1.     Mi trovi su: Homepage #5967567
    Apro questo 3d per capire come la pensate su questa cosa e cioè: A voi basta che un professionista sia tale, ma che pecchi di umanità, tatto e gentilezza, oppure è una cosa che ricercate, quando ad esempio dovete ricorrere a un parere o visita medica? :rolleyes:
  2. No comment...  
        Mi trovi su: Homepage #5967573
    LedaApro questo 3d per capire come la pensate su questa cosa e cioè: A voi basta che un professionista sia tale, ma che pecchi di umanità, tatto e gentilezza, oppure è una cosa che ricercate, quando ad esempio dovete ricorrere a un parere o visita medica? :rolleyes:

    Se ci sono sono sempre graditi.
    "bye bye lazie "

    http://www.youtube.com/watch?v=8cX917rBTyA
  3. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5967610
    LedaApro questo 3d per capire come la pensate su questa cosa e cioè: A voi basta che un professionista sia tale, ma che pecchi di umanità, tatto e gentilezza, oppure è una cosa che ricercate, quando ad esempio dovete ricorrere a un parere o visita medica? :rolleyes:

    secondo me ci deve essere il giusto mix...

    in ogni caso, soprattutto in ambito medico, preferisco un dottore professionale con poco tatto che un cialtrone sensibile e gentile :asd:
  4.     Mi trovi su: Homepage #5967729
    rx2secondo me ci deve essere il giusto mix...

    in ogni caso, soprattutto in ambito medico, preferisco un dottore professionale con poco tatto che un cialtrone sensibile e gentile :asd:

    Il problema è che, come per le medicine, vige la convinzione che più fa stare peggio più si starà meglio. Una sorta di pegno da pagare, che più fa schifo la cura, migliore sarà la ricompensa e quindi la guarigione.
    Capita che i dottori appaiano professionali quando trattano di merda la gente, mentre una maggiore educazione viene vista come insicurezza. Spesso si giustifica il non essere cacati dal professore di turno come un segno che, non avendo tempo da perdere nemmeno nel rispettare le regole richieste dall'educazione, la persona deve essere molto importante e competente.
    Spesso non è così. Se può essere bravi senza essere dei montati e si può essere montati capendone meno degli altri, anche se magari si è primari. Dipende sempre da caso a caso, c'è ovviamente anche il montato maleducato che effettivamente è un genio nel suo campo, anche se non dovrebbe essere una giustificazione al comportamento.
    Purtroppo l'abilità di una persona la possono sapere solo i colleghi che la conoscono, perchè dall'esterno non si riesce a capire quanto una fama sia meritata e quanto potrebbe essere bravo il dottore di un piccolo ospedale, a cui magari non interessava la carriera universitaria e non ha tutte quelle pubblicazioni o quel narcisismo. Anche seguendo i pareri dei singoli pazienti non ci si può fidare... possono parlare basandosi su un'impressione e comunque non sono del campo.
    \"Even if I go to hell, I will live till the end of
    the world, and if the world does not came to an end,
    I will destroy it with my own hands!\"
  5.     Mi trovi su: Homepage #5968155
    rx2secondo me ci deve essere il giusto mix...

    in ogni caso, soprattutto in ambito medico, preferisco un dottore professionale con poco tatto che un cialtrone sensibile e gentile :asd:

    Credo che nessuno voglia affidarsi a un cialtrone...personalmente a me non piacciono nè quelli che fanno i simpatici e gli sbruffoni nè quelli seri che ti trattano come un pezzo di carne e basta.
    In vita mia, ancora non ho incontrato un medico che sia come " vorrei", ma devo dire che detesto quelli sgarbati e freddi, che invece di rassicurarti almeno un minimo, stanno zitti o ti rispondono in monosillabe e scortesemente... Penso che chi faccia questo mestiere, oltra a essere bravo, debba avere anche una componente " umana", non mi spiego allora, come possano fare un mestiere così a stretto contatto con la gente ( questo vale anche in altri ambiti, ma in questo caso, credo sia una cosa molto importante e che ci debba essere...) se non ti piace il contatto con gli altri esseri umani, che cacchio hai deciso a fare di lavorarci e addirittura curarli?! Beh, qui la risposta ci sarebbe pure... i DINDINI! ma è così squallido e triste che mi verrebbe da dirgli: " Con tanti mestieri che fruttano soldi, proprio questo dovevi fare??" ma è un pensiero mio ovviamente...
  6.     Mi trovi su: Homepage #5968217
    Io preferisco un approccio più distaccato.
    Ho un paio di amici che fanno il medico di prefessione e conosco la loro bontà d'animo e disponibilità. Però in ambito lavorativo trasfigurano. Il problema consiste nell'incapacità da parte del paziente di limitare le proprie nevrosi. Gente che chiede farmaci in continuazione, gente che telefona ad ogni ora del giorno e della notte, gente che confonde emotività e disturbi di salute oggettivi, gente che pretende che il medico sia anche un confessore.
    Stando così le cose, o diventi freddo e distaccato oppure muori per troppa empatia.
    Inoltre, un atteggiamento più freddo evita alla base alcuni tipici comportamenti all'italiana, raccomandazioni, favori da restituire e confusione tra amicizia e ruolo professionale.
    Figlia di Pentesilea e Selene.
  7.     Mi trovi su: Homepage #5968233
    RukoIo preferisco un approccio più distaccato.
    Ho un paio di amici che fanno il medico di prefessione e conosco la loro bontà d'animo e disponibilità. Però in ambito lavorativo trasfigurano. Il problema consiste nell'incapacità da parte del paziente di limitare le proprie nevrosi. Gente che chiede farmaci in continuazione, gente che telefona ad ogni ora del giorno e della notte, gente che confonde emotività e disturbi di salute oggettivi, gente che pretende che il medico sia anche un confessore.
    Stando così le cose, o diventi freddo e distaccato oppure muori per troppa empatia.
    Inoltre, un atteggiamento più freddo evita alla base alcuni tipici comportamenti all'italiana, raccomandazioni, favori da restituire e confusione tra amicizia e ruolo professionale.

    La penso come te, fino ad un certo punto, perchè personalmente, se devo fare un'operazione, che sia di routine o più complessa, io vorrei essere rassicurata almeno un pò, per non parlare di medici che se sentono il paziente lanciare un piccolo urlo di dolore, esclamano: " Eeeee che esagerazione, stia ferma!". Non è così che ci si dovrebbe porre verso una persona spaventata, secondo il mio parere... Mio padre ci lavora sugli ospedali e mi ha sempre detto, che il 90% dei medici, non ha tatto e maniere, pur essendo bravi nel loro mestiere... per me è una lacuna molto grave...
  8.     Mi trovi su: Homepage #5968252
    Certo, hai ragione Leda.
    Dipende anche dal ruolo. Un medico che abbia un paziente in terapia e che debba addirittura operarlo deve avere un quadro completo della persona e allacciare una rapporto di fiducia. Da un altro punto di vista, l'ignoranza e la mancanza di competenza di noi pazienti può fa adirare anche un santo, spesso a forza di "dottor House" e serie televisive, si suggerisce al medico cosa può essere la causa del male oppure si parla a sproposito.
    Comunque sì, ci vuole equilibrio.
    Figlia di Pentesilea e Selene.
  9. gnocca interiore esposta e in pericolo XD  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5968276
    Per me lato umano e lato "cura" (magari da considerare e concepire meglio) sono due cose diverse. E il secondo è fondamentale per un medico dai.
    Curi la gente?
    Allora ti serve cura nel dialogo, cura nell'azione, cura in tutto.
    E chi più ne ha più professionale è.
    Lato umano invece io personalmente lo associo a tutt'altra facoltà e/o professione. Non credo proprio sia indispensabile.
    Anche perché è vero che a zonzo ci stanno un sacco di pazienti "scaricabarile" che come ho letto più su farebbero impazzire alcuni, se costoro non assumessero un atteggiamnto freddino. Associando alla figura medico questioni che non gli competono.
    Dunque io voto a favore del: "freddo e distaccato (giustamente eh) va benissimo, però ci metti molta cura in tutto, anche nel parlare". =b
    Una persona che deve fare una operazione, ha bisogno di sentirti curata. Il resto è in più. Forse pure di troppo.
    Tento anche di scindere il concetto di curata da quello di accudita. Accudita ci si augura ci pensa il partner, se presente, mica ci deve pensare il medico. XD
    Come dire. Cura = rimuovo un problema/"maleficio" < argh, detta così pare peggio. XD
    Accudire = aggiungo un beneficio
    Il medico penso sia un "rimuovi pacchi". Dubito debba occuparsi di aggiungere alcunché. E neanche di mediare/trattare. Non è mica un commerciante. haha





  10.     Mi trovi su: Homepage #5968345
    RukoCerto, hai ragione Leda.
    Dipende anche dal ruolo. Un medico che abbia un paziente in terapia e che debba addirittura operarlo deve avere un quadro completo della persona e allacciare una rapporto di fiducia. Da un altro punto di vista, l'ignoranza e la mancanza di competenza di noi pazienti può fa adirare anche un santo, spesso a forza di "dottor House" e serie televisive, si suggerisce al medico cosa può essere la causa del male oppure si parla a sproposito.
    Comunque sì, ci vuole equilibrio.
    hahahaha è quello che dicevo ieri a mio marito! Tutti credono di avere a che fare con un Dottor House :DD Forse non mi sono spiegata molto bene o magari ho davvero torto in questa cosa ( non mi riferisco a te) ma agli altri, io non voglio un medico che mi coccoli, che mi pigli per culo e non mi dica le cose come stanno, ma preferisco quello che mi dice: " Signora ha questo. Non si preoccupi, stia tranquilla che faremo il possibile, deve solo stare tranquilla e seguire quello che vi dirò" non voglio di certo carezze e caramelle! Solo che qualche giorno fa, ho assistito a una o più "scene" che mi hanno fatta innervosire parecchio, medici che ti rispondono scortesemente e giusto perchè alla 4 domanda, DEVE dare una risposta a un paziente e che cacchio, ne ha il diritto oppure no? Vieni pagato per curarmi e allora curami e non trattarmi da deficiente e dammi spiegazioni, invece di farmi stare in ansia senza dirmi nulla! Beh, forse in questo caso me la prendo perchè la cosa mi tocca in modo particolare, mah...

  Professionalità e " lato umano" ...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina