1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6101242
    Dopo una piccola pausa, si ritorna in pista, per un nuovo appuntamento del Motomondiale classi 125, Moto2 e MotoGp
    Questo week-end dal circuito di Brno seguiremo il Gp della Repubblica Ceca :D

    Presentazione a cura di: http://www.pianetariders.it/
    Dopo gli spettacolari avvitamenti sul cavatappi di Laguna Seca, dove si è imposto un ipertrofico Casey Stoner, la MotoGp sbarca sul bellissimo tracciato di Brno per il tradizionale appuntamento ferragostano.

    E mentre appassionati e fan si crogiolano al sole, nei box tutti i protagonisti del motomondiale affilano i cilindri a caccia del set-up ideale per sbaragliare la concorrenza: Lorenzo, Stoner e Pedrosa, il trio marziano… Simoncelli, Dovizioso e Spies, gli inseguitori… Rossi, Hayden e Crutchlow gli outsider. Questa – con tutta probabilità – la situazione “in campo”, ma prima di addentrarci nella consueta analisi pre-gara e spiegazione del circuito, diamo uno sguardo agli orari e alla programmazione delle dirette TV.

    Dopo gli ultimi GP, in cui l’australiano targato HRC si era lasciato “intontire” da alcuni clamorosi sorpassi nel finale di gara, Casey rende la pariglia a Laguna Seca con un sorpasso tagliente ai danni di Lorenzo poco prima della bandiera a scacchi. Una vittoria, un cambio di marcia, che potrebbe imprimere un diverso andamento al mondiale prima che i giochi arrivino a chiudersi. E se a battersi per il titolo iridato sono rimasti oramai in 2, Danil Pedrosa - fuori lista a causa dei troppi infortuni e GP mancati - si gode la ritrovata “sintonia” con la sua Honda proponendosi ad ogni appuntamento come papabile alla vittoria. Un terzo incomodo pronto a smuovere le acque in caso di “ristagno” in vetta.

    A Brno, poi, si ripropone ancora una volta l’incognita Simoncelli: forza e talento per lottare coi primi, irruenza scarsa lucidità per arrivare a farlo sul serio. L’ultima caduta a Laguna Seca è stato il chiaro segnale di una condizione “mentale” da rivedere… e poi, finalmente, chissà…
    E a proposito di incognite, rimane come sempre la più grande, quella che fa sperare nella svolta ad ogni nuovo week-end di gare: Valentino Rossi prosegue con la sua tortuosa avventura sulla GP11.1, e lo farà come sempre al massimo delle sue possibilità, nonostante i tanti rumors (talvolta veri e propri fantarumors) che si rincorrono da un angolo all’altro di questa estate 2011 (gli ultimi, oltre a ribadire la possibilità di un ritorno in Yamaha, vorrebbero addirittura The Doctor pronto a saltare in sella ad una Honda Gresini, o a metter su un team tutto suo)

    Per quanto riguarda il tracciato, tra i più belli dell’intera stagione, è lungo 5.401 Km ed è costituito da 8 curve a destra e 6 a sinistra, con un rettilineo principale di 636 metri.

    Tra le particolarità del circuito, i notevoli dislivelli che lo caratterizzano a causa dell’andamento collinare dell’area sul quale è costruito. Questo determina la presenza di curve paraboliche e di esse in contropendenza che esaltano al massimo il “manico” del pilota, ma anche le doti motoristiche dei prototipi che, nella parte veloce del circuito, riescono a scaricare a terra, con violenza, tutti i cavalli che scalpitano nel motore.


    ORARI TV

    Venerdi 12-08-2011:
    **ore 9.15-9.55, Prove libere 1, 125
    **ore 10.10-10.55, Prove libere 1, Moto GP
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 1, Moto 2
    **ore 13.15-13.55, Prove libere 2, 125
    **ore 14.10-14.55, Prove libere 2, Moto GP
    **ore 15.10-15.55, Prove libere 2, Moto 2

    Sabato 13-08-2011:
    ore 1.30, Prove libere, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), sintesi
    **ore 9.15-9.55, Prove libere 3, 125
    **ore 10.10-10.55, Prove libere 3, Moto GP
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 3, Moto 2
    **ore 13.00-13.40, Qualifiche, 125
    **ore 13.55-14.55, Qualifiche, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    ore 15.00, Qualifiche, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), sintesi
    **ore 15.10-15.55, Qualifiche, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    Domenica 14-08-2011
    :
    **ore 8.40-9.00, Warm Up, 125
    **ore 9.10-9.30, Warm Up, Moto 2
    **ore 9.40-10.00, Warm Up, Moto GP
    **ore 11.00, Gara, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 12.15, Gara, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 14.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    **Questi eventi saranno trasmessi in diretta su Mediaset Premium

    L'ora indicata è riferita all'inizio dell'evento, ed è l'ora italiana
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6101243
    Gran Premio del Giappone - Il Gp del Giappone si correrà
    Nonostante i dubbi di piloti e numerosi addetti ai lavori a Motegi il prossimo 2 ottobre si correrà. Le indagini fatta dall'Arpa organismo indipendente hanno evidenziato che il pericolo di radiazioni durante l'evento è assolutamente trascurabile

    Il Gran Premio del Giappone, quindicesimo round del Motomondiale, si terrà come previsto il 2 ottobre. L'annuncio ufficiale arriverà nel corso della settimana da parte di FIM e Dorna Sports. La Federmoto Internazionale e la Dorna, organizzatrice del Mondiale, infatti, hanno recentemente commissionato ad un organismo riconosciuto una indagine indipendente atta ad investigare l'attuale situazione in Giappone, in vista del Gran Premio di Motegi programmato per il 2 di ottobre.

    Questo studio, destinato ad aumentare il bagaglio di informazioni già a disposizione dei vari governi e dell'Organizzazione mondiale della sanità, analizza la situazione generale del Giappone a seguito del terremoto e dello tsunami che hanno devastato il Paese in marzo. Questa indagine ha preso in esame Motegi e i suoi dintorni ed ha considerato la salute dei partecipanti al Campionato del Mondo di motociclismo.

    L'Arpa, l'agenzia contattata per questo resoconto, ha misurato i livelli di radiazione di tutte le fonti possibili, tra cui l'aria, l'ambiente e il cibo. La conclusione finale è che "sulla base di quanto registrato, si può dire senza dubbio che il rischio di radiazioni durante l'evento sarà trascurabile". Partendo da queste informazioni, nel corso della settimana, dunque, FIM e Dorna Sports annunceranno che a parte l'eventualità di ulteriori complicazioni gravi, il Gran Premio del Giappone si terrà regolarmente il 2 ottobre come da calendario.

    -----------
    Motomondiale - Ufficiale: nessun rischio per Motegi
    "Il rischio di radiazioni durante l'evento sarà trascurabile", conclude il rapporto effettuato dall'Agenzia Regionale Prevenzione e Ambiente dell'Emila Romagna che ha esaminato il circuito di Motegi: si correrà normalmente il 2 ottobre, come da calendario

    Il Gran Premio del Giappone di motociclismo si svolgerà regolarmente il 2 ottobre prossimo al Motegi. Lo hanno deciso FIM e Dorna Sports dopo aver ricevuto il rapporto ufficiale, dettagliato e finale da parte dell'ARPA, l'Agenzia Regionale Prevenzione e Ambiente dell'Emila Romagna di Bologna che ha preso in esame Motegi e i suoi dintorni ed ha considerato la salute dei partecipanti al Campionato del Mondo di motociclismo.

    L’ARPA ha misurato i livelli di radiazione di tutte le fonti possibili, tra cui l'aria, l'ambiente e il cibo. La conclusione finale è che "sulla base di quanto registrato, si può dire senza dubbio che il rischio di radiazioni durante l'evento sarà trascurabile", come era stato già scritto nella relazione del 25 luglio.

    Sulla base della stessa, oggi, FIM e Dorna Sports confermano che, "se non dovessero accadere altri ulteriori incidenti gravi, il Gran Premio del Giappone si svolgerà il 2 ottobre come previsto".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6101870
    Classe 125 -- Terol guida la classe cadetta verso Brno
    Dopo quasi quattro settimane di riposo, torna in scena la classe 125 con Nicolas Terol saldo in vetta alla classifica generale staccato di 32 punti.

    A poco più di tre settimane dal GP del Sachsenring, la classe cadetta scenderà in pista nel fine settimana per il Cardion ab Grand Prix Ceské Republiky. La lunga pausa avrà sicuramente dato ai piloti il tempo necessario per prepararsi ad affrontare la restante parte di una stagione attualmente guidata da Nico Terol, sopra il resto del gruppo di 32 punti.

    Il pilota del team Bankia Aspar, salito sul gradino più alto di Brno nelle ultime due stagioni, vorrà sicuramente estendere il vantaggio che lo separa dall'intera classe, ma dovrà vedersela con Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), subito sotto di lui in classifica generale. Il francese si è visto negare la vittoria in Germania sul fotofinish, finendo secondo in tre delle ultime 4 gare, mentre Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) si presenta all'appuntamento forte di due vittorie in questo 2011. Il giovane esordiente spagnolo è scattato dalla pole tre volte negli ultimi quattro round ed occupa la posizione subito sotto quella di Zarco nella classifica generale.

    Jonas Folger (Red Bull Ajo Motorsport), mai andato oltre il settimo piazzamento dopo la sua prima vittoria a Silverstone, si va ad aggiungere alla schiera di piloti vogliosi di cominciare nel modo migliore questa seconda parte della stagione. Come lui il connazionale Sandro Cortese (Intact Racing Team Germany), che proverà a tornare sul podio dopo il terzo posto di Estoril.

    La prima vittoria stagionale di Héctor Faubel (Bankia Aspar) sul circuito del Sachsenring ha dato allo spagnolo la carica necessaria per lanciarsi a testa alta nella sfida di Brno con il suo compagno Terol e il resto dei piloti della classe cadetta.

    Il pilota di casa Jakub Kornfeil (Ongetta Centro Seta) sfrutterà tutto il supporto del pubblico di casa per eguagliare se non migliorare il suo miglior risultato in assoluto nel Campionato del Mondo (5º a Brno nel 2010). Al gruppo si andranno ad aggiungere le wildcard Ladislav Chmelik (RJR Racing), Miroslav Popov (Ellegi Racing), Luca Gruenwald (Freudenberg Racing Team), Manuel Tatasciore (Phonica Racing) e Jakub Jantulic (AMK Brno Junior Team).


    Fonte: http://www.motogp.com/it
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6101872
    Classe Moto2 -- Riprende il Campionato del Mondo Moto2 con l’appuntamento di Brno
    Stefan Bradl affronta il fine settimana del Cardion ab Grand Prix Ceské Republiky in veste di leader della classifica generale, inaugurando così la seconda parte della stagione 2011.

    Dopo la pausa estiva, la Moto2 torna in pista per il Cardion ab Grand Prix Ceské Republiky di Brno. Il pilota del team Viessmann Kiefer Racing, Stefan Bradl, comanda la classe con 47 lunghezze di vantaggio; il tedesco ha finora collezionato un risultato positivo dopo l'altro, con sei pole position, sette podi e quattro vittorie. Nella sua esperienza sul circuito ceco Bradl ha conquistato un trionfo in 125 nel 2008 e un nono posto finale, dopo una partenza dalla 20esima piazza nella gara Moto2 del 2010.

    Ad occupare la seconda posizione della classifica con 120 punti, troviamo Marc Marquez, autore di tre vittorie consecutive. La stagione dello spagnolo sembra proseguire nel migliore dei modi, con quattro primi posti a partire dall'appuntamento di Le Mans e con l'ultimo trionfo del Sachsenring dove ha negato la vittoria al pilota di casa Bradl. Nella gara 125 dello scorso anno Marquez terminò in settima posizione nonostante una brutta caduta avvenuta durante la prima sessione di prove libere che gli costò seri problemi alla spalla sinistra.

    Simone Corsi, a 36 punti da Márquez, non è ancora salito sul podio di Brno, e proprio il GP della Repubblica Ceca è uno dei due appuntamenti del calendario Moto2 di quest'anno in cui il pilota del team Ioda Racing Project non è riuscito a chiudere fra i primi sei (8º nel 2010).

    Il quarto posto vede Alex De Angelis (JiR Moto2), a soli due punti da Corsi dopo il terzo posto del GP tedesco. Il sanmarinense è poi seguito da Bradley Smith (Tech 3 Racing), determinato a rifarsi dopo l'epilogo della gara del Sachsenring. Smith conquistò la pole per la prova 125 dello scorso anno ma un set-up poco efficace lo costrinse alla sesta posizione finale.

    Yuki Takahashi (Gresini Racing), attualmente ottavo in Campionato con 58 punti, segnerà la partenza numero 100 nel fine settimana. Il pilota giapponese si qualificò 12° nel GP della Repubblica Ceca dello scorso anno, ma dopo una incredibile rimonta chiuse secondo.

    Le aspettative e la voglia di riscatto di Julián Simón sono alte dopo la caduta che lo ha messo fuori dai giochi in Germania: lo spagnolo, finito 2º a Brno nella gara 125 del 2009 (anno in cui conquistò poi il titolo), vuole centrare il risultato importante per non perdere l'occasione di rimanere agganciato al gruppo di testa.

    Si uniranno alla classe intermedia le wildcard Steven Odendaal (MS Racing) e il pilota di casa Lukas Pesek (IAMT racing).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6101873
    Classe MotoGp -- A Brno torna in azione la MotoGP
    Dopo una breve pausa, la classe regina si prepara per il fine settimana dell'11° round del Campionato del Mondo 2011, il Cardion ab Grand Prix Ceské Republiky di Brno.

    Archiviata la piccola pausa estiva, la stagione 2011 MotoGP riprende la sua corsa in questo weekend, durante il quale si terrà il Cardion ab Grand Prix Ceské Republiky. Con dieci turni dei 18 totali già disputati, Casey Stoner (Repsol Honda) è l'attuale leader della classifica generale, staccato di 20 punti dal Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing).

    Fresco della bella vittoria conquistata a Laguna Seca, Stoner è alla ricerca del sesto trionfo di questo 2011, fiducioso di poter ripetere quanto di buono fatto lungo tutto il fine settimana americano. Stoner è salito sul gradino più alto di Brno nel 2007, anno in cui fece suo il titolo mondiale, ma appartiene a Lorenzo il primato più recente, visti i 25 punti messi a referto nella gara della passata stagione.

    Non a caso Yamaha è il team di maggior successo nell'era delle quattro tempi sul circuito di Brno, grazie alle sue 5 vittorie. L'obiettivo di Lorenzo sarà aumentare questo record andando così a chiudere il gap che lo separa da Stoner. Trenta punti dietro, troviamo in terza posizione Andrea Dovizioso, ancora senza podio sul circuito ceco e con un quarto posto come miglior risultato (nel 2009). Nella classifica generale lo segue il compagno di squadra Dani Pedrosa, finito sull'ultimo gradino del podio a Laguna Seca e in seconda posizione nelle ultime due stagioni a Brno.

    Valentino Rossi (Ducati Team), 5º in Campionato a 2 punti da Pedrosa, torna sul circuito che lo vide trionfare per la prima volta nella sua carriera nel 1996, quando militava nella classe cadetta. Nelle 11 gare di Brno disputate con la classe regina, l'italiano ha conquistato 5 vittorie e 3 secondi posti, mentre nella gara dello scorso anno si è piazzato 5º.

    La coppia di piloti americani Ben Spies (Yamaha Factory Racing) e Nicky Hayden (Ducati Team) sono separati da soli quattro punti in classifica. Spies, che ha chiuso le ultime tre gare tra i primi cinque, ha conquistato l'anno scorso il quarto posto, mentre Hayden si presenta a Brno con la voglia di migliorare il settimo piazzamento finale dell'ultimo round casalingo disputato.

    Nel 2010, Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), al debutto nella massima categoria, ha concluso subito sotto la top ten e cercherà nel weekend di cancellare il brutto epilogo del GP americano di due settimane fa. Il suo compagno di squadra, Hiroshi Aoyama, correrà per la prima volta con la classe regina sul circuito ceco, avendo saltato l'appuntamento dello scorso anno per infortunio.

    Nella giornata di gara dello scorso anno è stata registrata un'affluenza di 150.000 tifosi, che quest'anno sicuramente aumenteranno vista la presenza del pilota ceco Karel Abraham (Cardion ab Motoracing): era dal 1989 con Pavol Dekanek che un pilota di origine ceca non concorreva nel GP di casa. Il rookie della classe regina spera che il supporto del suo pubblico lo possa aiutare nell'impresa di migliorare il suo attuale miglior risultato stagionale (settimo posto).

    Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), vuole riscattare la conclusione amara di Laguna Seca, e per l'occasione si unirà a lui la wildcard John Hopkins, già autore di una buona prova ad Jerez. La coppia Monster Yamaha Tech 3, Colin Edwards e Cal Crutchlow, sfrutterà la pausa estiva per tornare in azione carica e determinata, e, allo stesso modo, anche gli spagnoli Hector Barbera (Mapfre Aspar) e Toni Elias (Honda LCR). Rimane da confermare la presenza di Loris Capirossi, ancora in fase di recupero, mentre il suo compagno di squadra Randy De Puniet, assente nel precedente round americano, si unirà al resto del gruppo per il fine settimana.

    La classe regina si fermerà a Brno anche lunedì per una sessione di test ufficiali MotoGP.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6104100
    I numeri del Cardion ab Grand Prix Ceské republiky
    I fatti e le statistiche più interessanti in vista del Cardion ab Grand Prix Ceské republiky.

    100 – Il GP della Repubblica Ceca, segnerà per Yuki Takahashi la partenza numero 100. Takahashi ha fatto il suo debutto nel GP di Motegi del 2011 come wildcard 125, all'età di diciassette anni. Dopo diversi apparizioni, sempre come wildcard, è diventato pilota a tempo pieno in 250 nel 2005. Tutte le stagioni successive lo hanno visto militare nella categoria intermedia con l'eccezione del 2009, quando corse mezza stagione nella massima categoria.

    66 – La vittoria di Casey Stoner a Laguna Seca è stata la numero 66 per Honda dall'introduzione delle quattro tempi nel 2002.

    42 – Brno ospiterà un GP per la 42esima volta. Il primo evento risale al 1965, sul vecchio circuito di strada lungo 13.94 km. La pista è poi rimasta sostanzialmente invariata fino al 1975, quando venne ridotta a 10.92 km e usata fino al 1982. Venne poi ritenuta non all'altezza degli standard di sicurezza richiesti per un Gran Premio. Il circuito attuale ospitò un evento per la prima volta nel 1987 e da allora, fatta eccezione per il 1992, ogni anno la gara viene corsa qui. In origine, il nome dell'evento era Gran Premio di Cecoslovacchia cambiato poi nel 1991 a seguito della divisione del Paese.

    37 – I tre piloti spagnoli Jorge Martinez, Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa sono saliti sul gradino più alto del podio in 37 occasioni. L'unico pilota spagnolo che è riuscito a fare meglio è Angel Nieto, con 90 vittorie a suo nome.

    32 – Il primo giorno di libere del GP della Repubblica Ceca coinciderà esattamente con la grande battaglia di Silverstone avvenuta 32 anni fa tra Kenny Roberts e Barry Sheene. Appena 0,03 secondi separarono i due sulla linea del traguardo.

    26 – Mattia Pasini festeggerà il suo 26° compleanno nel giorno di qualifiche del Gran Premio della Repubblica Ceca.

    24 – Questa sarà la 24esima volta che l'attuale circuito ospiterà un Gran Premio.

    18 – Nel sabato di qualifiche Jonas Folger celebrerà il suo 18esimo compleanno.

    8 anni – Il record della pista fatto registrare da Lucio Cecchinello nella categoria 125 è imbattuto dal 2003. Nel calendario attuale, questa è la durata maggiore di un record sulla pista.

    5 – Dal 2002, anno dell'introduzione delle quattro tempi in MotoGP, Yamaha ha collezionato il maggior numero di successi sul circuito di Brno conquistando cinque vittorie, seguita da Honda e Ducati entrambe con due vittorie.

    5 – A Laguna Seca Casey Stoner ha conquistato la quinta vittoria stagionale divenendo il pilota Honda ad aver collezionato il maggior numero di successi in una singola stagione dopo Valentino Rossi, salito sul gradino più alto del podio nove volte nel 2003.

    5 – Il pilota ceco Jakub Kornfeil chiuse quinto la gara casalinga dello scorso anno - il suo miglior risultato di sempre e la conclusione più alta per un pilota ceco a Brno dal 2007.

    1 – Solo in una occasione l'attuale circuito di Brno ha visto salire sul podio un pilota ceco: Lukas Pesek si classificò terzo nella gara 125 del 2007 in sella ad una Derbi.

    1 – Dei circuiti presenti attualmente sul calendario, l'unico ad aver ospitato più GP di Brno è Assen, presente nel Campionato dal 1949.

    0 – Nessuna vittoria per la Honda a Brno durante l'era delle 800. Il trionfo di Sete Gibernau nel 2004 è stato l'ultimo per la casa giapponese sul circuito ceco.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6104101
    Classe Moto2 -- De Angelis di nuovo in pista a Brno
    Dopo lo stop di tre settimane il Mondiale riparte da Brno, dove nel fine settimana prenderà il via il GP della Repubblica Ceca.

    Conclusosi il lungo periodo di vacanza, Alex De Angelis e il team JiR Moto2 scenderanno di nuovo in pista motivati e fiduciosi dopo il podio conquistato nell’ultimo appuntamento del Sachsenring e i buoni risultati ottenuti dalla MotoBI nei test di Misano Adriatico di venerdì scorso.

    Alex De Angelis, JiR Moto2
    "Finalmente si torna a correre, andiamo a Brno che è una pista a me amica e dove ho sempre fatto registrare buone prestazioni. Il circuito ceco è abbastanza veloce, con tre rettilinei di cui uno in salita, per cui le performance motoristiche saranno tirate al loro limite. Questo potrebbe essere un limite per noi che ultimamente fatichiamo un po' di motore, ma abbiamo lavorato molto su ciclistica e consumo delle gomme della mia MotoBI con buoni riscontri, quindi sono fiducioso che riusciremo a combattere al meglio. Stiamo seguendo un trend di progressi costanti e arriviamo da una bella gara in Germania che ci ha dato il podio, questo parrebbe dire che siamo sulla strada giusta, ma ovviamente abbiamo fame di risultati migliori e dobbiamo rimanere consistenti per tutte le gare rimanenti”.

    Comunicato stampa JiR Moto2.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6104104
    La conferenza stampa apre il weekend di Brno
    Karel Abraham, Jorge Lorenzo, Casey Stoner, Valentino Rossi e Álvaro Bautista tutti presenti alla conferenza stampa che inaugura il fine settimana del Cardion ab Grand Prix Ceské republiky, undicesimo appuntamento della stagione 2011.

    Riposati e pronti per l’imminente ritorno all'azione dopo due settimane di stop seguite a Laguna Seca, i piloti della massima categoria tornano in pista venerdì mattina per la prima sessione di libere del Cardion ab Grand Prix Ceské republiky.

    Dopo la bella vittoria di Laguna Seca, la quinta della stagione, Casey Stoner proverà a difendere dagli attacchi di Jorge Lorenzo la propria leadership nella classifica generale, dove domina staccato di 20 punti dall'attuale Campione del Mondo in carica, fermo in seconda posizione.

    "Siamo andati in pausa con un buon risultato che si va ad aggiungere agli altri collezionati finora. Ora dobbiamo concentrarci e affrontare al meglio la seconda parte del Campionato", ha dichiarato il pilota Repsol Honda. "Questo è uno dei miei tre circuiti preferiti, e adoro venire qui per correre. È una dura battaglia nelle parti alte della classifica: diventa sempre più serrata settimana dopo settimana, e vedremo quindi di dare il massimo per fare risultato".

    Stoner si fermerà poi sul tracciato ceco anche lunedì per la giornata di test ufficiali MotoGP dove continuerà lo sviluppo del prototipo Honda del 2012.

    "Non vedo l'ora di salire ancora in sella alla 1000", ha commentato. "Sarà divertente girare e provarla su un altro circuito. A Jerez, nonostante una pista a me poco adatta, abbiamo chiuso con ottimi risultati e preziose informazioni. Proveremo ora a comparare i dati una volta terminata la sessione di lunedì".

    Con il GP del Giappone argomento di continua discussione tra i piloti e i media, e il recente report sulla situazione commissionato da FIM e Dorna che conferma l'evento per ottobre, Stoner ha aggiunto la sua opinione a riguardo.

    "Subito dopo Silverstone ero fortemente convinto di non voler correre, viste anche le immagini e le testimonianze", ha commentato. "Erano decisioni seguite alla scoperta della dolce attesa di Adriana. Ne abbiamo discusso molto arrivando poi alla decisione di non voler mettere a rischio mia moglie o la mia famiglia".

    "Mentre ero in Australia ho continuato a leggere informazioni e raccogliere dati al riguardo. Ritengo che chiunque possa capire la mia situazione, ma vedremo comunque come evolverà il tutto nelle prossime settimane. Non sto dicendo che ci sarò, ma neanche il contrario".

    Una volta interrogati, anche gli altri quattro piloti hanno affermato di voler attendere sviluppi futuri al riguardo, con una riunione della commissione di sicurezza per i piloti prevista per venerdì.

    Subito dopo Stoner la parola è passata a Lorenzo, la cui attenzione è totalmente rivolta al gap che lo separa dal rivale australiano.

    “Sappiamo che non sarà per niente facile perché sta andando veramente forte quest’anno, con un buon passo in ogni gara. Stiamo però lavorando molto, la moto fa il suo dovere e io sono in gran forma. Da questo momento però dovremo cercare di ottere ancora di più dalla M1 per affrontare nel migliore dei modi la seconda parte della stagione”.

    “In teoria questa è una buona pista per noi, che ben si adatta alla moto e al mio stile di guida”, ha poi aggiunto Lorenzo, uscito vincitore dalla gara dello scorso anno. “Ma è solo una teoria, vedremo cosa succederà nel fine settimana. I test di lunedì saranno molto importanti, anche perché per me sarà la prima volta in sella al nuovo prototipo e non vedo l’ora di testarne la potenza”.

    Il circuito di Brno ha un significato particolare per Valentino Rossi che proprio qui ha conquistato la sua prima vittoria in carriera nel 1996 in 125: “Sono passati 15 anni dalla mia prima vittoria qui, che bei ricordi!”

    Sempre su questa pista l’italiano ha vinto cinque volte ed è salito sul secondo gradino del podio in tre occasioni nella classe regina. “Jeremy è tornato per Laguna Seca dopo aver saltato il Mugello e il Sachsenring e con lui abbiamo deciso di continuare il lavoro con la Desmosedici GP 11.1. Il lavoro da fare è ancora tanto e in Ducati stanno dando il massimo. Fortunatamente ci sarà una sessione di test lunedì, subito dopo il GP, e speriamo quindi di ottenere informazioni utili per continuare lo sviluppo”.

    Karel Abraham affronterà l’appuntamento casalingo per la prima volta con la classe regina: l’esordiente pilota ceco è ben consapevole dell’importanza di questa gara e proprio per questo motivo cercherà di sfruttare tutto il supporto del suo pubblico.

    “Questo è un GP importante per me e, nonostante la pressione, cercherò di rimanere concentrato il più possibile per poter accrescere, giro dopo giro, la nostra esperienza in pista”, ha commentato.

    “Siamo abbastanza soddisfatti dell’andamento di questa prima parte di stagione, anche se le cadute non sono mancate. L’obiettivo è concludere un buon weekend, lottando con gli altri piloti e cercando di fare bene”.

    A chiudere il quintetto c’era poi il pilota di Rizla Suzuki Álvaro Bautista, che ha fatto registrare continui progressi negli ultimi appuntamenti disputati.

    “Non è di certo la mia miglior stagione, ma dopo l’incidente e l’infortunio posso dire di essere al mio livello massimo e di poter correre spingendo fino al limite”, ha dichiarato lo spagnolo. “La moto è decisamente migliorata rispetto all’inizio e lo testimoniano le numerose battaglie in cui siamo stati coinvolti, una su tutte quella con Valentino al Sachsenring. Sono fiducioso e carico per questo fine settimana”.

    Bautista per quest’occasione sarà affiancato dalla wildcard John Hopkins, ansioso di contribuire al lavoro della squadra.

    “Sono felice per lui ma spero non vada più veloce di me! Sarà sicuramente un’opportunità importante per la squadra che potrà così lavorare sui dati e le informazioni raccolte da due differenti piloti”, ha poi concluso.


    Fonte: http://www.motogp.com


    --------------
    Motomondiale - Rossi "Niente Superbike, resto dove sono"
    Valentino Rossi non andrà in Superbike, almeno per il momento: è lo stesso Dottore a smentire la voce circolata dopo il messaggio postato su Twitter da Marco Melandri. Intanto si prepara per Brno "Sono passati 15 anni dalla mia prima vittoria"

    Valentino Rossi non lascerà la MotoGp per la Superbike. Smentita quindi il messaggio su Twitter di Marco Melandri secondo cui il pesarese sarebbe passato a una Honda privata per mancanza di risultati in MotoGp. "Con il permesso di Marco Melandri - ha ironizzato - rimarrò ancora dove sono". Ebbene, una piccola stoccata al collega oggi in lotta per il mondiale delle derivate di serie, Valentino non se l'è fatta scappare. "Ho parlato con Vasco, certo, questa è una stagione difficile per i Rossi".

    Il gp di Brno si sta avvicinando: il Dottore questo circuito lo conosce molto bene. Nel 1996 vinse qui la sua prima gara addirittura quando guidava la 125cc. "Sono passati 15 dalla mia prima vittoria, che è arrivata qui, quindi ho grandissimi ricordi - ha detto, visibilmente emozionato - Ci aspettiamo miglioramenti, ma dovremo lavorare duramente, la Ducati sta cercando di crescere in ogni area, soprattutto in quelle problematiche. Fortunatamente lunedì faremo dei test, speriamo nel tempo buono".

    Nella classe regina a Brno è sempre andata bene: cinque vittorie e tre secondi posti lasciano ben sperare Valentino Rossi: "Quello di Laguna è stato un weekend positivo per me e il mio team - continua - Ho iniziato dalla terza fila, che rappresenta il nostro potenziale in questo momento. Siamo lenti all'inizio e non alla fine della gara, quindi dobbiamo lavorare per aumentare il nostro potenziale e lo faremo durante le qualifiche".

    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6104446
    Classe 125 -- FP1: Terol primo della classe
    Prima sessione di libere del Cardion ab Grand Prix Ceské republiky con lo spagnolo di Bankia Aspar Nicolas Terol a farla da padrone. Alle sue spalle Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica) e Johann Zarco

    Torna in azione la classe cadetta dopo la pausa estiva durata quasi un mese seguita al GP del Sachsenring. Brno accoglie i giovani piloti per il decimo appuntamento della stagione 2011, e il primo nome a spuntare su tutti è quello dell’attuale leader del Campionato Nicolas Terol (Bankia Aspar) che nell’ultimo giro dei 15 percorsi ferma il cronometro sul 2:08.456.

    Distaccati a più di un secondo i suoi inseguitori: Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica) fa registrare il secondo crono più veloce del turno con il suo 2:09.575, a 1.119s dal leader, mentre il detentore del secondo posto nella classifica generale Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) chiude la top3 grazie ad un tempo di 2:09.735 (+1.279s).

    Il resto del gruppo supera la barriera del 2:10 e continuando a scorrere l’ordine d’arrivo finale incontriamo in quarta posizione l’altro pilota del team Andalucia Banca Civica Miguel Oliveira, a 1.627s dalla testa (2:10.083 per lui). Definisce con lui la top5 il giovane talento Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) autore di un 2:10.508 a 2.052s dal connazionale Terol.

    Proprio il compagno di squadra di quest’ultimo, Hector Faubel (Bankia Aspar), termina 6º con un 2:10.565 (+2.109s), ed è poi seguito da Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) in settima posizione grazie al suo 2:10.592 (+2.136s), Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing), 8º con 2:10.747 (+2.291s), Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), 9º con 2:10.750 (+2.294s), e Adrian Martin (Bankia Aspar), 10º con un tempo di 2:11.111 (+2.655s).

    Durante il turno cadute, per fortuna senza spiacevoli conseguenze, per Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), giu a 2 minuti dal termine all’altezza della curva numero 7, e Taylor Mackenzie (Phonica Racing) scivolato alla curva numero 3. Grande assente il tedesco Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport) giudicato dallo staff medico non in grado di sostenere l’impegno richiesto dal weekend di gara ceco.


    Fonte: http://www.motogp.com
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6104450
    Classe MotoGp -- A Brno parte bene Pedrosa
    Lo spagnolo del team Repsol Honda firma il crono più veloce del turno. Seguono il compagno di squadra Casey Stoner (Repsol Honda) e l’italiano Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini).

    Messe alle spalle le due settimane di riposo post Laguna Seca, i piloti della classe regina tornano in sella alle loro moto per questo undicesimo round del Campionato del Mondo MotoGP 2011, il Cardion ab Grand Prix Ceské republiky. Il cielo di Brno si presenta grigio ma la minaccia di pioggia sembra al momento lontana. Nei 45 minuti a disposizione per il primo turno di libere è Dani Pedrosa (Repsol Honda) a dominare sull’intera classe.

    Il catalano vola e nel penultimo dei 17 giri completati fa registrare un ottimo 1:56.328, a soli due decimi dal record sul giro firmato da Valentino Rossi nel 2009 (1:56.145). Pedrosa è l’unico a rimanere sotto l’1:57 ed infatti il suo compagno di squadra, Casey Stoner, si piazza a 966 millesimi dal suo tempo mettendo a referto un 1:57.294 nell’ultima delle 14 tornate percorse.

    Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) completa la top3 superando la linea d’arrivo con il terzo miglior crono della sessione: l’italiano, protagonista di una caduta senza nessuna conseguenza negativa sullo scadere del tempo a disposizione, ferma il cronometro sul 1:57.408 (+1.080s).

    Scorrendo poi la tabella dei tempi, troviamo in quarta posizione il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), autore di un 1:57.587 (+1.259s), e l’altro pilota del team Repsol Honda Andrea Dovizioso che gira con il quinto crono più rapido, 1:57.776 per lui (+1.448s).

    Sesto piazzamento per l’americano di Yamaha Factory Racing Ben Spies che porta a termine 19 giri del tracciato ceco facendo registrare un giro veloce di 1:57.903 (+1.575s), rimanendo l’ultimo sotto la linea dell’1:58.

    Coppia di piloti Rizla Suzuki ad occupare la settima e l’ottava posizione: la wildcard John Hopkins, già sceso in pista con la classe regina per il GP di Jerez, chiude il turno con un 1:58.321 (+1.993s), mentre lo spagnolo Álvaro Bautista mette a referto un 1:58.345 (+2.017s).

    Completano la top10 i due piloti del team Monster Yamaha Tech 3, con l’inglese Cal Crutchlow 9º grazie al suo 1:58.390 (+2.062s), e l’americano Colin Edwards 10º con 1:58.497 (+2.169s).

    Valentino Rossi (Ducati Team) sceglie per questo undicesimo appuntamento di continuare il lavoro sulla GP 11.1 non andando però oltre l’11º piazzamento finale: per lui 1:58.819, a 2.491s dalla testa.

    Lo schieramento finale prevede poi Randy De Puniet (Pramac Racing), 12º con 1:58.927 (+2.599s), Hector Barbera (Mapfre Aspar Team), 13º con 1:58.973 (+2.645s), Nicky Hayden (Ducati Team), 14º con 1:58.975 (+2.647s), Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), 15º con 1:59.289 (+2.961s), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), 16º con 1:59.334 (+3.006s), Loris Capirossi (Pramac Racing), 17º con 1:59.706 (+3.378s), ed infine Toni Elias (LCR Honda), 18º con 2.00.201 (+3.873s).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6104527
    Classe Moto2 -- Bradl dà il via al weekend di Brno
    Il tedesco del team Viessmann Kiefer Racing è il padrone della prima sessione di libere del round ceco. Secondo Alex De Angelis (JiR Moto2), terzo Julian Simon (Mapfre Aspar Team Moto2).

    Alla classe intermedia il compito di chiudere la mattinata delle FP1 di questo decimo appuntamento del Campionato del Mondo Moto2 2011, il Cardion ab Grand Prix Ceské republiky. Piloti riposati e carichi dopo il lungo break estivo, con il leader della classifica generale Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) in un ottimo stato di forma che lo vede firmare il crono più rapido dell’intero turno.

    Il tedesco, in sella alla sua Kalex, porta a termine 15 giri del tracciato e nell’ultimo supera la linea d’arrivo con un 2:03.586.

    Il sanmarinense Alex De Angelis (JiR Moto2), attualmente 4º in Campionato, fa registrare un 2:03.735, a soli 149 millesimi dal tedesco in testa, andando così a completare la top 3 con lo spagnolo Aleix Espargaro (Pons HP 40) autore di un 2:03.802 (+0.216s).

    Quarto piazzamento per il connazionale Julian Simon (Mapfre Aspar Team Moto2) che perde pericolosamente il controllo della sua Suter nelle battute finali del turno evitando però il peggio e fermando il cronometro sul 2:03.853 (+0.267s).

    Il primo italiano sulla tabella dei tempi è Andrea Iannone (Speed Master), salito sul gradino più basso della gara ceca della passata stagione: il pilota di Vasto completa 17 giri del circuito mettendo a referto nell’ultimo un tempo di 2:03.935 (+0.349s).

    L’ordine d’arrivo prevede poi lo spagnolo Esteve Rabat (Blusens-STX), giunto 6º grazie al suo 2:03.999 (+0.413s), l’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team), 7º con 2:04.130 (+0.544s), l’italiano Claudio Corti (Italtrans Racing Team), 8º con 2:04.418 (+0.832s), lo svizzero Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2), 9º con 2:04.451 (+0.865s), e l’inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing), 10º con 2:04.492 (+0.906s).

    Solo 12º Simone Corsi (Ioda Racing Project), attualmente terzo nella classifica generale, mentre chiudono rispettivamente in 16esima e 17esima posizione Mattia Pasini (Ioda Racing Project) e Michele Pirro (Gresini Racing Moto2).


    [URL=http://www.motogp.com/]Fonte:http://www.motogp.com/ [url]
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6104677
    Classe 125 -- Secondo turno di libere a Sandro Cortese
    Al pilota tedesco dell’Intact-Racing Team Germany le FP2. Dietro di lui Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) e Miguel Oliveira (Andalucia Banca Civica).

    Pomeriggio del venerdì del Cardion ab Grand Prix Ceské republiky che si apre con la seconda sessione di prove libere della classe cadetta. In avvio cadono le prime gocce d’acqua sulla pista con conseguenti tempi rallentati rispetto a quanto visto in mattinata. Nonostante tutto si difende bene il tedesco Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) che nelle battute finali scalza Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) dalla vetta mettendo a referto un crono di 2:08.762.

    Il francese scivola quindi in seconda posizione dopo aver fatto registrare nell’ultimo dei 14 giri completati un tempo solo 38 millesimi più lento di quello del tedesco leader (2:08.800 per lui).

    Ultima piazza disponibile nella top3 occupata dal pilota portoghese Miguel Oliveira (Andalucia Banca Civica) che è il primo a superare la barriera dei 2:09 avendo tagliato la linea d’arrivo con un miglior crono di 2:09.295, a 533 millesimi dalla testa.

    La top5 è poi definita dallo spagnolo Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing), giunto 4º grazie al suo 2:09.376 (+0.614s), e dall’inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), che si piazza 5º forte del suo 2:09.394 (+0.632s).

    La tabella dei tempi prevede poi ben 5 piloti spagnoli: Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica) termina in sesta posizione con un tempo di 2:09.416 (+0.654s), mentre il leader del Campionato Nicolas Terol (Bankia Aspar) non riesce a ripetere la buona performance mattutina e deve quindi accontentarsi della settima piazza con un crono di 2:09.464 (+0.702s).

    È poi la volta del suo compagno di squadra Hector Faubel (Bankia Aspar), che firma un 2:09.539 a 776 millesimi da Cortese, Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), 9º con un 2:09.551 (+0.789s), ed infine il giovane Maverick Viñales del team Blusens by Paris Hilton Racing, giunto 10º con un tempo di 2:09.813 (+1.051s).

    Da segnalare durante al sessione le cadute, per fortuna senza spiacevoli conseguenze, di Adrian Martin (Bankia Aspar), all’altezza della curva numero 3, e di Louis Rossi (Matteoni Racing), nella curva 13.


    Fonte: http://www.motogp.com/i
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6104786
    Classe MotoGp -- Inarrestabile Pedrosa: sue anche le FP2
    Il pilota spagnolo del team Repsol Honda ripete quanto di buono mostrato durante la mattinata mettendo a referto il tempo più rapido del pomeriggio. Alle sue spalle il compagno di squadra Casey Stoner (Repsol Honda) e Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini).

    Si conclude la prima giornata di prove libere del Cardion ab Grand Prix Ceské republiky per la classe regina. Come già visto durante il turno mattutino, Dani Pedrosa (Repsol Honda) va ad inserire il proprio nome sulla linea più alta della tabella dei tempi, forte del suo 1:56.454, 126 millesimi più lento del risultato delle FP1.

    Casey Stoner (Repsol Honda) conquista lo stesso piazzamento del primo turno ma questa volta è abile a scendere sotto l’1:57, levando circa mezzo secondo al precedente miglior tempo e fermando il cronometro sul 1:56.831 (+0.377s).

    Terza posizione del gruppo di testa per Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) che conclude questa prima giornata con un 1:57.136 (+0.682s), quasi 3 decimi meno della mattinata.

    È quarto il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) che, al 15º dei 19 giri, percorsi blocca il cronometro sul 1:57.174, a 720 millesimi dal miglior tempo del connazionale leader.

    Andrea Dovizioso (Repsol Honda), come già fatto registrare durante le FP1, si accomoda sulla quinta linea dell’ordine finale d’arrivo, grazie del suo 1:57.535 (+1.081s). Come lui, il pilota di Yamaha Factory Racing Ben Spies, conquista lo stesso piazzamento della mattinata: l’americano nella terzultima delle 16 tornate completate firma un crono di 1:57.631 (+1.177s).

    Buona prova per Valentino Rossi (Ducati Team) che con la settima posizione del pomeriggio allontana una sessione mattutina opaca e poco convincente: l’italiano sale in sella alla sua GP11.1 e supera la linea d’arrivo con un giro veloce di 1:57.745, a 1.291s da Pedrosa.

    Top ten che si chiude poi con lo spagnolo Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), 8º con un 1:57.857 (+1.403s), l’esordiente inglese Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), 9º con 1:57.859 (+1.405s), e la wildcard di Rizla Suzuki John Hopkins, 10º grazie ad un tempo di 1:57.880 (+1.426s).

    Lo schieramento continua con Hector Barbera (Mapfre Aspar Team), che termina in 11esima posizione con un crono di 1:58.120 (+1.666s), Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 12º con 1:58.313 (+1.859s), e il francese Randy De Puniet (Pramac Racing), giunto 13º nonostante lo scivolone sulla ghiaia nelle battute finali del turno (1:58.454 per lui).

    L’americano Nicky Hayden (Ducati Team) supera la linea d’arrivo con il 14º miglior tempo (1:58.568), seguito da Loris Capirossi (Pramac Racing), Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) e Toni Elias (LCR Honda).


    Fonte: http://www.motogp.com
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6104912
    Classe Moto2 -- Ancora Bradl nel secondo turno di libere
    Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) mette le mani anche sulla seconda sessione di prove libere del Cardion ab Grand Prix Ceské republiky. Dietro di lui Andrea Iannone (Speed Master) e Alex De Angelis (JiR Moto2).

    Le nuvole grigie che da questa mattina avvolgevano lo storico circuito di Brno lasciano finalmente il posto ad un bel sole che offre le condizioni ottimali per lo svolgimento del secondo turno di libere della classe intermedia.

    Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), già dominatore della mattinata, chiude davanti all’intero gruppo le FP2 avendo fatto registrare un giro veloce pari a 2:03.166, quasi mezzo secondo meno del precedente miglior risultato.

    Andrea Iannone (Speed Master), proprio sullo scadere dei 45 minuti a disposizione, inchioda il cronometro sul 2:03.324, levando circa sei decimi al tempo della mattinata e piazzandosi a soli 158 millesimi dal tedesco in testa.

    Il sanmarinense Alex De Angelis (JiR Moto2) scivola indietro di una posizione rispetto alla mattino e conclude la sessione pomeridiana al 3º posto, forte di un crono di 2:03.351 (+0.185s).

    L’attuale Campione del Mondo 125 Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) si mette alle spalle un primo turno che lo ha visto lontano dal gruppo dei primi dieci concludendo 4º, staccato di 757 millesimi dalla vetta (2:03.923 per lui).

    Guadagna due posizioni l’inglese Scott Redding del team Marc VDS Racing, autore di un 2:04.066 (+0.900s) che gli vale il 5º piazzamento finale. Netto miglioramento per l’italiano Mattia Pasini (Ioda Racing Project) che si scrolla di dosso un turno mattutino opaco, andando a superare la linea d’arrivo con il 6º tempo più veloce del pomeriggio (2:04.163 per lui).

    L’ordine d’arrivo prosegue con il tedesco Max Neukirchner (MZ Racing Team), che termina in settima posizione con un 2:04.207 (+1.041s), e lo spagnolo Aleix Espargaro (Pons HP 40), scivolato 8º dopo aver firmato il terzo miglior tempo della mattinata (2:04.209 il suo tempo).

    Chiudono la top ten l’italiano del team Ioda Racing Project Simone Corsi, in nona posizione con un crono di 2:04.217 (+1.051), e lo svizzero Dominique Aegerter (Technomag-CIP), 10º con un 2:04.241 (+1.075s).

    Durante la sessione cadute per Ricard Cardus (QMMF Racing Team), curva numero 4, e Santiago Hernandez (SAG Team), curva numero 11, per fortuna entrambe senza conseguenze negative.


    Fonte: http://www.motogp.com
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6105358
    Classe 125 -- La pioggia non ferma Terol
    Ultimo turno di libere del Cardion ab Grand Prix Ceské republiky per la classe 125: Nicolas Terol (Bankia Aspar) è il più rapido nonostante il maltempo. Inseguono Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport) e Danny Webb (Mahindra Racing).

    La pioggia caduta nelle prime ore del mattino condiziona lo svolgimento della terza sessione di prove libere della classe cadetta. Tempi vistosamente rallentati e diversi scivoloni sull’asfalto hanno caratterizzato i 40 minuti a disposizione dei piloti. Nicolas Terol (Bankia Aspar) però non si lascia intimidire dalle pessime condizioni e mette a referto, giro dopo giro, tempi sempre più bassi fino al definitivo 2:19.026 fatto segnare nel 14º ed ultimo giro.

    Altro grande protagonista del Campionato in seconda posizione: il francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) passa sulla linea del traguardo con un giro veloce di 2:19.343, rimanendo l’ultimo sotto la barriera del 2:20 a 317 millesimi dalla testa.

    Completa la top3 l’inglese del team Red Bull Ajo MotorSport Danny Kent che porta a termine 20 tornate del circuito ceco prima di far registrare un crono di 2:20.091, a 1.065s da Terol.

    Altro inglese in quarta piazza, Danny Webb (Mahindra Racing), autore di un 2:20.146 (+1.120s), seguito dallo spagnolo Luis Salom (RW Racing GP) che in sella alla sua Aprilia ferma il cronometro sul 2:20.348 (+1.322s).

    Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), che ieri ha firmato il secondo crono più veloce della giornata, conquista il 6º piazzamento a 1.947s da Terol (2:20.973 per lui).

    Con il tedesco completano la top ten Taylor Mackenzie (Phonica Racing), 7º con 2:21.026 (+2.000s), Hector Faubel (Bankia Aspar), 8º con 2:21.358 (+2.332s), Marcel Schrotter (Mahindra Racing), 9º con 2:21.476 (+2.450s), ed infine Adrian Martin (Bankia Aspar), 10º con il suo 2:21.494 (+2.468s).

    Diverse le cadute durante la sessione, per fortuna nessuna con spiacevoli conseguenze: vanno giu Harry Stafford (Ongetta-Centro Seta), Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica) e Taylor Mackenzie (Phonica Racing).


    Fonte: http://www.motogp.com/

  Motomondiale2011: Gp della Repubblica Ceca

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina