1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6067455
    E si torna nuovamente in pista per un nuovo appuntamento del mondiale di F1
    Questo Week-end,direttamente da Silverstone, seguiremo il Gp di Gran Bretagna :)

    Presentazione a cura di http://www.blogf1.it/
    Il circus della Formula 1 si prepara a far tappa in uno dei circuiti storici del calendario, Silverstone! L’ex aeroporto militare della Royal Air Force era inizialmente formato da tre piste, disposte a triangolo. Per le prime corse effettuate su questa pista, venivano collegati quei tre lunghi rettilinei con altrettante curve, realizzate con balle di fieno. Ne sono passati di anni e di cambiamenti il circuito ne ha avuti parecchi, proprio fino all’anno passato con la realizzazione della nuova Arena. L’ultima novità è rappresentata dai nuovi box, inaugurati nel maggio scorso, che hanno comportato lo spostamento del rettilineo del traguardo subito dopo la curva Vale: dunque la prima curva sarà ora la Abbey.

    Il tracciato sorge nel Northamptonshire, in Inghilterra. La cittadina di Silverstone conta poco più di duemila abitanti e sarebbe un puntino perso sulla cartina senza il tracciato per antonomasia, culla dell’automobilismo sportivo britannico. L’impianto oggi si compone di un nastro d’asfalto lungo 5.891 metri e presenta una grande varietà di curve, molte delle quali veloci e ad ampio raggio. Qui l’efficienza aerodinamica conta parecchio e sarà fondamentale vedere chi ha lavorato meglio, in queste settimane, per vedere se ci sono novità in termini di valori in campo.

    Infatti, come già abbiamo scritto qualche giorno fa, da Silverstone verranno limitati gli scarichi soffianti in rilascio. Questa nuova limitazione, apparsa da subito come l’ultima spiaggia per evitare che la Red Bull ammazzi il mondiale, potrebbe far perdere proprio ai bibitari qualcosina in termini di efficienza e dare la possibilità alle dirette rivali di avvicinarsi.

    Per questa pista dall’asfalto difficile, Pirelli ha annunciato che fornirà ai team le mescole dure e morbide, ossia le Pzero Silver Hard e le Pzero Yellow Soft. Tuttavia, resta l’incognita della pioggia che, da queste parti, non manca mai. Secondo le prime previsioni, già dal giovedì – per la consueta sessione di autografi – i piloti dovrebbero portare dietro l’ombrello. Anche il resto del weekend potrebbe essere influenzato dal meteo ballerino, ma sappiamo che le indicazioni più realistiche potremo averle man mano che ci avvicineremo al giorno dell’evento.


    INFO
    Lunghezza del circuito: 5,891 km
    Giri da percorrere: 52
    Distanza totale: 306,227 km
    Numero di curve: 18
    Senso di marcia: orario
    Mescole Pirelli: soffici/dure
    Apertura farfalla: 62% della percorrenza

    RECORD
    Giro prova: 1:29.615 – S Vettel – Red Bull Renault – 2010
    Giro gara: 1:30.874 – F Alonso – Ferrari – 2010
    Distanza: 1h24:38.200 – M Webber – Red Bull Renault – 2010
    Vittorie pilota: 5 – J Clark, A Prost
    Vittorie team: 15 – Ferrari
    Pole pilota: 5 – J Clark
    Pole team: 14 – Ferrari
    Km in testa pilota: 1.693 – J Clark
    Km in testa team: 4.683 – Ferrari
    Migliori giri pilota: 7 – N Mansell
    Migliori giri team: 18 – Ferrari
    Podi pilota: 7 – A Prost, M Schumacher
    Podi team: 48 – Ferrari
    ———-

    Albo d’oro
    01. 1926 Senechal e Wagner – Delage
    02. 1927 R Benoist – Delage
    03. 1948 L Villoresi – Maserati
    04. 1949 E de Graffenried – Maserati
    05. 1950 N Farina – Alfa Romeo
    06. 1951 J Gonzalez – Ferrari
    07. 1952 A Ascari – Ferrari
    08. 1953 A Ascari – Ferrari
    09. 1954 J Gonzalez – Ferrari
    10. 1955 S Moss – Mercedes
    11. 1956 J Fangio – Ferrari
    12. 1957 S Moss – Vanwall
    13. 1958 P Collins – Ferrari
    14. 1959 J Brabham – Cooper Climax
    15. 1960 J Brabham – Cooper Climax
    16. 1961 W von Trips – Ferrari
    17. 1962 J Clark – Lotus Climax
    18. 1963 J Clark – Lotus Climax
    19. 1964 J Clark – Lotus Climax
    20. 1965 J Clark – Lotus Climax
    21. 1966 J Brabham – Brabham Repco
    22. 1967 J Clark – Lotus Ford
    23. 1968 J Siffert – Lotus Ford
    24. 1969 J Stewart – Matra Ford
    25. 1970 J Rindt – Lotus Ford
    26. 1971 J Stewart – Tyrrell Ford
    27. 1972 E Fittipaldi – Lotus Ford
    28. 1973 P Revson – McLaren Ford
    29. 1974 J Scheckter – Tyrrell Ford
    30. 1975 E Fittipaldi – McLaren Ford
    31. 1976 N Lauda – Ferrari
    32. 1977 J Hunt – McLaren Ford
    33. 1978 C Reutemann – Ferrari
    34. 1979 C Regazzoni – Williams Ford
    35. 1980 A Jones – Williams Ford
    36. 1981 J Watson – McLaren Ford
    37. 1982 N Lauda – McLaren Ford
    38. 1983 A Prost – Renault
    39. 1984 N Lauda – McLaren TAG
    40. 1985 A Prost – McLaren TAG
    41. 1986 N Mansell – Williams Honda
    42. 1987 N Mansell – Williams Honda
    43. 1988 A Senna – McLaren Honda
    44. 1989 A Prost – McLaren Honda
    45. 1990 A Prost – Ferrari
    46. 1991 N Mansell – Williams Renault
    47. 1992 N Mansell – Williams Renault
    48. 1993 A Prost – Williams Renault
    49. 1994 D Hill – Williams Renault
    50. 1995 J Herbert – Benetton Renault
    51. 1996 J Villeneuve – Williams Renault
    52. 1997 J Villeneuve – Williams Renault
    53. 1998 M Schumacher – Ferrari
    54. 1999 D Coulthard – McLaren Mercedes
    55. 2000 D Coulthard – McLaren Mercedes
    56. 2001 M Hakkinen – McLaren Mercedes
    57. 2002 M Schumacher – Ferrari
    58. 2003 R Barrichello – Ferrari
    59. 2004 M Schumacher – Ferrari
    60. 2005 J Montoya – McLaren Mercedes
    61. 2006 F Alonso – Renault
    62. 2007 K Raikkonen – Ferrari
    63. 2008 L Hamilton – McLaren Mercedes
    64. 2009 S Vettel – Red Bull Renault
    65. 2010 M Webber – Red Bull Renault


    ORARI TV

    Venerdì 8 Luglio
    09:00-10:30 (10:00-11:30) Prove Libere 1
    13:00-14:30 (14:00-15:30) Prove Libere 2

    Sabato 9 Luglio

    10:00-11:00 (11:00-12:00) Prove Libere 3
    13:00-14:00 (14:00-15:00) Qualifiche – Rai Due

    Domenica 10 Luglio
    13:00 (14:00) Gara – Rai Uno

    (tra parentesi l'orario italiano)



    Il circuito (in allegato)
    (fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/)
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6067460
    HRT, Daniel Ricciardo al posto di Karthikeyan a Silverstone
    La HRT non lo ha ancora comunicato ufficialmente ma Daniel Ricciardo ha già confermato che sarà alla guida della vettura del team spagnolo al Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1 debuttando quindi nella categoria regina. Il protetto della Red Bull sostituirà da Silverstone l’indiano Narain Karthikeyan.

    “E’ particolarmente eccitante” ha dichiarato Ricciardo all’Herald Sun in partenza dall’aeroporto di Heathrow per Budapest, teatro della sua prossima gara di Formula Renault 3.5. “E’ fantastico, semplicemente fantastico” ha aggiunto Ricciardo che, come membro del vivaio Red Bull, nel 2011 ha già guidato la Toro Rosso nelle libere del venerdì. “Debuttare a Silverstone è fantastico” ha dichiarato. “E’ un circuito che conosco bene ed è a pochi passi dalla mia seconda casa in Inghilterra” ha aggiunto.

    Ricciardo sarà alla HRT in prestito dalla Red Bull e dovrebbe assumere il ruolo di titolare per il resto della stagione. Narain Karthikeyan tornerà infatti al volante della HRT solo per il GP India, salvo ripensamenti del team.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6069645
    Formula 1 - Motori Renault per la Williams
    Dal prossimo anno la scuderia di Grove tornerà ad utilizzare i motori Renault. Le due parti hanno annunciato un accordo biennale che, però, potrebbe anche estendersi al 2014

    La Renault e la Williams hanno annunciato l'accordo biennale per la fornitura dei motori. La scuderia di Grove attualmente utilizza motori cosworth. L'accordo è biennale ma potrebbe anche estendersi sino al 2014 quando ci saranno i motori V6 turbo. Oltre alla fornitura dei motori la neonata alleanza include diverse altre interessanti opportunità di business e di marketing. Il binomio tra il 1987 e il 1997 ha portato alla conquista di 4 titoli piloti e cinque Costruttori.

    "Renault resta in Formula Uno per ottenere successi e la partnership con la Williams si propone di aggiungere altri risultati a quelli ottenuti negli ultimi anni con le nostre squadre partner - afferma Il presidente di Renault Sport F1 Bernard Rey -. Dal 2012 in poi il fatto che avremo quattro soci ci mette davanti ad altri costruttori in termini di quota di mercato e fuori pista ci permetterà di utilizzare la Formula Uno come una piattaforma di marketing per la nostra casa madre".

    "Siamo felici ed eccitati dalla nostra nuova partnership con Renault - aggiunge il team principal Frank Williams -. Questo accordo riunisce il team di F1 con una importante casa automobilistica e completa il nostro nuovo rapporto con Jaguar. Allo stesso tempo, siamo grati a Cosworth: sono stati un partner leale e affidabile sia dentro che fuori la pista per gli ultimi due anni. Il nostro rapporto precedente con Renault ha portato tanti successi ma non permetteremo a noi stessi di soffermarci troppo sul passato. Dobbiamo guardare al futuro e continuare a ricostruire la nostra reputazione in pista e l'annuncio di oggi ci aiuterà a farlo".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6071229
    Formula 1 - Alonso "Ho rifiutato offerta della Red Bull"
    Due anni fa il grande bivio per Fernando Alonso: Red Bull o Ferrari? Lo spagnolo, lo sappiamo tutti, scelse la Rossa e a distanza di due stagioni e un mondiale e mezzo al tedesco Vettell si dice comunque soddisfatto della sua decisione di trasferirsi a Maranello

    “FORSE AVREI DUE MONDIALI IN PIU’ MA ADESSO SONO CONTENTO” – Fernando Alonso è stato a un passo dal firmare un importante contratto con la Red Bull. Due anni fa, nel pieno della tempesta Renault e in piena trattativa con la Ferrari arrivò all’asturiano l’offerta di guidare quella che poi si è rivelata la monoposto più forte e imprendibile. Alonso alla fine scelse la Ferrari. Un progetto ambizioso e che l’asturiano ha sposato senza alcun dubbio:

    “Avrei qualche mondiale in più ma non sarei contento come sono adesso in Ferrari. Credetemi non vorrei mai essere su un volante differente da quello della Rossa. È più importante per un pilota guidare una Ferrari che vincere un mondiale subito. È difficile da spiegare ma il fascino è incredibile, hai nelle mani la storia dei motori, rappresenti il Cavallino Rampante nel mondo...”

    “HAMILTON IN FERRARI, PERCHE’ NO?!” – Questa la rivelazione (anche se qualcosa si sapeva già) di Fernando Alonso. E si è parlato nei mesi scorsi di un possibile arrivo in Rosso di Lewis Hamilton. L’inglese ha sempre negato ogni tipo di trattativa con Maranello ma le voci continuano a girare e a promuovere adesso quella che sarebbe una operazione di grande interesse è lo stesso Alonso:

    “Io non ho nessun problema con Hamilton. Ho il massimo rispetto per lui e per quello che ha fatto in tutti questi anni in McLaren. Non ho problemi a condividere il box con nessuno. Guidare una Ferrari è già una grande soddisfazione, sei nel più grande team della storia e devi essere pronto a dividere il volante con i più grandi problemi. Io non avrei nessun problema con Hamilton e neanche con Vettel”.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6073679
    F1 GP Gran Bretagna, Prove Libere 1: Webber precede Schumacher sul bagnato
    Mark Webber ha ottenuto il miglior tempo nella prima sessione di prove libere del GP Gran Bretagna di Formula 1 a Silverstone. Il pilota della Red Bull Racing, su pista bagnata per tutta la sessione, ha girato in 1.46.603 precedendo di oltre sei decimi la Mercedes GP di Michael Schumacher e la Williams di Rubens Barrichello. Quarto tempo per la Sauber di Sergio Perez.

    Una sessione che a causa delle condizioni meteo non ha fornito indicazioni sull’incidenza del divieto di scarichi soffianti in rilascio sulle prestazioni dei team.

    Felipe Massa è quinto con la Ferrari.

    Jerome d’Ambrosio è stato il primo a completare un giro cronometrato dopo quasi 20 minuti, poi è toccato a Nico Rosberg che ha limato ben 11 secondi. Button si è poi portato al comando dopo i primi 26 minuti mentre Fernando Alonso, che ha testato una nuova ala anteriore, si è girato senza conseguenze durante il suo primo run.

    Webber si è poi portato in testa, con 1.50.032 con gomme intermedie. Button gli ha risposto poco dopo scendendo sull’ 1’49″. Dopo 57 minuti è toccato a Hamilton prendere il comando della classifica, scavalcato poi ancora da Button.

    L’azione in pista si è intensificata e i tempi sono migliorati costantemente. Anche Vettel si è issato al comando della classifica a 50 minuti dal termine ma poco dopo Schumacher ha fatto meglio nonostante un’uscita sulla ghiaia.

    Il sette volte campione del mondo è rimasto al comando per qualche minuto prima che Webber migliorasse il suo tempo e relegasse il tedesco in seconda posizione. Alonso ha pero’ battuto l’australiano per 24 millesimi prima di un nuovo scroscio di pioggia a 25 minuti dal termine.

    Kamui Kobayashi ha perso il controllo della sua Sauber alla curva 18, il giapponese si è girato sui cordoli bagnati a 13 minuti dal termine finendo nelle barriere. Il pilota è uscito indenne ma la sua vettura ha accusato danni ingenti.

    Le condizioni della pista sono migliorate leggermente negli ultimi 10 minuti e Webber si è portato al comando davanti a Schumacher e Barrichello. Nel finale l’australiano ha parcheggiato la sua Red Bull, probabilmente a corto di benzina.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ------------------
    Risultati completi prove libere1
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Mark Webber Red Bull-Renault 1m46.603s 19
    2. Michael Schumacher Mercedes 1m47.263s + 0.660 20
    3. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m47.347s + 0.744 23
    4. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m47.422s + 0.819 22
    5. Felipe Massa Ferrari 1m47.562s + 0.959 13
    6. Nico Rosberg Mercedes 1m47.758s + 1.155 23
    7. Fernando Alonso Ferrari 1m48.161s + 1.558 16
    8. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m48.549s + 1.946 21
    9. Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1m48.598s + 1.995 19
    10. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m48.678s + 2.075 22
    11. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m48.730s + 2.127 18
    12. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m48.778s + 2.175 18
    13. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m48.794s + 2.191 21
    14. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m48.809s + 2.206 17
    15. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m48.841s + 2.238 23
    16. Nick Heidfeld Renault 1m48.941s + 2.338 20
    17. Vitaly Petrov Renault 1m49.603s + 3.000 15
    18. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m50.133s + 3.530 17
    19. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m50.222s + 3.619 14
    20. Karun Chandhok Lotus-Renault 1m51.119s + 4.516 17
    21. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m52.470s + 5.867 17
    22. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m53.143s + 6.540 20
    23. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m53.469s + 6.866 26
    24. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m54.334s + 7.731 24
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6073949
    F1 GP Gran Bretagna, Prove Libere 2: Ferrari davanti con Massa
    Felipe Massa è stato il piu’ veloce nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1 disputata su pista bagnata. Solo poche vetture hanno completato alcuni giri di installazione nelle prime fasi a causa della pioggia battente caduta prima dell’inizio della sessione.

    Jaime Alguersuari con la Toro Rosso, dopo ben 51 minuti, è stato il primo a tentare un giro veloce. In seguito sono entrati in pista anche Sebastien Buemi, Michael Schumacher e Adrian Sutil a movimentare un po’ la sessione prima che Mark Webber si riportasse al comando con la sua Red Bull.

    Le condizioni meteo migliorate, così come i tempi e l’australiano è precipitato in 14ma posizione mentre Schumacher, che era davanti a pochi minuti dalla fine, si è ritrovato poi 12mo. Sebastian Vettel è solo 18mo non avendo sfruttato le condizioni migliori della pista.

    Massa ha poi girato in 1.49.967 e ha preso il comando allo scadere della sessione scavalcando Nico Rosberg per 777 millesimi.

    La Sauber ha riparato la vettura di Kamui Kobayashi dopo l’incidente della mattinata. Il giapponese ha chiuso con il terzo tempo davanti alle McLaren di Lewis Hamilton e Jenson Button. Sesto tempo per Adrian Stuil.

    Solo 15mo Alonso con l’altra Ferrari mentre il debuttante Daniel Ricciardo ha preceduto l’esperto compagno di squadra, Tonio Liuzzi, al volante della HRT.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    --------------
    Risultati completi prove libere2
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Felipe Massa Ferrari 1m49.967s 9
    2. Nico Rosberg Mercedes 1m50.744s + 0.777 16
    3. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m51.395s + 1.428 16
    4. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m51.438s + 1.471 6
    5. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m51.518s + 1.551 6
    6. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m51.738s + 1.771 18
    7. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m51.781s + 1.814 7
    8. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m51.992s + 2.025 13
    9. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m52.169s + 2.202 12
    10. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m52.189s + 2.222 21
    11. Vitaly Petrov Renault 1m52.198s + 2.231 9
    12. Michael Schumacher Mercedes 1m52.325s + 2.358 12
    13. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m52.578s + 2.611 16
    14. Mark Webber Red Bull-Renault 1m52.587s + 2.620 6
    15. Fernando Alonso Ferrari 1m52.869s + 2.902 8
    16. Nick Heidfeld Renault 1m54.023s + 4.056 8
    17. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m54.274s + 4.307 16
    18. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m54.545s + 4.578 4
    19. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m54.714s + 4.747 13
    20. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m55.155s + 5.188 8
    21. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m55.155s + 5.188 12
    22. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m55.549s + 5.582 10
    23. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m55.828s + 5.861 10
    24. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m56.037s + 6.070 6
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6074338
    Gran Premio di Gran Bretagna - Caos diffusori, la Fia cambia idea: è guerra
    Comincia con polemiche il Gran Premio di Silverstone. La Fia a sorpresa permette alla Renault di aprire del 50% la farfalla, a dispetto di quanto ordinato alla vigilia dell'appuntamento inglese di un soffiaggio limitato tra il 10 e 20%. Whitmarsh

    Chi pensava a un mondiale ormai chiuso e tranquillo può mettersi il cuore in pace, sedersi comodamente sulla poltrona e attendere sorprese. Silverstone comincia infatti all'insegna della polemica. Polemiche come non se ne vedevano da tempo. Il faccia a faccia tra Martin Whitmarsh della McLaren e Horner della Red Bull è un momento che segna la svolta di questo fine settimana inglese. In poche parole, non finirà in pista e in caso di equilibrio (a questo punto difficile) ne vedremo delle belle.

    Il perché di queste polemiche lo spieghiamo subito. La Fia era stata chiara: da Silverstone nuove regole sui famosi diffusori soffiati con il loro utilizzo limitato al minimo. Tutto faceva quindi pensare a un nuovo mondiale e a nuovi equilibri in pista. Anche perché i diffusori soffiati sono l'ingrediente principale dell'imprendibile Red Bull. Queste le direttive fino a pochi minuti dal semaforo verde per le prime libere inglesi.

    E all'improvviso il caos. La Red Bull si aggrappa a più o meno probabili motivi di sicurezza per convincere la Federazione a concedere uno spazio a favore dei motori Renault. Sembra una guerra persa in partenza e invece la Fia piazza il colpo dell'anno accontentando le richieste e riportando il soffiaggio al 50 per cento quando tutti i team erano già scesi in pista seguendo le direttive originali dell'intervallo di soffiaggio dal 10 al 20 per cento.

    Una decisione inspiegabile e che rischia di trasformare il Gran Premio di Silverstone in una vera e propria battaglia, soprattutto legale. Anche gli altri team, per protesta, metteranno da parte le decisioni Fia per modificare nuovamente l'apertura della valvola.

    Chi non l'ha presa molto bene, anzi malissimo, è Martin Whitmarsh. Il responsabile McLaren durante la pausa dopo la prima sessione di libere attacca duramente il collega Red Bull Chris Horner: "Non chiedetemi niente di regole, anche perché a quanto pare non esistono. E comunque per me le regole sono regole per tutti, se volete saperne di più chiedete a lui, a Horner...". Nella sala cala il gelo. Silenzio tra i vari team e imbarazzo visibile sul volto del responsabile Red Bull che tira fuori antiche mappature del motore Renault senza convincere però i presenti.

    La prima puntata di questo nuovo "casino" in Formula Uno finisce con il tentativo, andato decisamente male, di spiegazioni da parte di Horner. Sabato ultime libere e soprattutto qualifiche. Il clima è tesissimo e neanche la pioggia, possiamo stare certi, riuscirà a migliorare la situazione. Horner non sa che dire, la McLaren attacca ma le spiegazioni, forse, dovrebbero arrivare da Parigi. Qualcuno, nei più alti piani della Fia, dovrebbe battere un colpo...


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6074404
    F1, FIA: revocata la deroga ai motori Renault. Red Bull attende chiarimenti
    La FIA ha deciso di revocare la deroga ai motori Renault, e quindi anche alla Red Bull, sul divieto di utilizzare gli scarichi soffianti in rilascio. Ieri si era appreso che la Federazione aveva concesso per motivi di affidabilità al motorista francese di utilizzare il 50% dell’apertura della farfalla in frenata, ovvero ad acceleratore non premuto.

    Secondo indiscrezioni la Mercedes, e i team che utilizzano i suoi motori, avrebbe invece mantenuto la possibilità di bruciare carburante, e quindi utilizzare i gas di scarico, nella fase di over-run del motore.

    Il team boss della Red Bull Christian Horner e il progettista Adrian Newey si sono poco fa recati dal delegato tecnico della FIA, Charlie Whiting, per discutere della questione.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6074449
    F1 GP Gran Bretagna, Prove Libere 3: Vettel davanti ad Alonso
    Sebastian Vettel è primo nella terza e ultima sessione di prove libere del GP Gran Bretagna di F1 ma a Silverstone la Ferrari c’è con Fernando Alonso secondo e staccato di soli 63 millesimi dal tedesco della Red Bull. Terzo tempo per Mark Webber, staccato di oltre 4 decimi, e quarto per Felipe Massa, quarto a 7 decimi. La notizia della giornata, comunque, è il ripensamento della FIA sulla deroga concessa ieri ai motori Renault e quindi alla Red Bull.

    Dopo le proteste della McLaren e di altri team il motorista francese dovrà adeguarsi al 10% di utilizzo dei gas di scarico contro il 50% richiesto alla FIA e ottenuto in precedenza.

    Michael Schumacher si è portato in testa nelle prime fasi con 1.36.228. Per lui anche un testacoda senza conseguenze. Dopo l’inizio sull’asciutto è poi arrivata una leggera pioggia dopo i primi 15 minuti che non ha impedito a Webber, poco dopo, di portarsi in testa con 1.34.699 davanti a Kobayashi.

    A metà sessione Massa si è portato in quarta posizione alle spalle di Schumacher e davanti a Button.

    La leggera pioggerellina è cessata nella seconda metà della sessione. Rosberg, con gomme morbide, si è portato al comando davanti ad Alguersuari con 1.34.544 e subito dopo ha girato in 1.33.044 mentre i piloti Ferrari hanno valutato le gomme dure e Perez si è portato in seconda posizione davanti ad Alonso e alle Force India di Di Resta e Sutil.

    Lo spagnolo è stato autore di un buon long run a gomme dure che l’ha visto risalire in seconda posizione alle spalle di Rosberg. Il ferrarista si è poi portato in testa con 1.32.843 davanti a Kobayashi che pero’ montava gomme morbide sulla sua Sauber.

    A 10 minuti dal termine anche i top team hanno montato gomme morbide. Alonso ha migliorato ancora il suo tempo girando in 1.31.464 superando Maldonado che si era portato momentaneamente in testa. Dopo lunghi interventi da parte dei suoi meccanici al retrotreno della sua vettrura, Webber è tornato in pista negli ultimi cinque minuti portandosi in seconda posizione. A 3 minuti dal termine Vettel si è portato al comando girando in 1.31.404 scavalcando Alonso per soli 63 millesimi.

    Nel finale Massa dopo aver accusato problemi di traffico è riuscito ad inserirsi al quarto posto davanti a Maldonado, Button, Kobayashi e Rosberg. Perez è nono con la Sauber davanti alla Force India di Di Resta.

    Da segnalare un principio di incendio sulla Mercedes di Rosberg dopo il primo giro di installazione del tedesco. Meccanici Mercedes al lavoro anche sul fondo della vettura di Schumacher che ha chiuso con l’11mo tempo. Solo 13mo Lewis Hamilton con l’altra McLaren.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ------------
    Risultati completi prove libere3
    Pos Pilota Team Tempo Distacco Giri
    1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m31.401s 17
    2. Fernando Alonso Ferrari 1m31.464s + 0.063s 20
    3. Mark Webber Red Bull-Renault 1m31.829s + 0.428s 12
    4. Felipe Massa Ferrari 1m32.169s + 0.768s 20
    5. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m32.496s + 1.095s 20
    6. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m32.956s + 1.555s 18
    7. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m33.014s + 1.613s 20
    8. Nico Rosberg Mercedes 1m33.044s + 1.643s 23
    9. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m33.264s + 1.863s 21
    10. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m33.423s + 2.022s 22
    11. Michael Schumacher Mercedes 1m33.551s + 2.150s 11
    12. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m33.660s + 2.259s 22
    13. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m33.842s + 2.441s 16
    14. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m33.905s + 2.504s 21
    15. Vitaly Petrov Renault 1m34.042s + 2.641s 22
    16. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m34.329s + 2.928s 20
    17. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m34.799s + 3.398s 20
    18. Nick Heidfeld Renault 1m34.822s + 3.421s 21
    19. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m35.225s + 3.824s 21
    20. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m36.905s + 5.504s 21
    21. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m37.614s + 6.213s 18
    22. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m38.068s + 6.667s 20
    23. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m38.289s + 6.888s 19
    24. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m38.568s + 7.167s 17
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6074654
    F1, GP Gran Bretagna: Webber in pole, Ferrari in seconda fila
    Pole position per Mark Webber al Gran Premio di Gran Bretagna. A Silverstone il pilota della Red Bull ha preceduto il compagno di squadra Sebastian Vettel. Terza e quarta posizione in griglia per le Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa che probabilmente grazie anche al divieto agli scarichi soffiati hanno recuperato gran parte del gap dalla Red Bull.

    Qualifiche deludenti per la McLaren nel Gran Premio di casa: Jenson Button è quinto, Lewis Hamilton solo decimo. Ottima sesta posizione in griglia per Paul di Resta che precede la Williams di Pastor Maldonado e la Sauber di Kamui Kobayashi. Nono Nico Rosberg con la Mercedes, solo 13mo Michael Schumacher.

    Cronaca
    In Q1 Webber ha ottenuto il miglior tempo con 1.32.670 e ha preceduto Maldonado, Massa, Vettel e Alonso. Una sessione condizionata dalla pioggia caduta sei minuti dal termine. Eliminate le due Toro Rosso di Jaime Alguersuari e Sebastien Buemi in 18ma e 19ma posizione oltre a Timo Glock (Virgin), Jarno Trulli (Lotus), Jerome D’Ambrosio (Virgin) e le HRT di Tonio Liuzzi e Daniel Ricciardo.

    Da segnalare un lungo di Alonso con un’escursione nella ghiaia, senza conseguenze.

    La Q2 è iniziata su pista umida ma molti piloti hanno montato da subito gomme d’asciutto. Le Williams di Barrichello e Maldonado hanno dettato il passo nei primi minuti poi è toccato alle Sauber di Kobayashi e Perez portarsi al comando prima dell’entrata in pista di Webber che ha girato in 1.35.098 subito battuto da Sutil in 1.34.872. Alonso ha montato gomme morbide, poi imitato da tutti gli altri, e al primo passaggio ha fatto segnare il settimo tempo. Al giro successivo lo spagnolo si è portato al comando con 1.31.727 davanti a Hamilton e Schumacher. Poco dopo Vettel si è inserito in seconda posizione. I tempi sono calati continuamente con Massa che ha alla fine avuto la meglio davanti a Webber, Alonso, Button, Rosberg, Vettel, Kobayashi, Hamilton, Di Resta e Maldonado.

    Eliminati invece Adrian Sutil (Force India), Sergio Perez (Sauber), Michael Schumacher (Mercedes GP), Vitaly Petrov (Renault), Rubens Barrichello (Williams), Nick Heidfeld (Renault) ed Heikki Kovalainen (Lotus).

    In Q3 i piloti sono entrati subito in pista con gomme morbide. Vettel ha girato in 1.30.431, battuto da Webber in 1.30.399 mentre Alonso si è inserito in terza posizione davanti a Massa, Button, Di Resta, Maldonado, Kobayashi, Rosberg e Hamilton.

    A 2 minuti dal termine è tornata la pioggia e nessuno è riuscito a migliorare. Webber ha quindi conquistato la pole mentre Vettel completa la prima fila tutta Red Bull. Ferrari in seconda fila con Alonso e Massa.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/


    ----------------
    Risultati completi qualifiche
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6074760
    INTERVISTE E COMMENTI

    Gran Premio di Gran Bretagna - Webber "Essere davanti è importante"
    Mark Webber conquista la seconda pole position della stagione mettendosi alle spalle il compagno di squadra.

    MARK WEBBER - "Partire dalla pole position a Silverstone ha sempre un sapore speciale" dice Mark Webber che ha ottenuto il miglior tempo nelle qualifiche del GP di Gran Bretagna. "Soprattutto perchè sono stati due giorni di prove complessi per tutti vista l'incertezza del meteo" aggiunge l'australiano della Red Bull. "Sono state delle qualifiche pericolose, anche nella Q2 dove con l'asfalto umido bastava un errore per uscire fuori pista" ammette Webber. "Abbiamo fatto un buon lavoro sulla macchina ma domani in gara bisognerà stare attenti perchè un errore potrebbe compromettere tutto".

    SEBASTIAN VETTEL - "Sono felice per il risultato perchè penso che sia importante partire dalla prima fila". Sebastian Vettel si accontenta del secondo tempo nelle qualifiche del GP di Gran Bretagna alle spalle del compagno di squadra Mark Webber. "Non è stata una sessione facile con le condizioni che cambiavano continuamente. Sarebbe stato facile andare largo e finire fuori pista come Fernando (Alonso), quindi tutto sommato è stato un buon risultato" aggiunge il campione del mondo e leader della classifica iridata. "Non c'è molto distacco tra le auto e considerando che non c'è stata la possibilità di provare ancora, quello di oggi è stato un buon passo". Il tedesco ha ammesso che era felice di poter lasciare tutti i discorsi sulle regole alle spalle e di tornare semplicemente a guidare. "Abbiamo mantenuto le nostre teste fresche" ha detto. "Abbiamo pensato che ci potrebbe essere un gran parlare, quindi siamo felici quando entriamo in macchina, perchè siamo chiamati a concentrarsi su ciò che è importante. Domani sarà una corsa lunga, dove le gomme saranno molto importanti. L'obiettivo è partire bene fin dall'inizio". Poi Vettel conclude dicendo che "è bello vedere che siamo ancora in cima alla griglia ed ancora in grado di produrre un giro ragionevolmente veloce. Sono abbastanza contento, questo circuito è abbastanza duro con le gomme quindi vedremo cosa possiamo ottenere domani".


    -----------
    Gran Premio di Gran Bretagna - Alonso "Bene così, siamo a un decimo"
    La Ferrari parte con il piede giusto a Silverstone. Il secondo di distacco dalle Red Bull sembra ormai un ricordo, la Rossa, nella pista forse più difficile, è protagonista di una prestazione quasi da pole. Alonso chiude a un decimo da Webber, Massa è al suo fianco...

    ALONSO “ERAVAMO A UN SECONDO, SIAMO A UN DECIMO” – La Ferrari si avvicina alle Red Bull. Fernando Alonso chiude al terzo posto a un solo decimo da Mark Webber e Sebastian Vettel. Un risultato questo che in pochi si aspettavano: “Sono le migliori qualifiche della stagione dal punto di vista del distacco dai primi. Soprattutto se si pensa che in precedenza eravamo ad un secondo ed oggi siamo ad un decimo. E' un ottimo risultato soprattutto se si pensa che Silverstone non è il nostro circuito preferito dal punto di vista dell'aerodinamica con quei curvoni veloci. Certo abbiamo portato delle novità, dei miglioramenti ma quello che conta è il risultato di domani, quando in palio ci saranno i punti"

    MASSA “QUALIFICHE NIENTE MALE...” - "Terzo e quarto tempo in qualifica non è poi così male, pensando a quelle che abbiamo avuto quest'anno" dice Felipe Massa commentando la sua posizione in griglia di partenza a Silverstone, al fianco del compagno di squadra Alonso. "Io non ho avuto un giro buono nella Q3, con degli sbagli. Dovemo migliorare con il secondo set di gomme morbide ma si è messo a piovere e penso che per il giro non perfetto che ho avuto il quarto tempo è ottimo" aggiunge il brasiliano della Ferrari. "La macchina sembra competitiva, domani c'e' la gara e c'è l'incognita di come vanno le macchine con il pieno domani e con le modifiche, certamente dovremo lottare con le macchine blu lì davanti" conclude riferendosi alle Red Bull di Webber e Vettel che scatteranno dalla prima fila.



    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6075017
    F1, scarichi e diffusori soffiati: FIA pronta a fare marcia indietro se i team sono d’accordo
    La FIA è pronta a fare un passo indietro sul divieto degli scarichi e diffusori soffiati dopo giorni di polemiche al Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. La FIA ha comunicato sabato pomeriggio che se i team di F1 saranno d’accordo unanimamente il divieto sarà eliminato a partire dalla prossima gara in Germania.

    La regola attuale pero’ resterà in vigore per questo weekend.

    “La misura comunicata ai team questa mattina dal Dipartimento Tecnico della FIA resterà in vigore per il resto del weekend” si legge in un comunicato FIA. “Durante il meeting straordinario di stamani del Technical Working Group, i membri hanno discusso della possibilità di tornare ai set-up e alle strategie pre-Silverstone. Se i team saranno d’accordo unanimamente, la FIA è preparata ad adottare questo accordo fino alla fine della stagione attuale”.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6075018
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6075271
    Scarichi e diffusori soffiati: non c’è l’accordo tra i team per abolire il divieto
    Continua l’incertezza sulle regole sugli scarichi e i diffusori soffiati dopo che nel meeting di stamani del Technical Working Group a Silverstone non è stato raggiunto un accordo.

    Dopo la controversia scoppiata dopo l’entrata in vigore del divieto al GP Gran Bretagna e le varie deroghe concesse dalla Federazione la FIA aveva proposto ai team di approvare all’unaniminità l’abolizione del divieto e tornare alla situazione pre-Silverstone.

    Ma nel meeting di stamani non è stato possibile raggiungere un accordo. Secondo indiscrezioni la Ferrari e la Sauber avrebbero rifiutato di firmare un accordo per tornare alle specifiche di Valencia.

    Anche la Williams sarebbe stata favorevole all’abolizione del divieto.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6075297
    Gran Premio di Gran Bretagna - Bentornata Ferrari! Alonso batte Vettel!
    Lo spagnolo vince a Silverstone davanti a Vettel e Webber, Massa quinto
    Gran Premio di Gran Bretagna - Alonso vince a Silverstone

    14 luglio 1951, 10 luglio 2011... La Ferrari torna al successo in quel circuito, Silverstone, che l’aveva vista trionfare per la prima volta in Formula Uno. Fernando Alonso vince il Gran Premio “peggiore” per la Rossa, il Gran Premio che proprio non ti aspetti. Una gara d’autorità, sempre tra i migliori e portata a casa grazie, anche, al primo errore della Red Bull. Una gara questa di Silverstone che può segnare una svolta nel mondiale. La Ferrari ha ridotto a zero il gap sulla Red Bull proprio nel circuito che tutti avevano già assegnata al team anglo tedesco.

    Nel bel mezzo del caos diffusori la Rossa ha piazzato un colpo che vale una stagione. Era da dieci gran premi che non si ascoltava l’Inno di Mameli e riascoltarlo proprio a Silverstone fa un certo effetto. Nel circuito dove tutto ebbe inizio.

    Una gara bellissima in Gran Bretagna. Dalla partenza sotto il segno Red Bull, partita in prima fila, con le Ferrari subito in scia e un Hamilton che dimostra, ancora una volta, un istinto e una grinta da applausi. Hamilton che riesce a regalare emozioni e un sorriso a una McLaren che peggio di così non si può. Il team di casa sbaglia tutto. Imbarazzante l’errore sulla gomma non avvitata a Jenson Button (costretto al ritiro) e con Hamilton a rischio carburante. Un weekend tremendo per la McLaren e che evidenzia uno, due passi indietro da parte del team inglese.

    Lo spagnolo vince a Silverstone davanti a Vettel e Webber, Massa quinto - 2 E chi dimostra qualche passo indietro è anche, e forse soprattutto la Red Bull che nel “suo” Gran Premio si vede rifilare secondi su secondi e commette per la prima volta, sotto pressione, uno sbaglio che vale la gara. Tranquillità da cento punti di vantaggio in classifica? Può darsi ma la Red Bull, e non aggrappiamoci ai diffusori soffiati, si vedrà costretta ad amministrare la seconda parte di stagione. No ncerto a dominare. E non è una notizia da poco.

    La gara entra subito nel vivo con i sorpassi a ripetizione di Hamilton che si ritrova in un solo giro alle spalle del compagno Button per poi, addirittura, passarlo. Ma il festival dell’inglese non finisce certo al quinto giro. Lewis, forte delle morbide portate subito a temperatura, piazza un doppio sorpasso ai danni della Ferrari che fanno letteralmente esplodere le tribune di Silverstone. È proprio questo l’unico momento della gara in cui la Rossa evidenzia alcuni problemi, i soliti problemi di cambio mescola. La crisi Ferrari dura però una manciata di giri e Alonso comincia il suo personale show fatto di giri veloci e distacco dimezzato. Lo spagnolo recupera la posizione al giro 24 per poi prendere il volo e riportarsi addirittura alle spalle di Vettel.

    Proprio Vettel al giro 28 decide di rientrare ai box, seguito proprio dalla Ferrari di Alonso. Il team austriaco commette uno sbaglio e Alonso ne approfitta passando al comando. Un primo posto che l’asturiano non mollerà più fino alla fine. È anzi la seconda parte della gara a dimostrare la superiorità della Rossa rispetto alle rivali. Alonso rifila secondi a Vettel e a Hamilton che diventa “alleato” della Ferrari creando quel tappo che permette alla Rossa di gestire nel migliore dei modi la gara fino al traguardo. Webber attacca un Hamilton in crisi di carburante mentre nel finale della gara è Felipe Massa a diventare il protagonista in pista. Il brasiliano recupera in modo incredibile sull’inglese e i due arrivano a giocarsi il quarto posto in un duello lanciato al rettilineo. Duello vinto a suon di sportellate dall’inglese.

    Incredibile nell’ultimo giro la battaglia scatenata da Webber ai danni del collega di team Vettel. L’australiano preme sull’acceleratore e mette in crisi il tedesco che alla fine, complice anche una comunicazione dai box Red Bull ("Prenditela comoda Mark"). Resiste in seconda posizione.

    Silverstone era la prova del nove. La gara più importante della stagione. Qui in Inghilterra la Ferrari si giocava il tutto per tutto. In caso di delusione a Maranello erano già pronti gli archivi per questa deludente stagione. A 60 anni dal primo successo la Rossa rinasce quindi e da appuntamento alle prossime gare. Il mondiale, parliamoci chiaro, è difficile da recuperare ma i progressi dimostrati in Gran Bretagna lasciano ben sperare, soprattutto in chiave spettacolo. La lotta tra Ferrari e McLaren entra nel vivo. Alla Red Bull il compito di migliorare la fase di resistenza alle pressioni. Nel secondo Gran Premio “alla pari” il team campione del mondo ha dismotrato di soffrire con il rivale in scia e la stagione, nonostante lo spaventoso vantaggio, non è finita.

    Da mettere in evidenza nel gran giorno Ferrari il risultato di Sergio Perez che porta la sua Sauber in settima posizione e nel bel mezzo di una bagarre niente male con protagonisti di tutto rispetto e parliamo di Nico Rosberg e Michael Schumacher e la Lotus Renault di Nico Heidfeld che riesce a limitare i danni in un fine settimana particolarmente difficile, soprattutto per Petrov (12esimo).

    14 luglio 1951, 10 luglio 2011... La Ferrari torna al successo in quel circuito, Silverstone, che l’aveva vista trionfare per la prima volta in Formula Uno. Fernando Alonso vince il Gran Premio “peggiore” per la Rossa, il Gran Premio che proprio non ti aspetti. Una gara d’autorità, sempre tra i migliori e portata a casa grazie, anche, al primo errore della Red Bull. Una gara questa di Silverstone che può segnare una svolta nel mondiale. La Ferrari ha ridotto a zero il gap sulla Red Bull proprio nel circuito che tutti avevano già assegnata al team anglo tedesco.

    Nel bel mezzo del caos diffusori la Rossa ha piazzato un colpo che vale una stagione. Era da dieci gran premi che non si ascoltava l’Inno di Mameli e riascoltarlo proprio a Silverstone fa un certo effetto. Nel circuito dove tutto ebbe inizio.

    Una gara bellissima in Gran Bretagna. Dalla partenza sotto il segno Red Bull, partita in prima fila, con le Ferrari subito in scia e un Hamilton che dimostra, ancora una volta, un istinto e una grinta da applausi. Hamilton che riesce a regalare emozioni e un sorriso a una McLaren che peggio di così non si può. Il team di casa sbaglia tutto. Imbarazzante l’errore sulla gomma non avvitata a Jenson Button (costretto al ritiro) e con Hamilton a rischio carburante. Un weekend tremendo per la McLaren e che evidenzia uno, due passi indietro da parte del team inglese.

    E chi dimostra qualche passo indietro è anche, e forse soprattutto la Red Bull che nel “suo” Gran Premio si vede rifilare secondi su secondi e commette per la prima volta, sotto pressione, uno sbaglio che vale la gara. Tranquillità da cento punti di vantaggio in classifica? Può darsi ma la Red Bull, e non aggrappiamoci ai diffusori soffiati, si vedrà costretta ad amministrare la seconda parte di stagione. No ncerto a dominare. E non è una notizia da poco.

    La gara entra subito nel vivo con i sorpassi a ripetizione di Hamilton che si ritrova in un solo giro alle spalle del compagno Button per poi, addirittura, passarlo. Ma il festival dell’inglese non finisce certo al quinto giro. Lewis, forte delle morbide portate subito a temperatura, piazza un doppio sorpasso ai danni della Ferrari che fanno letteralmente esplodere le tribune di Silverstone. È proprio questo l’unico momento della gara in cui la Rossa evidenzia alcuni problemi, i soliti problemi di cambio mescola. La crisi Ferrari dura però una manciata di giri e Alonso comincia il suo personale show fatto di giri veloci e distacco dimezzato. Lo spagnolo recupera la posizione al giro 24 per poi prendere il volo e riportarsi addirittura alle spalle di Vettel.

    Proprio Vettel al giro 28 decide di rientrare ai box, seguito proprio dalla Ferrari di Alonso. Il team austriaco commette uno sbaglio e Alonso ne approfitta passando ai box al comando. Un primo posto che l’asturiano non mollerà più fino alla fine. È anzi la seconda parte della gara a dimostrare la superiorità della Rossa rispetto alle rivali. Alonso rifila secondi a Vettel e a Hamilton che diventa “alleato” della Ferrari creando quel tappo che permette alla Rossa di gestire nel migliore dei modi la gara fino al traguardo. Webber attacca un Hamilton in crisi di carburante mentre nel finale della gara è Felipe Massa a diventare il protagonista in pista. Il brasiliano recupera in modo incredibile sull’inglese e i due arrivano a giocarsi il quarto posto in un duello lanciato al rettilineo. Duello vinto a suon di sportellate dall’inglese.

    Incredibile nell’ultimo giro la battaglia scatenata da Webber ai danni del collega di team Vettel. L’australiano preme sull’acceleratore e mette in crisi il tedesco che alla fine, complice anche una comunicazione dai box Red Bull. Resiste in seconda posizione.

    Silverstone era la prova del nove. La gara più importante della stagione. Qui in Inghilterra la Ferrari si giocava il tutto per tutto. In caso di delusione a Maranello erano già pronti gli archivi per questa deludente stagione. A 60 anni dal primo successo la Rossa rinasce quindi e da appuntamento alle prossime gare. Il mondiale, parliamoci chiaro, è difficile da recuperare ma i progressi dimostrati in Gran Bretagna lasciano ben sperare, soprattutto in chiave spettacolo. La lotta tra Ferrari e McLaren entra nel vivo. Alla Red Bull il compito di migliorare la fase di resistenza alle pressioni. Nel secondo Gran Premio “alla pari” il team campione del mondo ha dismotrato di soffrire con il rivale in scia e la stagione, nonostante lo spaventoso vantaggio, non è finita.

    Da mettere in evidenza nel gran giorno Ferrari il risultato di Sergio Perez che porta la sua Sauber in settima posizione e nel bel mezzo di una bagarre niente male con protagonisti di tutto rispetto e parliamo di Nico Rosberg e Michael Schumacher e la Lotus Renault di Nico Heidfeld che riesce a limitare i danni in un fine settimana particolarmente difficile, soprattutto per Petrov (12esimo).


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    ---------------
    Risultati completi gara
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/

  F1 2011: Gp di Gran Bretagna

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina