1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6050175
    E si ritorna in pista, per un nuovo appuntamento del Motomondiale classi 125, Moto2 e MotoGp
    Questo week-end dal circuito di Assen seguiremo il Gp d'Olanda

    Presentazione
    a cura di: http://www.pianetariders.it/
    Il Motomondiale si prepara ad accendere i motori su uno dei circuiti più affascinanti dell’intero Circus. A darsi battaglia sul mitico TT di Assen saranno i protagonisti della stagione 2011 capeggiati dalle Honda di Stoner e Simoncelli che dovranno vedersela principalmente con le Yamaha di Lorenzo e Spies (per l’occasione in bianco e rosso), ma anche con la Ducati di Rossi che si presenta in Olanda con la nuova GP11.1, versione aggiornata del prototipo bolognese con nuovo motore e molte delle soluzioni tecniche che equipaggeranno la futura GP12.

    Se da un lato Casey Stoner tenterà di ribadire il suo dominio assoluto provando a vincere l’ennesimo GP, sono tanti i protagonisti pronti a schierarsi al via col coltello tra i denti. Primo tra tutti, il campione del mondo in carica Jorge Lorenzo, che arriva ad Assen con una doppia missione: celebrare degnamente il 50° anniversario della presenza Yamaha nelle competizioni del motomondiale, e far dimenticare “gli errori” di Silverstone. Esattamente come il suo compagno di squadra Ben Spies, anche lui caduto sul circuito britannico e affamato di riscossa. Entrambi i piloti hanno un ottimo rapporto con i cordoli del TT e sapranno dare di certo filo da torcere agli avversari.

    Protagonista atteso anche Marco Simoncelli. Nonostante i continui riscontri, che parlano di un SuperSic in gran forma, il Rider San Carlo Gresini è chiamato ancora una volta a dimostrare la “sostanza” del proprio talento con risultati concreti: non è sufficiente essere sempre tra i primi durante le prove o nella lotta per la pole… la dura legge delle gare impone che le uniche vittorie sono quelle che si ottengono sotto la bandiera a scacchi!

    Ma a catalizzare l’attenzione di tutti nel GP di Olanda saranno principalmente Valentino Rossi e la Ducati. The Doctor avrà finalmente la possibilità di saltare in sella ad un prototipo evoluto che ha ricevuto una sostanziosa iniezione di novità, andando a pescare persino dalla moto che esordirà il prossimo anno. Che sia finalmente la volta buona per vedere il campione di Tavullia sfidare lo stradominio giapponese ai vertici del tabellone? Nel dubbio, meglio fiondarsi davanti alla TV e non perdere la gara.

    Tracciato spettacolare, il Van Drenthe, nonostante sia stato parzialmente addomesticato dai recenti interventi del 2006. Un circuito in grado di esaltare le doti del pilota grazie all’elevata possibilità di “personalizzare” le traiettorie e al notevole grip dell’asfalto che regge bene anche in condizioni di bagnato (ipotesi assai frequente a queste latitudini).

    Lungo i 4,555 Km del percorso, piuttosto stretto, si incontrano 11 curve a sinistra e 6 a destra, molto variegate, con curvoni veloci da 3°/4° marcia e repentini cambi di direzione; il rettilineo principale misura 970 metri. Tra gli imperativi categorici del circuito, vietato commettere errori! Ogni sbavatura o imperfezione in prossimità di una curva, finisce col proiettarsi anche sulle successive, senza possibilità di recupero. Insomma, Assen non perdona: si sbaglia a caro prezzo perdendo decimi preziosi nel tempo sul giro.



    ORARI TV:
    Giovedi 23-06-2011:
    **ore 9.15-9.55, Prove libere 1, 125
    **ore 10.10-10.55, Prove libere 1, Moto GP
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 1, Moto 2
    **ore 13.15-13.55, Prove libere 2, 125
    **ore 14.10-14.55, Prove libere 2, Moto GP
    **ore 15.10-15.55, Prove libere 2, Moto 2

    Venerdi 24-06-2011:

    ore 0.45, Prove libere, Italia 1, sintesi
    **ore 9.15-9.55, Prove libere 3, 125
    **ore 10.10-10.55, Prove libere 3, Moto GP
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 3, Moto 2
    **ore 13.00-13.40, Qualifiche, 125
    **ore 13.55-14.55, Qualifiche, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    ore 15.00, Qualifiche, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), sintesi
    **ore 15.10-15.55, Qualifiche, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    Sabato 25-06-2011:
    **ore 8.40-9.00, Warm Up, 125
    **ore 9.10-9.30, Warm Up, Moto 2
    **ore 9.40-10.00, Warm Up, Moto GP
    **ore 12.00, Gara, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 13.15, Gara, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 15.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6050176
    Classe 125 -- L’inseguimento di Terol prosegue ad Assen
    Il gruppo degli inseguitori, capitanato dal vincitore di Silverstone Jonas Folger, proverà a sfruttare l’appuntamento del weekend per avvicinarsi ancora di più all’attuale leader della classifica generale Nicolas Terol.

    Dopo essere diventato il più giovane pilota tedesco a vincere un Gran Premio (Silverstone), Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport) ha fatto un notevole balzo in avanti nella lotta al titolo, e partendo dall’ottimo risultato inglese cercherà di aggiungere ulteriore pressione al pilota in vetta alla classifica, Nicolas Terol.

    Lo spagnolo del team Bankia Aspar rimane saldo al comando con un vantaggio di 35 punti sul resto del gruppo, ma l’8º posto nel GP inglese lo ha visto interrompere un’impressionate striscia di ben 14 podi consecutivi nella classe cadetta. Sicuramente per il giovane pilota la cosa più importante ora è mantenere al sicuro la propria leadership, accumulando sempre più punti.

    Subito alle spalle di Folger, saldo in seconda posizione, troviamo Johann Zarco, più che mai intenzionato ad emulare il rivale tedesco per garantirsi la prima vittoria della stagione. Il miglior risultato per il francese nelle sue due precedenti visite ad Assen è stato il 12º piazzamento dello scorso anno, ma ora nella testa del pilota del team Avant-AirAsia-Ajo c’è un unico obiettivo: riprendersi quella vittoria che si è visto negare in Catalogna.

    Sandro Cortese (Intact Racing Team Germany), solo due punti dietro nella classifica generale, ce la metterà tutta per salire di nuovo sul podio, mentre Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) e Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) cercheranno di emularlo partendo solo pochi punti sotto. Héctor Faubel (Bankia Aspar) si è accomodato sul terzo gradino nel precedente appuntamento e spera quindi di proseguire il buon momento, mentre Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing) vuole riscattare la sfortunata uscita di scena dell’ultima volta.

    Puntano in alto anche i due giovani piloti spagnoli Luis Salom (RW GP Racing) e Adrián Martín (Bankia Aspar) arrivati rispettivamente in quarta e sesta posizione a Silverstone, mentre il trio inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), Danny Webb (Mahindra Racing) e Taylor Mackenzie (Phonica Racing), tenterà di chiudere in zona punti come quindici giorni fa.

    Quattro wildcard si aggiungeranno ai talentuosi piloti della classe cadetta per questo GP olandese: Bryan Schouten (Dutch Racing Team), Ernst Dubbink (RV Racing Team), Jerry van de Bunt (Jerrys Racing Team) e Thomas van Leeuwen (Racing Team Van Leeuwen). Con loro anche il tedesco Luca Gruenwald (Freudenberg Racing Team), mentre il pilota norvegese Sturla Fagerhaug continuerà a sostituire l’infortunato Sarath Kumar per il WTR-Ten10 Racing Team.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6050178
    Classe Moto2 -- La Moto2 fa tappa alla Cattedrale di Assen
    Dopo la settimana di pausa seguita alla doppietta Catalogna-Silverstone, la classe intermedia torna in azione con l’Iveco TT Assen, settimo appuntamento del Campionato del Mondo 2011.

    Stefan Bradl si presenta in Olanda da leader, grazie alle quattro vittorie conquistate nei sei round finora disputati. Il pilota del team Viessmann Kiefer Racing può contare su un vantaggio di ben 62 punti rispetto al gruppo degli inseguitori, ovvero il distacco più ampio mai fatto registrare da un pilota dopo appena sei gare. Bradl ha inoltre fatto registrare 5 pole position consecutive: nella classe intermedia solo Toni Elias era riuscito a fare tanto nel 2003.

    Simone Corsi (Ioda Racing Project), al momento in seconda posizione nel Campionato, è l’unico pilota Moto2, eccezion fatta per Bradl, ad aver raccolto punti in tutte le sei gare di quest’anno. L’italiano l’anno scorso tagliò la linea del traguardo in 12esima posizione, 7 in meno di Bradl, giunto 19º.

    Yuki Takahashi, terzo della classifica generale a nove punti da Corsi, nel 2010 partì dalla 13esima posizione della griglia e chiuse 10º. Il suo miglior risultato su questo circuito risale al 2006, con un sesto piazzamento finale in 250.

    Quarto posto e 49 punti per Andrea Iannone (Speed Master) che, nonostante il buon avvio stagionale, ha concluso fuori dalla zona punti due delle ultime quattro gare. L’italiano cercherà di rimediare a questa situazione sullo stesso circuito in cui dominò lo scorso anno, quando vinse la gara partendo dalla pole position.

    Stessi punti dell’italiano per il pilota del team Mapfre Aspar, Julian Simón, attualmente in fase di recupero dopo l’operazione alla tibia e al perone eseguita per correggere la frattura subita in Catalogna. Ad Assen, Simón sarà sostituito da Elena Rosell, pilota di 25 anni che milita nel CEV Stock Extreme e che sarà la prima donna a competere nella classe intermedia dopo la partecipazione nel Campionato 250 di Katia Poensgen di otto anni fa.

    Thomas Luthi, sesto nel Campionato, ha dimostrato di poter fare bene su questo circuito con la terza piazza conquistata nel 2010, nonostante il dolore seguito ad un infortunio alla spalla occorso durante una seduta d’allenamento in Motocross.

    Bradley Smith, solo un punto dietro il pilota svizzero e 2 davanti a Marc Marquez, ha sorpreso tutti con il secondo posto di Silverstone conquistato partendo dalla 28esima posizione della griglia. Marquez, dal canto suo, proverà a ripetere quanto fatto l’anno scorso, quando vinse la gara 125 partendo dalla pole position.

    La classe intermedia accoglierà due wildcard per la gara olandese: il tedesco Michael van der Mark (EAB Racing) e il sudafricano Steven Odendaal del team MS Racing.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6050180
    Classe MotoGp -- Stoner guida la classe regina verso Assen
    Torna l’azione del Campionato del Mondo MotoGP con l’Iveco TT Assen di questo fine settimana, il settimo appuntamento della stagione 2011.

    La stagione 2011, giunta ad un terzo del suo programma, si prepara per continuare questo periodo ricco di azione con l’Iveco TT Assen previsto per il weekend. Dopo l’accoppiata con le gare di Catalogna e di Silverstone, l’attenzione si sposta sul GP di Olanda numero 81.

    Casey Stoner conduce ora la classifica generale dopo la vittoria di Silverstone, la quarta dell’anno per lui e la terza consecutiva con i colori Honda nella classe regina, che lo portano così ad eguagliare quanto fatto da Valentino Rossi nel 2003. Il pilota Repsol Honda detiene la leadership a 18 punti dal Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo, caduto sul bagnato di Silverstone e determinato a recuperare il terreno perso nei confronti del rivale.

    Nonostante l’epilogo del GP inglese, Lorenzo si è reso protagonista di una sequenza durata ben 25 top4, iniziata verso la fine della stagione 2009. Il pilota del team Yamaha Factory Racing vinse l’appuntamento MotoGP di Assen dello scorso anno, ribadendo quanto già fatto in precedenza nelle altre due categorie. L’obiettivo è chiaro: provare a ripetersi nel fine settimana per cancellare il brutto ricordo di quindici giorni fa.

    Subito dietro Lorenzo c’è l’italiano Andrea Dovizioso che, forte del suo secondo podio stagionale conquistato sotto la pioggia di Silverstone, è sotto il maiorchino di soli 15 punti. Valentino Rossi segue il connazionale in quarta posizione con lo stesso numero di punti di differenza: il pilota del team Ducati sta attraversando un periodo senza vittorie che ha un precedente che risale all’anno 2000, quando debuttò nella classe regina e non vinse per nove round di seguito. Sebbene un avvio stagionale complicato, su questo circuito Rossi può comunque contare ben 5 vittorie nella massima categoria. L’italiano scenderà in pista con l’obiettivo di far suo il secondo podio di questo 2011.

    Pur avendo saltato gli ultimi due appuntamenti, Dani Pedrosa resta quinto nella classifica generale del Campionato, ma rimane ancora da confermare la sua partecipazione al fine settimana olandese. Giovedì scorso, Pedrosa ha subito un ulteriore intervento chirurgico alla clavicola per correggere un problema dovuto al distaccamento di un frammento osseo. Il pilota catalano discuterà con il suo staff medico circa le proprie condizioni fisiche e solo allora verrà presa una decisione definitiva.

    Quella di Assen è una pista su cui Nicky Hayden si è sempre comportato bene nelle passate stagioni: qui l’americano ha conquistato una vittoria nel 2006, anno in cui venne proclamato Campione del Mondo. Con Ducati non è mai riuscito ad andare più in alto del settimo posto finale sul circuito olandese e tenterà quindi di ribaltare questo risultato. Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), assente lo scorso anno a causa di un infortunio, scenderà sul circuito di Assen per la prima volta dal suo debutto in classe regina. Per il pilota giappone questa pista non è però del tutto nuova: qui vinse in 250 nel 2009 e quindi ne conosce il layout e il modo giusto per affrontarla.

    Colin Edwards, autore di un incredibile podio a Silverstone dopo soli otto giorni dalla frattura della clavicola rimediata al GP di Catalogna, torna su un tracciato dove già due volte ha chiuso fra i primi 3. Il suo compagno di squadra, l’esordiente Cal Crutchlow, è rimasto vittima di un incidente simile durante il turno di qualifica dell’AirAsia British Grand Prix. Dopo essersi sottoposto ad un’operazione chirurgica la scorsa settimana, dovrà ora pazientare prima di poter prendere una decisione definita sul suo ritorno.

    Il primo podio della classe regina continua ad essere l’obiettivo principale di Marco Simoncelli, ma il pilota del team San Carlo Honda Gresini spera di poter finalmente porre fine a questa lunga attesa con il GP di Assen, mentre Ben Spies (Yamaha Factory Racing) si presenta in Olanda con la voglia di ritrovare quella forma che gli ha permesso di salire sul podio dell’appuntamento di Montmeló.

    L’altro esordiente della stagione, Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), continua la sua crescita nella classe regina e si prepara al suo GP numero 100. Héctor Barberá (Mapfre Aspar), cercherà di tornare fra i primi dieci ad Assen, mentre Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) proverà a migliorare il 5º posto di Silverstone. Toni Elias (LCR Honda) tenterà di usare l’ottavo piazzamento conquistato nel GP di Inghilterra come punto di partenza per progredire e crescere nella restante parte del Campionato, e come lui la coppia Pramac Racing, Loris Capirossi e Randy De Puniet.

    La prima sessione di prove libere per la classe MotoGP prenderà il via alle 10:10 (orario locale) di giovedì, mentre la gara si terrà sabato pomeriggio.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6050181
    Classe Moto2 ---- Motomondiale - Uomini attenzione, in arrivo Elena Rosell
    La spagnola Elena Rosell, valenciana classe 1986, è stata ingaggiata dal team di Aspar Martinez per il prossimo Gran Premio d'Olanda classe Moto2 in programma sabato prossimo ad Assen: "Non riesco ancora a credere alla possibilità che ho davanti"

    Il Motomondiale è anche donna. Per la prima volta da quando esiste la Moto2, una ragazza correrà nella categoria intermedia del massimo campionato di velocità. Si tratta della spagnola Elena Rosell, valenciana classe 1986, ingaggiata dal team di Aspar Martinez per il prossimo Gran Premio d'Olanda, in programma sabato ad Assen.

    La ragazza segue le orme delle altre donne che hanno corso nel motomondiale, dalla finlandese Taru Rinne, ex fidanzata di Hakkinen che gareggiava nella 125, a Marketa Janakova, passando per Katja Poensgen, tedesca, fino all'ungherese Nikoletta Kovacs che ora fa parte della stampa internazionale.

    La centaura di Valencia, ovviamente, è entusiasta per l'esperienza che andrà ad affrontare: "Non riesco ancora a credere alla possibilità che ho davanti. In tutta questa settimana si sono mescolate ipotesi di una mia partecipazione a una gara con il Team Mapfre Aspar, e la verità è che ho vissuto questi momenti molto nervosamente. Si tratta di un'opportunità che stavo aspettando da quando ho iniziato a correre in moto. E voglio ringraziare tanto il Team Mapfre Aspar per la fiducia che ha riposto in me. Farò il debutto nel Mondiale Moto2 con uno dei migliori team, la verità è che è una sensazione indescrivibile, e sono impaziente di affrontare il Gran Premio d'Olanda per iniziare a crederci".

    Questo il commento del team manager 'Aspar' Jorge Martinez: "E 'una soddisfazione doppia perché Elena Rosell deriva anche dalla culla dei campioni della BANKIA. Ho seguito la sua carriera fin dall'infanzia e la verità è che sono sbalordito. Ha una grande capacità di evoluzione, è ancora in periodo di sviluppo come pilota, ma penso che potrà crescere molto nel Mondiale Moto2. Gli auguro ogni bene e spero che si adatti velocemente alla nuova categoria e che possa trarre beneficio da questa esperienza".

    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/



    ------------
    Classe MotoGp -- Pedrosa in dubbio per Assen, Aoyama pronto a sostituirlo
    Il pilota giapponese si unirà al team Repsol Honda per sostituire lo spagnolo, ancora impegnato nel recupero post operazione.

    Nel fine settimana il team Repsol Honda approderà in Olanda per l'Iveco TT Assen, il settimo appuntamento della stagione. In questo momento Casey Stoner conduce la classifica generale del Campionato del Mondo, Andrea Dovizioso è terzo, e Dani Pedrosa, ancora quinto dopo aver saltato gli ultimi due appuntamenti, sta proseguendo la fase di riabilitazione per ritornare in pista il più presto possibile.

    Purtroppo, sembra proprio che il pilota catalano dovrà rinunciare anche al prossimo round. Pedrosa sta ancora recuperando dopo l'operazione di giovedì scorso in cui i dottori sono intervenuti per correggere un problema dovuto ad un frammento osseo distaccatosi dalla clavicola. Lo spagnolo ha dichiarato che farà sicuramente ritorno per il GP italiano del Mugello, e che probabilemente approfitterà del prossimo weekend olandese per riposare ulteriormente e scongiurare ogni possibile ricaduta.

    Se la decisione finale di Pedrosa sarà quella di non correre ad Assen, verrà sostituito da Hiroshi Aoyama, che cederà il suo posto nel team San Carlo Honda Gresini al collaudatore HRC, Kousuke Akiyoshi.

    Dani Pedrosa:
    “È già passato qualche giorno dall’intervento e mi sento già meglio. Non avverto più quel dolore che sentivo poco prima dell’operazione e il processo di recupero sta procedendo per il meglio. Ogni giorno noto qualcosa di positivo ed è fantastico perché così potrò tornare in pista davvero presto. Sinceramente, un ritorno per Assen lo vedo molto improbabile, ma sono fiducioso per il Mugello. Ora sono concentrato a ritrovare la forma fisica giusta, e per questo voglio prendermi il giusto tempo ed essere al 100%”.


    Fonte: http://www.motogp.com
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6052884
    Aoyama sostituirà Pedrosa per l’Iveco TT Assen
    Honda Racing Corporation ha confermato che il pilota spagnolo Dani Pedrosa non prenderà parte al weekend di Assen.

    Pedrosa sarà sostituito da Hiroshi Aoyama del team San Carlo Honda Gresini.

    Il collaudatore HRC, Kousuke Akiyoshi prenderà invece il posto di Aoyama correndo quindi al fianco di Marco Simoncelli nel team satellite Honda.

    HRC è lieta di poter offrire al pilota giapponese l’opportunità di salire in sella alla RC212V ufficiale e ringrazia il team Gresini Racing per la collaborazione.

    Comunicato Stampa Repsol Honda Team


    Fonte: http://www.motogp.com
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6052885
    I numeri dell’Iveco TT Assen
    I fatti e le statistiche più interessanti in vista dell’Iveco TT Assen.

    100 – Per Karel Abraham questo sarà il GP numero 100. Il pilota ceco debuttò per la prima volta nel round d’apertura del 2005 di Jerez con la classe 125. Dopo due anni nella classe cadetta, Abraham passa in 250 ed infine in Moto2 nel 2010, vincendo l’ultima gara della stagione a Valencia. Era dal 1989 con Pavol Dekanek che non si vedevano piloti di origine ceca nella classe regina. Sarà il terzo pilota più giovane in assoluto a raggiungere il traguardo delle 100 partenze, dopo Jorge Lorenzo e Sandro Cortese.

    81 – Questo è l’81º compleanno dell’evento TT olandese. Il primo TT fu nel 1925 e da allora si è ripetuto per tutti gli anni con il periodo che va dal 1940 al 1945 come unica eccezione, per la Seconda Guerra mondiale. L’evento divenne parte del Campionato del Mondo nel 1949, ospitando il round olandese della stagione tutti gli anni successivi fino ai giorni nostri.

    34 anni – Nel giorno della gara di Assen saranno passati esattamente 34 anni da quando Wil Hartog vinse il TT del 1977 diventando il primo pilota olandese a trionfare in una gara del Campionato del Mondo 500.

    28 – Bradley Smith ha chiuso in seconda posizione la gara Moto2 di Silverstone partendo dalla 28esima piazza della griglia. Questa è la posizione più bassa dalla quale un pilota ha poi ottenuto il secondo gradino del podio e prima di lui Kazuto Sakata concluse 3º nella gara 125 del GP catalano del 1996, scattando dalla postazione numero 31 della griglia.

    27 – Il numero 27, Casey Stoner, ha ottenuto la sua 27esima vittoria in classe regina al GP di Silverstone. La sua prossima pole position sarà la sua 27esima in MotoGP.

    25 – Con la caduta di Silverstone, Jorge Lorenzo ha visto interrompersi la sequenza di 25 top4 iniziata con il GP di Malesia del 2009.

    24 – Il pilota Moto2 Claudio Corti festeggerà il suo 24º compleanno nel giorno della gara di Assen.

    23 – Kev Coghlan, pilota inglese Moto2, compirà 23 anni nel giorno delle prime sessioni di libere del weekend olandese.

    17 anni e 303 giorni – A Silverstone, Jonas Folger è diventato il pilota tedesco più giovane in assoluto a vincere un GP, all’età di 17 anni e 303 giorni. Folger ha fatto suo il record precedentemente detenuto dal leader del Campionato Stefan Bradl, che trionfò nel GP di Brno nel 2008 all’età di 18 anni e 262 giorni.

    14 – L’ottavo posto finale di Nico Terol a Silverstone ha segnato la conclusione della sua sequenza di 14 podi successivi nella classe 125.

    9 – Dura da 9 gare il periodo senza vittorie del pilota italiano Valentino Rossi: non era mai capitato dal suo passaggio in classe regina agli inizi del 2000.

    5 – Yamaha è la squadra che ha raccolto più successi al TT olandese dall’inizio dell’era 4 tempi MotoGP con 5 vittorie. Nella classe regina, Honda ne può contare 3, l’ultima nel 2006. Per Ducati solo una vittoria ad Assen che risale a 3 anni fa.

    4 – Tutti e 4 i piloti inglesi 125 schierati sulla griglia di partenza di Silverstone hanno chiuso in zona punti. L’ultima volta che l’Inghilterra ha visto 4 o più piloti finire fra i primi 15 in una gara 125, fu quando l’appuntamento inglese del Campionato del Mondo si teneva all’Isle of Man nel 1973.

    3 – I piloti Honda sono saliti sul podio solo 3 volte ad Assen dall’introduzione del limite degli 800cc in MotoGP: Nicky Hayden concluse 3º nel 2007, mentre Dani Pedrosa 2º nel 2008 e nel 2010.

    2 – Con la vittoria di Stefan Bradl in Moto2 e quella di Jonas Folger in 125, 2 piloti tedeschi hanno occupato il gradino più alto del podio delle classe minori. Prima di Silverstone, nel GP di Germania del 1991, Ralf Waldmann e Helmut Bradl (padre di Stefan) vinsero rispettivamente la gara 125 e quella 250.

    2 – Nella gara Moto2 di Silverstone, Bradley Smith ha tagliato il traguardo in seconda posizione, mentre Scott Redding in quinta. Era dal GP tedesco del Sachsenring del 1998, con Jeremy Mc Williams 2º e Jason Vincent 5º, che due piloti inglesi non chiudevano tra i primi 5 nella classe intermedia.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6053920
    Classe 125 -- Il vincitore di Silverstone Jonas Folger domina le FP1
    Il pilota tedesco del team Red Bull Ajo MotorSport è il più rapido della prima sessione di prove libere. Dietro di lui Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) e Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing).

    Settimo appuntamento del Campionato del Mondo 125 2011, Iveco TT Assen. Il weekend olandese si apre con un cielo carico di nuvoloni grigi e un vento leggero che fanno segnare sul termometro 15º. Comincia la prima sessione di libere per la classe cadetta, e dopo soli 5 minuti viene mostrata la bandiera bianca con croce rossa per avvisare i piloti delle prime gocce cadute sulla pista.

    Rientrano ai box molti dei piloti per aspettare che la pioggia smetta, ma poco dopo tutto riprende e il vincitore dello scorso round inglese di Silverstone, Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), mette a referto il giro più veloce dell’intera classe: 1:47.191 per lui.

    L’altro pilota tedesco, Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), chiude 2º a soli 387 millesimi dal connazionale (1:47.578 il suo tempo), ed è seguito nella top3 dal giovane talento del team Blusens by Paris Hilton Racing, Maverick Viñales, che taglia il traguardo con un crono di 1:48.147 (+0.956s).

    Sopra il secondo di gap dal leader i piloti posizionati fuori dal gruppo di testa: troviamo il leader del Campionato Nico Terol (Bankia Aspar) in quarta piazza con un 1:48.847 (+1.656s), ed il suo compagno di squadra Hector Faubel in quinta con un giro veloce di 1:49.115 (+1.924s).

    L’ordine d’arrivo prevede poi il francese Alexis Masbou (Caretta Technology), 6º con un tempo di 1:49.129 (+1.938s), l’italiano Luigi Morciano (Team Italia FMI), 7º con 1:49.424 (+2.233s), il pilota del team RW Racing GP, Luis Salom, 8º con 1:49.908 (+2.717s), e a chiudere la top ten, la coppia di piloti inglesi Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), 9º con 1:49.976, e Danny Webb (Mahindra Racing), 10º con 1:49.979.

    Bandiera bianca con croce rossa esposta di nuovo nel finale della sessione, con una serie di cadute nella zona più scivolosa del circuito: cadono Josep Rodriguez (Andalucia Banca Civica), Danny Webb (Mahindra Racing) e Giulian Pedone (Phonica Racing). A 15 minuti dal termine va giù anche il pilota finlandese Niklas Ajo (TT Motion Events Racing).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6054003
    Classe MotoGp -- Inizia bene il weekend olandese di Simoncelli
    L’italiano del team San Carlo Honda Gresini vola anche sotto la pioggia. Alle sue spalle il connazionale Valentino Rossi (Ducati Team) e Casey Stoner (Repsol Honda).

    Prima sessione di prove libere per la classe regina: il fine settimana dell’Iveco TT Assen, settimo appuntamento della stagione 2011, si apre con la pioggia. Gomme da bagnato e tempi visibilmente rallentati: nonostante ciò, non impiega molto tempo a salire in cattedra Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) che rimane nelle zone alte della tabella dei tempi per tutta la durata della sessione fino a quando, a 3 minuti dalla conclusione, blocca il cronometro sull’1:49.036 chiudendo primo le FP1.

    Subito dietro di lui un altro italiano, Valentino Rossi (Ducati Team), momentaneo leader a circa metà della sessione: scende in pista con il nuovo prototipo GP11.1, nella prima vera prova ufficiale, e gira mantenendo un buon ritmo per tutti i 45 minuti a disposizione. Termina con un gap di 360 millesimi dal primo, facendo registrare un tempo di 1:49.396.

    Completa la top3 l’australiano del team Repsol Honda, Casey Stoner, che si vede rubare proprio nelle battute finali il primo posto dall’uomo del team San Carlo Honda Gresini. Stoner mette a referto un crono di 1:49.527, ovvero 491 millesimi di ritardo rispetto alla testa.

    Inseguono Andrea Dovizioso (Repsol Honda), giunto 4º con 1:49.640 (+0.604s), e il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), che conclude in quinta posizione a 959 millesimi da Simoncelli (1:49.995 per lui). Lorenzo è sceso in pista in sella alla versione speciale della Yamaha M1, adornata coi colori bianco e rosso per celebrare i 50 anni di presenza della squadra nel mondiale GP.

    Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3) sembra essersi ben ripreso dall’infortunio alla clavicola di Silverstone, ed infatti chiude 6º con un tempo di 1:50.386 (+1.350s). Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) si piazza sulla settima riga della tabella dei tempi grazie al suo 1:50.413 (+1.377s), ed è seguito da Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 8º con 1:50.968 (+1.932s), Nicky Hayden (Ducati Team), 9º con 1:51.277 (+2.241s), e Ben Spies (Yamaha Factory Racing), 10º con 1:51.590 (+2.554s).

    Lo schieramento finale prevede poi Hector Barbera (Mapfre Aspar Team), in 11esima posizione con un tempo di 1:52.646 (+3.610s), Hiroshi Aoyama (Repsol Honda), che per l’occasione sostituirà l’infortunato Dani Pedrosa, in 12esima piazza (1:53.132 per lui), Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), 13º con 1:53.164 (+4.128s), Toni Elias (LCR Honda), 14º con 1:53.323 (+4.287s), Loris Capirossi (Pramac Racing), 15º con 1:53.348 (+4.312s), Kousuke Akiyoshi (San Carlo Honda Gresini), 16º con 1:53.353 (+4.317s), e a chiudere, Randy De Puniet (Pramac Racing), 17º con 1:53.562 (+4.526s).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6054097
    Classe Moto2 -- Le FP1 al leader Stefan Bradl
    Il numero uno della classifica generale, Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), termina primo il primo turno di libere del venerdì. Secondo Kenan Sofuoglu (Technomag-CIP), terzo Simone Corsi (Ioda Racing Project).

    Scende in pista per ultima la classe intermedia a chiudere la mattinata dedicata alle prime prove libere del settimo appuntamento del calendario 2011, l’Iveco TT Assen. Sessione interamente sotto la pioggia: oltre ai tempi rallentati, sono davvero parecchie le cadute che accompagnano i 45 minuti di prova, tanto che a 4 minuti dalla conclusione, viene anche esposta la bandiera rossa che costringe i piloti al rientro ai box e alla fine prematura del turno.

    Nonostante le condizioni avverse, il leader della classifica generale Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) riesce a girare più rapidamente del resto del gruppo facendo registrare un crono di 1:54.435. Con soli 280 millesimi di ritardo, lo seguono il turco Kenan Sofuoglu (Technomag-CIP), che termina in 1:54.715, e l’italiano di Ioda Racing Project, Simone Corsi, il primo ad andare sopra gli 1:54 con il suo 1:55.058 (+0.623s).

    La classifica finale vede poi in quarta piazza il pilota giapponese Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2) con 1:55.268 (+0.833s), e in quinta l’uomo del team Speed Master, Andrea Iannone: per il vincitore del round olandese dello scorso anno, un crono di 1:55.424 (+0.989s).

    In top ten troviamo poi lo svizzero Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2), che conclude 6º grazie al suo 1:55.436, andando oltre il secondo di distacco dalla testa (+1.001s), Mika Kallio (Marc VDS Racing Team), 7º con 1:56.145 (+1.710s), Ratthapark Wilairot (Thai Honda Singha SAG), 8º con 1:56.297 (+1.862s), Pol Espargaro (HP Tuenti Speed Up), 9º con 1:56.480 (+2.045s), ed infine l’americano Kenny Noyes (Avintia-STX), 10º con 1:56.585 (+2.150s).

    Lungo l’elenco dei piloti caduti nel corso della sessione: la pilota del Mapfre Aspar Team Moto2, Elena Rosell, va giù 2 volte, nella curva 5 e nella curva 1, Pol Espargaro (HP Tuenti Speed Up), cade nella curva 10, Axel Pons (Pons HP 40), nella curva numero 7, Alex De Angelis (JIR Moto2), nella curva numero 10. La lista continua poi con Michael Van Der Mark (EAB Racing), Andrea Iannone (Speed Master), Valentin Debise (Speed Up), Dominique Aegerter (Technomag-CIP), ed infine Ricard Cardus (QMMF Racing Team).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6054403
    Cancellate le FP2 per impraticabilità della pista
    Una grossa macchia di olio, conseguenza di una caduta durante la sessione di prove libere Moto2 della mattinata, ha portato all'annullamento dei tre turni pomeridiani del primo giorno dell'Iveco TT Assen.

    La prima giornata di prove libere dell'Iveco TT Assen ha visto ridursi drasticamente il proprio programma dopo la cancellazione delle FP2 pomeridiane per tutte le categorie. La pioggia, che ha accompagnato il turno mattutino, ha causato non poche cadute: nelle FP1 Moto2, l'italiano Alex Baldolini è rientrato in pista dopo essere andato a terra, lasciando inavvertitamente dietro di se una scia di olio per buona parte della pista.

    Il lavoro di pulizia del tracciato ha inizialmente ritardato l'orario di avvio del turno di libere pomeridiano della classe cadetta, previsto per le 13:15, per poi costringere alla cancellazione dell'intero programma pomeridiano.

    Le attività sul circuito di Assen riprenderanno domani mattina, a partire dalle 08:40.


    Fonte: http://www.motogp.com
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6055193
    Classe 125 -- Sessione di libere del venerdì a Zarco
    Nelle FP2 dell’Iveco TT Assen, il francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) è il più veloce della categoria. Secondo Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), terzo Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany).

    Seconda giornata del settimo appuntamento della stagione 2011, l’Iveco TT Assen. In seguito all’annullamento delle FP2 di ieri, sessione con extra tempo questa mattina, dove i piloti hanno avuto a loro disposizione ben 60 minuti per lavorare sui propri set-up.

    Condizioni della pista decisamente migliorate, con un bel sole impegnato a far asciugare le ultime parti bagnate del tracciato. A far registrare il tempo più basso del gruppo ci pensa il pilota francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) che blocca il cronometro su 1:44.336, levando più di sei secondi al suo precedente risultato FP1.

    In top3 con lui si piazzano lo spagnolo compagno di squadra Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), giunto 2º con un crono di 1:45.138 (+0.802s), e il pilota tedesco di Intact-Racing Team Germany Sandro Cortese, che taglia il traguardo 928 millesimi dopo il crono fatto registrare da Zarco (1:45.264 per lui).

    Il vincitore dello scorso round di Silverstone, Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), occupa la quarta riga della tabella dei tempi con un 1:45.310 (+0.974s), mentre il giovane Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) chiude 5º con un 1:45.729 (+1.393s).

    È poi la volta di altri tre piloti spagnoli: il compagno di squadra di Viñales, Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing), conclude in sesta posizione con un crono di 1:46.102 (+1.766s), Luis Salom (RW Racing GP), è 7º con 1:46.630 (+2.294s), mentre Hector Faubel (Bankia Aspar), si piazza 8º grazie ad un tempo di 1:46.667 (+2.331s).

    Completano la top ten il pilota italiano Simone Grotzkyj (Phonica Racing), 9º con 1:46.771 (+2.435s), e l’inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), 10º con 1:47.135 (+2.799s).

    Numerose le cadute nel corso della sessione: vanno giù Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica), Luigi Morciano (Team Italia FMI), Jakub Kornfeil (Ongetta-Centro Seta), Josep Rodriguez (Andalucia Banca Civica), Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), Simone Grotzkyj (Phonica Racing), e Nico Terol (Bankia Aspar).


    Fonte: http://www.motogp.com
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6055353
    Classe MotoGp -- Prosegue bene il weekend olandese di Simoncelli
    Il pilota del team San Carlo Honda Gresini domina la sessione di prove libere del venerdì mattina olandese. Alle sue spalle Casey Stoner (Repsol Honda) e Ben Spies (Yamaha Factory Racing).

    Sono ben 90 i minuti di prove libere a disposizione dei piloti della classe regina in questo secondo giorno dell’Iveco TT Assen. Condizioni atmosferiche in continua evoluzione, con l’alternarsi di nuvoloni grigi ad ampie schiarite. La sessione si apre in un modo abbastanza curioso: dopo appena 7 minuti, va giù alla curva 9, l’australiano Casey Stoner (Repsol Honda), e un giro dopo accade lo stesso al compagno di squadra Andrea Dovizioso, sempre alla curva 9. Questione di qualche minuto, e cade anche Hiroshi Aoyama, sostituto dell’assente Dani Pedrosa.

    Nonostante i primi pensieri siano andati alla fuoriuscita di olio di ieri, il turno è poi continuato senza ulteriori cadute, e al termine del tempo a disposizione il nome sulla riga più alta della tabella dei tempi è quello di Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini): il pilota italiano mantiene un buon ritmo per tutta la durata della sessione e ferma il cronometro su 1:36.149.

    Solo 193 millesimi separano Casey Stoner (Repsol Honda) da Simoncelli: l’australiano, nonostante la caduta iniziale, gira bene e fa registrare un crono di 1:36.342. Con lui fra i primi tre, l’americano Ben Spies (Yamaha Factory Racing) che mette a referto un 1:36.409, ovvero 260 millesimi più lento del miglior tempo della sessione.

    Chiude 4º il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) grazie al suo 1:36.745 (+0.596s). Valentino Rossi (Ducati Team) è il primo a superare la linea dell’1:37, concludendo il turno in quinta posizione a 1.098s dal connazionale (1:37.247 per lui).

    Coppia Monster Yamaha Tech 3 in sesta e settima posizione: l’esordiente Cal Crutchlow continua quanto di buono mostrato ieri girando con un tempo di 1:37.332 (+1.183s), mentre il suo compagno di squadra, Colin Edwards, lo segue a ruota con un crono di 1:37.386 (+1.237s).

    La top ten vede poi Andrea Dovizioso (Repsol Honda), 8º con 1:37.661 (+1.512s), Nicky Hayden (Ducati Team), 9º con 1:37.724 (+1.575s), e Toni Elias (LCR Honda), in decima posizione con 1:38.276 (+2.127s).

    Completano lo schieramento Randy De Puniet (Pramac Racing), Hector Barbera (Mapfre Aspar Team), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), Hiroshi Aoyama (Repsol Honda), Loris Capirossi (Pramac Racing), ed infine Kousuke Akiyoshi (San Carlo Honda Gresini).


    Fonte: http://www.motogp.com
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6055511
    Classe Moto2 -- Bradl si ripete e conquista le FP2
    Il tedesco del team Viessmann Kiefer Racing è ancora il più veloce della classe. Inseguono Scott Redding (Marc VDS Racing Team) e Aleix Espargaro (Pons HP 40).

    Continua la sfortuna per la classe intermedia nel weekend del settimo appuntamento della stagione 2011, l’Iveco TT Assen. Come già successo nelle battute finali delle FP1 di ieri, la sessione viene interrotta a circa 12 minuti dal termine, dopo tre cadute consecutive avvenute all’altezza della curva 10. Di nuovo dubbi sulla presenza di olio in pista e bandiera gialla esposta: piloti rientrati ai box e sessione terminata in anticipo tranne che per l’italiano Andrea Iannone (Speed Master) e l’australiano Anthony West (MZ Racing Team), tornati a girare a 3 minuti dalla fine.

    Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), ripete l’ottima prova di ieri e va nuovamente a chiudere il turno davanti a tutto il gruppo, facendo registrare un crono di 1:39.488 e rimandendo l’unico sotto l’1:40.

    L’inglese del Marc VDS Racing Team, Scott Redding, gira con una differenza di 566 millesimi rispetto al tedesco e fa segnare un tempo di 1:40.054. Alle sue spalle lo spagnolo Aleix Espargaro (Pons HP 40) che completa la top 3 con un crono di 1:40.207 (+0.719s).

    È poi la volta di una coppia tutta italiana: Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) sale in sella alla sua Moriwaki e, alla tornata numero 17 delle 18 percorse, chiude il proprio giro più veloce fermando il cronometro sul 1:40.228 (+0.740s). Dietro di lui, il pilota romano Simone Corsi (Ioda Racing Project) che arriva 5º a 834 millesimi dal leader (1:40.322 il suo tempo).

    Bradley Smith (Tech 3 Racing), protagonista di una caduta a pochi minuti dall’inizio del turno, va ad occupare la sesta posizione finale con un 1:40.345 (+0.857s). Con il pilota inglese, completano il gruppo dei primi dieci l’altro fratello Espargaro, Pol (HP Tuenti Speed Up), 7º con 1:40.430 (+0.942s), Claudio Corti (Italtrans Racing Team), 8º con 1:40.456 (+0.968s), Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2), 9º con 1:40.571 (+1.083s), e Alex De Angelis (JIR Moto2), 10º con 1:40.648 (+1.160s).

    Cadute, per fortuna senza nessuna conseguenza, per Elena Rosell, Javier Fores, Ricard Cardus e Kenny Noyes.


    Fonte: http://www.motogp.com
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6055617
    Qualifiche Classe125 -- Seconda pole consecutiva per Viñales
    Il giovane pilota del team Blusens by Paris Hilton Racing conquista la sua seconda pole position della stagione. Partiranno al suo fianco Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) e Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany).

    Si apre il pomeriggio di qualifiche dell’Iveco TT Assen, settimo appuntamento della stagione 2011. Sessione combattuta quella della classe cadetta, dove a poco più di un minuto dalla fine la spunta il giovane talento spagnolo Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) che domani si andrà ad accomodare nella prima posizione della griglia di partenza grazie ad un crono di 1:44.597.

    Partiranno al suo fianco il francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), che chiude 2º a soli 188 millesimi dal leader (1:44.785 per lui), e il tedesco di Intact-Racing Team Germany Sandro Cortese, che completa la prima fila firmando un tempo di 1:44.787 (+0.190s).

    Seconda linea interamente spagnola: Hector Faubel (Bankia Aspar) scatterà dalla quarta piazza grazie al suo 1:44.963 (+0.366s), Luis Salom (RW Racing GP), occuperà il 5º posto della griglia dopo aver fermato il cronometro su 1:45.235 (+0.638s), mentre sarà Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) ad accomodarsi in sesta posizione (1:45.338 per lui).

    Il vincitore del scorso round di Silverstone, Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), cade dopo pochi minuti dall’avvio, riuscendo però a far registrare un tempo di 1:45.859 (+1.262s) che gli regala la settima piazza, mentre è 8º l’attuale leader della classifica generale Nicolas Terol (Bankia Aspar), andato a terra sia in mattinata (procurandosi una frattura al 5º metacarpo della mano destra) che nel pomeriggio (1:45.983 il suo crono).

    Completa la terza fila un altro spagnolo, Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing), che riesce ad assicurarsi l’ultimo posto libero nonostante una caduta avvenuta durante il turno (1:46.204 per lui).


    Fonte: http://www.motogp.com

    ------------
    Risultati completi qualifiche Classe125
    Pos. Pilota Nazione Tempo
    1 VINALES Maverick (SPA) in 0h01'44''597
    2 ZARCO Johann (FRA) + 00:00:00.188
    3 CORTESE Sandro (GER) + 00:00:00.190
    4 FAUBEL Hector (SPA) + 00:00:00.366
    5 SALOM Luis (SPA) + 00:00:00.368
    6 VAZQUEZ Efren (SPA) + 00:00:00.741
    7 FOLGER Jonas (GER) + 00:00:01.262
    8 TEROL Nicolas (SPA) + 00:00:01.386
    9 GADEA Sergio (SPA) + 00:00:01.607
    10 KENT Danny (GBR) + 00:00:01.971
    11 WEBB Danny (GBR) + 00:00:01.997
    12 GROTZKYJ Simone (ITA) + 00:00:02.013
    13 PEDONE Giulian (SWI) + 00:00:02.071
    14 SCHROTTER Marcel (GER) + 00:00:02.222
    15 MORCIANO Luigi (ITA) + 00:00:02.391
    16 MASBOU Alexis (FRA) + 00:00:02.494
    17 FAGERHAUG Sturla (NOR) + 00:00:02.841
    18 KORNFEIL Jakub (CZE) + 00:00:02.966
    19 ROSSI Louis (FRA) + 00:00:03.222
    20 MONCAYO Alberto (SPA) + 00:00:03.376
    21 STAFFORD Harry (GBR) + 00:00:03.380
    22 MARTIN Adrian (SPA) + 00:00:03.406
    23 AJO Niklas (FIN) + 00:00:03.754
    24 MACKENZIE Taylor (GBR) + 00:00:04.286
    25 SEBESTYEN Peter (UNG) + 00:00:04.521
    26 TONUCCI Alessandro (ITA) + 00:00:04.780
    27 RODRIGUEZ Josep (SPA) + 00:00:05.163
    28 PERELLO Juan (SPA) + 00:00:05.316
    29 IWEMA Jasper (NED) + 00:00:07.259
    30 MAURIELLO Francesco (ITA) + 00:00:12.951

  Motomondiale 2011: Gp d'Olanda

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina