1.     Mi trovi su: Homepage #5901803
    Burke & Hare: ladri di cadaveri è il ritorno al grande schermo, dopo una decade di assenza, di John Landis.
    E lo fa con grande stile, dimostrando di essere ancora in gran forma firmando questa pellicola pregna di humor nero e velata satira sociale. Ambientato nell'800 inglese, la vicenda segue due aspiranti imprenditori che fiutano la possibilità di fare soldi procurando cadaveri freschi per le lezioni di anatomia dell'Università. Ma aspettare che la morte operi per conto proprio non è produttivo, così i due decidono di velocizzare i tempi e cominciano ad uccidere per aumentare i volumi di materia prima e, di conseguenza, gli incassi. Ma anche i professori di anatomia non si preoccupano da dove arriva la merce, e la moglie di uno dei due, scoprendo l'attività illecita del marito, invece di denunciarlo si allea con lui per amore del guadagno. Così, il sistema si dimostra cinico e negativo in tutte le sue parti e i suoi attori, accettando l'illecito che produce dei profitti per tutti. Nel film questo è ben sottolineato dalla presenza della rappresentazione del Macbeth: il Landis touch è più vivo che mai, con il suo tipico uso dello sfondamento della quarta parete, il gore per avere effetto slapstick, il cameo di registi e figure storiche del cinema (ho beccato Michael Winner, Cristopher Lee, Ray Harryhausen...ma non ho scovato See You Next Wednesday...).
    See you next wednesday!

  Burke & Hare: welcome back mr. Landis!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina