1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6008200
    E si torna nuovamente in pista per un nuovo appuntamento del mondiale di F1
    Questo Week-end,direttamente da Montecarlo, seguiremo il Gp di Monaco :D

    Presentazione a cura di: http://www.blogf1.it/
    Neppure il tempo di metabolizzare quanto successo nell’ultima corsa in Spagna che il circus si sposta nel Principato di Monaco. Sulle stradine di Montecarlo, andrà in scena questo weekend la sesta prova del mondiale di Formula 1 2011, il classico GP di Monaco. Storico, affascinante, ricco di glamour. Questi sono gli aggettivi più utilizzati per descrivere il circuito cittadino per eccellenza, dove si correva ancora prima che la F1 venisse alla luce.

    I 3,34 chilometri del tracciato monegasco rappresentano una vera sfida per i piloti. Tra marciapiedi, tombini e barriere di protezione fin troppo vicine, anche il più piccolo errore qui si paga caro. Il tracciato è corto, ma il GP di Monaco è tra i più lunghi in termini di durata: per completare i 260 Km previsti, spesso si arriva quasi allo scadere delle due ore regolamentari.

    Quella di domenica, sarà una gara piuttosto interessante e qualcuno è pronto a scommettere che non vinceranno i soliti. Ma contrastare lo strapotere Red Bull sarà complicato anche da queste parti. La RB7 in qualifica può contare su un grande margine sugli avversari e, notoriamente, chi riesce a partire davanti a Montecarlo ha già metà vittoria in pugno.

    A differenza degli altri anni, però, c’è la variabile gomme Pirelli. Il costruttore italiano, infatti, farà debuttare a Monaco il pneumatico Pirelli Red Supersoft, ossia la mescola più morbida tra quelle realizzate quest’anno. Il degrado in pista non dovrebbe essere così marcato come quello avuto nelle scorse gare, ma comunque si potrebbero venire a creare situazioni interessanti che, per fortuna, non dovrebbero far diventare la corsa monegasca molto scontata. A Montecarlo servirà a poco o nulla il DRS. Il sistema dell’ala mobile – tra l’altro vietato nelle prove ed in qualifica sotto il tunnel – non aiuterà a fare sorpassi, dato che la DRS zone è di soli 300 metri, sul rettilineo principale prima di arrivare alla curva Saint Devote.

    Fare un giro al limite su questa pista, è roba da mettere i brividi. Figuriamoci farne 78, tra i mille pulsanti al volante e gli avversari vicini.


    INFO
    Lunghezza del circuito: 3,340 km
    Giri da percorrere: 78
    Distanza totale: 260,530 km
    Numero di curve: 19 – 11 destra · 8 sinistra
    Senso di marcia: orario
    Mescole Pirelli: supersoffici/soffici
    Apertura farfalla: 42% della percorrenza

    RECORD
    Giro prova: 1:13.532 – K Raikkonen – McLaren – 2006
    Giro gara: 1:14.439 – M Schumacher – Ferrari – 2004
    Distanza: 1h40:29.329 – F Alonso – McLaren – 2007
    Vittorie pilota: 6 – A Senna
    Vittorie team: 15 – McLaren
    Pole pilota: 5 – A Senna
    Pole team: 11 – McLaren
    Km in testa pilota: 1.459 – M Schumacher
    Km in testa team: 3.004 – McLaren
    Migliori giri pilota: 5 – M Schumacher
    Migliori giri team: 16 – Ferrari
    Podi pilota: 8 – A Senna
    Podi team: 46 – Ferrari
    ———-

    Albo d’oro
    01. 1950 J Fangio – Alfa Romeo
    02. 1955 M Trintignan – Ferrari
    03. 1956 S Moss – Maserati
    04. 1957 J Fangio – Maserati
    05. 1958 M Trintignan – Cooper Climax
    06. 1959 J Brabham – Cooper Climax
    07. 1960 S Moss – Lotus Climax
    08. 1961 S Moss – Lotus Climax
    09. 1962 B McLaren – Cooper Climax
    10. 1963 G Hill – BRM
    11. 1964 G Hill – BRM
    12. 1965 G Hill – BRM
    13. 1966 J Stewart – BRM
    14. 1967 D Hulme – Brabham Repco
    15. 1968 G Hill – Lotus Ford
    16. 1969 G Hill – Lotus Ford
    17. 1970 J Rindt – Lotus Ford
    18. 1971 J Stewart – Tyrrell Ford
    19. 1972 J Beltoise – BRM
    20. 1973 J Stewart – Tyrrell Ford
    21. 1974 R Peterson – Lotus Ford
    22. 1975 N Lauda – Ferrari
    23. 1976 N Lauda – Ferrari
    24. 1977 J Scheckter – Wolf Ford
    25. 1978 P Depailler – Tyrrell Ford
    26. 1979 J Scheckter – Ferrari
    27. 1980 C Reutermann – Williams Ford
    28. 1981 G Villeneuve – Ferrari
    29. 1982 R Patrese – Brabham Ford
    30. 1983 K Rosberg – Williams Ford
    31. 1984 A Prost – McLaren TAG
    32. 1985 A Prost – McLaren TAG
    33. 1986 A Prost – McLaren TAG
    34. 1987 A Senna – Lotus Honda
    35. 1988 A Prost – McLaren Honda
    36. 1989 A Senna – McLaren Honda
    37. 1990 A Senna – McLaren Honda
    38. 1991 A Senna – McLaren Honda
    39. 1992 A Senna – McLaren Honda
    40. 1993 A Senna – McLaren Ford
    41. 1994 M Schumacher – Benetton Ford
    42. 1995 M Schumacher – Benetton Renault
    43. 1996 O Panis – Ligier Mugen Honda
    44. 1997 M Schumacher – Ferrari
    45. 1998 M Hakkinen – McLaren Mercedes
    46. 1999 M Schumacher – Ferrari
    47. 2000 D Coulthard – McLaren Mercedes
    48. 2001 M Schumacher – Ferrari
    49. 2002 D Coulthard – McLaren Mercedes
    50. 2003 J Montoya – Williams BMW
    51. 2004 J Trulli – Renault
    52. 2005 K Raikkonen – McLaren Mercedes
    53. 2006 F Alonso – Renault
    54. 2007 F Alonso – McLaren Mercedes
    55. 2008 L Hamilton – McLaren Mercedes
    56. 2009 J Button – Brawn GP Mercedes
    57. 2010 M Webber – Red Bull Renault



    ORARI TV

    Giovedì 26 maggio
    Prove libere 1: 10:00 – 11:30
    Prove libere 2: 14:00 – 15:30

    Sabato 28 maggio
    Prove libere 3: 11:00 – 12:00
    Qualifiche: 14:00 – 15:00 Qualifiche – Diretta Rai Due

    Domenica 29 maggio
    Gara: 14:00 – Diretta Rai Uno



    Il circuito (in allegato)
    (fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/)
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6008897
    F1, Ferrari: il dt Aldo Costa lascia
    Nuova organizzazione all'interno del "cavallino"

    La Scuderia Ferrari ha annunciato in una nota che da oggi Aldo Costa lascia il suo attuale incarico di Direttore Tecnico. Assumerà nuove responsabilità all'interno dell'Azienda. Contestualmente, le attività tecniche sono state riorganizzate in tre aree: Autotelaio, affidata a Pat Fry, Produzione, sotto la responsabilità di Corrado Lanzone, e Motori ed Elettronica, che resta a Luca Marmorini. Tutti e tre rispondono direttamente al Team Principal Stefano Domenicali.


    Fonte: http://www.datasport.it/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6010964
    GP Monaco, Prove Libere 1: Vettel precede Alonso
    Sebastian Vettel ha ottenuto il miglior tempo nelle prime prove libere del GP Monaco. Il pilota della Red Bull Racing ha preceduto la Ferrari di Fernando Alonso di 113 millesimi. Nico Rosberg è terzo con la Mercedes seguito dall’altra Ferrari di Felipe Massa e dalle due McLaren.

    Mark Webber non ha avuto un buon avvio di weekend. Un problema al cambio sulla sua Red Bull l’ha limitato a soli tre giri di installazione senza alcun giro cronometrato.

    Le condizioni della pista sono migliorate come al solito giro dopo giro e diversi piloti si sono alternati al comando durante la sessione con le due Ferrari, Hamilton e Vettel al comando prima che Rosberg portasse la Mercedes davanti negli ultimi cinque minuti. Poco dopo pero’ prima Alonso e poi Vettel hanno scavalcato il tedesco.

    Dietro di loro Massa, Lewis Hamilton e Jenson Button. Pastor Maldonado è settimo con la Williams. Tonio Liuzzi è andato a sbattere con la HRT all’entrata della chicane mentre Michael Schumacher si è girato ed è finito nelle barriere a St.Devote. Poco dopo Narain Karthikeyan è uscito a sua volta nello stesso punto ma ha evitato l’impatto con le barriere.

    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com


    ----------
    Risultati prove libere1
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m16.619s 25
    2. Fernando Alonso Ferrari 1m16.732s + 0.113 24
    3. Nico Rosberg Mercedes 1m17.139s + 0.520 20
    4. Felipe Massa Ferrari 1m17.316s + 0.697 24
    5. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m17.350s + 0.731 23
    6. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m17.534s + 0.915 24
    7. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m18.527s + 1.908 30
    8. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m18.578s + 1.959 24
    9. Vitaly Petrov Renault 1m18.733s + 2.114 16
    10. Michael Schumacher Mercedes 1m18.805s + 2.186 14
    11. Nick Heidfeld Renault 1m18.928s + 2.309 19
    12. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m19.234s + 2.615 24
    13. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m19.395s + 2.776 24
    14. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m19.463s + 2.844 25
    15. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m19.768s + 3.149 25
    16. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m19.792s + 3.173 26
    17. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m20.083s + 3.464 23
    18. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m21.116s + 4.497 27
    19. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m21.548s + 4.929 32
    20. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m21.758s + 5.139 31
    21. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m21.815s + 5.196 17
    22. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m22.840s + 6.221 13
    23. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1m23.885s + 7.266 37
    24. Mark Webber Red Bull-Renault No time 3
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6011341
    GP Monaco, Prove Libere 2: Alonso davanti con la Ferrari
    Miglior tempo per Fernando Alonso nella seconda sessione di prove libere del GP Monaco di Formula 1. Il pilota spagnolo della Ferrari, a Montecarlo, ha dominato gran parte della sessione precedendo la McLaren di Lewis Hamilton e la Mercedes di Nico Rosberg. Quarto tempo per l’altra McLaren di Jenson Button mentre Sebastian Vettel è quinto con la Red Bull.

    La sessione di Alonso non è iniziata nel migliore dei modi: il due volte campione del mondo ha sfiorato l’incidente con il suo compagno di squadra Felipe Massa, rischiando di tamponare il brasiliano alle Piscine. Evitato il disastro interno, il team di Maranello si è portato davanti proprio con Alonso al passaggio successivo. Il suo tempo di 1.16.408 è bastato fino a quando gli altri piloti non sono passati alle gomme morbide a metà sessione. Vettel si è portato brevemente al comando ma pochi minuti dopo Alonso ha girato in 1.15.123, tempo poi rimasto imbattuto.

    I suoi rivali si sono poi avvicinati con Vettel che si è portato in quinta posizione alle spalle anche di Hamilton, Rosberg e Button ma Alonso è rimasto al comando. Sesto tempo per Massa mentre Michael Schumacher, dopo l’incidente della mattinata, è settimo con la Mercedes.

    Problemi per Webber anche nella seconda sessione, stavolta al KERS. L’australiano ha chiuso con l’ottavo tempo. Adrian Sutil (Force India) e Nick Heidfeld (Renault) completano la top 10.

    Petrov è finito nelle barriere alla chicane e ha accusato qualche danno alla sua Renault mentre Jaime Alguersuari si è girato a St.Devote. Fuoripista senza conseguenze anche per Maldonado e Kovalainen.

    Problema meccanico per Paul di Resta dopo 35 minuti mentre Tonio Liuzzi non ha preso parte alla sessione per problemi idraulici.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com

    -------------
    Risultati completi prove libere2
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Fernando Alonso Ferrari 1m15.123s 42
    2. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m15.228s + 0.105 33
    3. Nico Rosberg Mercedes 1m15.321s + 0.198 44
    4. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m15.448s + 0.325 38
    5. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m15.667s + 0.544 46
    6. Felipe Massa Ferrari 1m15.781s + 0.658 45
    7. Michael Schumacher Mercedes 1m16.356s + 1.233 33
    8. Mark Webber Red Bull-Renault 1m16.642s + 1.519 42
    9. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m17.101s + 1.978 46
    10. Nick Heidfeld Renault 1m17.126s + 2.003 38
    11. Vitaly Petrov Renault 1m17.337s + 2.214 35
    12. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m17.541s + 2.418 47
    13. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m17.570s + 2.447 39
    14. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m17.581s + 2.458 32
    15. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m17.633s + 2.510 49
    16. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m17.706s + 2.583 37
    17. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m17.789s + 2.666 43
    18. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m18.266s + 3.143 50
    19. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m18.490s + 3.367 39
    20. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m19.053s + 3.930 15
    21. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m19.185s + 4.062 40
    22. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m19.338s + 4.215 35
    23. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1m22.066s + 6.943 33
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6013374
    GP Monaco, Prove Libere 3: Alonso e la Ferrari ancora davanti
    Miglior tempo per Fernando Alonso nella terza sessione di prove libere del GP Monaco di F1. Lo spagnolo del team di Maranello ha girato in 1.14.433 precedendo di oltre mezzo secondo la McLaren di Jenson Button e l’altra Ferrari di Felipe Massa.

    Quarto tempo per il campione del mondo Sebastian Vettel (Red Bull Racing) che precede Michael Schumacher (Mercedes GP) e Lewis Hamilton (McLaren).

    Solo settimo Mark Webber con l’altra Red Bull. Il team austriaco comunque sembra essersi nascosto.

    Jaime Alguersuari ha chiuso anzitempo la sua sessione dopo aver accusato una foratura alla posteriore destra a 20 minuti dal termine. Il tempo del pilota della Toro Rosso è stato comunque sufficiente per l’ottava posizione, davanti al compagno di squadra Sebastien Buemi e Sergio Perez (Sauber).

    Nico Rosberg ha perso il controllo della sua Mercedes in frenata alla chicane dopo appena 8 minuti ed è andato a sbattere contro le barriere causando un’interruzione con bandiera rossa. La sessione è stata interrota ancora a cinque minuti dal termine quando Tonio Liuzzi (HRT) è andato a sbattere a St.Devote.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com

    -----------
    Risultati completi prove libere3
    Pos Pilota Team Tempo Gap Giri
    1. Fernando Alonso Ferrari 1m14.433s 18
    2. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m14.996s + 0.563s 17
    3. Felipe Massa Ferrari 1m15.024s + 0.591s 19
    4. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m15.245s + 0.812s 19
    5. Michael Schumacher Mercedes 1m15.310s + 0.877s 21
    6. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m15.386s + 0.953s 14
    7. Mark Webber Red Bull-Renault 1m15.529s + 1.096s 19
    8. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m16.617s + 2.184s 13
    9. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m16.736s + 2.303s 15
    10. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m16.821s + 2.388s 19
    11. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m16.990s + 2.557s 20
    12. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m17.196s + 2.763s 13
    13. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m17.333s + 2.900s 17
    14. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m17.403s + 2.970s 18
    15. Vitaly Petrov Renault 1m17.779s + 3.346s 17
    16. Nick Heidfeld Renault 1m17.880s + 3.447s 17
    17. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m18.069s + 3.636s 17
    18. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m18.115s + 3.682s 20
    19. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m18.580s + 4.147s 21
    20. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m18.808s + 4.375s 21
    21. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m19.259s + 4.826s 19
    22. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m20.115s + 5.682s 15
    23. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1m20.278s + 5.845s 16
    24. Nico Rosberg Mercedes 3
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6013648
    Gran Premio di Monaco - Vettel in pole, Alonso è "solo" quarto
    Sebastian Vettel conquista la pole position in un sabato abbastanza difficile in terra monegasca. Il messicano Perez è infatti rimasto vittima di un gravissimo incidente in Q3.

    Q1, HAMILTON IL PIU’ VELOCE – Prima eliminatoria senza colpi di scena a Montecarlo. I team non prendono eccessivi quanto inutili rischi e girano per testare le gomme e fare il tempo utile per il passaggio al Q2. Di Lewis Hamilton, dopo una battaglia con il compagno di squadra Button, il miglior tempo. L’inglese della McLaren ferma il tempo sull’1:15.207. Alle sue spalle proprio Jenson Button (1:15.397) quindi Sebastian Vettel (1:15.606). Ce la fa Nico Rosberg a ributtarsi nella mischia pole dopo il brutto incidente nelle ultime libere della giornata. Il tedesco della Mercedes chiude in Q1 al quinto posto (1'15"858). Fernando Alonso, il migliore delle seconde e terze libere, si ferma al settimo posto in 1:16.051. Faticano invece la Red Bull di Mark Webber ottavo con gomme soft e Felipe Massa decimo. Michael Schumacher con supersoft piazza la sua Mercedes in nona posizione. Buona la prestazione di Pastor Maldonado che chiude al quarto posto (1:15.819). Non ce la fa invece Vitantonio Liuzzi, protagonista di un incidente nelle ultime libere.

    Q2, ANCORA HAMILTON, FUORI LE LOTUS RENAULT – Rimane fuori dalla seconda eliminatoria Alguersuari, prima sorpresa della giornata. A fare i tempi ancora una volta le McLaren di Hamilton (1:14.275) e Sebastian Vettel (1:14.277). terzo tempo per Jenson Button (1:14.545). Migliorano le Ferrari con Alonso che segna il quarto tempo (1:14.569) e Massa quinto (1:14.648). Entrano in top ten i due debuttanti Pastor Maldonado su Williams e Perez. Fuori le Renault di Petrov e Heidfeld.

    SPAVENTOSO INCIDENTE PER PEREZ! – Comincia nel peggiore dei modi lo sprint per la pole. Nel corso del giro veloce il pilota Sauber Sergio Perez ha perso il controllo della monoposto andandosi a schiantare violentemente nel muro di protezione in uscita del tunnel . Momenti di grande paura con il pilota che non dava cenni, immobile dentro la vettura. Subito intervenuti i medici le qualifiche sono state sospese. Dopo un quarto d’ora le prime informazioni sullo stato di salute del pilota. Perez avrebbe infatti preso coscienza e risposto alle domande dei medici.

    SEBASTIAN VETTEL IN POLE , QUARTO ALONSO – Riprendono a fatica le qualifiche e con soli due minuti a disposizione la situazione non cambia. Sebastian Vettel conquista la pole position con il tempo di 1:13.556. A completare la prima fila Jenson Button a +0.441. Seconda fila con la Red Bull di Mark Webber e Fernando Alonso (+0.927). Ottimo Michael Schumacher che chiude al quinto posto a oltre un secondo da Vettel. Il Kaiser precede l’altra Ferrari di Felipe Massa.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    ----------
    Risultati completi qualifiche
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6013731
    INTERVISTE E COMMENTI POST-QUALIFICHE
    Gran Premio di Monaco - Webber "Sicurezza, a Monaco si rischia"
    Piloti felici per le buone notizie su Perez e concentrati sulla gara. Mark Webber, terzo tempo per lui, parla dei problemi di sucurezza in pista. "Abbiamo visto che c'è ancora tanto lavoro da fare!"

    Sebastian Vettel ottiene la quinta pole della stagione in occasione del Gp di Monaco, sesta prova del mondiale di Formula 1: "E' stata una qualifica molto lunga, con tre sessioni dure dove bisognava dare il 100%. Siamo stati non perfetti nella Q2 ma nelle Q3 abbiamo dato il massimo. La cosa più importante è sapere che Sergio Perez sta bene, abbiamo pensato moltissimo a lui, gli facciamo i migliori auguri e speriamo possa partecipare alla gara domani. Non è stato semplice aspettare tutto questo tempo dopo l'incidente, ho atteso tanto per la pole ma è arrivata. La gara di domani è estremamente lunga, succedono sempre moltissime cose, ci sono 78 giri e con tutti i pit stop di quest'anno puo' succedere di tutto, una cosa che non cambia è che partire qui in pole è molto importante".

    Jenson Button partirà in prima fila accanto a Vettel al gp di Monaco, sesto appuntamento del mondiale di F.1. "Volevamo uscire e spingere per il secondo giro dopo l'incidente di Perez - spiega il pilota britannico della Mclaren - ma non c'era pressione sufficiente nei pneumatici, fortunatamente avevo cominciato bene le Q3 e anche nelle Q2 avevo fatto piuttosto bene. Come Sebastian dico che la cosa piu' importamte è che Perez stia bene".

    Mark Webber partirà in seconda fila dalla terza posizione in occasione del gp di Monaco. Il pilota australiano della Red Bull è fiducioso: "Si può vincere anche partendo dalla terza posizione. La gara sara' più complessa di quella degli anni passati. La sessione e' stata dura per tutti noi". Webber si sofferma soprattutto sull'incidente di Sergio Perez: "Chiaramente la priorità per tutti è sapere che il nostro collega sta bene, i medici hanno preso tutte le precauzioni per estrarlo nel modo migliore dalla vettura. Dal suo incidente però si capisce che qui a Monte Carlo a livello si sicurezza c'è ancora molto da fare".

    -----------
    Gran Premio di Monaco - Alonso "Partenza sarà fondamentale"
    Soddisfatto un "ritrovato" Felipe Massa che per molti gigi ha preferito girare in soft per conservare le supersoft. Alonso torna a parlare di sicurezza...

    Fernando Alonso “Peccato, superare è impossibile” – Non è riuscito a ritrovare il passo delle libere Fernando Alonso. Le qualifiche dello spagnolo sono state ben al di sotto delle previsioni visto i tempi dei test, la bandiera rossa poi ha scombinato i piani della Rossa e dei vari team. “In qualifica la macchina era un po’ meno buona di come la sentivo nelle prove libere e dobbiamo capirne esattamente le ragioni. Oggi pomeriggio c’era una McLaren molto veloce e pensavo che il favorito per la pole fosse Hamilton. Il risultato della Q3 non credo sia rappresentativo dei veri valori in campo perché la bandiera rossa ha scombinato i piani per tanti piloti. Ad Hamilton è andata male mentre alla Red Bull è andato tutto bene. Noi siamo un po’ a metà: dovevamo fare due serie da due giri cronometrati ciascuna, senza rifornimento, e quindi non siamo riusciti a tirare fuori il massimo dalle gomme. Domani secondo me i sorpassi saranno pressoché impossibili, nonostante KERS, DRS e quant’altro. La partenza sarà molto importante e il nostro passo di gara non è male quindi spero di recuperare qualche posizione, sfruttando anche eventuali situazioni impreviste e la strategia”.

    Massa “Ferrari è migliorata” - “Non è andata male, ero abbastanza contento, la macchina è migliorata rispetto alle prove libere e in qualifica ero abbastanza consistente in Q1 e Q2 ed anche in Q3 stavo facendo un buon giro, peccato che ho sbagliato un pochino alla Rascasse dove ho perso tre decimi e poi la sfortuna della bandiera rossa. Comunque sono contento, ho migliorato anche se partito sesto non è primo, ma l'importante è avere la testa alla gara". Felipe Massa commenta così la sua qualifica che domani lo vedrà partire dalla terza fila con il sesto tempo al fianco della Mercedes di Michael Schumacher.

    Pat Fry “Speravamo in risultato migliore” – La Ferrari poteva fare molto di più, parola di Pat Fry, nuovo responsabile tecnico della Rossa. Le sue parole, pubblicate sul sito ufficiale della Ferrari trasmettono il rammarico di una occasione persa: “Oggi speravamo di ottenere un risultato migliore perché il potenziale del nostro pacchetto era all’altezza di un posto in prima fila. Il tempo ottenuto da Vettel non era alla nostra portata ma uno sufficiente per arrivare lì davanti sì. Avevamo scelto di fare due giri cronometrati con ciascuno dei due treni di option disponibili in Q3 ma ciò significava rinunciare al rifornimento nel box: la bandiera rossa ci ha complicato i piani e poi, alla ripartenza della sessione, non c’erano più le condizioni per migliorare il tempo. Per quello che abbiamo visto nelle prove libere di giovedì il nostro passo di gara è discreto quindi potremo provare a dire la nostra. La strategia sarà importantissima: il degrado delle gomme non è molto elevato quindi non penso che vedremo tanti pit-stop quanti se ne sono visti nelle ultime due gare. Dovremo essere bravi a gestire nella maniera migliore ogni imprevisto per cercare di guadagnare delle posizioni rispetto alla griglia di partenza.”



    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6013734
    Gran Premio di Monaco - Perez ancora in ospedale a Monaco
    Giornata difficile a Monaco. Nel corso del Q3 il messicano della Sauber Sergio Perez ha perso il controllo della monoposto, nello stesso punto in cui si era schiantato in mattinata Nico Rosberg, andando a sbattere violentemente sulle barriere di protezione.

    Sono rassicuranti le prime notizie relative al pilota messicano della Sauber Sergio Perez, che è finito violentemente contro le barriere di protezione a 2'26" dalla conclusione delle qualifiche. Il pilota è cosciente e ha parlato con i medici, ma potrebbe esserci qualche problema alle gambe. In queste ore tutti gli accertamenti sanitari a Montecarlo.

    Il pilota lamenta infatti dolori alle gambe. Problemi che però non stanno certo scoraggiando il messicano. Secondo quanto si apprende infatti il pilota Sauber, che ha perso conoscenza per alcuni minuti dopo l'impatto della sua vettura con le protezioni del circuito, avrebbe però espresso ai medici il desiderio di disputare la gara di domenica.

    Un incidente brutto e che ha fatto tornare alla memoria i fatti del 94 quando il tedesco Wendlinger andò a sbattere nello stesso punto e con la stessa vettura, una Sauber. Un incidente quella di Wendlinger che è servito molto negli anni successivi a salvare la vita ad altri piloti. Dopo il crash del 94 infatti iniziarono importanti lavori di potenziamento del sistema di sicurezza nel punto più pericoloso del tracciato.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6013787
    F1, Monaco: nessuna frattura per Perez
    Il pilota della Sauber passerrà la notte in ospedale ma domani vuole correre

    Sospiro di sollievo per Sergio Perez. Sono buone le condizioni di salute del pilota della Sauber, protagonista di un brutto incidente nelle qualifiche al Gp di Monaco. Nel violento urto contro le barriere di protezione della pista il messicano non ha riportato fratture, ma solo qualche contusione.

    Per precauzione Perez resterà in osservazione all'ospedale Princesse Grace di Montecarlo, dove trascorrerà la notte. Nonostante lamenti alcuni dolori alle gambe il pilota, parlando con i medici, ha espresso il desiderio di correre la gara di domani.


    Fonte: http://www.datasport.it/
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6013922
    F1, Gp Monaco: Hamilton retrocesso di due posizioni in griglia
    Da settimo a nono per aver tagliato la chicane della Sainte Devote

    Cambia la griglia di partenza del Gp di Monaco, sesta prova mondiale. Gli steward hanno infatti retrocesso Lewis Hamilton dal settimo al nono posto per aver tagliato la chicane della Sainte Devote.

    Ecco la nuova griglia di partenza (prime 9 posizioni)

    Pos. Pilota Nazione Tempo
    1 Vettel Sebastian (GER) in 0h01'13''556
    2 Button Jenson (GBR) + 00:00:00.441
    3 Webber Mark (AUS) + 00:00:00.463
    4 Alonso Fernando (SPA) + 00:00:00.927
    5 Schumacher Michael (GER) + 00:00:01.126
    6 Massa Felipe (BRA) + 00:00:01.321
    7 Rosberg Nico (GER) + 00:00:02.210
    8 Maldonado Pastor (VEN) + 00:00:02.972
    9 Hamilton Lewis (GBR) + 00:00:01.724


    Fonte: http://www.datasport.it/
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6014167
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6014274
    F1, Monaco: Perez sta meglio, lascerà l'ospedale
    Il pilota Sauber, protagonista di uno spettacolare incidente, ha passato una notte tranquilla

    Notte tranquilla, al Princesse Grace Hospital di Montecarlo, per Sergio Perez. Il pilota della Sauber, ieri protagonista di un brutto incidente nelle qualifiche del Gp di Monaco, sta meglio. Lo rende noto l'ufficio stampa della scuderia.

    Il driver messicano, che ha sbattuto contro le barriere di protezione della pista all'uscita del tunnel, uno dei punti in cui le monoposto raggiungono la massima velocità sulle stradine del Principato, ha riportato una commozione cerebrale e una lesione ad una gamba, ma nessuna frattura. Oggi verrà sottoposto a nuovi accertamenti sanitari. I medici dovrebbero dimetterlo oggi o, al massimo, domani mattina.


    Fonte: http://www.datasport.it
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6014328
    Gran Premio di Monaco - La safety salva Vettel, Alonso è 2°!
    Sebastian Vettel vince il Gran Premio di Monaco aiutato dalla safety car che entra negli ultimi dieci giri dopo l'incidente tra Alguersuari e Petrov (trasportato in ospedale). Secondo posto per Fernando Alonso e terzo Jenson Button.

    La Red Bull sbaglia, sbaglia un'altra volta ma a salvare la domenica storta delle lattine ci pensa la safety car. Sebastian Vettel , con gomme ormai a pezzi,non avrebbe certo resistito agli attacchi di Alonso e Button. Venti giri da brividi, con i tre in fila indiana a giocarsi il Gran Premio di Monaco. Quindi il crash tra Sutil e Alguersuari a mettere fine allo spettacolo monegasco e regalare, è il caso di dirlo, la vittoria al tedesco della Red Bull.

    Succede di tutto a Montecarlo. Alla partenza, parte da sempre tra le più delicate della gara, tutto fila liscio con Vettel che parte benissimo e prende il largo. Alonso brucia Webber guadagnando la terza posizione alle spalle di Button. Nei primi giri a catturare l'attenzione è quindi la sfida, bellissima, tra Hamilton e Schumacher con il tedesco costretto ad arrendersi dopo cinque giri di lotta tradito dalle gomme. Massa al quattordicesimo giro perde parte dell'alettone nel tentativo di sorpasso a Rosberg. La rossa del brasiliano rimane comunque competitiva e Felipe continua quindi a girare senza problemi.

    Il primo colpo di scena si ha al giro 17 con il via al walzer dei pit stop. La Red Bull, per una volta, sbaglia qualcosa e Button ne approfitta. L'inglese, forte della velocità dei suoi meccanici, rientra davanti a Vettel. Alonso resta terzo. Azzeccata la scelta dell'inglese di montare supersoft a differenza dei diretti rivali su soft.

    Diversa strategia invece per Felipe Massa che rimane in pista nel tentativo di resistere con le soft. Un tentativo coraggioso ma vano. Hamilton infatti guadagna terreno e a circa metà gara tenta l'affondo. Un affondo che fa finire Massa contro il muro e quindi ai box ritirato. I commissari decidono di punire con un drive through l'inglese. Esce anche Schumacher ed è safety car. Il primo colpo di scena che riporta i tre protagonisti uniti con una sola differenza: Vettel non si ferma, Alonso cambia le gomme e Button si ritrova in pista ma con l'obbligo di montare la seconda miscela. Al 38esimo giro rientra ai box la safety car e a questo punto comincia la bagarre.

    A trenta giri dal termine infatti i primi tre si ritrovano davanti, praticamente in fila indiana a lottare per il podio. Button con gomme fresche vola recuperando secondi su Alonso e Vettel. il tedesco resiste in testa con lo spagnolo costretto a gestire la situazione alternando giri veloci a calma apparente per non bruciare le gomme da conservare fino alla fine. La lotta va avanti per molti giri, fino a dieci giri dal termine e fino al crash tra Sutil e soprattutto Alguersuari e Petrov. Lo spagnolo esce illeso, per il russo un viaggio in ospedale.

    Bandiera rossa e gara ferma per quasi venti minuti. I tre davanti cambiano gomme e a questo punto diventa un gioco da ragazzi per Vettel resistere al comando negli ultimi sei giri a disposizione.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    -------
    Risultati completi Gara
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6014331
    Classifica mondiale piloti


    1 Vettel Sebastian (GER) 143
    2 Hamilton Lewis (GBR) 85
    3 Webber Mark (AUS) 79
    4 Button Jenson (GBR) 76
    5 Alonso Fernando (SPA) 69
    6 Heidfeld Nick (GER) 29
    7 Rosberg Nico (GER) 26
    8 Massa Felipe (BRA) 24
    9 Petrov Vitaly (RUS) 21
    10 Kobayashi Kamui (JPN) 19
    11 Schumacher Michael (GER) 14
    12 Sutil Adrian (GER) 8
    13 Buemi Sebastien (SVI) 7
    14 Barrichello Rubens (BRA) 2
    15 di Resta Paul (GBR) 2
    16 Perez Sergio (MEX) 2
    17 Karthikeyan Narain (IND) 0
    18 Kovalainen Heikki (FIN) 0
    19 Liuzzi Vitantonio (ITA) 0
    20 Maldonado Pastor (VEN) 0
    21 Glock Timo (GER) 0
    22 d'Ambrosio Jerome (BEL) 0
    23 Alguersuari Jaime (SPA) 0
    24 Trulli Jarno (ITA) 0

    --------
    Classifica mondiale costruttori

    1 RedBull 222
    2 McLaren Mercedes 161
    3 Ferrari 93
    4 Renault 50
    5 Mercedes GP 40
    6 Sauber F1 Team 21
    7 Force India 10
    8 Toro Rosso 7
    9 Williams 2
    10 Virgin 0
    11 HRT F1 Team 0
    12 Team Lotus 0
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6014332
    INTERVISTE E COMMENTI

    Gran Premio di Monaco - Vettel "Gara pazza, risultato fantastico"
    La soddisfazioni di un Sebastian Vettel che ammette il pizzico di fortuna nel finale. Amarezza nelle parole del ferrarista Fernando Alonso e dell'inglese della McLaren Jenson Button

    Sebastian VETTEL "E' incredibile. Sono estremamente felice. E' una pista estremamente 'pazza', è stata una gara 'pazza'. E' un risultato fantastico. E' un grande onore mettere il mio nome tra quello dei vincitori qui. E' stata una giornata perfetta". In queste parole tutta la gioia di Sebastian Vettel, vincitore del Gran Premio di Monaco, sesta prova del Mondiale di F.1. "E' stata una bella gara, ho avuto un buon primo stint e ho preso un buon vantaggio. Poi abbiamo avuto un po' di problemi col cambio e a quel punto Button ha iniziato a prendere un divario. Ma grazie alla safety car ci siamo avvicinati - ha aggiunto il campione del mondo in carica in conferenza stampa - Fernando (Alonso, ndr) ha avuto strategia simile a quella di Jenson, è rientrato dopo il cambio con pneumatici migliori. A quel punto abbiamo deciso di fare un'unica sosta. L'unica possibilità di vincere era questa". "Io - ha detto ancora Vettel - sono rimasto sotto pressione per circa 20 giri e sapevo che gli ultimi 6 sarebbero stati difficili. Ma il nuovo incidente mi ha permesso di cambiare le gomme vecchie e alla fine è stato facile tenere".

    Fernando ALONSO - "Difficile dire cosa poteva succedere, ma prima della safety car io ero sicuro di attaccare e di provare il sorpasso negli ultimi giri". Così Fernando Alonso al termine del Gran Premio di Monaco, vinto da Sebastian Vettel che ha preceduto proprio lo spagnolo della Ferrari in un finale appassionante. "Lui aveva più problemi di me negli ultimi 10 giri, io avevo gestito meglio le gomme pensando di attaccare a fine gara - ha proseguito Alonso -, anche se qui è difficile superare visto che c'è poco spazio, c'è sempre il 50% di rischio incidenti".

    Jenson BUTTON - Il terzo posto nel Gp di Monaco alle spalle di Vettel e Alonso "E' deludente per me e per la squadra, perchè pensavamo di poter vincere". Lo ha detto Jenson Button in conferenza stampa. "Credo che sia stata una bella gara e devo fare i complimenti a Sebastian e Fernando che sono arrivati davanti - ha aggiunto il pilota della McLaren -. La gara è stata divertente per qualche giro, finche' non e' uscita la prima safety car. Abbiamo optato per tre soste, dopo la prima abbiamo avuto un ottimo passo con le super-soft. Ma la prima safety car ci ha fatto male, poi - ha concluso Button - era difficile superare".


    ---------------
    Gran Premio di Monaco - Alonso "Ci ho provato fino all'ultimo"
    Il ferrarista torna a parlare del risultato ottenuto a Montecarlo. Nonostante l'amarezza per una vittoria sfuggita di mano, l'umore è alto perché finalmente il gap copn le altre monoposto sembra diminuire. FOTO AP/LaPresse

    "Sono passate ventiquattr'ore dalla conclusione del Gran Premio di Monaco e non ho certo cambiato idea. Ieri avevamo la concreta possibilità di vincere la prima gara della stagione e l'interruzione decisa dopo l'incidente di Petrov ed Alguersuari ci ha tolto la chance di provarci fino all'ultimo. Nella seconda parte della gara, dopo il pit-stop, avevo cercato di risparmiare le gomme proprio in previsione degli ultimi giri, quando speravo di approfittare di un'eventuale difficoltà di Sebastian con i suoi pneumatici, visto che li aveva in macchina ormai da tanti giri. Invece questo piano è sfumato ma bisogna accettarlo perché sappiamo che a Monaco situazioni come quelle che si sono verificate ieri sono frequenti" racconta Fernando Alonso sul proprio diario sul sito della Ferrari.

    "Nel dopo gara ho detto che la lotta per mondiale è sempre piu' difficile se non impossibile. Certo, se anche nella gara in cui senti che la vittoria è possibile alla fine s'impone Vettel allora subentra un senso di delusione ma ciò non significa che non continuiamo ad impegnarci, in pista e a casa, sviluppando la macchina. E' chiaro che il ritardo in classifica si fa sempre più ampio: i conti li sappiamo fare ma nè io nè la squadra siamo abituati a mollare la presa. Già oggi abbiamo parlato insieme ai tecnici delle novità che avremo a Montreal ma, soprattutto, del passo avanti che dobbiamo fare per Silverstone, quando torneremo su una pista che richiede tanto carico aerodinamico. Lì capiremo davvero che strada prenderà la nostra stagione. Fino ad allora abbiamo la voglia e il dovere di crederci" afferma il pilota di Oviedo.

    "Sono stato contento di sapere che Sergio Perez ha lasciato già oggi pomeriggio l'ospedale di Monaco. Il suo e' stato un incidente molto brutto e il fatto che ne sia uscito praticamente illeso è molto significativo rispetto ai progressi fatti nella sicurezza delle monoposto di Formula 1. Il pericolo non si può cancellare in assoluto ma si può fare molto per ridurre i rischi per i piloti e per tutti gli addetti ai lavori impegnati in pista" conclude Alonso.


    -----------
    Gran Premio di Monaco - Domenicali "Ci sono molti rimpianti"
    La Ferrari prova ad analizzare il weekend di Montecarlo a metà tra lo stupore dei primi risultati e la delusione di quelli finali

    "Se, alla vigilia di questo Gran Premio, ci avessero detto che avremmo ottenuto il secondo posto ad undici decimi dal vincitore ci avremmo messo la firma ma adesso c'è un po' di rammarico, inutile nasconderlo. Fernando è stato fantastico per tutto il weekend e oggi ha lottato fino all'ultimo metro per la vittoria" afferma Stefano Domenicali al termine del GP di Monaco.

    "Chi ha vinto ha meritato ma certo che la bandiera rossa nella parte finale ha privato il nostro pilota dell'opportunita' di attaccare negli ultimi giri, sfruttando le gomme un po' meno degradate. Alla ripartenza, avendo tutti pneumatici nuovi, non c'e' stato più molto da fare" aggiunge il direttore della gestione sportiva della Ferrari.

    "C'è molto rammarico anche per Felipe, che aveva tutto il potenziale per finire in una buona posizione: la collisione con Hamilton lo ha praticamente messo fuori gioco e subito dopo è finito contro le barriere di protezione. E' passata soltanto una settimana dal doppiaggio subito al Circuit de Catalunya e si è visto come le cose possano cambiare in fretta, in funzione della natura del circuito e del tipo di gomme a disposizione. È chiaro che la situazione nelle due classifiche si sta facendo sempre più difficile ma non molliamo: ci aspettano due gare che, sulla carta, dovrebbero vederci competitivi e poi, prima della pausa estiva, tireremo le somme" conclude Domenicali.

    "Questo è il miglior risultato dell'anno e credo che sia molto importante, soprattutto per la squadra. Ci voleva un podio, ci voleva lottare fino alla fine per la vittoria. Certo, questo è un circuito atipico e non dobbiamo trarre conclusioni da una gara che fa sempre storia a sé" commenta Fernando Alonso.

    "Dobbiamo colmare la distanza che ci separa dai migliori: in Canada avremo alcune novità sulla vettura e speriamo che ci possano essere utili. Ho fatto una bella partenza: se ci fosse stato più spazio forse avrei potuto fare come in Spagna. Poi ho cercato di preservare le gomme per attaccare Vettel nel finale ma è arrivata la bandiera rossa e lì è finita perché, con gomme nuove, era impossibile batterlo. Purtroppo qui gli incidenti possono capitare in qualsiasi momento, fa parte della natura di questo Gran Premio" afferma lo spagnolo.

    "Dobbiamo essere contenti di questo risultato e guardare con fiducia Montreal e Valencia, due gare dove l'anno scorso siamo andati bene. Certo, il distacco in campionato è molto grande ma la stagione e' ancora lunga". Ancora un Gran premio sfortunato per Felipe Massa. "Mi dispiace molto per com'e' finita la mia gara. Dopo che Hamilton ha cercato di superarmi in un punto impossibile come il Loews urtandomi e mandandomi contro Webber, la macchina non era piu' a posto e non riuscivo piu' a girare perche' l'anteriore non aveva aderenza. Per questo nel tunnel lui mi ha affiancato all'interno ed io sono finito sullo sporco e poi contro le barriere di protezione" spiega il pilota brasiliano.

    "In partenza ero scattato bene ma alla prima curva mi sono trovato davanti Webber e Fernando: ero all'esterno e Rosberg è riuscito ad infilarsi. Cosi' ho perso il treno giusto per rimanere vicino ai primi perche' sono rimasto troppo tempo dietro al tedesco della Mercedes. Oggi eravamo competitivi e, visto come sono andate le cose, avevo l'opportunità di finire al quarto posto. Adesso andiamo in Canada, dove speriamo di avere una macchina in grado di lottare come l'abbiamo avuta qui. Il fatto che ci sara' la stessa coppia di pneumatici, soft e supersoft, è sicuramente positivo per noi".


    ---------
    Formula 1 - Hamilton "Penalizzato perché sono nero"
    Lewis Hamilton sbotta al termine del GP di Monaco che lo ha visto retrocesso sulla griglia di partenza e fermato per due volte in gara per gli incidenti con Massa e Maldonado. "Mi penalizzano perché sono nero", ma poi ritratta e si scusa con i commissari e con la FIA

    Tre penalizzazioni in due giorni hanno fatto saltare i nervi a Lewis Hamilton: dopo essere stato retrocesso di due posizioni in griglia per aver tagliato una chicane in qualifica, il pilota della McLaren è stato poi fermato per due volte in gara dai commissari per gli incidenti che hanno coinvolto Felipe Massa e Pastor Maldonado. Nonostante i due drive-through, Hamilton ha comunque chiuso al sesto posto con un giro di vantaggio su Adrian Sutil, ma l'unico pilota che, finora, è riuscito almeno per una volta a stare davanti a Vettel (GP della Cina, Hamilton primo e Vettel secondo) si ritrova ora a 58 punti di distanza dal tedeschino della Red Bull, sempre più leader del Mondiale con 5 successi in 6 gare. E la pazienza, condita da una grande dose di frustrazione, sembra essere già finita.

    "In questa stagione ho visto i commissari 5 volte in 6 gare - è esploso il pilota della McLaren -, forse mi puniscono perché sono nero, come dice sempre Ali G", ha tuonato riferendosi al personaggio immaginario ideato e interpretato dal comico inglese Sacha Baron Cohen.

    Hamilton ha poi ritrattato le dichiarazioni a stampo razzista qualche ora dopo, sotto "invito" della stessa FIA che, per il momento, ha evitato commenti. "E' stata una battuta mal riuscita - ha aggiunto il pilota britannico -. Sono cose che càpitano al termine di una gara molto emozionante e di un pomeriggio pieno di frustrazioni. Non sempre si dicono le parole giuste a caldo, e quella battuta è stata detta al momento sbagliato".

    Dura, invece, la reazione di Felipe Massa: "Ha provato a sorpassarmi in un posto in cui era impossibile farlo. E' stato troppo aggressivo. Quello che ha fatto oggi è stato incredibile e non l'ha fatto solo con me, ma anche con altri piloti. Deve essere penalizzato ancora e ancora, altrimenti non imparerà mai".




    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

  F1 2011: Gp di Monaco

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina