1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6127307
    E anche questo week-end si ritorna in pista, per un nuovo appuntamento del Motomondiale classi 125, Moto2 e MotoGp
    Questo fine settimana, direttamente da Misano, seguiremo il Gp di San Marino :D

    Presentazione a cura di: http://www.pianetariders.it
    La motoGP sbarca a Misano pronta a infiammare gli animi degli appassionati che raggiungeranno in massa il circuito durante il week-end.
    I due padroni di Casa del Santa Monica, Valentino Rossi e la Ducati, avranno un gran da fare per lasciarsi alle spalle la debacle americana e riaccendere le speranze desmodroniche dei tifosi, ma sarà soprattutto il duello “mondiale” tra Stoner e Lorenzo a tenere alta l’attenzione, con Pedrosa in agguato dietro l’angolo, Ben Spies a caccia di conferme e tutti gli italiani pronti a ruggire.
    Prima della consueta analisi pre-gara, diamo uno sguardo a orari e dirette TV del GP di San Marino.

    Dopo il tonfo di Indianapolis, l’armata Ducati al gran completo è chiamata ad una reazione d’orgoglio nel week-end di Misano. Tanti i problemi da risolvere, e ancora lunga la strada da fare per colmare il gap con le arrembanti giapponesi, ma la conoscenza del circuito e l’esperienza del suo Top Rider tra i cordoli del Santa Monica potrebbero fare la differenza regalandoci una gara finalmente combattuta nelle posizioni che contano.

    Chi, invece, rischia di giocarsi un’intera stagione sulle sponde dell’adriatico è Jorge Lorenzo. Con 44 punti di distacco dallo scatenatissimo australiano della Honda in vetta al mondiale, per lo spagnolo c’è poco da scherzare. Imperativo categorico: vincere!… e sperare che Stoner commetta finalmente un passo falso. Certo che a vederlo girare così, pensate sia possibile?

    L’aria di casa, poi, dovrebbe far bene soprattutto ai “nostri”. Andrea Dovizioso e Marco Simoncelli (soprattutto Marco) devono scrollarsi di dosso la pallida trasferta USA puntando alla conquista del podio. E chissà che un ritrovato SuperSic - complice il calore del pubblico - non riesca a farci anche una bella sorpresa.



    ORARI TV:

    Venerdi 02-09-2011:
    **ore 9.15-9.55, Prove libere 1, 125
    **ore 10.10-10.55, Prove libere 1, Moto GP
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 1, Moto 2
    **ore 13.15-13.55, Prove libere 2, 125
    **ore 14.10-14.55, Prove libere 2, Moto GP
    **ore 15.10-15.55, Prove libere 2, Moto 2

    Sabato 03-09-2011:
    ore 1.05, Prove libere, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), sintesi
    **ore 9.15-9.55, Prove libere 3, 125
    **ore 10.10-10.55, Prove libere 3, Moto GP
    **ore 11.10-11.55, Prove libere 3, Moto 2
    **ore 13.00-13.40, Qualifiche, 125
    **ore 13.55-14.55, Qualifiche, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    ore 15.00, Qualifiche, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), sintesi
    **ore 15.10-15.55, Qualifiche, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    Domenica 04-09-2011:
    **ore 8.40-9.00, Warm Up, 125
    **ore 9.10-9.30, Warm Up, Moto 2
    **ore 9.40-10.00, Warm Up, Moto GP
    **ore 11.00, Gara, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 12.15, Gara, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 14.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    **Questi eventi saranno trasmessi in diretta su Mediaset Premium

    L'ora indicata è riferita all'inizio dell'evento, ed è l'ora italiana
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6131434
    Classe 125 -- Terol riprende il controllo della classifica 125
    Dopo aver visto il suo vantaggio in Campionato ridursi a 12 punti prima del round di Indianapolis, con la vittoria della gara americana Terol ha nuovamente riaperto il gap portando il distacco a 26 lunghezze.

    Nico Terol (Bankia Aspar) ha ripreso il controllo del Campionato del Mondo 125 con il trionfo di Indianapolis - il sesto della stagione - riuscendo così a crearsi un vantaggio relativamente sicuro nelle zone alte della classifica, con Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo) sotto di 26 punti.

    La vittoria dalla pole di Terol ha ricordato a tutti le potenzialità e le capacità con le quali lo spagnolo ha dominato i primi round della stagione. Il pilota Bankia Aspar ha superato il traguardo di Misano in seconda posizione negli ultimi due anni, e né lui né il resto dei piloti della classe cadetta attuale hanno mai vinto un GP sulla pista sammarinese.

    Dopo aver chiuso al 2º posto tre gare consecutive, Zarco è uscito dal Brickyard con il 5º piazzamento finale, perdendo così prezioso terreno su Terol e con molto lavoro da fare in vista di Misano. Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) continua a raccogliere complimenti per le sue performance da rookie, e si presenta all'appuntamento di San Marino carico del secondo posto di Indianapolis.

    Nella classifica 125, Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) è attaccato alla ruota posteriore di Viñales e proverà a catturare il suo terzo podio consecutivo nel fine settimana italiano, mentre Jonas Folger (Red Bull Ajo Motorsport) porterà avanti il lavoro di recupero dello stato di forma mostrato ad inizio stagione.

    Saranno cinque le wild card che avranno modo di provare sulla loro pelle le emozioni del Campionato del Mondo in questo weekend: gli italiani Alessandro Giorgi (VFT Racing), Manuel Tatasciore (Phonica Racing), Kevin Calia (MGP Racing) e Massimo Parziani (Faenza Racing), e il ceco Miroslav Popov (Ellegi Racing).


    Fonte: http://www.motogp.com
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6131437
    Classe Moto2 -- Márquez fra Bradl e il titolo mondiale
    Il vantaggio del pilota del team Viessmann Kiefer Racing, Stefan Bradl, si è ridotto a 28 punti dopo la gara di Indianapolis, offrendo ora la possibilità a Marquez di porsi fra il tedesco e il titolo mondiale accorciando ulteriormente le distanze nel prossimo appuntamento della stagione, il Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini.

    La quinta vittoria di Marc Márquez al Brickyard ha portato il pilota del team CatalunyaCaixa Repsol a soli 28 punti dal rivale Stefan Bradl nella classifica generale. Il sesto posto finale del tedesco, autore di un'incredibile rimonta dalla 22esima piazza, ha considerevolmente limitato le conseguenze negative di un weekend di gara da dimenticare.

    La coppia è concentrata nella battaglia per il ruolo di leader del Campionato, ma poco sotto sono ben 5 i piloti distanti massimo 8 punti dalla terza posizione.

    Andrea Iannone (Speed ​​Master) e Alex de Angelis (JiR Moto2), sono entrambi usciti dal Motor Speedway con risultati decisamente inferiori alle proprie aspettative, e cercheranno quindi un pronto riscatto nel GP casalingo, soprattutto il sammarinese De Angelis. A caccia del risultato importante anche Simone Corsi (Ioda Racing Project), scivolato dalla prima alla 14esima posizione a Indianapolis.

    Il rookie Bradley Smith (Tech 3) ha cancellato le due conclusioni di gara mancate con un buon quarto piazzamento in America e proverà quindi a rifarsi a Misano, come lo svizzero Thomas Lüthi (Interwetten Paddock Moto2) rimasto deluso dal risultato statunitense e ancora alla ricerca della prima vittoria nella classe intermedia.

    Julián Simón (Mapfre Aspar), messo a dura prova dagli infortuni quest'anno, vuole scendere nuovamente in pista e dare il massimo dal venerdì. Gli altri spagnoli del podio di Indianapolis Pol Espargaró (HP Tuenti Speed Up) e Esteve Rabat (Blusens-STX) saranno carichi dopo l'incredibile tripletta di domenica scorsa. Con i due esordienti per la prima volta in top3, sono ora 14 i piloti finiti su un podio Moto2 quest'anno.

    Il giapponese Tomoyoshi Koyama, attualmente impegnato con il CEV Buckler (Campionato Nazionale Spagnolo), sostituirà l'infortunato Kenan Sofuoglu per il team Technomag-CIP. Il turco, caduto durante le libere di Indianapolis, dovrà sottoporsi ad operazione chirurgica per correggere una frattura ad un piede.

    Ci sarà spazio anche per una wild card: l'italiano Alessandro Andreozzi correrà con il team Andreozzi Reparto Corse in sella ad una FTR.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6131441
    Classe MotoGp -- Stoner a Misano per continuare la corsa al titolo
    Per Casey Stoner sono ora 44 i punti di vantaggio su Lorenzo nella classifica generale. Il pilota Repsol Honda proverà ad aumentare ulteriormente il gap scendendo in pista per il 13º appuntamento della stagione 2011, il Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini.

    La settima vittoria della stagione 2011 conquistata da Stoner a Indianapolis ha portato il vantaggio dell'australiano nella classifica generale a 44 punti sull'attuale Campione del Mondo Jorge Lorenzo. Per il numero 27 di Honda, il prossimo rappresenterebbe il trionfo numero 30 della propria carriera nella classe regina, e lo proietterebbe ulteriormente in avanti nella corsa al titolo. Occhi quindi puntati sul prossimo round del Campionato del Mondo 2011, il Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini.

    Dopo il quarto posto di Indianapolis, la difesa del titolo mondiale diventa una questione complicata per il pilota del team Yamaha Factory Racing Jorge Lorenzo. Il maiorchino proverà ad interrompere la serie di tre vittorie consecutive centrate dal rivale australiano, e per riuscire nel suo obiettivo dovrà cercare in tutti i modi di tornare sul podio. Negli ultimi tre anni, Lorenzo ha sempre superato il traguardo del tracciato sammarinese in seconda posizione.

    Appena sotto, in terza piazza, l'altro pilota Repsol Andrea Dovizioso. L'italiano approfitterà di tutto il supporto del pubblico di casa per cercare di mettersi alle spalle il 5º posto di Indianapolis riuscendo magari a conquistare il suo primo podio della massima categoria su questo circuito. Carico e determinato a fare bene anche l'ultimo pilota del trio Repsol: Pedrosa, giunto 2º sulla linea d'arrivo americana, torna sulla pista che lo ha visto trionfare nella passata stagione.

    Ben Spies si presenta all'appuntamento numero 13 del Campionato in splendida forma, forte del terzo podio dell'anno conquistato in patria. L'uomo Yamaha Factory Racing si trova attualmente in quinta posizione nella classifica generale, sotto di 5 punti rispetto a Pedrosa e sopra di 6 rispetto a Valentino Rossi.

    Per il nove volte Campione del Mondo quella di Indianapolis si è rivelata una delle prove più difficili, fino ad oggi, in sella alla sua Desmosedici. Tormentato da problemi al cambio, l'italiano ha chiuso 10º, il suo peggior risultato nella stagione in corso. Rossi nelle tre ultime gare sammarinesi ha fatto segnare un terzo posto (2010) e due vittorie (2008, 2009).

    Nicky Hayden (Ducati Team) e Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) scalpitano dalla voglia di scendere in pista per allontanare le prestazioni poco brillanti del Brickyard, dove hanno chiuso rispettivamente in 14esima e 12esima posizione, mentre Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3) tenterà di migliorare il buon 7º piazzamento ottenuto nell'ultimo appuntamento americano.

    Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini) avrà modo di affrontare in uno stato di forma più che discreto una gara che l'anno scorso lo vide scendere in pista ancora provato dal recupero post incidente. L'obiettivo di Hector Barbera (Mapfre Aspar) sarà invece quello di cancellare al più presto la sfortunata caduta occorsa proprio nell'ultima curva che precede il traguardo del Motor Speedway.

    Spera di ripartire dall'ottimo sesto posto americano il pilota di Rizla Suzuki Álvaro Bautista, e come lui, anche il rookie Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3) farà il possibile per proseguire il percorso intrapreso a Indianapolis. Toni Elias (LCR Honda) cercherà ispirazione dal podio in classe regina fatto registrare a Misano nel 2008, mentre Karel Abraham (Cardion AB Motoracing) e Loris Capirossi (Pramac Racing), entrambi costretti al ritiro nella gara di domenica scorsa, saliranno in sella alle loro moto alla ricerca di un risultato importante. Carico anche il compagno di squadra dell'italiano, Randy De Puniet, che si presenta sull'asfalto di Misano forte dell'ottavo posto di Indy, il miglior piazzamento di questa stagione.


    Fonte: http://www.motogp.com
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6131449
    I numeri del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini
    I fatti e le statistiche più interessanti in vista del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini.

    54 – Con la vittoria di Indianapolis Casey Stoner ha messo piede sul podio della classe regina in 54 occasioni, raggiungendo così Randy Mamola al 7º posto nella lista dei piloti che vantano il maggior numero di podi nella massima categoria. Gli altri sei che hanno collezionato più conclusioni in top3 dell'australiano sono: Rossi, Doohan, Agostini, Lawson, Rainey e Biaggi.

    29 – La pole di Indianapolis è stata la numero 29 per Casey Stoner nella massima categoria, lo stesso numero di pole realizzate da Kevin Schwantz nella sua carriera in 500. Dal 1974, primo anno in cui tutta la tempistica veniva registrata, solo due piloti hanno conquistato più pole di Stoner: Mick Doohan, scattato dalla prima piazza della griglia in 58 occasioni, e Valentino Rossi, con 49 pole.

    28 anni fa – Nel giorno della gara di Misano saranno trascorsi esattamente 28 anni da quando, in occasione del GP di San Marino tenutosi a Imola, Kenny Roberts vinse la gara 500 nella sua ultima apparizione nel mondiale, con Freddie Spencer in corsa fino all'ultimo per il titolo (ma due punti sotto Roberts). Quanto accaduto in quell'anno (1983) ha reso Spencer il più giovane pilota in assoluto capace di vincere il titolo della classe regina, un record che detiene tuttora.

    25 – Efren Vazquez festeggerà il suo 25º compleanno nel primo giorno di prove libere del GP di San Marino.

    21 – Il primo giorno di libere del weekend di Misano combacerà esattamente con la prima vittoria ottenuta 21 anni fa da Mick Doohan nel GP ungherese del 1990.

    15 – Nelle ultime 15 gare MotoGP nessun pilota italiano è riuscito a mettere piede sul gradino più alto del podio. Questo non accadeva da quando furono ben 17 i GP di differenza fra la vittoria di Max Biaggi a Brno nel 1998 e quella in Sud Africa nel 1999.

    14 – Misano ha ospitato un Grand Prix in quattordici precedenti occasioni, la prima delle quali fu nel 1980. Fino al 1993, la gara venne corsa nella direzione opposta rispetto a quella degli ultimi quattro eventi.

    14 – I piloti sammarinesi hanno vinto un totale di quattordici GP divisi fra i due piloti Manuel Poggiali, con dodici vittorie (7 x 125, 5 x 250), e Alex De Angelis, con due (1x 250, 1 x Moto2).

    14 – Con Pol Espargaro e Esteve Rabat saliti per la prima volta sul podio a Indianapolis, sono ora 14 i differenti piloti ad essere finiti in top3 nel Campionato del Mondo Moto2 2011.

    13 – Il primo Gran Premio di San Marino si è tenuto a Imola nel 1981. Tre circuiti differenti hanno ospitato il GP: Imola per due volte (1981 e 1983), il Mugello per quattro volte (1982, 84, 91 e 93), e Misano in sette occasioni (1985, 86, 87 e per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini nel 2007, 2008, 2009 e 2010).

    10º – Il 10º posto finale di Valentino Rossi nel GP di Indianapolis rappresenta il peggior risultato su asciutto (senza cadute e ripartenze) per l'italiano. L'unica altra occasione nella quale ha chiuso con un risultato del genere in classe regina fu nel GP di Turchia del 2007, quando ebbe problemi con lo pneumatico posteriore.

    5 – La vittoria di Marc Marquez nel GP francese lo ha reso il più giovane pilota capace di vincere una gara nella classe intermedia. A Indianapolis ha fatto registrare il quinto trionfo della stagione, mantenendo il record di pilota più giovane di questa categoria a riuscire nell'impresa. Il GP di San Marino rappresenterà per lui l'ultima occasione di aggiungere vittorie al proprio record prima di superare l'eta che aveva Pedrosa quando fece segnare il precedente record nel periodo in cui militava nella classe intermedia.

    3 – Tripletta di piloti spagnoli sul podio Moto2 dell'ultimo appuntamento del Campionato corso al Brickyard, con Marc Marquez seguito da Pol Espargaro e Esteve Rabat per la prima volta in top3. Questa è la prima volta che tre piloti di origine spagnola salgono tutti sul podio in una gara della classe intermedia.

    0 – Nessuno dei piloti presenti nell'attuale classe 125 ha mai vinto un GP sul circuito di Misano.


    Fonte http://www.motogp.com
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6132985
    Misano ospiterà la MotoGP per altri cinque anni
    Questa mattina nella Repubblica di San Marino è stato siglato un nuovo accordo fra Dorna e i promotori del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, che prevede una ulteriore partnership organizzativa fino al 2016.

    San Marino continuerà a far parte del calendario ufficiale MotoGP per almeno altri cinque anni dopo l’accordo firmato oggi tra l’ente organizzativo Dorna Sports e i promotori del Gran Premio.

    Il nuovo contratto, che quindi prolunga il primo ciclo quinquennale che si conclude quest’anno, è stato siglato davanti alla stampa internazionale da Carmelo Ezpeleta (Ceo Dorna Sports SL), Fabio Berardi (Segretario di Stato al Turismo e allo Sport della Repubblica di San Marino), Stefano Vitali (Presidente della Provincia di Rimini) e Umberto Trevi (VicePresidente Santa Monica Spa).

    Al riguardo Ezpeleta ha poi dichiarato: “È sempre un piacere essere qui, e oggi ancor di più sapendo che ci rivedremo anche nei prossimi cinque anni. Sembra ieri quando nacque questa bella alleanza con la più antica Repubblica del mondo, una Riviera di Rimini conosciuta e frequentata da tanti turisti e Misano World Circuit con tutta la sua esperienza organizzativa da tutti riconosciuta, tanto da essere diventato uno dei circuiti tradizionali della MotoGP. È un rinnovo che cade in un periodo economico difficile, non facciamo mai cifre, ma di questo è stato tenuto conto. L’accordo soddisfa pienamente le due parti”.

    Subito dopo la conferenza stampa i presenti si sono recati al Parlamento di San Marino per incontrare i Capitani Reggenti, Maria Luisa Berti e Filippo Tamagnini, con i quali hanno celebrato il recente rinnovo.

    Il Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini si terrà quest’anno per la 15esima volta.


    ----------
    Capirossi annuncia il suo ritiro
    Durante la conferenza stampa che apre il fine settimana del GP di Misano, il tre volte Campione del Mondo ha annunciato che si ritirerà dalla scena motociclistica mondiale al termine della stagione in corso.

    Un Loris Capirossi visibilmente emozionato ha confermato il proprio ritiro una volta conclusa la stagione MotoGP 2011.

    Durante la conferenza stampa del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini tenutasi a Misano, Capirossi ha annunciato ai media l'intenzione di far calare il sipario sulla sua lunga ed illustre carriera al termine di questo suo 22º Campionato del Mondo.

    Il pilota del team Pramac Racing ha dichiarato: “È un momento particolare della mia carriera, e la decisione che ho preso è stata partorita dopo tante, tantissime riflessioni. Sono contento, dopo 25 anni, di cui 22 di motomondiale di arrivare a dire basta col sorriso sulle labbra, anche se è dura pensare che l'anno prossimo non guiderò più una moto. Devo ringraziare tantissime persone che per tutti questi anni mi hanno seguito, incoraggiato, motivato, anche il team Pramac, che mi ha dato l'ultima opportunità di guidare una moto. Dispiace, quest'anno, di non aver portato a casa un buon risultato, ma confido nell'ultima parte del mondiale. Motegi, Philip Island e Sepang sono i miei circuiti preferiti, lì ho vinto tante gare. Il centesimo podio che rincorro è difficile da agguantare, ma ci crederò fino alla fine. Per quanto riguarda il mio futuro, poi, non ho ancora le idee chiare, l'unica cosa certa è che non sarò più un pilota. Nella vita, arrivare a prendere una decisione del genere non è facile, soprattutto dopo tanti anni. Ma so a cosa vado incontro, sono sicuro che la mia nuova vita sarà entusiasmante come quella che ho fissato fino a ora".

    È stato impossibile per il 38enne trattenere le lacrime alle quali è poi seguita una standing ovation da tutta la sala stampa riunita per la press conference.

    Rivolgendosi poi a Valentino Rossi, Casey Stoner, Dani Pedrosa e Ben Spies, seduti accanto a lui davanti ai giornalisti, Capirossi ha scherzato aggiungendo: "Vorrei anche ricordare ai ragazzi che un aiutino in queste ultime gare farebbe piacere visto che sono a quota 99 podi!"

    L'italiano Valentino Rossi ha poi dichiarato: "Ho un sacco di ricordi (riguardanti Loris), come per esempio la sua prima gara 125 di Suzuka. Facevo il tifo per lui dai tempi in cui nacque la rivalità fra lui e (Max) Biaggi! Per me è stato un onore poter lottare con lui in pista."

    Capirossi debuttò sulla scena mondiale nel 1990, conquistando il suo primo titolo 125 all’età di 17 anni e difendolo anche nella stagione successiva. Si ripetè poi nel 1998 quando mise le mani sul mondiale 250.



    Fonte: http://www.motogp.com
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6132988
    Classe125 -- A Misano è subito Terol
    Il pilota del team Bankia Aspar non perde tempo e fa segnare subito il tempo più rapido della sessione. Alle sue spalle i connazionali Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) e Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing).

    Secondo appuntamento italiano del calendario 2011. Il fine settimana del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini si apre con un bel sole e una temperatura gradevole: condizioni perfette per il primo turno di libere della classe cadetta, dove a farla da padrone è l’attuale leader del Campionato Nicolas Terol (Bankia Aspar). Lo spagnolo a un minuto dalla fine supera la linea d’arrivo con un 1:44.581 piazzandosi così sulla linea più alta della tabella dei tempi.

    Coppia di connazionali a seguire: Efrenz Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) mette a referto un crono staccato di soli 172 millesimi da quello di Terol (1:44.753 per lui), mentre Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) proprio nell’ultimo dei 18 giri percorsi riesce a far registrare l’1:44.861 (+0.280s) che gli vale la terza posizione.

    Chiude con il 4º miglior risultato del turno il francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), attualmente secondo nella classifica generale, che firma un 1:44.981 (+0.400s). Alle sue spalle lo spagnolo Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica), il primo a sforare sull’1:45 con un tempo 697 millesimi più lento di quello del leader (1:45.278 per lui).

    Scorrendo la classifica troviamo poi l’inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), 6º con 1:45.365 (+0.784s), lo spagnolo Hector Faubel (Bankia Aspar), 7º con 1:45.374 (+0.793s), il tedesco Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport), 8º con 1:45.594 (+1.013s), lo spagnolo Adrian Martin (Bankia Aspar), 9º con 1:46.108 (+1.527s), ed infine il portoghese Miguel Oliveira (Andalucia Banca Civica), in decima piazza grazie al suo 1:46.116 (+1.535s).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6132989
    Classe MotoGp -- Le mani di Stoner sulle FP1
    L’australiano comincia nel migliore dei modi il weekend italiano firmando il crono più rapido della sessione. Alle sue spalle Ben Spies (Yamaha Factory Racing) e Dani Pedrosa (Repsol Honda).

    Piloti della massima categoria in pista per il Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini. Sull’asfalto di Misano va in scena un duello tutto Repsol per la conquista della leadership di questo primo turno di prove libere: la spunta l’australiano Casey Stoner, occupato nella prima parte della sessione a rispondere alla velocità del compagno di squadra Dani Pedrosa e, nel finale, alla zampata di Ben Spies (Yamaha Factory Racing).

    Stoner si piazza sulla prima linea della tabella dei tempi in più occasioni durante i 45 minuti a disposizione, ma è solo nell’ultimo dei 18 giri completati che riesce a far segnare l’1:34.180 che gli vale il primato.

    Rimasto per buona parte del turno in zona top3, Ben Spies (Yamaha Factory Racing) decide di spingere nei minuti conclusivi riuscendo anche a far sua la momentanea leadership. Dura poco, l’australiano è il più rapido e si deve quindi accontentare della seconda posizione staccata di 286 millesimi (1:34.466 per lui).

    Terzo miglior crono per Dani Pedrosa (Repsol Honda), vincitore del GP di San Marino della passata stagione. Lo spagnolo si vede scalzare dalla prima posizione a sessione praticamente ultimata, scivolando così a 349 millesimi dal compagno di squadra (1:34.526 il suo tempo).

    Coppia di italiani a chiudere la top5: Andrea Dovizioso (Repsol Honda) e Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) portano entrambi a termine 22 tornate della pista casalinga superando la linea d’arrivo con tempi sul giro rispettivamente di 1:35.011 (+0.831s) e 1:35.088 (+0.908s).

    Solo 6º il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), che dovrà quindi continuare il lavoro di sviluppo sul set-up della M1 (1:35.142 per lui). Due piloti spagnoli a seguire: Hector Barbera (Mapfre Aspar Team) termina in settima posizione forte del suo 1:35.480 (+1.300s), mentre Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) si accomoda una piazza sotto grazie al suo 1:35.579 (+1.399s).

    Definiscono il gruppo dei primi dieci l’americano Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), autore di un 1:35.589 (+1.409s), e il rookie ceco Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), 10º con il suo 1:35.688 (+1.508s).

    Valentino Rossi (Ducati Team) non va oltre l’11esima piazza: l’italiano dovrà quindi dedicarsi nelle restanti sessioni a sua disposizione al prosieguo del lavoro sulla messa a punto della Desmosedici per cancellare in fretta il weekend poco brillante di Indy (1:35.745 il suo tempo, a 1.565s da Stoner).

    A completare l’ordine d’arrivo ci pensano poi Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), Nicky Hayden (Ducati Team), Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), i piloti del team Pramac Racing Loris Capirossi e Randy De Puniet, e Toni Elias (LCR Honda).


    Fonte: http://www.motogp.com
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6132991
    Classe Moto2 -- Marquez apre le ostilità in Moto2
    Lo spagnolo del team CatalunyaCaixa Repsol firma il crono più basso del primo turno di libere del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini. Inseguono Jules Cluzel (NGM Forward Racing) e Aleix Espargaró (Pons HP 40).

    Si chiude con la sessione della classe intermedia la prima mattinata del GP di San Marino. A farsi subito notare è il numero 93 del team CatalunyaCaixa Repsol Marc Marquez, che nell’ultimo giro a disposizione fa registrare un crono di 1:38.902, l’unico a rimanere sotto la linea dell’1:39.

    Come lui, anche Jules Cluzel (NGM Forward Racing) aspetta la tornata finale per mettere a referto il suo miglior risultato: il francese è autore di un 1:39.223 (+0.321s). Alle sue spalle si accomoda un altro pilota spagnolo, Aleix Espargaró (Pons HP 40), che in sella alla sua Pons Kalex mette le mani sulla terza posizione della tabella dei tempi grazie al suo 1:39.352 (+0.450s).

    Completano la top5 il pilota di casa Alex De Angelis (JiR Moto2), 4º con un 1:39.358 (+0.456s), e il minore dei fratelli Espargaró, Pol, giunto sul traguardo con il 5º tempo più rapido del turno (1:39.376 il suo crono).

    In sesta posizione troviamo il primo italiano del gruppo, Simone Corsi (Ioda Racing Project), che fa segnare un 1:39.445 (+0.543s) nonostante la caduta all’altezza della curva numero 14, seguito dal leader del Campionato Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) che termina a 573 millesimi dal suo rivale diretto nella classifica generale (1:39.475 per lui).

    La top ten prosegue poi con l’italiano Michele Pirro (Gresini Racing Moto2), 8º con 1:39.536 (+0.634s), il connazionale Mattia Pasini (Ioda Racing Project), 9º con 1:39.568 (+0.666s), e il giapponese Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2), in decima posizione con un 1:39.589 (+0.687s). Solo 11º l’altro italiano Andrea Iannone (Speed Master).


    Fonte: http://www.motogp.com
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6133351
    Classe 125 --Sfida spagnola nelle FP2: la spunta di nuovo Terol
    Il pilota del team Bankia Aspar si aggiudica anche il secondo turno di libere del venerdì di San Marino. Secondo il compagno di squadra Hector Faubel (Bankia Aspar), terzo Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport).

    Piloti della classe cadetta di nuovo chiamati all’azione con la seconda sessione di libere del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini. Il caldo comincia a farsi sentire e con esso la temperatura dell’asfalto, ma non si fa intimorire Nicolas Terol (Bankia Aspar). Lo spagnolo, già autore del crono più rapido delle mattinata, nell’ultimo dei 18 giri completati supera la linea d’arrivo con un 1:44.139, circa 4 decimi in meno del tempo delle FP1.

    Chiude alle sue spalle il compagno di squadra Hector Faubel (Bankia Aspar) che riesce anche a conquistare la momentanea leadership del turno: il numero 55 fa registrare un 1:44.333, con un gap di 194 millesimi dalla testa. Terzo miglior risultato per l’inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), che nelle battute finali dei 40 minuti a disposizione, mette a referto un 1:44.479 (+0.340s).

    La top5 è definita dalla coppia di piloti Avant-AirAsia-Ajo: il francese Johann Zarco, finito sull’asfalto all’altezza della curva numero 10, si piazza a 374 millesimi dal rivale Terol (1:44.513 per lui), mentre il compagno spagnolo Efren Vazquez non riesce ad abbassare ulteriormente l’1:44.573 fatto segnare al 9º giro dei 17 totali percorsi (+0.434s).

    È poi la volta della coppia del team Blusens by Paris Hilton Racing: Sergio Gadea firma un 1:44.815 (+0.676s) che gli vale il 6º posto, mentre il giovane Maverick Viñales si accontenta della settima posizione con il suo 1:44.858, a 719 millesimi da Terol.

    Completano il gruppo di testa lo spagnolo Adrian Martin (Bankia Aspar), 8º con 1:45.091 (+0.952s), il tedesco Sandro Cortese (Intanct-Racing Team Germany), 9º con 1:45.116 (+0.977s), e un altro pilota spagnolo, Luis Salom (RW Racing GP), 10º con 1:45.171 (+1.032s).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6133354
    Classe MotoGp -- Lorenzo alza la testa: sue le FP2
    Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) cancella la performance poco convincente della mattinata con il tempo più rapido del pomeriggio. Insegue la coppia Repsol Honda Casey Stoner, Dani Pedrosa.

    Secondo turno di prove libere del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini per la classe regina. Sul circuito di Misano fanno la loro comparsa le prime nuvole grigie, con qualche goccia di pioggia fortunatamente caduta solo nelle battute finali della sessione. Nessun problema quindi per l’attuale Campione del Mondo Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), che sale in cattedra scrollandosi di dosso il 6º piazzamento della mattinata e facendo registrare il crono più veloce della classe. Il maiorchino firma un 1:33.929, abbassando di poco più di un secondo il precedente tempo.

    Casey Stoner (Repsol Honda), il migliore della mattinata, va ad occupare la seconda riga della tabella dei tempi, a soli 76 millesimi da Lorenzo (1:34.005), mentre al compagno di squadra Dani Pedrosa bastano appena 10 giri dei 22 totali percorsi per superare la linea d’arrivo con un crono di 1:34.205 (+0.276s).

    Il primo italiano della classifica è il pilota del team San Carlo Honda Gresini Marco Simoncelli, che poco dopo la metà della sessione, si guadagna il 4º posto facendo segnare un 1:34.444 (+0.515s).

    Quinta piazza per l’americano Ben Spies (Yamaha Factory Racing) che non riesce a migliorare il risultato della mattinata e chiude le FP2 con un 1:34.469, a 540 millesimi dal compagno di squadra in testa.

    È Andrea Dovizioso (Repsol Honda) l’ultimo a rimanere sotto l’1:35: l’italiano supera di poco il secondo di gap dal miglior crono della sessione e si accomoda in sesta posizione (1:34.989 per lui).

    A completare la top ten ci pensano Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), 7º nonostante i problemi al motore nella parte iniziale del turno (1:35.023), Hector Barbera (Mapfre Aspar Team), 8º con 1:35.111 (+1.182s), Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), 9º con 1:35.282 (+1.353s), e Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), in decima piazza con il suo 1:35.301 (+1.372s).

    Ancora 11º miglior tempo per Valentino Rossi (Ducati Team), che non riesce ad andare sotto il secondo di gap dal crono più rapido della giornata: l’italiano chiude con un 1:35.331, a 1.402s da Lorenzo.

    La classifica prosegue poi con Randy De Puniet (Pramac Racing), Nicky Hayden (Ducati Team), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), Loris Capirossi (Pramac Racing), e Toni Elias (LCR Honda).



    Fonte: http://www.motogp.com
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6133356
    Classe Moto2 -- Bradl torna leader nelle FP2
    Il numero uno della classifica generale domina il pomeriggio di libere del GP di Misano. Secondo Aleix Espargaró (Pons HP 40), terzo Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol).

    Torna a farsi vedere il sole sul circuito sammarinese, annullando così la minaccia della pioggia comparsa nella parte finale del turno della classe regina. Nella seconda sessione di libere del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini riappare l’attuale leader del Campionato del Mondo Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing). Il tedesco leva un secondo al tempo delle FP1 e chiude il pomeriggio con un 1:38.461.

    Alle sue spalle si piazza lo spagnolo Aleix Espargaró (Pons HP 40) che abbassa di circa 3 decimi il precedente risultato con un 1:39.011, ponendosi a 550 millesimi dalla testa. Il Campione del Mondo 125 in carica Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), il più rapido delle FP1, scivola nei minuti finali in terza posizione a 554 millesimi da Bradl (1:39.015 per lui), rimanendo così ad un decimo dal tempo della mattinata.

    Buon 4º posto per lo svizzero Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2), che si mette alle spalle il 16º tempo del primo turno girando quasi un secondo più veloce (1:39.045 il suo crono).

    Coppia di piloti Ioda Racing Project ad occupare la quinta e la sesta piazza: Mattia Pasini chiude con un 1:39.140 (+0.679s), mentre Simone Corsi fa registrare un 1:39.267 (+0.806s).

    Quattro piloti di nazionalità diversa completano la top ten: lo spagnolo Pol Expargaró (HP Tuenti Speed Up) termina in settima posizione (1:39.298), l’italiano Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) è 8º con 1:39.299, il giapponese Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2) è 9º con 1:39.308, e l’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team) conclude in decima piazza forte del suo 1:39.412. Undicesimo Andrea Iannone (Speed Master) e una posizione sotto il sammarinese Alex De Angelis (JiR Moto2).

    Durante la sessione da segnalare le cadute di Ricard Cardus (QMMF Racing Team), Ratthapark Wilairot (Thai Honda Singha SAG) e Mattia Pasini (Ioda Racing Project), fortunatamente tutte senza conseguenze negative.


    Fonte: http://www.motogp.com
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6134345
    Classe 125 -- Terol domina le FP3 e si candida alla pole
    Il pilota del team Bankia Aspar non si accontenta del primato delle libere di ieri e fa segnare il tempo più rapido del terzo turno di prove del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini. Dietro di lui Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) e Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo).

    Misano accoglie i piloti della classe cadetta per l’ultimo turno di libere che anticipa le qualifiche del pomeriggio. Tempo atmosferico perfetto, con un bel sole e temperature in aumento. Nicolas Terol (Bankia Aspar), dopo essersi imposto nelle FP1 e nelle FP2, decide di non farsi mancare nulla riuscendo a mettere le mani anche sull’ultima sessione di prove del weekend sammarinese. Lo spagnolo aspetta la tornata finale a sua disposizione per poi mettere a referto un 1:43.592 che abbassa di 6 decimi il miglior risultato del venerdì.

    Alle sue spalle il giovane connazionale Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing), l’unico capace di seguire Terol sotto la barriera dell’1:44. Il numero 25 supera la linea del traguardo facendo registrare un giro veloce di 1:43.890, a 298 millesimi dalla testa. Completa la top3 il francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), che nell’ultimo dei 16 giri percorsi firma un 1:44.071 (+0.479s).

    È poi la volta di un altro pilota spagnolo, Hector Faubel (Bankia Aspar), autore di un 1:44.153 (+0.561s) che gli vale la quarta piazza. Dietro di lui il tedesco Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), che va ad occupare la quinta posizione grazie al suo 1:44.404 (+0.812s).

    La classifica procede poi con l’inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), 6º con 1:44.503 (+0.911s), il ceco Miroslav Popov (Ellegi Racing), 7º con 1:44.558 (+0.966s), lo spagnolo Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), protagonista di una caduta che lo allontana dalle zone alte e lo fa scivolare in ottava piazza (1:44.615 per lui), il portoghese Miguel Oliveira (Andalucia Banca Civica), 9º con 1:44.652 (+1.060s), ed infine l’altro spagnolo del team Blusens by Paris Hilton Racing Sergio Gadea, 10º con il suo 1:44.681 (+1.089s).



    Fonte: http://www.motogp.com/
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6134397
    Classe MotoGp -- Stoner al comando nell’ultimo turno di libere
    L’australiano di Repsol Honda torna di nuovo in testa all’intera categoria nelle FP3 del sabato mattina di Misano. Il compagno di squadra Dani Pedrosa chiude alle sue spalle seguito da Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) in terza posizione.

    La classe regina scende in pista per gli ultimi 45 minuti a disposizione dei piloti prima delle qualifiche del pomeriggio. Nelle FP3 del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini è il leader del Campionato Casey Stoner (Repsol Honda) a farla da padrone. L’australiano non perde tempo e gli sono necessari appena 4 giri per far segnare il crono più rapido dell’intero gruppo: 1:33.567, ovvero 5 decimi meno del risultato di ieri.

    Non sta a guardare il compagno di squadra Dani Pedrosa (Repsol Honda), che nelle battute finali sfreccia con la sua RC212V sulla linea d’arrivo con un tempo di 1:33.666, staccato di soli 99 millesimi da Stoner. Ad Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), miglior tempo delle FP2, bastano solo 8 tornate per firmare l’1:33.890 (+0.323s) che gli vale la terza posizione nella classifica finale.

    Coppia di piloti americani appena sotto la top3: Ben Spies (Yamaha Factory Racing) chiude con la quarta piazza grazie al suo 1:34.285 (+0.718s), mentre Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3) conquista nel finale il 5º posto forte del suo 1:34.321 (+0.754s).

    La tabella dei tempi prosegue poi con due italiani: Andrea Dovizioso (Repsol Honda) porta a termine più giri di tutto il gruppo facendo poi registrare un 1:34.420 (+0.853s), e una piazza più sotto, Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) supera il secondo di gap da Stoner avendo messo a referto un 1:34.606.

    Concludono in top ten lo spagnolo Hector Barbera (Mapfre Aspar Team), 8º con 1:34.659 (+1.092s), l’inglese Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), 9º con 1:34.797 (+1.230s), e l’americano Nicky Hayden (Ducati Team), 10º con 1:34.919 (+1.352s).

    Álvaro Bautista (Rizla Suzuki) si accomoda in 11esima posizione, mentre l’italiano Valentino Rossi (Ducati Team) non riesce a chiudere oltre il 12º posto: il pilota di Tavullia fatica e termina le tre sessioni di prove libere del GP di Misano sempre lontano dalla top ten (1:34.933 il suo tempo).

    Completano la classifica finale Randy De Puniet (Pramac Racing), Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), Loris Capirossi (Pramac Racing), e Toni Elias (LCR Honda).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6134424
    Classe Moto2 -- Bradl vs. Marquez nelle FP3: il tedesco il più rapido
    I due piloti protagonisti della prima giornata di libere del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini si danno battaglia per il piazzamento più alto nella tabella dei tempi: la spunta Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing). Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) secondo, Alex De Angelis (JiR Moto2) terzo.

    Si chiude il sabato mattina di prove libere del dodicesimo appuntamento del Campionato del Mondo Moto2 2011. Dal gruppo di piloti della classe intermedia spunta il leader della classifica generale Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), che agguanta la prima posizione quando mancano 2 secondi al termine dei 45 minuti a disposizione bloccando il cronometro sull’1:38.361, esattamente un decimo in meno rispetto al tempo delle FP2.

    Il suo avversario più agguerrito, Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), domina buona parte della sessione dopo aver fatto segnare un 1:38.365 appena concluso il 5º giro del tracciato sammarinese. Lo spagnolo si deve però arrendere alla seconda piazza per solo 4 millesimi di gap da Bradl.

    Il pilota di casa Alex De Angelis (JiR Moto2) torna ad occupare le zone alte della tabella dei tempi dopo aver fatto segnare l’11º tempo del venerdì: in sella alla sua MotoBi il sammarinese supera la linea del traguardo con un crono di 1:38.600, a 239 millesimi dalla testa.

    Finiscono in top5 anche il giapponese Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2), 4º con 1:38.863 (+0.502s), e l’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team), 5º con 1:38.995 (+0.634s).

    Risultati positivi anche per l’italiano Andrea Iannone (Speed Master) che si scrolla di dosso il 13º posto di ieri mettendo a referto un 1:39.100 (+0.739s) che gli vale la sesta posizione.

    Lo svizzero Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2) chiude 7º grazie al suo 1:39.142 (+0.781s), seguito poi dall’italiano Michele Pirro (Gresini Racing Moto2), 8º con 1:39.199 (+0.838s), dall’inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing), 9º con 1:39.282 (+0.921s), e dallo spagnolo Esteve Rabat (Blusens-STX), 10º con 1:39.285 (+0.924s). Undicesimo l'altro italiano Simone Corsi (Ioda Racing Project).

    Durante il turno finiscono sull’asfalto i due spagnoli Aleix Espargaró (Pons HP 40) e Ricard Cardus (QMMF Racing Team), fortunatamente entrambi senza conseguenze negative.


    Fonte: http://www.motogp.com/

  Motomondiale 2011: Gp di San Marino

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina