1.     Mi trovi su: Homepage #5959807
    Il problema è questo, a marzo dello scorso anno l'azienda presso cui lavoravo a fatto fallimento, se tutto va bene nel giro di 30-40 giorni dovrei prendere gli stipendi arretrati e TFR o almeno si spera, ma il mio problema è un altro il CUD.

    In questi giorni mi è arrivato il CUD INPS relativo al periodo di disoccupazione, ora mi manca quello relativo ai tre mesi in cui l'azienda è rimasta aperta nel 2010 e che corrispondono agli stipendi da recuperare attraverso il fallimento.

    Ai fini della domanda del reddito mi serve anche quest'ultimo considerando che quei soldi ancora non li ho recuperati ? per la domanda del reddito è sufficiente il CUD INPS ?
  2. sommersa  
        Mi trovi su: Homepage #5959880
    Ganon79Il problema è questo, a marzo dello scorso anno l'azienda presso cui lavoravo a fatto fallimento, se tutto va bene nel giro di 30-40 giorni dovrei prendere gli stipendi arretrati e TFR o almeno si spera, ma il mio problema è un altro il CUD.

    In questi giorni mi è arrivato il CUD INPS relativo al periodo di disoccupazione, ora mi manca quello relativo ai tre mesi in cui l'azienda è rimasta aperta nel 2010 e che corrispondono agli stipendi da recuperare attraverso il fallimento.

    Ai fini della domanda del reddito mi serve anche quest'ultimo considerando che quei soldi ancora non li ho recuperati ? per la domanda del reddito è sufficiente il CUD INPS ?


    Se tu non hai perceputo lo stipendio spettante nei 3 mesi del 2010 nel corso dell'anno scorso non li devi inserire nella dichiarazione dei redditi relativa.

    Se li percepirai quest'anno dovrai inserirli in quella del prossimo anno (se superi il limite bla bla... ci siamo capiti).

    Non vorrei sbagliare (e quindi attendi qualcuno di più esperto magari) ma mi pare proprio che le dichiarazioni dei redditi vadano fatte per cassa e non per competenza =)

    Per il resto non so che dirti.
    Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio! [cit.]
  3.     Mi trovi su: Homepage #5959890
    ZiskaSe tu non hai perceputo lo stipendio spettante nei 3 mesi del 2010 nel corso dell'anno scorso non li devi inserire nella dichiarazione dei redditi relativa.

    Se li percepirai quest'anno dovrai inserirli in quella del prossimo anno (se superi il limite bla bla... ci siamo capiti).

    Non vorrei sbagliare (e quindi attendi qualcuno di più esperto magari) ma mi pare proprio che le dichiarazioni dei redditi vadano fatte per cassa e non per competenza =)

    Per il resto non so che dirti.


    Confermi quello che ho letto un pò in giro dal poco che ho trovato, grazie per la risposta.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5960382
    Sono d'accordo con Ziska
    Il cud certifica le somme percepite, se non ti hanno pagato non c'è nulla da certificare.

    Nel caso invece avessi percepito delle mensilità, con i cedolini avresti gli strumenti per ricavarti il reddito percepito e compilare l'unico od il 730, anche perchè avendo avuto prima il lavoro e poi la disoccupazione, se non hai spese da scalare, cumulando i due redditi al 99% andrai a versare (sempre che superi la soglia di esenzione).
    "Sappiamo gioire, sappiamo soffrire, sappiamo stringere i denti.
    Siamo la gente della Juve.
    Gente che si riconosce quando si guarda negli occhi.
    Gente che sa accettare i risultati conseguiti SUL CAMPO"
  5.     Mi trovi su: Homepage #5960470
    dracoSono d'accordo con Ziska
    Il cud certifica le somme percepite, se non ti hanno pagato non c'è nulla da certificare.

    Nel caso invece avessi percepito delle mensilità, con i cedolini avresti gli strumenti per ricavarti il reddito percepito e compilare l'unico od il 730, anche perchè avendo avuto prima il lavoro e poi la disoccupazione, se non hai spese da scalare, cumulando i due redditi al 99% andrai a versare (sempre che superi la soglia di esenzione).



    No non ho percepito niente nei mesi di Gennaio e Febbraio e per i pochi giorni di Marzo che ho lavorato nel 2010 presso questa azienda, l'unico reddito del 2010 e dato dall'indennità di disoccupazione.
  6. the last story  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5960532
    Scusate, ma io ricordo che sul sito ci sono anche dei "professionisti" nel campo di ragioneria/commercialista.
    Detto questo, sapete dirmi se con il federalismo è entrata o meno in vigore la "normativa" in cui bisogna versare tra il 20% ed il 25% del canone di affitto ricevuto al comune? O meglio, quando entrerà in vigore?
    Non solo, oggi il mio commercialista mi dice che verso allo stato il 20% dell'80% di quanto dichiarato nel contratto di affitto ma nella dichiarazione dei redditi. Domani, quando attiveranno il federalismo, il canone di affitto va tolto dalla dichiarazione dei redditi e inserito in questa quota da versare al comune dove risiede l'immobile.
    Nota a margine, io che non ho recepito l'affitto per quasi due anni, (compreso il periodo di sfratto durato qualcosa come 6 mesi) è giusto che pago le tasse come se ho percepito tali somme? Per lo stato io dovrei effettuare un decreto ingiuntivo ma l'inquilino non ha nemmeno un conto corrente o un lavoro regolare oggi....quindi spese inutili (e rischierei di avere altre noie come minacce etc etc)...insomma, qualcuno può schiarirmi le idee su come devo regolarmi con il prossimo federalismo (e la differenza con oggi)? Ovviamente in merito al canone di affitto.
    Ex capoReda di ConsoleGeneration (sempre nei miei ricordi)
    Codice 3DS: 1504-5679-6076
    codice wii Lucacat 4633-3406-7081-5109
  7.     Mi trovi su: Homepage #5960633
    lucacatScusate, ma io ricordo che sul sito ci sono anche dei "professionisti" nel campo di ragioneria/commercialista.
    Detto questo, sapete dirmi se con il federalismo è entrata o meno in vigore la "normativa" in cui bisogna versare tra il 20% ed il 25% del canone di affitto ricevuto al comune? O meglio, quando entrerà in vigore?
    Non solo, oggi il mio commercialista mi dice che verso allo stato il 20% dell'80% di quanto dichiarato nel contratto di affitto ma nella dichiarazione dei redditi. Domani, quando attiveranno il federalismo, il canone di affitto va tolto dalla dichiarazione dei redditi e inserito in questa quota da versare al comune dove risiede l'immobile.
    Nota a margine, io che non ho recepito l'affitto per quasi due anni, (compreso il periodo di sfratto durato qualcosa come 6 mesi) è giusto che pago le tasse come se ho percepito tali somme? Per lo stato io dovrei effettuare un decreto ingiuntivo ma l'inquilino non ha nemmeno un conto corrente o un lavoro regolare oggi....quindi spese inutili (e rischierei di avere altre noie come minacce etc etc)...insomma, qualcuno può schiarirmi le idee su come devo regolarmi con il prossimo federalismo (e la differenza con oggi)? Ovviamente in merito al canone di affitto.





    Se opti per la cedolare, q aunto pare in sede di dichiarazione dei redditi verserai già un acconto, inoltre a quanto sembra non puoi più fare gli adeguamenti istat

    A prima vista comunque sembra convenga solo con i redditi medio-alti, ti conviene farti fare una simulazione e vedere qual'è la cosa migliore.


    Gli affitti non percepiti possono non essere riportati nella dichiarazione dei redditi a partire dal termine di convalida dello sfratto per morosità


    Nel caso in cui il giudice confermi la morosità dell'affittuario, anche ai periodi precedenti è riconosciuto un credito di imposta, pari alle imposte versate sui canoni scaduti e non percepiti


    In questi casi, il reddito dei fabbricati è determinato sulla base della sola rendita catastale
    "Sappiamo gioire, sappiamo soffrire, sappiamo stringere i denti.
    Siamo la gente della Juve.
    Gente che si riconosce quando si guarda negli occhi.
    Gente che sa accettare i risultati conseguiti SUL CAMPO"
  8. the last story  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5960947
    dracoSe opti per la cedolare, q aunto pare in sede di dichiarazione dei redditi verserai già un acconto, inoltre a quanto sembra non puoi più fare gli adeguamenti istat

    A prima vista comunque sembra convenga solo con i redditi medio-alti, ti conviene farti fare una simulazione e vedere qual'è la cosa migliore.


    Gli affitti non percepiti possono non essere riportati nella dichiarazione dei redditi a partire dal termine di convalida dello sfratto per morosità


    Nel caso in cui il giudice confermi la morosità dell'affittuario, anche ai periodi precedenti è riconosciuto un credito di imposta, pari alle imposte versate sui canoni scaduti e non percepiti


    In questi casi, il reddito dei fabbricati è determinato sulla base della sola rendita catastale

    In questo momento sono alquanto confuso. Quindi la cedolare è una opzione e si può continuare a pagare come abbiam sempre fatto? :-O E' una cosa strana...letteralmente devo farmi il calcolo su quale tassa MI CONVIENE pagare O_O. Se fare cumulo sull'irpef oppure una aliquota secca al 21 o 19 % che però non fa cumulo sul reddito.Ho capito bene?
    Se si, prevedo che molti commercialisti continueranno alla vecchia maniera. Ok, ma il comune allora come si finanzia con il federalismo se tutti scelgono di continuare a fare cumulo con l'irpef? Voglio dire...non mi è chiarissimo questo sistema, io credevo che tutti dovevano versare il 21% dell'affitto recepito al comune dove ha sede l'immobile, al fine di "finanziarlo".
    Sto facendo casino io, oppure c'è un qualche bug?Comunque, non volendo rompere le scatole più del dovuto, vado a leggermi l'articolo di confedilizia
    http://www.confedilizia.it/FedFisc.htm

    se ci sono altri articoli chiari ed esaustivi, li accetto volentieri.
    Ex capoReda di ConsoleGeneration (sempre nei miei ricordi)
    Codice 3DS: 1504-5679-6076
    codice wii Lucacat 4633-3406-7081-5109
  9.     Mi trovi su: Homepage #5960980
    Forse tu intendi la IMup (che sostituirà anche l'ici), ma si parla di 2013 o 2014 (mi pare)


    La cedolare, confermo, che rimane opzionale

    :)
    "Sappiamo gioire, sappiamo soffrire, sappiamo stringere i denti.
    Siamo la gente della Juve.
    Gente che si riconosce quando si guarda negli occhi.
    Gente che sa accettare i risultati conseguiti SUL CAMPO"
  10. the last story  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5960990
    Ah se mi rimettono l'ICI sulla prima casa (o come diamine si chiamerà), con tutto il casino che ho fatto proprio per la "prima casa"....credo di no, sarebbe ridicolo. In caso contrario non voglio sapere nulla prima che mi butto dalla finestra della prima casa.
    Ex capoReda di ConsoleGeneration (sempre nei miei ricordi)
    Codice 3DS: 1504-5679-6076
    codice wii Lucacat 4633-3406-7081-5109
  11.     Mi trovi su: Homepage #6151562
    Riporto in alto questo topic per chiedere chiarimento riguardo al fallimento dell'azienda in cui lavoravo e per non aprirne inutilmente un altro.

    Finalmente dopo quasi due anni sono arrivati i soldi del TFR e degli stipendi non ricevuti, non faccio in tempo a versarli sul mio conto che chiama l'avvocato per chiedere la sua percentuale.
    Mi domando come devo comportarmi, le spese legali non sono a carico del ex titolare ? o l'avvocato non dovrebbe recuperare la sua parcella dal ricavato del fallimento ?

    In caso dovessi pagare io c'è una percentuale legale da tenere in considerazione o decide l'avvocato ?, in giro leggevo il 10% ma altri dicono anche il 20%.

    Giusto per precisare l'avvocato che si è occupato delle pratiche è stato scelto dall'azienda e si è occupato delle pratiche di tutti i dipendenti.

  CUD in caso di fallimento

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina