1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5935726
    E si ritorna in pista, anche quest'anno seguiremo passo-passo tutte le tappe del Mondiale di Formula1.
    Ricordo che verrà aperto un thread per ogni gran premio, e che alla fine
    di ogni evento, sarà inserito nel thread generale dedicato alla <a href="http://community.videogame.it/forum/t/367956" target="_blank" rel="nofollow">F1 2011</a>
    Si comincia subito con il Gp d'Australia

    Presentazione a cura di: <a href="http://f1grandprix.motorionline.com/" target="_blank" rel="nofollow">http://f1grandprix.motorionline.com/</a>
    Dopo l’annullamento del Gp del Bahrain per via dei gravi disordini scoppiati nell’isola stato, la Formula 1, come da Calendario, fa tappa in Australia che diventa cosi la gara d’apertura del campionato 2011.
    Il Gran Premio d’Australia di F1 vanta ormai più di 25 anni di presenza nel calendario mondiale. Di solito inserito come ultima prova del campionato, da alcuni anni ha rappresentato invece la gara di apertura. Due sono i circuiti che hanno sinora ospitato la corsa australiana, Adelaide e Melbourne. Si tratta in entrambi i casi di circuiti cittadini, ricavati nelle strade delle due città australiane.

    Melbourne per dir il vero sfrutta parte delle strade che costeggiano l’Albert Park, per cui in alcuni tratti assomiglia quasi ad un semi-permanente, in cui vi si possono trovare anche vie di fuga abbastanza consistenti. Adelaide invece aveva una conformazione molto squadrata, simile ai tracciati statunitensi tipo Detroit o Phoenix, e solo nella parte conclusiva, comprendente il rettilineo di partenza e la zona box, avevano sfruttato una parte dell’ippodromo locale per allestire il tutto.

    Adelaide compare in calendario il 3 novembre del 1985, con un circuito che misurava 3780 mt dove erano previsti 82 giri per un totale di 309 km e 960 mt da percorrere in gara. Rappresentava la chiusura di un mondiale che era stato ancora una volta dominato dalla McLaren con Prost che arrivava qui col titolo già in tasca, conquistato matematicamente a Brands Hatch nel GP d’Europa circa un mese prima. In prova la pole andò ad Ayrton Senna con la Lotus Renault, la settima in quella stagione che lo lanciò definitivamente nell’Olimpo dei più grandi, davanti ad un Nigel Mansell con la Williams Honda, che dopo la prima vittoria al gran premio d’Europa, pareva essersi (e lo sarà davvero) issato anche lui ai vertici della F1 del tempo. Dopo una partenza al comando condotto per sette giri, il brasiliano dovette arrendersi prima ad un testacoda e poi alla rottura del turbo del suo propulsore francese. La vittoria finale andò a Keke Rosberg con la seconda Williams, che stava sempre più confermandosi come lanciata verso un futuro glorioso.

    Questa gara rappresentò l’ultima della carriera di un grande campione, molto amato soprattutto dai tifosi ferraristi, Niki Lauda. Sicuramente però sarà la gara dell’anno successivo, il 1986, ad entrare nella storia dell’automobilismo di tutti i tempi. Stagione vissuta sul duello casalingo tra Piquet e Mansell della Williams e altri due protagonisti indiscussi del mondiale, Senna e Prost. In Australia arrivarono ancora papabili iridati proprio il duo Williams e Alain Prost, con una McLaren ancora protagonista, seppur meno che degli anni precedenti. In griglia Nigel partiva in pole, coi favori dei pronostici, al suo fianco l’odiato compagno di squadra, mentre Prost dovette accontentarsi solo del quarto posto, dietro al brasiliano Senna. Dopo il via tutto sembrava filar liscio per il baffuto pilota britannico, virtualmente sempre in posizione da titolo, ma al 63° giro il pneumatico posteriore sinistro (foto) della sua Williams esplose, costringendolo al ritiro. La gara fu poi vinta da Prost, che così riuscì a beffare sul filo di lana il duo Piquet-Mansell.

    Per il resto la corsa australiana non ha mai offerto particolari emozioni, trattandosi della corsa di chiusura spesso i giochi iridati erano già ampiamente fatti, ed anche quando la gara è stata spostata a Melbourne come prova di apertura del mondiale, viste le caratteristiche un po’ anomale del circuito, il gran premio è stato vissuto dalle squadre, più come un banco di prova, una specie di prolungamento dei test invernali per vedere se tutto girava bene, che una sfida vera e propria. L’ultima edizione ad Adelaide venne disputata il 12 novembre 1985. In quella occasione Damon Hill partì in pole con la sua Williams, e dominò la gara facendo segnare anche il giro più veloce. Sul circuito di Adelaide c’è da segnalare anche l’ultima vittoria del “leone” Mansell in F1, arrivata il 13 Novembre del 1994, quando la Williams lo aveva richiamato per alternarsi con Coulthard nella sostituzione del compianto Senna, morto ad Imola. Nigel in questa occasione partì dalla pole ed al traguardò fu primo davanti a Berger e Brundle. Dal 1996 la gara australiana si è trasferita sul tracciato dell’Albert Park di Melbourne di 5269 mt.

    Tracciato in alcuni punti simile ad un circuito permanente, ma sempre con i muri tremendamente vicini alla pista. La prima edizione si disputò il 10 marzo di quell’anno. In pole il debuttante Jacques Villeneuve, figlio del più noto Gilles alfiere della Ferrari a cavallo tra gli anni ’70 ed ’80. Il canadese era alla guida di una Williams Renault e precedette il compagno Hill sullo schieramento. Al traguardo dopo 58 giri e 307 km di gara, giunsero poi a posizioni invertite con l’inglese primo ed il canadese secondo, autore oltre che della pole anche del giro veloce in gara.

    La gara dello scorso anno andò ancora una volta a Jenson Button che dopo l’edizione del 2009 con la Brawn GP, si aggiudicò anche l’edizione 2010 grazie a una tattica lungimirante che lo vide ai box dopo pochi giri e con la pista che si stava asciugando. Il ritardo degli altri permise a Jenson di arrivare in seconda posizione nonostante un contatto in partenza con Alonso e Schumacher. Vettel andò fuori per un problema ai freni e ciò spianò la strada della vittoria a Button che evitò una seconda sosta ai box e concluse la gara davanti a Kubica e Massa con Alonso quarto.

    INFO
    Lunghezza del circuito: 5,303 km
    Giri da percorrere: 58
    Distanza totale: 307,574 km
    Numero di curve: 16 – 10 a destra, 6 a sinistra
    Senso di marcia: orario
    Mescole Pirelli: soffici/dure

    RECORD
    Giro prova: 1:23.919 – S Vettel – Red Bull Renault – 2010
    Giro gara: 1:24.125 – M Schumacher – Ferrari – 2004
    Distanza: 1h24:15.757 – M Schumacher – Ferrari – 2004
    Vittorie pilota: 4 – M Schumacher
    Vittorie team: 10 – McLaren
    Vittorie motore: 7 – Ferrari
    Pole pilota: 6 – A Senna
    Pole team: 9 – McLaren
    Pole motore: 8 – Renault
    Km in testa pilota: 1.190 – M Schumacher
    Km in testa team: 2.692 – McLaren
    Km in testa motore: 2.034 – Renault
    Migliori giri pilota: 5 – M Schumacher
    Migliori giri team: 7 – Williams, Ferrari, McLaren
    Migliori giri motore: 7 – Ferrari
    Podi pilota: 6 – M Schumacher
    Podi team: 21 – McLaren
    Podi motore: 19 – Ferrari

    Albo d’oro
    01. 1985 K Rosberg – Williams Honda
    02. 1986 A Prost – McLaren TAG
    03. 1987 G Berger – Ferrari
    04. 1988 A Prost – McLaren Honda
    05. 1989 T Boutsen – Williams Renault
    06. 1990 N Piquet – Benetton Ford
    07. 1991 A Senna – McLaren Honda
    08. 1992 G Berger – McLaren Honda
    09. 1993 A Senna – McLaren Ford
    10. 1994 N Mansell – Williams Renault
    11. 1995 D Hill – Williams Renault
    12. 1996 D Hill – Williams Renault
    13. 1997 D Coulthard – McLaren Mercedes
    14. 1998 M Hakkinen – McLaren Mercedes
    15. 1999 E Irvine – Ferrari
    16. 2000 M Schumacher – Ferrari
    17. 2001 M Schumacher – Ferrari
    18. 2002 M Schumacher – Ferrari
    19. 2003 D Coulthard – McLaren Mercedes
    20. 2004 M Schumacher – Ferrari
    21. 2005 G Fisichella – Renault
    22. 2006 F Alonso – Renault
    23. 2007 K Raikkonen – Ferrari
    24. 2008 L Hamilton – McLaren Mercedes
    25. 2009 J Button – Brawn Mercedes
    26. 2010 J Button – McLaren Mercedes


    ORARI TV:

    Venerdì 25 Marzo
    12:30-14:00 (02:30-04:00) Prove Libere 1
    16:30-18:00 (06:30-08:00) Prove Libere 2

    Sabato 26 Marzo
    14:00-15:00 (04:00-05:00) Prove Libere 3
    17:00-18:00 (07:00-08:00) Qualifiche – Rai Due

    Domenica 27 Marzo
    17:00 (08:00) Gara – Rai Uno
    (tra parentesi l'ora italiana)


    Post in aggiornamento
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5935728
    Ecclestone: “Il 2011 potrebbe essere l’ultimo anno di Melbourne”
    Dopo le belle parole della scorsa settimana, Bernie Ecclestone ha ora fatto intendere che l’Australia potrebbe uscire dal calendario di F1 già dall’anno prossimo. La gara di Melbourne ha un contratto fino al 2015 ma il capo esecutivo della F1 ha risposto alle critiche dello Stato della Vittoria che ha espresso il suo disappunto per i costi annuali del Gran Premio.

    Ecclestone ha rivelato al giornale inglese Express che la gara di domenica, la prima del mondiale 2011, potrebbe essere l’ultima all’Albert Park.

    Nonostante Ecclestone abbia dichiarato solo pochi giorni fa che l’Australia è importante per la F1, ora il boss della categoria regina ha fatto capire che il calendario è ormai al limite e una o due gare dovranno essere soppresse.

    “Probabilmente elimineremo due gare per far posto ad Austin (GP USA) e Russia” ha dichiarato Ecclestone in riferimento al calendario 2012 di Formula 1.

    “L’Australia dice che non vuole una gara. Se vogliono uscire possono farlo, e forse poi toccherà ad una delle gare in Spagna” ha aggiunto.

    “Stiamo alternando due piste in Germania quindi si potrebbe fare anche in Spagna” ha dichiarato il miliardario inglese.


    -----------
    Brawn: “Quattro soste? Possibile ma improbabile”
    Moltissimi piloti, si sono lamentati del degrado fulmineo delle gomme Pirelli che avevano portato i protagonisti ad affermare che ci sarebbero state quattro o anche cinque soste nel corso di un Gran Premio. Ross Brawn, invece, da stratega e team boss si improvvisa indovino e afferma che, nonostante le paure dei piloti, avremo un massimo di tre soste, come del resto ha dichiarato al quotidiano Melbourne Age.

    “Se qualcuno ha la necessità di doversi fermare per ben quattro volte a cambiare le gomme, forse il problema è che lo stile di guida di quel pilota è troppo aggressivo e sarebbe difficile recuperare il tempo perso nelle soste extra”.

    Brawn fu l’artefice della vittoria di Michael Schumacher con una strategia a quattro soste qualche anno fa in Francia, ma l’inglese si è detto convinto che sarà difficile vedere strategie di quel tipo quest’anno.

    “Dipende dalla pista, alcuni circuiti richiedono meno soste. Dipende dalla circostanze, se il modello di simulazione dimostra o meno che le quattro soste sono piu’ veloci” ha aggiunto Brawn.



    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    -------------
    Pirelli colora la Formula 1 di rosso, giallo…
    La Pirelli ha svelato i colori che distingueranno i sei tipi di pneumatici del Campionato Mondiale 2001 di F1.

    Per rendere immediatamente riconoscibili i sei differenti tipi di pneumatici, i loghi Pirelli e PZero saranno impressi sui fianchi delle gomme con 6 colori diversi. In base al regolamento, in ogni gara si potranno utilizzare solo due mescole da asciutto, definite Prime e Option. In caso di pioggia, saranno disponibili anche pneumatici intermedi e da bagnato.

    Questi i colori: Wet: arancio; Intermedia: azzurro; Supersoft: rosso; Soft: giallo; Media: bianco; Hard: argento.

    Pirelli ha precisato che, per rendere più evidenti le differenze tra Prime e Option, si avrà uno step di almeno una mescola tra i pneumatici portati a ogni Gran Premio. Ma, nel caso le condizioni della pista lo richiedano, la scelta potrebbe essere rivista.

    In caso di bagnato, si potranno utilizzare sia pneumatici wet sia intermedi, per cui in teoria nello stesso momento potrebbero esserci in pista pneumatici PZero di quattro colori diversi. Ma, nella maggior parte dei casi, i colori in azione saranno solo due.

    Le mescole Prime e Option per i primi tre gran premi dell’anno – Australia, Malesia e Cina – saranno hard e soft, per cui a Melbourne gireranno pneumatici di colore argento e giallo.



    Fonte: http://www.circusf1.com/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5935730
    Formula 1 - Massa "Preparato e pronto a tutto"
    Il brasiliano del Cavallino, Felipe Massa, lancia la sfida per la stagione 2011: "Sono pronto per correre e credo che la squadra sia preparata a puntino dopo tutti i chilometri che abbiamo fatto". Melbourne? "L'anno scorso sono arrivato terzo, il mio risultato migliore"

    Felipe Massa non vede l'ora di iniziare la nuova stagione in Ferrari: ce lo dice dalla sua pagina personale sul sito del Cavallino. "Sono pronto per correre e credo che la squadra sia preparata a puntino dopo tutti i chilometri che abbiamo percorso durante i test invernali, persino più di quelli che avevamo programmato. La vettura sembra affidabile ma non è abbastanza: c’è bisogno che sia anche veloce. Per quello che abbiamo visto finora, non dobbiamo lamentarci della prestazione ma avremo un’idea più chiara soltanto quando saremo tutti insieme a Melbourne".

    L’inizio di una nuova stagione è sempre un momento particolare e quest’anno ci sono tantissime novità cui bisognerà abituarsi: "Il KERS è qualcosa che conosciamo bene avendolo già usato nel 2009 - fa Massa - Anche per quanto riguarda l’ala posteriore mobile sappiamo bene come usarla, visto che abbiamo fatto centinaia di giri. Sappiamo come utilizzarla per migliorare la prestazione e il tempo sul giro ma per quanto riguarda l’impiego in gara, dove rappresenta solamente un aiuto per i sorpassi, non sappiamo ancora quale sarà la situazione. Sono certo che l’aiuto ci sarà per cercare i sorpassi ma dobbiamo aspettare e vedere quale sarà la situazione".

    Oltre al KERS e all’ala posteriore mobile, il cambiamento più grande di tutti è l’arrivo della Pirelli come fornitore unico degli pneumatici. "Comprenderne il comportamento è stato uno degli aspetti più interessanti dei test invernali - dice il brasiliano - e, per quanto mi riguarda, è vero che non ho nessuna difficoltà nel portare in temperatura, uno dei miei maggiori problemi l’anno scorso. Con il significativo degrado che abbiamo visto finora, le corse saranno molto diverse: ci saranno molti pit-stop mentre l’anno scorso quasi tutte le corse hanno richiesto solamente una sosta".

    Melbourne è una meta che a Felipe Massa piace molto: "Sono contento di iniziare la stagione in Australia, anche se è rimasta un po’ di delusione per non essere andati a correre in Bahrain, almeno dal punto di vista agonistico. Mi piaceva molto quella pista, cui sembro adattarmi molto bene ed è lo stesso anche per la squadra, che ha vinto a Sakhir tante volte". I ricordi sono favorevoli: "L’anno scorso è andata bene e sono riuscito a fare il mio risultato migliore, salendo sul terzo gradino del podio. Spero che riusciremo a fare una grande partenza in Australia: sono ottimista riguardo alle nostre possibilità, basandomi soprattutto sull’affidabilità dimostrata finora. Non vedo l’ora di misurarmi con le altre squadre per capire dove siamo rispetto a loro".


    Fonte:http://it.eurosport.yahoo.com/
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5936778
    La FIA valuta la messa al bando dei musi alti in F1
    La FIA potrebbe decidere di vietare i musi alti sulle vetture di F1, ormai divenuti piuttosto comuni nella categoria regina. Secondo indiscrezioni il provvedimento potrebbe arrivare per evitare incidenti con il “decollo” delle vetture come quello di Mark Webber a Valencia l’anno scorso.

    Andy Mellor, a capo dell’ufficio tecnico del FIA Institute, sarebbe convinto che anche alcuni cambiamenti all’ala anteriore potrebbero ridurre le probabilità di questo tipo di incidenti in F1.


    ---------------
    Vettel favorito al titolo di F1 2011 secondo molti team boss
    Diversi team boss di F1 sono convinti che Sebastian Vettel e la Red Bull potrebbero riconfermarsi campioni del mondo nel 2011.

    “Il favorito è sempre il campione in carica, quindi Sebastian Vettel e la Red Bull” ha dichiarato Norbert Haug della Mercedes ad Auto Motor und Sport.

    Franz Tost della Toro Rosso si è detto d’accordo: “Vettel e la Red Bull hanno mostrato prestazioni molto buone in tutti i test”.

    E Sir Frank Williams ha aggiunto: “Red Bull e Ferrari saranno ancora al vertice”.

    Per Colin Kolles della HRT “la Red Bull ha il pacchetto piu’ forte”. Dello stesso avviso anche Peter Sauber: “La mia sensazione è che il favorito sia Vettel”.


    Fonte:http://f1grandprix.motorionline.com
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5936779
    Per chi volesse scoprire tutti i segreti del volante della Ferrari 150 di Massa e Alonso...ecco a voi un bell'articolo:

    http://it.eurosport.yahoo.com/22032011/45/formula-1-scopriamo-volante-massa-alonso.html
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5937559
    L’uso dell’ala mobile sarà libero nelle qualifiche!
    Una delle novità tecniche più interessanti della stagione che ci apprestiamo a seguire, sarà senz’altro l’ala mobile.

    I piloti potranno gestire l’inclinazione del flap superiore dell’alettore in modo da dare più carico in frenata e nelle curve e meno carico sui rettilinei.

    Apprendiamo però da Massimo Rivola, Direttore Sportivo della Scuderia Ferrari che l’utilizzo dell’ala mobile posteriore sarà differente a seconda che venga utilizzata in prova o in gara.

    Durante le libere e le qualifiche non ci sarà alcuna limitazione mentre durante la gara il pilota potrà ridurre l’incidenza dell’ala solamente per sorpassare un avversario. Dobbiamo dunque aspettarci dei tempi di qualifica molto più bassi che noi poi quelli in gara.


    Fonte: http://www.circusf1.com/


    -----------
    Herbert commissario aggiunto a Melbourne
    Pubblicato da Scrittore fiorentino il: 23 marzo 2011
    Johnny Herbert, ex pilota di Benetton, Lotus, Stewart e Jaguar sarà il commissario aggiunto al prossimo Gp d’Australia in programma questo fine settimana a Melbourne. L’ex pilota inglese ha già svolto questo compito lo scorso anno in ben tre occasioni coadiuvando il lavoro dei commissari che nel weekend sono chiamati a prendere decisioni in merito ai comportamento dei piloti in pista.

    Questa novità è stata introdotta lo scorso anno per volontà del presidente della FIA Jean Todt che ha deciso di affiancare ai commissari un ex pilota che possa, grazie all’esperienza maturata nel motorsport, consigliare nel migliore dei modi i commissari nelle decisioni particolarmente delicate che avvengono durante le gare di F1.


    Fonte: http://www.formula1news.info/
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5937560
    Formula 1 - Mondiale F1 al via, è tempo di pronostici
    Mondiale al via a Melbourne, diamo un'occhiata ai vari team e cerchiamo di dare un primo pronostico sulle possibili sorprese della stagione e soprattutto, cosa difficile con tanto talento in pista, chi sarà il nuovo campione... DITE LA VOSTRA!

    Red Bull, è ancora la grande favorita – La creatura del vincente Adrian Newey è pronta alla sfida, a difendere uno dei titoli più meritati degli ultimi anni. Un dominio assoluto quello della Red Bull che solo i capricci e le follie dei due piloti hanno rischiato fino all’ultimo di rovinare. Hanno vinto tutto e anche per la prossima stagione, al via domenica a Melboune, sono i grandi favoriti. Kers ed alettone mobile sembrano già messi a punto in quella che sulla carta è l’evoluzione del mostro imbattibile del 2010. Unico problema (che è poi il problema di tutti) sarà la gestione delle gomme. Ma siamo quasi sicuri che il buon Newey avrà pensato, a suo modo, anche a questo grande dilemma. Per noi rimane la grande, grandissima favorita.

    McLaren, attenzione al “nascondino” – Posso dirvi la verità? Io non mi fido di questa McLaren. Tutti i problemi sorti durante la sessione di test e la rivoluzione totale in vista di Melbourne ha spiazzato tutti. Le cose sono due: o il progetto è stato incredibilmente toppato e si cerca di navigare a vista, o gli inglesi ci stanno nascondendo qualcosa. Non entriamo nei dettagli tecnici, ci vorrebbero pagine e pagine di nomi e numeri. Diciamo che Tim Goss ha scelto una strada differente rispetto agli altri team e il disegno della nuova MP4-26 lascia non pochi dubbi. È la vera incognita di questo inizio di stagione. Crediamo ai malumori di Hamilton e Button? Mah!?

    Ferrari, obiettivo mondiale – Ha rischiato di vincere il mondiale della Red Bull e si ritrova, sempre sulla carta, in piena lotta anche per il prossimo. Che dire, la Rossa dell’Unità d’Italia punta decisamente in alto facendo dell’affidabilità il suo punto di forza. La Red Bull rimane la più veloce, la Ferrari la più affidabile e continua? Sembrano essere queste le quasi certezze di questo inizio stagione. Alonso, a differenza di Vettel, non è entusiasta delel Pirelli e della tecnologia portata all’estremo sulle monoposto. Lo spagnolo è stato il primo a mettere in guardia tutti dalle novità del 2011 e, a distanza di mesi, la storia sembra dare ragione all’asturiano. Il muso alto rimane il marchio di fabbrica della Rossa, interessanti i nuovi ingressi ai vertici tecnici di Maranello, a partire da Pat Fry. Insomma, i presupposti ci sono, da evitare, sicuramente, gli errori della passata stagione. In poche parole sveglia al muretto e attenzione al volante!

    Mercedes, obiettivo podio? – I tedeschi guidati da mister Ross Brawn sono tra i più ottimisti riguardo alle novità del 2011. In Mercedes tutti parlano bene, benissimo dell’alettone mobile, tutti sembrano entusiasti del Kers (forse perchè il più costoso dell’intero Circus). Il dubbio pneumatici c’è e per adesso il Kaiser e Nico Rosberg puntano solo a fare qualche risultato in più rispetto alla disgraziata stagione 2010. migliorare è l’obiettivo principale, qualche podio la previsione, ad oggi, più reale.

    Lotus Renault, voglia di far bene – Il maledetto incidente di Robert Kubica ha sicuramente stravolto l’ambiente. La monoposto a scarichi avanzati era stata costruita proprio sul e per il polacco, a Nick Heidfeld il compito, non certo facile a livello anche psicologico, di sostituire Robert alla ricerca di quel salto di qualità necessario per diminuire il gap con la Mercedes e puntare a diventare la quarta forza mondiale.

    Williams, esperienza e istinto – Alla ricerca dell’antico splendore (e dei soldi). Non sembra cambiare molto il volto della casa britannica rispetto alla passata stagione. Da valutare l’inserimento della novità Pastor Maldonado, una scommessa che il team deve assolutamente vincere. Da troppo tempo ormai, da quattro anni, la Williams non vince. Un’altra volata a due con la Force India?

    Force India, sarà l’anno della crescita? – L’interrogativo sono le novità stagionali. Sutil e Di Resta sembrano faticare a trovare il giusto feeling con il Kers e proprio il lavoro sullo sviluppo potrebbe far scivolare verso il basso il team di Vija Mallya. Nei test invernali la Force India se l’è vista davvero brutta ma il tempo per recuperare c’è. L’importante comunque è almeno non fare passi indietro...

    Sauber, motore Ferrari e furore giapponese – Il team elvetico si affida a una delle rivelazioni della passata stagione, Kamui Kobayashi per perfezionare e magari far crescere il feeling con il motore Ferrari. Accanto a Kamui l’altra scommessa della stagione, Sergio Perez. Proprio dai nuovi ingressi economici potrebbe arrivare la spinta necessaria per portare avanti l’ambizioso progetto di mister Peter Sauber.

    Toro Rosso, sono finiti i tempi di Sebastian – Il campione Vettel rimane uno dei ricordi più belli della scuderia. Da quel giorno il silenzio. Difficile prevedere il mondiale della “sosia” Red Bull. A Faenza qualcuno crede in un qualche passo avanti e nella crescita dei due piloti Sebastian Buemi e Jaime Alguersuari.

    Lotus, la voglia di tornare grandi – Si entra nel settore delicato, forse più amaro del viaggio attorno ai team di Formula Uno. Si scende verso il basso e si incontra la storia. Incredibile a dirsi ma alzi la mano chi non ha sentito nominare il marchio Lotus. Ecco, dimentichiamoci della gloria e delle vittorie. Questo è il team dei grandi sogni malesi e del motore Renault non in grado di dare quella spinta per lottare almeno per qualche punto iridato. Il nostro Jarno Trulli e Heiik Kovalainen ce la metteranno tutta ma no nsarà facile...

    Hispania, l’avranno almeno finita? – E’ il caso di dirlo: la cancellazione del Bahrein ha aiutato e non poco il team spagnolo. Il ritardo ha permesso a José Ramon Carabante di vedere almeno ultimata la monoposto. Il rischio? Non veder scattare il verde del semaforo. Da questa stagione torna (per fortuna!!!) il 107%.

    Virgin, superare almeno la HRT – Anche per Timo Glock e Jerome D’Ambrosio non sarà facile qualificarsi per la gara. Il 107% lascerà la Marussia fuori dalla griglia chissà quante volte e neanche i capitali russi sembrano poter risolvere i problemi della monoposto fanalino di coda del 2010.

    IL PRONOSTICO MONDIALE, CHI SARA’ IL CAMPIONE? Concentriamoci sul podio iridato: Fernando ALONSO campione quindi Sebastian VETTEL e Lewis HAMILTON.

    PER QUANTO RIGUARDA ALCUNE PREVISIONI: Schumacher finalmente sul podio; Sorpasso in costruttori della Sauber su Force India

    E VOI COSA NE PENSATE?


    Fonte:http://it.eurosport.yahoo.com
  8. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5937827
    Vettel tosa le pecore prima del Gp d'Australia

    http://www.corrieredellosport.it/foto/formula_1/red_bull/2011/03/23-30324_0/Vettel+tosa+le+pecore+prima+del+Gp+d%27Australia

    La notizia più importante di tutte :D
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5938753
    GP Australia, Prove Libere 1: dominio Red Bull, Webber precede Vettel
    Mark Webber ha ottenuto il miglior tempo nella prima sessione di prove libere del Gran Premio d’Australia di F1 a Melbourne. L’australiano della Red Bull ha preceduto il compagno di squadra Sebastian Vettel a conferma della competitività della RB7. Entrambi sono stati a lungo al comando della classifica durante la sessione e alla fine hanno monopolizzato le prime due posizioni.

    Webber ha avuto la meglio girando in 1.26.831 con un nuovo set di gomme Pirelli dure all’ultimo giro della sessione e staccando Vettel di 327 millesimi.

    Terzo tempo per la Ferrari di Fernando Alonso, a piu’ di mezzo secondo da Vettel e davanti alla Mercedes di Nico Rosberg.

    Rubens Barrichello è quinto con la Williams davanti alle McLaren di Jenson Button e Lewis Hamilton, sesto e settimo rispettivamente al volante delle MP4-26 dotate di uno scarico semplificato in stile Red Bull.

    Michael Schumacher è ottavo con l’altra Mercedes davanti alla Sauber di Kamui Kobayashi. Vitaly Petrov completa la top 10.

    Solo 11mo Felipe Massa con l’altra Ferrari davanti a Nick Heidfeld.

    Diversi piloti sono usciti di pista senza conseguenze, inclusi Webber e Massa. Solo Karun Chandhok è finito a muro con la Lotus, proprio nei primi istanti della sessione. A gomme fredde la vettura dell’indiano è schizzata contro il muro.

    Nessun giro per la HRT mentre le Virgin di Jerome d’Ambrosio e Timo Glock hanno accusato un ritardo di ben 8 secondi.


    Fonte:http://f1grandprix.motorionline.com/

    ------------
    Risultati completi prove libere1
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Webber Red Bull-Renault 1m26.831s + 20
    2. Vettel Red Bull-Renault 1m27.158s + 0.327 19
    3. Alonso Ferrari 1m27.749s + 0.918 20
    4. Rosberg Mercedes 1m28.152s + 1.321 16
    5. Barrichello Williams-Cosworth 1m28.430s + 1.599 24
    6. Button McLaren-Mercedes 1m28.440s + 1.609 29
    7. Hamilton McLaren-Mercedes 1m28.483s + 1.652 26
    8. Schumacher Mercedes 1m28.690s + 1.859 14
    9. Kobayashi Sauber-Ferrari 1m28.725s + 1.894 13
    10. Petrov Renault 1m28.765s + 1.93 15
    11. Massa Ferrari 1m28.842s + 2.011 20
    12. Heidfeld Renault 1m28.928s + 2.097 14
    13. Sutil Force India-Mercedes 1m29.314s + 2.483 19
    14. Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m29.328s + 2.497 21
    15. Maldonado Williams-Cosworth 1m29.403s + 2.572 24
    16. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m29.468s + 2.637 23
    17. Perez Sauber-Ferrari 1m29.643s + 2.812 18
    18. Hulkenberg Force India-Mercedes 1m31.002s + 4.171 20
    19. Kovalainen Lotus-Cosworth 1m32.428s + 5.597 13
    20. d'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m35.282s + 8.451 17
    21. Glock Virgin-Cosworth 1m35.289s + 8.458 15
    22. Chandhok Lotus-Cosworth 1:30.695 + 4.894 1
    23. Liuzzi HRT-Cosworth no time
    24. Karthikeyan HRT-Cosworth no time
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5938767
    GP Australia, Prove Libere 2: Button e Hamilton rispondono alle Red Bull
    Jenson Button e Lewis Hamilton sono stati i piu’ veloci nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Australia. La sessione, che è stata utilizzata in condizioni di gara per gli ultimi 30 minuti per testare la nuova zona di sorpasso, ha visto la maggior parte dei piloti piu’ veloci in pista con gomme Pirelli “Option”, ovvero le soft.

    E’stato durante questo periodo che prima Hamilton e poi Button hanno ottenuto il miglior tempo. Al terzo posto si è classificato invece il pilota spagnolo della Ferrari Fernando Alonso. Mentre i piloti Red Bull, Sebastian Vettel e Mark Webber, i piu’ veloci nella prima sessione di libere, non hanno utilizzato le ali posteriori mobili per gran parte della sessione e si sono piazzati al quarto e quinto posto rispettivamente.

    Michael Schumacher ha migliorato il tempo piu’ veloce della Mercedes ottenendo il sesto posto seguito dall’altro pilota della Ferrari Felipe Massa.

    Il pilota messicano esordiente, Sergio Perez, ha impressionato per la sua prima giornata con la Sauber classificandosi all’ottavo posto e davanti a piloti piu’ esperti come ad esempio Barrichello, nono con la Williams. Nico Rosberg completa la top ten davanti a Jaime Alguersuari della Toro Rosso e Vitaly Petrov con Lotus Renault.

    Non è stata una sessione stellare per i team piu’ giovani. Entrambe le Lotus sono distanti 5 secondi dalla vetta, mentre le Virgin hanno ridotto il distacco da otto a sette secondi dalla vetta in questa seconda sessione.

    Di seguito la lista completa dei tempi della seconda sessione di libere del Gran Premio di Australia:


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ---------------
    Risultati completi Prove Libere 2
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Button McLaren-Mercedes 1m25.854s 32
    2. Hamilton McLaren-Mercedes 1m25.986s + 0.132 31
    3. Alonso Ferrari 1m26.001s + 0.147 28
    4. Vettel Red Bull-Renault 1m26.014s + 0.160 35
    5. Webber Red Bull-Renault 1m26.283s + 0.429 33
    6. Schumacher Mercedes 1m26.590s + 0.736 31
    7. Massa Ferrari 1m26.789s + 0.935 34
    8. Perez Sauber-Ferrari 1m27.101s + 1.247 39
    9. Barrichello Williams-Cosworth 1m27.280s + 1.426 34
    10. Rosberg Mercedes 1m27.448s + 1.594 23
    11. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m27.525s + 1.671 31
    12. Petrov Renault 1m27.528s + 1.674 29
    13. Heidfeld Renault 1m27.536s + 1.682 22
    14. Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m27.697s + 1.843 30
    15. Kobayashi Sauber-Ferrari 1m28.095s + 2.241 35
    16. di Resta Force India-Mercedes 1m28.376s + 2.522 33
    17. Sutil Force India-Mercedes 1m28.583s + 2.729 31
    18. Maldonado Williams-Cosworth 1m29.386s + 3.532 29
    19. Kovalainen Lotus-Renault 1m30.829s + 4.975 22
    20. Trulli Lotus-Renault 1m30.912s + 5.058 23
    21. D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m32.106s + 6.252 36
    22. Glock Virgin-Cosworth 1m32.135s + 6.281 30
    23. Liuzzi HRT-Cosworth No time 1
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5938978
    F1, Melbourne: 1' di silenzio per vittime Giappone
    Solidarietà da parte del circus anche per le calamità in Australia e Nuova Zelanda

    Il circus della F1 si ferma per il Giappone. Un minuto di silenzio dedicato alle vittime del terremoto nel Sol Levante sarà osservato sulla griglia di partenza del Gran Premio d'Australia che domenica prossima darà il via ufficialmente alla stagione 2011 di Formula 1. La Fia, la Fom (Formula One Management) e gli organizzatori del Gran Premio d'Australia si sono accordati sull'iniziativa in segno di solidarietà non solo per le vittime nel Paese del Sol Levante ma anche per quelle causate dalle recenti calamità naturali in Australia e Nuova Zelanda.

    Oltre al minuto di silenzio in programma domenica, le squadre hanno deciso di scendere in pista oggi con una scritta sulle monoposto in segno di solidarieta' per le vittime del sisma in Giappone.


    Fonte: http://www.datasport.it
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5939367
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5939798
    GP Australia, Prove Libere 3: Vettel mostra il potenziale della Red Bull
    La Red Bull ha dato ai suoi rivali un assaggio del suo potenziale dominando la terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Australia a Melbourne. Il campione del mondo Sebastian Vettel ha preceduto il suo compagno di squadra Mark Webber.

    Vettel ha girato in 1.24.507 negli ultimi minuti della sessione con le gomme Pirelli morbide. Ma sorprendentemente il miglior tempo con gomme dure del tedesco, fatto segnare 15 minuti prima, era comunque piu’ veloce della concorrenza.

    Webber invece è stato condizionato nei suoi due run da Narain Karthikeyan e Nick Heidfeld.

    Le McLaren di Lewis Hamilton e Jenson Button hanno mantenuto il passo incoraggiante di ieri con il terzo e il quarto tempo. Button inizialmente era finito fuori pista alla curva 3.

    Vitaly Petrov a sorpresa è quinto con la Renault davanti alla Ferrari di Fernando Alonso, solo sesto. Kamui Kobayashi è settimo con la Sauber davanti alla Mercedes di Nico Rosberg e alla seconda Renault di Heidfeld. Michael Schumacher completa la top 10.

    Buone le prestazioni della Toro Rosso: Sebastien Buemi è scivolato fuori dalla top 10 solo negli ultimi minuti della sessione.

    Sessione disastrosa per la Williams: Pastor Maldonado ha chiuso le sue prove nella ghiaia mentre Rubens Barrichello, 16mo, è stato costretto ad abbandonare la sua vettura per una sospetta perdita d’olio.

    La HRT ha finalmente mandato in pista Karthikeyan che ha completato 5 giri, il migliore a 17 secondi dalla vetta. Tonio Liuzzi è rimasto invece a piedi dopo il suo primo giro.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    -------------------
    Risultati completi Prove Libere3
    Tempi Prove Libere 3 GP Australia
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Vettel Red Bull-Renault 1m24.507s 15
    2. Webber Red Bull-Renault 1m25.364s + 0.857 14
    3. Hamilton McLaren-Mercedes 1m25.553s + 1.046 15
    4. Button McLaren-Mercedes 1m25.567s + 1.060 16
    5. Petrov Renault 1m25.906s + 1.399 18
    6. Alonso Ferrari 1m26.121s + 1.614 16
    7. Kobayashi Sauber-Ferrari 1m26.417s + 1.910 17
    8. Rosberg Mercedes 1m26.520s + 2.013 17
    9. Heidfeld Renault 1m26.746s + 2.239 17
    10. Schumacher Mercedes 1m26.856s + 2.349 15
    11. Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m27.008s + 2.501 17
    12. Massa Ferrari 1m27.011s + 2.504 15
    13. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m27.066s + 2.559 14
    14. di Resta Force India-Mercedes 1m27.087s + 2.580 15
    15. Sutil Force India-Mercedes 1m27.180s + 2.673 15
    16. Barrichello Williams-Cosworth 1m28.068s + 3.561 7
    17. Perez Sauber-Ferrari 1m28.077s + 3.570 9
    18. Kovalainen Lotus-Renault 1m29.772s + 5.265 17
    19. Trulli Lotus-Renault 1m30.003s + 5.496 18
    20. Glock Virgin-Cosworth 1m30.261s + 5.754 15
    21. Maldonado Williams-Cosworth 1m30.496s + 5.989 5
    22. D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m30.704s + 6.197 18
    23. Karthikeyan HRT-Cosworth 1m41.554s + 17.047 5
    24. Liuzzi HRT-Cosworth No time 1
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5939801
    Gran Premio d'Australia - Vettel, pole da record; delusione Ferrari
    Dominio assoluto della Red Bull nelle prime qualifiche della stagione. Sebastian Vettel conquista la pole con un tempo che migliora il record del tracciato di Melbourne (1:23,529). Secondo posto per Lewis Hamilton che beffa Webber nel finale. Alonso quinto, Massa ottavo

    CI RISIAMO, RED BULL IMBATTIBILE! La storia, almeno a Melbourne non cambia. Sebastian Vettel sempre in testa e sempre veloce in ogni settore della pista di Melbourne. Se pensiamo che il campione del mondo ha migliorato il record del tracciato (1:23.529) senza neanche appoggiare il dito sulla leva del Kers il risultato è quasi spaventoso. I distacchi sono imbarazzanti, soprattutto sulla Ferrari lasciata in terza fila a oltre un secondo. E sono proprio i distacchi a dare qualche preoccupazione ai diretti rivali. Lewis Hamilton, grandissima prova la sua, ha beffato Mark Webber all’ultimo giro ma la distanza da Vettel è, anche in questo caso, notevole (oltre mezzo secondo).

    Q1, subito Red Bull e fuori i soliti – Nessuna sorpresa nella prima sessione di qualifiche della stagione. I soliti davanti, i soliti fuori dai giochi. A sorprendere, non certo in positivo è la Ferrari. La Rossa fatica a trovare il giro buono e si vede costretta a utilizzare gomme morbide per cercare di ridurre il gap con le imprendibili Red Bull e McLaren. Alonso ci prova e ci riprova ma la fatica è tanta. Male Massa, sempre dietro e distaccato di oltre 2”. Hispania già fuori dai giochi con i due piloti Liuzzi e Karthikeyan oltre il 107%.

    Q2, sempre Vettel e Schumi saluta tutti – Le prime sorprese stagionali si vedono già nelal seconda sessione di qualifiche: Michael Schumacher termina undicesimo e abbandona la sua Mercedes con un volto scuro distante anni luce dal sorriso del venerdì di test. Le Pirelli stavolta non sembrano aver aiutato il Kaiser. Esce anche Barrichello che finisce le sue qualifiche sulla sabbia. La situazione non migliora in casa Ferrari, sempre dietro e lontana, ben lontana, dalla pole. A sorridere è Buemi che porta la sua Toro Rosso nella top ten per la pole.

    Q3, Vettel e una pole da record – Come dicevamo in precedenza a sconvolgere è la tranquillità con la quale la Red Bull ha conquistato questa pole. Record del circuito senza neanche sfiorare il Kers e distacchi abissali. Tutto troppo semplice per il campione del mondo. A sorprendere (anche se non abbiamo mai creduto al pessimismo McLaren) è Lewis Hamilton autore di un giro strappa prima fila ai danni del giustamente deluso Mark Webber. Bene anche Jenson Button, sempre tra i primi e autore del quarto tempo. Al quinto posto Fernando Alonso, mai in corsa pole ma bravo a limitare i danni. Chi non riesce proprio a ritrovarsi è Felipe Massa, sempre in ritardo e protagonista nel finale di testa coda per fortuna senza conseguenze per la F150°. Il brasiliano termina la sua deludente prova all’ottavo posto, davanti solo al sempre spettacolare Kobayashi e Buemi.


    Fonte: <a href="http://it.eurosport.yahoo.com/" target="_blank" rel="nofollow">http://it.eurosport.yahoo.com/</a>


    -----------
    Risultati completi qualifiche

    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5939802
    INTERVISTE E COMMENTI POST-QUALIFICHE

    Gran Premio d'Australia - Vettel "Molto bene ma abbiamo zero punti"
    Il campione del mondo è contento ma prudente, la Red Bull deve continuare a lavorare duro per mantenere il distacco dagli altri. Grande soddisfazione per Lewis Hamilton secondo. Deluso il secondo pilota Red Bull Mark Webber: "Potevo fare di più"

    VETTEL “Contento ma continuiamo a lavorare” – Grande soddisfazione ma prudenza per il campione del mondo Vettel, autore di una pole position da record: “Abbiamo cercato di studiare bene le nuove gomme Pirelli e tutto il lavoro fatto nell’inverno ha portato I suoi frutti. I risultati sono fantastici e questa pole è un buonissimo segno. Abbiamo lavorato duro per questo risultato. Grazie al team ma continuiamo a lavorare perchè abbiamo ancora zero punti. Adesso bisogna pensare alla gara e alla scelta delle gomme. Abbiamo lavorato motlo sull’affidabilità e domani sarà il vero esame per la Red Bull. Con queste gomme sarà un salto nel buio ma questi sono problemi di ogni team”.

    HAMILTON: “Gran bella giornata per noi” – Un gran bel sorriso per l’inglese Lewis Hamilton, autore di una grande prestazione con un secondo posto strappato alla Red Bull di Mark Webber: “E’ un gran piacere essere in questa posizione. È stata una giornata positiva ma abbiamo un gran bel lavoro da fare. Siamo ancora dietro le Red Bull e non possiamo fermarci”.

    WEBBER: “Potevo fare meglio” – Contento ma la delusione è chiara sul volto di Mark Webber, in seconda fila, beffato proprio da Lewis Hamilton nel finale: “Potevo fare meglio. Personalmente sono abbastanza deluso perchè non sono riuscito a migliorare. Sono stato veloce ma non abbastanza. Io volevo fare decisamente meglio, peccato. Adesso pensiamo alle gomme e alla gara”.

    HORNER “Performance fantastica” – La Red Bull conferma il suo strapotere con la pole di Vettel e il terzo posto di Mark Webber: “Non possiamo che essere felici di questa prestazione. Peccato per Webber che è stato superato nel finale. La gara sarà interessantissima con le nuove gomme. Adesso l’impegno nostro è di far recuperare anche Webber”.



    ---------------
    Gran Premio d'Australia - Alonso "Preoccupa il distacco con Red Bull"
    Non è un gran bel giorno per la Ferrari. Alonso quinto e Massa addirittura a rischio in Q2 (salvato dalle gomme morbide). A preoccupare gli uomini di Maranello il grande distacco con McLaren e soprattutto Red Bull

    DELUSIONE FERRARI – Nessuno si aspettava, già da Melbourne, pole e gara ma l’esizione della Rossa è stata ben al di sotto di ogni più pessimistica previsione. Sempre dietro Red Bull e McLaren e distaccata di oltre un secondo, particolare che non farà certo passare una notte tranquillo agli uomini di Maranello e ai tifosi (quasi) illusi dai test e dalle dichiarazioni delle scorse settimane. Tutto da rifare per la Rossa.

    ALONSO “Preoccupa il distacco” – Mercedes e Ferrari sono sicuramente i team più delusi del sabato australiano. I sorrisi hanno lasciato spazio a qualche espressione non proprio gioiosa. Lo spagnolo ci ha provato a portarsi almeno in seconda fila ma anche le McLaren son state decisamente più veloci della F150°: “E’ chiaro che questo risultato non ci può fare contenti ma non dobbiamo farne subito un dramma. Sicuramente non abbiamo saputo tirare fuori tutto il potenziale della vettura e dobbiamo capirne le ragioni. Ieri siamo andati bene e avevamo un buon feeling con la macchina mentre sin da stamattina la situazione è cambiata, ovviamente in peggio: vediamo come si svolgerà la gara. Nei test e nelle libere di ieri la nostra prestazione sulla lunga distanza era buona ed eravamo sicuramente più vicini rispetto a chi oggi sembra essere lontanissimo. La quinta posizione in griglia non è poi male e mi consentirà di lottare per il podio in un gara che resta comunque aperta, basti pensare a quello che era successo l’anno scorso, con Kubica partito sesto o settimo e poi secondo al traguardo. La McLaren ha fatto un bel passo avanti ma non scarterei a priori anche la Mercedes, che aveva impressionato a Barcellona nell’ultimo test.”

    MASSA “Siamo stati meno competitivi” – Il brasiliano è la grande delusione del sabato australiano. Felipe Massa (Foto AP/LaPresse) ha commesso molti errori ed è sempre stato staccato di oltre 2” dai piloti di testa: “Siamo stati meno competitivi di quello che ci potessimo aspettare, su questo non ci sono dubbi. Sicuramente non pensavo di lottare per la pole, anche alla luce del velocissimo tempo che ha fatto Vettel, ma speravo di essere in grado di piazzarmi più avanti. Ora dobbiamo prepararci nella maniera migliore per la gara di domani, quando non conterà soltanto la velocità pura ma soprattutto l’affidabilità e il lavoro della squadra. Il testacoda in Q3? Quando sono uscito dalla pit-lane ho accelerato e le gomme erano evidentemente ancora troppo fredde: il treno non si è danneggiato per la gara ma certamente non è stato un aiuto per il mio unico giro cronometrato.”

    Delusione in casa Ferrari dopo le prime qualifiche stagionali - 2

    DOMENICALI “Non fasciamoci la testa, continuiamo a lavorare” – Delusione sì ma l’ottimismo per il futuro rimane alto. Continuare a lavorare e non demoralizzarsi gli imperativi dei vertici della Rossa “Non possiamo certo essere contenti di come sono andate le cose in questa prima qualifica della stagione, inutile nasconderlo, però non è il caso di fasciarsi subito la testa. Dobbiamo capire perché non siamo riusciti a tirare fuori il potenziale della nostra macchina su questo tracciato, almeno sul piano della prestazione assoluta. Mai come quest’anno, almeno in tempi recenti, la strategia avrà un ruolo decisivo così come l’affidabilità, che resta sempre la priorità numero uno”.

    PAT FRY “Affidabilità resta fattore cruciale” – Prima uscita per la new entru nel muretto Ferrari per Pat Fry. Un debutto non certo esaltante: “Non siamo stati competitivi ai massimi livelli, questo è un fatto di cui dobbiamo prendere atto alla fine della prima qualifica della stagione. Sapevamo che la Red Bull era molto veloce ma lo è stata al di là delle aspettative e anche la McLaren è stata superiore. Abbiamo dovuto utilizzare il primo treno di gomme morbide già in Q1 per poter gestire con sicurezza il passaggio nella fase successiva, il che ci ha poi penalizzato in Q3, quando avevamo solamente un treno di pneumatici option nuovo. Dobbiamo analizzare con attenzione i dati per capire i motivi che hanno portato a questa situazione. Detto questo, c’è la gara da disputare ed è lì che si assegnano i punti. L’affidabilità resta il fattore cruciale: abbiamo lavorato tanto in inverno su questo fronte e speriamo che se ne vedano i frutti.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    sono possibili aggiornamenti

  F1 2010: Gp d'Australia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina