1.     Mi trovi su: Homepage #6091911
    RALPH MALPHil servizio è scandaloso, esagerato, tutto quello che volete... su questo non si discute, non so nemmeno se sia vero che questo pazzo era appassionato di vg, ma una cosa è certa, giochi di questo genere, così violenti, crudi, non sono il passatempo più edificante di questo mondo, e specialmente se giocati per molte ore e a livello competitivo possono diventare davvero alienanti, alimentando emozioni che non sono certo positive come rabbia e aggressività, poi è ovvio farli diventare il motivo scatenante delle stragi di cui sopra è esagerato, scorretto, sensazionalistico...
    ma da videogiocatore, se mi vengono a dire che esperienze di questo genere possono peggiorare situazioni mentali che sono già "problematiche" per non dire disperate, io posso essere d'accordo, senza parlare di quei ragazzini che dimenticati davanti alla tv dietro a sta roba ci crescono, poi è vero "l'esaltazione della violenza" ormai è dappertutto, nei film, alla tv, nella musica, senza dimenticare però che i vg sono un veicolo molto potente perchè oltre a tutti gli stimoli visivi e sonori c'è anche una parte attiva

    quindi va bene scandalizzarsi per servizi di questo tipo, che sono spazzatura, ma non dobbiamo neanche trincerarci dietro posizioni inamovibili


    I ragazzini che vengono dimenticati davanti al televisore sono solo colpa di genitori ignoranti e poco presenti.

    La colpa non è mai del mezzo, ma di come lo si usa.
    Dal servizio sembra che questo mondo sia completamente senza regole. Cosa che NON è vera!

    Addirittura utilizzano il recente riconoscimento negli USA dei vg come arte per poter ricamare quello che vogliono.

    Dai è una vergogna.

    Avrei potuto capire un servizio di questo genere:

    "Allarme genitori, poco controllo alle indicazioni sui videogame. Giochi violenti in mano a bambini".

    Avrebbe decisamente fatto capire il punto senza cadere in idiozie.



    feel the PEGI...PIGI VIGI difference
  2.     Mi trovi su: Homepage #6092020
    Amo i videogiochi ma non vado in giro ad ammazzare nessuno :)
    Dopotutto se venisse fuori che era anche cristiano potrebbero intuire che sono state le letture sui morti-ammazzati dalla chiesta nel tempo e le tecniche di tortura applicate agli illuminati a far venire fuori il male da questi opinabili personaggi....
    Il caldo sangue che scorre nelle vene giace nell'essere che in vita si conserva,
    la stirpe dei Vampiri "Cainiti" definisce che voi siete le prede e noi i vostri predatori
    Come carne da macello siete solo la nostra fresca rossa riserva di cibo..
  3.     Mi trovi su: Homepage #6092054
    Ok i alcuni videogiochi sono violenti (e non solo quelli di oggi), ma:
    1) C'è la classificazione PEGI 18+ (quindi è un adulto a comprare i videogames
    2) IO AMO gli fps, ma sono un tipo timido e taciturno e non farei male ad una mosca (vabbè alle mosche si che danno fastidio!!)
    3) Chi fa queste stragi E' MALATO già di per sè
    4)Entrando nello specifico del servizio ci sono molti videogiochi (tranne quelli dementi che non servono a nulla tipo Duke Nukem e così via) dove tu impersoni un eroe che deve salvare il pianeta, tipo Mass Effect, oppure un soldato che ha combattuto nella seconda guerra mondiale (call of duty, medal of honor ecc..) e non come ci fanno credere che tutti i videogiochi sono finalizzati solo allo scopo di uccidere per divertimento.
    5) E' normale che in un videogioco di azione ci sia sangue e morte ovunque, cosa NON scandalosa perché ci sono pure i film (chissà perché terminator, e tutti questi tipi film non vengono presi in considerazione come film violenti, anche perché quando faceva terminator a scuola vedevi i ragazzi imitare il protagonista ecc..)
  4. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #6092089
    Allarmismo, disinformazione e sensazionalismo. Tutto da una TV nazionale pagata da noi. Io mi sento offeso: come appassionato, come lavoratore nel settore, e come persona. E' vergognoso. Io per primo ho sempre messo in discussione la moralità dei videogiochi, le loro "scelte" nel mostrare violenza, i loro canoni comunicativi. NOI siamo flessibili. Io, lo sono. Non difendo il videogioco a prescindere. NON ho muri. I muri li ha chi PARLA, SCRIVE e DIVULGA, senza sapere. Il più alto e pericoloso atto che si possa fare, con in mano il TG più seguito di una TV nazionale.

    Vogliamo discutere seriamente? Parliamo di un organo più ferreo del PEGI. Di regole da distribuire a negozianti per la vendita e di istruzioni da dare a giovani genitori (che già hanno console che possono bloccare i titoli più violenti). Parliamo di questo, e non di psico-cazzate snocciolate da chi è uscito fresco fresco da una lauretta di tre anni (non la Binetti, in questo caso).

    Io mi sono fatto il culo a studiare psicologia (anche se solo per un anno, ed altri per piacere personale), la mia migliore amica è una neuropsichiatra infantile, la mia fidanzata è dottoressa. La mente ed il cervello NON sono come il fegato o i polmoni (anch'essi infinitamente complessi). BASTA con queste cazzate.

    Io spero che Nextgame, o altri portali, vogliano far sentire la loro e la nostra voce in tal senso. Per la bambina sepperllita viva, ancora passi (Panorama è quello che è). Ma questa no. Questa NON può passare.
  5.     Mi trovi su: Homepage #6092107
    Secondo me ha ragione il TG1. Sono appassionato di videogiochi dal 1977, ho avuto tutte le console e oggi ho un'irrefrenabile voglia di strangolare il mio vicino di casa.

    Inoltre, quando lanciarono i primi sassi dai cavalcavia dissero che era colpa dell'influenza del Tetris. Anche in quell'occasione ebbero ragione. Infatti io lanciai direttamente dal cavalcavia il Tetris all'ennesima partita persa.
  6. abra-che cazzo-cadabra  
        Mi trovi su: Homepage #6092122
    ma klaus davi pure ci mette il suo eh... ieri la carlucci e un milione di winehouse con la sinistra al potere, oggi la binetti e i videogiochi che ci fanno diventare assassini. certamente è uno che il suo mestiere lo sa fare, non c'è che dire.
    | || ||| ||||
    All men dream, but not equally.
  7. abra-che cazzo-cadabra  
        Mi trovi su: Homepage #6092134
    fortieTHiefun attimo,ma il tizio che ha fatto la strage non era mica un bambino eh,era un militante razzista e antisemita,che centrano i videogame???

    ma la binetti è una ultracattolica che ha preferito lasciare il PD piuttosto che rivedere le sue posizioni sull'omosessualità, cosa vuoi che dica, che la religione ha mandato il cervello in pappa al tizio norvegese? nossignore, sono stati i videogiochi.
    | || ||| ||||
    All men dream, but not equally.
  8.     Mi trovi su: Homepage #6092162
    efuseh si babalot, purtroppo lo so che parecchi prendono queste sparate come oro colato. Mi ricordo il periodo d'oro degli studi sulla violenza nei vg, dove si prospettava l'apocalisse! Cani e gatti che dormono insieme, palle di fuoco dagli occhi e fulmini tonanti dal culo! COD ha venduto nell'ultimo capitolo 20 milioni di copie mi pare, nsomma, dare la colpa a una cosa così diffusa è come sostenere che, dato che a breivik piace il cioccolato, (così dicevano gli articoli) la colpa del suo essere un pazzo, xenofobo, nazista, criminale, dipenda dalla cioccolata. Quindi vietiamo la cioccolata!

    Oddio, ma allora è L'apocalisse!





  Notizia Call of Duty: Modern Warfare 2: Un like contro la disinformazione

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina