1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5948698
    Ritorna la Formula 1, per il secondo appuntamento stagionale.
    Questo Week-end,direttamente da Sepang, seguiremo il Gp di Malesia :D


    Presentazione a cura di: http://www.blogf1.it/
    Archiviata la trasferta australiana, la Formula 1 si sta già spostando in quel di Kuala Lumpur, dove domenica 10 Aprile si correrà il Gran Premio della Malesia. L’avvio del mondiale 2011 è stato contornato da mille dubbi sull’effettiva utilità di Kers e ala mobile, i due dispositivi reintrodotti per aumentare lo spettacolo in pista.

    Ma se l’Albert Park di Melbourne era un circuito cittadino atipico, a Sepang si potrà fare la prova del nove, tenendo conto che si tratta di una pista vera e propria. Sarà il banco di prova anche per la Ferrari, chiamata a riscattare le prestazioni mediocri della prima corsa, mentre la McLaren già suona la carica nei confronti della Red Bull. Ne vedremo delle belle.

    Il Sepang International Circuit, che misura 5.543 metri, è stato inaugurato per la prima volta nel 1999. E’ uno degli impianti meglio riusciti per Herman Tilke: tanto imponente quanto spettacolare, ha una sede stradale molto larga che consente di incrociare spesso le traiettorie, nonostante al di fuori di quella ideale si depositi spesso molto sporco.

    In gara, sarà percorso per ben 56 volte, per una distanza complessiva di 310,408 chilometri. Sarà interessante valutare il comportamento degli pneumatici Pirelli, dato che le condizioni di caldo umido, unitamente alle curve veloci in appoggio e curve lente – dove è importante la trazione in uscita – daranno filo da torcere alle coperture italiane. Quindici curve in totale: dieci a destra e cinque a sinistra. Una pista molto tecnica e dura, sia per i mezzi che per i piloti, che dovranno essere in grado di sopportare un caldo “appiccicoso” per un intero weekend.

    Tuttavia, il meteo a Kuala Lumpur, in questo periodo dell’anno, non è solamente caldo. La pioggia è la vera protagonista delle giornate malesi: a volte arriva solo qualche goccia, altre volte arriva un nubifragio che scombina le giornate. Come l’anno passato, quando le qualifiche furono fortemente condizionate dall’acqua e sembra che – secondo le prime previsioni – per l’intero weekend del 2011 sia prevista pioggia.

    L’incertezza del meteo renderà ancora più emozionante il prossimo weekend di Formula 1. Intanto, ripassiamo la pista con Fernando Alonso, a bordo della F10 dello scorso anno.



    INFO

    Lunghezza del circuito: 5,543 km
    Giri da percorrere: 56
    Distanza totale: 310,408 km
    Numero di curve: 15 – 10 a destra, 5 a sinistra
    Senso di marcia: orario
    Mescole Pirelli: soffici/dure

    RECORD
    Giro prova: 1:32.582 – F Alonso – Renault – 2006
    Giro gara: 1:34.223 – J Montoya – Williams BMW – 2004
    Distanza: 1h30:40.529 – G Fisichella – Renault – 2006
    Vittorie pilota: 3 – M Schumacher
    Vittorie team: 5 – Ferrari
    Vittorie motore: 5 – Ferrari
    Pole pilota: 5 – M Schumacher
    Pole team: 7 – Ferrari
    Pole motore: 7 – Ferrari
    Migliori giri pilota: 2 – M Schumacher, M Hakkinen, J Montoya
    Migliori giri team: 4 – McLaren
    Migliori giri motore: 5 – Mercedes
    Podi pilota: 5 – M Schumacher
    Podi team: 11 – Ferrari
    Podi motore: 11 – Ferrari
    Km in testa pilota: 815 – M Schumacher
    Km in testa team: 1.480 – Ferrari
    Km in testa motore: 1.480 – Ferrari
    ———-

    Albo d’oro
    01. 1999 E Irvine – Ferrari
    02. 2000 M Schumacher – Ferrari
    03. 2001 M Schumacher – Ferrari
    04. 2002 R Schumacher – Williams BMW
    05. 2003 K Raikkonen – McLaren Mercedes
    06. 2004 M Schumacher – Ferrari
    07. 2005 F Alonso – Renault
    08. 2006 G Fisichella – Renault
    09. 2007 F Alonso – McLaren Mercedes
    10. 2008 K Raikkonen – Ferrari
    11. 2009 J Button – Brawn Mercedes
    12. 2010 S Vettel – Red Bull Renault


    ORARI TV:
    Venerdì 8 Aprile
    10:00-11:30 (04:00-05:30) Prove Libere 1
    14:00-15:30 (08:00-09:30) Prove Libere 2

    Sabato 9 Aprile
    13:00-14:00 (07:00-08:00) Prove Libere 3
    16:00-17:00 (10:00-11:00) Qualifiche – Rai Due/Rai HD

    Domenica 10 Aprile
    16:00 (10:00) Gara – Rai Uno*/Rai HD

    Tra parentesi gli orari italiani
    *Dalle 10:50 su Rai Due
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5948699
    Gp Malesia F1 2011: la Ferrari dà i numeri!
    Post inserito da Redazione CircusF1 il 04/4/11

    Alla vigilia del secondo appuntamento del Campionato Mondiale 2011 di Formula 1, la Ferrari snocciola una serie di numeri sulle partecipazioni del Team di Maranello al Gran Premio di Malesia.

    4 le volte in cui una monoposto di Maranello non ha visto il traguardo a Sepang. Due volte – Barrichello nel 2002 ed Alonso lo scorso anno – fu il motore a cedere, una volta ci furono problemi di gomme (Barrichello nel 2005) e un’altra un testacoda, di cui fu protagonista Massa nel 2008.

    6 i piazzamenti nei primi dieci di Fernando Alonso in nove partecipazioni al Gran Premio della Malesia. Fernando ha vinto questa gara due volte, classificandosi una volta secondo e una terzo. Nel 2003, lo spagnolo ha ottenuto proprio a Sepang la prima delle venti pole position conquistate nella sua carriera.

    7 le pole position della Scuderia nel Gran Premio della Malesia: cinque ottenute da Michael Schumacher (le prime quattro consecutivamente, dal ’99 al 2002) e due da Felipe Massa, primo in qualifica nel 2007 e nel 2008.

    11 i piazzamenti sul podio della Scuderia Ferrari Marlboro su 24 partenze effettuate: cinque vittorie, tre secondi ed altrettanti terzi posti. Nelle prime tre edizioni ci furono sempre entrambi i ferraristi sul podio: doppiette nel 1999 e nel 2001, primo e terzo posto nel 2000.

    13 i giri più veloci in gara ottenuti da Felipe Massa, l’ultimo a Melbourne nella prima gara di questa stagione, tutti al volante di una Ferrari. Il pilota brasiliano ha raggiunto il ventesimo posto della classifica assoluta, affiancando Montoya, Jones e Patrese. Felipe si trova al quarto posto nella classifica dei ferraristi, ex-aequo con Clay Regazzoni: primo è Michael Schumacher (53), secondo Kimi Raikkonen (16), terzo Rubens Barrichello (15).

    20 le gare disputate da Fernando Alonso al volante di una Ferrari. Il pilota spagnolo è salito dieci volte sul podio (cinque vittorie) e soltanto in tre occasioni non si è classificato fra i primi 10. Fernando va a punti da sette gare consecutive: l’ultimo zero risale al Gran Premio del Belgio dello scorso anno.

    226 i giri più veloci in gara ottenuti da un pilota della Ferrari. La Scuderia guida la classifica assoluta con ampio margine sui più immediati inseguitori: la McLaren è seconda a quota 143, la Williams terza a 129


    Fonte: http://www.circusf1.com/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5948703
    F1: piloti minacciano sciopero contro regolamento
    Le nuove regole non piacciono, Vettel: "Se la situazione peggiorasse avremmo il potere di imporre la nostra decisione"

    I piloti minacciono uno sciopero contro il nuovo regolamento. Il campione del mondo di Formula 1, il tedesco Sebastian Vettel, non esclude uno sciopero dei piloti a causa dei grandi cambiamenti che ci sono stati nel regolamento della F1 in questa stagione. “Se la situazione peggiorasse in modo pericoloso, penso che avremmo il potere di imporre la nostra decisione”, ha detto il pilota della Red Bull in un'intervista al domenicale tedesco “Welt am Sonntag”.

    Il 23enne campione ha fatto riferimento ai molti pulsanti sul volante, con i quali si possono attivare funzioni ulteriori, come il kers o l'alettone variabile, durante la corsa. “Ci sarebbero molte possibilità di rifiutarci di scendere in pista se non si ammorbidisse o si cambiasse una situazione che è pericolosa”, ha aggiunto. Nel primo Gran Premio della stagione in Australia una settimana fa, Vettel è stato uno dei piloti più critici su tutte le novità. Il campione del Mondo in carica si è lamentato del fatto che i piloti hanno meno tempo per guardare la pista ad una velocità di 300 chilometri l'ora. “Questo potrebbe trasformarsi in un problema di sicurezza”, ha detto.

    “In caso di dubbio”, i piloti “apriranno la bocca e parleranno con la Federazione Internazionale di Automobilismo, (Fia) “in modo saggio, per trovare una soluzione, prima che ci sia qualcosa tipo uno sciopero”, ha suggerito il vincitore del Gp di Melbourne. L'obiettivo per il 2011 del più giovane campione di Formula 1 è che “la Coppa del Mondo non lasci casa mia”, e poi aggiunge che “vuole vincere il titolo spesso”.

    Fonte: http://www.datasport.it/
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5950309
    Formula 1 - Attenta Ferrari, Sepang piace a molti
    Le Red Bull di Vettel e Webber, le McLaren di Hamilton e Button, ma non solo: in Malesia, nel secondo GP della stagione, sono molte le scuderie che puntano a fare bene. E tutti i più forti avversari della Rossa dichiarano di amare il circuito asiatico...

    Nel secondo appuntamento del Mondiale di F1, il Circus si sposta in Malesia: la gara d’esordio in Australia ha premiato il campione del mondo Sebastian Vettel, confermando la forza della Red Bull, e ha lasciato qualche interrogativo sul potenziale della Ferrari, che a Melbourne si è difesa discretamente con Alonso (4°) mentre Massa si è dovuto accontentare della settima piazza.

    Da Sepang arriveranno altre utili indicazioni sulle reali forze in campo, e intanto gli avversari della Scuderia di Maranello si preparano a dare battaglia. Tutti quanti mostrandosi ottimisti...Solo il responso della gara ci dirà se l’entusiasmo della vigilia era giustificato…

    In Malesia va in scena il secondo GP della stagione - 2 SEBASTIAN VETTEL

    "La Malaysia è il primo reale circuito dove andiamo, l'Australia è un circuito semi-strada. Fa caldo e piove ogni giorno, ma la questione è quando e quanto. Sarà abbastanza impegnativo. Abbiamo un buon ricordo due anni fa, abbiamo faticato a ripeterci lo scorso anno, ma andremo lì per provarci di nuovo. La pista mi piace e ho ottenuto alcuni buoni punti in passato. Generalmente le gare d'oltremare sono speciali, si va un paio di giorni prima del solito".

    In Malesia va in scena il secondo GP della stagione - 3 MARK WEBBER

    "La Malesia è un circuito sensazionale. Si prevede sempre una gara interessante, soprattutto per il tempo. E 'una grande sfida per il pilota e dovremo scegliere le gomme adatte. Abbiamo avuto un sacco di informazioni dalla prima gara e ci aspettiamo buone cose dalla nostra macchina. Io credo che sarà una gara interessante con l'ala posteriore a causa di lunghi rettilinei".

    In Malesia va in scena il secondo GP della stagione - 4 MICHAEL SCHUMACHER

    "Consideriamo la Malaysia come uno dei Gp di casa nostra, ovviamente, ci dà una grande spinta il fatto di andare lì e avere il sostegno della Petronas e la gente malese. La pista si è bella perché ti dà una grande varietà di possibilità in ogni giro. Mi è sempre piaciuto guidare lì, e non vedo l'ora di farlo di nuovo. Non c'è assolutamente alcun dubbio che vogliamo fare meglio che nella gara di apertura, che è stata una delusione per tutti noi. Lo stato d'animo all'interno del team è positivo, mi aspetto un weekend migliore".

    In Malesia va in scena il secondo GP della stagione - 5 LEWIS HAMILTON

    "Sepang è una pista che mi piace molto. È grande, ampia e veloce con alcune curve molto impegnative ad alta velocità. Dopo il ritmo che abbiamo dimostrato a Melbourne, credo che possiamo fare un'altra buona gara in Malesia. Albert Park è una bella pista, ma in un circuito come quello di Sepang le differenze tra le vetture inizieranno a diventare più chiare. Non vedo l'ora di usare il Kers e il Drs".

    In Malesia va in scena il secondo GP della stagione - 6 JENSON BUTTON

    "Monteremo le stesse mescola dura e morbida, in Malesia come in Australia. A differenza di Melbourne, Sepang sarà molto più calda con temperature di pista molto elevate, forse addirittura attorno ai 45 gradi. Mentre l'Albert Park ha una superficie molto liscia, il circuito del GP della Malesia presenta un asfalto abrasivo che avrà un notevole impatto sia sulle gomme anteriori che sulle posteriori. Inoltre, a Sepang le gomme devono avere un'ottima tenuta ad alte velocità. Questi sono tutti fattori che renderanno più complicata la gestione delle gomme in pista per cui credo che avremo un maggiore degrado ed un maggior numero di pitstop".


    ------------
    Gran Premio di Malesia - A Sepang vedremo una 'nuova' Ferrari
    Pat Fry, vicedirettore tecnico della Ferrari, annuncia novità in vista del prossimo appuntamento mondiale di Sepang dove il Cavallino dovrà riscattare il deludente esordio australiano

    "Dopo la gara in Australia abbiamo dedicato tantissimo tempo all'analisi dei dati acquisiti a Melbourne. Se c'è una cosa che è lampante è che il nostro passo di gara e' stato sicuramente migliore della prestazione in qualifica. Molto è dovuto al modo in cui la nostra macchina utilizza le gomme, quindi questo lavoro di analisi è stato dedicato al miglioramento del comportamento della vettura sul giro singolo, confrontandolo con quello sulla distanza. Inoltre, abbiamo lavorato su un altro fattore fondamentale, l'aerodinamica, per cercare di capire come tirare fuori più efficacemente il potenziale della vettura. Come conseguenza, abbiamo definito un intenso programma di prove da svolgere in Malesia" - spiega sul sito della Ferrari il Vicedirettore Tecnico Pat Fry.

    Per quanto riguarda l'ala posteriore mobile, il cosiddetto DRS (Drag Reduction System), poi ritiene si tratti di uno strumento interessante per il nostro sport, anche se i suoi benefici non sono ancora interamente chiari. "Dopo i test invernali, la maggior parte delle squadre sta trovando un livello di riduzione della resistenza abbastanza simile, con un aumento di velocità stimabile fra i 20 e i 25 km/h - spiega il Vicedirettore Tecnico della Scuderia - Credo che i sorpassi siano leggermente piu' facili, soprattutto quando ci si trova nel traffico e si cerca di superare un doppiato ma, come abbiamo visto sul rettilineo principale di Melbourne, e' sempre difficile passare macchine dalle prestazioni simili alla propria. Bisogna essere a circa tre decimi dalla macchina che ti precede quando si entra nella curva precedente alla zona DRS per avere la possibilità di passare alla fine del rettilineo".

    Il KERS, il sistema di recupero dell'energia cinetica, era stato già impiegato con successo dalla Scuderia nel 2009 ma, al contrario di quanto era accaduto allora, la gran parte delle squadre adottano questa tecnologia, il che ha mutato il suo utilizzo strategico in gara. "il KERS fornisce un modo molto utile per migliorare il tempo sul giro e il suo impiego sembra variare molto da squadra a squadra - conferma il tecnico inglese - Qualcuno lo usa solamente in qualifica e alla partenza, altri lo impiegano costantemente. Il KERS aiuta nei sorpassi perché ti permette di ridurre il gap dalla macchina che ti precede e poi, con il DRS, ci si può provare. Sta diventando un gioco tattico fra le due macchine: quella che insegue che usa entrambi gli strumenti, quella inseguita che si difende usando solo il KERS, cercando di creare un gap sufficiente prima di entrare sul rettilineo principale. E' interessante e penso che sia una buona cosa che i sorpassi non siano diventati troppo facili. Già questo piccolo incremento nella possibilità di sorpassare ha migliorato lo show, così come il comportamento degli pneumatici: c'è la necessità di fare più soste, cosicchè il risultato non è già chiaro sin dalle prime fasi di corsa, come avveniva nel 2010".

    Non ci sono dubbi che il cambiamento tecnico più rilevante del 2011 sia il passaggio alle gomme Pirelli e, dopo un inverno in cui si prevedevano tanti pit-stop in gara, questo è un altro argomento su cui Melbourne non ha dato risposte chiarissime, probabilmente per le temperature fresche. "Ciò ha comportato che in molti, inclusi noi, abbiamo fatto un po' fatica, soprattutto in qualifica, a tirare fuori il meglio dagli pneumatici, in particolar modo da quelle più dure sul giro singolo".

    "Penso che in Malesia avremo una situazione molto interessante in quanto ci possiamo aspettare 35 gradi di temperatura dell'aria e 50 sull'asfalto, cifre ben più elevate di quelle dell'Australia. La Pirelli ci ha detto che, man mano che la pista diventa più calda, il differenziale fra i due tipi di gomme si riduce ma non abbiamo nessuna esperienza con temperature simili. Capirne il comportamento sul giro singolo e sulla distanza sarà un punto fondamentale del programma delle prove libere di venerdì" - aggiunge Fry.

    Una pausa di meno di due settimane non sembra abbastanza lunga per poter cambiare le vetture ma la Formula 1 moderna è fatta di sviluppo tecnico costante, tanto che non appena si accenderà il semaforo verde in fondo alla pit-lane venerdì mattina, gli ingegneri della Scuderia Ferrari Marlboro dovranno affrontare una lunga lista di cose da fare. "Dopo aver analizzato i dati di qualifiche e gara di Melbourne ci sono delle cose che abbiamo in programma di cambiare per migliorare la situazione in Malesia - continua Fry - Tutto ciò si aggiungerà ad un programma già di per sè molto nutrito, con degli aggiornamenti aerodinamici già previsti per questa specifica gara. Avremo tre o quattro piccole modifiche e, probabilmente, ci saranno altri aggiornamenti in arrivo nei tre giorni che separano Malesia e Cina. Come sempre, è un processo di sviluppo continuo".

    Qualsiasi prova di nuove componenti che verrà effettuata a Sepang deve tener conto delle particolari condizioni meteorologiche, con temperature e tassi d'umidità elevati, che caratterizzano questa località. "La necessità più ovvia è che la tua macchina deve avere sufficiente livello di raffreddamento - conclude Pat - Ma non si vuole raggiungerlo facendo aperture sulla carrozzeria che, sebbene raggiungano l'obiettivo primario, provocano anche una perdita di carico aerodinamico. Pertanto, c'è bisogno di una macchina che sia ben raffreddata e abbia un buon livello di carico aerodinamico, soprattutto per affrontare la combinazione di curve ad alta velocità all'inizio del secondo settore. Un alto fattore importante sarà capire quando arriveranno i temporali: normalmente succede nel tardo pomeriggio, giusto in tempo per rendere qualifiche e gara più eccitanti!".



    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5950313
    Hamilton fiero del debutto in pista di suo fratello Nicolas
    Lewis Hamilton è stato fiero spettatore del debutto in una categoria cadetta di suo fratello Nicolas, avvenuto nel weekend a Brand Hatch.

    Il debuttante 19enne, che ha dovuto superare una paralisi celebrale prima di poter arrivare a gareggiare, ha concluso ultimo in entrambe le gare della Renault Clio Cup, ma con tempi competitivi.
    “Oggi è stata solamente la settima volta che salivo in macchina, ed ero meno di un secondo più lento del pilota più veloce”, ha dichiarato dopo essersi classificato 15esimo su 17 partenti.
    Il campione del mondo 2008 di F1 Lewis Hamilton non ha voluto mancare all’evento, per cui è volato in Europa dalla Malesia, dove stava preparando il secondo GP stagionale.; anche Anthony Hamilton, manager di Paul di Resta, ha affrontato il viaggio dall’Australia.
    “Non riesco a immaginare quanto deve essere fiero mio padre, ma anch’io lo sono in modo incredibile. Ho sorriso per tutta la gara”, ha commentato Lewis.
    Nicolas ha affermato che già essere in pista è un grandissimo risultato: “Quando sono in macchina sono solo io. Sono solo e devo farcela. Al momento non sono preoccupato dalla posizione che occupo, poichè sto gareggiando contro piloti molto più esperti di me. Essere passati da un distacco di 4.5 secondi nei test a 0.9 in gara è un buon risultato.”


    --------------
    Raikkonen pilota pagante in NASCAR
    Kimi Raikkonen secondo indiscrezioni pagherà 100.000 dollari a gara per avviare la sua carriera in America nella categoria NASCAR.

    Secondo il giornale canadese Rue Frontenac il pilota e team manager Kyle Busch “non ha mai incontrato Kimi Raikkonen” ma “gli garantirà uno dei suoi eccellenti truck in cambio di un assegno da 100.000 dollari ad ogni gara”.

    Dopo la notizia che Raikkonen correrà sia nei rally che in NASCAR nel 2011, si è appreso che il finlandese correrà con Kyle Busch nella Truck Series a Charlotte il mese prossimo.

    Secondo il giornale Rue Frontecan, Raikkonen ha intenzione “di correre alcune gare in truck per alzare l’interesse e mettere insieme un budget per correre in Nationwide e forse in Sprint Cup”.

    Il suo contratto con Busch includerebbe tre o cinque gare.

    “Raikkonen ha cercato un posto in diversi team e abbiamo avuto la meglio” ha dichiarato Busch. Raikkonen ha testato il truck lunedì a Gresham.


    ------------
    I piloti Renault indosseranno tute dorate in Malesia
    Nick Heidfeld e Vitaly Petrov non indosseranno le loro solite tute in Malesia questo weekend. La coppia di piloti Renault girerà infatti nel caldo e nell’umidità di Sepang con tute d’oro, al volante delle Lotus Renault GP con livrea nero-oro.

    Lo ha confermato stamani il pilota tedesco: “Speriamo di ridurre l’assorbimento di calore e restare un po’ piu’ freschi” ha detto Heidfeld.

    Al momento le previsioni meteo indicano uan chance di pioggia durante il weekend di gara del GP Malesia.





    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5952678
    HRT: un consorzio coreano potrebbe acquistare il team spagnolo di F1

    Un consorzio coreano sarebbe interessato a rilevare il team HRT di F1, attualmente in difficoltà economiche e tecniche. Il proprietario Jose Ramon Carabante ha dichiarato di recente a Radio Cadena Ser di non escludere di vendere alcune quote del team.

    “Stiamo parlando con degli investitori ma non voglio vendere il team e sparire” ha aggiunto Carabante dopo che Vitantonio Liuzzi e Narain Karthikeyan non sono riusciti a qualificarsi in Australia.

    “Ovviamente sono disponibile a cedere la maggioranza restando nel team con una quota” ha aggiunto Carabante.

    “Al momento ci sono team che valgono 40, 60, 70 milioni di Euro, dipende da come si conclude il campionato. Ci sono 12 team e noi siamo uno di loro” ha spiegato.

    La cifra richiesta dall’imprenditore spagnolo sarebbe pero’ abbastanza elevata e cio’ non facilita l’ingresso di nuovi investitori.

    Dopo la debacle di Melbourne, il team boss Colin Kolles si è detto fiducioso per questo weekend a Sepang. La nuova ala anteriore della F111 avrebbe superato i crash-test della FIA dopo che il team è stato costretto ad utilizzare l’ala 2010 a Melbourne.

    “Sappiamo che la vettura ha un buon potenziale e speriamo di essere in grado di portare tutti gli aggiornamenti previsti per la vettura” ha aggiunto Kolles. “La regola del 107% non dovrebbe essere un problema in circostanze normali”.

    -----------
    I team vogliono il 75% dei ricavi della F1
    Secondo testimonianze, quando si tratterà di negoziare il nuovo Patto della Concordia, i team chiederanno più soldi di quanto abbiano mai fatto.

    E’ emerso in settimana che l’anno scorso le squadre si sono spartite 658 milioni di dollari derivanti dalle entrate commerciali della F1, un aumento del 21% rispetto al 2009.

    Questo è stato il terzo aumento consecutivo su base annua, grazie alla negoziazione in termini a loro più favorevoli: infatti l’ultimo accordo fu firmato tra voci di un possibile campionato alternativo.

    Secondo Bloomberg, il dividendo 2010 è stato del 164% più elevato rispetto al 2007.

    Ma secondo secondo indiscrezioni, i team vogliono far salire ancora le loro entrate dal 50 al 75%, al momento di firmare il Patto che entrerà in vigore nel 2013.

    Il Daily Telegraph è d’accordo con quest’analisi: “Se il trend continua, questo potrebbe dissuadere molti potenziali compratori nel caso in cui CVC decidesse di vendere la F1″, ha scritto Tom Cary.


    Fonte: http://www.f1grandprix.it/
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5953379
    La Pirelli modifica il modo di marchiare le differenti mescole
    Per provare a rendere più semplice la distinzione dei pneumatici ai fan, in occasione di questo GP di Malesia, la Pirelli ha deciso di apporre sulle gomme morbide una striscia dorata.

    A seguito delle lamentele, pervenute in occasione del GP d’Australia per il fatto che risultava complicato distinguere le gomme dure da quelle morbide, la Pirelli ha deciso, almeno per questo fine settimana, di rimediare con una modifica provvisoria.

    Paul Hembery, il direttore della Pirelli Motorsport, ha annunciato che una modifica definitiva sarà resa ufficiale a partire dalla prima gara in Europa e ha continuato: “Siamo stati avvisati del fatto che i tifosi fanno fatica a distinguere le gomme a causa del colore delle strisce. Per la Turchia apporremo una marchiatura molto piu’ visibile sulla spalla delle gomme e mancherà la striscia. Le parole Pirelli e P-Zero saranno collegate con piu’ bande di colori. Cio’ vuol dire che quando la gomma ruoterà, il nero non sarà dominante. Sembrerà un vortice di giallo, e il giallo sarà predominante. Adotteremo la stessa tecnica di marchiatura per ogni mescola e dai test fatti finora sembra funzionare molto bene”.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5953382
    GP Malesia, Prove Libere 1: miglior tempo per Webber
    Miglior tempo per Mark Webber nella prima sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia. A Sepang l’australiano della Red Bull Racing ha girato in 1.37.651 precedendo di oltre 1″6 la McLaren Mercedes di Lewis Hamilton e la Mercedes GP di Michael Schumacher, balzato al terzo posto negli ultimi minuti.

    Come a Melbourne l’australiano è stato il piu’ veloce nelle prove libere 1 ma a differenza di due settimane fa la sua supremazia non è mai stata in discussione.

    Ottima la prestazione di Nico Hulkenberg, quarto con la Force India e davanti alla Williams di Pastor Maldonado che ha ottenuto il suo miglior tempo al termine di un run di ben 19 giri con le Pirelli “prime”.

    Felipe Massa ha chiuso le prime prove libere in sesta posizione dopo aver passato gran parte della sessione impegnato in prove di aerodinamica che l’hanno visto entrare e uscire dai box senza segnare tempi, così come il suo compagno di squadra Fernando Alonso, solo nono.

    La Renault era parsa competitiva inizialmente con Nick Heidfeld al comando nelle prime fasi prima che il suo freno anteriore destro rimanesse bloccato. Il tedesco ha completato solo sei giri ma il suo tempo di 1.40.525 è stato sufficiente a garantirgli la settima posizione.

    Ma i problemi del team Lotus Renault GP sono proseguiti anche con Vitaly Petrov che in frenata ha accusato un guasto all’anteriore sinistra finendo nella ghiaia. Non è chiaro se i problemi dei due piloti siano correlati o meno.

    Il pilota russo, che ha chiuso con l’ultimo tempo, non è stato l’unico a patire un brutto spavento ad alta velocità: la Virgin del debuttante Jerome d’Ambrosio ha infatti accusato un cedimento della sospensione anteriore sinistra all’ultima curva, in un’esplosione di detriti.

    Il consumo delle gomme è stato molto piu’ accentuato rispetto all’Australia. La curva 8 in particolare ha causato qualche problema a Hamilton, Alonso, Barrichello e Perez.

    Decimo tempo per l’altra Mercedes di Nico Rosberg. Solo 17mo il campione del mondo Sebastian Vettel, alle spalle di Trulli. Il tedesco, impegnato nelle prove del KERS, si è nascosto per tutta la sessione e proprio quando aveva inziato a spingere l’uscita di d’Ambrosio ha messo fine alla sessione.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com


    ---------------------
    Risultati completi prove libere1
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Webber Red Bull-Renault 1m37.651s 22
    2. Hamilton McLaren-Mercedes 1m39.316s + 1.665 16
    3. Schumacher Mercedes 1m39.791s + 2.140 29
    4. Hulkenberg Force India-Mercedes 1m40.377s + 2.726 23
    5. Maldonado Williams-Cosworth 1m40.443s + 2.792 31
    6. Massa Ferrari 1m40.453s + 2.802 22
    7. Heidfeld Renault 1m40.525s + 2.874 6
    8. Barrichello Williams-Cosworth 1m40.581s + 2.930 21
    9. Alonso Ferrari 1m40.601s + 2.950 23
    10. Rosberg Mercedes 1m40.646s + 2.995 29
    11. Sutil Force India-Mercedes 1m40.734s + 3.083 21
    12. Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m40.748s + 3.097 23
    13. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m40.770s + 3.119 24
    14. Kobayashi Sauber-Ferrari 1m40.872s + 3.221 27
    15. Button McLaren-Mercedes 1m40.927s + 3.276 16
    16. Trulli Lotus-Renault 1m41.620s + 3.969 21
    17. Vettel Red Bull-Renault 1m41.627s + 3.976 18
    18. Perez Sauber-Ferrari 1m41.642s + 3.991 24
    19. Glock Virgin-Cosworth 1m42.154s + 4.503 18
    20. d'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m42.540s + 4.889 20
    21. Valsecchi Lotus-Renault 1m44.054s + 6.403 18
    22. Liuzzi HRT-Cosworth 1m45.228s + 7.577 20
    23. Karthikeyan HRT-Cosworth 1m46.267s + 8.616 10
    24. Petrov Renault 1m47.932s + 10.281 4
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5953429
    GP Malesia, Prove Libere 2: Webber ancora davanti, McLaren vicina
    Mark Webber ha ottenuto il miglior tempo anche nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia. L’australiano della Red Bull ha mostrato ancora il potenziale della sua vettura ma questa volta il team austriaco è stato avvicinato dalle McLaren di Jenson Button e Lewis Hamilton.

    I primi 4 piloti sono racchiusi in meno di 250 millesimi. Webber è stato il piu’ veloce della giornata girando in 1.36.876 con le gomme Pirelli morbide davanti a Button, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel.

    Michael Schumacher ha evitato il peggio alla curva 6 e ha chiuso con il quinto tempo con la Mercedes GP. Alle sue spalle la Ferrari di Felipe Massa. Settimo tempo per l’altra Mercedes di Nico Rosberg che precede la Renault di Nick Heidfeld, tornato in pista dopo i problemi della mattinata e ottavo davanti a Fernando Alonso (Ferrari) e Jaime Alguersuari, decimo con la Toro Rosso.

    Incidente per Pastor Maldonado che ha messo le gomme del lato destro sull’erba all’entrata dei box spedendo la Williams nelle barriere. Il venezuelano fino a quel momento aveva mostrato un buon passo e ha chiuso in 11ma posizione davanti al compagno di squadra Rubens Barrichello.

    Gli ultimi 30 minuti sono stati caratterizzati da un interessante degrado delle gomme con i team impegnati a girare con piu’ carburante e gomme morbide. Alcuni hanno girato a 8 secondi, la maggior parte sul piede dell’1’44″. Ma Webber è riuscito a scendere a 1’43″ nel suo ultimo giro.

    Tonio Liuzzi ha causato l’unica bandiera gialla quando è finito largo su un cordolo, con l’impatto che sembra aver causato lo spegnimento del motore Cosworth della sua HRT.

    L’italiano ha preceduto Heikki Kovalainen ma il finlandese ha passato gran parte della sessione ai box.



    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ------------

    Risultati completi prove libere2
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Mark Webber Red Bull-Renault 1m36.876s 24
    2. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m36.881s + 0.005 30
    3. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m37.010s + 0.134 23
    4. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m37.090s + 0.214 30
    5. Michael Schumacher Mercedes 1m38.088s + 1.212 26
    6. Felipe Massa Ferrari 1m38.089s + 1.213 31
    7. Nico Rosberg Mercedes 1m38.565s + 1.689 25
    8. Nick Heidfeld Renault 1m38.570s + 1.694 16
    9. Fernando Alonso Ferrari 1m38.583s + 1.707 27
    10. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m38.846s + 1.970 31
    11. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m38.968s + 2.092 25
    12. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m39.187s + 2.311 30
    13. Vitaly Petrov Renault 1m39.267s + 2.391 17
    14. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m39.398s + 2.522 29
    15. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m39.603s + 2.727 34
    16. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m39.625s + 2.749 31
    17. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m39.809s + 2.933 28
    18. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m40.115s + 3.239 31
    19. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m40.866s + 3.990 24
    20. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m41.890s + 5.014 19
    21. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1m43.197s + 6.321 15
    22. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m43.991s + 7.115 14
    23. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m44.886s + 8.010 4
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5954705
    GP Malesia, Prove Libere 3: Hamilton davanti a tutti
    Miglior tempo per Lewis Hamilton nella terza sessione di prove libere del Gran Premio della Malesia di F1. Nella mattinata del sabato di Sepang l’inglese della McLaren ha girato in 1.36.340 a quattro minuti dal termine precedendo di quasi tre decimi la Red Bull Racing di Mark Webber e di oltre 4 decimi l’altra McLaren di Jenson Button.

    Solo quinto Sebastian Vettel con l’altra Red Bull, condizionato dal traffico nell’ultimo giro veloce. Il campione del mondo ha comunque chiuso in testa la parte della sessione in cui i team hanno provato in preparazione della gara prima che i piloti montassero gomme morbide negli ultimi 10 minuti. In precedenza Vettel aveva lamentato problemi all’ala mobile posteriore ed è quindi rientrato ai box per le verifiche del caso. Poi nel suo ultimo run ha perso anche la telecamera montata sulla sua vettura.

    Una buona sessione per la Renault con Nick Heidfeld quarto e Vitaly Petrov settimo.

    Fernando Alonso è stato brevemente al comando con la Ferrari dopo aver montato, tra i primi, gomme morbide ma alla fine è retrocesso in sesta posizione mentre Massa è ottavo con l’altra Ferrari.

    Nona posizione per la Sauber di Kamui Kobayashi seguito dalle due Mercedes.

    Nelle retrovie entrambe le HRT sono ancora fuori dal 107% con Tonio Liuzzi entrato in pista solo negli ultimi 11 minuti.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ----------
    Risultati completi Prove libere 3
    Pos Pilota Team Tempo Gap Giri
    1. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m36.340s 11
    2. Mark Webber Red Bull-Renault 1m36.630s + 0.290s 16
    3. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m36.762s + 0.422s 14
    4. Nick Heidfeld Renault 1m37.115s + 0.775s 17
    5. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m37.175s + 0.835s 14
    6. Fernando Alonso Ferrari 1m37.284s + 0.944s 11
    7. Vitaly Petrov Renault 1m37.297s + 0.957s 17
    8. Felipe Massa Ferrari 1m37.762s + 1.422s 12
    9. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m38.059s + 1.719s 18
    10. Michael Schumacher Mercedes 1m38.300s + 1.960s 20
    11. Nico Rosberg Mercedes 1m38.307s + 1.967s 20
    12. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m38.448s + 2.108s 17
    13. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m38.464s + 2.124s 16
    14. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m38.597s + 2.257s 15
    15. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m38.665s + 2.325s 14
    16. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m38.681s + 2.341s 16
    17. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m38.716s + 2.376s 14
    18. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m38.864s + 2.524s 13
    19. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m39.260s + 2.920s 19
    20. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m39.699s + 3.359s 15
    21. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m41.215s + 4.875s 17
    22. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m41.414s + 5.074s 18
    23. Vitantonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m43.147s + 6.807s 6
    24. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1m43.383s + 7.043s 11
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5954778
    Gran Premio di Malesia - Vettel beffa Hamilton, è pole Red Bull!
    La Ferrari di Alonso al quinto posto, Button e Webber in seconda fila. Michael Schumacher, come in Australia, non riesce a qualificarsi per il Q3. Massa in quarta fila...

    Sebastian Vettel partirà in pole position al Gp della malesia, secondo appuntamento del mondiale di Formula 1 in programma domani sulla pista di Sepang. Il pilota tedesco della Red Bull, con il tempo di 1'34"870 ha preceduto la McLaren di Lewis Hamilton In seconda fila ci saranno l'altra Red Bull di Webber e l'altra Mclaren di jenson Button. Quinto posto e terza fila per fernando Alonso (1'35"802). A seguire Heidfeld (Renault), Massa (Ferrari), Petrov (Renault), Rosberg (Mercedes), Kobayashi (Sauber).

    Q1, Miglior tempo per Felipe Massa - Felipe Massa (foto AP/LaPresse) ottiene il miglior tempo nelle Q1, i primi 20' delle qualifiche del gp della Malesia. Il brasiliano della Ferrari gira in 1'36"744 precedendo la Mclaren di Lewis Hamilton (1'36"861) e il compagno di squadra Fernando Alonso (1'36"897). Decimo e quindicesimo tempo per le Red Bull di Vettel e Webber. I primi sette piloti eliminati sono: Karthikeyan e Liuzzi (Hrt), D'Ambrosio, Glock (Virgin), Trulli, Kovalainen (Lotus), Maldonado (Williams). Le due Hrt di Karthikeyan e Liuzzi prenderanno comunque parte alla gara visto sono riuscite a superare la barriera del 107% rispetto al primo delle Q1, ovvero Massa.

    La Ferrari di Alonso al quinto posto, Webber e Button in seconda fila - 2 Jarno Trulli: "Abbiamo lavorato meglio" - Non riesce a passare le Q1 con la sua Lotus-Renault, ma ha fatto registrare qualche miglioramento. "Almeno oggi abbiamo fatto un lavoro migliore. Il problema del servosterzo rimane, siamo riusciti a sfruttare meglio il potenziale della gara. In gara sarà una bella lotteria se piove, ricordiamno tutti nel 2009 quando la gara è stata sospesa, difficile fare delle previsioni".

    Q2, Schumacher eliminato, crescono le McLaren - Jenson Button marca il miglior tempo in Q2. Il britannico della Mclaren gira in 1'35"569 precedendo il compagno Lewis Hamilton (1'35"852) e le Red Bull di Vettel (1'35"934) e Webber (1'36"080). Quinto tempo per la ferrari di Fernando Alonso (1'36"320), settimo Felipe Massa (1'36"557). Come in Australia non ce la fa Michael Schumacher (AP/LaPresse) a qualificarsi per l'ultima sessione di qualifiche.

    La Ferrari di Alonso al quinto posto, Webber e Button in seconda fila - 3 Q3, Vettel strappa la pole a Lewis Hamilton - Equilibrio ristabilito nello sprint finale per la poleposition. Hamilton (foto AP/Lapresse) si porta subito al comando e resta in pole provvisoria fino all'ultimo giro quando si vede scavalcato dalla Red Bull di Sebastian Vettel (1:34.870). Mark Webber (+0.309)ha la meglio nella lotta per il terzo tempo sull'inglese Jenson Button (+0.330), sempre tra i primi in Malesia. Terza fila per il ferrarista Fernando Alonso (+0.932) che partita a fianco della Lotus Renault di Nich Heidfeld. Felipe Massa segna il settimo tempo (+1.381).


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    -----------
    Risultati completi qualifiche:
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5954782
    INTERVISTE E COMMENTI POST-QUALIFICHE


    Gran Premio di Malesia - Vettel "Non è andata come volevo"
    Vettel in pole ma non soddisfatto della sua prestazione, Hamilton grato del suo team mentre Webber punta tutto sulle sorprese in gara. Leggi le dichiarazioni dei protagonisti delle qualifiche del Gran Premio della Malesia

    Seconda pole della stagione per Sebastian Vettel . Il pilota della Red Bull solo nella parte finale delle Q3 ha avuto la meglio su Lewis Hamilton.

    "E' stato un week-end difficile. Ero felice della macchina ma non ho trovato il passo giusto, non è andato tutto come volevo, sapevamo che la macchina c'era e dovevamo continuare a crescere. Alla fine siamo molti vicini alle Mclaren, siamo felici e devo fare i complimenti alla squadra. Abbiamo lavorato sul Kers, abbiamo risolto la maggior parte dei nostri problemi. E' un grande successo per la squadra e complimenti a chi lo ha sviluppato. Non ci sono stati problemi specifici o rotture, semplicemente tutto non e' andato come doveva andare e questo non ci ha permesso di trovare il passo giusto, la pista ha tante curve e traiettorie diverse. Il divario è molto più piccolo rispetto all'Australia e questo evidenzia che le cose cambiano in ogni gara".

    Lewis Hamilton si è visto soffiare la pole proprio nelle fasi finali delle qualifiche del Gp della Malesia.

    "Non possiamo essere delusi, abbiamo fatto un ottimo lavoro e siamo orgogliosi. Abbiamo aggiunto nuovi componenti e siamo felici. Avremmo voluto essere in pole, ma è chiaro che la Red Bull ha ancora un leggero vantaggio, anche se ci stiamo avvicinando. Il mio giro non è stato perfetto, devo migliorare anch'io. Sappiamo che loro sono sempre molto veloci e riescono a tirar fuori qualcosa fino all'ultimo, io forse ho perso qualcosa su una curva".

    Mark Webber partirà dalla terza posizione in seconda fila cosi' come era accaduto già in Australia.

    "Sapevo che avevamo tutti il passo uguale dopo il primo giro della Q3. Ho dovuto spingere al massimo, non si possono fare calcoli. Ognuno fa del suo meglio, adesso aspettiamo domani. Il gp sarà diverso anche rispetto a quello dello scorso anno ma comunque interessante"

    Quarto tempo e ottima sessione di qualifiche per Jenson Button. Anche per l'inglese della McLaren si tratta dello stesso piazzamento del primo appuntamento della stagione: "Sono più felice che in Australia. Il mio giro non è stato sufficientemente veloce ma ho dato quello che potevo, siamo stati tutti molto vicini e sarà una bella battaglia domani".


    ------------
    Gran Premio di Malesia - Alonso "McLaren e Red Bull imprendibili"
    Non è stata una qualifica entusiasmante quella della Ferrari in Malesia: Red Bull e McLaren sembrano avere una marcia in più. Le condizioni meteo potrebbero aiutare i piloti della Rossa che rimangono realisti e convinti nei miglioramenti futuri

    Fernando Alonso (Foto AP/LaPresse) riconosce che in questo momento le due squadre che stanno davanti hanno lavorato meglio della Ferrari.

    "Non eravamo veloci in Australia e non lo siamo qui in Malesia, non abbastanza per lottare per la pole position. Per quello che abbiamo visto in queste due gare ci sono due squadre che hanno lavorato meglio di noi quest'inverno ed è chiaro che dobbiamo fare dei passi avanti per quanto riguarda la prestazione, questo non è certo un segreto: ci vuole un salto di qualità, dobbiamo essere aggressivi nello sviluppo per recuperare. Allo stesso tempo, dobbiamo rimanere calmi e concentrati e, intanto, portare a casa il massimo dei punti, sfruttando tutte le opportunità che si dovessero presentare".

    Il pilota spagnolo è tranquillo, convinto che il campionato sia ancora lungo e ricco di insidie e sorprese.

    "Il campionato è molto lungo e l'anno scorso abbiamo visto come la situazione possa cambiare repentinamente, da una gara all'altra. Pertanto, questo quinto posto lo giudico positivamente, anche perchè domani potrebbero accadere tante cose, soprattutto se dovesse piovere. Nella serata e stamattina dopo FP3 abbiamo migliorato l'assetto della vettura e mi sono trovato più a mio agio rispetto a ieri. Partirò dal lato pulito della pista, il che non è mai uno svantaggio. Difficile fare pronostici per la gara: ieri abbiamo visto un degrado degli pneumatici molto elevato, quindi ci possiamo aspettare tre o quattro soste. A Melbourne la domenica avevamo un passo vicino alla McLaren e in grado di lottare con Webber ma lì in qualifica la McLaren era più vicina in qualifica di quanto non lo sia stata qui".

    Correre in difesa. Questo l'auspicio del pilota brasiliano della Ferrari Felipe Massa in vista del Gp di Malesia in programma domani. Massa ha chiuso al settimo posto

    "Non è stata certo una qualifica facile, soprattutto guardando ai tempi che sono stati capaci di fare i primi quattro. Noi abbiamo lottato con gli altri ma è chiaro che, rispetto ai migliori, domani dovremo correre in difesa. Dal punto di vista della strategia sull'asciutto ci possiamo aspettare tre o quattro soste. Poi, se dovesse davvero piovere, allora tutto può succedere e noi dovremo essere pronti a tutto. Oggi la miglior posizione possibile era la quinta: non sono riuscito ad ottenerla, anche perchè non ho fatto un giro perfetto, ma almeno partirò dal lato pulito della pista. Sappiamo che ci manca carico aerodinamico: ci stiamo lavorando ma soltanto quando avremo fatto dei progressi potremo batterci per le prime posizioni."


    ----------
    Gran Premio di Malesia - L'analisi di Hembery "Sarà una bella gara"
    Strategia e gomme fondamentali nel prossimo weekend di Sepang. Paul Hembery analizza la tenuta delle Pirelli e promette: "Sarà una gara eccitante". Previsti almeno tre pit stop, ancora una volta le Pirelli decideranno il podio...

    "Quelle in Malesia sono senza dubbio tra le qualifiche più impegnative dell'anno".

    Questo il primo commento del Direttore Pirelli Motorsport, Paul Hembery , dopo la conclusione delle qualifiche del Gp di Malesia in programma domenica: "Le condizioni sono rimaste asciutte, quindi siamo riusciti a vedere le prestazioni pure dei nostri pneumatici senza fattori esterni -ha detto Hembery-. Se accadrà lo stesso anche in gara resta da vedere, anche se è difficile immaginare un weekend senza pioggia in Malesia! Abbiamo sentito che per domani c'e' il 90% di probabilità di pioggia, ma sono inglese e quindi probabilmente ci sarà un bel sole".

    Vettel ha stabilito il tempo della pole con mescole Pirelli soft. In qualifica le condizioni sono rimaste asciutte, con la maggior parte dei piloti che ha iniziato la sessione con le hard. Verso la fine del Q1, i due piloti della Ferrari sono passati ai pneumatici soft, registrando i due migliori tempi. Tutti i primi sei in Q1, a parte le due McLaren, hanno usato le soft, mentre la Red Bull è rimasta sulle hard per tutto il Q1. Essendosi dimostrate piu' veloci di oltre un secondo al giro rispetto alle hard, le soft hanno dettato il passo nel Q2.

    Le due McLaren di Jenson Button e Lewis Hamilton hanno chiuso prima e seconda al termine del Q2. Red Bull e McLaren sono scese subito in pista per gli ultimi 10 minuti del Q3, entrambe con pneumatici soft. Sono state le sole quattro monoposto a fare un tempo fino a 3 minuti dal termine della sessione, con i restanti sei piloti che hanno effettuato un solo tentativo per la pole position sui pneumatici soft.

    "Tra la mescola hard e la soft abbiamo registrato un gap in termini di performance di 1,2 secondi al giro e ovviamente questo ha avuto un grosso impatto sulle strategie usate in qualifica - ha detto Hembery - che hanno contribuito a rendere la sessione emozionante fino agli ultimi secondi. Da quanto visto oggi, penso che domani assisteremo a una gara eccitante, dove la strategia sarà nuovamente cruciale".


    ----------
    Gran Premio di Malesia - Domenicali "Ferrari deve fare catenaccio"
    Usa una metafora calcistica Domenicali per descrivere il momento della Rossa: "Ferrari deve fare catenaccio". Frasi che creeranno forse qualche malumore nei tifosi del Cavallino rampante. E Pat Fry è sicuro: "Siamo dove meritiamo di essere"

    "Sappiamo che, in questo momento, non siamo in grado di lottare per la pole position: due squadre sono attualmente più veloci di noi. Il nostro obiettivo, pertanto, era di essere domani in griglia immediatamente alle loro spalle e ci siamo riusciti. Certo, non possiamo essere soddisfatti di un distacco di un secondo dalla prima posizione ma in questo momento dobbiamo fare catenaccio, tanto per usare una metafora calcistica".

    Così Stefano Domenicali, direttore della gestione sportiva della Ferrari, commenta sul sito della Ferrari la griglia di partenza del Gp di Malesia. Una qualifica molto intensa per la "rossa", che vedrà domani sulla griglia di partenza un pilota in terza fila, Fernando Alonso, autore del quinto tempo, e uno in quarta, Felipe Massa, settimo assoluto.

    "Domani si prevedono condizioni meteorologiche perturbate, il che può contribuire a mischiare le carte. Inoltre, è una gara molto dura sia per le macchine sia per i piloti. Se faremo le cose fatte bene in ogni settore - strategia, affidabilità, lavoro di squadra e piloti - allora potremo aspirare a fare un buon risultato".

    Sulla stessa lunghezza d'onda le dichiarazioni del vicedirettore tecnico della Rossa, Pat Fry. "Siamo dove ci meritiamo di essere in questo momento, con due squadre più competitive di noi. In qualifica abbiamo lavorato bene, massimizzando l'attuale potenziale a disposizione. Siamo lontani un secondo dal vertice e sappiamo bene che dobbiamo migliorare tantissimo per essere la dove la Scuderia deve essere. Abbiamo scelto di usare un treno di gomme morbide già in Q1 perchè la differenza di prestazioni fra i due tipi di pneumatici è molto più ampia rispetto all'anno scorso ed è inutile prendersi dei rischi in questo momento".



    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5955160
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5955345
    GP Malesia: la pole spostata sul lato destro della pista
    La Pole position del Gran Premio della Malesia è stata spostata sul lato destro della pista di Sepang dopo una richiesta da parte dei piloti di F1. Tradizionalmente la prima posizione in griglia del circuito malese è sempre stata sul lato sinistro della pista perchè forniva una traiettoria migliore verso la prima curva.

    Secondo indiscrezioni pero’, dopo colloqui tra la FIA e i piloti sull’impatto dei riccioli di gomma che si staccano dalle gomme Pirelli e finiscono prevalentemente sul lato sinistro del rettilineo principale, sarebbe stata presa la decisione di spostare la pole a destra.

    Il direttore di gara della FIA, Charlie Whiting, avrebbe approvato la modifica e Sebastian Vettel quindi dovrebbe prendere il via dal lato destro, quello in teoria piu’ pulito.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5955395
    Gran Premio di Malesia - Sempre Vettel, ci prova Alonso ma è 6°!
    Un contatto con Hamilton condanna lo spagnolo al sesto posto (poteva essere podio), quinta posizione per Felipe Massa. Hamilton la prima vera vittima delle gomme Pirelli...

    CONFERMA DI VETTEL....E DELLE PIRELLI! - Ormai è chiaro, le due gare disputate hanno confermato due cose: il talento, indiscutibile, di Sebastian Vettel alla seconda vittoria consecutiva, e l'importanza, fondamentale, della gestione pneumatici. Le Pirelli decidono la gara, ormai non sembrano esserci dubbi. Curioso seguire in diretta i dubbi e le preoccupazioni dei protagonisti della corsa, le comunicazioni tra piloti e team sulla strategia da scegliere. Lo sa bene Lewis Hamilton, vera prima vittima delle nuove gomme. L'inglese brucia i tempi montando gomme dure, soffre, perde e si vede costretto a tornare ai box per mettere altre gomme dure. Heidfeld, fermatosi tre giri dopo, ha un vantaggio sul pilota inglese di quasi un secondo a giro. Non solo la scelta gomme quindi, ma momento in cui effettuare la sosta diventa decisivo.

    Per quanto riguarda Sebastian Vettel non c'è praticamente niente da aggiungere. Il tedesco parte bene, riesce senza problemi a tenersi alle spalle l'ottimo Nick Heidfeld per poi prendere il vantaggio decisivo, grazie proprio al tappo creato dal tedesco della Lotus Renault, prima della sosta ai box. Il tedesco utilizza il kers a inizio gara per sentirsi urlare dai box di non sfiorare neanche la leva nel resto della gara. Nessun problema e nessun brivido per il campione del mondo che resiste sempre in testa alla corsa fino al traguardo. Bis quindi per il campione del mondo che si conferma uomo da battere (imbattibile?) in questo mondiale che adesso si sposta in Cina per il Gran Premio in programma tra una settimana. Resta un dubbio su queste Red Bull, anzi due: il kers, utilizzato e disattivato, e l'incognita Webber, ancora in difficoltà sulla sua monoposto. Monoposto costruita sulla guida di Sebastian? Sicuramente Mark paga a caro prezzo la scelta tecnica del team austriaco e la gestione gomme, complicata per la sua guida abbastanza spregiudicata.

    PERFETTO JENSON BUTTON, SORPRESA HEIDFELD - Ha ragione Vettel quando parla di guardia da non abbassare. I team continuano a crescere e questo vantaggio delle Red Bull potrebbe improvvisamente ridursi. Splendido il fine settimana del pilota inglese della McLaren che si conferma gran maestro nella gestione delle gomme (probabilmente il migliore del Circus) e uomo capace di dare al team britannico quel contributo indispensabile per lo sviluppo della monoposto. Jenson scatta bene in partenza anche se si vede letteralmente bruciato dalla grande sorpresa della Malesia, quel Nick Heidfeld al centro della bufera nella prima uscita stagionale. Nick scatta in modo perfetto portandosi addirittura al secondo posto in scia di Sebastian Vettel. la Lotus conferma quindi la sua crescita anche se il tappo creato dal tedesco ha permesso al campione del mondo di andare subito in fuga nei primi giri.

    FERRARI A FATICA MA CHE RIPRESA - La partenza è difficile per gli uomini in Rosso che perdono posizioni, complice il tappo Renault. Massa è sicuramente l'uomo che approfitta della buona reazione della monoposto. Fantastico il sorpasso del brasiliano su Mark Webber. Il giro veloce di Alonso al 19esimo giro è la svolta della gara del Cavallino rampante. Comincia infatti il recupero dei due piloti a metà gara, forti di una gestione gomme che sembra aver portato in Malesia qualche miglioramento. Morbide, morbide e dure la scelta del box Ferrari. La scelta meno rischiosa e che porta Alonso addirittura a lottare per il podio nell'ultima parte della gara. Lo spagnolo è scatenato e solo un problema che potrebbe rivelarsi abbastanza preoccupante all'alettone mobile ferma la corsa verso il podio del ferrarista. Alonso non può infatti contare sul vantaggio del posteriore completamente bloccato e questo problema diventa decisivo nella lotta per il podio contro Lewis Hamilton. Giro 47 e Alonso, nel tentativo di superare l'avversaio in difficoltà, tocca la McLaren perdendo il flap anteriore. Podio perso e sosta tecnica ai box che fanno scivolare Alonso in settima posizione mentre Massa non riesce a difendere la posizione su Mark Webber.
    INCIDENTE PETROV, SI STACCA IL VOLANTE! - Paura nel finale, a posizioni ormai confermate con il russo della Renault Petrov che nel tentativo di rientrare in pista dopo un lungo sbatte violentemente sul cordolo e perde il volante che si stacca, incredibilmente, dalla monoposto. Una rottura che evoca brutti ricordi nella Formula Uno, una parentesi sicurezza quindi da dover per forza riaprire nei prossimi giorni. Nessun problema per Petrov che si vede però costretto ad abbandonare la gara a tre giri dal termine.

    HAMILTON LA PRIMA VITTIMA PIRELLI - Sfortunata e azzardata la scelta McLaren di far "indossare" dure a Lewis Hamilton. L'inglese soffre nel finale e, a differenza dei diretti rivali, vede completamente spegnersi la sua monoposto. Cosa che non succede al compagno Jenson Button. Heidfeld approfitta dei guai della McLaren e strappa un gran terzo posto, il secondo della Renault in due gare.

    PROSSIMO APPUNTAMENTO IN CINA - Non passeranno le tradizionali due settimane di lavoro e riposo : già nel prossimo fine settimana si tornerà infatti a correre in Cina. Difficile vedere modifiche nelle monoposto rispetto a Sepang. La Red Bull è ancora davanti ma per i tifosi McLaren e Ferrari è giusto guardare al futuro con maggiore ottimismo.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    -----------
    Risultait completi Gara:
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/



  F1 2011: Gp di Malesia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina