1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6093745
    E si torna nuovamente in pista per un nuovo appuntamento del mondiale di F1.
    Dopo una breve sosta di cronaca, questo Week-end,direttamente dall' Hungaroring, seguiremo il Gp d'Ungheria :)

    Presentazione a cura di: http://www.blogf1.it
    Neppure il tempo di metabolizzare la gara tedesca che la F1 passa da un Ring all’altro: il circus si ferma questo weekend all’Hungaroring per il Gran Premio di Ungheria, undicesima prova del mondiale 2011.
    Il tracciato, stretto e tortuoso, sorge nell’immediata periferia di Budapest ad appena venti chilometri dalla capitale e fa parte del mondiale di F1 dal 1986.

    All’epoca della sua entrata in campionato, la sua conformazione era ancora più tortuosa di quella attuale; nel corso degli anni, però, sono state effettuate diverse modifiche per cercare di migliorarlo: l’ultima nel 2003, con l’allungamento del rettilineo principale, il nuovo disegno della prima curva e il restyling della curva 14, pensato per cercare di incentivare i sorpassi. Hakkinen, negli anni passati, la definì “La Montecarlo senza muretti”, mentre per altri la pista è poco più che un kartodromo un po’ più lungo. Ma, nonostante le critiche, il circus fa tappa qui da ben venticinque anni consecutivi e, pare, ci rimarrà ancora per molto.

    Il tracciato è ricco di curve lente e brevi allunghi, spezzati da chicane. L’Hungaroring non è di certo il luogo ideale per fare delle rimonte, specie perché chi esce di traiettoria per effettuare il sorpasso, si ritrova spesso sullo sporco e l’errore è dietro l’angolo. Vedremo se il DRS quest’anno ci garantirà qualche sorpasso in più: la FIA ha deciso che la DRS Zone avrà inizio 70 metri dopo la curva finale, con il detection point installato alla curva 14.

    Saranno proprio lo sporco e l’asfalto scivoloso a rendere piuttosto difficile il compito dei piloti che dovranno gestire al meglio le coperture. Pirelli, per questo evento, ha scelto di portare le mescole più soffici, ossia le Pzero Yellow Soft e le Pzero Red Supersoft. La scelta è dettata dal fatto che questa pista è tra quelle con meno grip dell’anno, ma con le mescole più soffici si riesce a contenere il degrado della gomma.

    In questa occasione, vedremo se la Red Bull Racing potrà ripetere la prestazione dell’anno passato dove, in qualifica, ha inflitto distacchi siderali agli avversari. L’Hungaroring è una pista in cui il carico aerodinamico conta tantissimo, così come è fondamentale trovare il giusto equilibrio nella morbidezza delle sospensioni, perché generando troppo carico al posteriore, si recupera trazione ma si rischia un degrado repentino degli pneumatici.


    INFO
    Lunghezza del circuito: 4,381 km
    Giri da percorrere: 70
    Distanza totale: 306,630 km
    Numero di curve: 14
    Senso di marcia: orario
    Mescole Pirelli: supersoffici/soffici
    Apertura farfalla: 58% della percorrenza

    RECORD
    Giro prova: 1:18.436 – R Barrichello – Ferrari – 2004
    Giro gara: 1:19.071 – M Schumacher – Ferrari – 2004
    Distanza: 1h35:26.131 – M Schumacher – Ferrari – 2004
    Vittorie pilota: 4 – M Schumacher
    Vittorie team: 9 – McLaren
    Pole pilota: 7 – M Schumacher
    Pole team: 7 – McLaren, Ferrari
    Km in testa pilota: 1.215 – M Schumacher
    Km in testa team: 2.467 – McLaren
    Migliori giri pilota: 4 – M Schumacher
    Migliori giri team: 9 – Williams
    Podi pilota: 7 – A Senna, M Schumacher
    Podi team: 20 – McLaren

    ———-
    Albo d’oro
    01. 1936 T Nuvolari – Alfa Romeo*
    02. 1986 N Piquet – Williams Honda
    03. 1987 N Piquet – Williams Honda
    04. 1988 A Senna – McLaren Honda
    05. 1989 N Mansell – Ferrari
    06. 1990 T Boutsen – Williams Renault
    07. 1991 A Senna – McLaren Honda
    08. 1992 A Senna – McLaren Honda
    09. 1993 D Hill – Williams Renault
    10. 1994 M Schumacher – Benetton Ford
    11. 1995 D Hill – Williams Renault
    12. 1996 J Villeneuve – Williams Renault
    13. 1997 J Villeneuve – Williams Renault
    14. 1998 M Schumacher – Ferrari
    15. 1999 M Hakkinen – McLaren Mercedes
    16. 2000 M Hakkinen – McLaren Mercedes
    17. 2001 M Schumacher – Ferrari
    18. 2002 R Barrichello – Ferrari
    19. 2003 F Alonso – Renault
    20. 2004 M Schumacher – Ferrari
    21. 2005 K Raikkonen – McLaren Mercedes
    22. 2006 J Button – Honda
    23. 2007 L Hamilton – McLaren Mercedes
    24. 2008 H Kovalainen – McLaren Mercedes
    25. 2009 L Hamilton – McLaren Mercedes
    26. 2010 M Webber – Red Bull Renault



    ORARI TV:
    Venerdì 29 Luglio
    10:00-11:30 Prove Libere 1
    14:00-15:30 Prove Libere 2

    Sabato 30 Luglio
    11:00-12:00 Prove Libere 3
    14:00-15:00 Qualifiche – Rai Due

    Domenica 31 Luglio
    14:00 Gara – Rai Uno



    Il circuito (in allegato)
    (fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/)
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6094097
    Possibile un ingresso di Volkswagen in Formula 1 entro sette anni
    Volkswagen potrebbe entrare in Formula 1 tra sette anni, ha detto il capo del motorsport della casa automobilistica Wolfgang Duerheimer.

    “Possiamo immaginare un nostro coinvolgimento in Formula 1 nel 2018, quando l’azienda sarà all’avanguardia nel settore,” ha detto Duerheimer alla rivista Auto Motor und Sport.

    “Abbiamo abbastanza marchi che potrebbero farlo.”

    La casa automobilistica aveva detto l’anno scorso che la Formula 1 avrebbe bisogno di maggiore stabilità e di una migliore immagine prima che la società consideri di entrare in questo sport.

    Volkswagen starebbe inoltre valutando i potenziali benefici con l’introduzione nel 2014 dei nuovi motori.

    Il Gruppo Volkswagen include i marchi Audi, Lamborghini, Porsche, Skoda, Bugatti e SEAT.


    --------------
    Gilles Simon lascia la FIA, sarà direttore tecnico della PURE
    Gilles Simon ha dato le dimissioni dalla sua carica di direttore powertrain ed elettronica della FIA per approdare alla PURE come direttore tecnico.

    Simon, arrivato alla FIA nel 2009 dopo aver lasciato la Ferrari, lavorerà quindi per l’azienda di Craig Pollock, che ha in programma di realizzare motori per la F1 a partire dalla stagione 2014.

    Simon è stato responsabile del reparto motori della Ferrari dal 2006 all’ottobre del 2009 e inizierà a lavorare per PURE dal mese prossimo.

    “Rendere la F1 più rispettosa dell’ambiente è un mio obiettivo personale. Le regole sui motori per il 2014 segneranno il piu’ grande cambiamento in quest’area della F1 da molti anni a questa parte. Questa opportunità di sviluppare motori per PURE è una sfida fantastica che mi riporta alla mia passione, progettare motori”.


    -----------
    F1: Ancora lacune nelle regole sugli scarichi per il 2012
    La controversia sugli scarichi soffiati in Formula 1 potrebbe essere stata risolta solo per alcuni mesi. Secondo la rivista Auto Motor und Sport sarebbero presenti alcune zone grigie nelle nuove regole per la stagione 2012 che richiederanno di posizionare gli scarichi nella zona superiore della carrozzeria invece che in basso nella zona del diffusore.

    Una lacuna permetterebbe infatti di continuare ad utilizzare i gas di scarico con funzione aerodinamica anche con gli scarichi alti l’anno prossimo. Alcuni direttori tecnici avrebbero già esposto la questione durante un meeting al Nurburgring.

    Il direttore tecnico della Sauber, James Key, ha ammesso che le nuove regole potrebbero avere diverse lacune: “E’ difficile dire cosa accadrà, i team avranno sei mesi per pensare a come sfruttarle. Con le nuove regole, comunque, non si arriverà alla situazione vista quest’anno”.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6094368
    GP Ungheria, Prove Libere 1: Hamilton davanti a Vettel e Alonso
    Miglior tempo per Lewis Hamilton (McLaren Mercedes) nella prima sessione di prove libere del venerdì del GP Ungheria di Formula 1. Il vincitore del Nurburgring ha iniziato nel migliore dei modi il weekend ungherese piazzando il miglior tempo in 1.23.350 e precedendo Sebastian Vettel (Red Bull Racing) e Fernando Alonso (Ferrari).

    Quarto e quinto tempo, rispettivamente, per Mark Webber (Red Bull Racing) e Jenson Button (McLaren) mentre Felipe Massa con l’altra Ferrari è sesto.

    Nella prima mezzora solo Nico Hulkenberg con la Force India ha fatto segnare un giro cronometrato, battuto poco dopo da Buemi in 1.27.058. Da segnalare un piccolo principio di incendio sulla vettura di Alonso dopo i primi giri di installazione. Poi è toccato a Button prendere il comando della classifica dopo i primi 30 minuti con 1.25.697. Lo spagnolo della Ferrari ha risposto con 1.24.179 mentre alle sue spalle si inserivano Hamilton e Massa.

    Il ferrarista ha migliorato ulteriormente il suo tempo staccando l’inglese di 6 decimi mentre Webber poco dopo si è portato a 24 millesimi dalla vetta.

    Dopo i primi 45 minuti è stato Vettel a portarsi al comando con 1.23.968. Il tedesco ha continuato a spingere ma ha commesso un paio di errori e non è riuscito a migliorare.

    A 20 minuti dal termine Webber è stato protagonista di un incidente: l’australiano è finito largo sui cordoli e la sua Red Bull è finita in testacoda e poi contro le barriere con il muso. Webber è comunque riuscito a tornare ai box. Poco dopo Hamilton si è portato in testa con 1.23.350.

    Nel finale nessuno è riuscito a migliorare i propri tempi. Le Mercedes di Nico Rosberg e Michael Schumacher hanno chiuso in settima e ottava posizione davanti alla Sauber di Sergio Perez e alla Renault di Vitaly Petrov. Bruno Senna ha girato con la Renault al posto di Nick Heidfeld in mattinata ottenendo il 15mo tempo.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ------------
    Risultati completi prove libere1
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m23.350s 19
    2. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m23.564s + 0.214 24
    3. Fernando Alonso Ferrari 1m23.642s + 0.292 29
    4. Mark Webber Red Bull-Renault 1m23.666s + 0.316 12
    5. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m23.772s + 0.422 20
    6. Felipe Massa Ferrari 1m24.115s + 0.765 25
    7. Nico Rosberg Mercedes 1m24.250s + 0.900 22
    8. Michael Schumacher Mercedes 1m24.369s + 1.019 20
    9. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m24.620s + 1.270 24
    10. Vitaly Petrov Renault 1m25.093s + 1.743 22
    11. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m25.113s + 1.763 21
    12. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m25.336s + 1.986 22
    13. Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1m25.357s + 2.007 17
    14. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m25.836s + 2.486 24
    15. Bruno Senna Renault 1m25.855s + 2.505 25
    16. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m25.890s + 2.540 28
    17. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m26.099s + 2.749 36
    18. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m26.124s + 2.774 25
    19. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m26.878s + 3.528 26
    20. Karun Chandhok Lotus-Renault 1m27.352s + 4.002 21
    21. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m28.533s + 5.183 30
    22. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m28.903s + 5.553 22
    23. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m29.059s + 5.709 24
    24. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m29.904s + 6.554 26


  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6094775
    GP Ungheria, Prove Libere 2: ancora Hamilton, poi Alonso
    Miglior tempo per Lewis Hamilton anche nella seconda sessione di prove libere del venerdì del GP Ungheria di Formula 1. All’Hungaroring l’inglese della McLaren Mercedes ha girato in 1.21.018 precedendo Fernando Alonso (Ferrari) e l’altra McLaren di Jenson Button.

    Quarto e quinto tempo per le Red Bull Racing di Mark Webber e Sebastian Vettel, sesto Felipe Massa con l’altra Ferrari.

    In una sessione dominata dai long run per verificare la durata e il degrado delle Pirelli supersoft e delle gomme prime, Hamilton si è portato in testa con un breve run e il suo tempo è rimasto imbattuto sebbene anche la Red Bull sia parsa competitiva con la mescola morbida.

    La minaccia di pioggia ha spinto i team ad affrettare i programmi. L’inglese si è portato al comando con 1.22.969. Ma la pioggerellina nei pressi della prima curva non si è mai fatta battente e una volta tornato il sereno i piloti si sono concentrati sui long run.

    Nelle prime fasi anche Alonso si è portato in testa con 1.22.297 e vi è rimasto fino a metà sessione con i piloti impegnati a valutare le gomme prime.

    Lo spagnolo in quella fase precedeva Vettel, Button, Massa e Hamilton.

    La Ferrari è stato il primo team a montare le gomme superosoft e Felipe Massa sembrava avviato verso il miglior tempo provvisorio ma è finito largo alla curva 5 a 40 minuti dal termine. Alonso poco dopo ha girato in 1.21.259 ma Hamilton ha fatto meglio: 1.21.018. Button si è poi portato in terza posizione davanti a Webber. I tempi sono poi rimasti invariati con i team impegnati a valutare la durata delle gomme morbide. In questa fase è parsa la Red Bull la piu’ competitiva in termini di passo.

    Alle spalle di Vettel e Massa, settima e ottava posizione per le Mercedes di Nico Rosberg e Michael Schumacher mentre le due Force India di Paul di Resta e Adrian Sutil chiudono la top 10 in nona e decima posizione.

    Renault in difficoltà con Nick Heidfeld, 14mo, e Vitaly Petrov 17mo.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com

    ---------------
    Risultati completi Prove Libere2
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m21.018s 29
    2. Fernando Alonso Ferrari 1m21.259s + 0.241 40
    3. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m21.322s + 0.304 34
    4. Mark Webber Red Bull-Renault 1m21.508s + 0.490 35
    5. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m21.549s + 0.531 31
    6. Felipe Massa Ferrari 1m22.099s + 1.081 40
    7. Nico Rosberg Mercedes 1m22.121s + 1.103 36
    8. Michael Schumacher Mercedes 1m22.440s + 1.422 36
    9. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m22.835s + 1.817 40
    10. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m22.981s + 1.963 37
    11. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m23.030s + 2.012 34
    12. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m23.399s + 2.381 37
    13. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m23.679s + 2.661 34
    14. Nick Heidfeld Renault 1m23.861s + 2.843 28
    15. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m24.181s + 3.163 39
    16. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m24.182s + 3.164 26
    17. Vitaly Petrov Renault 1m24.546s + 3.528 21
    18. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m24.878s + 3.860 35
    19. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m24.994s + 3.976 38
    20. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m25.447s + 4.429 39
    21. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m26.823s + 5.805 33
    22. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m27.261s + 6.243 28
    23. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m27.730s + 6.712 31
    24. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m28.255s + 7.237 25
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6095377
    GP Ungheria, Prove Libere 3: Vettel davanti ad Alonso
    Miglior tempo per Sebastian Vettel (Red Bull Racing) nella terza e ultima sessione di prove libere del GP Ungheria di Formula 1. Nel sabato mattino dell’Hungaroring il tedesco è riuscito a sfruttare al meglio il lavoro dei meccanici Red Bull che hanno tentato di migliorare la messa a punto delle due RB7 durante la notte. Secondo tempo per la Ferrari di Fernando Alonso che precede la McLaren di Jenson Button e l’altra Red Bull di Mark Webber.
    Quinto tempo per l’altra Ferrari di Felipe Massa.

    Vettel è stato al comando della classifica da metà sessione dopo aver girato in 1.22.021 con gomme dure. Alonso è stato invece il primo pilota a segnare un buon tempo con le gomme morbide e ha scavalcato il tedesco al comando girando, a 10 minuti dal termine, in 1.21.469. Il campione del mondo pero’ ha risposto con 1.21.168 rifilando 3 decimi allo spagnolo. Nonostante il terzo tempo di Button, Lewis Hamilton non è riuscito ad esprimere il suo massimo potenziale. Finito largo alla curva 1 all’inizio del suo primo giro veloce con gomme morbide l’inglese ha comunicato di aver avuto problemi ai freni ed è quindi tornato ai box dopo un altro passaggio. Hamilton ha quindi chiuso con il settimo tempo.

    Qualche sbavatura per Massa nel suo giro con gomme supersoft con il brasiliano che già in precedenza aveva evitato per poco le barriere dopo un’escursione sull’erba.

    La Mercedes di Nico Rosberg completa la top 6 davanti ad Hamilton e all’altra Mercedes di Michael Schumacher. Seguono la Renault di Vitaly Petrov e la Force India di Paul di Resta. Problemi al sistema di alimentazione per la Renault di Nick Heidfeld.

    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ----------------
    Risultati completi prove libere3
    Pos Pilota Team Tempo Distacco Giri
    1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m21.168s 17
    2. Fernando Alonso Ferrari 1m21.469s + 0.301s 13
    3. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m21.639s + 0.471s 14
    4. Mark Webber Red Bull-Renault 1m21.645s + 0.477s 18
    5. Felipe Massa Ferrari 1m22.002s + 0.834s 14
    6. Nico Rosberg Mercedes 1m22.534s + 1.366s 22
    7. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m22.667s + 1.499s 14
    8. Michael Schumacher Mercedes 1m23.037s + 1.869s 19
    9. Vitaly Petrov Renault 1m23.175s + 2.007s 19
    10. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m23.276s + 2.108s 18
    11. Nick Heidfeld Renault 1m23.281s + 2.113s 13
    12. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m23.375s + 2.207s 18
    13. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m23.626s + 2.458s 25
    14. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m23.663s + 2.495s 17
    15. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m23.894s + 2.726s 17
    16. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m23.966s + 2.798s 18
    17. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m23.998s + 2.830s 15
    18. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m25.061s + 3.893s 19
    19. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m25.141s + 3.973s 20
    20. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m25.501s + 4.333s 20
    21. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m26.955s + 5.787s 20
    22. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m26.991s + 5.823s 19
    23. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m27.174s + 6.006s 16
    24. Vitantonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m27.713s + 6.545s 20
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6095453
    Gran Premio d'Ungheria - Illusione Hamilton, Vettel in pole
    Nelle qualifiche del Gp d'Ungheria. Sebastian Vettel conquista la pole position evitando il 1o scivolone stagionale per la Red Bull. Lewis Hamilton chiude al 2o posto dopo una intensa battaglia in testa alla classifica. 3o tempo per Button. Massa strappa la 2a fila al compagno Fernando Alonso (5°)
    Gran Premio d'Ungheria - Vettel domina qualifiche

    Due i grandi pericoli dell'Hungaroring: la pista non gommata e il forte degrado delle Pirelli. Un mix che le monoposto versione 2011 si trovano ad affrontare per la prima volta. Niente a che vedere insomma con l'asfalto consumato del Nurburgring. E che sarà un lungo sabato di passione per tutti team lo dimostra il fatto che per la prima volta il campione in carica Sebastian Vettel è tra i primi a entrare in pista al semaforo verde del Q1.

    Q1, ALONSO IN TESTA E LE RED BULL SI NASCONDONO - Chi dimostra invece di avere le idee abbastanza chiare è Lewis Hamilton, veloce nelle prove libere e autore di un 1:21.6 con gomme dure, al primo giro lanciato, che fa tremare i box di Ferrari e Red Bull. Problemi anche per i team alla ricerca del limite del 107%. Parte forte anche Fernando Alonso che chiude il primo giro di Q1 in terza posizione, davanti al compagno Felipe Massa per poi sferrare l'attacco nel giro successivo portandosi in testa (1:21.578). Le Red Bull soffrono ma approfittano della capacità di ritrovarsi subito gomme performanti al primo giro per fare il tempo e conservare mescola per il momento decisivo.

    Q2, SEMPRE ALONSO E CRESCE HAMILTON - La seconda sessione di qualifica vede ancora una volta le Red Bull entrare per prime presentando la novità della gomma morbida (super soft) per cercare subito il tempo. Scelta diversa in McLaren con Button e Hamilton che rientrano con gomme dure (soft). Morbide anche per Fernando Alonso. Il campione in carica chiude il giro veloce in 1:21.095, Hamilton risponde in 1:21.105. Si vede anche Jenson Button che insieme a Webber abbatte il muro dell'1:20. Le morbide di Alonso permettono allo spagnolo di portarsi in testa (1:20.262) a sei minuti dal termine della Q2. Rischia grosso Michael Schumacher che solo all'ultimo giro, già con bandiera a scacchi, riesce a qualificarsi per la top ten. Fuori Kobayashi e le due Renault di Petrov e Heidfeld. Non entra neanche in pista Maldonado.

    Q3, VETTEL BEFFA HAMILTON, MASSA STRAPPA LA SECONDA FILA AD ALONSO - Alonso parte subito all'attacco in Q3 ma ancora una volta il protagonista è Lewis Hamilton. Strepitoso il giro veloce che lo porta al comando abbattendo il muro dell'1:20. Lo spagnolo viene scavalcato provvisoriamente anche da Sebastian Vettel che però non riesce a sorprendere l'inglese della McLaren. Da dimenticare il tentativo di Webber che chiude il giro cronometrato a oltre mezzo secondo da Hamilton. E proprio l'australiano, al rientro ai box per il cambio mescola, mette in evidenza i problemi, mai risolti, del kers Red Bull. Chiaro il messaggio del capo tecniso che comunica a Webber i limiti del sistema e i problemi nel bilanciamento. Non si migliora Alonso e all'ultimo giro Vettel beffa Lewis Hamilton conquistando la pole position. Nel finale altra beffa: Massa chiude al quarto posto scavalcando Fernando Alonso. Per la prima volta il brasiliano chiude davanti allo spagnolo. Terzo tempo per l'altra McLaren di Jenson Button.

    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    -------------
    Risultati completi qualifiche
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6095504
    INTERVISTE E COMMENTI

    Gran Premio d'Ungheria - Vettel "Red Bull ancora davanti"
    Vettel strappa la pole più difficile dell'anno. E' grande infatti l'equilibrio in Ungheria con le due McLaren veloci e in grado, fino all'ultimo con Hamilton di mettere a rischio la pole del campione Red Bull

    VETTEL "Red Bull ha recuperato su rivali" - Si è salvato solo all'ultimo Sebastian Vettel. In Ungheria il campione del mondo ha strappato la pole più difficile della stagione contro un Lewis Hamilton scatenato: "Ottima sessione per noi. Ieri gli altri erano tutti più veloci di noi, oggi abbiamo dimostrato di aver fatto le scelte giuste. Le gomme mi hanno portato fino in Q3 e la monoposto ha reagito bene ai cambiamenti. Un grazie speciale a chi stanotte invece di dormire ha lavorato sulla macchina".

    HAMILTON "Peccato per la pole ma grande risultato" - Chi festeggia a metà è Lewis Hamilton, velocissimo e in un momento di forma incredibile anche se la beffa finale di Vettel è uno schiaffo duro da digerire: "Un buon risultato per noi. Oggi la Red Bull ha recuperato un po' ma questo è sicuramente un buon risultato per la McLaren".

    BUTTON "Qualche problema ma qualifiche positive" - Ci si aspettava una risposta importante da parte del deluso Jenson Button (due ritiri negli ultimi due Gran Premi): "Sono contento. A dire il vero ho avuto un qualche problemino a ogni giro ma non posso che essere soddisfatto del tempo e di questa nostra prestazione".


    ----------
    Gran Premio d'Ungheria - Alonso "Terza fila complica tutto"
    La Ferrari crolla sul più bello. Dopo esser stato al comando per due sessioni di qualifica Alonso si vede costretto a retrocedere fino in terza fila. Tremenda la beffa del collega Felipe Massa che proprio all'ultimo giro "ruba" la posizione allo spagnolo

    MASSA "Poteva andare meglio, certo scendere sotto l'1:20 no ma potevamo fare qualcosa di più.Ho perso due decimi nel secondo settore. Siamo quarto e quinto e la gara sarà molto dura. Red Bull e McLaren sono molto veloci. Noi dobbiamo essere molto attenti nella strategia perché le gomme sono fondamentali e dobbiamo fare le scelte giuste".

    ALONSO "In quinta posizione diventa tutto più difficile. Si poteva pensare a una partenza dal lato pulito dell pista invece adesso tutto si complica, bisogna studiare bene ogni cosa e sperare in una strategia perfetta per cercare di cambiare le cose. Le gomme si consumano molto ma questo è un problema per tutti. Sui sorpassi non penso con le nuove tecnologie cambi molto, in Ungheria è molto difficile superare e lo sarà anche domani in gara".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6095687
    F1, i team chiedono a Ecclestone di rivedere il calendario del prossimo anno
    I Team di Formula 1 sono intenzionati a chiedere a Bernie Ecclestone di rivedere i suoi piani per il calendario 2012 nel timore che la fine della stagione di gare l’anno prossimo si riveli un incubo logistico.

    All’inizio di questo fine settimana, Ecclestone ha intrapreso un importante rimpasto del calendario di gare originale per il 2012 pubblicato dalla FIA nel mese di giugno.

    Così come il Bahrain è passato alla parte finale della stagione e l’esclusione della Turchia, il Gran Premio degli Stati Uniti ad Austin è destinato a diventare la penultima gara della stagione, per chiudere poi la stagione in Brasile.

    Ecclestone ha presentato la sua idea di calendario alle squadre in questo weekend del Gran Premio d’Ungheria per ottenere il loro feedback, ma si è capito che vi è una certa preoccupazione per la parte finale del calendario oltreoceano.

    In particolare, le squadre sono preoccupate per sei gare alla fine della stagione in rapida successione – si va in Giappone / Corea, Abu Dhabi / Bahrain e negli Stati Uniti / Brasile – e soprattutto in continenti diversi.

    Il team principal di Renault, Eric Boullier, ha rivelato che i team hanno ora intenzione di chiedere a Ecclestone di rivedere il calendario per rendere la logistica più facile per le squadre.

    Boullier ha rifiutato di parlare dei dettagli di ciò che le squadre vogliono, ma ha detto che hanno formulato una proposta.

    “Abbiamo una proposta tra noi e vorremmo suggerire un paio di idee”, ha detto. “Non siamo coinvolti nella decisione finale del calendario, ma capisco che non è definitiva quindi c’è spazio per chiedere una discussione e dare suggerimenti”.

    Il boss della McLaren Martin Whitmarsh ha aggiunto: “Il calendario è duro, ma capisco che sta per cambiare nuovamente. Quindi, finché non avremo il calendario definitivo, non ha senso lamentarsi di uno provvisorio.”



    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6095688
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6095946
    Gran Premio d'Ungheria - Hamilton sbaglia e Button vince, Alonso 3°
    Jenson Button vince il Gran Premio d'Ungheria davanti al campione in carica Sebastian Vettel e alla Ferrari di Fernando Alonso. Un grave errore di strategia condanna Lewis Hamilton, al comando fino a pochi giri dal termine

    Godono in due e mezzo in Ungheria. Il primo a farsi quattro risate è sicuramente Sebastian Vettel che nonostante il secondo posto allunga in classifica iridata. A far compagnia al tedesco il vincitore dell’Hungaroring Jenson Button che approfitta dell’azzardata scelta del compagno Lewis Hamilton di montare intermedie in previsione di un temporale che non arriva. Il mezzo sorriso è quello di Fernando Alonso che grazie alla strategia Ferrari strappa un terzo podio importante ma non certo esaltante.

    E così il Gran Premio dei pit stop, una media di quattro a team, si chiude con una “brutta” notizia in chiave iridata con Vettel che nonostante la brutta domenica riesce ad aggiungere punti in classifica piloti mettendo una seria ipoteca sul titolo. Ma se in due e mezzo ridono in Ungheria c’è un pilota che piange: Lewis Hamilton. Completamente sbagliata la scelta di montare intermedie a differenza dei rivali in soft. A seguire la strategia folle della McLaren parte della Red Bull che ifnila mescole intermedie anche al povero Mark Webber. Un errore che costa caro e regala il finale che non ti aspetti all’emozionante Gran Premio dell’Hungaroring.

    Una gara intensa e piena di errori, sbavature e scommesse più o meno vinte. La Ferrari fatica, fin dalle qualifiche, ma nonostante le scelte più o meno azzeccate e i testacoda di Alonso strappa un terzo posto da incorniciare. Alonso sbaglia in partenza e soprattutto a pochi giri dal termine nel tentativo disperato di riportarsi in scia Vettel. Lo spagnolo finisce in testacoda ritrovandosi a 18” dal tedesco che dopo aver ringraziato la McLaren saluta con la manina anche l’asturiano. Insomma, anche nella peggior domenica, Vettel si salva. Un Vettel che ancora una volta soffre la pressione degli avversari e al quinto giro cede la posizione ad Hamilton sbagliando l’ingresso in curva. Una volta in testa è l’inglese a fare la gara e allungare su tutto e tutti fino ai primi pit stop. Strepitosa la partenza anche delle due Mercedes che si ritrovano nelle prime posizioni ai danni di un Alonso non proprio perfetto. Chi si mette in coda, tranquillo, è Jenson Button.

    Giro 12 e comincia il valzer dei pit stop. Una danza che non smetterà di creare occasioni e regalare colpi di scena fino all’ultimo. Hamilton riprende il ritmo gara e bisogna attendere il 25esimo giro per ulteriori grandi emozioni. La Lotus Renault di Heidfeld va a fuoco (nessuna conseguenza per il pilota) e tutti i top team decidono di rientrare ai box per il secondo pit stop. Dopo Heidfeld a salutare la corsa è il Kaiser Michael Schumacher che finisce in testacoda dopo un piccolo contatto con Massa. Alonso fatica, come sempre, a prendere confidenza con le gomme e viene passato in più di una occasione. Tremendo in fatto di facilità il sorpasso accusato da Vettel, a conferma di problemi ancora presenti e mai superati dagli uomini in Rosso.

    Secondo posto per Vettel che ringrazia la McLaren e allunga in classifica - 2 A venticinque giri dal termine ricomincia il valzer pit stop e questa volta è quello decisivo. Alonso rientra per montare le super-soft, le Red Bull decidono di tenere le soft. Errore o meno poco importa perché la gara si decide con la scelta azzardata di Webber e soprattutto di Hamilton di optare per mescole intermedie. Ad approfittare, e ringraziare, è Jenson Button che decide giustamente di rimanere in pista ritrovandosi al comando. Non piove, Alonso passa Hamilton conquistando un insperato terzo posto. Tornano quindi ai box Hamilton e Webber e Vettel, dal secondo posto, lucida il numero uno sul musetto. Massa, autore di tanti errori, parte quarto e finisce in sesta posizione, bruciato a pochi giri dal termine dallo scatenato Hamilton.

    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    --------------
    Risultati completi gara
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6095961
    Classifica mondiale piloti
    1 Vettel Sebastian (GER) 234
    2 Webber Mark (AUS) 149
    3 Hamilton Lewis (GBR) 146
    4 Alonso Fernando (SPA) 145
    5 Button Jenson (GBR) 134
    6 Massa Felipe (BRA) 70
    7 Rosberg Nico (GER) 48
    8 Heidfeld Nick (GER) 34
    9 Schumacher Michael (GER) 32
    10 Petrov Vitaly (RUS) 32
    11 Kobayashi Kamui (JPN) 27
    12 Sutil Adrian (GER) 18
    13 Buemi Sebastien (SVI) 12
    14 Alguersuari Jaime (SPA) 10
    15 di Resta Paul (GBR) 8
    16 Perez Sergio (MEX) 8
    17 Barrichello Rubens(BRA) 4
    18 Glock Timo (GER) 0
    19 d'Ambrosio Jerome (BEL) 0
    20 Karthikeyan Narain(IND) 0
    21 Kovalainen Heikki (FIN) 0
    22 Liuzzi Vitantonio (ITA) 0
    23 Maldonado Pastor (VEN) 0
    24 Trulli Jarno (ITA) 0

    --------------
    Classifica mondiale costruttori
    1 RedBull 383
    2 McLaren Mercedes 280
    3 Ferrari 215
    4 Mercedes GP 80
    5 Renault 66
    6 Sauber F1 Team 35
    7 Force India 26
    8 Toro Rosso 22
    9 Williams 4
    10 Virgin 0
    11 HRT F1 Team 0
    12 Team Lotus 0
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6095985
    INTERVISTE E COMMENTI
    Gran Premio d'Ungheria - Hamilton deluso "Ho sbagliato, peccato"

    Leggi le dichiarazioni di tutti i protagonisti del GP d'Ungheria. Button si gode la vittoria, mentre Vettel gongola per un secondo posto che lo avvicina al Mondiale; delusione per Hamilton, autore di alcuni errori che gli sono costati la vittoria - FOTO AP/LAPRESSE

    Jenson Button (Vincitore): "La sosta che arriverà adesso è positiva, potrò avere un po' di tempo per recuperare dalla festa che farò oggi...Qui ho vinto la prima volta nel 2006, mi piacciono queste condizioni, ha funzionato ancora una volta, ottimo lavoro della squadra con le gomme dure al momento giusto. E' stato un weekend fantastico, ringrazio tutto il team: meccanici, tecnici, hanno lavorati tutti duramente per darmi la macchina bene. Tutti i giorni della sosta penseremo a Spa ed al ritorno del Mondiale".

    Sebastian Vettel (secondo classificato): "Ho lottato nella prima parte, ho avuto problemi sulla curva numero due, mi sono reso conto che dovevamo allargare la traiettoria. Stavo bene inizialmente poi è stato un degrado dei pneumatici ma è stato così per tutti. E' stata una corsa divertente con le McLaren in avanti. Ho dovuto lasciare andar via Button, avevo più velocità, la macchina ha avuto problemi con i freni. Difficile sapere come andava a finire. Arrivare secondi oggi è un passo avanti importante. Si poteva vincere ma non ci sono riuscito. Dobbiamo lavorare, le McLaren sono forti in tutte le condizioni e hanno fatto un passo in avanti".

    Lewis Hamilton (quarto classificato): "Congratulazioni a Jenson. E' bello per la squadra essere sul podio, io sono un po' deluso dalla mia performance, devo ancora capire cosa ho sbagliato, ma il team ha fatto buoni punti, almeno possiamo festeggiare per una cosa. E' stata una gara interessante, sicuramente dura per me alla fine".

    Martin Whitmarsh (Team Principal McLaren): "Jenson Button è stato fantastico, ha accettato tutto, ha fatto una gara perfettamente. Jenson ha corso anche dei rischi ma ha spinto quando doveva, risultato fantastico".

    Cristian Horner (Team Principal Red Bull): "Questo Gp è stato un po' come una lotteria, ma alla fine abbiamo ottenuto un buon risultato. Abbiamo aumentato il vantaggio in campionato e se proprio qualcuno che non fosse una Red Bull doveva vincere meglio che lo abbia fatto Button"

    -----------------
    Gran Premio d'Ungheria - Alonso "Peccato per quella partenza"
    Il pilota della Ferrari si rammarica per la brutta partenza nel GP d'Ungheria, mentre Stefano Domenicali commenta il terzo posto dello spagnolo con entusiasmo: "Risultato soddisfacente" - FOTO AP/LAPRESSE
    Gran Premio d'Ungheria - Alonso amaro

    FERNANDO ALONSO (Terzo posto) - "Viste le condizioni era chiaro che la corsa sarebbe stata lunga e difficile e bisognava rimanere concentrati sia per l'alto numero di pit stop che per le condizioni atmosferiche che c'erano. La partenza non è andata come previsto. Nei primi 30 giri sono rimasto dietro le Mercedes e Webber ed e' stata dura recuperare. Poi sono riuscito a spingere ed ero anche veloce. Ma non e' stato semplice".

    STEFANO DOMENICALI (Team Principal Ferrari): "E' stata una corsa molto particolare, con tutto quello che è successo all'inizio, certo potevamo raccogliere qualcosa di piu', ma è stata una gara intensa. Si poteva cadere nel tranello di entrare ad un certo punto della gara, invece siamo rimasti fuori e lì c'è stata la chiave di lettura per recuperare alcuni posti persi all'inizio. In queste condizioni si prova a dare il massimo, direi che alla fine portiamo a casa un risultato soddisfacente".

    FELIPE MASSA (Sesto posto) – "E’ stata una gara difficile, con la pioggia che andava e veniva. La mia gara è stata rovinata dall’uscita di pista al giro 8. Ho sbattuto con il posteriore contro le barriere di protezione e temevo che la macchina fosse troppo danneggiata per continuare ma il mio ingegnere mi ha detto che potevo continuare. Lì ho perso tanto tempo e, anche se poi sono riuscito a fare dei bei sorpassi e a rimontare delle posizioni, mi resta l’amarezza per non essere riuscito a lottare per il podio come probabilmente avrei potuto fare. Quando ha iniziato a piovere dopo il quarantesimo giro, ma anche all’inizio, le condizioni erano molto difficili, bisognava evitare assolutamente le strisce bianche perché erano scivolosissime, sembrava di guidare sul ghiaccio. Adesso ci aspetta un po’ di vacanza: tornerò in Brasile per stare insieme alla mia famiglia e mi fa sempre piacere passare del tempo nel mio Paese. Sono sicuro che, al ritorno in Europa, inizierà una seconda parte di campionato migliore della prima".

    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6096196

  F1: Gp d'Ungheria

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina