1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6024649
    E si ritorna in pista, per un nuovo appuntamento del Motomondiale classi 125, Moto2 e MotoGp
    Questo week-end dal circuito di Silverstone seguiremo il Gp di Gran Bretagna


    Presentazione a cura di http://www.pianetariders.it/
    Dopo un GP di Catalunya non troppo esaltante, il Motomondiale si sposta in Gran Bretagna, sul circuito di Silverstone, dove le cose, forse, potrebbero cambiare.
    Allo strapotere Honda, infatti, parrebbe in grado di contrapporsi una Yamaha che sembra gradire particolarmente il velocissimo circuito inglese.

    Ma anche le GP11 di Borgo Panigale potrebbero tentare il colpo gobbo, a patto di riuscire a trovare il giusto setting per primeggiare nella parte più tecnica del tracciato.

    Come accennato, dando per scontato che ancora una volta saranno le Honda le moto da battere, con un Casey Stoner in versione schiacciasassi, un Marco Simoncelli a caccia di risultati e un Andrea Dovizioso a caccia di conferme, sarà bene non sottovalutare le potenzialità Yamaha in questo GP.

    Non solo, infatti, le M1 sembrano possedere quel giusto mix di spunto velocistico e rigore ciclistico necessari ad affrontare un tracciato veloce e tecnico come quello inglese, ma gli stessi Riders Yamaha, Lorenzo e Spies, dichiarano apertamente di gradire molto questa pista. Fu qui che lo scorso anno il californiano fece terzo agguantando il suo primo podio in MotoGP in una gara memorabile. Gara vinta proprio dal suo attuale compagno di squadra Jorge Lorenzo.

    Attenzione poi alle Ducati. Il Montmelò, nonostante tutto, ha mostrato un netto miglioramento della GP11 che, col giusto setting, potrà sicuramente farsi valere nella parte più tecnica e guidata di Silverstone. Non dimentichiamoci, poi, che lo scorso anno Nicky Hayden concluse quarto davanti all’allora compagno di squadra Stoner, segno che qui il prototipo di Borgo Panigale potrebbe riservare più di qualche sorpresa.

    Un po’ più difficile il discorso per Valentino. Se si escludono alcuni giri compiuti qualche tempo fa in sella ad una Ducati 1198 stradale, Rossi è praticamente un debuttante su questa pista, visto che lo scorso anno non vi ha corso a causa del noto infortunio. Riuscirà a metabolizzare in tempo il tracciato per tentare il colpaccio?

    Il circuito di Silverstone si propone come la gara con la velocità media più elevata di tutto il calendario. I piloti effettuano il giro della pista mantenendo velocità persino superiori a quelle di Phillip Island, considerata da sempre la pista più veloce.

    Il nuovo circuito di Silverstone è lungo 5,67 Km (0,53 km in più che in passato) e mantiene gran parte del vecchio tracciato con l’aggiunta di un tratto inedito nella parte interna, “the Arrowhead“, caratterizzato da una chicane e da un rettilineo che precederà una brusca curva a sinistra che in teoria dovrebbe favorire i sorpassi.



    ORARI TV

    Venerdi 10-06-2011:
    **ore 10.15-10.55, Prove libere 1, 125
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 1, Moto GP
    **ore 12.10-12.55, Prove libere 1, Moto 2
    **ore 14.15-14.55, Prove libere 2, 125
    **ore 15.10-15.55, Prove libere 2, Moto GP
    **ore 16.10-16.55, Prove libere 2, Moto 2

    Sabato 11-06-2011:
    ore 1.30, Prove libere, Italia 1, sintesi
    **ore 10.15-10.55, Prove libere 3, 125
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 3, Moto GP
    **ore 12.10-12.55, Prove libere 3, Moto 2
    **ore 14.00-14.40, Qualifiche, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 14.55-15.55, Qualifiche, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 16.10-16.55, Qualifica 2, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    Domenica 12-06-2011:

    **ore 10.00-10.20, Warm Up, Moto 2
    **ore 10.30-10.50, Warm Up, Moto GP
    **ore 11.00-11.20, Warm Up, 125
    **ore 12.15, Gara, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 14.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 15.30, Gara, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta


    **Questi eventi saranno trasmessi in diretta su Mediaset Premium


    L'ora indicata è riferita all'inizio dell'evento, ed è l'ora italiana
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6028620
    Motomondiale - Pedrosa salta anche Silverstone
    Dani Pedrosa, che aveva dovuto sottoporsi all'ennesima operazione alla spalla destra per la frattura della clavicola causata dall'incidente con Marco Simoncelli, non correrà a Silverstone

    Dani Pedrosa non correrà a Silverstone. Il pilota catalano della Repsol Honda Dani Pedrosa non sarà al via del Gran Premio di Gran Bretagna in programma domenica 12 giugno. Lo rende noto la stessa Honda Hrc.

    La frattura alla clavicola destra, riportata nell'incidente di Le Mans, è stata fissata con una placca e viti molto più piccole di quelle utilizzate normalmente, al fine di evitare future complicazioni vascolari, come accaduto alla spalla sinistra operata lo scorso ottobre e che lo avevano costretto a sottoporsi ad un nuovo intervento chirurgico prima del Gran Premio del Portogallo.

    Con placca e viti così sottili, il tempo di recupero è più lento di quello di una normale operazione di questo tipo e, per scongiurare eventuali problemi, Dani d'accordo con i suoi medici, ha deciso di rimandare il ritorno in pista quando sarà al 100 per cento.

    "Dopo alcuni giorni di totalmente dedicati a cercare di recuperare al meglio, ho preso la decisione di non correre il Gran Premio di Gran Bretagna. Ho fatto tutto il possibile per rientrare a Silverstone, ma le mie condizioni non sono adeguate per tornare con la garanzia di essere competitivo" dice Pedrosa nel comunicato diffuso dalla Hrc.

    "Ho bisogno di sentirmi in forma al 100% prima di tornare in moto, pronto per lottare per la vittoria, non voglio tornare solo per esserci. Tante volte ho gareggiato pur avendo un forte dolore e l'esperienza mi dice che adesso non sono nelle condizioni di essere competitivo. Ho deciso di non rischiare e continuare il recupero per tornare nella miglior forma possibile. In questo momento devo ascoltare la ragione e non solo il cuore e la voglia di correre. Desidero tornare presto, ma voglio farlo quando sarò pronto per lottare per la vittoria e adesso non lo sono".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6028624
    Sportellate - Rossi, anno perso in vista del 2012
    Dalle dichiarazioni del Dottore ora la strategia è più chiara: Stoner è imprendibile e anche le Yamaha vanno più forte. Valentino chiede ai tifosi di pazientare e a questo punto è praticamente conclamato che in Ducati si sta lavorando per l'anno prossimo e non per questo

    Ormai è chiaro per tutti: Valentino Rossi per questa stagione ha alzato bandiera bianca. Il Dottore si arrende a una moto che in questo momento non fa per lui e ridimensiona i suoi obiettivi.

    Non lo dice apertamente, è chiaro, ma dalle sue parole traspare la rassegnazione di non poter puntare al titolo iridato per quest'anno. Lo avevano visto un po' tutti: il binomio Valentino Rossi-Desmosedici non funziona, mentre funziona fin troppo bene quello Casey Stoner-HRC.

    Quella di Valentino in Ducati doveva essere l'ennesima sfida e in effetti in questo momento Valentino la sta perdendo. Il bolide rosso è difficile da domare e i settaggi sono complessi. L'età avanza e le condizioni fisiche del Re Folletto a inizio stagione non erano ottimali e tutto questo sfocia in un inesorabile ritardo nei confronti anche della Yamaha. Ora Vale sta bene, la moto ancora no.

    Rossi prende la paga - come si sul dire - anche da Dovizioso, almeno in rettilineo, dove l'impronta del pilota conta di meno. L'HRC quindi in questo momento è davvero superiore, ma non ci vuole un genio per capirlo. Lo stesso Lorenzo, che è ancora leader della classifica generale, ha chiaramente detto che se non è Stoner a sbagliare, in questo momento non c'è lotta, è l'australiano il più forte.

    Valentino, intanto, ha provato a gettare acqua sul fuoco della sua situazione scottante, chiedendo al mondo rossiano di non disperare. "Ai tifosi chiedo pazienza- ha detto al termine del GP di Catalogna - noi stiamo facendo il massimo e non dobbiamo mollare perché il campionato è ancora lungo".

    Certo, il campionato è lungo, ma con avversari così sarà difficile vincerlo. La sensazione è quella che il Dottore voglia infondere fiducia nel suo pubblico per provare a chiudere la stagione 2011 in crescendo e prepararsi il terreno per il 2012. E' ovvio che il 2011 ormai è "andato", meglio concentrarsi sul lavoro a lungo termine.

    Ovviamente all'inizio della sua avventura Rossi non poteva dire che questo sarebbe stato un anno sabbatico, in previsione di tentare il risultato per l'anno prossimo. Ora però, anche alla luce dei risultati, ai tifosi del pesarese non resta che mettersi il cuore in pace e attendere l'anno prossimo i miglioramenti promessi per questa Desmosedici che non gli si addice. Sperando che intanto gli avversari non facciano altrettanti progressi in parallelo...

    -------------
    Motomondiale - Dovizioso "Sic? Non ci siamo mai amati"
    Il forlivese della Honda lancia qualche frecciatina a Simoncelli e fa il punto della situazione dopo il Gran Premio di Catalogna, quinto appuntamento del mondiale 2011

    "Abbiamo delle moto molto prestanti con tanta elettronica, ci sono tanti talenti che riescono a mantenere un passo simile per tutta la gara e ci sono pochi sorpassi". Andrea Dovizioso, quarto in Catalogna, a Sky Sport 24 ha parlato dell'attuale stagione di Motogp. "Il nostro obiettivo era la vittoria, siamo arrivati a 5" da Stoner, rispetto alla Francia abbiamo fatto passi avanti. A Silverstone saremo più competitivi rispetto a Barcellona".

    "Non siamo molto lontani, ci vorrebbe poco, Casey ha talento e sta andando velocissimo - ha aggiunto il forlivese - Domenica le condizioni in gara sono state diverse rispetto alle prove, ho fatto uan brutta partenza e recuperare è difficile. Noi dobbiamo cercare di migliorare stabilità sul davanti per poter spingere un po' di più soprattutto nei primi giri. Stoner imbattibile? No, nessuno lo e', siamo vicini".

    Dovizioso parla del suo rapporto con gli altri italiani in pista Simoncelli e Valentino Rossi: "Simoncelli lo conosco da quando avevamo 7 anni, Valentino è di un'altra generazione. Ritengo Simoncelli un buon pilota ma non ci siamo mai amati, abbiamo sempre discusso per una mentalità diversa sul modo di correre. Le polemiche dopo l'epsisodio Simoncelli-Pedrosa? Secondo me è stato sbagliato parlare tanto di quell'esisodio. Diversi piloti, compreso il sottoscritto, ci siamo lamentati del suo atteggiamento già prima di quell'episodio. Non e' stata una cosa grave però fa la somma con altri episodi. Spero cambi qualcosa nel suo modo di interpretare i combattimenti".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6030524
    Iscrizioni alla categoria Moto3 per la stagione 2012
    Le squadre che desiderano partecipare alla stagione 2012 nella categoria Moto3, sono invitate a manifestare il proprio interesse a IRTA.

    IRTA fornirà alle squadre interessate un prospetto contenente le condizioni principali per la partecipazione. A quel punto i team avranno tempo fino a venerdì 1 luglio, il primo giorno del GP di Italia, per compilare e consegnare la richiesta.

    FIM, Dorna e IRTA esamineranno i documenti pervenuti al Mugello e le squadre selezionate saranno invitate a depositare una cauzione a IRTA. Il termine ultimo per il ricevimento della caparra è venerdì 12 agosto, il primo giorno del GP di Repubblica Ceca.

    La selezione finale delle squadre sarà effettuata da FIM, Dorna e IRTA in occasione dell'appuntamento di Brno, e un elenco dei team accettati sarà pubblicato poco dopo.

    ------------
    Pedrosa: “Campionato perso, non so quando torno”
    "Campionato nell'immondizia", contrasti con la Direzione di gara e molto altro in questa intervista esclusiva al pilota Repsol Honda che non sarà presente nemmeno a Silverstone.

    Dani Pedrosa, assente a Montmeló e sicuramente anche a Silverstone tra pochi giorni, è stato raggiunto dalle telecamere di motogp.com per un'intervista a tutto tondo su questo 2011 sfortunato..

    Nelle sue prime dichiarazioni Pedrosa ha affermato: “Questi giorni sono stati un po' tristi, non poter correre è stata una pena, e credo che si tratta del primo anno che mi perdo questo GP. D'altra parte sono felice per tutti i messaggi di supporto che mi sono giunti. Apprezzo e ringrazio”.

    “Era una stagione davvero importante perché avevo grandi opzioni per lottare per il Campionato. Stavo bene, sia fisicamente sia con la moto, stavo facendo buoni risultati. Quello che mi è successo va fuori dal mio controllo, ma rimane il fatto che ho perso molti punti e di fatto, il Campionato. Molti mi hanno aiutato, ho ricevuto chiamate da Repsol, HRC e mi hanno permesso di guardare al futuro con positività”.

    Sullo stato della clavicola fratturata, commenta: “Per adesso recupero, non si tratta della riabilitazione più rapida che ho avuto, ma ragioniamo settimana dopo settimana con l'obiettivo di tornare in moto al più presto. Non possiamo darci una data, dobbiamo vedere come risponde il corpo”.

    Sulle recenti decisioni della Direzione di Gara del Campionato 2011, Dani Pedrosa si è mostrato senza peli sulla lingua: “Avrei attuato in maniera differente..."

    "Io le cose le taglierei alla radice, cosa che risparmierebbe problemi. Nel mio caso mi hanno buttato il Campionato nell'immondizia, non era evidentemente intenzionale, ma rimane il motivo per cui sono in questa situazione, ed è lo stesso per cui Julito (Simon) è all'ospedale. Credo che la politica dovrebbe essere diversa, ma io non posso modificare nulla”.


    Fonte: http://www.motogp.com
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6033670
    Classe 125 -- Terol è l'uomo da battere a Silverstone
    La classe cadetta si appresta ad affrontare la nuova sfida del Campionato del Mondo, l'AirAsia British Grand Prix, guidata dal leader della classifica generale Nicolas Terol.

    Dopo la vittoria di Montmeló, Nicolas Terol aumenta il proprio vantaggio nella classifica generale a 48 punti, mettendo ben in chiaro al resto della categoria la sua voglia di continuare a far bene.

    Il trionfo di Montmeló ha segnato il suo 14º podio consecutivo. Se si ripeterà nel fine settimana di Silverstone, farà registrare un nuovo record assoluto per il numero più alto di podi successivi nella classe 125. Nella passata stagione, il pilota di Bankia Aspar si è visto rubare la conclusione in top3 dall'inglese Bradley Smith.

    Alle spalle di Terol troviamo Sandro Cortese (Intact Racing Team Germany), che nel 2010 a Silverstone ottenne la sua peggiore qualificazione dell'anno con l'11º posto. Jonas Folger (Red Bull Ajo Motorsport), solo quattro punti dietro di lui in classifica, ha messo piede sul podio 2 volte nel Campionato 2011.

    Il giovane talento del team Blusens by Paris Hilton Racing, Maverick Viñales (tre punti dietro Folger), è diventato il terzo pilota più giovane a concludere due volte consecutive fra i primi 3, dopo il risultato finale di Catalogna. Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), due punti dietro Viñales, si è dimostrato un buon concorrente salendo già due volte sul podio, nonostante la penalità per manovra illegale che lo ha privato della vittoria nel GP di Montmeló.

    John McPhee del team Racing Steps Foundation KRP correrà come wildcard in sella alla sua Aprilia durante il fine settimana inglese, mentre il giovane norvegese Sturla Fagerhaug sostituirà di nuovo l'infortunato Sarath Kumar correndo per il team WTR-Ten10 Racing.


    Fonte: http://www.motogp.com
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6033671
    Clase Moto2 -- La Moto2 arriva in Inghilterra per il sesto round
    La classe intermedia si prepara all'AirAsia British Grand Prix guidata dal leader Stefan Bradl, vincitore dello scorso GP di Catalogna.

    Il pilota del team Viessmann Kiefer Racing, Stefan Bradl, con la vittoria di Montmeló ha aumentato ancora di più il proprio vantaggio nella classifica generale, portandolo a 43 punti. La sua pole di Barcellona lo ha proclamato il primo pilota capace di conquistare 5 pole position consecutive nella classe intermedia, dopo Toni Elias nel 2003.

    Il tedesco è decisamente in uno stato di forma favorevole che lo rende uno dei favoriti al podio, forte anche del 3º posto sulla griglia di partenza dello scorso anno. Subito sotto di lui nella classifica del Campionato c'è l'italiano Simone Corsi (Ioda Racing Project), che avrà sicuramente voglia di riscatto dopo l'epilogo della gara dello scorso anno dove finì coinvolto in un incidente proprio con Bradl durante il secondo giro.

    Andrea Iannone si trova attualmente a 10 punti da Corsi, e grazie al GP inglese diventerà il sesto pilota più giovane a raggiungere il traguardo dei 100 GP disputati. Il pilota del team Speed Master, giunto al traguardo 12º nel 2010 a Silverstone, è a pari punti con il pilota spagnolo Julián Simón (Mapfre Aspar). Simón salterà la gara inglese a causa della frattura di tibia e perone alla gamba destra procuratasi nel fine settimana catalano.

    Solo due punti dietro Iannone e Simon, troviamo Yuki Takahashi (Gresini Racing), 18º l'anno scorso, e lo svizzero Thomas Lüthi (Interwetten Paddock Moto2). Lüthi ha chiuso in seconda posizione la gara dello scorso anno a Silverstone dopo aver condotto fino all'ultimo giro, e sicuramente proverà a ripetersi dopo la sfortunata conclusione del GP di Montmeló.

    Marc Márquez tenterà l'assalto della classifica Moto2 sul circuito inglese, dove vinse la gara 125 della passata stagione dopo una lunga battaglia con Pol Espargaro. Il pilota del team CatalunyaCaixa Repsol ha chiuso rispettivamente primo e secondo nelle ultime due gare, diventando il secondo pilota più giovane ad ottenere 2 podi consecutivi nella classe intermedia dopo Marco Melandri.

    Alex de Angelis (JIR Moto2), assente dal GP di Gran Bretagna dello scorso anno dopo l'incidente delle prove libere, scenderà in pista forte dei suoi 42 punti nella classifica generale, inseguito dallo spagnolo Aleix Espargaró (Pons HP 40), 10º nel 2010.

    I piloti britannici Bradley Smith (Tech 3) e Scott Redding (Marc VDS Racing) proveranno a sfruttare il fattore casalingo. Smith ha concluso 3º la gara 125 dello scorso anno, mentre Redding ha tagliato la linea d'arrivo 4º in Moto2, dopo essersi fatto strada dalla 12esima casella della griglia di partenza.


    Fonte: http://www.motogp.com
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6033673
    Classe MotoGp -- Lorenzo a Silverstone per difendere la leadership
    Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) guida la classifica generale del Campionato del Mondo MotoGP, mentre la stagione 2011 giunge al suo sesto appuntamento, l'AirAsia British Grand Prix.

    La battaglia per il titolo continua con l'avvicinarsi del prossimo round di Silverstone, con Lorenzo leader della classifica ed un agguerrito Casey Stoner (Repsol Honda) ad inseguirlo a soli sette punti. Il pilota maiorchino è pronto: è sempre stato un grande appassionato di questo circuito tanto da dominare l'intero weekend dell'anno scorso con la conquista di pole position, vittoria e giro più veloce.

    Stoner, dal canto suo, si trova in un ottimo stato di forma, e lo testimoniano le vittorie nelle ultime due gare di questo Campionato. Se l’australiano salirà sul gradino più alto di Silverstone, sarà il primo pilota Honda a vincere tre gare MotoGP consecutive da quando Valentino Rossi ci riuscì nel 2003. Per il Campione del Mondo 2008 questa sarà la partenza numero 150 della sua carriera.

    Andrea Dovizioso (Repsol Honda), finito secondo sul podio di Silverstone lo scorso anno, torna in Inghilterra con la voglia di ripetersi e perché no, puntare sempre più in alto in classifica: per ora è terzo.

    Valentino Rossi (Ducati Team), grande assente della passata stagione a causa delle lesioni riportate nell'incidente del Mugello, proverà a ritrovare un podio che lo ha visto protagonista una sola volta nel 2011. Sfida doppia per l'italiano che arriva sul circuito londinese con appena 20 giri d'esperienza grazie al test con la Ducati da strada di poche settimane fa. Il suo compagno di squadra, Nicky Hayden, ha tagliato il traguardo 4º nel 2010, dopo aver chiuso la sessione di qualifiche una posizione sopra il suo ex compagno Casey Stoner.

    L'esordiente Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), forte del miglior risultato stagionale di Montmeló (settimo), è carico e pronto per il suo GP casalingo. Crutchlow qui ha vinto due volte partendo dalla pole nel campionato inglese superbike 2010. Il suo risultato catalano, tra l’altro, è il migliore dal 6º posto di James Toseland ad Indianapolis nel 2009.

    Solo bei ricordi per Ben Spies (Yamaha Factory Racing) a Silverstone: per lui primo podio in MotoGP e che miglior momento per tornare sul 'luogo del delitto' dopo il primo podio di questa stagione? L’obiettivo è chiaro: abbandonare la settima posizione nel mondiale per piazze più consone ad un pilota ufficiale Yamaha.

    Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) arriva in Inghilterra fiducioso dopo la pole position ottenuta in Catalogna, sfortunamente non sfruttata a dovere. Il sesto posto non vale una vittoria, ma riportare una Honda Satellite davanti a tutti sulla griglia di partenza è lavoro per predestinati: l’ultimo a riuscirci fu, guarda caso, Casey Stoner nel 2006 in Qatar.

    Randy de Puniet (Pramac Racing Team) ha conquistato la seconda casella della prima fila sulla griglia di partenza di Silverstone 2010. Arrivato fino alla terza posizione, si è poi dovuto accontentare della sesta a causa di alcuni problemi allo pneumatico anteriore.

    Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) ha corso sul circuito inglese in Moto2 nel 2010, mentre in questa stagione è andato ai punti in quattro delle sue prime cinque gare MotoGP, con tre arrivi in top ten.

    Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3) farà il suo ritorno a Silverstone, dopo aver saltato il GP di Catalogna ed aver interrotto una sequenza di presenze in MotoGP che durava dal 2003. Edwards, qualificato decimo, ha chiuso in nona piazza il GP inglese dello scorso anno.

    Hiroshi Aoyama del team San Carlo Honda Gresini torna sullo scenario della sua lesione alla schiena della passata stagione: l'incidente, accaduto durante la sessione di warm up, gli costò la lesione ad vertebra e l'assenza da ben sei GP.

    Mancherà ancora una volta il pilota Repsol Honda Dani Pedrosa, che continuerà il suo processo di recupero dall'infortunio alla clavicola destra seguito alla caduta di Le Mans.


    Fonte: http://www.motogp.com
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6033677
    Motomondiale - Yamaha-Spies assieme fino al 2012
    Inizia in anticipo il mercato piloti. Ben Spies talento che non ha ancora espresso tutte le sue potenzialità, ha allungato di un anno il suo accordo con Yamaha e sarà compagno di squadra di Jorge Lorenzo nel 2012

    Il mercato piloti come al solito accende le curiosità di appassionati e le speranze di molti di vedere il proprio beniamino sulla moto per cui fanno il tifo. Quest’anno le prime mosse sono arrivate in anticipo rispetto al solito. La prima a fare un passo è stata Yamaha che ha deciso di prolungare il proprio rapporto con Ben Spies. Dunque ‘Texas Terror’ vestirà i colori della casa di Iwata anche per il 2012 dove affiancherà la prima guida Lorenzo. Il pilota di Memphis quest’anno ha raccolto 2 sesti posti, due gare non concluse e in ultimo un ottimo terzo posto in Catalogna.

    E ora si appresta ad affrontare il circuito di Silverstone in Inghilterra dove l’anno scorso salì sul gradino più basso del podio. Una particolare coincidenza vede il texano ripercorrere quasi gli identici risultati della scorsa stagione. Le uniche differenze in 5 gare fin qui disputate stanno nel 5° posto in Qatar mentre quest’anno ha chiuso sesto e il 7° posto con cui ha concluso il quarto GP (al Mugello) mentre in questo 2011 la quarta gara si è disputata a Le Mans ed è arrivato 6°. Seguendo questo filone statistico in Gran Bretagna dovrebbe finire in quarta piazza visto che questo fu il risultato ottenuto nel 2010 ad Assen.

    Bando alla ‘cabala’ e alla statistica, Ben Spies si dice soddisfatto delle scelta fatta ed è felice di proseguire il suo rapporto con un Team che fin qui lo ha sempre appoggiato, dalla Superbike (campione del mondo nel 2009) , fino ad arrivare alla Moto GP. "Sono molto soddisfatto e grato alla Yamaha – dice il pilota statunitense -, che mi ha dato l'opportunità di correre e vincere in Superbike ed ora di prendere parte alla MotoGP".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    ----------
    Classe Moto2 -- Operazione riuscita per Simón
    Julián Simón si trova ora all'ospedale USP San José di Madrid dopo essersi sottoposto ad un intervento chirurgico alla gamba destra.

    Il pilota del team Mapfre Aspar Moto2, Julián Simón, è stato operato martedì per la correzione di una frattura di tibia e perone alla gamba destra, risultato di un incidente durante il Gran Premi Aperol de Catalunya di domenica.

    L'intervento è stato eseguito in anestesia epidurale ed è durato tre ore, ed è consistito nella ricostruzione dei vari frammenti della tibia. L'operazione, lunga e complessa a causa della gravità e della profondità dei danni, è stata portata a termine dai dottori Ángel Villamor, Rafael Dura e Agustín Garabito.

    Nonostante la natura complicata del procedimento, tutto è andato per il meglio, e al pilota sono state impiantate 2 placche e alcune viti nella tibia e nel perone. È stato poi filtrato del plasma nelle zone trattate per favorire il recupero delle ossa, e dopo un'ora di osservazione post operazione, Simón è stato trasferito in una stanza privata dell'ospedale.

    Nel pomeriggio di martedì, Simón ha preso parte ad un programma avanzato di fisioterapia per favorire il processo di recupero.


    Fonte: http://www.motogp.com
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6034032
    I numeri dell’AirAsia British Grand Prix
    I fatti e le statistiche più interessanti in vista dell’AirAsia British Grand Prix.

    1979 – Il numero totale di punti accumulati da Jorge Lorenzo lungo tutti i Gran Premi corsi. Una sua vittoria nel GP di Gran Bretagna e diventerebbe il decimo pilota nella 63 anni di storia del Campionato del Mondo a superare il traguardo dei 2000 punti.

    100 – Per Andrea Iannone, quella di Silverstone potrebbe essere la partenza numero 100. Iannone ha fatto il suo debutto in un Gran Premio, in occasione della gara di apertura della stagione 125 del 2005 a Jerez. Ha partecipato a 77 GP in 125 prima di salire nella classe intermedia lo scorso anno.

    25 – Oltre alla sequenza di risultati positivi inaugurata nel 2009 con il GP di Malesia, Lorenzo ha mostrato uno straordinario ritmo finendo fra i primi 4 nelle ultime 25 gare. Dall'inizio del Campionato del Mondo nel 1949, solo Valentino Rossi ha fatto registrare una serie più lunga, con 28 top4 nella classe regina.

    20 – Pol Espargaro festeggerà il suo 20° compleanno nel primo giorno di prove libere dell'AirAsia British Grand Prix.

    6 anni – Nel giorno della gara a Silverstone saranno passati esattamente sei anni dal GP di Catalogna del 2005 in cui Dani Pedrosa vinse in 250 seguito da Casey Stoner e Andrea Dovizioso. Quello fu il primo podio 250 formato totalmente da adolescenti.

    5 – Nico Terol ha concluso le prime 5 gare di questo 2011 sempre fra la prima o la seconda posizione. Questo non accadeva dal 1996 quando Haruchika Aoki aprì la stagione con cinque podi consecutivi in 125.

    5 – Con la vittoria del GP catalano, Stefan Bradl ha eguagliato il record di Toni Elias del 2003 conquistando 5 pole position consecutive nella classe intermedia. Se Bradl si ripeterà a Silverstone, si avvicinerà alla sequenza di 7 pole successive messe a segno da Max Biaggi nel 1995.

    4 – La vittoria di Montmelo era la numero 4 della carriera in Moto2 di Stefan Bradl, ovvero una meno di quelle ottenute da suo padre Helmut Bradl nel 1991 in 250, quando chiuse la stagione secondo assoluto.

    3 – Con Dani Pedrosa vincitore ad Estoril e Casey Stoner trionfatore di Le Mans e Catalogna, Honda ha fatto sue tre gare MotoGP consecutive MotoGP per la prima volta nell'era 800.

    3 – Solo tre piloti sono andati ai punti in ognuna delle cinque gare Moto2 di quest'anno: Stefan Bradl, Simone Corsi e Alex De Angelis.

    1 – Ian McConnachie (Krauser) è stoto l'unico pilota inglese capace di vincere a Silverstone, tagliando primo la linea del traguardo della gara 80 nel 1986.


    Fonte: http://www.motogp.com
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6035067
    Semaforo verde per Edwards
    Dopo l'esito positivo della valutazione medica di oggi, il pilota del team Monster Yamaha Tech 3 si unirà agli altri piloti per il Gran Premio d'Inghilterra in programma questo fine settimana sul famoso circuito di Silverstone.

    Il 37enne ha dovuto rinunciare al Gran Premi Aperol de Catalunya dello scorso weekend, dopo essersi fratturato la clavicola destra durante le sessioni di libere sul circuito di Montmelo.

    Sabato scorso, al pilota americano sono state impiantate una placca di titanio e 13 viti nella spalla durante un intervento chirurgico durato 3 ore, supervisionato dai dottori Xavier Mir e Victor Marlet.

    La sue condizioni fisiche non gli hanno permesso di prender parte al GP catalano e si è visto così costretto ad interrompere la serie di 141 gare MotoGP consecutive iniziata con il suo debutto nel 2003.

    Non salterà però il sesto round del Campionato del Mondo MotoGP 2011 di Silverstone, avendo ottenuto quest’oggi il via libera da parte del personale medico del circuito dopo un'approfondita valutazione della spalla.

    Colin Edwards, Monster Yamaha Tech 3
    “Sapevo che i medici mi avrebbero dato l'ok, me lo sentivo. Ora non vedo l'ora di scendere in pista. La spalla risponde bene e non ringrazierò mai abbastanza il dottor Xavier Mir ed il suo staff per il lavoro fatto: senza di loro probabilmente non sarei stato minimamente in grado di guidare. So che non sarà un weekend facile, perché ci sono cambi di direzione rapidi e brusche frenate a Silverstone, ma sono sicuro di poter fare un buon lavoro e di poter portare a casa punti preziosi per la squadra”.


    Fonte: http://www.motogp.com
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6035858
    Classe125 -- Johann Zarco il più veloce delle FP1
    Prima sessione di libere dell’AirAsia British Grand Prix al pilota del team Avant-AirAsia-Ajo. Secondo Nicolas Terol (Bankia Aspar), terzo Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing).

    È la classe 125 la prima a scendere in pista sul circuito di Silverstone. La mattinata inglese si apre con una temperatura pungente ed un cielo grigio con minaccia di pioggia continua. Riescono però a girare senza problemi i piloti della classe cadetta: il più veloce della sessione è il francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) che gira con un miglior crono di 2:16.579.

    Il leader della classifica generale, Nicolas Terol (Bankia Aspar), scivola proprio sullo scadere del turno in seconda posizione, con un tempo di soli 40 millesimi più lento di quello del francese (2:16.619 per lui).

    A chiudere la top3 ci pensa un altro pilota spagnolo, Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing) che supera la linea dei 2:17, tagliando la linea del traguardo con un gap di 459 millesimi dalla vetta (2:17.038 il suo tempo).

    Il gruppo di testa è seguito da altri tre piloti di origine spagnola: il giovane talento Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton), conclude 4º con un crono di 2:17.379 (+0.800s), Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica), si piazza 5º con un tempo di 2:17.898 (+1.319s), mentre Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) è 6º a 1.567 secondi dal leader francese (2:18.146 per lui).

    Lo schieramento dei primi dieci prevede poi il pilota dell’Intact-Racing Team Germany, Sandro Cortese, in settima posizione con un crono di 2:18.167 (+1.588s), l’inglese Danny Webb (Mahindra Racing), 8º con un 2:18.672 (+2.093s), Simone Grotzkyj (Phonica Racing), 9º sopra la barriera dei 2:19 (2:19.083 per lui), ed infine lo spagnolo Luis Salom (RW Racing GP) in decima posizione con un tempo di 2:19.277 (+2.698s).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6035943
    Classe MotoGp -- Stoner apre il weekend inglese
    Primo turno di prove libere dell’AirAsia British Grand Prix all’australiano Casey Stoner (Repsol Honda). Inseguono Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), e il leader della classifica Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing).

    Al via il sesto appuntamento di questa stagione 2011: tocca ai piloti della classe regina scendere in pista per questa prima sessione di libere del venerdì mattina. Non perde di certo tempo l’uomo del team Repsol Honda, Casey Stoner, che sale in sella alla sua RC212V e va a girare più veloce di tutto il resto del gruppo, bloccando il cronometro su 2:03.748.

    Il pilota italiano del team San Carlo Honda Gresini, Marco Simoncelli, non riesce a raggiungere Stoner sotto la barriera dei 2:04, e si deve quindi accontentare della seconda piazza e di un crono di 2:04.407 (+0.659s).

    Alle spalle della coppia in testa troviamo l’attuale Campione del Mondo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing). Il pilota maiorchino chiude con un tempo di 2:04.756, a poco più di un secondo dalla prima posizione (+1.008s).

    Completano la top5 Nicky Hayden (Ducati Team) ed Andrea Dovizioso (Repsol Honda): per l’americano, 4º posto e crono di 2:04.778 (+1.030s), mentre per l’italiano quinta piazza e cronometro fermo sui 2:04.910 (+1.162s).

    Il pilota di casa, l’esordiente Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), si accomoda sulla sesta riga della tabella dei tempi, girando 1.259 secondi più lento rispetto a Stoner (2:05.007 per lui). Subito dietro, l’americano della Yamaha Ufficiale, Ben Spies (Yamaha Factory Racing), 7º con un tempo di 2:05.130 (+1.382s).

    Gruppo degli inseguitori staccato di poco più di un secondo che prevede, nell'ordine, Hector Barbera (Mapfre Aspar Team), in ottava posizione con un giro veloce di 2:06.158 (+2.410s), Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), 9º a 2.526 secondi dalla vetta (2:06.274 per lui), Randy De Puniet (Pramac Racing) a chiudere la top ten con un tempo di 2:06.573 (+2.825s).

    Lo schieramento finale continua con l’altro esordiente, Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), Valentino Rossi (Ducati Team), Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), Toni Elias (LCR Honda), Loris Capirossi (Pramac Racing), caduto a 17 minuti dalla conclusione, ed infine, l’americano Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), tornato in pista dopo l’infortunio alla clavicola che lo ha colpito durante le prove libere dello scorso GP di Catalogna.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6036039
    Classe Moto2 -- Scott Redding fa gli onori di casa
    L’inglese del team Marc VDS Racing è il più rapido della prima sessione di libere del sesto appuntamento del 2011, l’AirAsia British Grand Prix. Secondo Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racnig), terzo Yonny Hernandez (Blusens-STX).

    Si chiude con il primo turno di prove libere della classe intermedia questo venerdì mattina di Silverstone. Ottima la performance del pilota di casa Scott Redding (Marc VDS Racing Team) che termina in prima posizione mettendo a referto un giro più veloce con un crono pari a 2:09.808, rimanendo l’unico sotto la linea dei 2:10.

    Il trionfatore dello scorso round di Montmeló, Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), si piazza al secondo posto, con 591 millesimi di ritardo sull’inglese (2:10.399 per lui). Lo segue il pilota colombiano Yonny Hernandez (Blusens-STX) che completa la top3 con un tempo di 2:10.510 (+0.702s).

    L’italiano di Ioda Racing Project, Simone Corsi, chiude 4º con un miglior giro di 2:10.590 (+0.782s), mentre il pilota svizzero Randy Krummenacher (GP Team Switzerland Kiefer Racing) taglia il traguardo con un gap di 925 millesimi dalla testa (2:10.733 per lui).

    Apre il gruppo degli inseguitori il Campione del Mondo 125 in carica, Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), che conclude la sessione in sesta piazza dopo aver tagliato la linea d’arrivo con un tempo di 2:10.750 (+0.942s). Alle sue spalle un altro inglese, Bradley Smith (Tech 3 Racing), 7º con un crono di 2:10.755 (+0.947s), Alex De Angelis (JIR Moto2), 8º con 2:11.426 (+1.618s), il vincitore dello scorso anno Jules Cluzel (NGM Forward Racing), 9º con 2:11.505 (+1.697s), e Xavier Simeon (Tech 3 B), 10º con 2:11.630 (+1.822s).

    Durante il turno, da segnalare le cadute dei due italiani Michele Pirro (Gresini Racing Moto2), a 15 minuti dal termine, e Mattia Pasini (Ioda Racing Project) a 5 minuti dalla conclusione. Solo 24º l'altro italiano, Andrea Iannone (Speed Master), che ferma il cronometro sui 2:12.295 (+2.487s).


    Fonte: http://www.motogp.com
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6036344
    Sull’asciutto e sul bagnato è sempre Zarco il più rapido
    Sessione di prove libere del venerdì pomeriggio rovinata dall’arrivo della pioggia. Chiude ancora in prima posizione Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), seguito da Danny Webb (Mahindra Racing) e Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport).

    Dopo soli pochi giri, dal cielo grigio di Silverstone comincia a cadere la prima pioggia: esposta quindi la bandiera bianca con croce rossa ad indicare la presenza di parti bagnate sul circuito. Piloti rientrati ai box per il cambio degli pneumatici e sessione che riprende a circa 25 minuti dal termine.

    Tempi notevolmente rallentati ma come già visto durante la mattinata, è il pilota francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) a far registrare il risultato migliore: stacca il gruppo di 2.782 secondi con un tempo più veloce di 2:34.174.

    Con lui nel gruppo dei più rapidi troviamo il pilota inglese Danny Webb (Mahindra Racing), 2º a 2.782 secondi dal leader (2:36.956 per lui), e Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), che taglia la linea del traguardo col il 3º miglior tempo (2:37.554) con un distacco da Zarco di 3.380 secondi.

    L’ordine d’arrivo prevede poi una sequenza comprendente ben 5 piloti spagnoli: Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton) termina in quarta posizione con un crono di 2:38.013 (+3.839s), Luis Salom (RW Racing GP) è 5º con un 2:38.161 (+3.987s), Adrian Martin (Bankia Aspar) chiude 6º con 2:38.267, il primo ad andare oltre i 4 secondi di gap dalla testa (+4.093s), il leader del Campionato Nicolas Terol (Bankia Aspar) finisce 7º con 2:38.341 (+4.167s), mentre il giovane Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton) si accomoda in ottava piazza a 4.296 secondi dalla cima (2:38.470 per lui).

    Completano la top ten l’italiano Francesco Mauriello (WTR-Ten10 Racing), 9º con un crono pari a 2:38.854 (+4.680s), ed Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), 10º con un tempo di 2:39.257 (+5.083s).


    Fonte: http://www.motogp.com
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6036533
    Non si arrende alla pioggia Casey Stoner
    L’australiano del team Repsol Honda è il più rapido della classe anche su pista bagnata. Con lui nelle parti alte della tabella dei tempi Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) e Nicky Hayden (Ducati Team).
    Non si arrende alla pioggia Casey Stoner

    Pioggia che concede una piccola tregua per questa seconda sessione di prove libere della classe regina, anche se le condizioni del circuito rimangono decisamente sfavorevoli. Piloti quindi costretti ad optare per gli pneumatici da bagnato con conseguente rallentamento del ritmo rispetto a quanto visto durante la mattinata.

    La pista bagnata non spaventa Casey Stoner (Repsol Honda), che nelle tornate finali mette a referto il giro più veloce con un crono di 2:15.666 andando così a chiudere in prima posizione entrambe le sessioni di libere di questa prima giornata del GP inglese, l’AirAsia British Grand Prix.

    Come nel turno mattutino, subito sotto l’australiano si piazza il pilota del team San Carlo Honda Gresini, Marco Simoncelli, che taglia la linea del traguardo con 797 millesimi di distacco dal miglior tempo del pomeriggio (2:16.463 per lui). Presente nel gruppo di testa anche l’americano del team Ducati, Nicky Hayden, 3º con 2:17.070 (+1.404s).

    L’ordine d’arrivo prevede poi il pilota inglese Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), il primo ad andare oltre la linea dei 2:18 con un gap da Stoner di 2.443 secondi (2:18.109 per lui), e il Campione del Mondo in carica, Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), 5º con un tempo di 2:18.683 (+3.017s).

    Definiscono la top ten Andrea Dovizioso (Repsol Honda), che termina in sesta posizione con un crono di 2:18.783 (+3.117s), l’americano Ben Spies (Yamaha Factory Racing), 7º con un giro più rapido di 2:18.820 (+3.154s), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), in ottava piazza con un 2:19.009 (+3.343s), Valentino Rossi (Ducati Team), 9º con un tempo di 2:19.435 (+3.769s), e Toni Elias (LCR Honda) ad occupare la decima riga della tabella dei tempi con un 2:19.612 (+3.946s).

    Seguono Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), Loris Capirossi (Pramac Racing), Hector Barbera (Mapfre Aspar Team), Randy De Puniet (Pramac Racing), Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), e Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3).


    Fonte: http://www.motogp.com/

  Motomondiale 2011: Gp di Gran Bretagna

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina