1.     Mi trovi su: #5932709
    in effetti è un discorso a doppia lama: l'aderenza alle librerie directx offre certamente una compatibilità elevatissimi col parco macchine installate. Ma, al tempo stesso, tira il freno agli hardware più performanti.
    .
    Ora, andrebbe anche bene poter programmare per "schede grafiche attuali", ma in questo modo di quanto restringeresti il tuo potenziale parco clienti?? di molto
  2. Hollywood monster  
        Mi trovi su: Homepage #5932720
    Ricordiamo però che programmare ad esempio in openGL richiede molto più tempo, è molto più impegnativo e per creare effetti ormai considerarti comuni (nei giochi moderni) ci vogliono due attributi di metallo...e certamente un programmatore sarà sempre spinto a scegliere due righe di codice al posto di stendere pagine e pagine
  3.     Mi trovi su: #5932773
    e cmq è inevitabile pernsare che chi programma, oggi, debba obbligatoriamente utilizzare librerie precompilate, middleware et similia. E tutto questo, pur agevolando enormemente il lavoro, pone anche dei "vincoli" sull'effettico sfruttamento dell'hardware.

    ai tempi d'oro, chi programmava su c64 o Amiga per prima cosa faceva piazza pulita del sistema operativo e poi si sgranchiva le mani in Assembly, come un pittore davanti ad una tavolozza vuota ... fosse possibile (economicamente e tempisticamente) farlo oggi, con la potenza dell'hardware a nostra disposizione, sarebbe possibile ottenere cose miracolose...

    e certo, non è affatto irrealistico parlare di un ordine di grandezza superiore confrontando hardware con 5 anni più vecchio. In termini puramente "brute force" siamo ben oltre...
  4. grazie a voi!  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5932784
    Ok, perfetto.

    Le openGL sono lì che fan la muffa : D.

    E per la cronaca sono cagate... il blocco è esclusivamente di natura "software" (engine monopolistici come l'UE3) ed "economico" (inverstimenti sulla piattaforma...). Se si hanno difficoltà a sfruttare gli ultimi ritrovati tecnologici con uno standard consolidato, figurarsi cosa accadrebbe in uno scenario allo stato brado, dove qualsiasi cosa inerente la grafica andrebbe programmata a braccio...
    .....f|0w
    -----------.
    Steam ID|B.net
  5. Vi mando affanculo ma vi voglio bene  
        Mi trovi su: Homepage #5934009
    sono d'accordo con andrea23. Bisognerebbe abbandonare windows Xp, e fare versioni pc non con il freno a mano tirato solo ed esclusivamente per non fare sfigurare eccessivamente le controparti console. E poi infatti, basta con sto ue3, andrebbe bene ormai solo per gli sviluppatori indie.
  6. Acciderbolina!  
        Mi trovi su: Homepage #5935401
    Ai tempi dell'Amiga e del C64 però l'hardware era quello per tutti e programmare in assembly era possibile.
    Oggi invece con la miriade di processori in circolazione è impossibile un approccio del genere, ma anche se ci fosse un processore unico, sarebbe maledettamente lungo, costoso e decisamente infattibile programmare un gioco odierno in Assembly.
    Per il piattume grafico in cui siamo, io do la colpa alle console, la versione principale viene sviluppata proprio per quelle e poi adattata per Pc, alla bell'è meglio molte volte e senza nemmeno sfruttare pienamente le potenzialità dei nuovi processori/schede video.
    Imho quando lanceranno le nuove console ci sarà un nuovo salto avanti in termini di resa grafica, salvo arrestarsi poi ai livelli delle nuove console dopo un paio d'anni.

  ► Notizia PC e sistemi Windows: AMD: DirectX frena il progresso del PC

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina