1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6196127
    E si torna nuovamente in pista per un nuovo appuntamento del mondiale di F1.
    Questo Week-end, direttamente dal circuito da Yeongam seguiremo il Gp di Corea
    Presentazione a cura di: http://www.blogf1.it
    a Formula 1 fa tappa in Corea del Sud per la sedicesima prova del mondiale 2011. Il circuito di Yeongam è situato a circa 400 chilometri dalla capitale Seoul ed è entrato nel circus solamente un anno fa, quando la pista non era neppure pienamente completata e gli addetti ai lavori si lamentavano di essere in mezzo al nulla.

    Progettato da Herman Tilke e costato circa 264 milioni di dollari, doveva essere attorniato da una città che tarda ancora ad essere costruita. Ottenuta l’omologazione per ospitare la F1 appena due settimane prima della corsa del 2010, i coreani hanno praticamente lavorato notte e giorno per permettere lo svolgimento del GP. Un gran lavoro che, nel dicembre dello stesso anno, durante il gala FIA, è valsa alll’organizzazione di Yeongam un premio come la migliore. E pensare che tra vipere in pista e asfalto appena steso, si pensava ad un GP tragicomico.

    Il tracciato coreano è uno dei migliori usciti dalla matita di Tilke. La pista si compone di due sezioni: una permanente e l’altra temporanea, posta lungo il lato del porto dove – quando tutto attorno sarà edificato – gli spettatori potranno guardare la corsa dagli alberghi o dai loro yacht. Caratteristica unica del tracciato è un lunghissimo rettilineo di 1,2 Km dove sarà utile avere una buona velocità di punta e che si conclude con una secca frenata, seguita subito dopo da un altro allungo più breve e da una serie di curve da affrontare a ritmo continuo. Un tracciato da alto carico aerodinamico, non molto diverso da Suzuka. Diventa fondamentale avere direzionalità, bilanciamento e trazione per affrontare al meglio anche i tratti più lenti e tecnici della pista coreana.

    Per il Gran Premio della Corea, la Pirelli porterà le mescole più morbide della gamma: le P Zero Yellow Soft e le P Zero Red SuperSoft. Proprio questa ultima mescola, a detta di Paul Hembery, rappresenterà una sfida particolarmente dura per il gommista italiano.

    Una variabile da non sottovalutare è che nella costiera di Mokpo, dove è situato il circuito, spesso arrivano dei temporali frequenti ed isolati. Lo scorso anno abbiamo avuto dimostrazione delle forze della natura che hanno fatto slittare la gara di 45 minuti, oltre ad avere un lungo periodo di safety car in pista.


    INFO
    Lunghezza del circuito: 5,615 km
    Giri da percorrere: 55
    Distanza totale: 308,630 km
    Numero di curve: 18
    Senso di marcia: antiorario
    Mescole Pirelli: supersoffici/soffici
    Apertura farfalla: 62% della percorrenza

    RECORD

    Giro prova: 1:35.585 – S Vettel – Red Bull Renault – 2010
    Giro gara: 1:50.257 – F Alonso – Ferrari – 2010
    Distanza: 2h48:20.810 – F Alonso – Ferrari – 2010
    Vittorie pilota: 1 – F Alonso
    Vittorie team: 1 – Ferrari
    Pole pilota: 1 – S Vettel
    Pole team: 1 – Red Bull
    Km in testa pilota: 253 – S Vettel
    Km in testa team: 253 – Red Bull
    Migliori giri pilota: 1 – F Alonso
    Migliori giri team: 1 – Ferrari
    Podi pilota: 1 – F Alonso, L Hamilton, F Massa
    Podi team: 2 – Ferrari

    ———-
    Albo d’oro
    1. 2010 F Alonso – Ferrari


    ORARI TV:
    Venerdi' 14 Ottobre 2011
    10:00-11:30 (03:00-04:30) Prove Libere 1
    14:00-15:30 (07:00-08:30) Prove Libere 2

    Sabato 15 Ottobre 2011
    11:00-12:00 (04:00-05:00) Prove Libere 3
    14:00-15:00 (07:00-08:00) Qualifiche – Rai Due/Rai HD

    Domenica 16 Ottobre 2011
    15:00 (08:00) Gara – Rai Uno/Rai HD

    *tra parentesi l'orario italiano


    Il circuito (in allegato)
    (fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/)
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6198886
    Renault, Boullier parlerà con Kubica la prossima settimana per capire i tempi di recupero del pilota polacco
    Il capo della Renault Eric Boullier ha intenzione di parlare con Robert Kubica questa settimana per sapere le ultime sul suo recupero, in modo da poter iniziare a prendere una decisione sulla necessità o meno di trovare un pilota sostituto per il 2012.

    Boullier ha messo in chiaro che la porta in Renault sarà sempre aperta per Kubica se il pilota polacco sarà abbastanza in forma per correre il prossimo anno.

    Tuttavia, egli ha anche detto che ha bisogno di una risposta definitiva sulla questione che altrimenti potrebbe danneggiare le sue possibilità di trovare un pilota adatto nel caso in cui Kubica non riuscisse a tornare nel 2012.

    “Contattero’ Robert questa settimana per vedere dove si trova e poi per iniziare a pianificare qualcosa”, ha detto Boullier.

    “Non ho idea di quanto velocemente possiamo prendere una decisione. Questo non è un processo normale, non c’è un processo normale. Abbiamo bisogno di incontrarci, abbiamo bisogno di parlare, abbiamo bisogno di provare, e vi è la questione di capire tutto ciò che deve fare e tutto ciò che dobbiamo fare noi”.

    Le opzioni della Renault nel caso Kubica non potesse tornare sono limitate, ma la squadra vuole un chiaro numero uno per le sue ambizioni future.

    La squadra potrebbe tentare una scommessa su un giovane pilota, come Bruno Senna o il suo terzo pilota Romain Grosjean, o cercare di avere un giovane talento come Paul Di Resta e Nico Hulkenberg che ancora non hanno firmato un contratto con la Force India per il 2012.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6200325
    Force India: Mallya cede il 42,5% a Sahara Group
    Uno sponsor indiano, Sahara India Pariwar, ha acquisito un 42,5 per cento delle partecipazioni della squadra Force India, che sarà ribattezzata Sahara Force India.

    100 milioni di dollari sono l’oggetto dell’accordo che è stato annunciato in una conferenza stampa a Nuova Delhi oggi. Il Team principal Vijay Mallya conserva il 42,5 per cento della proprietà, con il 15% rimanente nelle mani della famiglia Mol, che divennero co-proprietari quando la squadra si chiamava ancora Spyker.

    Il capo di Sahara, Subarata Roy Sahara, ha dichiarato: “L’India sta raggiungendo nuove vette in tutti gli ambiti, compresi gli sport come la Formula 1 che è sempre rimasta un bastione del mondo occidentale. L’avvento dell’ India in questo sport emozionante è una questione di orgoglio per tutti i nostri connazionali.”

    “Mi sento doppiamente orgoglioso di Sahara che è co-proprietaria di un team di F1 e sono sicuro che con il Team Sahara Force India F1, saremo insieme per portare orgoglio e allori alla nostra amata nazione”.

    Mallya ha accolto con favore l’accordo, che è stato completato poco più di tre settimane prima del Gran Premio inaugurale in India.

    “Sono lieto di dare il benvenuto a Sahara e a Subrata Roy Sahara come presidente del Sahara Force India,” ha detto.

    “E ‘davvero stata una questione di orgoglio per me mettere l’India sulla mappa della F1 con la Force India ed aumentare il rendimento della squadra ai suoi livelli attuali.”

    “Il Gruppo Sahara ha svolto un ruolo molto importante nello sviluppo dello sport nel paese ed è un partner ideale per permettere alla Force India F1 Team di avere maggiore successo nel Campionato del Mondo di Formula 1.”


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6201865
    GP Corea, Prove Libere 1: Schumacher il più veloce sotto la pioggia
    A conferma del suo buon momento di forma Michael Schumacher ha fatto segnare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere del GP Corea, condizionata dalla pioggia.

    Dopo quasi un’ora di attesa in cui solo Lewis Hamilton aveva completato alcuni giri con la McLaren, l’inglese è uscito di nuovo dai box facendo una piccola serie di giri, imitato da altri sei piloti pochi minuti dopo.

    Hamilton è stato il primo a segnare un tempo in 2.03.391, battuto poco dopo da Sebastien Buemi con la Toro Rosso con 2.03.182 mentre Pastor Maldonado con la Williams era protagonista di due uscite di pista nel giro di 10 minuti.

    Poi è toccato alle Force India portarsi in testa con Di Resta autore di un controllo al limite sotto la pioggia battente. Anche Sebastian Vettel è finito largo alla curva 11 mentre Karun Chandhok è finito in testacoda con la Lotus.

    Vettel ha poi fatto segnare il miglior tempo provvisorio, battuto poi da Schumacher con 2.02.784. Di Resta si è poi portato in terza posizione, davanti al suo compagno di squadra.

    Buemi ha chiuso con il quinto tempo davanti a Kobayashi, Rosberg, Sergio Perez e Mark Webber.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/


    ----------
    Risultati completi prove libere1
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Michael Schumacher Mercedes 2m02.784s 10
    2. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 2m02.840s + 0.056 8
    3. Paul di Resta Force India-Mercedes 2m02.912s + 0.128 12
    4. Adrian Sutil Force India-Mercedes 2m03.141s + 0.357 12
    5. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 2m03.182s + 0.398 9
    6. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 2m03.292s + 0.508 13
    7. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 2m03.391s + 0.607 6
    8. Nico Rosberg Mercedes 2m04.311s + 1.527 12
    9. Sergio Perez Sauber-Ferrari 2m04.797s + 2.013 8
    10. Mark Webber Red Bull-Renault 2m05.183s + 2.399 5
    11. Karun Chandhok Lotus-Renault 2m06.350s + 3.566 11
    12. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 2m06.852s + 4.068 11
    13. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari 2m07.541s + 4.757 9
    14. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 2m08.218s + 5.434 5
    15. Narian Karthikeyan HRT-Cosworth 2m08.832s + 6.048 14
    16. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 2m09.232s + 6.448 14
    17. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 2m12.658s + 9.874 7
    18. Timo Glock Virgin-Cosworth 2m14.508s + 11.724 4
    19. Felipe Massa Ferrari no time 1
    20. Fernando Alonso Ferrari no time 5
    21. Bruno Senna Renault no time 1
    22. Vitaly Petrov Renault no time 1
    23. Heikki Kovalainen Lotus-Renault no time 1
    24. Jenson Button McLaren-Mercedes no time 1
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6201940
    GP Corea, Prove Libere 2: Hamilton precede Button
    La McLaren ha dominato la seconda sessione di prove libere del GP Corea disputata su pista bagnata. Lewis Hamilton e Jenson Button sono divisi da 104 millesimi ma la coppia del team di Woking ha un vantaggio di 1″7 sul primo degli inseguitori, Sebastian Vettel con la Red Bull.

    La seconda sessione si è animata appena la pitlane è stata aperta. Nessuno dei team aveva raccolto dati a sufficienza nei primi 90 minuti e nonostante la pista ancora molto bagnata la priorità nella seconda sessione era ovviamente percorrere molti giri.

    La coppia Red Bull si è issata subito al comando con Vettel davanti a Mark Webber. Ma Button e Hamilton hanno risposto iniziando ad avvicendarsi al vertice.

    Dopo la prima mezzora Hamilton si è ritrovato al comando con 1.50.828 staccando Button di mezzo secondo. La pista si è rivelata sufficientemente asciutta da poter usare le intermedie. Button è tornato in pista dopo i primi 35 minuti e ha iniziato a segnare parziali record portandosi a 104 millesimi e restando secondo prima di tornare ai box.

    Le posizioni sono rimaste immutate fino a quando Fernando Alonso si è portato in terza posizione a 40 minuti dal termine, nonostante un ritardo di 1″9. Le Red Bull sono poi tornate in pista nell’ultima mezzora e Vettel si è riportato subito in terza posizione. In quella fase Nico Rosberg e Jaime Alguersuari sono arrivati al contatto dopo un errore del tedesco. Uscite di pista anche per Hamilton, Alonso, Rubens Barrichello, Bruno Senna.

    Negli ultimi 10 minuti la pista non era completamente asciutta. Sebastien Buemi ha provato a montare le gomme supersoft ma lo svizzero è finito subito in testacoda. Anche Webber ha montato la mescola più morbida ma non è riuscito a scalare posizioni.

    Le due McLaren hanno quindi preceduto Vettel, Alonso, Webber e Alguersuari. Felipe Massa è settimo davanti a Rosberg, Buemi e Paul di Resta.

    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com

    ----------
    Risultati completi prove libere2
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m50.828s 26
    2. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m50.932s + 0.104 19
    3. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m52.646s + 1.818 30
    4. Fernando Alonso Ferrari 1m52.774s + 1.946 25
    5. Mark Webber Red Bull-Renault 1m53.049s + 2.221 27
    6. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m53.402s + 2.574 25
    7. Felipe Massa Ferrari 1m53.707s + 2.879 24
    8. Nico Rosberg Mercedes 1m53.914s + 3.086 18
    9. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m53.948s + 3.120 27
    10. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m53.957s + 3.129 32
    11. Vitaly Petrov Renault 1m54.200s + 3.372 26
    12. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m54.392s + 3.564 26
    13. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m54.831s + 4.003 30
    14. Michael Schumacher Mercedes 1m54.965s + 4.137 21
    15. Bruno Senna Renault 1m55.187s + 4.359 28
    16. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m55.203s + 4.375 24
    17. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m55.544s + 4.716 23
    18. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m56.067s + 5.239 22
    19. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m56.669s + 5.841 20
    20. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m57.173s + 6.345 19
    21. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m58.269s + 7.441 25
    22. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m59.458s + 8.630 26
    23. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m59.958s + 9.130 19
    24. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 2m00.165s + 9.337 20
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6203287
    GP Corea, Prove Libere 3: McLaren davanti, Button precede Hamilton
    Jenson Button ha confermato che la McLaren non è competitiva solo sul bagnato ma anche sull’asciutto al GP Corea di Formula 1. L’inglese ha infatti ottenuto il miglior tempo nella terza sessione di Prove Libere.

    Button ha girato inizialmente in 1.38.005 a 23 minuti dal termine, ma è stato poi battuto da Lewis Hamilton poco dopo. Hamilton sembrava in grado di migliorare ulteriormente l’1.37.199 ma si è poi ritrovato un Michael Schumacher lento nell’ultimo tratto del giro con gomme supersoft.

    Button, libero dal traffico e dopo un cambio di telaio durante la notte, si è portato al comando al suo ultimo giro in 1.36.910 staccando Hamilton di quasi 3 decimi.

    Mark Webber è terzo con la Red Bull Racing davanti alle Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa. Vitaly Petrov è settimo con la Renault davanti alla Force India di Adrian Sutil. Solo nono il campione del mondo Sebastian Vettel: il tedesco ha spiattellato una gomma anteriore destra supersoft durante uno dei suoi run. Dopo aver montato un nuovo set di gomme Pirelli, Vettel è stato rallentato dalla Toro Rosso di Jaime Alguersuari.

    Nico Rosberg completa la top 10 con la Mercedes davanti alle due vetture del team di Faenza. Bruno Senna è 16mo dopo un testacoda all’uscita della curva 13 e un contatto con il muro che ha danneggiato la sua ala anteriore. Uscita di pista alla curva 14 per Jarno Trulli. Daniel Ricciardo è stato invece penalizzato da una perdita d’acqua sulla sua HRT.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ----------
    Risultati completi prove libere3
    Pos. Pilota Team Tempo Distacco
    1 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:36.910
    2 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:37.199 0.289
    3 Mark Webber RBR-Renault 1:37.723 0.813
    4 Fernando Alonso Ferrari 1:38.029 1.119
    5 Felipe Massa Ferrari 1:38.434 1.524
    6 Michael Schumacher Mercedes 1:39.559 2.649
    7 Vitaly Petrov Renault 1:39.612 2.702
    8 Adrian Sutil Force India-Mercedes 1:39.660 2.750
    9 Sebastian Vettel RBR-Renault 1:39.695 2.785
    10 Nico Rosberg Mercedes 1:39.743 2.833
    11 Paul di Resta Force India-Mercedes 1:39.847 2.937
    12 Jaime Alguersuari STR-Ferrari 1:39.851 2.941
    13 Sebastien Buemi STR-Ferrari 1:39.964 3.054
    14 Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1:40.005 3.095
    15 Sergio Perez Sauber-Ferrari 1:40.030 3.120
    16 Bruno Senna Renault 1:40.451 3.541
    17 Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1:40.529 3.619
    18 Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1:40.711 3.801
    19 Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1:41.909 4.999
    20 Jarno Trulli Lotus-Renault 1:41.945 5.035
    21 Timo Glock Virgin-Cosworth 1:43.275 6.365
    22 Jerome d'Ambrosio Virgin-Cosworth 1:44.377 7.467
    23 Vitantonio Liuzzi HRT-Cosworth 1:44.421 7.511
    24 Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1:45.143 8.233
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6203289
    Gran Premio di Corea - Sorpresa in Corea: Hamilton in pole!
    Lewis Hamilton strappa la pole position in Corea (1:35.820) lasciando fuori dal primo posto in griglia Sebastian Vettel (+0.222). Seconda fila con Button e Webber. Terza fila per la Ferrari con Massa davanti a Fernando Alonso. Schumacher fuori dalla top ten

    Colpo di scena in Corea! Per la prima volta dopo ben 15 Gran Premi non ci sarà una Red Bull nella prima posizione in griglia. Non ci sarà Mark Webber e non ci sarà soprattutto Sebastian Vettel, in piena corsa per il record di pole stagionali di Nigel Mansell e oggi bruciato, anzi annullato dalla McLaren di Lewis Hamilton. L'inglese strappa la pole rifilando due decimi al campione del mondo e mettendo così la parola fine a un dominio Red Bull che durava da più di un anno. Hamilton che è l'unico pilota in pista a girare sotto l'1:36 (1:35.820). Secondo posto quindi per Vettel. La seconda fila vede ancora una McLaren quella di Button e una Red Bull quella dell'australiano Webber. L'inglese chiude con un ritardo di tre decimi mentre Webber resta oltre il mezzo secondo.

    Delude la Ferrari. Inutile parlare di lavori, test su nuovi alettoni e stimoli mondiali ormai andati in letargo. Il secondo di distacco da Hamilton è un boccone amaro e duro da digerire. I ferraristi riescono a faticare anche in quel primo settore che ha visto tanti piloti non proprio di punta volare. Felipe Massa riesce a fare meglio di Alonso girando di oltre un decimo più veloce. Lo spagnolo montava la nuova versione dell'alettone anteriore. A questo punto bisognerà vedere la capacità di reazione della Rossa domenica in gara. Alonso, abituato a partenze ottime in questa seconda parte di stagione, dovrà approfittare di eventuali errori nelle prime due file per portarsi fin da subito in lotta per il podio.

    Alle spalle delle due Ferrari la Mercedes di Nico Rosberg, rimasto solo dopo la clamorosa esclusione di Schumacher in Q2, e Vitaly Petrov che parcheggia la sua Lotus Renault in ottava posizione. Continuano a stupire le due Force India che in Corea si piazzano in quinta fila con Di Resta davanti a Sutil.

    A fare notizia è sicuramente l'esclusione di Michael Schumacher, fuori dalla top ten bruciato dallo spagnolo della Toro Rosso Alguersuari. Delude anche la seconda Lotus Renault di Bruno Senna che non riesce a far meglio di un quindicesimo posto. Male anche le Williams con Maldonado che chiude alle spalle di Senna e Barrichello fuori addirittura in Q1.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com

    ------------
    Risultati completi qualifiche
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/

  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6203313
    INTERVISTE E COMMENTI
    Gran Premio di Corea - Auguri Felipe, 150 volte Massa
    Fine settimana importante per il ferrarista Felipe Massa. Il brasiliano correrà infatti il suo 150esimo Gran Premio in carriera, 97 al volante della Ferrari...

    Sarà un fine settimana particolare per Felipe Massa. In Corea il brasiliano correrà infatti il suo 150esimo Gran Premio della carriera. Un anniversario importante e che accomuna il pilota alla Rossa del 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Una coincidenza bella quanto amara nei risultati. Il 150 non sembra infatti aver portato particolare fortuna al pilota e al team ma la strada è ancora lunga ed è Felipe stesso a dirlo, intervistato dalla Gazzetta dello Sport: "Posso fare molto meglio".

    Per Felipe un 2011 avaro di emozioni e soddisfazioni. Neanche un podio in stagione per un Felipe che in Corea salirà comunque sul gradino basso di un podio tutto Rosso, dei più fedeli del Cavallino Rampante. Felipe Massa, con 97 gare disputate si porta a cinque Gran Premi dal connazionale Barrichello. Irraggiungibile in presenze e risultati Michael Schumacher (180 Gp).

    "E' sicuramente un giorno importante per me. Ricordo la prima vittoria in Turchia nel 2006 e ricordo anche i momenti più difficili, dall'incidente in Ungheria all'arrivo in Brasile nel 2008. Il fatto che il titolo l'abbia poi vinto Hamilton purtroppo non dipendeva dal mio piazzamento"


    --------------
    Gran Premio di Corea - Alonso nervoso "Le novità? Sono sesto!"
    Raramente si è visto un Alonso così freddo e distaccato, segnale da non sottovalutare in casa Ferrari. Lo spagnolo al termine delle qualifiche è critico: "Le novità provate per il 2012? Sono sesto, non devo aggiungere altro"

    Ha sempre predicato ottimismo. Dal suo arrivo a Maranello alla disfatta di Barcellona, con tanto di doppiaggio e successivo ben servito al direttore Aldo Costa. Raramente si è visto un Fernando Alonso così deluso e amareggiato dal risultato in Corea. Un sesto posto deludente e un distacco, più di un secondo, che deve far riflettere, anche perché Alonso provava le prime novità per il 2012. Un alettone anteriore che non parte certo nel migliore dei modi.

    "Abbiamo portato delle novità per il 2012. I risultati? Sono sesto. Non ho altro da aggiungere a riguardo. Non posso essere felice di essere sesto ma questo è lo specchio della situazione odierna: McLaren e Red Bull sono più forti e non ci resta che giocarci il quinto e il sesto posto fra noi. Il sabato va così poi magari domani finisce come a Suzuka e ci ritroviamo a lottare per la vittoria"

    È un giorno triste in casa Ferrari, e non per i risultati in qualifica. Stefano Domenicali analizza così il sabato del Cavallino Rampante: "E' una giornata molto triste per tutta la squadra perché oggi ci ha lasciato Pasquale Danza, uno dei nostri, uno che lavorava alla Ferrari da tanto tempo con grandissima passione e dedizione: è a lui e ai suoi familiari che vanno in questo momento tutti i nostri pensieri, lo dico a nome di tutta la Scuderia. Potrete dunque capire come sia difficile in questo momento dover commentare la qualifica. Non possiamo certo essere sorpresi di questi piazzamenti perché siamo perfettamente consapevoli del potenziale che abbiamo a disposizione. Questo non significa che ci siamo rassegnati, tutt'altro. Soltanto otto giorni fa eravamo praticamente nelle stesse condizioni e poi, 24 ore dopo, abbiamo sfiorato la vittoria. Vediamo quindi come andranno le cose domani e poi tireremo le somme di questo fine settimana".

    Arriva anche il commento del brasiliano Felipe Massa: "Sono contento della mia prestazione odierna. Credo di aver fatto un buon giro nell'ultimo tentativo, dopo che nel primo di Q3 avevo usato lo stesso treno di gomme Supersoft di Q2. La mia sensazione è che stiamo migliorando anche il nostro rendimento del sabato ma ci restano quattro macchine davanti e quindi la posizione in griglia rimane più o meno sempre la stessa. Alla vigilia di questo Gran Premio c'era molta preoccupazione in merito al degrado degli pneumatici ma, almeno per quello che si è visto oggi, sembra essere inferiore alle aspettative. Vedremo come andranno le cose domani. Sono fiducioso: se non mi accadrà nulla di strano, come nelle ultime gare, allora penso che potremo fare un bel lavoro. Proprio qui, un anno fa, sono salito per l'ultima volta sul podio: magari stasera mi riguardo la gara, anche se le condizioni meteorologiche erano ben diverse rispetto a quelle che avremo domani. Infine, lasciatemi rivolgere una parola di cordoglio per due
    persone che ci hanno lasciato proprio oggi: una è Maria Martins Bassi, la nonna di mia moglie Raffaela, l'altra è Pasquale Danza, che ho conosciuto dieci anni fa quando arrivai alla Ferrari e con cui abbiamo condiviso tanti bei momenti".



    -------------
    Gran Premio di Corea - Hamilton "Bene ma i conti si fanno in gara"
    Lewis Hamilton torna a sorridere dopo settimane, mesi, di mezze delusioni e polemiche. L'inglese della McLaren ha finalmente rotto il dominio della Red Bull. Delusione per Schumacher vittima di un problema tecnico in Q2 e fuori dalla top ten

    Passerà alla storia come il pilota in grado di rompere il dominio Red Bull in un mondiale praticamente a senso unico. E come l'uomo in grado di scatenare le più accese discussioni. Lewis Hamilton è sinonimo di polemica e soprattutto spettacolo. L'inglese è il più veloce nel sabato di qualificazioni per il Gran Premio di Corea. Sua la pole e sua, di diritto la prima dichiarazione a caldo:

    "Sono felice e orgoglioso del lavoro del mio team. Devo dire grazie alla McLaren se oggi sono riuscito a battere le irraggiungibili Red Bull. Sono felice ma consapevole che i conti, in Formula Uno, si fanno solo alla fine della gara. Mi godo il momento perché devo dire che questa è la prima gioia dopo non so quante gare. Bene le qualifiche ma il bello arriverà domani"

    Corea amara per Sebastian Vettel, a caccia del record di pole stagionale di Nigel Mansell. Il campione del mondo si "accontenta" del secondo posto in griglia di partenza ma non sembra esserci tempo per le critiche e la delusione. Il tedesco si mostra addirittura soddisfatto: "Siamo stati più vicini del previsto. Le McLaren hanno dimostrato fin dalle prime libere di avere un ritmo incredibile e si pensava a un distacco maggiore in qualifica. In più non c'è da sottovalutare la strategia gomme. Abbiamo conservato le morbide e in gara la scelta della mescola e pit stop saranno fondamentali".

    Terzo tempo per quello che secondo molti è già il secondo pilota del mondiale, Jenson Button. L'inglese si piazza alle spalle del compagno di squadra Hamilton in attesa di attaccare domenica in gara: "Prima di tutto complimenti a Lewis perché ha fatto un lavoro fantastico ed è riuscito a spezzare il dominio della Red Bull. Purtroppo ho perso qualcosa nell'ultimo settore, non so se all'ultima curva è successo qualcosa con il limitatore di velocità, vedremo poi con i tecnici. Nonostante questo piccolo problema sono contento perché la monoposto ha risposto alla grande e rimane competitiva in vista della gara. Non posso pretendere di più dal team".

    Quarto posto per l'altra Red Bull di Marc Webber. L'australiano in questa ultima parte di stagione sembra non riuscire più a sorprendere e restare al livello del compagno di squadra Vettel. Anche in Corea qualche errore di troppo hanno complicato la prestazione del pilota: "E' stata decisiva la curva 3, ho perso un po' il posteriore lasciando qualche decimo. Decimi che non sono riuscito a recuperare negli altri settori. In gara sarà importantissimo il giusto impiego dei pneumatici. Il quarto posto alla fine può anche andar bene, naturalmente partire al fianco di uno come Button non è mai facile ma vedremo, la gara è lunga".

    Nonostante la delusione per essere rimasto fuori dalla top ten, Michael Schumacher non si mostra preoccupato e anzi mette in evidenza alcuni lati positivi: "Vorrei cominciare con le cose positive. Quando le cose vanno così è inutile piangersi addosso: per la gara di domani ho salvato ben due set di gomme. Per quanto riguarda il risultato di oggi chiaramente non possiamo essere contenti, in Q1 è andato tutto bene, purtroppo in Q2 ho cominciato a sentire delle vibrazioni strane. Per non peggiorare la situazione abbiamo quindi deciso di rientrare ai box e attendere. Purtroppo siamo rimasti fuori ma l'importante adesso sarà risolvere questi problemi per la gara di domani".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6204037
    GP Corea, nessuna penalità per Vettel per il taglio di chicane
    Sebastian Vettel ha evitato sanzioni per aver tagliato la chicane dopo il suo primo giro di qualifica al GP Corea. Il tedesco era stato convocato dai commissari dopo le qualifiche per aver utilizzato una via di fuga tra la curva 4 e la curva 6.

    Ma dall’indagine dei commissari è emerso che il tedesco non ha ottenuto alcun vantaggio e quindi non gli è stata comminata alcuna penalità.

    Vettel partirà quindi dalla seconda posizione alle spalle di Lewis Hamilton e davanti a Jenson Button.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6204039
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6204410
    Gran Premio di Corea - Sempre e solo Vettel, quinto Alonso
    Sebastian Vettel non si ferma più. Il bicampione del mondo continua la sua marcia trionfale vincendo il Gran Premio di Corea davanti a Lewis Hamilton e il compagno di squadra Mark Webber. Alla Red Bull anche il mondiale costruttori
    Red Bull Formula One driver Sebastian Vettel of Germany celebrates after winning the the South Korean F1 Grand Prix at the Korea International Circuit in Yeongam, October 16, 2011 - 0

    Sebastian Vettel ormai ci ha preso gusto. Il tedesco corre, vince e si diverte. Neanche il secondo titolo mondiale sembra aver messo un freno alla sua voglia di stupire. E così anche la Corea entra nella lunga lista di paesi "conquistati" dalla Red Bull. Red Bull che grazie al primo posto di Vettel e il terzo di Webber si conferma miglior team di Formula Uno. Secondo posto per Lewis Hamilton che risponde alla critiche, alle polemiche e alle tante voci sul futuro dell'inglese con una gara praticamente perfetta. Bellissimo il finale con Hamilton che resiste agli attacchi di Mark Webber (visibilmente e stranamente deluso sul podio).

    In partenza delude solo Jenson Button che ci mette un po' di giri a prendere confidenza. Parte bene Vettel, partono meglio Webber e Massa. Alonso per una volta si accontenta di mantenere la posizione non prendendosi eccessivi rischi. E così dopo pochi giri si delinea già l'andamento di una gara che troverà nel finale il suo punto più interessante. Il campione del mondo vola via fin da subito, Hamilton lotta per tenere il ritmo e con eccessivo sottosterzo fin dai primi giri.

    A scatenare la bagarre e impennare i punti spettacolo ci pensa ancora una volta un pilota della McLaren. Jenson Button e Nico Rosberg si affrontano senza esclusione di colpi ai box e soprattutto in uscita, a l rientro in pista con l'inglese che supera senza problemi il tedesco. Proprio il primo pit stop consente di spezzare anche il tentativo di Webber di creare un tappo tra Vettel e il resto del gruppo. Ad aiutare Webber ci pensa anche Felipe Massa.

    E proprio Felipe Massa diventa, a mio parere, il vero protagonista della domenica coreana. Alonso gira su ottimi tempi ma per oltre mezza gara la Ferrari decide di non intervenire e ci vuole un ritardo al pit stop del brasiliano per permettere allo spagnolo di sbarazzarsi del brasiliano. Perché? È vero, Massa ha girato anche meglio di Alonso ma parliamo di piccole frazioni di gara. Una volta liberatosi di Massa l'asturiano ha cominciato a volare e guadagnare decimi su decimi su Jenson Button. Ma ormai la corsa era cominciata troppo tardi e ha fatto uno strano effetto sentire Fernando, a quattro giri dal termine, annunciare la resa. No, parliamo di una scelta strategica abbastanza ambigua. Alonso doveva avere strada libera molto prima.

    Tornando alla gara è ancora una volta la safety car a rendere più interessanti le cose. Petrov e Schumacher si toccano ed escono, detriti in pista e tutti i distacchi si annullano. Vettel resta al comando ma per il tedesco, complici le gomme, diventa difficile prendere vantaggio. A emozionare ci pensano così i soliti noti. Lewis Hamilton resiste agli attacchi di Webber, Alonso comincia una cavalcata da record su Button. Insomma, un finale che vede quattro piloti in tre secondi. Da vedere e rivedere il sorpasso e controsorpasso di Hamilton e Webber con l'australiano che alla fine si vede costretto alla resa. Nella battaglia coreana si inseriscono di gran forza le due Toro Rosso, a conferma dell'interessante crescita del team. Alguersuasi chiude al settimo posto, alle spalle di Massa. Buemi nono subito dietro l'unica Mercedes rimasta in pista, quella di Nico Rosberg, in crisi su gomme soft.

    In Corea arriva quindi il decimo successo stagionale per Sebastian Vettel. Al tedesco il merito di mantenere comunque vivo uno splendido mondiale. Alla Red Bull (anche!) il titolo costruttori. Tutto meritato, tutto perfetto. Adesso non ci resta che goderci la lotta per il "secondo mondiale" con Button che porta a dieci i punti di vantaggio su Fernando Alonso. Tre le lunghezze tra Webber e lo spagnolo. È questo il mondiale forse più "vero", sicuramente più esaltante.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com

    ------------
    Risultati completi gara
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/

  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6204411
    Classifica mondiale piloti

    1 Sebastian Vettel (Red Bull) 349
    2 Jenson Button (McLaren) 222
    3 Fernando Alonso (Ferrari) 212
    4 Mark Webber (Red Bull) 209
    5 Lewis Hamilton (McLaren) 196
    6 Felipe Massa (Ferrari) 98
    7 Nico Rosberg (Mercedes) 67
    8 Michael Schumacher (Mercedes) 60
    9 Vitaly Petrov (Renault) 36
    10 Nick Heidfeld (Renault) 34
    11 Adrian Sutil (Force India) 28
    12 Kamui Kobayashi (Sauber) 27
    13 Jaime Alguersuari (Toro Rosso) 22
    14 Paul Di Resta (Force India) 21
    15 Sebastien Buemi (Toro Rosso) 15
    16 Sergio Perez (Sauber) 13
    17 Rubens Barrichello (Williams) 4
    18 Bruno Senna (Renault) 2
    19 Pastor Maldonado (Williams) 1
    20 Timo Glock (Virgin) 0
    21 Vitantonio Liuzzi (Hispania) 0
    22 Narain Karthikeyan (Hispania) 0
    23 Jerome d'Ambrosio (Virgin) 0
    24 Jarno Trulli (Lotus) 0
    25 Heikki Kovalainen (Lotus) 0
    26 Karun Chandhok (Lotus) 0
    27 Pedro de la Rosa (Sauber) 0
    28 Daniel Ricciardo (Toro Rosso) 0

    ---------
    Classifica mondiale costruttori
    1 Red Bull 558
    2 McLaren 418
    3 Ferrari 310
    4 Mercedes 127
    5 Renault 72
    6 Force India 49
    7 Sauber 40
    8 Toro Rosso 37
    9 Williams 5
    10 Lotus 0
    11 Hispania 0
    12 Virgin 0
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6204432
    INTERVISTE E COMMENTI
    Gran Premio di Corea - Vettel "Red Bull continuerà a spingere"
    Il primo a parlare in Corea è Michael Schumacher, protagonista di un incidente con il russo della Lotus Renault Petrov. Vettel e Webber esaltano la squadra campione del titolo costruttori. Hamilton si gode il secondo posto dopo settimane di polemiche

    Sebastian VETTEL "E' bello vedere che tutta la squadra continua a spingere. La qualificazione non è andata benissimo ma oggi in gara la monoposto è stata semplicemente fantastica. Con la safety car Lewis si è avvicinato ma alla fine, dopo un po' di problemi con le gomme, ho ripreso un po' di vantaggio. Dopo il titolo piloti arriva anche il titolo costruttori e non posso non ringraziare tutti. Come squadra abbiamo dimostrato di essere i migliori. Un grazie speciale anche alla Renault per il gran lavoro fatto. Sono contentissimo"

    Lewis HAMILTON "E' andata bene. Ho vinto la battaglia con Webber che ha guidato in modo splendido. In gara ho dovuto lottare contro Mark e contro il sottosterzo ma non posso lamentarmi. Una gran gara".

    Mark WEBBER "Oggi è la giornata della squadra. Abbiamo vinto il titolo costruttori al termine di un anno incredibile. Per quanto riguarda la gara ho guidato bene e sono deluso solo per non essere riuscito a passare Hamilton per il secondo posto. Alla fine sono contento della lotta e del risultato"

    Jenson BUTTON "Peccato, ho frenato tardi alla curva numero 3. Per il resto non posso lamentarmi di nulla. Anche in gara il ritmo è stato buono".

    Michael SCHUMACHER "Peccato, oggi potevamo andare a punti e invece è finita così ma siamo uomini e quindi sbagliamo. Le corse sono così, basta una frazione di secondo, sbagli e ti ritrovi fuori"

    Martin WHITMARSH (Team Principal McLaren) - "Sono orgoglioso dei miei piloti. Lewis ha fatto un gran bel lavoro per tenersi alle spalle Webber. La Red Bull ha vinto il titolo costruttori e a loro tutti i complimenti. A questo punto ci concentreremo esclusivamente sul 2012".


    -------------
    Gran Premio di Corea - Alonso "In gara Ferrari a livello dei primi"
    Gran passo di gara per la Ferrari in gara ma a rovinare i piani per la Rossa sono state le qualifiche ben al di sotto del previsto. A confermarlo è Stefano Domenicali al termine del Gran Premio di Corea

    Fernando ALONSO "Red Bull e McLaren hanno qualcosa in più. Noi soffriamo molto in qualifica, anche perché in gara dimostriamo sempre di essere all'altezza. Questo è lo specchio della stagione e non possiamo che continuare a lavorare".

    Felipe MASSA "Potevo chiudere meglio. All'inizio eravamo tutti li, poi con le gomme più dure abbiamo preso un ottimo ritmo. Ho perso molto tempo ai pit stop, ho perso posizioni e questo ha complicato le cose. La partenza è stata ottima".

    Stefano DOMENICALI "A parte Vettel le macchine oggi erano molto vicini e la safety car ha aiutato a creare questa situazione. Purtroppo siamo stati ben al di sotto delle aspettative in qualifica, niente da dire sul ritmo di gara. Per l'alettone anteriore nuovo abbiamo preso tanti dati, è stato importante provare ma il lavoro da fare è ancora tanto"



    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6205841
    GP Corea: Multa di 5mila euro alla HRT
    Il team HRT è stato multato di 5.000 euro per aver fatto ripartire in modo non sicuro Daniel Ricciardo durante il suo pitstop nel Gran Premio di Corea.

    Il pilota australiano dopo un suo pit-stop è stato fatto ripartire mentre sopraggiungeva un’altra vettura creando quindi una situazione di pericolo. Al termine della gara, i commissari hanno deciso di infliggere una multa alla squadra spagnola.

    Ricciardo ha finito in 19ma posizione, alle spalle della Virgin Timo Glock.


    ---------------
    Vitaly Petrov sarà penalizzato di cinque posizioni nel Gran Premio d’India
    A Vitaly Petrov è stata comminata una penalità per l’incidente che ha causato, coinvolgendo il pilota della Mercedes GP, Michael Schumacher, nel Gran Premio di Corea.

    Il pilota della Renault era in battaglia con Fernando Alonso nel lungo rettilineo del tracciato di Yeongam, in seguito alla prima serie di pit stop. Il russo è arrivato lungo alla Curva 16, facendo sbagliare anche il pilota della Ferrari. I due sono arrivati troppo veloci: Alonso è riuscito ad evitare le monoposto più lente davanti a lui, mentre Petrov, senza via d’uscita, si è scontrato con l’ala posteriore del tedesco Schumacher. Entrambi i piloti sono stati costretti al ritiro.

    Petrov è stato convocato dai commissari dopo la gara e, in seguito ad un’indagine, è stato deciso di infliggergli una penalità, che prevede la retrocessione di cinque posizioni nella griglia di partenza del prossimo Gran Premio d’India.



    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6205845

  F1 2011: Gp di Corea

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina