1.     Mi trovi su: Homepage #6188173
    Mdk7Beh onestamente, la faccenda della peste va al di là di qualsiasi discorso sulla difficoltà: buttare via 20 ore di gioco per motivi che non dipendono da te non è sinonimo di difficoltà super, è sinonimo di coglioneria vera e propria a livello di game design.

    Voglio dire, è una situazione ingiusta e tremendamente frustrante, che non ha NESSUNA attenuante ludica per quanti mi riguarda.
    Veramente non è così. A parte che se prendi la peste è colpa tua, ma anche una condanna come la peste porta dei "vantaggi" e il gioco poi ti offre una via di uscita.
  2.     Mi trovi su: Homepage #6188175
    Meno D Zerosi in effetti potrebbe rivelarsi qualcosa di troppo difficile anche per chi già conosce l'originale.
    boh, vedremo.

    Il problema è che - a giudicare dalla recensione - sembra essere frustrante più che difficile.

    Chi ha giocato al primo parte già predisposto al livello di cautela necessario per andare avanti. Un sequel sulla stessa scia avrebbe rischiato di risultare insipido.

    Per replicare - anche ai "veterani" - il senso di disorientamento offerto dal primo, hanno inserito le bastardate: si trasforma da un gioco che ti costringe ad avanzare con cautela ad un gioco che ti costringe a "barare" per andare avanti.

    Avrebbero potuto rendere più complesso il sistema di combattimento, più numerosi e "intelligenti" i nemici, etc.

    Invece hanno optato per le bastardate.
  3.     Mi trovi su: Homepage #6188178
    Andrea_23Bisognerebbe capire se 'sta benedetta peste rientra nel novero del "work as intended". Se i termini sono quelli della recensione, mi vien da dire no.

    Ma in realtà la peste è un dettaglio rispetto al discorso generale.

    Mi ripeto, il passo che ha innescato i miei dubbi è il seguente:

    In tutta franchezza, Dark Souls non è un gioco difficile, è un gioco bastardo, e in questo c’è una bella differenza.
    [...]
    Mentre gioco difficile si supera giocando secondo le regole, un gioco
    bastardo può essere superato solo barando, ovvero aggirando le
    limitazioni del gioco stesso


    Demon's Souls si superava giocando secondo le regole.
  4. addio Next!  
        Mi trovi su: Homepage #6188180
    WolfgangIl problema è che - a giudicare dalla recensione - sembra essere frustrante più che difficile.

    Chi ha giocato al primo parte già predisposto al livello di cautela necessario per andare avanti. Un sequel sulla stessa scia avrebbe rischiato di risultare insipido.

    Per replicare - anche ai "veterani" - il senso di disorientamento offerto dal primo, hanno inserito le bastardate: si trasforma da un gioco che ti costringe ad avanzare con cautela ad un gioco che ti costringe a "barare" per andare avanti.

    Avrebbero potuto rendere più complesso il sistema di combattimento, più numerosi e "intelligenti" i nemici, etc.

    Invece hanno optato per le bastardate.
    brutto questo aspetto,davvero...insomma morendo un milione di volte ma perseverando con intelligenza ,sagacia ed un pò di tatticismo lo si finisce o bisogna 'barare'per forza?questo non lo accetterei no...la frustrazione è una brutta cosa ed è frutto di cattiva programmazione ... dalla rece pare così.Favi illuminaci....
    Fosse così a sto punto sarebbe meglio se recupero DS.......
  5.     Mi trovi su: Homepage #6188184
    WolfgangIl problema è che - a giudicare dalla recensione - sembra essere frustrante più che difficile.

    Chi ha giocato al primo parte già predisposto al livello di cautela necessario per andare avanti. Un sequel sulla stessa scia avrebbe rischiato di risultare insipido.

    Per replicare - anche ai "veterani" - il senso di disorientamento offerto dal primo, hanno inserito le bastardate: si trasforma da un gioco che ti costringe ad avanzare con cautela ad un gioco che ti costringe a "barare" per andare avanti.

    Avrebbero potuto rendere più complesso il sistema di combattimento, più numerosi e "intelligenti" i nemici, etc.

    Invece hanno optato per le bastardate.
    Ci sto giocando e si, e' tosto, ma non ho mai barato. Su questo punto della recensione, al momento, dissento alla grande. :)
  6. grazie a voi!  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6188185
    WolfgangMa in realtà la peste è un dettaglio rispetto al discorso generale.

    Mi ripeto, il passo che ha innescato i miei dubbi è il seguente:

    In tutta franchezza, Dark Souls non è un gioco difficile, è un gioco bastardo, e in questo c’è una bella differenza.
    [...]
    Mentre gioco difficile si supera giocando secondo le regole, un gioco
    bastardo può essere superato solo barando, ovvero aggirando le
    limitazioni del gioco stesso


    Demon's Souls si superava giocando secondo le regole.

    Non entro nel merito per ignoranza, ma a questo punto l'unica è capire cosa l'autore dell'articolo pensa del prequel : ). La butto lì: magari per lui era disonesto anche Demon's Souls.
    .....f|0w
    -----------.
    Steam ID|B.net
  7.     Mi trovi su: #6188188
    Andrea_23

    Una delle esperienze più estreme che ho provato è quella, come accennavo, del primo Fallout: celebre per il limite coatto di tot. giorni (una sessantina se non ricordo male), oltre i quali il game over diveniva insormontabile. Era un'imposizione crudele oltre ogni dire, ma allo stesso tempo tollerante: avevi tutto il tempo che volevi per portare a compimento il gioco, perfino prendendotela comoda. Non eccessivamente comoda, ecco :'D.
    Lo stratagemma era di una potenza ludica fenomenale ed a giovarne era un inedito, viscerale senso d'urgenza che sospingeva il giocatore verso l'obiettivo finale.

    in sostanza, lo stesso stratagemma ludico di Dead Rising: il tempo scorre, gli eventi si intrecciano e tu non puoi seguirli tutti (come *naturalmente* è impossibile proprio fare) ma devi fare le tue scelte, e agire di conseguenza in un flow di narrazione... questo piccolo dettaglio IMHO è stato il vero punto vitale di quella pietra miliare


    comprendo che lo stesso venga riproposto anche in questo gioco.
    Rimane da chiarire quanto queste "punizioni" siano un motivo di immedesimazione e piacere, o quanto possano frustrare e diventare motivo di allontamento


    sembra una sottile linea quella che hanno deciso di tracciare


    e poi diciamocela tutta: un commento come quello del Falinovi avrebbe comportato l'immediato FAIL di qualsiasi altro prodotto videoludico. In questo caso c'è l'importante, non trascurabile variabile della "credibilità hardcore" che From Software ha acquisito con DS
  8.     Mi trovi su: #6188196
    WolfgangEsatto, anch'io vorrei una presa di posizione più netta.

    probabilmente bisogna aspettare che la gente ci giochi un po'...


    Falinovi la sua idea l'ha espressa, mi pare, in modo abbastanza chiaro... e la 5a stellina mancante credo sia dovuta proprio a questo
  9.     Mi trovi su: Homepage #6188210
    Andrea_23Il solo fatto che non sia stato specificato esplicitamente, induce a pensare che questa discontinuità non sia pervenuta : P.

    Beh, in realtà conclude con

    Inoltre, è un titolo molto meno accessibile e più bastardo (nell’accezione di cui sopra).

    Concordo con Babaz, ho avuto la stessa impressione, ma mi piacerebbe comunque un approfondimento sul confronto.

  Recensione Dark Souls: L’anima oscura dei videogiochi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina