1.     Mi trovi su: Homepage #6087585
    ALTO, BIONDO, celibe. Il presunto responsabile della strage sull'isola
    di Utoya è un 32enne, norvegese doc, vicino agli ambienti dell'estrema
    destra xenofoba. Alcuni messaggi postati su internet "lasciano pensare -
    dice le polizia - che avesse idee di destra e anti-musulmane, ma è
    troppo presto per dire se questa è stata la ragione del suo gesto". A
    parlare è il commissario di polizia Sveinung Sponheim alla televisione
    pubblica Nrk.

    Secondo i media norvegesi il sospetto milita in
    ambienti estremisti e aveva due armi registrate a suo nome, una delle
    quali un fucile automatico, probabilmente lo stesso con cui ha aperto il
    fuoco all'impazzata contro i circa 600 partecipanti del campus
    laburista, uccidendone almeno 80.

    Sul suo profilo Facebook - che
    risulta inaccessibile, forse già cancellato - l'uomo, capigliatura
    bionda e un pò lunga, si descrive come un "conservatore", "cristiano",
    celibe, interessato alla caccia e ad alcuni videogiochi come "World of
    Warcraft" e "Modern Warfare 2". Sulla sua pagina Twitter ha postato un
    solo messaggio, datato 17 luglio, con una citazione del filosofo
    inglese, John Stuart Mill: "Una persona con un credo ha altrettanta
    forza di 100.000 persone che non hanno interessi".


    La cosa più patetica (a parte la follia di questo criminale e di chi gli ha dato il porto d'armi) è la rassegna stampa di questa mattina....Peggio i TG di ieri.

    Che schifo e che ignoranza attribuire al volo agli islamici cattivi questa strage...
    Leggere oggi gli opinionisti di questa notte, fa' terrore all'intelligenza.

    E repenso alle torri...ad Oklahoma....Mah...

    Teniamoci in Società legaioli razzisti e nazistelli fetenti....Poi se capitano queste cose, non ci si sorprenda. Ed evviva il porto d'armi per tutti :felix:
  2.     Mi trovi su: Homepage #6087753
    Più si legge di questo folle, più si notano le somiglianze con il legaiolo medio alla Borghezio. Rileggere le pagine del Giornale e di Libero di questa mattina fa' pensare che bisognerebbe assolutamente liberarsi di questa gente, con ogni mezzo...Non bisognerebbe lasciargli un metro di spazio...o di Vita.
  3. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #6087822
    Non mi sembra elegantissimo sfruttare la morte di 90 persone per avanzare un'agenda, onestamente. Peraltro dire che i leghisti sono simili al terrorista è come dire che gli islamici sono simili a quelli dei vari attentati per il mondo: possono essere opinioni valide o meno valide ma se vale una valgono tutte. Sono sicuramente momenti di rabbia e disorientamento collettivo, però servirebbe un po' più di buon senso credo.
  4.     Mi trovi su: Homepage #6087879
    Buon senso ? Ne abbiamo già avuto troppo a sopportare i vari sallusti e compagnia cantante....Vai a leggere i commenti dei vari gazzettieri e dei lettori sul sito del giornale e di libero di ieri...
    E perfin di oggi....Giustificano il tipo, colpa del buonismo della Norvegia....
    Basta, non si può più accettare una propaganda stupida e idiota. Certa gente non dovrebbe aver diritto alla Libertà. Anche oggi legaioli ignoranti e plagiati hanno il coraggio di dire...."Avete visto cosa succede, la gente non ne può più....E non meravigliatevi se poi reagisce così....Colpa del buonismo e della società multiculturale".
    Masse di ignoranti e stupidi. Altro che buon senso ci vuole. Chi sfrutta la morte per scatenare guerre assurde e bombardamenti di civili innocenti non sono io, mi pare....
    Le idee sono le stesse, quelle dei Borghezio-Sallusti e similari. Loro sfogano la loro follia su fogliaccio o al parlamento...Si divertono qua e là a seminare odio contro ogni diverso da loro e sono sostanzialmente, quelli come ll loro, la causa di quel che ha fatto il folle, insieme a chi vende armi a a cani e porci, visto che le fabbrica e deve venderne.
    Mi meraviglia che Tu non capisca questa cosa e metta la testa sotto la sabbia. Ma come fate a convivere con questa gentaglia ?
    Non bisognerebbe lasciargli un metro di spazio....Cancello il metro di Vita, va bene ? :->
  5. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #6088004
    Non sto mettendo la testa nella sabbia, ti sto dicendo quello che tu avresti detto a chiunque fosse venuto qui a insultare tutti gli islamici del mondo dopo un attentato terroristico di matrice islamica. Non ho letto qui commenti sulla lista di proscrizione anti docenti di origine ebrea per esempio, però leggo subito accuse alla Lega perché uno squinternato in Norvegia ha fatto una strage. Ripeto, non è elegante sfruttare questa tragedia per spingere un'agenda.

    Detto questo, sei libero di pensare e scrivere quello che vuoi in modo educato come è sempre stato per questo forum, ci mancherebbe, però non dirmi che metto la testa sotto la sabbia altrimenti devo chiederti conto del perché commenti questo atto e non gli atti di terrorismo precedenti di altra matrice o dichiarazioni criminali come "noi del No TAV siamo come i partigiani contro i nazisti" o la lista anti ebrei di cui sopra.

    Rispetta la mia posizione di silenzio ora come io rispetto la tua scelta di commentare quello che ritieni sia da commentare.
  6.     Mi trovi su: Homepage #6088128
    Beh, quella del noi del No Tav siamo come i partigiani contro i nazisti.....Fa' ridere tanto è stupida....Non vale la pena di commentarla.
    Sulla lista anti-ebrei forse m'è sfuggita, anzi m'è proprio sfuggita e deploro, ovviamente. Come deploro ogni fondamentalismo...Dai Borghezzisti agli Stalinisti.....Chiedo scusa a Stalin per il paragone irreverente....ehehe...

    Io qua sottolneavo soltanto che certe ideologie portano conseguenze nefande...E il pensiero profondo di certi legaioli (non di tutti) e di certa destra lo trovi proprio fra ieri e oggi sulle pagine del giornale e di libero e nelle gesta dello squinternato di turno. Servisse 'sta strage a fare capire che il fondamentalista cristiano fa' schifo come quelo muslim....sarebbe buona cosa. Invece leggo che...certo....vista l'invasione straniera e il buonismo....ovvio che capitino 'ste cose.
    Sono gli articolisti e i lettori del giornale e di libero....Io non penso vada loro data libertà di esprimere pubblicamente il loro pensiero. Sono molto intollerante su 'ste cose. Come odio profondamente i fondamentalisti muslim, ebrei, cristiani, svizzeri, tutti.

    Poi, scusami eh, ma vedere tanta cosiddetta intellighenzia di qua e di là commentare a sproposito quello che è capitato ieri....a me farebbe ridere, ma fa' più schifo.

    Io ho parlato di molti legaioli e di tutti i nazistelli. La Lega propugna principi razzisti, i nazistelli peggio. I muslim o i cristiani o gli ebrei o gli hindu no...Solo i fondamentalisti fra di loro. Che sono la netta minoranza. Invece ogni legaiolo che sento, prima o poi salta fuori con la battuta razzista....Mi spiace ma è così.
    Non ce l'avrò mai, per la stessa ragione,con gli ebrei solo perchè i fondamentalisti loro e i loro governanti fanno ai palestinesi quello che hanno subito ai tempi di hitler e stalin. Distinguo. Tantissimi ebrei, la gran maggioranza, hanno testa e idee molto ma molto più libertarie dei cattolici, ad esempio. E per quel che mi riguarda non me ne frega uno zacco della fede o della razza di ciascuno...Non ho fedi (tranne l'Inter) e non c'è razza....Solo Persone.
    L'ideologia legaiola è quella, poi magari ci sono leghisti a posto....Ma l'ideologia è orrenda e fa' male.
    Ed è l'ideologia che, se portata alle estreme conseguenze, genera...Ha generato e genererà stragi come quelle di ieri. Io dico che bisogna fermarli...Nel piccolo si può cominciare dai Sallusti e dai Borghezio. Mica uccidendoli eh....Però penso che ciascuno debba essere libero di pensarla come vuole ma quando la pensa in un modo razzista e schifoso....Non debba poter scrivere quello che pensa sul giornale che dirige (non possa dirigere un giornale) e non possa essere ammesso a fare il parlamentare. Una volta c'era, e forse c'è ancora ma se ne fregano tutti, una leggina che impediva la ricostituzione del partito fascista....
    Ecco, per certa gente ci vuole qualcosa del genere. Potete pensare tutte lo sbronzate che volete, ma ve le dovete tenere dentro, soffocarvici dentro.

    P.s.
    Come quello squinternato ce ne sono tanti...Lui è il loro braccio armato. Io per il poco che sto in Italia ne incontro ogni giorno un po'. Non sono folli, ma le idee sono quelle dello squinternato. Sono squinternate le idee. E generano mostri.
  7. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #6088395
    Spp, non chiedevo tuoi commenti su altri fatti, volevo solo farti capire che ognuno sceglie quello che commenta. Non dirmi che preferisco non vedere quando vedo benissimo, perché io non penso che tu non vedi quando non commenti. Tutto qua.

    Libertà di espressione... La libertà di espressione è il diritto degli altri di dire quello che non vogliamo che dicano. Le parole possono portare a tragedie? Senza dubbio. Però se tu decidi di vietare di parlare, un giorno potresti perdere la parola perché qualcuno ha deciso che sono le tue parole a essere sconvenienti. Pensi che mi diverta a leggere commenti del tipo "a furia di far entrare gli islamici succede questo"?. Oppure pensi che mi diverta a sentire fior di imam dire che gli ebrei sono peggio dei virus? Mi *piacerebbe* che non lo dicessero? Certo che sì. Sarebbe giusto che non lo dicessero? Per la mia morale no.

    Vietare per legge l'imbecillità e l'odio è impossibile (tu evochi il divieto di ricostituzione del partito fascista, io lo trovo una porcheria giuridica frutto di un comprensibile rigetto per quella aberrante ideologia). Serve capire perché nascono certi concetti e se c'è modo di combatterli farlo con le armi della società civile. Per come la vedo io, naturalmente.
  8.     Mi trovi su: Homepage #6088636
    Scritto completamente in inglese e firmato da Andrew Berwick, ovvero Anders Behring Breivik, racconta come costruire una rivoluzione europea che porti nel 2083 l'intero continente a liberarsi del multiculturalismo, dell'Islam e delle tante idee sbagliate che secondo l'autore stanno distruggendo le radici europee. Il tutto rendendo "onore alle nuove milizie cristiane" che si rifanno all'Ordine dei Templari.

    L'analisi storica. Si parte con un attacco alla scuola di Francoforte, per Breivik una delle principali fonti di corruzione intellettuale, con una carrellata dei suoi esponenti che vanno da Herbert Marcuse a Erich Fromm fino a Theodor Adorno. Gli antichi valori del patriarcato, del cristianesimo, della famiglia, la cancellazione delle differenze fondanti fra uomo e donna, sarebbero stati distrutti da loro e da quelli che l'omicida pensa siano stati i suoi compagni, fra i quali figura anche Antonio Gramsci. Poi si passa all'Islam e ai suoi piani di infiltrazione, con citazioni prese dal Corano, un'analisi delle maggiori scuole sunnite, del concetto di Jihad e accenni di storia medievale con ripetuti riferimenti alle Crociate.

    I crociati, nella testa di Anders Behring Breivik, sono la spina dorsale del nuovo ordine. Dopo la lunghissima esposizione sui motivi che hanno contrapposto i cristiani ai musulmani, nel testo si legge: "Eurabia (l'Europa in mano all'Islam, ndr.) può esser eliminata solo distruggendo le organizzazioni che l'hanno fatta nascere, l'Unione Europea". Al pari delle Nazioni Unite, anche Bruxelles è vista come uno dei grandi problemi da risolvere. Il centro di una società filo araba, aperta all'immigrazione e che trova appoggio nei media corrotti.

    Il Papa. Fra i corrotti c'è anche Papa Benedetto XVI, definito come un "codardo, incompetente e illegittimo". Uno che ha abbandonato la cristianità e i cristiani europei. Come i suoi immediati predecessori, tutti accomunati secondo Breivik dalla stessa attitudine reverenziale per i musulmani. "Quando le forze conservatrici prenderanno il potere in cinque decadi, dovremo prendere tutte le misure necessarie per sradicare la corruzione dalla Chiesa", scrive l'attentatore.

    Armi di distruzione di massa. Ma la parte peggiore viene dopo, e non è tanto quella dedicata alla fabbricazione di ordigni. E' la sezione ideologica che Breivik mette a metà del suo memoriale. Quando parla di obiettivi militari da perseguire, scrive ad esempio: "Ci sono stati già migliaia di attacchi da parte di europei coraggiosi. Ma la maggior parte non ha avuto alcun effetto ideologico. Per penetrare la censura marxista e multiculturalista dei media, bisogna essere più brutali e mettere in piedi operazioni capaci di provocare molte vittime. E' legittimo in questo senso usare armi di distruzione di massa".

    Strumenti e obiettivi. I Commilitones Christi Templique Salomonici, l'ordine cavalleresco immaginato da Breivik, stando alle sue parole si allenano ad uccidere ma non amano la violenza. Devono però usarla per risvegliare gli europei. Seguono, nel testo, indicazioni pratiche su come portare a termine azioni militari, come raccogliere fondi, informazioni, come muoversi senza attirare l'attenzione delle autorità, quali armi usare e come usarle e quale tipo di equipaggiamento scegliere. Fino a teorizzare una guerra "open source", provocata da cellule clandestine che comunicano via Web. Verso la fine c'è un elenco di obiettivi possibili da colpire, suddivisi per Paese. Per l'Italia si tratta di 16 raffinerie come quella di Milazzo, Trecate, Cremona.

    Amici e nemici. I soldati di Breivik sono a favore del nazionalismo, della crociata pan europea, del conservatorismo, del monoculturalismo, del patriarcato e di Israele. Ma Breivik scrive anche che sono contro il nazismo e il fascismo, oltre che dediti a combattere Islam, femminismo, l'Unione Europea e la globalizzazione. Divisione singolare fra buoni e cattivi, meno ovvia però di quel che ci si sarebbe potuto aspettare. C'è anche una sezione dedicata agli schieramenti politici da appoggiare. Una lista divisa per Paesi dove compare anche l'Italia. E qui vengono fatti i nomi di movimenti di ieri e di oggi. Cominciando da Alleanza Nazionale e passando per la Lega Nord, fino al Movimento Sociale Fiamma Tricolore, a La Destra, al Fronte Sociale Nazionale, Forza Nuova e Destra Nazionale.

    La cura per i dettagli a tratti è maniacale. Anders Behring Breivik spende fiumi di parole per raccontare le caratteristiche di un certo fertilizzante o di un determinato corpetto antiproiettile. Elenca peso, costo, pro e contro. E questo è valido anche per il resto. Dalla descrizione dei gradi dell'ordine cavalleresco e delle onorificenze destinate ai paladini della cristianità, all'individuazione meticolosa dei "traditori". Coloro che vanno eliminati perché legati ai media, all'industria o alla politica del "marxismo multiculturalismo". Una lunga, lunghissima lista di persone nella sua testa. Parte consistente della società di tanti Paesi europei che va assolutamente sradicata. Come ha fatto lui, uccidendo decine di ragazzi indifesi solo perché laburisti.


    Ho letto in inglese (da www.repubblica.it) qualcuna delle 1500 pagine dell'opera di questo signore.
    C'è dentro un po' dell'ultima Fallaci, un po' di Borghezio, un po' di Forza Nuova, un po' di razzismo, gli piace israele...

    Per come la vedo io Persone che scrivono quello che ha scritto Feltri oggi sul giornale dovrebbero non poterlo fare....Perchè poi i risultati sono che qualcuno invece di limitarsi a sproloquiare nei salotti o a scrivere corbellerie sui giornali, possa passare a mettere in pratica certe ideologie criminali..
    Io penso che un certo modo di pensare non sia ammissibile e poichè non si può vietare il pensiero almeno ci si deve difendere impedendone la propagazione. E non dirmi che qualcuno lo potrebbe fare con me o con Te. Potrebbe capitare solo se prevalessero i Borghezio e i tipi come questo intelligentissimo e coraggioso braccio armato di una ideologia che fa' schifo. Ovvio che questa mia superintolleranza dovrebbe essere messa in atto in Europa, in Arabia, negli Usa, in ogniddove....Ovvio che non sarà facilissimo ma almeno ci vorrebbe una presa di coscienza mondiale che certe cose proprio no...Non si possono propagare o li si manda tutti, questi ignobili razzistelli e feltrume rancido vario, in un'isola speciale, grandissima, magari la Groenlandia...E gli si mette il cervello in ghiaccio. Tiè.


    Nel piccolo, qui...Ma già lo scrissi, non dovrebbe aver spazio la pubblicità a certi giochi di ruolo.
  9. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #6088676
    superpadrepioE non dirmi che qualcuno lo potrebbe fare con me o con Te. Potrebbe capitare solo se prevalessero i Borghezio e i tipi come questo intelligentissimo e coraggioso braccio armato di una ideologia che fa' schifo.

    Abbiamo, noi tutti, un comprensibile distacco emotivo dalla storia. Quando si parla per esempio di nazismo si pensa a un mondo parallelo di buoni e cattivi, di violenze e barbarie nate un giorno del 1939 e finite un giorno del 1944. In quest'ottica di distacco nessuno può venirci a dire che non possiamo essere messi a tacere se non da qualche scenario impossibile. Purtroppo questo distacco emotivo maschera il dramma della normalità. I nazisti non hanno preso il potere con un blitz ma sono stati messi lì dal popolo. E piano piano hanno levato, levato, levato, nell'indifferenza. Un giorno rinunci a un diritto, domani ti trovi schiavo. I diritti sono inalienabili, che faccia comodo perderli o che qualcuno li perda è pericolosissimo.

    Prima vennero per i comunisti, e non dissi nulla perché non ero comunista.
    Poi vennero per i sindacalisti, e non dissi nulla perché non ero in un sindacato.
    Poi vennero per gli ebrei, e non dissi nulla perché ero ebreo.
    Poi vennero per me e non c'era più nessuno che potesse dire qualcosa per me.
    Martin Niemöller

    Teniamoci stretti i diritti, quello di parola è il più bello. Magari però preferisci che nessuno possa mettere in dubbio che Bin Laden ha ordinato l'attacco alle torri, o che nessun sindacalista possa parlare di "lotta di classe" o che nessuno possa dire che Berlusconi sarebbe meglio averlo al camposanto che come Presidente del Consiglio. Sei pronto a dire "no" a qualsiasi espressione che potrebbe generare violenza? Io no, vai avanti tu. :)
  10.     Mi trovi su: Homepage #6088786
    scudettowebAbbiamo, noi tutti, un comprensibile distacco emotivo dalla storia. Quando si parla per esempio di nazismo si pensa a un mondo parallelo di buoni e cattivi, di violenze e barbarie nate un giorno del 1939 e finite un giorno del 1944. In quest'ottica di distacco nessuno può venirci a dire che non possiamo essere messi a tacere se non da qualche scenario impossibile. Purtroppo questo distacco emotivo maschera il dramma della normalità. I nazisti non hanno preso il potere con un blitz ma sono stati messi lì dal popolo. E piano piano hanno levato, levato, levato, nell'indifferenza. Un giorno rinunci a un diritto, domani ti trovi schiavo. I diritti sono inalienabili, che faccia comodo perderli o che qualcuno li perda è pericolosissimo.

    Prima vennero per i comunisti, e non dissi nulla perché non ero comunista.
    Poi vennero per i sindacalisti, e non dissi nulla perché non ero in un sindacato.
    Poi vennero per gli ebrei, e non dissi nulla perché ero ebreo.
    Poi vennero per me e non c'era più nessuno che potesse dire qualcosa per me.
    Martin Niemöller

    Teniamoci stretti i diritti, quello di parola è il più bello. Magari però preferisci che nessuno possa mettere in dubbio che Bin Laden ha ordinato l'attacco alle torri, o che nessun sindacalista possa parlare di "lotta di classe" o che nessuno possa dire che Berlusconi sarebbe meglio averlo al camposanto che come Presidente del Consiglio. Sei pronto a dire "no" a qualsiasi espressione che potrebbe generare violenza? Io no, vai avanti tu. :)

    Ohi, mo' vado a vedere Uruguay e Paraguay che si scannano :rotfl: Io metto in dubbio non solo la morte ma anche la Vita di Bin Laden, figurati..Ma col mio dubbio non genero violenza.
    Ci sono ideologie che non possono essere propagate...perchè...proprio come hai scritto...E' facile arrivare a un Hitler eletto dal popolo...Eppoi, suvvia, non mi paragonererai la lotta di classe a un'ideologia di morte...
    Ci sono lotte e lotte....Ormai sembra che facciate tutto ugale..Nazismo...Lotta di classe...attacco alle torri o bombona nelle torri....Martiri della resistenza e martiri repubblichini....


    Enno, io non ci sto. Levare il diritto di essere manifestata a un'ideologia di morte dovrebbe essere dovere di ogni stato e, se lo stato non lo fa', di ogni citadino che non sia suddito.
    Se quando il signore di cui si parla adesso, quando andava a scrivere e a dire ad amici o camerati di partito cosa pensava...fosse stato denunciato e messo dentro per quel che pensava....Non avrebbe attuato nulla, Mo', invece, con l'arresto....il teso di quelle 1500 paginette che anch'io ho postato (in piccolissima porzione) sbagliando qui....nella mia testa e nella tua suscita ribrezzo....In tante altre suscita emulazione.
    Secondo me è lo scopo di questa persona, che non è stupido e propaga un'ideologia pazzesca.....Ma che fa' e ha sempre fatto proseliti. In Italia, in Europa negli Usa, nei paesi arabi, in africa e...ma poco poco poco....perfino in Nepal...E' già ben rappresentata. Una volta, caro Sommo, quelli di Forza Nuova...E' solo un piccolo esempio...se ne stavano nelle fogne, ed era giusto così.
    In non pubblicherei una mazza di quello che ha scritto il signore in oggetto...Sarà lì che gode per la voce che gli stiamo dando. Ma mi fa' più paura un Feltri che il signore in oggetto.
  11.     Mi trovi su: Homepage #6088801
    Un minuto di partita....Già tre salvataggi sulla linea del Paraguay...(uno di mano)...Un cubo così non s'è visto mai...
    Proibiamolo !....Dai va...Ma anche un Feltri, un Borghezio.....sono in qualche modo responsabili della morte di 90 ragazzini idealisti. Non direttamente, ovvio. Ma io "Sento" che sono responsabili. E non li posso sopportare.

    Tu sì ? Sei molto più tollerante di me.
  12. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #6089025
    superpadrepio1) Eppoi, suvvia, non mi paragonererai la lotta di classe a un'ideologia di morte...

    2) Se quando il signore di cui si parla adesso, quando andava a scrivere e a dire ad amici o camerati di partito cosa pensava...fosse stato denunciato e messo dentro per quel che pensava

    1) Come se la lotta di classe non avesse mai generato terrorismo... :) Non stiamo comunque parlando di ideologia della morte, non mi sembra che nessuno dei leghisti citati abbia detto che è giusto ammazzare la gente. Stiamo parlando di retorica che può essere interpretata da folli come stimolo a commettere atti atroci. "Certo che se i terroristi islamici ammazzano in Spagna, USA, Inghilterra, ecc. ecc. avranno le loro buone ragioni" o "Certo che a fuoria di multiculturalismo succedono queste cose" sono affermazioni imbecilli che sembrano validare la violenza e la cultura della morte e generare altra violenza. Io e te non vorremmo sentire queste cose, su questo siamo d'accordo. Però se tu vuoi dire che gli islamici hanno delle ragioni ad ammazzare, io non posso pensare che ti non ne abbia il diritto. Ripeto, mia personale posizione. :)
    2) Oi, mica ho detto che è normale quello che ha scritto il tizio eh. Sto dicendo che ci deve essere libertà di espressione. Sta ovviamente poi allo Stato vigilare sui soggetti potenzialmente violenti e pericolosi. E non solo, sta a noi come società marginalizzare quelli che pensano o che dicono che i neri sono bestie, che i gay sono subumani, che gli ebrei sono una pestilenza, ecc. ecc. Che poi in realtà è quello che già si fa. Se fai girare volantini di "daje al negro" prima o poi la Digos un paio di chiacchiere con te le fa.
    Poi preciso, io non sono per una libertà di espressione senza responsabilità, l'istigazione a delinquere è un limite, siamo d'accordo.
  13.     Mi trovi su: Homepage #6089266
    spp, con soluzioni che anche io, a ragionarci bene, non ritengo praticabili, però ha inquadrato il vero problema:
    .
    I mostri come questo norvegese, sono semplicemente i figli di quella Fabbrica di paura, razzismo ed egoismo (opportunismo) che le Destre di Tutto il mondo creano ed alimentano per ottenere CONSENSO.
    .
    come non ricordare ancora una volta gli esempi recenti di una Lega che prima è nata col "dagli al terrone"; poi ha proseguito col "dagli all'immigrato", poi è andata sul "caccia il Rom" ed ora è sul combatti il Musulmano; come in un repertorio che viene sempre rinnovato sulle stesse basi, per non far mai spegnere la fiamma della Paura (e di messaggi criminali ne hanno diffusi a iosa, se si vuole posto un piccolo elenco)
    .
    Lo stesso Berlusca cominciò con uno slogan che nemmeno la Democrazia Cristiana usava più da decenni: i Comunisti vogliono il regime, e tanti da allora si sono scoperti Anticomunisti, senza nemmeno sapere se ce n'erano più e dove fossero; Ora urla di più contro la Magistratura e ci sono cortei anti-magistrati ed in ogni singola vicenda c'è chi mette in dubbio la credibilità della Giustizia.
    .
    E fomentando ogni giorno paure, razzismo ed egosimi, ogni tanto può capitare di saturare il cervello di qualcuno che, pensando di Combattere il SISTEMA che governerebbe il mondo (perché quello gli è stato fatto credere), in realtà lo stà solo aiutando a perpetrarsi.
    .
    Ed a dimostrazione di quanto sia malato il mondo, c'è la costatazione che i Media stanno dando a questo Vigliacco norvegese, esattamente quello che voleva, diffondendo continuamente i suoi deliri e le sue gesta; mentre fin dal primo momento hanno sistematicamente ignorato le sue vittime, ridotte solo ad un semplice ed anonimo NUMERO
    -
    Non c'è soluzione, perché la censura si trasformerebbe naturalmente in oppressione, mentre il libertarismo non fa altro che alimentare una perversa macchina di cieca e vigliacca distruzione e lo farà ancora di più, in futuro.

  Alto, biondo e i media tutti intorno. Norvegia docet.

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina