1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6018456
    E si ritorna in pista, per un nuovo appuntamento del Motomondiale classi 125, Moto2 e MotoGp
    Questo week-end dal circuito di Montemlò seguiremo il Gp di Catalunya


    Presentazione
    a cura di http://www.pianetariders.it/
    Dopo Jerez ed Estoril, il Motomondiale torna ancora una volta ad arroventare il clima iberico con l’attesissimo appuntamento sul circuito catalano del Montmelò. Trascorsa la pausa di 2 settimane, è tanta la voglia di tornare a scatenarsi tra i cordoli, provando a mettere da parte le mille polemiche degli ultimi giorni.

    Tra i protagonisti attesi per l’appuntamento spagnolo, riflettori accesi su Jorge Lorenzo, campione del mondo in carica e idolo locale, e Casey Stoner, dominatore assoluto sull’asfalto di Le Mans. Dopo il podio francese, però, anche in casa Ducati si affilano i cilindri in vista del prossimo week-end di gara.

    Lo squdrone Honda si schiererà al via del GP di Catalunya con l’organico a mezzo servizio. Con Pedrosa acciaccato e SuperSic alle prese con le ormai note vicende, toccherà probabilmente a Stoner e Dovizioso il compito di tenere alto il vessillo della casa Giapponese. Poco male: vista la grinta mostrata in Francia, Casey dovrebbe rivelarsi estremamente competitivo anche sul Montmelò, mentre il Dovi, col secondo posto di Le Mans (solo parzialmente giustificato dalla falcidie di competitors in gara) torna a riproporsi in maniera credibile tra i big.

    A dar fastidio alle Honda ci penserà il solito Jorge Lorenzo, che farà di tutto per non sfigurare davanti ai suoi tifosi, mentre si spera in un colpo di reni di Ben Spies in netto calo rispetto all’inizio di stagione.

    Ma la vera sorpresa potrebbe arrivare dai box Ducati. Sebbene, infatti, la GP11 paghi un gap velocistico evidente rispetto alle avversarie di testa -- gap velocistico che peserà soprattutto sul lungo rettilineo -- le ottime doti in staccata potrebbero favorire il prototipo bolognese nella parte più tecnica del tracciato. Per non parlare poi del fatto che il Montmelò -- dopo il Mugello -- è la pista favorita di Rossi. Qui Valentino ha collezionato 9 vittorie in carriera e altri 4 podi. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per una gara dall’esito imprevedibile.

    Nel’attesa che si accendano i riflettori sul Gp di Barcellona, allora, impariamo a conoscere meglio il tracciato del Montmelò una curva dopo l’altra. La prima che si incontra, la Elf, disegna una esse alla fine del rettilineo di partenza, sul quale si raggiungono velocità particolarmente elevate. Qui è necessario calibrare molto bene i tempi della forte staccata per non arrivare troppo pinzati e ritrovarsi lenti all’uscita della esse.Una buona uscita dalla Elf, infatti, è fondamentale per affrontare in modo efficace il lungo curvone Renault, la cui caratteristica è quella di apparire praticamente infinito. Qui è importante riuscire a non far derapare troppo il posteriore. La curva successiva è la Repsol, forse quella, che più di tutte, può influire sui tempi di percorrenza sul giro se non affrontata a dovere. A seguire, la curva Seat, che si percorre in discesa snocciolando marcia dopo marcia, e quasi costantemente piegati a sinistra con una brusca chicane nel finale che va infilata con grande decisione. Poi c’è la Campsa, e subito dopo il breve rettilineo che porta alla Caixa e alla successiva Banco de Sabadell. Qui la staccata è molto forte ed è sicuramente uno dei punti migliori per tentare un sorpasso. Passata la Europecar, infine, arriviamo alle ultime 2 curve, molto rapide e fondamentali (soprattutto l’uscita dalla ultima, la Holland) per ottenere un buon tempo sul giro, e impostare al meglio il successivo.

    Pista impegnativa e veloce, dunque, con un rettilineo di 1.047 metri (su cui si raggiungono velocità prossime ai 330 Km/h), caratterizzato da violentissime staccate con la ruota che si solleva da terra. Un tracciato che mette a dura prova la bontà ciclistica delle moto e la resistenza dei piloti.



    ORARI TV:

    Venerdi 03-06-2011:
    **ore 9.15-9.55, Prove libere 1, 125
    **ore 10.10-10.55, Prove libere 1, Moto GP
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 1, Moto 2
    **ore 13.15-13.55, Prove libere 2, 125
    **ore 14.10-14.55, Prove libere 2, Moto GP
    **ore 15.10-15.55, Prove libere 2, Moto 2

    Sabato 04-06-2011:
    **ore 1.30, Prove libere, Italia 1, sintesi
    **ore 9.15-9.55, Prove libere 3, 125
    **ore 10.10-10.55, Prove libere 3, Moto GP
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 3, Moto 2
    **ore 13.00-13.40, Qualifiche, 125
    **ore 13.55-14.55, Qualifiche, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    ore 15.00, Qualifiche, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), sintesi
    **ore 15.10-15.55, Qualifiche, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    Domenica 05-06-2011:

    **ore 8.40-9.00, Warm Up, 125
    **ore 9.10-9.30, Warm Up, Moto 2
    **ore 9.40-10.00, Warm Up, Moto GP
    **ore 11.00, Gara, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 12.15, Gara, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 14.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta


    **Questi eventi saranno trasmessi in diretta su Mediaset Premium


    L'ora indicata è riferita all'inizio dell'evento, ed è l'ora italiana


  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6018459
    Classe 125 -- La classe 125 pronta ad affrontare il prossimo GP di Catalogna
    Quinto appuntamento della stagione 2011, Gran Premi Aperol de Catalunya, con Nico Terol saldo al comando della classifica generale del Campionato.

    Il pilota del team Bankia Aspar rimane in cima alla classifica del Campionato del Mondo 125 e si prepara al round numero 5 di questo fine settimana, forte dei 36 punti di vantaggio sul resto della categoria.

    Terol ha condotto finora una stagione praticamente perfetta, macchiata solamente dal risultato finale di Le Mans, dove ha chiuso secondo dopo una battaglia durata un'intera gara con il giovane talento spagnolo Maverick Viñales.

    In passato il circuito di Catalogna ha regalato fortune alterne a Terol: il suo unico podio risale al 2009, quando chiuse secondo, mentre lo scorso anno fu vittima di un brutto incidente che lo costrinse a rimanere in tribuna per il round successivo. Il suo inizio 2011, tuttavia, lascia ben intendere l'alta probabilità di una prima vittoria in questo fine settimana.

    Con la vittoria nel precedente turno di Le Mans, il quarto della sua carriera nel Campionato del Mondo, Viñales è diventato il terzo più giovane vincitore di un GP di tutti i tempi, nonché il più giovane pilota spagnolo a vincere una gara. Il giovane del team Blusens by Paris Hilton, ora 6º in classifica generale, conosce bene il circuito catalano grazie all'esperienza CEV Buckler (Spagnolo Campionato Nazionale) degli ultimi due anni.

    Il pilota che più si avvicina a Nico Terol è Sandro Cortese (Intact Racing Team Germany), che ha dalla sua un miglior piazzamento come quarto nel GP di Catalogna dello scorso anno. Sei punti dietro di lui troviamo Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) in terza posizione, seguito da Jonas Folger (Red Bull Ajo Motorsport) ed Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) a chiudere la top5. Gli esperti Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing Team) ed Héctor Faubel (Aspar Bankia) hanno entrambi conquistato il podio in 125 su questo tracciato.

    Tre wildcard parteciperanno al fine settimana di gare: il pilota locale Josep Rodrigues (Wild Wolf-RACC-MS), l'inglese John McPhee (Racing Steps Foundation KRP) ed il tedesco Kevin Hanus (Team Hanusch).


    Fonte: http://www.motogp.com
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6018462
    Classe Moto2 -- La Moto2 accende in motori in vista di Montmeló
    La stagione 2011 entra in un intenso periodo di gare estivo che ha inizio con il Gran Premi Aperol de Catalunya di questo fine settimana, dove l'intera categoria intermedia proverà ad inseguire l'attuale leader Stefan Bradl.

    Stefan Bradl è l'uomo da battere in Moto2 visto il vantaggio di ben 28 punti che lo vede sul gradino più alto della classifica generale dopo soli 4 round: il pilota di Viessmann Kiefer Racing darà il massimo per continuare la striscia positiva con il prossimo Gran Premi Aperol de Catalunya.

    Cinque gare in sette fine settimana per la classe intermedia: sarà sicuramente tanta, quindi, l'azione da raccontare. Bradl ha vinto due delle quattro gare del 2011, chiudendo 3º a Le Mans dopo essere partito dalla pole. Sono quattro le pole position consecutive nella classe intermedia per il tedesco: come lui Lorenzo nel 2006.

    Subito sotto di lui in classifica generale c'è Julian Simon, del team Mapfre Aspar, lanciato verso la conquista della sua prima vittoria in Moto2. Il pilota spagnolo ha preso parte ai test privati di MotorLand Aragón di settimana scorsa e potrà quindi sfruttare i progressi fatti quando scenderà sulla pista catalana.

    Andrea Iannone (Speed Master), dietro solo ad un punto da Simón, dopo la brutta caduta in Francia proverà l'assalto al podio di Catalogna. L'italiano, partito dalla pole Moto2 dello scorso anno, ha condotto buona parte della gara fino a quando una penalità Ride Through ha fatto sfumare ogni possibilità di trionfo finale.

    Solo tre punti separano Simón, secondo, da Simone Corsi (Ioda Racing Project), in sesta posizione. Yuki Takahashi (Gresini Racing) e Thomas Lüthi (Interwetten Paddock Moto2) sono entrambi saliti sul podio in due occasioni in questa stagione ed hanno chiuso rispettivamente primo e secondo nella gara del 2010 in Catalogna.

    Buono l'inizio stagionale per Alex de Angelis (JiR Moto2) e Bradley Smith (Tech 3), e non è certamente da meno Marc Márquez, dopo i primi punti messi a referto con il GP di Francia. Il pilota del team CatalunyaCaixa Repsol, con la vittoria di Le Mans, è diventato il più giovane vincitore di un GP nella categoria intermedia.

    I fratelli Espargaró, Aleix (Pons HP 40) e Pol (HP Tuenti Speed Up), hanno voglia di impressionare il loro pubblico casalingo, mentre la coppia del team Marc VDS Racing, Scott Redding e Mika Kallio, è ancora alla ricerca dei primi punti della stagione. Sostituirà Raffaele de Rosa, lo spagnolo Carmelo Morales al debutto in quest'avventura nel Campionato del Mondo Moto2 con la squadra Desguaces La Torre G22.


    Fonte: http://www.motogp.com
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6018465
    Classe MotoGp -- Weekend catalano carico d'azione
    Il quinto appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP 2011, il Gran Premi Aperol de Catalunya, si terrà durante questo fine settimana e sarà il primo di sei gare in otto weekend.
    Weekend catalano carico d'azione

    Il Campionato del Mondo MotoGP 2011 entrerà in un intenso periodo di attività nei mesi di giugno e luglio, con sei gare in otto weekend. Il Gran Premi Aperol de Catalunya dà il via alle danze e si presenta come uno dei round chiave di questa stagione, uno di quelli capaci di segnare in maniera cruciale l'andamento del Campionato.

    L’attuale leader della classifica generale e Campione del Mondo Jorge Lorenzo giunge a questo quinto appuntamento con 12 punti di vantaggio sugli avversari. Il maiorchino si è sempre comportato bene qui: nel 2009 fu protagonista di un’emozionante battaglia con Valentino Rossi per la conquista del gradino più alto del podio, mentre lo scorso anno vinse partendo dalla pole. Subito dietro di lui in classifica troviamo Casey Stoner, salito sul podio nelle ultime 4 stagioni in questo tracciato: il pilota Repsol Honda si presenta in Catalogna forte della vittoria di Le Mans, la numero 25 della sua carriera nella classe regina.

    Il grosso punto interrogativo che accompagna l’arrivo di questo fine settimana è la presenza del compagno di squadra di Stoner, Dani Pedrosa. Lo spagnolo si è rotto la clavicola destra durante il GP di Francia, sottoponendosi poi ad un intervento chirurgico tre giorni più tardi: iniziato mercoledì scorso il programma di riabilitazione e fisioterapia, la decisione sul suo ritorno è ancora in forte dubbio. Lo spagnolo, che ha vinto in tutte e tre le categorie in Catalogna, non vuole assolutamente perdere punti preziosi ma è allo stesso tempo consapevole dei rischi che potrebbero derivare da un rientro in azione prematuro.

    Il terzo pilota Repsol, Andrea Dovizioso, ha conquistato il primo podio del 2011 con il secondo posto di Le Mans ed è a soli tre punti di vantaggio dal connazionale Valentino Rossi. L’uomo Ducati è riuscito finalmente a salire sul podio per la prima volta da quando corre con il team di Borgo Panigale: Valentino può contare ben nove successi sul tracciato catalano, di cui sei nella classe regina.

    Nicky Hayden (Ducati Team) e Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini) continuano a pochi punti l’uno dall’altro, mentre il compagno di squadra del giapponese, Marco Simoncelli, è sempre concentrato nella ricerca del primo podio in classe regina. L’italiano, al centro delle polemiche seguite alla caduta di Pedrosa di Le Mans, ha chiuso il GP francese in quinta posizione, nonostante il Ride Through, ed ha già vinto in Catalogna in 250.

    La coppia Monster Yamaha Tech 3, Colin Edwards e Cal Crutchlow, è sulla linea dei 21 punti con Héctor Barberá (Mapfre Aspar Team): per l’esordiente inglese questo sarà l’ennesimo debutto su una pista a lui ancora sconosciuta. Ben Spies proverà a piazzarsi in top 5 per la prima volta in questa stagione, dopo il 6º posto nell'esordio catalano del 2010.

    Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) continua il suo percorso nella classe regina, chiuse 4º in Moto2 lo scorso anno qui, mentre Toni Elias (LCR Honda) e la coppia Pramac Racing, Loris Capirossi e Randy De Puniet, saranno tutti alla ricerca di risultati positivi. L’uomo di Rizla Suzuki, Álvaro Bautista, prenderà parte a quella che sarà la sua terza gara della stagione, concentrato sul lavoro di recupero della piena forma dopo la frattura del femore sinistro in Qatar.

    Il Gran Premi Aperol de Catalunya 2011 segnerà il 20° anno consecutivo di gare motociclistiche sul Circuit de Catalunya da quando è stato incluso per la prima volta nel Campionato del Mondo nel 1992.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6018473
    La Direzione di Gara convoca Marco Simoncelli in Catalogna
    Questa la decisione dalla Direzione di Gara.

    La Direzione di Gara ascolterà il pilota italiano Marco Simoncelli in occasione del Gran Premi Aperol de Catalunya di questa settimana, circa l'incidente del GP di Francia dello scorso round.

    Il Monster Energy Grand Prix de France di Le Mans ha dato vita ad una gara emozionante, ma anche ad un brutto incidente che non farà dimenticare facilmente questo 4º appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP 2011.

    Una manovra di sorpasso iniziata da Marco Simoncelli ai danni di Dani Pedrosa alla curva Chemin aux boeufs ha provocato una caduta nella quale il pilota Repsol Honda si è rotto la clavicola destra. Simoncelli è stato punito con una penalità Ride Through ed ha terminato la gara in quinta posizione.

    --------------
    Ancora dubbi sulla presenza di Pedrosa in Catalogna
    Il pilota Repsol Honda ha scritto nuovamente sul suo blog personale per spiegare come procede la sua riabilitazione e per ringraziare i fan di tutto il sostegno dato.

    Operato tredici giorni fa per la rottura della clavicola destra, Dani Pedrosa sta lentamente facendo piccoli progressi nel proprio recupero fisico, secondo quanto da lui dichiarato lunedì attraverso il suo blog personale. Nonostante ciò, a quattro giorni dall'inizio del Gran Premi Aperol de Catalunya, il pilota di Barcellona non è ancora in grado di pronunciarsi sul suo possibile ritorno per il 5º round del calendario 2011.

    ”In questi giorni è stato fantastico sapere che siete sempre lì, mentre continuo, passo dopo passo, con il mio processo di recupero della clavicola” scrive Pedrosa. “Il lavoro con i fisioterapisti procede bene e, dopo una prima fase di riposo totale, ho già ripreso a muovere un po’ la zona infortunata. Per il momento, non riesco a fornire notizie più concrete. Vorrei davvero essere più preciso, in particolar modo sulla mia presenza in pista nel fine settimana, ma ora non posso assolutamente sbilanciarmi perché al momento nessuno lo sa, né io né il medico”.

    Il pilota spagnolo sottolinea ed apprezza il grande supporto mostrato dai tifosi subito dopo l'incidente del GP di Le Mans del 15 maggio scorso.

    ”So che siete sempre rimasti lì, senza smettere mai di sostenermi, ed è stato molto d’aiuto. Voglio ringraziare particolarmente tutta la gente del fan club. Mi hanno mandato una maglietta firmata da tutti loro e raccolte di canzoni che mi legano a bei ricordi: sicuramente un regalo fantastico” ha dichiarato Pedrosa, che ha poi aggiunto la sua sulla vittoria del corridore spagnolo Alberto Contador al Giro d’Italia e la conquista della Champions League da parte del Barcellona: “Hanno giocato una grande partita e se lo meritano. Sabato sera ci siamo trovati con gli amici per vedere la partita ed è stato uno spettacolo davvero emozionante”.


    ------------
    Simoncelli a Barcellona per voltare pagina
    L'italiano del team San Carlo Honda Gresini assicura che in futuro cercherà di essere più cauto ed attento nel valutare le situazioni di gara.

    Il pilota del team San Carlo Honda Gresini, Marco Simoncelli, giunge a Montmeló con la voglia di guardare avanti e lasciarsi alle spalle lo spiacevole epilogo del precedente appuntamento francese di Le Mans.

    Un episodio che ha indubbiamente lasciato il segno nella mente e nell’animo dell’italiano, ora però desideroso di puntare lo sguardo verso il futuro facendo tesoro di quanto successo e delle conseguenze che lo hanno fatto riflettere a lungo in questa pausa del Mondiale. Quello di Barcellona è un circuito al quale Simoncelli è molto legato e sul quale ha già trionfato quando era in 250: l’obiettivo sarà arrivare il più vicino possibile ad un risultato di prestigio per mostrare a tutti le proprie potenzialità.

    Positivo l’inizio stagionale del compagno di squadra Hiroshi Aoyama, che dopo 4 round si è dimostrato sereno e concreto in gara, con un buon feeling sia con la moto che con la squadra. A Barcellona, dove nel 2009 arrivò secondo in 250, cercherà di migliorare le sue performance in prova ed in qualifica per la conquista di una miglior posizione sulla griglia di partenza, vero punto debole delle prime gare.

    Marco Simoncelli, San Carlo Honda Gresini
    “In queste due settimane di sosta ho pensato parecchio alla gara di Le Mans. Sono ancora dispiaciuto per quel che è accaduto a Dani e spero che per questo week-end si sia già ripreso dall’infortunio. Mi dispiace anche che la Honda non abbia potuto piazzare quattro moto ai primi posti del Gran Premio francese. Insomma, ho riflettuto, ho capito dove ho sbagliato ed in futuro cercherò in certi frangenti di valutare meglio la situazione ed essere un po' più cauto. So che a Barcellona probabilmente non riceverò una standing ovation, ma spero che, se sarò criticato, questo avvenga in maniera civile e non come avviene in altri sport. In ogni caso, vorrei lasciarmi alle spalle le varie polemiche, salire sulla mia moto ed iniziare a lavorare per la gara, nella quale sono sicuro che io e il mio team possiamo puntare in alto”.

    Hiroshi Aoyama, San Carlo Honda Gresini
    “Continuo ad essere abbastanza soddisfatto del mio inizio di stagione. Sono costante e concreto e sto raccimolando punti importanti. Adesso da Barcellona vorrei dare inizio ad una nuova fase del mio positivo inserimento nella MotoGP. Cercherò di essere più determinato anche nelle prove cercando di arrivare ad ottenere una posizione sullo schieramento di partenza che mi consenta di non partire dalle retrovie come nelle prime gare della stagione. So che posso farlo con l’aiuto della mia squadra e con il feeling che ho raggiunto con la moto. Barcellona è un circuito che mi piace e spero di centrare questo obiettivo”.


    Fonte: http://www.motogp.com
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6018478
    Gran Premio di Francia - Operazione alla spalla riuscita per Pedrosa
    Dani Pedrosa è stato operato al Teknon Medical Centre, lo stesso che lo aveva preso in cura lo scorso 6 aprile per l'operazione alla clavicola sinistra. I tempi di recupero non sono noti così come la sua partecipazione al GP di Catalogna

    Dani Pedrosa si è sottoposto oggi a un intervento chirurgico per la frattura alla clavicola destra. La decisione di operarsi è maturato dopo il consulto con i medici in seguito alla caduta dopo il sorpasso di Simoncelli in occasione del Gp di Francia di domenica scorsa.

    Pedrosa si è affidato alle cure del chirurgo ortopedico e traumatologo Joaquim Casañas e al chirurgo vascolare Cesar García-Madrid, la stessa equipe medica del Teknon Medical Centre che lo aveva operato lo scorso 6 aprile alla clavicola sinistra, per rimuovere la placca che comprimeva l'arteria succlavia.

    Durante l'operazione odierna, avvenuta intorno alle 12, la frattura alla clavicola destra è stata fissata con una placca di titanio. Dopo le dovute viste mediche, il pilota Repsol Honda verrà dimesso e la prossima settimana conta di poter iniziare la riabilitazione passiva. Al momento la partecipazione di Dani al Gran Premio di Catalogna è incerta.
    Italpress


    -------------
    Motomondiale - Lorenzo "Simoncelli? Lo avevo detto..."
    Lo spagnolo attacca SuperSic dopo l'incidente con Pedrosa di Le Mans in cui Camomillo si è procurato la frattura della clavicola. "Lui sbaglia e non ci rimette, quelli che pagano siamo noi.." - l'affondo di Lorenzo. FOTO AP/LAPRESSE
    Non si placano le polemiche post Le Mans, figlie del contatto Simoncelli-Pedrosa che è costata la frattura della clavicola destra allo sfortunato spagnolo della Honda. Bersagliato da tifosi e critica, SuperSic incassa un altro attacco, portato direttamente da un suo collega, quel Jorge Lorenzo che già in passato aveva avuto qualche frizione col centauro di Cattolica.

    "La gente pensa che parlo troppo, lo accetto. Ma non mento mai e non mi nascondo. Ora è facile dire che Simoncelli è aggressivo ma io è da un po' che cerco di mettere in guardia tutti. Ma Simoncelli non ascolta perché non vuole crescere, non accetta di perdere ma tutti noi lo facciamo. Così si rischia però che i suoi errori non danneggino mai lui, ma solamente gli altri. Dani è stata la prima grande vittima. Zero punti e clavicola rotta. Una grande penalità per un pilota che quest’anno ha tutto per combattere per il titolo e spero che sia presente alla prossima gara.” - si legge sul Blog personale di Lorenzo.

    Tutti contro Simoncelli quindi? Non esattamente, perché in difesa del pilota italiano si è schierato un po' a sorpresa Alex Criville, ex campione del mondo 500cc, e connazionale proprio di Lorenzo e Pedrosa. Mossa che, evidentemente, non è stata digerita dal campione del mondo che si aspettava ben altra posizione da parte di un connazionale: “Ora Alex che fa il commentatore Tv dovrebbe essere più imparziale. Ha difeso l’atteggiamento aggressivo e spericolato di Simoncelli nei confronti di un connazionale che non è stato molto fortunato.”


    -------------
    Gran Premio di Catalogna - Sic chiede scusa ma la Spagna non perdonab
    Marco Simoncelli sbarca nel paese dove con ogni probabilità ha il numero minore di tifosi, la Spagna. Dopo i fattacci di Le Mans il pilota chiede scusa e si dice dispiaciuto ma gli spagnoli ormai hanno dichiarato guerra

    Marco Simoncelli a Barcellona vuole guardare avanti cercando di lasciarsi alle spalle lo spiacevole episodio del Gran Premio di Le Mans.

    Un "episodio" che come avevamo ribadito "non ci voleva" ed ha segnato mente ed animo del pilota della San Carlo Gresini Honda: "In queste due settimane di sosta ho pensato parecchio alla gara di Le Mans. Sono ancora dispiaciuto per quel che è accaduto a Dani e spero che per questo week-end si sia già ripreso dall infortunio" dice Simoncelli.

    "Sono anche dispiaciuto perchè la Honda non ha potuto piazzare quattro moto ai primi posti del Gran Premio francese. Insomma, ho riflettuto, ho capito dove ho sbagliato ed in futuro cercherò in certi frangenti di valutare meglio la situazione ed essere un po' più cauto. So che a Barcellona probabilmente non riceverò una standing ovation, ma spero che, se sarò criticato questo avvenga in maniera civile e non come avviene in altri sport. In ogni caso, vorrei lasciarmi alle spalle le varie polemiche, salire sulla mia moto ed iniziare a lavorare per la gara, nella quale sono sicuro che io e il mio team possiamo puntare in alto".

    Intanto arrivano notizie preoccupanti di pesanti minacce rivolte proprio a Simoncelli da parte di “tifosi” spagnoli in vista della tappa catalana di MotoGp. Una notizia questa presa seriamente inconsiderazione dagli addetti alla sicurezza del circuito.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6019181
    Gran Premio di Catalogna - Dani Pedrosa salterà Barcellona
    Il pilota spagnolo, operato il 18 maggio alla clavicola destra, non sta ancora bene: il consolidamento delle ossa sta procedento più lentamente del previsto. "Ho fatto tutto il possibile - ha dichiarato Pedrosa -, ma ora devo pensare solo a tornare in forma"

    Il Repsol Honda team affronterà il quinto appuntamento stagionale, il Gran Premio di Catalunya, senza Dani Pedrosa. Il pilota spagnolo, infortunato nel GP diFrancia, era stato operato lo scorso 18 maggio alla clavicola destra, ma il consolidamento delle ossa sta procedendo più lentamente di quanto diagnosticato e Dani si è visto costretto a rinunciare alla gara di casa.

    A questo punto il ritorno in pista dipenderà dalle condizioni della spalla nei prossimi giorni. Stoner e Dovizioso arrivano a Barcellona forti dell'ottimo risultato ottenuto a Le Mans che li ha visti sul primo e secondo gradino del podio. "Dopo la vittoria di Le Mans, sono veramente contento di correre a Barcellona, una delle prime piste del Mondiale su cui ho gareggiato - dice l'australiano Casey Stoner - È un circuito veloce e il pubblico spagnolo è fantastico. Nelle scorse edizioni Dani e Dovi hanno dimostrato che la nostra moto va molto bene su questa pista, così speriamo di poter trovare una buona messa a punto per essere veloci e competitivi perché abbiamo bisogno di recuperare dei punti. Mi dispiace che Dani non possa correre questo fine settimana. Gli auguro di tornare presto in pista".

    Dani Pedrosa si ferma da terzo in classifica con 61 punti. "Rientrato dalla Francia, mi sono sottoposto ad una operazione per stabilizzare la frattura alla clavicola destra ed essere pronto per Barcellona. Ho fatto tutto il possibile, ma sento che la mia spalla non è ancora pronta. Purtroppo devo aspettare e recuperare bene". "Dall'inizio dell'anno - continua lo spagnolo - ho sofferto per problemi e operazioni e adesso credo che la cosa giusta sia fermarsi e cercare di guarire bene. Mi sarebbe piaciuto essere al Montmelò con i fans che mi hanno sempre seguito, ma quando scendo in pista, voglio farlo per provare a vincere, e adesso non sono nelle condizioni per farlo. È un peccato quello che è successo. Nonostante tutti i problemi che ho avuto ad inizio stagione, quest'anno mi sentivo molto forte e consapevole di poter battere i miei avversari. Desidero ringraziare tutti per il supporto e spero di tornare presto in piena forma per continuare a dare il massimo".

    Andrea Dovizioso è invece quarto con 50 punti: "Arriviamo a Barcellona dopo l'ottimo secondo posto di Le Mans. Il circuito di Catalunya è uno dei miei preferiti, si adatta bene al mio stile di guida e alle caratteristiche della Honda RC212V. E' una pista lunga, con curve veloci ed è divertente da guidare, soprattutto quando trovi la giusta traiettoria e raccordi le curve. Ho sempre fatto buoni risultati qui e anche lo scorso anno, prima di cadere, stavo andando molto forte. Dopo il podio conquistato a Le Mans, sono motivato a ripetermi. L'atmosfera del Montmelo è molto bella, il pubblico è caloroso e appassionato. Adesso inizia un periodo molto impegnativo della stagione, con 6 gare in 8 settimane. Mi piace correre due fine settimana consecutivi percé' non c'è pausa e puoi continuare a lavorare con continuità. Mi dispiace molto per Dani, spero che torni presto e gli auguro una pronta guarigione".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6019889
    I numeri del Gran Premi Aperol de Catalunya
    I fatti e le statistiche più interessanti in vista del Gran Premi Aperol de Catalunya.

    54 anni – Nel giorno della gara ufficiale di Catalogna, saranno passati esattamente 54 anni da quando Carlo Ubbiali arrivò secondo nella gara 125 TT nel 1957, l’ultimo di una lunga sequenza record con 14 podi finali. Con la conquista di una posizione nella top3 in Catalogna, Nico Terol potrebbe eguagliare tale record.

    36 anni – Il sabato di qualifiche catalano, combacerà esattamente con il 36º anniversario della vittoria di Mick Grant all’Isle of Man TT del 1975, che regalò a Kawasaki la seconda ed ultima vittoria in 500.

    25 – Con il trionfo di Le Mans, Casey Stoner ha fatto sua la vittoria numero 25 in classe regina, come prima di lui fece Kevin Schwantz nel 1993 quando vinse il titolo mondiale 500 in sella ad una Suzuki. Solo 5 piloti possono vantare un quantitativo maggiore di primi posti nella categoria massima (Rossi, Agostini, Doohan, Hailwood e Lawson).

    24 – Jorge Lorenzo, detentore in una straordinaria sequenza di risultati dall’avvio della passata stagione, ha chiuso fra i primi 4 nelle ultime 24 gare, inaugurando tale serie positiva con il GP di Malesia del 2009. Dall’inizio del Campionato del Mondo nel 1949, solo Valentino Rossi ha fatto meglio nella classe regina con 28 top3 consecutive.

    20 – Il Circuit de Catalunya ospiterà per la 20esima volta consecutiva un GP, dopo la sua inclusione nel circolo mondiale del 1992. Solo altri tre tracciati hanno fatto da sfondo ad una sequenza maggiore di eventi GP: Jerez, Mugello e Assen.

    9 – Valentino Rossi è il pilota più prolifico del circuito di Catalogna con ben 9 vittorie conquistate (1 in 125, 2 in 250, 1 in 500 e 5 in MotoGP).

    5 – Sono 5 le vittorie nella categoria massima ottenute da piloti spagnoli sulla pista catalana: Alex Criville nel 1995 e nel 1999, Carlos Checa nel 1996, Dani Pedrosa nel 2008 e Jorge Lorenzo l’anno scorso.

    5 – Yamaha è il team che ha collezionato maggiori successi sul tracciato di Catalogna nell’era delle 4 tempi: 5 trionfi finali. Honda e Ducati hanno vinto entrambe 2 volte in MotoGP sulla stessa pista.

    4 – Con il GP di Francia, Stefan Bradl è diventato il primo pilota ad ottenere 4 pole position successive nella classe intermedia dopo Jorge Lorenzo nel 2006. Se si ripeterà in Catalogna, diverrà il primo pilota della categoria a poter contare su 5 pole, dopo Toni Elias nel 2003.

    3 – Con il podio di Le Mans, Valentino Rossi ha conquistato la prima top3 da quando veste i colori Ducati, ripetendo quanto fatto con Honda e Yamaha. Solo altri 2 piloti hanno chiuso fra i primi 3 in MotoGP correndo per 3 differenti squadre: Marco Melandri (Yamaha, Honda e Kawasaki) e Alex Barros (Honda, Yamaha e Ducati).

    2 – A Le Mans, i piloti Honda sono saliti sui due gradini più alti del podio per la prima volta nell’era 800. L’ultimo uno-due Honda in MotoGP risale al GP americano di Laguna Seca nel 2006 (Hayden e Pedrosa).

    0.39 secondi – Dall’introduzione della 800, la gara MotoGP di Catalogna del 2007 è la più recente che può vantare la particolarità di coprire le prime tre posizioni finali in 0.39 secondi (Stoner, Rossi e Pedrosa).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6019890
    La Direzione di Gara si pronuncia sul caso Simoncelli
    Convocato ed interrogato il pilota del team San Carlo Honda Gresini su quanto accaduto nel GP di Le Mans.

    La Direzione di Gara composta da Paul Butler, Race Director e rappresentante IRTA, Claude Danis, Rappresentante FIM, Javier Alonso, Rappresentante Dorna, e Franco Uncini, delegato dell’IRTA Riders Safety, ha incontrato oggi il pilota del team San Carlo Honda Gresini Marco Simoncelli. Presente anche il team manager, Fausto Gresini.

    Lo scopo dell’incontro è stato quello di dare l'opportunità, a tutte le parti in gioco, di esporre la propria opinione sull’incidente che ha macchiato il GP francese di Le Mans, costato al pilota italiano una penalità Ride Through.

    La Direzione di Gara ha voluto assicurarsi la comprensione totale da parte di Simoncelli dell’errore commesso. Il pilota di Cattolica, da parte sua, ha fatto sapere di aver avuto modo di riflettere a lungo nel periodo di pausa seguito al quarto appuntamento francese, e di aver capito a fondo quanto successo assicurando maggior attenzione e accortezza nel valutare le situazioni in futuro.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6020708
    Gran Premio di Catalogna - Lorenzo "Basta, calmi con Simoncelli"
    Il pilota Yamaha è preoccupato per la reazione del pubblico di Barcellona nei confronti di Simoncelli, colpevole di aver causato l'incidente che è costata una frattura alla clavicola a Dani Pedrosa. Rossi ottimista: "La pista mi piace molto"

    LORENZO CORRE IN CASA - Il Gran Premio di Catalunya inaugura una sequenza di sei appuntamenti in otto settimane, e Jorge Lorenzo spera di sfruttare al massimo il vantaggio casalingo sulla pista dove ha conquistato la vittoria finale partendo dalla pole position lo scorso anno. "Vivo a Barcellona, quindi questo è il GP che più si avvicina a casa mia. Mi sento a mio agio qui, cosa molto importante" - ha dichiarato il mallorchino in conferenza stampa. "Quello di Le Mans è stato un weekend davvero duro. Non avevamo un grande set-up ma abbiamo comunque spinto al massimo e dato il 100%. Adesso siamo concentrati sul migliorare la moto: sono convinto che riusciremo nel nostro intento, è solo questione di tempo e pazienza". Lorenzo spera di poter avere il meglio dalla sua Yamaha. "Non ci sono molte curve lente. Io preferisco quelle veloci dove posso sfruttare la mia rapidità nell'uscire dalla curve. Dovrebbe essere un tracciato compatibile col mio stile di guida".

    L'INVITO AI TIFOSI: CALMI COL SIC- Il leader della MotoGP, poi, ha rivolto un appello al proprio pubblico di non aggiungere ulteriore pressione a Marco Simoncelli, dopo la notizia dell'esclusione da questo GP dell'altro pilota di casa, Dani Pedrosa. "Si è discusso molto sull'accaduto. I tifosi dovrebbero rimanere calmi domenica. Sono convinto che Simoncelli ha ora perfettamente chiaro cosa fare e cosa non fare in futuro. Noi tutti speriamo che Dani possa rientrare il più presto possibile perché è uno dei piloti chiave della stagione".

    STONER ANCORA FAVORITO NUMERO UNO - Lorenzo dovrà vedersela con Casey Stoner, vincitore dell'ultima gara a Le Mans ma apparso ancora provato da una piccola influenza che lo ha colpito nel periodo di pausa fra Le Mans e Catalogna. "È sempre piacevole un piccolo break," ha detto Stoner, che è salito sul podio nelle ultime 3 stagioni qui. "Non mi sento al meglio fisicamente in questo momento ma conto di riprendermi a breve. Adoro questo circuito e sono certo che Honda farà bene". L'australiano è consapevole del periodo inteso che prevede il programma. "Molto succederà in questo arco di tempo," ha aggiunto. "Siamo tutti piloti professionisti ed il livello della competizione e' molto alto. Darò il meglio su tutti i tracciati che incontreremo, cercando di rimanere concentrato e pronto come fu per Jerez e Le Mans". Sul compagno di squadra assente per i postumi della frattura alla clavicola destra rimediata in Francia, aggiunge: "È un pilota eccezionale e pensavo facesse in tempo a recuperare per Catalogna, sinceramente. A questo punto sono convinto che non mancherà a Silverstone: perdere una gara è una cosa, ma perderne due è decisamente peggio".

    Il pilota Yamaha è preoccupato per la reazione del pubblico di Barcellona - 2 ROSSI OTTIMISTA, LA PISTA MI PIACE - Torna al Catalunya Valentino Rossi, dopo l'assenza dello scorso anno per il suo infortunio. "Questo è uno dei miei circuiti preferiti. L'anno scorso ho dovuto assistere alla gara da casa, quindi sono davvero felice di essere tornato. Quest'anno per me ogni pista è un qualcosa di nuovo, e questa in particolare offre un layout fantastico e svariate possibilità di sorpasso" - dice il pesarese della Ducati. "Ora comincia un periodo 'tosto' del Campionato. Dobbiamo stare attenti, mantenere la concentrazione: ci saranno ben 6 gare in 8 settimane, tutte su ottime piste".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6020711
    [B]Classe 125 -- Terol apre il GP di Catalogna[7b]
    Nelle FP1 del quinto appuntamento stagionale 2011 chiude davanti il pilota di Bankia Aspar. Secondo Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), terzo Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo).

    Torna in pista la classe cadetta dopo la pausa di due settimane seguita all’appuntamento di Le Mans. Sul circuito catalano è Nico Terol (Bankia Aspar) il pilota che fa registrare il giro più veloce nella prima sessione di libere, bloccando il cronometro sul 1:53.001, ad esattamente 30 secondi dal termine.

    Lo seguono nel definire la top 3 il tedesco Sandro Cortese, di Intact-Racing Team Germany, con 1:53.468, ovvero circa mezzo secondo di ritardo, e il connazionale di Terol, Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) con 1:53.539, con un gap di 0.538s.

    Sono ben 5 i piloti spagnoli alle spalle del gruppo di testa: Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing), con 1:53.973 (+0.972s), Adrian Martin (Bankia Aspar), a completare la top 5 con 1:54.050 (+1.049s), Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing), vincitore del GP di Francia, con 1:54.060 (+1.059s), Hector Faubel (Bankia Aspar), con 1:54.704 (+1.703s), ed Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica), in ottava piazza con 1:54.720 (1.719s).

    Il gruppo dei primi dieci prevede poi, in nona posizione, il francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), per lui 1:54.729 (+1.728s), e il pilota inglese di Red Bull Ajo MotorSport Danny Kent, 10º con un crono di 1:54.768 (+1.767s).

    Molte le cadute durante il turno di libere: Hector Faubel (Bankia Aspar) finisce fuori pista a 30 minuti dal termine, l’italiano Alessandro Tonucci (Team Italia FMI) va giu a 11 minuti dalla fine, Kevin Hanus (Team Hanush) a 8, Josep Rodriguez (Wild Wolf-Racc-MS) a 3, e sul finale Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica).


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6020828
    Classe MotoGp -- Casey Stoner guida la classe regina nelle FP1
    Prima sessione di libere del venerdì mattina del Gran Premi Aperol de Catalunya con Casey Stoner (Repsol Honda) a condurre il gruppo. Alle sue spalle l’italiano del team San Carlo Honda Gresini, Marco Simoncelli, e il pilota casalingo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing).

    Turno di libere mattutino del venerdì rovinato purtroppo dalla caduta della prima pioggia: 18ºC e grosse nuvole grigie che attraversano il cielo non consentono ai piloti della classe regina di girare liberamente, condizionando così i tempi di questa prima parte della giornata.

    Nonostante il fattore meteo, l’australiano di Repsol Honda, Casey Stoner, riesce a girare con un crono migliore dei suoi avversari, facendo segnare un 1:43.918, sebbene la condizione fisica non ottimale causata da una piccola influenza che lo ha colpito durante la pausa fra gli ultimi due appuntamenti della stagione. Unico a rimanere sotto la linea dell’1:44.

    Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) chiude secondo a soli 0.486s dal leader (1:44.404), e va a completare il gruppo di testa con l’attuale Campione del Mondo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), in terza piazza con un crono di 1:44.643 (+0.725s).

    Il compagno di squadra di Lorenzo, Ben Spies, termina 4º con un gap dalla vetta di 0.728s (1:44.646), mentre l’altro pilota Repsol Honda, Andrea Dovizioso, giunto a Montmeló con la voglia di conquistare il primo podio catalano della sua carriera MotoGP, chiude la top5 con un 1:44.730 (+0.812s).

    Inseguono i due piloti di Monster Yamaha Tech 3: Colin Edwards ferma il cronometro sull’1:44.768 (+0.850s), mentre l’esordiente inglese Cal Crutchlow arriva 7º con un tempo di 1:44.797 (+0.879s).

    È poi la volta della coppia Ducati, con Nicky Hayden ad occupare l’ottava posizione della classifica (1:44.799) e il pilota italiano Valentino Rossi solo 9º a poco meno di un secondo dalla testa (1:44.844).

    Fuori dalla top ten troviamo Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), che supera la barriera dell’1:45 fermando il cronometro sull’1:45.332, Randy De Puniet (Pramac Racing), 11º con 1:45.821, Loris Capirossi (Pramac Racing), 12º con 1:46.136, Toni Elias (LCR Honda), 13º con 1:46.714, Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), 14º con 1:46.860, Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), 15º con 1:47.587, ed Hector Barbera (Mapfre Aspar Team) a chiudere con 1:47.832.


    Fonte: http://www.motogp.com
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6020918
    Classe Moto2 -- Thomas Luthi il più rapido delle FP1
    Il pilota svizzero del team Interwetten Paddock Moto2 è il primo della tabella dei tempi della sessione mattutina di libere del venerdì catalano. Secondo Aleix Espargaro (Pons HP 40), terzo Julian Simon (Mapfre Aspar Team Moto2).

    Scongiurato il problema pioggia, la classe intermedia può scendere in pista per il turno delle FP1 di questo quinto appuntamento del Campionato del Mondo Moto2 2011. Sessione combattuta dove solo nelle battute finali Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2) riesce a bloccare il cronometro sull’1:47.571, mettendo a referto il tempo più veloce del gruppo.

    Buona la prova di Aleix Espargaro (Pons HP 40) che taglia il traguardo con un distacco dallo svizzero di soli 123 millesimi (1:48.052 per lui) e si piazza così in seconda posizione. Alle sue spalle troviamo il pilota francese Julian Simon (Mapfre Aspar Team Moto2) che segna un 1:47.847 (+0.276s) e si colloca 3º, stesso posto con il quale ha chiuso la gara dello scorso anno.

    Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) è un gradino sotto la top3, con un ritardo di quasi 3 decimi dalla testa (1:47.869), mentre l’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team) e l’italiano Simone Corsi (Ioda Racing Project) sono gli ultimi a rimanere sotto l’1:48: rispettivamente, 1:47.939 (+0.368s) e 1:47.963 (+0.392s).

    L’altro fratello Espargaro, Pol, occupa la settima posizione grazie ad un crono di 1:48.115 (+0.544s) ed è seguito da altri tre piloti nel delineare la top ten: Dominique Aegerter (Technomag-CIP), conquista l’8º posto con 1:48.168 (+0.597s), Axel Pons (Pons HP 40) è 9º con 1:48.198 (+0.627s), ed infine Kenan Sofuoglu (Technomag-CIP) conclude 10º con un tempo di 1:48.334 (+0.763s).

    Subito sotto troviamo il primo italiano, Andrea Iannone (Speed Master), che termina in 11esima posizione con 1:48.367 (+0.796s). Mattia Pasini (Ioda Racing Project) è 13º, mentre Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) finisce 14º.

    Da segnalare la caduta del vincitore dello scorso round di Le Mans, Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) a 35 minuti dal termine della sessione: lo spagnolo scivola fuori pista alla curva numero 4, senza spiacevoli conseguenze per la sua persona ma arrecando danni alla moto e vedendosi così costretto ad abbandonare il turno dopo solo 3 giri. Fuori pista anche per Carmelo Morales (Desguaces La Torre G22) a 9 minuti dalla fine, e Randy Krummenacher (GP Team Switzerland Kiefer Racing), a 4 minuti.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6021183
    Classe 125 -- Terol padrone del primo giorno di libere
    Il pilota di Bankia Aspar ribadisce quanto mostrato nel turno mattutino di questo primo giorno del Gran Premi Aperol de Catalunya. Secondo Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), terzo Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing).

    Pioggia anche per la classe cadetta, l’unica della sessione mattutina ad aver corso con l’asfalto asciutto. Tempi quindi rallentati che però non scalzano dalla linea più alta della classifica Nico Terol (Bankia Aspar), che chiude le FP2 con un tempo di 1:54.691, quasi 1.7s di ritardo rispetto alle FP1.

    Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) conclude secondo con 1:55.484, ovvero circa 2s dopo l’1:53.468 (+0.467s) della mattinata. Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), giunto 19º nel turno pomeridiano con un crono di 1:57.997, mantiene il buon tempo fatto registrare nella mattinata (1:53.539) e si piazza 3º nella combinata del venerdì.

    Altro spagnolo ad occupare la quarta posizione: Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing) con l’1:56.281 (+0.972s) pomeridiano non migliora l’1:53.973 messo a referto nelle FP1. Continua la serie spagnola con Adrian Martin (Bankia Aspar) che chiude 5º questa prima giornata mantenendo l’1:54.050 (+1.049s) del primo turno, lo segue il vincitore di Le Mans, Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing), 6º con l’1:54.060 (+1.059s) della mattinata, Hector Faubel (Bankia Aspar), 7º con un crono di 1:54.704 (+1.703s), e Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica), in ottava posizione con 1:54.720 (+1.719s).

    Completano la top ten il francese di Avant-AirAsia-Ajo, Johann Zarco, in nona piazza con l’1:54.729 (+1.728s) della mattinata, e l’inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), 10º con 1:54.768 (+1.767s).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6021218
    Classe MotoGp -- FP2 all’australiano Casey Stoner
    Il pilota Repsol Honda gira più veloce di tutti e abbassa il tempo della mattinata. Con lui in top3 Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) e Andrea Dovizioso (Repsol Honda).
    FP2 all’australiano Casey Stoner

    La pioggia concede una pausa per questo secondo turno di libere del quinto appuntamento stagionale del Campionato del Mondo MotoGP. Come già dimostrato durante la precedente sessione, Casey Stoner (Repsol Honda) è il più rapido dell’intera categoria, tanto da riuscire a levare quasi 1 secondo al risultato delle FP1: 1:42.940 per lui.

    Subito dietro l’australiano, l’uomo del team San Carlo Honda Gresini, Marco Simoncelli, che taglia la linea d’arrivo con un crono di 1:43.468, anche per lui quasi un secondo meno della mattina e 528 millesimi di gap rispetto alla vetta.

    Altro italiano in terzo piazza, Andrea Dovizioso (Repsol Honda), che con un tempo di 1:43.603, sottrae più di un secondo al 5º miglior tempo della mattinata e si colloca a 0.663s dal compagno di squadra in testa.

    La coppia di piloti Yamaha Factory Racing rifinisce il gruppo dei primi 5: il Campione del Mondo in carica, Jorge Lorenzo, conclude 4º girando con un 1:43.810, 8 decimi meno del precedente risultato. Il compagno Ben Spies stoppa il cronometro sull’1:44.859, non riuscendo quindi a migliorare quanto fatto nelle FP1.

    L’esordiente Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) mantiene il tempo mattutino, avendo fatto registrare nelle FP2 un giro più veloce di 1:45.136, mentre si conclude nel peggiore dei modi l’avventura catalana del compagno Colin Edwards (Monster Yamaha Tech3): il pilota americano si rende protagonista di una brutta caduta nel mezzo della sessione che lo lascia a terra. Raggiunto e soccorso dalla squadra medica, si è poi dovuto ritirare per la rottura della clavicola destra.

    Coppia di piloti Ducati a seguire: Nicky Hayden non abbassa il tempo mattutino e rimane il numero 8 della classifica dei tempi del venerdì (1:45.715 nelle FP2). Stessa situazione per l’italiano Valentino Rossi che con l’1:44.944 del pomeriggio non va oltre la nona posizione.

    L’altro pilota San Carlo Honda Gresini, Hiroshi Aoyama, completa la top ten grazie al crono delle FP1 (1:45.666 nel pomeriggio).

    Definiscono lo schieramento finale del venerdì Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), Toni Elias (LCR Honda), Randy De Puniet (Pramac Racing), Loris Capirossi (Pramac Racing), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) ed Hector Barbera (Mapfre Aspar Team).


    Fonte: http://www.motogp.com/

  Motomondiale 2011: Gp di Catalunya

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina