento (air scoop a coltello e sospensiore posteriore pull-rod). Se la base di questa evoluzione è la monoposto che ha disputato la seconda metà del campionato 2010 sono messi bene (ed è quello che sembra). Se invece la base di partenza è quella della prima metà saranno dolori.

    Mercedes GP Petronas F1, motore: Mercedes
    Loro sembrano esattamente dov’erano lo scorso anno. Hanno avuto qualche problema di affidabilità (problemi idraulici nella prima giornata sia a Valencia che a Jerez, e un motore cambiato per precauzione nell’ultimo giorno a Jerez), non sono costanti sulla distanza (anche se sembrano migliorare) e, forse, non sono messi bene neanche sul giro singolo. Le dichiarazioni di Schumacher, tra propositi di miglioramento rispetto al 2010 (giusti), propositi di vittoria dell’ottavo mondiale (mah…) e clamorosi dietrofront (l’ultimo di pochi giorni fa “sarà difficile trionfare nel 2011″) non sembrano attendibili per valutare la competitività della vettura. Rosberg, dal canto suo, varia dal prudente al pessimista, ricordando, ogni tanto, che l’attuale W02 avrà aggiornamenti di aerodinamica prima del Bahrain. L’unica cosa certa è che le aspettative sono altissime specie dopo aver ribadito, più e più volte, che lo sviluppo della vettura 2010 fu presto sospeso a favore di quella 2011.

    Lotus Renault F1 Team, motore: Renault
    Aver perso Robert Kubica peserà tantissimo sul team franco-malese, sia in termini di sviluppo in questi test che di punteggio. Il posto del polacco sarà preso dall’esperto Nick Heidfeld, ormai è certo. Una scelta più che ragionevole dato che il tedesco è stato tester Pirelli: sulle nuove gomme, insieme a Pedro de la Rosa, è quello che ne sa di più. L’altro pilota è Vitaly Petrov, entrato nelle cronache per aver tenuto dietro Alonso nell’ultima, decisiva, gara dello scorso anno. Quest’anno il russo non è più un esordiente: anche se nessuno si aspetta che sia lui a tirare la carretta dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, fare meglio. Intanto la R31 sembra nata bene, e non solo per l’idea di portare gli scarichi all’anteriore. Senza Kubica e con un mezzo pilota, tuttavia, l’obiettivo del 2011 potrebbe essere ridimensionato: difendere il quinto posto.

    AT&T Williams, motore: Cosworth
    La Fw33 ha qualche problema di affidabilità: una volta il sistema di raffreddamento del KERS, un’altra un sensore, un’altra l’attuatore dell’ala posteriore, poi una perdita d’acqua… Quanto vanno forte? Potrebbero essere ancora sesti, ma bisogna vedere dove sono in primis Force India e Toro Rosso. Per progredire è necessario l’apporto di entrambi i piloti: Barrichello si appresta a iniziare la sua diciannovesima stagione di F1, Pastor Maldonado, campione GP2, è esordiente.

    Force India F1 Team, motore: Mercedes
    Ai test di Valencia il team di Vijay Mallya si è presentato con la monoposto 2010. A Jerez invece ha debuttato la nuova VJM04, che nei quattro giorni di test non ha palesato alcun problema di affidabilità. I piloti sono il tedesco Adrian Sutil, alla sua terza stagione nel team, e Paul di Resta, scozzese, esordiente, attuale campione DTM. L’obiettivo 2011, parole di Mallya, è il quinto posto nel costruttori: ambizioso, ma con una buona monoposto e un di Resta subito competitivo potrebbero farcela.

    Sauber F1 Team, motore: Ferrari
    In due occasioni la nuova C30 ha avuto qualche problema con componenti legati al motore. L’obiettivo del team, parole di Peter Sauber, è andare regolarmente a punti (il che significa finire tra i primi dieci) e migliorare la posizione dell’anno scorso. I piloti sono giovani: Kamui Kobayashi, 24 anni, e Sergio Perez, 21 anni, esordiente. Il giapponese, uno dei piloti più arrembanti del Circus, nel 2010 ha raccolto 32 punti, di cui ben 25 nella seconda metà di stagione: il team deve sperare che si confermi sullo stesso livello per tutto il 2011, e che Perez faccia qualcosa di più che portare denaro. La concorrenza sarà agguerrita.

    Scuderia Toro Rosso, motore: Ferrari
    Il team con base a Faenza, una sorta di junior team Red Bull motorizzato Ferrari, conferma per la seconda stagione la coppia Buemi-Alguersuari, che nel 2010 ha raggranellato 13 punti, permettendo al team di essere solamente l’ultimo prima delle scuderie esordienti. L’ombra del pupillo Red Bull Daniel Ricciardo, test driver del venerdì, incombe minacciosa sui piloti titolari. La nuova monoposto, denominata STR6, non ha avuto problemi di affidabilità. Ora bisogna capire se è veloce: i tecnici hanno ripreso la soluzione del doppio fondo, ossia sollevare le fiancate rispetto al fondo scocca per creare maggior effetto suolo. La prima vettura che adottò questo sistema era la Ferrari F92A del 1992, tutt’altro che veloce. Franz Tost, team principal, spera che la vettura si riveli competitiva e che i due piloti facciano un buon lavoro. Se tutto gira per il verso giusto potrebbero migliorare di una o due posizioni in campionato.

    Team Lotus, motore: Renault
    Dopo un 2010 di apprendistato, con una monoposto volutamente conservativa motorizzata Cosworth, quest’anno le aspettative sono altissime. Il progettista Mike Gascoyne ha stravolto la vettura dello scorso anno: il risultato è la nuova T128, che monta lo stesso gruppo motore-cambio della Red Bull e non avrà il KERS. Finora hanno avuto qualche problema di affidabilità, e nella classifica dei tempi sono sempre tra gli ultimi. Heikki Kovalainen però si è detto molto contento, e anche Trulli ha dichiarato che qualche inconveniente tecnico è più che normale. Staremo a vedere: gli sforzi profusi impongono di lottare a centro gruppo.

    HRT F1 Team, motore: Cosworth
    Qui ci addentriamo nell’ignoto. Hispania Racing Team doveva collaborare con Toyota, nella sede che l’azienda ha in Germania, per realizzare la nuova vettura. A metà novembre Toyota annuncia che la collaborazione “è cessata e non sarà ripresa” a causa di una serie di mancati pagamenti. Colin Kolles e Jose Ramon Carabantes, rispettivamente team manager e proprietario, cascano dalle nuvole. Senza una struttura dove progettare e costruire la nuova monoposto e con problemi finanziari, per tutto l’inverno si rincorrono voci di una chiusura del team, ogni volta smentite dai vertici HRT. L’unica notizia certa era che avrebbero ingaggiato due piloti paganti. Così il 6 gennaio viene annunciata la firma dell’indiano Narain Kathikeyan, già visto nel 2005 con la Jordan. Un mese dopo, l’8 febbraio, il team rende pubblici alcuni rendering, per la verità molto belli, della nuova vettura, chiamata F111. I rendering altro non sono che immagini fatte al computer, perché in realtà Geoff Willis e Paul White, progettisti, stanno ancora lavorando alacremente. A Valencia HRT si presenta con la monoposto 2010, mentre quella nuova sarà pronta, dicono, per i test in Bahrain. Del secondo pilota ancora non si sa nulla, mentre è certo che la vettura non avrà il KERS. Contando che l’anno scorso non fecero nemmeno un metro nei test pre-stagione, ora sono già un passo avanti. L’obiettivo dichiarato è fare meglio dello scorso anno: si fermeranno qui?

    Marussia Virgin Racing, motore: Cosworth
    La cenerentola del mondiale 2010 sembra messa molto meglio per il 2011. La Marussia, costruttore russo di vetture supersportive, ha acquistato a inizio novembre una significativa fetta di quote del team, garantendo la stabilità finanziaria. Un mese dopo veniva annunciato l’ingaggio dell’esordiente belga Jerome d’Ambrosio accanto al tedesco Timo Glock, alla sua terza stagione completa di F1. Il 7 febbraio è stata presentata la nuova MVR-02, dove M sta per Marussia, che ha poi debuttato nei test a Jerez. La monoposto, progettata per non ospitare il KERS, ha esordito senza problemi di affidabilità, e nei quattro giorni di test ha permesso ai piloti di completare ben 216 giri. La vettura sembra convenzionale, ha un muso più basso rispetto a quello alto e piatto che ha fatto scuola con la Red Bull, e non incorpora soluzioni azzardate. Sembrano destinati a migliorare.


    Fonte
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5893647
    Il GP del Bahrain è stato annullato. La stagione inizia in Australia
    Pubblicato da Scrittore fiorentino il: 21 febbraio 2011

    Gli organizzatori del GP del Bahrain in un comunicato emesso Lunedi hanno annunciato che, dopo i disordini scoppiati nel paese, il Gp di Formula 1, prima prova del mondiale di F1, non verrà disputato.

    Il principe ereditario prima di rendere nota la decisione ha informato il patron del circus Bernie Ecclestone.

    “Pensiamo sia importante che il paese si concentri sulle questioni più importanti” ha dichiarato il principe ereditario Salman bin Hamad bin Isa Al-Khalifa. “La priorità per il Bahrain è superare la tragedia, le divisioni e guarire questo paese per ricordare al mondo che il Bahrain è una nazione unita”.

    Il Gp d’Australia in programma il 27 Marzo diventa cosi la prima gara stagionale e al momento nessuna decisione è stata presa per un eventuale recupero della gara annullata in Bahrain.


    Fonte

    [Modificato da Kaiserniky il 24/02/2011 15:21]

  8. aaa  
        Mi trovi su: Homepage #5894872
    Kaiserniky ha scritto:

    Ali mobili
    Dal 2011 sarà permesso regolare l’ala posteriore, con l’intento di facilitare i sorpassi. L’ala mobile sarà abilitata però solo nel mmento in cui il distacco dal pilota che precede sia inferiore al secondo. Bandito il dispositivo anche nei primi due giri della gara! Il sistema sarà disabilitato non appena il pilota faccia pressione sui freni


    IO il 25 Agosto 1970 C'ERO :cool:
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5898895
    Ecclestone farà di tutto per recuperare il GP del Bahrain
    Pubblicato da Scrittore fiorentino il: 23 febbraio 2011

    Bernie Ecclestone è un tipo che difficilmente si arrende alla prima difficoltà. Il patron del circus parlando del GP del Bahrain annullato Lunedi scorso dal principe ereditario dell’isola stato per le gravi tensioni scoppiate, ha dichiarato che farà del suo meglio affinché la gara venga recuperata nel corso di quest’anno.

    Ecclestone parlando al “Daily Telegraph” ha detto che “quello che è successo in Bahrain è molto triste, ma un mese fa tutti erano in attesa della gara”.

    “Nessuno ha avuto problemi per la gara, Se tutto sarà tranquillo, e speriamo che lo sia, faremo del nostro meglio per inserirla (in calendario)”.

    Bernie ha anche rivelato che sarà la Formula One Management ad accollarsi tutti i costi per via dell’annullamento della gara valutabile intorno ai 40 milioni di dollari.


    ----------
    Ci saranno GP da 4 pit stop quest’anno?
    Pubblicato da Scrittore fiorentino il: 22 febbraio 2011

    I recenti test conclusisi sul circuito di Barcellona hanno confermato quelle che sono le prime impressioni degli addetti ai lavoro in Formula 1. Le gomme Pirelli si degradano dannatamente in fretta. Tutti i team, specie quelli come Red Bull, Ferrari e Mercedes che si sono cimentati nei long run, hanno lavorato per riuscire ad allargare la cosiddetta “finestra”, cioè il numero di giri che puoi percorrere con un singolo set di gomme.

    La classica simulazione gara vista a Barcellona ha visto protagonista all’inizio la gomma soft per una decina di giri, poi pit stop e gomma dura fino al termine dei giri previsti con ulteriori due pit stop. Il Gp di Spagna si articola su 66 giri e facendo due conti matematici, facendo nelle migliori delle ipotesi 10 giri con le gomme soft, ne restano ulteriori 56 per completare l’intera gara. Ipotizzando un pit stop ogni 30 giri, basterebbero in teoria altri due pit stop per completare la gara, quindi in totale 3 pit stop.

    Questa è la teoria perchè da ciò che è emerso a Barcellona, con temperatura intorno a 20 gradi rispetto ai 40 che si trovano a Maggio durante il Gp, pare che riuscire a fare 20 giri con un set di gomme dure sia pura utopia per tutti. Ferrari e Red Bull domenica scorsa con Massa e Webber sono riuscite nell’impresa di completare il Gp con tre pit stop, ma come detto, con temperature notevolmente inferiori a quelle delle condizioni del GP di Spagna.

    Questo cosa potrebbe significare?

    Potrebbe significare la necessità di fare un ulteriore pit stop, il quarto, perchè le gomme dure pare che cedino all’improvviso a tal punto che, vista la scarsa competitività, potrebbe essere conveniente rifermarsi per cambiare ancora le gomme.

    Visto che abbiamo citato Ferrari e Red Bull, autori di long run a Barcellona e apparsi i migliori, analizziamo cosa è successo Domenica quando i due piloti sono scesi in pista a pochissima distanza uno dall’altro.

    Felipe Massa ha mostrato un ottima competitività nei primi due stint, il primo con gomme soft come quelle che si usano in qualifica, il secondo con le dure, sempre a serbatoio pieno. In questa fase la Ferrari è apparsa superiore alla Red Bull tanto che sia i tempi che i i giri percorsi con le soft, sono migliori rispetto al team campione del mondo. Il brasiliano con le gomme soft è riuscito a percorrere tre giri in più rispetto a Webber.

    Nel terzo e quarto stint Webber ha dimostrato che la Red Bull con il serbatoio che si va svuotando, torna competitiva anche se Massa non ha dimostrato un gap importante nei confronti dell’australiano. Insomma da questo primo confronto su un circuito del mondiale, esce fuori una buona Ferrari che ha in programma una serie di interventi aerodinamici che le faranno recuperare un altro mezzo secondo.

    Di certo c’è che quest’anno, chi non saprà o non potrà far funzionare al meglio le gomme Pirelli, si ritroverà automaticamente fuori dalla lotta per il titolo.




    Fonte: http://www.formula1news.info/



    ----------
    Le gomme Pirelli durano poco? Bene così!
    Post inserito da Redazione CircusF1 il 23/2/11
    La stagione 2011 di Formula 1 vedrà in pista le nuove gomme Pirelli.

    Le indicazioni che i Team ed Ecclestone hanno dato al costruttore italiano di pneumatici erano chiare: “le gomme devono portare a fare almeno due soste, in modo da avere gare più movimentate”.

    Lo scorso anno infatti le gomme Bridgestone, dalle super morbide alle dure, permettevano ai Team di coprire la distanza di un intero Gran Premio. Assurdo, visto che una sosta ai box era ed è obbligatoria!

    E allora ben vengano le nuove coperture Pirelli che avranno una durata non superiore a metà gara, che presenteranno un degrado apprezzabile già dopo alcuni giri e che potranno “garantire” gare con più spettacolo!

    A nostro avviso è la direzione giusta. Qualcuno però non la pensa così.

    Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli
    Intervistato dopo i recenti test a Jerez, Hembery si è dichiarato soddisfatto delle gomme: “Molti piloti mi hanno confidato che le nostre gomme saranno in grado di dare un alto livello di spettacolo alla competizione che, in effetti, è proprio quello che vogliamo”.

    Hembery ha ricordato anche che si tratta di una scelta ben precisa e non dell’incapacità di Pirelli di fare gomme più resistenti: “Nell’ultimo anno tutti si sono annoiati con gare che prevedevano un solo pit. Le squadre e Bernie Ecclestone hanno chiesto che le gomme fossero tali da portare a fare almeno due soste, in modo da avere gare più movimentate. E noi abbiamo soddisfatto questa richiesta”. Poi ha anche aggiunto una “frecciatina” alla Bridgestone: “Per noi sarebbe stata la cosa più facile del mondo costruire uno pneumatico che copra tutto il weekend”.

    Gian Carlo Minardi
    L’ex titolare dell’omonimo Team sostiene che “ci apprestiamo a vivere un inizio di stagione caratterizzato da numerose soste ai box dove la strategia la farà da padrone sul reale potenziale delle vetture”.

    Jarno Trulli, Team Lotus
    Molto critico invece il pilota italiano: “La Pirelli dice che la FIA ha richiesto dei pneumatici che si deteriorassero rapidamente, ma non credo che sia quello il problema. Il problema è che, quando scendiamo in pista con gomme nuove, vi è un sottosterzo che diventa sovrasterzo dopo solo tre giri”.

    Fernando Alonso, Ferrari
    Lo spagnolo, dopo i recenti test a Barcellona, ha così commentato il comportamento degli pneumatici Pirelli: “Le gomme non durano come le Bridgestone dell’anno scorso. Dopo 15 o 20 giri sono finite. Penso che cambierà il modo di gestire le gare quest’anno; ci saranno strategie diverse e più pitstop. Spero sia positivo per lo spettacolo, ma per i team e i piloti potrebbe essere un po’ più stressante”.


    Fonte
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5910311
    Ecclestone “Pioggia artificiale nei Gran Premi”
    Il patron della Formula Uno: “Rendiamo le gare più emozionanti. Donne al volante tra qualche anno”

    Bernie Ecclestone ha la soluzione per per animare i Gran premi e renderli più emozionanti: la pioggia artificiale. Questa l'ultima trovata del patron della Formula Uno, che motiva così la sua idea: “Adesso i sorpassi sono quasi impossibili perché sull'asfalto asciutto c'è solo una traiettoria da seguire. Quando la strada è bagnata è diverso, infatti abbiamo visto i Gp più emozionanti sul bagnato. Quindi pensiamo a creare un po' di pioggia, magari negli ultimi dieci giri”.

    Ecclestone passa poi ad analizzare il divario tra i team: “A fare la differenza saranno sempre le diverse risorse che ha a disposizione ogni squadra – sostiene il numero uno del circus – E' ovvio che non è leale che un team abbia a disposizione 60 milioni e uno 300, ma questa è la realtà, e noi possiamo soltanto cercare di contenere i costi con l'imposizione dei limiti tecnici”.

    Per rendere il business più attraente Ecclestone apre anche alle donne al volante: “Probabilmente tra tre-cinque anni”. In attesa della rivoluzione rosa, le gerarchie del circus sono chiare: “Mi sembra che la Red Bull sia ancora la squadra da battere, e Vettel è il mio favorito. Lo vedo bene alla Ferrari in futuro – sostiene Ecclestone – Tutti i piloti, ad un certo punto della carriera, vogliono guidare la rossa”.


    Fonte
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5910312
    F1: malore in volo per Jackie Stewart
    L'ex pilota è stato portato in ospedale a Londra per controlli dopo essere atterrato da Ginevra

    Jackie Stewart è stato portato in ospedale a Londra dopo essersi sentito male durante un volo da Ginevra. Il tre volte campione del mondo ha accusato dolori al petto durante il viaggio ed è stato preso in consegna dai medici all'aeroporto di Heathrow e trasferito all'ospedale di Hillingdon. "E' svenuto -ha raccontato alla BBC il figlio Paul- e per precauzione è stato portato in ospedale. Gli ho appena parlato, mi è sembrato in buone condizioni, ma ovviamente qualcosa è successo e vogliamo capire cosa".

    Stewart, che ha vinto il titolo mondiale nel 1969, 1971 e 1973, era stato al Salone di Ginevra e stava tornando a casa. Si è battuto notevolmente in F.1 in materia di sicurezza e ha avuto anche un proprio team tra il 1997 e 1999.


    Fonte
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5914962
    F1: Ecclestone "Gp Bahrain? Non ad agosto"
    Il patron del circus sul recupero della gara: "Fa troppo caldo per il pubblico a sedersi in tribuna quando ci sono oltre 40 gradi"

    Il Gran Premio del Bahrain si potrebbe recuperare a fine stagione. Ne è convinto Bernie Ecclestone. Il "padrino" della Formula 1, diversamente da quanto affermato nell'intervista a Formula1.com martedì scorso, oggi alla BBC afferma che l'opzione estiva, ad agosto (fra il GP d'Ungheria dell'11 ed il Belgio il 29, ndr), è da scartare anche per le elevate temperature in quel periodo nel piccolo regno del Golfo Persico, preferendo un periodo più fresco a fine stagione, facendo magari il cambio con la gara del Brasile, il 7 novembre.

    "Vedremo cosa possiamo fare. Forse possiamo cambiare con il Brasile, qualcosa del genere - ha detto alla BBC -. Io non so, come è probabile, se vi sarà pace in Bahrain. Ma se non c'è, troveremo un modo. Sono nostri grandi sostenitori, e lo stanno diventando sempre di più - aggiunge Ecclestone - Abbiamo molto più sostegno in Bahrain di quanto non ne avevamo quando abbiamo corso per la prima volta lì. Dobbiamo dimenticarci di agosto, però, perchè fa troppo caldo. Fa troppo caldo per il pubblico a sedersi in tribuna quando ci sono oltre 40 gradi".

    Ecclestone ha aggiunto che una decisione è attesa all'inizio della prossima settimana. "Sì. Prima che si riunisca il consiglio mondiale della Fia dobbiamo fare una proposta", ha aggiunto, negando che l'annullamento della gara di Sakhir possa danneggiare la F.1. "Niente affatto. E spero che le cose si risolveranno pacificamente in Bahrain e possiamo cercare di trovare una data nel corso dell'anno".

    Fonte: http://www.datasport.it




    -------------------
    Una regola sul Kers è poco chiara

    Secondo uno dei fornitori, ovvero l’ italiana Magneti Marelli, una regola sul KERS in Formula Uno non è chiara: “C’è una regola scritta male”, ha detto Roberto Dalla, direttore sportivo dell’ azienda. La regola di risparmio prevede che non si possa pagare più di un milione di euro per la fornitura di ogni unità KERS, e poi altri 4 milioni per ricerca e sviluppo.
    “Non era chiaro se questi cinque milioni siano per l’ intera soluzione oppure valgano per i singoli gruppi; forse qualcuno ha detto che è una somma legata al singolo team e, di conseguenza, ha istituito la soluzione dei 15 milioni “, ha aggiunto Dalla. La base del KERS Magneti Marelli è utilizzata quest’ anno da Ferrari e Renault; la Mercedes è un altro produttore KERS per il 2011, fornitore di Mercedes GP, McLaren e Force India.

    ----------
    Il Brasile dice no alle trattative per lo slittamento della data del GP

    Gli organizzatori del Gran Premio del Brasile non confermano le indiscrezioni che la gara di Interlagos di quest’anno potrebbe venire posticipata. Il boss della F1 Bernie Ecclestone ha confermato giovedì, alla BBC, di escludere che il GP del Bahrain possa essere recuperato ad agosto: “Fa troppo caldo per il pubblico, in tribuna ci si siede a 40 gradi; ci penseremo su e vedremo cosa possiamo fare, come possiamo cambiare le cose. Forse si possono scambiare con il Brasile, o qualcosa del genere”, ha aggiunto Ecclestone. La possibilità è quello che la data del GP di Interlagos potrebbe slittare dal 27 novembre al mese di dicembre, una mossa che potrebbe essere però controversa a causa della concomitanza con la stagione calcistica brasiliana. Un portavoce del Gran Premio del Brasile ha detto a Globo Esporte che gli organizzatori della gara non sono stati consultati o interrogati su un possibile cambio di data; il portavoce ha ribadito che il 25-27 Novembre è la data ufficiale per la gara di quest’anno, l’ultima del calendario 2011.
    Ecclestone ha detto che una decisione sulla rinegoziazione del GP del Bahrain verrà probabilmente presa martedì prossimo, quando si riunirà a Parigi il World Motor Sport Council.



    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com



    -----------------
    Risolto il contenzioso tra Ford e Ferrari sul nome F150
    Pubblicato da Scrittore fiorentino il: 4 marzo 2011

    La disputa sul nome F150 nato tra la Ford e la Ferrari all’indomani della presentazione della nuova monoposto di Maranello è stato risolto in via amichevole. La casa americana aveva avviato un’azione legale contro la Ferrari per l’utilizzo del nome F150, un sigla che da decenni viene assegnato a un pick-up.

    La Ferrari ha reagito all’azione legale con un comunicato nel quale rivelava il nome completo della vettura F150th Italia in onore dei 15 anni della Repubblica Italiana.

    Questa mossa unita ad alcune discussione tra le due case costruttrici ha portato la Ford a ritirare la richiesta di risarcimenti danni presso la Corte di Detroit.

    Parlando alla Detroit Free Press, il portavoce della Ford Anne Marie Gattari ha detto di “essere contenta che il problema è stato risolto in via amichevole. Il marchio Ford grazie a questa risoluzione si è assicurato la protezione del famoso marchio F-150.

    --------
    La Ferrari cambia ancora nome alla monoposto. Ora si chiama Ferrari 150° Italia
    [siz=1]Pubblicato da Scrittore fiorentino il: 4 marzo 2011[/size]

    Sembra non aver pace questa monoposto di Formula 1 nata in casa Ferrari. Dopo aver cambiato nome all’indomani della denuncia presentata dalla Ford, oggi il team di Maranello ha annunciato un ulteriore adeguamento del nome della macchina che ora si chiamerà Ferrari 150° Italia. Nel pomeriggio vi abbiamo riportato la notizia della risoluzione della controversia nata tra le due case costruttrici proprio per via della contesa sull’utilizzo della sigla F150.

    La Ferrari ne ha spiegato i motivi nella sua rubrica il Grillo Rampante.

    Può sembrare una vicenda kafkiana ma la vicenda del nome della monoposto con cui Fernando Alonso e Felipe Massa affronteranno quest’anno il Campionato del Mondo di Formula 1 ha vissuto negli ultimi giorni l’ultima e decisiva puntata, con il contestuale ritiro da parte di Ford della citazione in giudizio. Ha prevalso quindi il buon senso.
    Al fine di evitare qualsiasi rischio di confusione fra una macchina di Formula 1 e un pick-up, di sua volontà, la Casa di Maranello ha deciso che il nome della vettura perderà quella F che precede il numero 150 – che stava a significare Ferrari, come avvenuto ogni volta che era stata utilizzata nella denominazione di una macchina, fosse essa da corsa o da strada – e che, a quanto pare, tanta agitazione sembra poter creare nelle menti dei consumatori d’Oltreoceano; con l’occasione, il nome sarà completamente italianizzato con la sostituzione del th con l’analogo simbolo utilizzato nella nostra lingua.
    Il nome sarà quindi Ferrari 150° Italia, il che dovrebbe chiarire anche ai sassi che la monoposto è dedicata all’anniversario dell’unificazione del nostro Paese. Ora speriamo che la questione si possa considerare definitivamente chiusa e che ci si possa concentrare su altre cose, quali fare in modo di rendere vincente una vettura che sembra comunque essere nata bene.



    Fonte: http://www.formula1news.info



  F1 2011

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina