1.     Mi trovi su: Homepage #5987712
    Strano.. a me invece ricorda molto di più il Conan di Howard, debitamente rivisto in chiave leggermente aggiornata, di quanto facesse il primo film.
    .
    Sia chiaro che trovo il primo Conan un capolavoro a modo suo, ma era tanto lontano dal Conan di Howard... ma tanto tanto... questo mi pare leggermente più fedele.
    .
    cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  2.     Mi trovi su: Homepage #5987923
    AndhakaStrano.. a me invece ricorda molto di più il Conan di Howard, debitamente rivisto in chiave leggermente aggiornata, di quanto facesse il primo film.
    .
    Sia chiaro che trovo il primo Conan un capolavoro a modo suo, ma era tanto lontano dal Conan di Howard... ma tanto tanto... questo mi pare leggermente più fedele.
    .
    cheers
    Quoto,la scenografia poi sembra da panico!
    Speriamo bene dai!
    "goditi con calma il tuo corpo che brucia"
    PSN ID Online:Fish_Guts
  3. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5987942
    AndhakaStrano.. a me invece ricorda molto di più il Conan di Howard, debitamente rivisto in chiave leggermente aggiornata, di quanto facesse il primo film.
    .
    Sia chiaro che trovo il primo Conan un capolavoro a modo suo, ma era tanto lontano dal Conan di Howard... ma tanto tanto... questo mi pare leggermente più fedele.
    .
    cheers

    E' sempre il solito discorso: c' è chi vede questi film in funzione dei racconti/fumetti da cui sono tratti; e chi li vede in quanto film e basta!

    Il primo aveva un certo John Milius alla regia (Un Mercoledì da Leoni, Alba Rossa, sceneggiatore di Apocalypse Now). Il remake ha davvero senso in questo caso, con il terzo capitolo di Conan mai realizzato?!

    Non so... anche a me da quello che ho visto nel trailer non ispira particolarmente.
  4. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5988119
    AndhakaStrano.. a me invece ricorda molto di più il Conan di Howard, debitamente rivisto in chiave leggermente aggiornata, di quanto facesse il primo film.
    .
    Sia chiaro che trovo il primo Conan un capolavoro a modo suo, ma era tanto lontano dal Conan di Howard... ma tanto tanto... questo mi pare leggermente più fedele.
    .
    cheers

    Capisco cosa intendi (Swarzy aveva poco a che fare col cimmero), ma allora a sto punto dategli un taglio truce e infame alla Solomon Kane




    Questo mi dà solo la sensazione di "vi ricordate Conan? No? Meglio, l'abbiamo rifatto gggiovane"
    Non inteso come gggiovane il barbaro,ma l'approccio generale

    Boh trishte
  5.     Mi trovi su: Homepage #5988227
    PiccoloE' sempre il solito discorso: c' è chi vede questi film in funzione dei racconti/fumetti da cui sono tratti; e chi li vede in quanto film e basta!

    Il primo aveva un certo John Milius alla regia (Un Mercoledì da Leoni, Alba Rossa, sceneggiatore di Apocalypse Now). Il remake ha davvero senso in questo caso, con il terzo capitolo di Conan mai realizzato?!

    Non so... anche a me da quello che ho visto nel trailer non ispira particolarmente.

    .

    Beh, se viene tratto da una serie di racconti DEVE fare i conti con i racconti stessi in qualche modo. ;) Il primo Conan, pur non essendo proprio fedele, aveva dalla sua una reinterpretazione che stava in piedi, una regia non da poco secondo me e un carisma tutto suo che lo sdoganava, come dici tu, come film, ma non come "film tratto da".


    .

    Questo mi pare, a occhio, più fedele all'idea di Howard, ma ovviamente non è giudicabile il risultato come film finchè non lo si vede. Magari viene benissimo, magari, come dice Gek, è una porcata per giovinastri senza gusto... io ci spero, anche perchè, venisse bene, non è che vado a bruciare tutte le copie del primo Conan accusandolo di apocrifia. :DD

    .

    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  6. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5988249
    gekAppena finito di rivedere il primo su italia1
    Poi ho visto questo trailer e mi son chiesto "perchè?"
    Ci sono tante cose in questo trailer e nessuna sembra Conan



    Tra l'altro non sono neanche tra quelli che schifano a priori questi "remake", è proprio in questo caso che mi è scattata la tristezza

    non è che il dittico anni 80 di conan fosse fedelissimo!! per carità funzionava, emoziona ancora, ma siamo lontani dalle visioni hyboriane di howard... questo sembra più fedele, conan sembra uscito dai disegni di kayanan per quanto è scattante (forse ha un po troppo il nasino alla "modello"), speriamo ci sia il giusto mix ladro, predone, avventuriero e non sia una mazzata continua...
  7. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5988270
    Andhaka.

    Beh, se viene tratto da una serie di racconti DEVE fare i conti con i racconti stessi in qualche modo. ;) Il primo Conan, pur non essendo proprio fedele, aveva dalla sua una reinterpretazione che stava in piedi, una regia non da poco secondo me e un carisma tutto suo che lo sdoganava, come dici tu, come film, ma non come "film tratto da".

    Probabilmente sono io che ho un problema con il "tratto da". Preferisco che sia un "liberamente tratto da".
    Sarà che ho apprezzato di più la versione di Kubrick di Shining, liberamente tratta da, piuttosto che quella fedele richiesta da King anni dopo. Sarà che ho preferito di più Brazil, per nulla fedele al libro, di 1984, che invece era copia-carbone del libro. Sarà che ci sono migliaia di esempi di film liberamente tratti migliori di film tratti. Sarà che uno ci si fa il callo. Ma francamente l' ultima cosa che guardo in un film è quanto sia fedele all' opera da cui è tratto.
  8. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5988398
    Sì, io sono dell'idea di Piccolo, nel senso...
    Pensare a qualcosa di fedele in termini di opera periodizzata è un'utopia, troppi autori, troppe mani, estetica difforme. Per fare un esempio recente, è palese considerare il Batman di Schumacher come una bestemmia, quando in realtà inquadra molto bene quasi un decennio di fumetto, che aveva quelle caratteristiche lì. Così come quello di Burton e Nolan.

    Nel caso di Howard l'autore è unico, però il Ciclo di Conan ha atmosfere, trasformazioni e tematiche diverse. In una fase Conan è un ragazzo poco più che sedicenne che passa la vita a fare il ladruncolo e spassarsela (La torre dell'Elefante, Gli intrusi a palazzo ecc.) Più avanti è un corsaro a caccia di pirati (la Regina della costa nera, Oltre il fiume nero ecc.). In una fase è un guerriero di professione che lo porterà ad essere il leader di una sommossa militare contro il dominio di Aquilonia (L'ora del Dragone). E ancora, la sua amicizia epistolare con Lovecraft lo porterà a scrivere storie del tutto horror con Conan come protagonista (Gli accoliti del cerchio nero, Ombre al chiaro di luna). Insomma, pur trattandosi di letteratura considerata ormai alta, il povero Howard per sbarcare il lunario seguiva le tendenze dell'epoca e le mode, modellando il suo personaggio caratterialmente e fisicamente. Taciturno in un caso, beone in un altro. Esile e con i capelli corti in un caso, selvaggio e muscolo in un altro.

    il Conan di Milius c'entra poco con il Conan letterario però secondo me vale il principio dall'autorialità. A volte, stranamente, per cogliere l'essenza di una cosa bisogna guardarla da lontano. Il misticismo e la filosofia guerriera che il personaggio matura nei racconti sono rese perfettamente da quell'estetica heroic fantasy che imperversava tra gli anni 70/80, unita alla crescente moda del culturismo e delle riscritture fumettistiche di Conan da parte di Buscema e Neal Adams, che ispirano in misura superiore Milius.
    E' una versione figlia della sua epoca.

    E questo? Beh, io condivido i timori di Gek, più che altro per la poca sobrietà delle scene d'azione. Eppure, in effetti, sembra esserci quel Conan delle città morte e degli orrori del passato dei romanzi, stavolta in senso diretto.Iincredibile come la fantascienza dell'epoca influenzasse la percezione del fantasy in assoluto, spesso Conan combatteva ignaro contro creature venute da altri mondi e venerate come dèi.

    Non resta che attendere...
  9.     Mi trovi su: Homepage #5988418
    PiccoloProbabilmente sono io che ho un problema con il "tratto da". Preferisco che sia un "liberamente tratto da".
    Sarà che ho apprezzato di più la versione di Kubrick di Shining, liberamente tratta da, piuttosto che quella fedele richiesta da King anni dopo. Sarà che ho preferito di più Brazil, per nulla fedele al libro, di 1984, che invece era copia-carbone del libro. Sarà che ci sono migliaia di esempi di film liberamente tratti migliori di film tratti. Sarà che uno ci si fa il callo. Ma francamente l' ultima cosa che guardo in un film è quanto sia fedele all' opera da cui è tratto.

    .

    Beh, io sono dell'idea che tutto dipende. Mi va benissimo il "liberamente tratto da" e non ritengo la mancata aderenza alla fonte una cosa strettamente negativa... ma a quel punto però sono più critico perchè se mi cambi il materiale di partenza che magari porto nel cuore per X motivi e che stai chiaramente sfruttando perchè vuoi arrivare ai fan di quel particolare brand (altrimenti non avresti sprecato il tempo e i soldi a comprare i diritti), allora devi fare un lavoro che abbia una sua dignità.


    .

    Per rimanere in campo cinematografico c'è il primo Conan che con il materiale originale aveva motle discrepanze, ma che aveva una sua dignità eun suo senso... poi c'è l'attuale film di Dylan Dog che invece non ha nessuna scusante. ;) Capisci quindi il mio ragionamento... magari non pretendo l'aderenza integrale, ma almeno fate una rielaborazione ragionata. :D

    .

    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  10. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5988590
    Andhaka.

    Beh, io sono dell'idea che tutto dipende. Mi va benissimo il "liberamente tratto da" e non ritengo la mancata aderenza alla fonte una cosa strettamente negativa... ma a quel punto però sono più critico perchè se mi cambi il materiale di partenza che magari porto nel cuore per X motivi e che stai chiaramente sfruttando perchè vuoi arrivare ai fan di quel particolare brand (altrimenti non avresti sprecato il tempo e i soldi a comprare i diritti), allora devi fare un lavoro che abbia una sua dignità.


    .

    Per rimanere in campo cinematografico c'è il primo Conan che con il materiale originale aveva motle discrepanze, ma che aveva una sua dignità eun suo senso... poi c'è l'attuale film di Dylan Dog che invece non ha nessuna scusante. ;) Capisci quindi il mio ragionamento... magari non pretendo l'aderenza integrale, ma almeno fate una rielaborazione ragionata. :D

    .

    Cheers

    Intanto, ispirato dall' immagine più su, convinto che fosse stata postata casualmente, ho preso il dvd di Salomon Kane che avevo sullo scaffale a prendere polvere da secoli (un regalo non richiesto e non ambito) e me lo sono visto. Il filmetto non è malvagio, senza infamia e senza lode, diciamo. Ma la vera sorpresa è venuta alla fine quando ho scoperto che era tratto (non so quanto liberamente :DD ) dallo stesso Howard padre di Conan.
    Pensa te come può essere il (quasi) caso.
  11. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5989102
    In realtà l'ho scelto proprio in quanto trasposizione truce e recente su schermo di un personaggio Howardiano

    Per capirci è un modo per dire che da Conan non pretendo che sia per forza la mezza tonnellata di muscoli che era Swarzy (che appunto a sua volta era una reinterpretazione moooolto libera del personaggio), anzi potrebbe esser anche meno grosso di questo qua, ma che vorrei trasmettesse quel mondo... BARBARO

    Quello che mi trasmette il trailer è invece quella sensazione di "infantile" tipica della roba dal 2000 in poi, quella finta ignoranza patinata che alla fine prova a far brutto nelle azioni ma di fatto si rivela quasi sempre roba per dodicenni... per render l'idea mi verrebbe un King Kong (prendo di proposito un film e una scena che adoro) che accoppa i T-rex con una violentizzima fatality, ma solo dopo averci fatto un balletto degno degli eroi del bresliin che tanto gasano i bimbiminchia. Non era una bestia di 15 tonnellate che spaccava tutto in un'animalesca e sanguinaria lotta per la sopravvivenza, ma un gion sina in cg

    Io guardo quel trailer e non ci vedo un mondo spartano,sporco,violento,brutale,grezzo e ignorante(Swarzy non sarà stato il sosia di quello del libro ma ERA tutto questo)... ci vedo un raz degan un po' sotto steroidi tutto depilato e pulitino che col capello finto spettinato fa i suoi salti al rallenty combattendo mostri in cg in un mondo dalla fotografia limpida che non mi sembra allontanarsi troppo da un PoP o da un PotC... che se ci penso è roba della Disney

    Solomon Kane invece pur non facendo miracoli si poneva (ripeto,è giusto l'impressione iniziale) in modo più brutale, meno infantile
  12. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #5989149
    gekIn realtà l'ho scelto proprio in quanto trasposizione truce e recente su schermo di un personaggio Howardiano

    Per capirci è un modo per dire che da Conan non pretendo che sia per forza la mezza tonnellata di muscoli che era Swarzy (che appunto a sua volta era una reinterpretazione moooolto libera del personaggio), anzi potrebbe esser anche meno grosso di questo qua, ma che vorrei trasmettesse quel mondo... BARBARO

    Quello che mi trasmette il trailer è invece quella sensazione di "infantile" tipica della roba dal 2000 in poi, quella finta ignoranza patinata che alla fine prova a far brutto nelle azioni ma di fatto si rivela quasi sempre roba per dodicenni... per render l'idea mi verrebbe un King Kong (prendo di proposito un film e una scena che adoro) che accoppa i T-rex con una violentizzima fatality, ma solo dopo averci fatto un balletto degno degli eroi del bresliin che tanto gasano i bimbiminchia. Non era una bestia di 15 tonnellate che spaccava tutto in un'animalesca e sanguinaria lotta per la sopravvivenza, ma un gion sina in cg

    Io guardo quel trailer e non ci vedo un mondo spartano,sporco,violento,brutale,grezzo e ignorante(Swarzy non sarà stato il sosia di quello del libro ma ERA tutto questo)... ci vedo un raz degan un po' sotto steroidi tutto depilato e pulitino che col capello finto spettinato fa i suoi salti al rallenty combattendo mostri in cg in un mondo dalla fotografia limpida che non mi sembra allontanarsi troppo da un PoP o da un PotC... che se ci penso è roba della Disney

    Solomon Kane invece pur non facendo miracoli si poneva (ripeto,è giusto l'impressione iniziale) in modo più brutale, meno infantile

    Hai ragione, purtroppo il cinema ha un target commerciale che pesca inevitabilmente dall'anagrafe: i pimpi devono andare al cinema perché i pimpi hanno i dindi. Cosa ci rimane? La speranza che a registi giusti diano progetti giusti. Con Batman/Nolan ci è andata grassa e difatti il suo personaggio è pregno di psicologia e profondità. Conan aveva bisogno di un grande regista e di grandi investimenti: probabilmente non ci sono né il primo né i secondi.
    Sarebbe stato bello se un Zack Snyder ci avesse lavorato, Conan non è un personaggio di concetto, basta solo una grande estetica.

  Conan

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina