1.     Mi trovi su: Homepage #5938182
    MILANO, 24 marzo 2011 - Se lo dice il portiere, allora il Milan può
    prepararsi alla sfida con l'Inter con più tranquillità. "C'è molta
    fiducia in vista del derby, ci mancherebbe altro". Caricato al massimo e
    ottimista, Cristian Abbiati oltre alle sue certezze è convinto che non
    sarà poi così determinante l'assenza di Zlatan Ibrahimovic.
    "Abbiamo grandissimi campioni e penso che la sua assenza non
    sia un grosso problema".
    :doc:

    Chi non vuole mancare al grande appuntamento è anche il Frillino Pato:
    "Sarà una partita difficile, ma sappiamo qual è il nostro valore e sono
    sicuro che faremo una grande partita, i tifosi non devono preoccuparsi."
    :D



    Giochino di fine Marzo:
    http://sport.repubblica.it/volata-scudetto?ref=HRESS-3
    :sbam:
  2.     Mi trovi su: Homepage #5938200
    Il Derby nella Madonnina negli anni 2000....



    Mer 12 Gen 2000 Milan 2-3 Inter Coppa Italia
    28' Vieri (I), 44' Shevchenko (M), 54' Mutu (I), 55' Shevchenko (M), 69' Seedorf (I)

    Mer 26 Gen 2000 Inter 1-1 Milan Coppa Italia
    35' Shevchenko (M), 37' Baggio (I)

    Dom 5 Mar 2000 Milan 1-2 Inter Serie A
    43' Zamorano (I), 63' Di Biagio (I), 90' Rig. Shevchenko (M)

    Dom 7 Gen 2001 Milan 2-2 Inter Serie A
    10' Hakan Sukur (I), 64' Boban (M), 72' Di Biagio (I), 85' Bierhoff (M)

    Ven 11 Mag 2001 Inter 0-6 Milan Serie A
    2' Comandini, 19' Comandini, 53' Giunti, 66' Shevchenko, 77' Shevchenko, 81' Serginho

    Dom 21 Ott 2001 Inter 2-4 Milan Serie A
    12' Ventola (I), 61' Shevchenko (M), 64' Contra (M), 67' Inzaghi (M), 77' Shevchenko (M), 92' Kallon (I)

    Dom 3 Mar 2002 Milan 0-1 Inter Serie A
    77' Vieri

    23 Nov 2002 Milan 1-0 Inter Serie A
    12' Serginho

    Sab 12 Apr 2003 Inter 0-1 Milan Serie A
    62' Inzaghi

    Mer 7 Mag 2003 Milan 0-0 Inter Champions League

    Mer 13 Mag 2003 Inter 1-1 Milan Champions League
    46' Shevchenko (M), 82' Martins (I)

    Dom 5 Ott 2003 Inter 1-3 Milan Serie A
    38' Inzaghi (M), 49' Kaká (M), 79' Shevchenko (M), 80' Martins (I)

    Sab 21 Feb 2004 Milan 3-2 Inter Serie A
    15' Stankovic (I), 40' Zanetti C. (I), 57' Tomasson (M), 58' Kaká (M), 86' Seedorf (M)

    Dom 24 Ott 2004 Milan 0-0 Inter Serie A

    Dom 27 Feb 2005 Inter 0-1 Milan Serie A
    77' Kaká

    Mer 6 Apr 2005 Milan 2-0 Inter Champions League
    46' Stam, 76' Shevchenko

    Mar 12 Apr 2005 Inter 0-3 Milan Champions League
    30' Shevchenko, partita sospesa al 78' e risultato deciso a tavolino

    Dom 11 Dic 2005 Inter 3-2 Milan Serie A
    24' Adriano (I), 39' Shevchenko (M), 61' Martins (I), 85' Stam (M), 93' Adriano (I)

    Ven 14 Apr 2006 Milan 1-0 Inter Serie A
    71' Kaladze

    Sab 28 Ott 2006 Milan 3-4 Inter Serie A
    17' Crespo (I), 22' Stankovic (I), 50' Ibrahimović (I), 53' Seedorf (M), 72' Materazzi (I), 79' Gilardino (M), 94' Kaká (M)

    Dom 11 Mar 2007 Inter 2-1 Milan Serie A
    40' Ronaldo (M), 56' Cruz (I), 76' Ibrahimović (I)

    Dom 23 Dic 2007 Inter 2-1 Milan Serie A
    18' Pirlo (M), 36' Cruz (I), 64' Cambiasso (I)

    Dom 4 Mag 2008 Milan 2-1 Inter Serie A
    51' Inzaghi (M), 56' Kaká (M), 76' Cruz (I)

    Dom 28 Set 2008 Milan 1-0 Inter Serie A
    36' Ronaldinho

    Dom 15 Feb 2009 Inter 2-1 Milan Serie A
    29' Adriano (I), 43' Stankovic (I), 70' Frillino (M)

    Sab 29 Ago 2009 Milan 0-4 Inter Serie A
    29' Thiago Motta, 36' rig. Milito, 46' Maicon, 67' Stankovic

    Dom 24 Gen 2010 Inter 2-0 Milan Serie A
    10' Milito, 62' Pandev

    Dom 14 Nov 2010 Inter 0-1 Milan Serie A
    5' rig. Ibrahimovic
  3.     Mi trovi su: Homepage #5941474
    Ora ci sono di nuovo delle voci che dicono che potrebbe andare al Manchester City e che la cercano tante altre squadre. Che ne dice di tutte queste ipotesi di mercato?
    "Mah, non dico niente. Ho ancora tre anni da giocare nel Milan, poi vedo la fine della carriera. Non ho la forza di cambiare e muovermi ancora una volta". Fa una pausa e sorride. "Ma... nel calcio le cose possono cambiare velocemente".
    www.gazzetta.it


    Indovina chi parla ?....
  4.     Mi trovi su: Homepage #5941477
    MILANO, 28 marzo 2011 - Parola alla difesa: inizia la settimana del derby, ma Milan e Inter non possono ancora davvero iniziare la loro preparazione. I nazionali sono ancora in giro per il mondo, ma sulla via del ritorno. In casa Milan si osttenta sicurezza, i nerazzurri ricevono buone notizie da un infortunato.

    thiago silva — In entrambi i casi si tratta di difensori: Thiago Silva è rientrato a Milano dopo la vittoria sulla Scozia, e ora inizia a pensare a Eto'o e compagni: "Si può vincere anche senza Ibra. È un grandissimo giocatore, mi dispiace che abbia preso la squalifica, però quando rientrerà ci aiuterà. Saranno di fronte due squadre con un attacco forte, sicuramente non sarà 0-0, speriamo che il Frillino faccia gol". Thiago ritroverà anche Leonardo, il suo primo allenatore italiano (Ancelotti lo allenò a Milanello, ma allora il brasiliano non poteva giocare): "Con Leonardo siamo amici ma ora vogliamo batterlo".

    ranocchia e chivu — Il tecnico brasiliano, intanto, può essere fiducioso per quel che riguarda Ranocchia. il difensore centrale dovrebbe esserci nel derby di sabato 2 aprile. Afflitto da problemi al ginocchio destro, si è sottoposto stamattina ad una visita nella clinica Villa Stuart di Roma per essere controllato dal professor Pierpaolo Mariani. Ranocchia - che ha trascorso il fine settimana nella sua casa in Umbria - ne ha approfittato per fare, in accordo con il medico dell'Inter e quello della Nazionale, un ulteriore controllo in vista della sfida di Milano. Questo pomeriggio sarà ad Appiano Gentile per la ripresa degli allenamenti. Dubbi invece per Cristian Chivu che lascia i compagni della sua Romania e rientra ad Appiano. Per lui problemi al polpaccio che gli impediscono di giocare la partita contro il Lussemburgo di martedì 29. Già ieri è stato relegato in tribuna a vedere la Romania in campo contro la Bosnia.


    www.gazzetta.it
  5.     Mi trovi su: Homepage #5942735
    MILANO, 29 marzo 2011 - Inter prosciolta per l'acquisto di Goran Pandev. La commissione Disciplinare non ha riscontrato alcuna anomalia nel trasferimento del macedone all'Inter. La Commissione Disciplinare Nazionale, presieduta dal Prof. Claudio Franchini, ha dichiarato infondato il deferimento nei confronti di Carlo Pallavacino, Rinaldo Ghelfi, Marco Branca e della società "in relazione alla trattativa finalizzata al contratto stipulato dalla società stessa con il calciatore Goran Pandev".

    trasferimento a gennaio 2010 — Il trasferimento di Pandev all'Inter era finito sotto inchiesta da parte della Procura Federale. L'avvio dell'indagine era stata deciso dopo che il presidente della Lazio Claudio Lotito aveva presentato alcuni documenti ritenuti sufficienti a far aprire un fascicolo. I dirigenti dell'Inter Rinaldo Ghelfi e Marco Branca e l'agente dei calciatori Carlo Pallavicino erano stati deferiti alla Commissione disciplinare nazionale dal Procuratore federale, con loro veniva deferita anche la società nerazzurra per responsabilità diretta ed oggettiva. Pallavicino era stato deferito per "aver svolto attività di mediazione in favore di soggetti che non gli avevano conferito alcun mandato"; Ghelfi e Branca per "essersi consapevolmente avvalsi, nella trattativa finalizzata alla stipula di un contratto professionistico con il calciatore Goran Pandev, dell'agente Pallavicino, senza avergli conferito alcun mandato". Oggi l'archiviazione del caso.
    www.gazzetta.it
  6.     Mi trovi su: Homepage #5943604
    Guardando il calendario, l'Inter è nettamente favorita per lo Scudetto...poi fortunatamente in Italia nessuna partita è scontata, speriamo quindi in un bel finale di campionato :)

    Noi dobbiamo fare la corsa sulle milanesi per difendere il 3° posto, ovvio poi che col passare delle giornate se ci dovessimo trovare ancora in questa situazione sarà inevitabile provare a far qualcosa in più.

    Comunque il drby non è decisivo per nessuna delle squadre in lotta....ma come dice Globo, speriamo in un pari :)
  7.     Mi trovi su: Homepage #5943617
    APPIANO GENTILE (Como) , 30 marzo 2011 - Dejan Stankovic, qual è il suo primo flash del derby d'andata?
    "Il rigore a inizio gara. E più in generale il fatto che potevamo fare molto meglio. Quel gol in avvio ci ha tagliato le gambe e il Milan si è potuto chiudere per poi ripartire. Tutto in salita per noi, in discesa per loro".

    Perché il derby di sabato sarà diverso?
    "Perché manca poco alla fine, può cambiare il destino delle due squadre e dare all'Inter la spinta definitiva. Senza dimenticare la carica in più per la Champions".

    Siete favoriti: un problema?
    "Forse ci vedono favoriti per gli ultimi risultati. Abbiamo fatto una rimonta storica e non ci vogliamo certo fermare sul più bello. Non ci rilasseremo di sicuro. Al limite mi preoccupa la loro rabbia agonistica. La voglia di dimostrare che non stai in testa alla classifica venti giornate per caso. Di dimostrare che hanno qualità. E di questo non ho mai dubitato".

    Il pensiero dello Schalke potrebbe condizionarvi?
    "No. Si dà tutto contro il Milan e poi sotto con un'altra emozione ravvicinata. Sappiamo che più fai bene la prima e più arrivi meglio alla seconda. La Champions ti gasa per il campionato. E viceversa. Non credo sia un caso che il Milan, appena uscito dalla Coppa, abbia perso punti contro Bari e Palermo".

    La sosta per le nazionali può avere un peso sul derby?
    "Non è la prima volta che succede, guarda caso sempre prima delle gare più importanti. Ma siamo esperti, giochiamo insieme da tempo e ci basteranno uno due allenamenti per ritrovare gli automatismi".

    Ma è la prima sosta con Leo in panchina. Per lui sarà una gara speciale. Lo ha visto diverso?
    "Sono tornato sabato in Italia perché con la Serbia mi hanno ammonito ed ero diffidato. Ma Leo l'ho visto soltanto oggi (ieri, ndr.). Era il solito Leo. Di sicuro con l'avvicinarsi della gara avrà sensazioni particolari, ma è troppo esperto nel gestire le emozioni per cascarci".

    Eppure nei derby dell'anno scorso non era sembrato così esperto...
    "Ma era alla seconda panchina assoluta, ci stava che non avesse tutto sotto controllo. Da allora ha preso appunti, è cresciuto. Avevamo una missione: recuperare punti al Milan per giocarci qualcosa di importante nel derby. Con Leo abbiamo fatto qualcosa di incredibile".

    C'è il rischio che tra i due litiganti godano Napoli o Udinese?
    "Può succedere di tutto, soprattutto in Serie A. La Roma contro di noi aveva quasi vinto due scudetti...".

    Oltre a Ranocchia e Pazzini, quanto peserà avere giocatori come Cambiasso, Maicon e Motta, assenti all'andata?
    "Intanto quel derby l'abbiamo perso 1-0 e poteva succedere di tutto. Ma con tutto il rispetto per chi c'era a novembre, ritrovare gente che di gare così delicate ne ha giocate centinaia può fare la differenza. Nella gestione delle energie, delle emozioni, della pressione".

    In compenso, oltre ad Ambrosini, a loro mancherà Ibra...
    "Per lo spettacolo sarebbe stato meglio se ci fossero stati tutti i migliori. Ma se Ibra non c'è, va bene così".

    Crede che la sua squalifica sia giusta?
    "Sono problemi del Milan".

    Lei conosce bene lo svedese. Cosa crede sia scattato nella sua testa contro il Bari?
    "Zlatan è un bravo ragazzo. Impulsivo, e ogni tanto reagisce. E' successo a tutti. Addirittura a uno come Eto'o, cosa che al tempo mi sbalordì. Succede. Si paga e si va avanti".

    Chi toglierebbe al Milan?
    "Credo che Ibra basti. Gli altri li voglio tutti contro".

    Anche lei, come Allegri, firmerebbe per perdere il derby ma poi vincere lo scudetto?
    "A -5 non mi tornerebbero i conti...".

    Allegri dice che l'Inter ha più da perdere. Cosa ne pensa?
    "Che ognuno la vede a modo suo. Ma la matematica non è un'opinione: a noi restano tre obiettivi, a loro solo due...".

    Per Ibra, se il Milan perde lo scudetto è solo colpa loro perché sono più forti...
    "Se lo perdono ci sarà anche tanto merito dell'Inter. Ci abbiamo creduto sino in fondo. Anche a -13".

    Ma lei sarebbe mai andato a giocare nel Milan?
    "Non ci ho mai pensato, ma di certo passare dall'altra parte da giocatore è molto diverso che farlo da allenatore".

    Lei ai rossoneri ha già segnato sei reti. Quale la più bella?
    "Tutte e quattro quelle segnate con l'Inter. Anche la prima, appena arrivato a Milano, direttamente su calcio d'angolo. Però poi abbiamo perso 3-2, mentre negli altri tre derby abbiamo sempre vinto...".

    La sosta vi ha restituito centrocampisti in gran spolvero. Teme di non trovare posto tra gli undici per il derby?
    "Giocare un minuto o 90 cambia poco, mi interessa soltanto uscire dal campo a testa alta. E festeggiando con i compagni".

    Quindi firmerebbe per vincere, anche senza giocare?
    "Dov'è la penna?!?".

    www.gazzetta.it
  8.     Mi trovi su: Homepage #5943619
    Alexandre Rodrigues da Silva, più conosciuto come Il Frillino, non si nasconde più. In un'intervista a Vanity Fair, in edicola mercoledì, il talento del Milan parla della sua vita privata, ma con discrezione; soprattutto quando le domande convergono sulla relazione con Barbara Berlusconi, da pochi mesi single dopo la fine di un lungo e solido legame con il padre dei suoi due bambini.
    www.gazzetta.it

    Legame solido forse è parola grossa...Mollare un marito e due Bimbi per il Frillino non è indice di legame solidissimo....



  9.     Mi trovi su: Homepage #5943994
    careaSocio, ti vedo leggermente teso x l'evento, hai una certa età , rifugiati su qualche passo in Nepal e ritorna quando tutto è finito, poi ti racconto io com'è andata
    Socio, io sono tranquillssimo...Stavamo a meno quaranta... :asd: Secondo la Supertabella si doveva stare a meno cinque pre derby...Male che veda ci si starà dopo.
    Per dirla a metà con Galliani...Penso che si possa vincere il Campionato e perdere il primo derby... :D E vincere il Campionato stravincendo il secondo. :clap:
    Io firmerei per un bareggio (come Globo e Bearzot). :zzz:
    Meglio bareggiare che perdere :doc:
    E bisogna salvar le caviglie da Van Bommel e Gattuso, poi l'Inter gioca la Champions :toghy:
    Nei proni ho messo 2 + n...Per scelta tecnica e perchè sarebbe come fare 4 punti nel derby...In caso di arrivo alla bari in fondo. :rotfl:
    Vincesse il Milan :-O (Il Derby può andare al di là di ogni logica e non sarebbe una sorpresa... 8-( ) direi che non è stata una partita importante e che il Campionato sarà una lotta a quattro. :D
    E mi vestirei di viola la partita successiva. Esulteremmo insieme al gol di Baba Car.
    Per la gioia di Pezzotto e dei Santi Ermacora e Fortunato, da Udine. ;P
  10.     Mi trovi su: Homepage #5944008
    MILANO, 30 marzo 2011 - Mister 10 gol non vede l'ora di affrontare l'Inter per novanta interi minuti. Nella gara di andata Allegri lo sacrificò al 16' della ripresa per sopperire all'espulsione di Abate, sostituendolo con Antonini.
    Senza lo squalificato Ibrahimovic, la sua presenza è scontata; lui al fianco del Frillino e una promessa: "Se segno il gol decisivo ballo il samba". Rubynho al suo secondo derby ha un solo obiettivo in mente: vincerlo. Per un semplice motivo: "E' un momento fondamentale in cui non possiamo più permetterci di sbagliare - sottolinea a Milan Channel il brasiliano -; dobbiamo solo vincere, solo così possiamo pensare di conquistare lo scudetto".


    MILANO, 30 marzo 2011 - Non sa ancora dove giocherà, ma la cosa non è certo una novità. Di sicuro c'è che giocherà, come succede consecutivamente da 35 derby a questa parte. Javier Zanetti inizia ad essere qualcosa più di un veterano della sfida milanese: ne è quasi la memoria storica.
    Zanetti di maglia ha sempre la stessa (ma cambia fascia, celebrativa), e a 37 anni e mezzo non pare aver intenzione di fermarsi. Aspetta solo di sapere da Leonardo (che è stato suo avversario nel derby, da giocatore e da allenatore) dove deve giocare: terzino sinistro o centrocampista. Non fa troppa differenza, per uno che taglierà quota 39.

    www.gazzetta.it


  11.     Mi trovi su: Homepage #5944023
    mercoledì 30 marzo 2011 19:13
    Milan, forse novita' a centrocampo

    (ANSA) - MILANO - Allenamento pomeridiano per il Milan, a tre giorni dalla sfida contro l'Inter. Allegri ha provato un centrocampo con Seedorf vertice basso, affiancato da Gattuso e Flamini. Il francese, schierato a sinistra, potrebbe essere preferito a van Bommel. Sempre a sinistra, ma sulla linea difensiva, dovrebbe giocare Antonini, anche se Zambrotta sembra aver guadagnato punti nelle ultime ore. Boateng, il Frillino e Van Bommel hanno svolto l'intero allenamento insieme ai compagni. Lavoro differenziato per Pirlo.

  MILAN vs INTER 2 Aprile 2011

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina