1.     Mi trovi su: Homepage #6018337
    Lo spettro del calcio scommesse torna a minacciare il calcio del nostro Paese. A più di trentanni dallo scandalo che spedì il Milan in serie B e a soli 5 anni di distanza da Calciopoli, una nuova bufera giudiziaria minaccia di ridisegnare la cartina della Serie A, della B e della Lega Pro. Una maxi inchiesta che coinvolge pezzi da novanta del calcio italiano, i quali, secondo le accuse, avrebbero deciso a tavolino diversi incontri di Lega Pro e Serie B. 16 sino ad ora le persone in manette, tra cui spicca il nome dell’ex bomber della Nazionale e del Bologna Beppe Signori e i giocatori Vittorio Micolucci, Vincenzo Sommese, Mauro Bressan, Antonio Bellavista e Marco Paoloni. Risultano indagati anche due altri nomi di spicco della Serie A, l’ex viola Stefano Bettarini e il capitano dell’Atalanta Cristiano Doni.
  2.     Mi trovi su: Homepage #6018343
    Signori dopo l'arresto: «Abbiate pietà di me»

    L'ex attaccante della Lazio: «Io non posso dire nulla, incontrerò il mio legale e poi parlerà lui per me»

    ROMA, 1 giugno - «Ma non avete pietà in questa situazione? Abbiate pietà. Io non posso dire nulla, incontrerò il mio legale e poi parlerà lui per me». Queste le uniche parole di Beppe Signori, raggiunto telefonicamente dall'Ansa prima che si recasse in questura a Bologna per l'interrogatorio. L'ex attaccante è agli arresti domiciliari per una inchiesta su partite pilotate e scommesse.

    LE ACCUSE - L'ex attaccante della Lazio e della Nazionale, Beppe Signori, era "elemento centrale del gruppo di scommettitori di Bologna". È quanto emerge dall'ordinanza firmata dal gip di Cremona Guido Salvini che ha portato l'ex bomber agli arresti domiciliari. Nella misura di custodia cautelare si legge che Signori ha partecipato con altre persone "ad una serie di scommesse sulle partite truccate, in particolare, con riferimento alla partita Internazionale-Lecce, di 150 mila euro". Sulla partita Atalanta-Piacenza, invece, Beppe Signori "ha investito 60.000 euro".
  3. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #6018345
    Inter in B... magari!! :D

    Comunque sono degli irresponsabili, guadagnavano cifre folli per giocare a calcio, e si "accontentavano" di 15000 euro per sottostare a queste scommesse. Oltretutto per arrivare a certi obiettivi mettevano a rischio la salute degli altri.
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.
  4.     Mi trovi su: Homepage #6018355
    "Falsati i campionati di B e C"

    L'indagine, condotta dalla squadra mobile di Cremona, ha portato finora a 16 arresti tra cui Beppe Signori. Indagati Doni, capitano dell'Atalanta, e Bettarini. Coinvolto anche il Siena che rischia la promozione come i nerazzurri. Per gli investigatori questa "organizzazione criminale" che condizionava le gare di B e Lega Pro avrebbe cercato di "operare" pure in serie A: nel mirino un tentativo andato male di decidere il risultato di Inter-Lecce

    ROMA, 1 giugno 2011 - Un'inchiesta sul calcio scommesse che travolge tutti. Giocatori, soprattutto, colpevoli di aver fortemente condizionato negli ultimi mesi il risultato di alcuni incontri dei campionati di serie B e di Lega Pro. I reati contestati sono associazione a delinquere ed estorsione. E tra i sedici arrestati c'è Beppe Signori. Per l'ex capitano della Lazio e attaccante della Nazionale, Beppe Signori, sono stati disposti gli arresti domiciliari. Ventotto gli indagati dell'inchiesta chiamata Ultima Scommessa, tra cui il capitano dell'Atalanta Cristiano Doni: il suo nome risultava infatti come referente nelle intercettazioni sulle partite di B. Sotto inchiesta ci sono infatti tre gare dell'Atalanta e una del Siena, neopromosse in A che adesso rischiano grosso. Sempre tra gli indagati c'è anche Stefano Bettarini. Mentre un'ordinanza di custodia cautelare è arrivata pure all'ex centrocampista Mauro Bressan e ad Antonio Bellavista, ex capitano del Bari. Ma l'operazione è ancora in corso e l'elenco potrebbe allungarsi. In totale sono 18 le gare sotto inchiesta, tra cui 5 di B e una di A (Inter-Lecce).

    ORGANIZZAZIONE CRIMINALE — L'indagine, che ha portato a sette ordinanze di custodia cautelare in carcere e nove arresti domiciliari, è partita - spiega il capo della mobile di Cremona, Sergio Lo Presti - a seguito di un episodio di metà novembre 2010. Alcuni giocatori sono rimasti intossicati a seguito dell'assunzione di bevande. "Qualcuno degli indagati - dice Lo Presti - avrebbe operato un tentativo di adulterazione delle bevande per compromettere la prestazione della Cremonese". I calciatori e gli ex giocatori professionisti fermati erano parte integrante di una vera e propria "organizzazione criminale" nella quale ognuno aveva specifici compiti e ruoli, il cui obiettivo era quello di manipolare gli incontri a loro vantaggio. Gli indagati, secondo l'indagine, sarebbero anche riusciti a condizionare alcune partite, attraverso accordi verbali e impegni di carattere pecuniario. Nei confronti dei sedici arrestati, sostengono gli investigatori, ci sono prove "importanti ed inconfutabili".

    INTER-LECCE
    — Secondo gli investigatori nella stessa organizzazione esisteva un gruppo più avveduto che cercava di condizionare giocatori e dirigenti di serie A. In particolare c'è una risultanza su Inter-Lecce, tentativo non andato a buon fine: l'idea era quella di giocare sull'over per l'Inter, mentre il risultato fu 1-0. Come emerge infatti dall'ordinanza Marco Paoloni, attuale portiere del Benevento, arrestato questa mattina e detenuto nel carcere di Cremona, aveva fatto credere ad altre persone che sarebbe riuscito a contattare alcuni giocatori del Lecce per combinare la partita. Tra gli scommettitori nell'ordinanza, oltre a Signori, viene indicato anche Stefano Bettarini. Paoloni, acquistato a gennaio dalla Cremonese che voleva liberarsene perché il suo nome era già stato associato alle scommesse, domenica avrebbe dovuto giocare la semifinale playoff per la B. "Paoloni era una delle figure centrali, al tempo stesso era calciatore e scommettitore" ha detto il Gip. Al momento risultano sotto inchiesta quattro gare della Cremonese e tre del Benevento.

    SERIE B FALSATA — Gli effetti dell'inchiesta potrebbero essere pesantissimi. Il gip Salvini ha spiegato che l'attività dell'organizzazione "rischia di avere già falsato alcuni dei risultati dei vari campionati: basti pensare che l'Atalanta e il Siena sono state recentemente promosse in serie A e si tratta di due delle squadre coinvolte" nella vicenda. Continua Salvini: "L'attività dell'associazione è infatti tuttora in corso e sta incidendo sulle ultime fasi dei vari campionati, con gravi danni per le società, per gli scommettitori leali e per la regolarità delle competizioni sportive".

    DONI E ATALANTA-PIACENZA — A proposito di Atalanta, il capitano Cristiano Doni è indagato per aver collaborato con l'organizzazione per far sì che la partita Atalanta-Piacenza del 19 marzo terminasse con almeno 3 gol e favorire così alcuni soggetti che avevano scommesso su questo risultato. Quel match si è concluso 3-0 per l'Atalanta.

    IL TARIFFARIO — Il gip di Cremona Guido Salvini, nell'ordinanza di custodia cautelare riguardante le partite truccate, ha spiegato che "la frequenza delle manipolazioni è impressionante" con "situazioni in cui sono gestite contemporaneamente fino a 5 partite di calcio da manipolare". Dalle intercettazioni, inoltre, emerge "l'esistenza di una sorta di tariffario di massima per la compera delle partite".

    GLI ARRESTI DI ASCOLI — Arrestati anche il difensore dell'Ascoli Vittorio Micolucci, il centrocampista Vincenzo Sommese e Gianfranco Parlato, ex giocatore di serie B e C. Parlato teneva i contatti con il vertice dell'organizzazione, mentre Sommese risulta dall'ordinanza resa nota dalla squadra mobile di Ascoli "organizzatore, intermediario e scommettitore. In particolare teneva i contatti con Marco Pirani di Ancona", un dentista. A quanto sembra Micolucci e Sommese avevano entrambi problemi economici. Nelle due gare sotto inchiesta (Ascoli-Atalanta e Livorno-Ascoli) Micolucci si era impegnato con l'organizzazione a condizionare la partita verso la sconfitta sia attraverso il suo rendimento che influenzando i compagni. Al momento risulta indagato a piede libero anche un altro tesserato dell'Ascoli di cui non è stato ancora diffuso il nome.Le gare sono poi entrambe terminate con un pareggio. Il capo della squadra mobile Maurilio Grasso ha poi comunicato che "Ascoli e Cremonese non sono però coinvolte come società".

    LE PERQUISIZIONI — Coinvolti anche titolari di agenzie di scommesse e liberi professionisti, mentre gli indagati sarebbero complessivamente una trentina. Gli arresti sono stati eseguiti dagli uomini della Polizia a Bari, Como, Bologna, Rimini, Pescara, Ancona, Ascoli, Ravenna, Benevento, Roma, Torino, Napoli e Ferrara. Nel corso dell'operazione sono state eseguite anche una serie di perquisizioni nelle abitazioni degli indagati, in alcune ricevitorie e presso uno studio di commercialisti che avrebbero consentito di acquisire ulteriori elementi che confermano e ampliano l'indagine.

    LEGA PRO PARTE CIVILE
    — Alla luce "delle notizie pervenute su presunte irregolarità in alcune partite" del campionato, "il presidente della Lega Pro, Mario Macalli - si legge in una nota - ha dato mandato ai propri legali di costituirsi parte civile nei confronti di tutti i responsabili per il danno di immagine subito e a tutela della regolarità dei campionati".
  5.     Mi trovi su: Homepage #6018365
    ECCO TUTTE LE GARE INCRIMINATE - Sono diciotto le gare sotto inchiesta nello scandalo scommesse emerso questa mattina. Si tratta per la maggior parte di partite di Lega Pro Prima Divisione (girone A e B), ma anche di serie B e un incontro di serie A (Inter-Lecce). Come rende noto Agipronews, l’elenco (tra parentesi il risultato finale del match) comprende Cremonese-Spezia del 17 ottobre 2010 (2-2), Monza-Cremonese del 21 novembre 2010 (2-2), Cremonese-Paganese del 14 novembre 2010 (2-0), Spal-Cremonese del 16 gennaio 2011 (1-1), Benevento-Viareggio del 13 febbraio 2011 (2-2), Livorno-Ascoli del 25 febbraio 2011 (1-1), Verona-Ravenna del 27 febbraio 2011 (4-2), Benevento-Cosenza del 28 febbraio 2011 (3-1), Reggiana-Ravenna del 10 aprile 2011 (3-0), Ascoli-Atalanta del 12 marzo 2011 (1-1), Taranto-Benevento del 13 marzo 2011 (3-1), Atalanta-Piacenza del 19 marzo 2011 (3-0), Inter-Lecce del 20 marzo 2011 (1-0), Alessandria-Ravenna del 20 marzo 2011 (2-1), Benevento-Pisa del 21 marzo 2011 (1-0), Padova-Atalanta del 26 marzo 2011 (1-1), Siena-Sassuolo del 27 marzo 2011 (4-0), Ravenna-Spezia del 27 marzo 2011 (0-1). Oltre a queste partite, sotto la lente degli inquirenti ci sono almeno un’altra quindicina di incontri sospetti.
  6. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #6018381
    Mettiamo il caso che il Siena e l'Atalanta rimanessero in b con penalizzazione o retrocesse in c... in A resterebbero Brescia e Samp o salirebbero la terza e la quarta di B ?
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  7.     Mi trovi su: Homepage #6018448
    CALCIOSCOMMESSE: Tutto nasce da un ansiolitico

    Fonte: gazzetta.it

    L'inchiesta è partita in seguito a un episodio insolito, come ha spiegato il procuratore della Repubblica di Cremona, Roberto Di Martino: "Le indagini nascono da un fatto: al termine della gara del 14 novembre 2010 Cremonese-Paganese, finita 2-0 per i padroni di casa, alcuni giocatori della Cremonese si sono sentiti male, in stato confusionale. Uno di questi (Carlo Gervasoni, ndr) ha avuto un incidente d'auto inspiegabile. Questo ha portato il club a denunciare il fatto come sospetto". Le analisi fatte eseguire dal club avevano evidenziato la presenza di Lormetazepam nelle urine, anomalia che convinse il direttore generale Sandro Turotti a portare i risultati in questura a Cremona Turotti mise la polizia al corrente di voci su totonero proprio in occasione della partita Cremonese-Paganese che avrebbe avuto una quotazione da 1 a 6. "Si è capito subito - contonua Di Martino - che era stata mescolata all'acqua una sostanza, un ansiolitico, che i giocatori della Cremonese che hanno bevuto durante la gara o prima. Questa è la ragione del malessere. Sono state disposte intercettazioni e un po' alla volta è emerso tutto: mentre i primi sospetti ruotavano al portiere della Cremonese Paoloni, si è poi capito che non solo questo intervento pericoloso era finalizzato a truccare la gara per vincere soldi alle scommesse ma che esisteva un altro gruppo di persone che stabilmente, quotidianamente, si dedicava a truccare la gare di calcio attraverso la corruzione dei giocatori. Gare che interessano la Lega Pro, serie B e una di serie A. Le gare di serie B riguardano Atalanta e Siena che sono state promosse. Le gare subjudice sono 18, più una quindicina che non emergono chiaramente. Ci sono telefonate che evidenziano 5 interventi gestiti contemporaneamente. Circa 50mila telefonate intercettate. Non si parla di scampagnate in queste conversazioni ma in tutte di calcio, di queste gare truccate. Solo una parte sono state utilizzate. Le persone interessate sono del mondo del calcio, ex giocatori e persone che giocano. Anche insospettabili e imprenditori che avevano l'hobby del gioco".
    A sentirsi male sono stati cinque giocatori della Cremonese (Carlo Gervasoni, Redouanè Zerzouri, Mario Tacchinardi, Riccardo Musetti e Andrea Zanchetta) e un collaboratore della squadra. Hanno assunto benzodiazepine probabilmente disciolte nell'acqua Crodo di cui si avvale la squadra. Per il gip Salvini il farmaco "denominato Lormetazepam" è normalmente utilizzato "per la cura degli stati d'ansia e dei disturbi del sonno". A mettere il sonnifero, secondo il gip, sarebbe stato il portiere Marco Paoloni, assediato dai debiti di gioco.
  8.     Mi trovi su: Homepage #6018600
    beppojosefInter in B... magari!! :D

    Secondo gli investigatori nella stessa organizzazione esisteva un gruppo
    più avveduto che cercava di condizionare giocatori e dirigenti di serie
    A. In particolare c'è una risultanza su Inter-Lecce, tentativo non
    andato a buon fine: l'idea era quella di giocare sull'over per l'Inter,
    mentre il risultato fu 1-0.




    Ci daranno la Coppa dell'Onestà per aver disinnescato il tentativo di truffa..... :felix:
  9. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #6018614
    superpadrepioSecondo gli investigatori nella stessa organizzazione esisteva un gruppo
    più avveduto che cercava di condizionare giocatori e dirigenti di serie
    A. In particolare c'è una risultanza su Inter-Lecce, tentativo non
    andato a buon fine: l'idea era quella di giocare sull'over per l'Inter,
    mentre il risultato fu 1-0.




    Ci daranno la Coppa dell'Onestà per aver disinnescato il tentativo di truffa..... :felix:
    Sì certo :rotfl:
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.
  10.     Mi trovi su: Homepage #6018767
    beppojosefInter in B... magari!! :D

    Comunque sono degli irresponsabili, guadagnavano cifre folli per giocare a calcio, e si "accontentavano" di 15000 euro per sottostare a queste scommesse. Oltretutto per arrivare a certi obiettivi mettevano a rischio la salute degli altri.

    la GDF si è affrettata a dichiarare che Nè Inter nè LEcce risultano coinvolte in nessun modo, al momento
    .
    come scrissi qualche tempo fa, a chi volesse intervenire per modificare i risultati delle partite, non conviene investire sulle squadre e le partite di serie A, troppo sotto i riflettori e con possibili protagonisti dai prezzi ben più alti di quelli che possono servire per corrompere giocatori di serie B o C, che comunque muovono, a livello nazionale, tanti soldi, con le scommesse
    (le ultime parole famose .. mo' si scopre un'altro scandalo calcioscommesse come quello degli anni 80)
  11.     Mi trovi su: Homepage #6018920
    beppojosefSì certo :rotfl:

    Penso non ci sia nessun pazzo in giro che possa solo pensare a un coinvoglimento dell'Inter....
    Semmai tal Paoloni aveva milllantato col clan dei bolognesi (Beppe Signori) di aver contattato i leccesi...Hanno scommesso su vittoria con un sacco di gol dell'Inter....E' finita 1-0...coi leccesi che si davano da fare per salvare gol su gol....Così i bolognes hanno perso un sacco di danè e si sono inzaccati con tal Paoloni....E volevano minacce d'ogni tipo...Chiedere a Beppe nazionale e leggere le intercettazioni.


    Pazzesco Signori...E il solito Bettarini....Ma Signori Peggio...Che schifo, zeppi di soldi e onori....Che schifo...
    E chiede pietà, 'sto Signori....


    Beppone....Per Moggi hanno chiesto quasi 6 anni, per Meani quasi 2.....Mica solo Moggi, eh.....Ma stravince.
  12.     Mi trovi su: Homepage #6019245
    PezzottoDovrebbero indagare anche su Eduardo del Genoa :asd:

    hihihhi povero... ci vorrebbe l'ergastolo!

    ma ragazzi, scusate, ma il nome di bettarini era già saltato fuori in passato o svaglio? per che motivo, ve lo ricordate?

    mentre su tutta la faccenda.. non so che dire.. cioè alla fine qui in Italia il calcio ci fa impazzire, quindi tendiamo a dimenticare i fatti brutti. però a ben pensarci ogni 4-5 anni qualche inchiesta salta fuori, non sempre si approfondisce ma c'è sempre qualcosa... e a me sta cosa non piace per niente!
    "al mio segnale...scatenate l'inferno!" dissi io, davanti alla colazione dell'hotel a 4 stelle di Padova...
  13. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #6019832
    PezzottoDovrebbero indagare anche su Eduardo del Genoa :asd:

    No no lui è proprio scarso :D
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Calcio scommesse: Signori Arrestato, indagati Bettarini e Doni

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina