1.     Mi trovi su: Homepage #6064415
    Non saprei.
    Questo era il mio primo E3 e confronti non ne posso fare.
    Indubbiamente c'è tanto, troppo 'corporate'.
    Basta vedere Schofield che da gladiatore è diventato Fantozzi [clic] o come se l'è tirata EA per Mass Effect 3 [ari-clic], o ancora il modo al limite del no-sense, dell'autogol e del super-size me con cui viene ormai gestita la logica degli annunci [ari-ari-clic] o alle presentazioni 'al risparmio' [si veda il single player di Modern Warfare 3, già visto].

    Però ci sono state anche tante belle cose.
    I soliti CD Projekt che stabiliscono il solito, bellissimo rapporto a tu per tu, da gestori di trattoria, la splendida organizzazione controtendenza di Croteam altro clic!], l'hands on comodo comodo di quasi un'ora di Dead Island, con tanto di sviluppatore che rispondeva a qualsiasi mio dubbio, senza le mani sulla bocca tipico del markettamento spinto. Poi penso al modo di fare che mi è parso DAVVERO appassionato, di gente come i ragazzi al lavoro su Halo Anniversary, su Prey 2, su Ghost Recon Online. O il fatto che per le Spec Ops di MW3 abbiano scelto sì un gran bel pezzo di gnocca, ma era un gran bel pezzo di gnocca che sembrava veramente "mangiare, respirare Call of Duty", per dirla come si è descritta lei stessa.

    Poi sì, in alcuni casi, complice il buio, complice la posizione un po' imboscata di chi manovrava il pad, il dubbio che in realtà si stesse solo facendo play su un lettore video collegato in sala è venuto anche a me, ma fino a prova contraria tendo a concedere la presunzione di buona fede. Magari lanciando una frecciata quando poi parlo del gioco, così come do una pacca sulla spalla a chi se la merita. Che, insomma, il nostro mestiere è fare critica, non da vetrina ai prodottini o alle decisioni aziendali dei publisher, e nell'ambito di un evento del genere ciò che traspare dei meccanismi del sistema, siano negativi che positivi, l'impatto che ha avuto su chi scrive dovrebbe essere equiparato come importanza alla descrizione delle feature di gioco. È lì che il nostro ruolo ha ancora e avrà sempre senso, pure in un'epoca dove l'E3 ce l'hanno tutti nel monitor di casa.

    Comunque, per rispondere alla domanda nella didascalia...


    No, fa schifissimo. ^^
  2. hora et labora  
        Mi trovi su: Homepage #6065663
    DI gente innamorata del proprio lavoro ce n'è per fortuna ancora tanta, soprattutto tra europei e giapponesi. Per dirne una, ho fatto fatica a scappare dallo stand di Paradox e continuano a tartassarmi di richieste di amicizia su FB e linkedin. C'è che un "tempo" a porte chiuse ci trovavi davvero i giochi di cui nessuno sapeva niente e di lontana pubblicazione (pensa te che ho visto e provato B.C. di Lionhead...) mentre adesso ci trovi roba di cui si parla da mesi e che vedi solo in filmato. Però non si può non andare all'E3 se si fa parte di questo mondo. E, personalmente, quest'anno mi sono divertito molto ;-)
    Non siamo soli nell'universo: è che nessuno ci invita mai alle feste

  Rubrica Il Bandito: C’era una volta l’E3

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina