1.     Mi trovi su: Homepage #6203276
    Il nuovo connubio arte visiva europea (in questo caso nostrana) + Budget e mezzi ammeregani

    (Dannato Sorrentino mi istighi a star sveglio fino a quest' ora, per scrivere una sceneggiatura :D )

    Domani comunque andrò a vederlo con queste mie supposizioni

    1) I Road movie se fatti bene creano sempre interessanti idee in ambito narrativo e fotografia.
    2) Quando si cita Robert Smith il successo è sempre assicurato. :toghy:
    3) Sean Penn.
    4) Sorrentino + Il Divo + scena finale del Divo = pianto di gioia per chi spera come me in una rivoluzione dal punto di vista produttivo nel cinema italiano, rivoluzione che grazie alle nuove Red abbatteranno si spera i costi proibitivi per le produzioni Indipendenti.
    5) Sembra interessante la fotografia e la C.C.
    6) Iggy Pop - The passenger, come soundtrack vale il 20% del biglietto.



    Chi di voi andrà a vederlo?
    http://www.johndoeband.com/
  2. Da cosa partirà?  
        Mi trovi su: Homepage #6203374
    Hanamichi_83Chi di voi andrà a vederlo?

    eccomi! ci vado domani sera!
    /!\Il Multipiatta Sanguinario di Next-game/!\
    "Onestamente Meno, mi sei molto simpatico, e ti leggo spesso con piacere, ma qui stai facendo un pò una figura da cioccolataio "
    "la tua crescita è costante, la ps3 ti ha reso un giocatore migliore Meno, ma credo anche un uomo migliore, più sereno."
  3.     Mi trovi su: Homepage #6204490
    Hanamichi_83Il nuovo connubio arte visiva europea (in questo caso nostrana) + Budget e mezzi ammeregani

    (Dannato Sorrentino mi istighi a star sveglio fino a quest' ora, per scrivere una sceneggiatura :D )

    Domani comunque andrò a vederlo con queste mie supposizioni

    1) I Road movie se fatti bene creano sempre interessanti idee in ambito narrativo e fotografia.
    2) Quando si cita Robert Smith il successo è sempre assicurato. :toghy:
    3) Sean Penn.
    4) Sorrentino + Il Divo + scena finale del Divo = pianto di gioia per chi spera come me in una rivoluzione dal punto di vista produttivo nel cinema italiano, rivoluzione che grazie alle nuove Red abbatteranno si spera i costi proibitivi per le produzioni Indipendenti.
    5) Sembra interessante la fotografia e la C.C.
    6) Iggy Pop - The passenger, come soundtrack vale il 20% del biglietto.



    Chi di voi andrà a vederlo?

    Eccomi! Se riesco a convincere il marito, ci vado martedì :D
    The passenger ormai l'ascolto a profusione da giorni e giorni... :*)
    Quando ho sentito che Sorrentino dirigeva Sean Penn, mi son troppo incuriosita e il trailer è proprio bello, DEVO vederlo sto film!!!!!
  4. Da cosa partirà?  
        Mi trovi su: Homepage #6206049
    visto ieri sera, sala stra-piena.
    viaggio (interiore) di un sean penn che pare un edward mani di forbice che imita robert smith dei cure :D
    colonna sonora, personaggi e paesaggi suggestivi, ma è come se gli mancasse qualcosa alla fine.
    non so, non mi ha lasciato del tutto soddisfatto.
    /!\Il Multipiatta Sanguinario di Next-game/!\
    "Onestamente Meno, mi sei molto simpatico, e ti leggo spesso con piacere, ma qui stai facendo un pò una figura da cioccolataio "
    "la tua crescita è costante, la ps3 ti ha reso un giocatore migliore Meno, ma credo anche un uomo migliore, più sereno."
  5.     Mi trovi su: Homepage #6206245
    Meno D Zerovisto ieri sera, sala stra-piena.
    viaggio (interiore) di un sean penn che pare un edward mani di forbice che imita robert smith dei cure :D
    colonna sonora, personaggi e paesaggi suggestivi, ma è come se gli mancasse qualcosa alla fine.
    non so, non mi ha lasciato del tutto soddisfatto.

    :-| :'(
  6.     Mi trovi su: Homepage #6207600
    Leda :-| :'(
    Diciamo che è il problema tipico di un qualsiasi regista Europeo quando si vede budget stratosferici come quelli hollywoodiani (anche se questo film è da considerarsi a basso budget per gli standard americani).

    Si hanno troppe idee da buttare in pentola, troppi sogni, troppi desideri e a volte finisce che che tralasci la linea narrativa lineare ma efficace, come solo un buon cinema di narrazione sa fare, e ti rivolgi ad un diverso tipo di cinema quello delle sensazioni, un cinema da vivere interiormente nel senso "ristretto" del termine , ciò diventa alla fine opera di gratificazione personale, ma poi a livello di comunicazione si finisce sempre con l'avvertire la sensazione del "manca qualcosa" .


    Inizio stupendo (almeno per uno come me che adora le intro con musiche minimali e piani sequenza lentissimi)
    La fotografia è sublime
    Idem per la scelta delle inquadrature sensazionali.
    I piani sequenza son funzionali con carrellate verso il volto di Penn eccellenti.
    Il cambiamento dei colori dalla prima alla seconda fase mi piace ed è funzionale.
    I dettagli son superflui e distraggono spesso lo spettatore.
    Spettatore che l'attimo prima viene incanalato presso una precisa idea di narrazione interiore, l'attimo dopo viene sballottato, fatto uscire fuori strada e poi riportato sulla linea iniziale, certo, per fortuna siamo ai livelli di pazziaAndrzej Zulawsky ai tempi di Possession :lol:
    Sorrentino gioca anche sui monologhi del protagonista per dargli un' aria più incisiva, crea ad hoc una personalità con disturbo bipolare che dimostra grande saggezza e anche se qualche volta alcune situazioni non "funzionano" , l'esperienza di Penn corregge i piccoli errori d' eccessiva "induzione catartica".

    Parte lento forse un po troppo per il pubblico standard italiano, per poi migliorare verso la fine e trovare gli agganci narrativi giusti con la prima parte del film per poter dare la sensazione di linearità necessaria.

    Alcune parti son veramente emozionanti e non vi sto a dire quali ;)


    Tirando le somme, penso che l'opera di Sorrentino sia godibile da un punto di vista della "fidelizzazione" ovvero assaporare il film ogni tanto e non rilegarlo in un angolo dopo averlo visto la prima volta.
    E' la tipica storia che mostra tante altre storie quando lo si rivede.

    Da parte mia consigliato, perchè quando un film ti fa scrivere mezza pagina di critiche e lodi, riesce sempre a farsi ricordare con piacere.


    Bravo Sorrentino, continuiamo cosi :clap:

    (e nel caso volessi una mano per qualche progetto son a disposizione :toghy: :|3 :mmh: )
    http://www.johndoeband.com/
  7.     Mi trovi su: Homepage #6209003
    Hanamichi_83Diciamo che è il problema tipico di un qualsiasi regista Europeo quando si vede budget stratosferici come quelli hollywoodiani (anche se questo film è da considerarsi a basso budget per gli standard americani).

    Si hanno troppe idee da buttare in pentola, troppi sogni, troppi desideri e a volte finisce che che tralasci la linea narrativa lineare ma efficace, come solo un buon cinema di narrazione sa fare, e ti rivolgi ad un diverso tipo di cinema quello delle sensazioni, un cinema da vivere interiormente nel senso "ristretto" del termine , ciò diventa alla fine opera di gratificazione personale, ma poi a livello di comunicazione si finisce sempre con l'avvertire la sensazione del "manca qualcosa" .


    Inizio stupendo (almeno per uno come me che adora le intro con musiche minimali e piani sequenza lentissimi)
    La fotografia è sublime
    Idem per la scelta delle inquadrature sensazionali.
    I piani sequenza son funzionali con carrellate verso il volto di Penn eccellenti.
    Il cambiamento dei colori dalla prima alla seconda fase mi piace ed è funzionale.
    I dettagli son superflui e distraggono spesso lo spettatore.
    Spettatore che l'attimo prima viene incanalato presso una precisa idea di narrazione interiore, l'attimo dopo viene sballottato, fatto uscire fuori strada e poi riportato sulla linea iniziale, certo, per fortuna siamo ai livelli di pazziaAndrzej Zulawsky ai tempi di Possession :lol:
    Sorrentino gioca anche sui monologhi del protagonista per dargli un' aria più incisiva, crea ad hoc una personalità con disturbo bipolare che dimostra grande saggezza e anche se qualche volta alcune situazioni non "funzionano" , l'esperienza di Penn corregge i piccoli errori d' eccessiva "induzione catartica".

    Parte lento forse un po troppo per il pubblico standard italiano, per poi migliorare verso la fine e trovare gli agganci narrativi giusti con la prima parte del film per poter dare la sensazione di linearità necessaria.

    Alcune parti son veramente emozionanti e non vi sto a dire quali ;)


    Tirando le somme, penso che l'opera di Sorrentino sia godibile da un punto di vista della "fidelizzazione" ovvero assaporare il film ogni tanto e non rilegarlo in un angolo dopo averlo visto la prima volta.
    E' la tipica storia che mostra tante altre storie quando lo si rivede.

    Da parte mia consigliato, perchè quando un film ti fa scrivere mezza pagina di critiche e lodi, riesce sempre a farsi ricordare con piacere.


    Bravo Sorrentino, continuiamo cosi :clap:

    (e nel caso volessi una mano per qualche progetto son a disposizione :toghy: :|3 :mmh: )

    Visto stasera e devo dire che ti quoto su tutto o quasi. L'ho trovato lento e " telefonato " in alcune parti , le musiche stupende, Penn è bravissimo, ma è il personaggio di Cheyenne che non mi convince del tutto, sicuramente lo rivedrò in dvd, comunque consigliato ;)

  This Must Be The place L' ITalia che vorrei (?)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina