1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5889420
    E rieccoci qua Mancano ancora qualche settimana, ma nel frattempo vogliamo comunque aprire il thread ufficiale della nuova stagione del Motomondiale. Nel tempo che ci separa da oggi al 20 marzo (giorno della prima gara) vedremo tutte le novità e le ultime news ;)
    Come al solito seguiremo le 3 classi: 125, 250 e MotoGp ;)


    Piloti e Team classe 125
    Piloti e Team classe Moto2
    Piloti e Teamclasse MotoGp

    Leggende motogp




    In allegato trovate il Calendario della Stagione

    [Modificato da Kaiserniky il 19/02/2011 08:15]

  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5889422
    Motomondiale: regolamento 2011
    Si torna a 4 turni di prove e griglia con file da 3 moto per tutti

    La Commissione Grand Prix Commission, composta da Carmelo Ezpeleta (CEO di Dorna), Ignacio Verneda (FIM Executive Director, Sport), Claude Danis (FIM), Hervé Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA), alla presenza di Paul Butler (Segretario del meeting), in una riunione tenutasi a Madrid il 9 dicembre in data odierna ha deciso all'unanimità su vari aspetti presenti e futuri del Campionato del Mondo.

    Nel 2011 le sessioni di prova dei primi due giorni di GP seguiranno il seguente programma:
    MotoGP: 4 sessioni da 60 minuti
    Moto2: 4 sessioni da 45 minuti
    125cc: 2 sessioni da 45 minuti (mattina) e 2 sessioni di 30 minuti (pomeriggio).

    Saranno inoltre tre i piloti per fila sulla griglia di partenza di ogni categoria nel 2011.

    Altra novità riguarda il permesso per tutte le classi di portare in griglia di partenza il generatore di corrente per alimentare le termocoperte, mentre in MotoGP, l'unico GPS permesso sulla moto, sarà quello fornito dalla Dorna.

    Riguardo la classe Moto3, che prenderà piede nel 2012, è arrivata la conferma che ci sarà un solo fornitore per il sistema ECU con l'elezione dello stesso che avverrà in data 19 marzo 2011. Ci sarà anche un solo fornitore per pneumatici e olio/carburante, che verranno annunciati nella stessa data


    Fonte


    sono possibili aggiornamenti
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5889424
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5914959
    Motomondiale - Lorenzo "Solo Stoner veloce in Ducati"
    Il campione del mondo Jorge Lorenzo si racconta a "MAX" e punzecchia Valentino Rossi: "Avrà bisogno di tempo per far bene alla Ducati. La verità è che solo Stoner l'ha fatta girare veloce. Diventare suo amico? Quando il tuo compagno è forte, è molto più difficile. La moto da battere è la Honda"

    "Valentino Rossi avrà bisogno di tempo per far bene alla Ducati. La verità è che solo Casey Stoner l'ha fatta girare veloce, e questo vorrà pur dire qualcosa". A poche settimane dall'inizio del motomondiale, Jorge Lorenzo si racconta sul nuovo numero di "MAX" in edicola dal 4 marzo.

    Lo spagnolo parla del suo rapporto col Dottore in Yamaha, rapporto che non è mai decollato. "Quando il tuo compagno di squadra è forte, diventare suo amico è molto più difficile - spiega - Adesso, comunque, la moto da battere è la Honda, è la più veloce". Lo segue uno psicologo, "ma chi scrive che è perché ho paura di cadere non dice la verità. Quantomeno non lavoro con lui solo su questo...".

    Da qualche anno si è fatto la fama di musone. "Mentre lavoro mi piace essere concentrato - continua Lorenzo - Sono fatto così e non ho nessuna intenzione di cambiare. Poi, fuori dal circuito, con gli amici, sono il solito Jorge". Quel Jorge che a 8 anni per farsi notare, su suggerimento di papà, si è fatto la cresta e disegnato la "J" colorata sulla nuca e che oggi non sogna la Formula 1.


    --------
    Motomondiale - Simoncelli "Abbiamo le carte in regola"
    E' stata presentata oggi la squadra del Team Honda Gresini per il prossimo anno: Marco Simoncelli sa di essere molto competitivo "Abbiamo tutte le carte in regola per giocarcela". Convinto anche Fausto Gresini "Lo aiuteremo nell’entrare a far parte del lotto dei migliori"

    Il nuovo progetto è partito: Fausto Gresini ha presentato oggi la nuova squadra per la stagione di MotoGp che va a cominciare. Il team satellite Honda, per il 2011 ha confermato Marco Simoncelli, che si è appena messo in luce nei recenti test della MotoGP a Sepang, in Malesia, mentre l’altro pilota scelto sarà Hiroshi Aoyama.

    Marco Simoncelli è ottimista dopo i risultati positivi nei test di inizio stagione: "Abbiamo imparato molto, la moto ha fatto un gran miglioramento e quest'anno abbiamo tutte le carte in regola per giocarcela". I primi posti della classifica non sono più un'utopia: "Se mi sogno sul podio? Certo, ho sognato anche di vincere, ma tra i sogni e la realtà c'è differenza. Abbiamo le carte in regola per poterci giocare in ogni gara i primi 5-6 posti. Potrei essere più veloce di Rossi quest'anno? Spero, ma non solo di lui, di tutti gli avversari".

    Anche Fausto Gresini è del parere del suo pilota di punta: "Sarà un 2011 fantastico nel corso del quale porteremo avanti il processo di inserimento di Marco Simoncelli nella MotoGP raccogliendo quei risultati che Supersic ha sfiorato nell’esaltante finale della passata stagione. Marco è cresciuto tantissimo, è un pilota ufficiale HRC che la Honda ci ha affidato e noi lo aiuteremo nell’entrare a far parte del lotto dei migliori".

    Presentata oggi la squadra del Team Honda Gresini per il prossimo anno - 2 E poi ancora su SuperSic: "È stato un grande protagonista dei test invernali e sono convinto che regalerà momenti meravigliosi alla Honda che ha creduto e continua a credere in lui. Simoncelli è un grande anche per la simpatia che riesce a trasmettere e per quelle fondamentali e importanti sinergie che è riuscito a creare con tutto il gruppo di lavoro. Per Marco il podio, in questa stagione, sarà un obiettivo costante che lo premierà per la sua ragionata crescita portata a termine con sapiente intelligenza".


    -----------
    Motomondiale - Ducati, l'ultima chance di Valentino
    Nel corso di una conferenza stampa Rossi spiega perché ha deciso di lasciare la Yamaha per approdare alla scuderia di Borgo Panigale

    "Il mio passaggio alla Ducati? Era il momento giusto per farlo, l'ultima occasione. l'ultima occasione. Se avessi continuato con la Yamaha avrei chiuso la carriera lì".

    Valentino Rossi, nel corso della conferenza stampa del Ducati Motogp Night, torna sulla sua decisione di vestire i colori della scuderia di Borgo Panigale. "Mi sono sempre piaciute le sfide, perché danno hanno grandi motivazioni. Certamente lo rifarei. Non penso sia il momento più importante della mia carriera, è solo uno, perché ce ne sono stati tanti. I rivali adesso sono forti perché è un momento delicato, ma ci proveremo".

    La condizione atletica non è ancora ottimale, e il primo a saperlo è Valentino Rossi. "Devo migliorare, ho fatto un intervento piuttosto pesante alla spalla, non sono ancora al massimo, ma spero di tornare al top prima possibile".

    Rossi spiega perché ha deciso di lasciare la Yamaha - 2 Ducati e Valentino Rossi insieme nel 150esimo anniversario dell'Unita' d'Italia: una combinazione che per Il Dottore rappresenta uno stimolo in più a fare bene: "Siamo stati fortunati a correre insieme proprio quest'anno che è un anno molto importante per il Paese, questo ci dà ancora più responsabilità. Cercheremo di far bene per l'Italia".

    Fiducia nei mezzi della sua Ducati, ma anche la consapevolezza che ci sono tante cose da migliorare. "La Desmosedici è molto veloce, va molto forte nel rettilineo - spiega Rossi -, ma sappiamo che dobbiamo migliorare l'elettronica della moto. Penso che ci vorrà poco tempo perché in Ducati sono molto bravi, dobbiamo lavorare anche sulla distribuzione del peso e del telaio. Abbiamo bisogno di un po' di chilometri per capire cosa dobbiamo fare e come risolvere i problemi, sicuramente in Qatar non saremo ancora pronti al 100%, ma speriamo di esserlo presto".



    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5924907
    Motomondiale - Il Dovi ci crede: "Titolo? Perché no..."
    Andrea Dovizioso guarda con grande ottimismo al Montomondiale 2011 lodando la nuova Honda RCV212V e i suoi compagni di squadri...

    Non vuole certo mancare. Andrea Dovizioso non si vuole perdere per niente al mondo un 2011 che si preannuncia come una delle stagioni più intense e pirotecniche del Motomondiale di MotoGP. Il centauro della Honda, dopo un buon 2010 condizionato però da troppi alti e bassi, punta con decisione al titolo iridato e presenta la nuova stagione in una lunga intervista al sito ufficiale di motogp a pochi giorni dagli ultimi test in Qatar (13 e 14 marzo).

    "Credo che possiamo pensare al campionato perché abbiamo molte possibilità per centrarlo - ha spiegato il forlivese - La situazione ora mi vede meno veloce di Dani o Casey, specialmente nei giri veloci, ma anche un po’ sul ritmo di gara. Abbiamo fatto entrambe le prove nello stesso circuito, quindi abbiamo bisogno di sapere quale sarà il livello in un'altra pista e quale sarà la differenza con gli altri rivali. Credo davvero che abbiamo molte possibilità di batterci. Dobbiamo ancora migliorare in alcuni settori e risolvere i problemi con l'anteriore, ma sono sicuro che sarò in grado di fare una stagione molto buona. Se sarò in lotta per il campionato, non posso ancora dirlo".

    Dovizioso in questa stagione dovrà guardarsi non solo da Dani Pedrosa ma anche dal suo nuovo aguerritissimo compagno di squadra, Casey Stoner. Il Team Honda, infatti, ha voluto fare le cose alla grande per questo 2011 puntando su tre prime scelte per tornare a conquistare un titolo iridato che manca da troppi anni.

    “Non avevo mai visto test così veloci in pre-season. Il mondiale quest’anno sarà più combattuto perché ci sono sei piloti di due case, Honda e Yamaha, molto vicini fra di loro. Dobbiamo anche considerare Valentino, perché la sua forza è nota. Per quanto riguarda il fatto che ci siano tre piloti in HRC, indubbiamente la cosa da una bella motivazione" - ha spiegato il Dovi che poi si è soffermato sull'evoluzione della sua Honda RC212V,

    “La potenza è sicuramente la forza della moto. Adesso però va benissimo anche in frenata e in realtà tutto il pacchetto è molto competitivo. Dobbiamo lavorare sul problema che abbiamo incontrato durante la simulazione di gara e sull'instabilità della parte posteriore. Fatto questo, la moto sarà perfetta. La RC212V è molto potente e frena anche molto bene. Sfortunatamente ci sono ancora alcuni problemi di stabilità al posteriore, che credo derivino dalla frizione. Anche la trazione è buona. Il freno motore è molto migliorato dopo il secondo test e le sospensioni 2011 sono ottime. C’è una leggera vibrazione, ma è minima e addirittura non rilevata dalla telemetria” - ha concluso il pilota azzurro che nel 2010 aveva chiuso al quinto posto in classifica generale.

    Ovviamente, l'obiettivo minimo del 2011 sarà quello di migliorarsi in maniera sensibile anche perché la concorrenza interna sarà certamente spietata anche in ottica conferme e bocciature in vista del 2012.


    -----------
    Stagione 2011 - Rossi "Tutti d'accordo su Jorge: antipatico"
    Il Dottore scherza da ospite del "Chiambretti Night" e, tra i vari argomenti, parla anche del futuro, assicurando: "Spenderò la pensione in Superbike". Arrivano frecciate per Biaggi e Lorenzo, ma poi assicura: "Niente muro con Hayden"

    Prima che parta la nuova stagione del motomondiale, i piloti trovano il modo di comparire ogni tanto in tv. Questa volta è il turno di Valentino Rossi, che è stato ospite del "Chiambretti Night".

    "Sono stato oggi dal dottore che mi ha operato alla spalla, mi fa ancora male ma abbiamo capito perché - spiega Vale, che ancora non sta bene dopo l'intervento chirurgico - E' colpa del tendine del bicipite che non è sceso come doveva. Mi fa ancora male, ci vorrà un po' di tempo".

    A proposito di infortuni, in pista a Valentino, nella sua lunga carriera, ne è capitato solo uno serio, la doppia frattura alla gamba nelle prove del Mugello, lo scorso anno. "Dicono che so cadere bene, ma secondo me non è vero - commenta il Dottore - è una questione di culo".

    Inevitabile parlare del suo recente passaggio alla Ducati dopo anni di sodalizio con la Yamaha. "Ci ho pensato se restare in Yamaha o andare alla Ducati - racconta - Era da anni che ci pensavo, ma questo era il momento giusto. Pentito? No, non abbiamo neppure iniziato".

    Il fulcro dell'attenzione, però, è sui colleghi, di cui Vale fa le pagelle. Si parte da Jorge Lorenzo, fresco campione del mondo. "E' un grande perché riesce a mettere d'accordo tutti, nel senso che sta antipatico a tutti. E' forte, merita 9.5. Non dico sia intelligente perché intelligente è una parola grossa, diciamo che è furbo".

    Poi è la volta di Casey Stoner. "Come velocità e talento merita 10, ma come tattica e furbizia un po' meno. E' un matto che spesso rifà gli stessi errori, sarà il favorito del mondiale ma lo dico anche per portargli un po' sfiga. Hayden è forte, merita 8, è veloce, è il mio compagno e quindi sarà il mio primo avversario. Il muro? Con Hayden non ci sarà, mentre con Lorenzo speravo di non insegnargli tutti i miei trucchi, è una cosa che ha portato tante polemiche, ma le cose comunque passavano dall'altra parte".

    Bel voto anche per l'amico Sic, Marco Simoncelli: "Merita 8.5, deve ancora dimostrare tanto, ha una Honda molto veloce e ci darà certamente del filo da torcere".

    C'è spazio poi anche per scherzare su come sarebbe l'umore in casa Yamaha se Valentino dovesse ottenere dei buoni risultati con la Rossa di Borgo Panigale. "Come la prenderanno i giapponesi? Bisogna vedere come andrà a finire - replica - se sarò davanti a loro l'avranno presa male, altrimenti la prenderanno bene".

    Infine, i progetti per il futuro: "Spero di restare ancora qualche anno in MotoGP, poi spenderò la pensione in Superbike". A proposito di SBK, ovviamente si parla di Max Biaggi, suo ex rivale di qualche anno fa. "Rivedo le nostre lotte con simpatia, fuori dalla pista usava vari trucchetti per cercare di dare fastidio - rivela -Saper perdere è una delle cose piu' difficili e Biaggi in questo non è stato molto bravo".

    Si passa anche per la vicenda della condanna per evasione fiscale. "All'epoca ho sbagliato - dice ancoraValentino - quando ho capito come stavano le cose non mi sono tirato indietro, ho cambiato coloro che mi avevano messo in questa situazione difficile, ma ho capito tante cose. Il famoso video? Fu un errore farlo".

    E per ultimo argomento si accenna anche al presunto flirt con Elisabetta Canalis: "Posso solo confermare che non me l'ha data".



    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

  Motomondiale 2011

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina