1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5972173
    E si ritorna in pista, anche quest'anno seguiremo passo-passo tutte le tappe del Motomondiale classi 125, Moto2 e MotoGp
    Questo week-end dal circuito dell'Estoril seguiremo il Gp di Portogallo

    Presentazione a cura di http://www.pianetariders.it/
    Nonostante la lunga pausa, gli echi delle rocambolesche vicende di Jerez percorrono ancora l’aria in vista dell’appuntamento tra i cordoli dell’Estoril. Il prossimo week-end, 29/30 aprile-1 maggio 2011, saranno molti i piloti ad uscire dai box col coltello tra i denti. Ma prima di addentrarci nella consueta panoramica sui Protagonisti del Motomondiale, diamo uno sguardo agli orari di gara e alle DIRETTE TV.

    Sin troppo facile immaginare lo stato d’animo che ribolle sotto la tuta di Casey Stoner dopo l’atterramento subìto da parte Rossi a Jerez e le successive polemiche con i direttori di gara (“rei” di non averlo aiutato a far ripartire la moto per consentirgli di proseguire la corsa). L’australiano, velocissimo e hypermotivato in questa stagione 2011, ha di certo tutte le intenzioni di zittire le chiacchiere a modo suo: con i fatti! Casey -- c’è dascommetterci -- farà ogni cosa per conquistare il rombo d’onore sotto la bandiera a scacchi!

    Anche Ben Spies arriva in Portogallo col dente avvelenato. Dopo aver pregustato il secondo gradino del podio durante l’appuntamento spagnolo, manda tutto alle ortiche con una caduta nel finale. Idem Marco Simoncelli che, anche lui a causa di una scivolata, perde l’occasione di un risultato clamoroso tra i cordoli di Jerez. Proprio questi due potrebbero essere gli outsider più pericolosi tra i Riders candidati alla vittoria. Un duo pronto a trasformarsi in trio con l’inserimento di Valentino Rossi che, con talento e caparbietà (a Jerez cade, ma fa comunque quinto) tenterà in ogni modo il colpo gobbo. The Doctor è arrivato secondo lo scorso anno all’Estoril, alle spalle di Lorenzo.

    E a proposito di Jorge Lorenzo, se quelli visti fin qui saranno i Piloti maggiormente predisposti a graffiare l’asfalto portoghese con rabbia, il Campione del Mondo in carica -- forte dell’ultima vittoria a Jerez – si presenterà al via probabilmente con lo stesso atteggiamento riflessivo e determinato che ha sfoggiato in questo avvio di stagione: un atteggiamento, fino ad ora, risultato vincente!

    Rimane, infine, l’incognita Pedrosa. Lo spagnolo avrà recuperato una condizione fisica ottimale dopo la recente operazione per sistemare la spalla? Con un Dani in forma, e la partenza giusta, si salvi chi può!

    Per quanto riguarda le caratteristiche del circuito, L’Estoril misura 4.182 metri e presenta quattro curve a destra e nove a sinistra, con un rettilineo principale lungo poco meno di un chilometro. La maggiore difficoltà del tracciato portoghese riguarda lo stress cui sono sottoposti gli pneumatici a causa della combinazione “asimmetrica” di curve, lente a sinistra e rapide a destra, che -- unitamente alle numerose staccate violente, dovute ai brevi e numerosi rettilinei -- impongono un’attenzione particolare all’usura delle gomme. Una circostanza che potrebbe riservare brutte sorprese nell’ultima parte di gara, soprattutto ai Riders “meno accorti”.


    ORARI TV:
    Venerdi 29-04-2011:
    **ore 10.15-10.55, Prove libere 1, 125
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 1, Moto GP
    **ore 12.10-12.55, Prove libere 1, Moto 2
    **ore 14.15-14.55, Prove libere 2, 125
    **ore 15.10-15.55, Prove libere 2, Moto GP
    **ore 16.10-16.55, Prove libere 2, Moto 2

    Sabato 30-04-2011:

    ore 1.00, Prove libere, Italia 1, sintesi
    **ore 10.15-10.55, Prove libere 3, 125
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 3, Moto GP
    **ore 12.10-12.55, Prove libere 3, Moto 2
    **ore 14.00-14.40, Qualifiche, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 14.55-15.55, Qualifiche, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 16.10-16.55, Qualifica 2, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    Domenica 01-05-2011:
    **ore 10.00-10.20, Warm Up, Moto 2
    **ore 10.30-10.50, Warm Up, Moto GP
    **ore 11.00-11.20, Warm Up, 125
    **ore 12.15, Gara, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 14.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 15.30, Gara, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    **Questi eventi saranno trasmessi in diretta su Mediaset Premium

    L'ora indicata è riferita all'inizio dell'evento, ed è l'ora italiana




    post in aggiornamento

  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5972177
    Classe 125 -- Il leader 125 Terol pronto per Estoril
    Il pilota di Bankia Aspar è l'uomo da battere dopo le vittorie nei due round iniziali di questa stagione 125.

    La classe 125 approda in Portogallo con Nico Terol (Bankia Aspar), pronto ad aumentare il suo già impressionante vantaggio di 19 punti in classifica generale, su un tracciato in cui ha chiuso sul podio già due volte (compreso il secondo posto dello scorso anno).

    Con alle spalle due vittorie nelle prime due gare della stagione, il pilota spagnolo è sicuramente in forma smagliante, e sarà l'uomo da battere ad Estoril. Oltre all’uomo di Bankia Aspar, molti sono i piloti pronti a darsi battaglia: fra questi, il giovane talento tedesco Jonas Folger (Red Bull Ajo Motorsport) con il suo 5º posto di Losail e 2º a Jerez (il suo secondo podio nel Campionato del Mondo), tenterà di continuare la striscia di risultati positivi in Portogallo, mentre il connazionale Sandro Cortese (Intact Racing Team Germany), lotterà per la prima vittoria di questo 2011.

    La gara di Jerez, resa difficile per le difficili condizioni del tracciato, ha rappresentato per ben sei piloti 125 il miglior risultato ottenuto in un GP fino a questo momento, e tra loro c’è il francesce Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo). Zarco ha completato il podio assieme a Folger e Cortese. Il piazzamento in top 5 ha sicuramente aumentato la fiducia dei due giovani inglesi Danny Kent (Red Bull Ajo Motorsport) e Taylor Mackenzie (Phonica Racing), mentre punteranno al massimo della posta messa in palio i due esperti piloti spagnoli Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) e Sergio Gadea (Blusens da Paris Hilton Racing Team).

    Voglia di riscatto per Héctor Faubel (Aspar Bankia) dopo lo sfortunato inizio stagionale che l’ha visto fuori dalla top ten nelle prime due prove, mentre avrà tutto il pubblico dalla sua Miguel Oliveira (TeamAndalucía Banca Civica) determinato a far bene dopo la caduta costatagli la terza posizione. La coppia del team Mahindra Racing, Marcel Schrötter e Danny Webb, scenderà in pista con l’obiettivo di aggiungere preziosi punti a quelli già conquistati dal pilota tedesco piazzatosi 13º a Jerez.

    Luis Salom (RW GP Racing) tornerà a correre dopo l’operazione subita alla mano destra, mentre il pilota tedesco Kevin Hanus (Team Hanusch) sarà di nuovo in sella ad una Honda come wildcard.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5973882
    Classe Moto2 -- La Moto2 riparte dal Portogallo
    Andrea Iannone ha assunto momentaneamente la leadership della classifica generale, e sarà lui uno dei protagonisti del prossimo bwin Grande Prémio de Portugal previsto per il fine settimana.

    Dopo solo due gare, il Campionato del Mondo Moto2 ha già regalato non poche emozioni e promette molto altro per il terzo round di Estoril che si terrà nel weekend.

    L’italiano Andrea Iannone è l’attuale leader della classifica generale dopo l’ultima vittoria sul circuito di Jerez: l’uomo del team Speed Master cercherà di prolungare il più possibile il suo status, ma dovrà vedersela con altri due piloti partiti benissimo in questo inizio stagionale, Stefan Bradl e Thomas Lüthi, momentaneamente a pari punti.

    Il tedesco Bradl (Viessmann Kiefer Racing), forte della vittoria nella gara inaugurale di Losail e del trionfo di Estoril dell’anno scorso, è fiducioso per la prossima gara, mentre lo svizzero Lüthi (Interwetten Paddock Moto2) ha sempre chiuso sul podio nelle prime due prove del 2011.

    Simone Corsi (Ioda Racing Project) e Alex De Angelis hanno avuto entrambi incoraggianti inizi stagionali, il primo arrivando 3º a Jerez, e il secondo con un podio conquistato sul circuito portoghese nel 2010. L’esordiente Bradley Smith ha invece ben impressionato nelle prime due gare di quest’anno ed ha sempre fatto bene qui ad Estoril, con la vittoria in 125 nelle due ultime stagioni.

    Con loro, Julián Simón (Mapfre Aspar), voglioso del primo podio stagionale, e il connazionale Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), concentrato nell'obiettivo di ottenere i primi punti in Moto2 dopo due round iniziali non proprio convincenti. Scott Redding (Marc VDS Racing) e Kenan Sofuoglu (Technomag-CIP) non saranno da meno, e lotteranno per risalire la classifica generale: il pilota turco fece molto bene lo scorso anno su questo circuito dove debuttò per la prima volta nel Campionato del Mondo come wildcard. Mika Kallio (Marc VDS Racing) proverà a rendere onore a questo suo 150º GP con un risultato memorabile, essendo il primo pilota finlandese a raggiungere questo traguardo.

    Il pilota sudafricano Steven Odendaal salirà di nuovo in sella ad una Suter con il team MS Racing come wildcard, dopo il debutto di Jerez.


    Fonte: http://www.motogp.com
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5973883
    Classe MotoGp -- La MotoGP torna in scena in Portogallo
    Dopo la lunga pausa, la classe regina è pronta a tornare in occasione del bwin Grande Prémio de Portugal di questo fine settimana.

    Sono passate quasi quattro settimane dal secondo round di Jerez, e dopo la lunga pausa conseguenza del rinvio del GP di Giappone in ottobre, il Campionato del Mondo è pronto a ripartire in questo fine settimana da Estoril, teatro del terzo appuntamento con il bwin Grande Prémio de Portugal. Sarà il GP di Portogallo numero 14.

    L’attuale Campione del Mondo, Jorge Lorenzo, difenderà la propria leadership dopo la prima vittoria del 2011 sul bagnato di Jerez, e ad infastidirlo ci saranno Dani Pedrosa, secondo sul podio del circuito spagnolo e fresco di recupero dopo l’intervento al braccio sinistro, e il terzo classificato Nicky Hayden. Con loro altri due grandi protagonisti della spettacolare gara di Jerez, Casey Stoner e Valentino Rossi, coinvolti nella medesima caduta che ha costretto al ritiro l’australiano e al 5º posto il pilota di Ducati.

    Proprio lo spagnolo, pilota di Yamaha Factory Racing, detiene un importante record legato al circuito portoghese: partito dalla pole position, ha conquistato la vittoria nelle tre ultime stagioni consecutive. Lorenzo, da 22 gare sempre fra i primi quattro, è ora al comando della classifica generale con nove punti di vantaggio sul rivale Dani Pedrosa. L’uomo di Repsol Honda arriva in Portogallo fiducioso del fatto che l’operazione eseguita subito dopo Jerez possa risolvere per sempre i problemi al suo braccio sinistro. Anche per il catalano possiamo parlare di record: per lui Jerez ha rappresentato il podio numero 90 in un GP, dichiarandolo il decimo pilota a raggiungere questo traguardo nei 63 anni di storia del Campionato del Mondo.

    Stoner sarà voglioso più che mai di mettersi alle spalle la gara di Jerez, per poter così continuare quanto di buono mostrato in questo inizio stagionale. Il pilota Repsol Honda è finito due volte sul podio di Estoril nella classe regina, ma ancora gli manca il primo posto (vinse una volta in 250), e un risultato del genere sarebbe sicuramente il modo migliore per proseguire questo 2011. Dopo due round, Nicky Hayden è il pilota Ducati con più punti nella classifica generale, seguito dal compagno di squadra Rossi poco dietro. Su questo circuito, l’italiano ha chiuso solo una volta fuori dal podio della prima classe, e può vantare ben cinque vittorie qui.

    Per Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini) e Andrea Dovizioso (Repsol Honda) epiloghi decisamente differenti, con il giapponese che con il 4º posto ha fatto registrare il suo miglior risultato nella classe regina, mentre l’italiano di Repsol Honda si è dovuto accontentare della 12esima piazza. Proprio qui ad Estoril, Andrea Dovizioso è salito sul podio della massima categoria l’ultima volta, in occasione della penultima prova del 2010.

    Héctor Barbera (Mapfre Aspar Team) sfrutterà l’ottimo 6º posto di Jerez per il buon proseguo della stagione, mentre il rookie Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3) affronterà il prossimo circuito, forte del suo ultimo ottavo piazzamento. L’inglese è un altro dei piloti che, approfittando della pausa di quasi 4 settimane, si sono sottoposti ad interventi chirurgici per la risoluzione definitiva di alcuni problemi fisici. Fiducioso anche l’altro esordiente, Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), che si prepara al GP di Portogallo con la speranza di replicare quanto di buono ha fatto a Jerez, settima posizione finale per lui.

    Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) sarà fermamente determinato nell’ottenere il primo podio della sua carriera in MotoGP, dopo esser stato al comando per buona parte della gara di Jerez. Come lui, l’altro uomo di Yamaha Factory Racing, Ben Spies, vuole rifarsi della sfortunata caduta che gli ha negato la possibilità di un podio. Voglia di riscatto anche per Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), dopo lo scivolone fuori pista in Spagna, Toni Elias (Honda LCR), e per il duo del Pramac Racing Team, Loris Capirossi e Randy De Puniet pazientemente in attesa che la fortuna torni presto a sorridere. Il francese si è sottoposto nei giorni scorsi ad un intervento per la rimozione di una vite dal ginocchio sinistro, conseguenza di un incidente durante il GP di Germania della scorsa stagione.

    Desideroso di rientrare in azione, anche lo spagnolo Álvaro Bautista, costretto a rinunciare alle prime due gare a causa della frattura del femore sinistro: il pilota di Rizla Suzuki ha lavorato duramente per rimettersi in forma e il suo ritorno è previsto dopo appena sei settimane dal giorno dell’incidente, anche se solo il parere finale dei medici scioglierà ogni dubbio circa la sua partecipazione.


    Fonte: http://www.motogp.com
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5973889
    Morto il fratello di Yuki Takahashi
    Koki Takahashi, fratello minore del pilota Moto2 Yuki, è rimasto vittima di un tragico incidente costatogli la vita.

    Koki Takahashi, il fratello più giovane del pilota Moto2 Yuki Takahashi, ha perso la vita ieri, domenica 24 aprile, dopo essere stato coinvolto in un incidente stradale a Saitama, in Giappone. Koki, 23 anni, stava rientrando a casa dopo aver preso parte ad un evento di beneficenza per la raccolta di fondi a favore delle vittime del terremoto che ha colpito il suo Paese poco tempo fa. Il funerale del giovane verrà celebrato il 3 e 4 maggio.

    Koki ha partecipato al Campionato del Mondo in tre occasioni come wildcard, due volte in 250 e l’anno scorso nella gara Moto2 di Motegi, ed inoltre la sua presenza era prevista anche per l’All Japan Road Race Championship nella categoria Supersport 600.

    Yuki Takahashi, attualmente con il team Gresini Racing Moto2, ha dichiarato che prenderà comunque parte al bwin Grande Premio de Portugal di Estoril previsto per il prossimo fine settimana.


    --------------
    Bautista fiducioso per Estoril
    Il pilota di Rizla Suzuki, dopo il via libera dato dal dottor Villamor martedì mattina a Madrid, prevede di poter scendere in pista per le libere del bwin Grande Premio de Portugal, in attesa dell'ultimo esame medico di giovedì.
    Bautista fiducioso per Estoril

    Il pilota di Rizla Suzuki, Álvaro Bautista, spera di poter far ritorno in MotoGP durante questo fine settimana, dopo solo 42 giorni dalla frattura del femore sinistro.

    Martedì mattina lo spagnolo ha ricevuto il via libera dal dottor Ángel Villamor del USP Hospital San José di Madrid dopo un attento esame medico, e dovrà ora sottoporsi ad un ultimo controllo direttamente sul circuito di Estoril giovedì.

    L’obiettivo di Álvaro è quello di scendere in pista venerdì mattina per la prima delle due sessioni di prove libere. Sabato mattina sarà la volta dell’ultima sessione di prove, e nel pomeriggio si terranno le qualifiche in cui il pilota spagnolo proverà a guadagnarsi la migliore posizione possibile sulla griglia di partenza. Nel caso in cui l'ultimo esame medico darà esito negativo, la Rizla Suzuki sostituirà Bautista con il pilota giapponese Nobuatsu Aoki.

    Álvaro Bautista:
    "Ce la metterò tutta per riuscire a tornare in pista ad Estoril e penso che sarò in grado di partecipare alla gara. So che sarà difficile ma penso che prima monterò in sella alla moto, più riuscirò a tornare in piena forma. Ho fatto più di 4.500 km e molte sedute in camera iperbarica a Madrid per accelerare la mia guarigione, ci sono stato talmente tante volte che potrei andarci a occhi chiusi! Ho finito la riabilitazione e ho iniziato il programma di preparazione fisica: molto nuoto, bicicletta e altri programmi di fitness per riacquistare le forze per tornare a correre".

    Ha poi aggiunto: "Sarà davvero dura, ma sono totalmente concentrato, il mio obiettivo è quello di tornare sulla GSV-R in Portogallo, al momento riesco a pensare solo a quello, è il mio primo obiettivo. Dopo vedremo che succederà, facciamo un passo alla volta".

    La Rizla Suzuki GSV-R presenterà ad Estoril il nuovo logo "Change and Challenge" utilizzato dalla Suzuki nelle regioni asiatiche per promuovere la nuova gamma di prodotti Suzuki. Rizla Suzuki spera così di catturare l’entusiasmo e la passione di tutti i fan MotoGP in quelle regioni e apprezza tutto il sostegno dato a Bautista in quella che sarà sicuramente un’enorme "sfida", il suo ritorno in pista dopo un grave infortunio.


    Fonte: http://www.motogp.com/i
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5976930
    I medici danno il via libera a Bautista
    Il pilota Rizla Suzuki, Álvaro Bautista, ha superato l’ultimo controllo medico effettuato sul circuito di Estoril quest’oggi, ed ha ottenuto il via libera per scendere in pista durante il fine settimana per il bwin Grande Prémio de Portugal.

    Bautista è stato esaminato dal Chief Medical Officer del dottor Sarmento e dopo un’attenta valutazione delle condizioni fisiche dello spagnolo, è stato giudicato pronto a riprendere l’attività sportiva da subito.

    Appena 41 giorni sono trascorsi da quando il pilota di Rizla Suzuki si ruppe il femore sinistro in Qatar, e già dalle libere di domani mattina potrà prender parte al Gran Premio, dove si potranno valutare anche le sue reazioni in sella alla moto. Se non sarà ritenuto in grado di continuare per il resto del weekend, Rizla Suzuki lo sostituirà con il pilota giapponese Nobuatsu Aoki.

    Álvaro Bautista:
    “Sono davvero contento. Mi è stato dato l’ok per scendere in pista, ma ora devo vedere come sarà tornare in sella ad una moto da gara dopo così tanto tempo. Mi sono allenato con una Supermotard e le sensazioni sono state buone, anche se è una cosa ben diversa salire sulla GSV-R. Vedremo come andranno le cose domani mattina e decideremo come comportarci per il resto del fine settimana”.

    ----------
    Loris Capirossi recupera per Estoril
    La coppia di piloti Pramac Racing in piena forma e pronta a scendere in pista dopo la lunga pausa che ha permesso loro di risolvere i problemi fisici che duravano da tempo.

    Dopo quasi un mese di stop, si torna in pista. il duo del Pramac Racing Team è pronto a tornare in sella alla Desmosedici. Questo mese di pausa è servito a Loris Capirossi per curare la spalla destra afflitta da problemi ai tendini e ai muscoli. Terapia per due volte a settimana e tanto lavoro in palestra. Anche Randy De Puniet è stato sottoposto ad un intervento per la rimozione di una vite al ginocchio sinistro che i medici gli inserirono durante l’operazione alla gamba lo scorso anno al Sachsenring, dove si fratturò tibia e perone.

    Questo di Estoril sarà il terzo weekend di gare, dopo il secondo round di Jerez (Spagna). Il circuito di Portogallo è considerato uno dei più impegnativi del calendario: incorpora curve dall’ampio e costante raggio con staccate decise a rettilinei dalla superficie irregolare e una difficile chicane introdotta nel 1994.

    Estoril rimane un circuito ostico e un po’ sfortunato per Loris Capirossi, che in passato ha collezionato solamente un podio, nel 2001. Tre terzi posti invece è lo score del pilota francese, che spera di ripetersi anche in questa occasione.

    Il tempo potrebbe mescolare le carte: è infatti prevista pioggia per tutti e tre i gioni tra prove libere, qualifiche e gara.

    Loris Capirossi:
    “Estoril mi piace, anche se non ho mai fatto grandi risultati. In queste settimane mi sono allenato due volte al giorno, sono al 90% della mia condizione fisica. Correre sotto l'acqua non sarà facile, ma la moto paradossalmente va meglio sul bagnato. Sono fiducioso, riusciremo a cancellare le prime due sfortunate uscite”.

    Randy De Puniet:
    “C'è tanta voglia di ricominciare. Fisicamente sto bene, e spero che la moto sia pronta per l'Estoril. So che la Ducati può regalarci tante soddisfazioni se lavoriamo bene. Non rimane che dimostrarlo in questi giorni. Il tempo? Forse piove, per me è indifferente”.



    Fonte: http://www.motogp.com/
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5976931
    I numeri del bwin Grande Prémio de Portugal
    I fatti e le statistiche più interessanti in vista del bwin Grande Prémio bwin de Portugal.

    150 –Al bwin Grande Prémio de Portugal, Mika Kallio segnerà il GP numero 150 della sua carriera; è il primo pilota finlandese a raggiungere questo traguardo.

    90 –Con la seconda posizione finale di Jerez, Dani Pedrosa ha ottenuto il podio numero 90. Il catalano è il decimo pilota a raggiungere quest’obiettivo in tutti i 63 anni di storia del Campionato del Mondo.

    50% –Con la vittoria del Gran Premio bwin de España, Jorge Lorenzo ha trionfato in dieci delle venti gare MotoGP dall’inizio del 2010. Gli altri piloti nello stesso periodo hanno fatto segnare: quattro vittorie ciascuno per Casey Stoner e Dani Pedrosa e due vittorie per Valentino Rossi.

    49 –A Jerez, Dani Pedrosa è salito sul podio per la 49esima volta da quando corre nella classe regina. La prossima top3 che conquisterà, farà di lui l’11º pilota che riesce a raggiungere il traguardo dei 50 podi nella prima categoria.

    19.339 sec –Jorge Lorenzo ha vinto la gara di Jerez con 19,339 secondi di vantaggio, che è il più grande margine di vittoria in MotoGP dopo quello di Valentino Rossi nel GP di Portogallo del 2002 con 22,2 secondi.

    15–La vittoria di Jorge Lorenzo in Spagna ha permesso al pilota di salire sul gradino più alto di un podio MotoGP per la 15ma volta. Stesso numero di vittorie per Alex Criville nella classe regina, il pilota spagnolo detentore del precedente primato.

    14 –Questo sarà il GP di Portogallo numero 14. I primi due Gran Premi portoghesi si svolsero, in realtà, in Spagna: il primo nel 1987 sul circuito di Jarama, mentre il secondo nel 1988 a Jerez. Dopo 11 anni d’assenza, il Gran Premio di Portogallo si spostò ad Estoril nel 2000 ripetendosi tutti gli anni fino ai giorni nostri.

    13th –A Jerez, Marcel Schrotter ha chiuso 13 ° regalando così all’esordiente Mahindra team i primi punti di questa stagione 2011.

    11 –Il giorno delle qualifiche di Estoril coinciderà esattamente con l’11º anno in cui Kenny Roberts Jr. (Suzuki) vinse il GP di Spagna 500 a Jerez nel 2000. Terzo si classificò Valentino Rossi - il suo primo podio nella classe regina dopo solo 4 gare in sella ad una 500.

    6 –Sei dei piloti giunti al termine della gara 125 di Jerez hanno fatto segnare il miglior risultato mai ottenuto in un Gran Premio: Johann Zarco, Danny Kent, Taylor Mackenzie, Hiroki Ono, Zulfahmi Khairuddin e Josep Rodriguez.

    5 –Nella classe MotoGP, il team Yamaha ha fatto registrare più successi di tutti ad Estoril, con 5 vittorie. Le altre quattro gare MotoGP di Estoril sono state tutte vinte da piloti Honda. Estoril è l’unico circuito in cui Yamaha ha vinto quattro volte di seguito dopo l’introduzione della 800 in MotoGP.

    5 –Valentino Rossi è il pilota che vanta più successi ad Estoril, avendo vinto la gara della classe regina in cinque occasioni. Poco dietro i piloti Toni Elias, Alvaro Bautista e Jorge Lorenzo che contano 3 vittorie a testa su questo circuito.

    5 –Estoril è uno dei 5 circuiti in cui Casey Stoner non è riuscito a vincere durante il suo periodo con Ducati; gli altri sono Jerez, Le Mans, Silverstone e Indianapolis.

    4 –Il quarto posto finale di Hiroshi Aoyama a Jerez è il miglior risultato in MotoGP ottenuto da un pilota giapponese da quando Shinya Nakano finì quarto il GP della Repubblica Ceca nel 2008.

    4–Estoril è uno dei quattro circuiti del calendario di quest’anno, in cui Ducati non ha mai vinto in MotoGP. Gli altri sono Indianapolis, Le Mans e Silverstone.

    4 –Per la prima volta nella classe regina, con il GP di Spagna Ducati ha avuto quattro piloti tra i primi 7 finalisti.

    2 –Bradley Smith è arrivato 4º nella gara Moto2 in Spagna, ed il collega britannico Kev Coghlan ha concluso 8º. L’ultima volta che due piloti inglesi hanno chiuso tra i primi otto nella classe intermedia risale al Gran Premio italiano del 1999, quando finì 4º Jeremy McWilliams e 7º Jason Vincent.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5977394
    Classe 125 -- Si riaccendono i motori: le FP1 a Tero
    Dopo la lunga pausa, torna in pista la classe cadetta ed è subito lo spagnolo di Bankia Aspar a dominare.
    Si riaccendono i motori: le FP1 a Terol

    Riprende il Campionato del Mondo dopo il lungo break di quasi 4 settimane, ed è subito il solito Nico Terol (Bankia Aspar) a far registrare il miglior tempo della prima sessione di libere del venerdì con un 1:47.746. Dietro di lui chiudono il francese di Avant-AirAsia-Ajo Johann Zarco con 1:48.804 e il compagno di squadra di Terol, Héctor Faubel (Bankia Aspar) con 1:48.909.

    Definiscono la top5 il tedesco Sandro Cortese (Intact Racing Team Germany) con 1:48.957 e lo spagnolo Efrén Vázquez (Avant-AirAsia-Ajo) con 1:49.153. Seguono, nell’ordine, Jonas Folger (Red Bull Ajo Motorsport) e Alberto Moncayo (Team Andalucía Banca Cívica), ultimi a rimanere sotto la barriera degli 1:50, il portoghese Miguel Oliveira (Team Andalucía Banca Cívica), Sergio Gadea (PEV-Blusens-SMX Paris Hilton) e Luis Salom (RW Racing GP).

    Appena fuori dai primi 10, l’italiano Simone Grotzkyj di Phonica Racing: 11esima piazza per lui con 1:50.589.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5977398
    Classe MotoGp -- Riparte la MotoGP: Marco Simoncelli chiude davanti a tutti le FP1
    Sotto un pallido sole, comincia il weekend del bwin Grande Prémio de Portugal ed è l’uomo di San Carlo Honda Gresini a far sue le FP1.

    Tornano in pista i campioni della classe regina e nelle FP1 della mattinata a farsi notare è Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) che fa meglio di tutti e ferma il cronometro su 1:38.032. A seguire l’italiano poco dietro ci sono Casey Stoner (Repsol Honda) con 1:38.241 e il compagno di squadra Dani Pedrosa (Repsol Honda), che con un tempo di 1:38.259 sembra essersi ben ripreso dall’operazione subita alla clavicola sinistra qualche settimana fa.

    La classifica vede poi in 4° posizione lo spagnolo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), che nelle ultime tre stagioni ha sempre dominato su questo circuito e che questa mattina ha fatto registrare un tempo di 1:38.413. Quinta piazza per l’italiano di Ducati, Valentino Rossi, che segna un 1:38.569.

    Altro italiano in sesta posizione, Andrea Dovizioso (Repsol Honda) con 1:38.781, seguito da Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3) con 1:38.862 e dall’americano Ben Spies (Yamaha Factory Racing) che con 1:38.895 è l’ultimo pilota sotto l’1:39.

    Fra i primi 10 anche lo spagnolo Hector Barbera (Mapfre Aspar Team) e l’uomo di Pramac Racing, Randy De Puniet. Undicesima posizione per il suo compagno di squadra, l’italiano Loris Capirossi che chiude con 1:39.848.


    Fonte: http://www.motogp.com
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5977401
    Classe Moto2 -- Takahashi il più veloce della mattinata
    Il pilota giapponese di Gresini Racing Moto2 conclude in prima posizione le FP1 del bwin Grande Prémio de Portugal. Secondo Thomas Luthi e terzo Marc Marquez.

    Anche la Moto2 torna in azione dopo la lunga pausa e a piazzarsi in prima posizione nella sessione di libere della mattinata è Yuki Takahashi (Gresini Racing) che, nonostante il grave lutto di pochi giorni fa (incidente stradale in cui ha perso la vita il fratello minore Koki), ha deciso di prendere parte al weekend di gare bloccando il cronometro su 1:42.402.

    Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2) è dietro di solo 11 millesimi e con loro fra i primi tre c’è anche l’attuale Campione 125 Marc Márquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) con 1:42.455.

    Quinto posto per l’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team) con 1:42.602 e Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) che mette a referto un 1:42.706. Conclude 6º Mika Kallio (Marc VDS Racing Team) con 1:42.780 e completano la top ten Bradley Smith (Tech 3), Andrea Iannone (Speed Master), solo 9º il vincitore dello scorso round di Jerez, e il sammarinese Alex De Angelis (JIR Moto2).

    Poco sotto la coppia di piloti italiani Claudio Corti (Italtrans Racing Team) e Simone Corsi (Ioda Racing Project) rispettivamente con 1:43.131 e 1:43.150.


    Fonte: http://www.motogp.com
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5977575
    Classe 125 --Terol non concede nulla: sue anche le FP2
    Il giovane talento di Bankia Aspar migliora quanto mostrato in mattinata e conclude ancora al primo posto. Sandro Cortese e Johann Zarco con lui in top 3.

    Un tempo incerto, che alterna ampie schiarite a passaggi di nuvoloni poco rassicuranti, accompagna questo secondo turno di libere del venerdì pomeriggio. Poche novità in vetta: lo spagnolo di Bankia Aspar, Nicolas Terol, a un minuto dal termine della sessione, bissa il 1º piazzamento della mattinata con 1:46.385 ovvero circa 1.4 secondi meno delle FP1.

    Balza invece in avanti di due posizioni Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) che si piazza 2º con 1:47.093, abbassando di quasi 2 secondi il precedente tempo. Miglioramenti anche per Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) che con 1:47.449 chiude 3º le FP2 con un margine di 1.4 secondi rispetto al primo turno.

    Quarta piazza per l’altro uomo di Bankia Aspar, Hector Faubel che con 1:47.496 è l’ultimo a tagliare il traguardo sotto l’1:48. Nei primi cinque anche il pilota di casa Miguel Oliveira (Andalucia Banca Civica) con una crono di 1:48.010, ben 2 secondi in meno rispetto alla mattinata.

    È poi la volta dell’altro uomo di Andalucia Banca Civica, Alberto Moncayo, che chiude con 1:48.250, registrando un guadagno di quasi 1.7 secondi. Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), ben 3 secondi meno del tempo delle FP1, Luis Salom (RW Racing GP) e Adrian Martin (Bankia Aspar) completano il gruppo dei primi 10.

    Scivola in 15a posizione lo spagnolo Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing), mentre il primo italiano della lista è Simone Grotzkyj al 14º posto.


    Fonte: http://www.motogp.com
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5977576
    Classe MotoGp -- Venerdì all’insegna di Marco Simoncelli
    L’italiano di San Carlo Honda Gresini riconferma il risultato del primo turno di prove e termina in prima posizione. Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa subito dietro.

    Secondo turno di libere con Marco Simoncelli a farla ancora da padrone: nonostante lo scivolone fuori pista che lo ha visto protagonista a circa 20 minuti dal termine, il pilota di San Carlo Honda Gresini domina le FP2 e stoppa il cronometro sul 1:37.663, migliorando il precedente tempo di 4 decimi.

    Secondo l’attuale Campione in carica, Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), con 1:37.724 a soli 61 millesimi dal leader: 7 i decimi in meno rispetto alla mattina. Mezzo secondo di miglioramento per il catalano di Repsol Honda, Dani Pedrosa, che segue di solo 3 millesimi: sembra quindi che si possa parlare di problemi fisici archiviati per lui.

    Stessa crono per Valentino Rossi (Ducati Team) e Casey Stoner (Repsol Honda): la coppia ferma il cronometro sull’1:38.102, circa mezzo secondo in meno delle FP1 per l’italiano e poco più di un decimo per l’australiano.

    Sesta posizione per Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 1:38.203 per lui , ovvero mezzo secondo di gap con la prima posizione. Buon settimo posto per l’esordiente Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) con 1:38.473: 2 secondi guadagnati rispetto al primo turno.

    Definiscono la top ten, Ben Spies (Yamaha Factory Racing), 8º con 1:38.563, Nicky Hayden (Ducati Team), 9º con 1:38.598, e Hector Barbera (Mapfre Aspar Team) con 1:38.611 in decima posizione.

    Dodicesimo Andrea Dovizioso (Repsol Honda), poco sotto il secondo di differenza con la pole, e 15º Loris Capirossi (Pramac Racing). Sembra essere tornato in buona forma anche il pilota di Rizla Suzuki, Álvaro Bautista, reduce del lungo periodo di riabilitazione dopo la frattura del femore sinistro di Qatar.


    Fonte: http://www.motogp.com
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5977580
    Classe Moto2 -- La pioggia non ferma Takahashi che domina anche le FP2
    Il maltempo non dà problemi al giapponese che chiude davanti il primo giorno di libere del bwin Grande Prémio de Portugal. Ricard Cardus (QMMF Racing Team) è secondo e Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) terzo.

    Cadono le prime gocce sull’asfalto del circuito di Estoril, ma non impediscono al pilota di Gresini Racing Moto2 di ripetere l’ottima performance della mattinata concludendo davanti con un tempo di 1:51:606.

    Con un ritardo di circa 3 decimi, a tagliare il traguardo dopo di lui è lo spagnolo Ricard Cardus (QMMF Racing Team), seguito dall’italiano Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) che segna il suo miglior giro nelle FP2 con 1:53.310.

    Subito fuori dal podio troviamo Bradley Smith (Tech 3 Racing), con 1:53.470, l’attuale Campione 125 Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), con 1:53.980, Randy Krummenacher (GP Team Switzerland Kiefer Racing), con 1:54.162, Xavier Simeon (Tech 3 B), con 1:54.218, l’italiano Raffaele De Rosa (Desguaces La Torre G22), con 1:54.281, Javier Fores (Mapfre Aspar Team Moto2), con 1:55.285, e in decima posizione, Scott Redding (Marc VDS Racing Team), con 1:55.628.

    Molti i piloti che non sono riusciti a tagliare il traguardo a causa delle pessime condizioni della pista: fra questi Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2), giunto secondo nel turno mattutino di prove libere, Mika Kallio (Marc VDS Racing Team), 6º nelle FP1, l’italiano Andrea Iannone (Speed Master), arrivato 9º, e il sammarinese Alex De Angelis (JIR Moto2).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5977938
    Classe 125 -- Sulla pista bagnata Nicolas Terol centra il terzo successo
    Cade la prima pioggia durante la notte sul circuito portoghese. Nicolas Terol (Bankia Aspar) chiude le FP3 in prima posizione. Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport) e Hector Faubel (Bankia Aspar) subito dietro.
    Sulla pista bagnata Nicolas Terol centra il terzo successo

    Cielo grigio, nuvoloni che vanno e vengono e prime gocce cadute durante la notte: così si presenta questo secondo giorno di gare del bwin Grande Prémio de Portugal. Per il turno mattutino delle FP3, scende in pista la classe cadetta ed è ancora Nicolas Terol (Bankia Aspar) a farla da padrone con un 1:54.280: lo spagnolo ha dominato tutte le sessioni di libere, sia sull’asciutto che sul bagnato.

    La top3 vede poi il pilota inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport) che firma un 1:54.658, quasi 4 decimi di differenza del leader, e l’altro uomo di Bankia Aspar, Hector Faubel, che ferma il cronometro su 1:54.830, mezzo secondo in più rispetto al compagno di squadra.

    Quarta piazza all’altro spagnolo, Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), che chiude il turno di prove con un 1:54.998. Sopra la linea dell’1:55 troviamo Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), 5º con 1:55.167, la coppia di piloti spagnoli Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica) e Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing), rispettivamente 6º e 7º con 1:55.311 il primo e 1:55.412 il secondo, Adrian Martin (Bankia Aspar), 8º con 1:55.606, il portoghese Miguel Oliveira (Andalucia Banca Civica), 9º con 1:55.747, e Luis Salom (RW Racing GP) che chiude la top ten con 1:55.859. Ben 7 gli spagnoli presenti nel gruppo di testa.

    Solo 11º il tedesco Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), con 1:56.099 e 14º l’italiano Simone Grotzkyj (Phonica Racing) con 1:56.668.


    Fonte: http://www.motogp.com
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5977988
    Classe MotoGp -- Le FP3 parlano italiano: domina Loris Capirossi
    Turno di sessioni libere del sabato mattina per il terzo round della stagione MotoGP 2011: il pilota di Pramac Racing firma il miglior tempo, seguito da Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) e Valentino Rossi (Ducati).
    Le FP3 parlano italiano: domina Loris Capirossi

    Circuito che alterna zone asciutte a zone ancora umide per la pioggia caduta durante la notte, ma nonostante le condizioni non ottimali, è Loris Capirossi (Pramac Racing) a girare meglio di tutti con 1:44.515: sembra quindi che l’italiano si sia ben ripreso dal fastidio causato dai tendini della spalla destra.

    Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), detentore del record sul giro più veloce del circuito, ha tagliato il traguardo mezzo secondo dietro l’uomo di Pramac Racing, bloccando il cronometro su 1:45.079. È poi la volta della coppia Ducati, Nicky Hayden e Valentino Rossi, rispettivamente 3º e 4º con 1:45.955 per l’americano e 1:46.481 per l’italiano.

    Trio di piloti Repsol Honda ad occupare la quinta, la sesta e la settima piazza: troviamo, nell’ordine, Casey Stoner (Repsol Honda), medesima posizione delle FP2 per lui con 1:47.676, Andrea Dovizioso, che aveva chiuso la giornata di ieri solo 12º (1:47.849), e Dani Pedrosa che chiude con 1:48.102.

    Toni Elias (LCR Honda) arriva 8º con 1:48.140, e il dominatore della prima giornata, Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) non va più su della nona posizione, 1:49.117 per il romagnolo. Decimo il francese Randy De Puniet (Pramac Racing), con 1:50.896, seguito da Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) e Colin Edwards (Monster Yamaha Tech3).


    Fonte: http://www.motogp.com

  Motomondiale 2011: Gp del Portogallo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina