1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6206399
    E anche questo week-end si ritorna in pista, per un nuovo appuntamento del Motomondiale classi 125, Moto2 e MotoGp
    Questo fine settimana dal circuito di Sepanga seguiremo il Gp di Malesia :D
    Presentazione a cura di: http://www.pianetariders.it
    Il motomondiale approda sull’asfalto rovente di Sepang per il penultimo appuntamento della stagione. Con il titolo oramai assegnato, i piloti scenderanno in pista liberi da fardelli e con l’intenzione di scatenarsi (e divertirsi) tra i cordoli malesi.

    Casey Stoner -- potete starne certi -- non farà nulla per favorire gli avversari e lasciargli spazio nonostante il mondiale già in tasca. Ma l’Australiano dovrà vedersela con gli assalti di avversari coriacei e motivati a partire dai suoi compagni di squadra Pedrosa e Dovizioso.
    E se l’assenza di Jorge Lorenzo toglierà inevitabilmente un po’ di pepe al week-end, potrebbe pensarci un ritrovato SuperSic a infarcire la trasferta mediorientale con la giusta dose di spezie.

    Più difficili, invece, le cose per Valentino Rossi. La Ducati continua il suo percorso di avvicinamento al 2012 fatto oramai più di test che di competizione vera e propria. Per non parlare del fatto che il Dottore lamenta ancora fastidi al dito infortunato a Motegi. Un vero peccato, se si pensa alle 6 vittorie collezionate da Vale a Sepang nella classe regina.


    Scopriamo il circuito. Prima caratteristica di rilievo è l’estrema variabilità climatica che interessa la zona. Facile passare in un batter d’occhio dal caldo afoso ad autentici acquazzoni tropicali. Circostanza, questa, che team e piloti dovranno tenere in debita considerazione nel preparare la gara. Il Sepang International Circuit è stato costruito nel 1999, ed è considerato unanimemente uno dei circuiti “di riferimento” per l’intera MotoGp. Strutture moderne, servizi adeguati, ed un tracciato dal disegno particolarmente azzeccato, con i suoi 5.540 metri caratterizzati da curve secche e da due lunghi rettilinei uniti da un lento tornante; occasione, quest’ultimo, per sorpassi spettacolari. Ma gustiamoci questa pista con un simpatico giro “virtuale” tra i cordoli malesiani.


    ORARI TV
    Venerdi 21-10-2011:
    **ore 3.15-3.55, Prove libere 1, 125
    **ore 4.10-4.55, Prove libere 1, Moto GP
    **ore 5.10-5.55, Prove libere 1, Moto 2
    **ore 7.15-7.55, Prove libere 2, 125
    **ore 8.10-8.55, Prove libere 2, Moto GP
    **ore 9.10-9.55, Prove libere 2, Moto 2

    Sabato 22-10-2011:
    ore 1.30, Prove libere, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), sintesi
    **ore 3.15-3.55, Prove libere 3, 125
    **ore 4.10-4.55, Prove libere 3, Moto GP
    **ore 5.10-5.55, Prove libere 3, Moto 2
    **ore 7.00-7.40, Qualifiche, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 7.55-8.55, Qualifiche, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 9.10-9.55, Qualifica 2, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

    Domenica 23-10-2011:

    **ore 4.40-5.00, Warm Up, 125
    **ore 5.10-5.30, Warm Up, Moto 2
    **ore 5.40-6.00, Warm Up, Moto GP
    **ore 7.00, Gara, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 8.15, Gara, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    **ore 10.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
    ore 11.00, Fuori giri, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY)
    ore 14.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), replica


    **Questi eventi saranno trasmessi in diretta su Mediaset Premium


    L'ora indicata è riferita all'inizio dell'evento, ed è l'ora italiana
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6209130
    Pubblicata la lista delle squadre Moto2 e Moto3 per il 2012
    Dopo i meeting di Motegi e Phillip Island, è stata rilasciata la lista delle 20 squadre accettate per la nuova categoria Moto3, che entrerà in vigore nel 2012, e quella delle 20 squadre accettate per la classe Moto2. Entrambi gli elenchi sono soggetti a conferma finale.

    Il Comitato di Selezione, composto da delegati FIM, IRTA e Dorna, si è riunito in occasione del Gran Premio del Giappone e di quello d'Australia per analizzare le richieste pervenute da parte dei team interessati a partecipare nelle categorie Moto2 e Moto3 per la prossima stagione 2012.

    Soggetta a conferma finale, dove si terrà conto dei piloti contrattati, la lista delle richieste accettate è la seguente:

    Moto3 - 20 squadre con 32 piloti previsti
    1. Ajo Motorsport Red Bull
    2. Avant Airasia Ajo

    3. Bankia Aspar Team

    4. By Queroseno Racing

    5. Caretta Technology (Techno Racing)

    6. CBC Corse

    7. Gresini Racing

    8. Ioda Racing Project

    9. Mahindra Racing Team

    10. Monlau Competicion

    11. Moto FGR

    12. Moto Racing Matteoni

    13. MZ Motor Co

    14. Racing Team Germany

    15. RW Racing GP BV

    16. Team Italia FMI

    17. Team Machado

    18. Technomag CIP

    19. TT Motion Events Racing

    20. Worldwide Communications (Phonica Racing)

    Squadra di riserva: Technomag CIP – Richiesta una seconda piazza

    Classe Moto2 - 20 squadre con 32 piloti previsti
    1. Forward Racing
    2. Gresini Racing

    3. GP Team Switzerland

    4. Ioda Racing Project

    5. Italtrans Racing Team

    6. JIR Moto2

    7. Kiefer Racing

    8. Mapfre Aspar Moto2

    9. Marc VDS Moto2GP

    10. Monlau Competicion

    11. MZ Motor

    12. Pons Racing

    13. QMMF Racing Team

    14. Racing Team by Queroseno

    15. Speed Master

    16. Speed Up

    17. Stop and Go Racing Team

    18. Technomag CIP

    19. Tech 3

    20. TT Motion Events

    Squadra di riserva: Bainet Sport

    Durante il Gran Premio Generali de la Comunitat Valenciana si terrà l'incontro finale dopo il quale verrà rilasciata la lista definitiva delle squadre Moto2 e Moto3 per la stagione 2012.



    Fonte: http://www.motogp.com/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212476
    I numeri dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix
    I fatti e le statistiche più interessanti in vista dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix.

    995.5 – Con il sesto posto del GP australiano, il totale dei punti accumulati in carriera da Nicolas Terol giunge a quota 995.5. Una chiusura fra i primi 11 darebbe la possibilità al pilota spagnolo di superare la soglia dei 1000 punti nella sua avventura in 125. Prima di lui solo altri cinque piloti: Noboru Ueda, Kazuto Sakata, Angel Nieto, Fausto Gresini e Jorge Martinez.

    380 – Honda ha conquistato il Titolo Costruttori nel GP d'Australia, il 18º nella massima categoria. Honda può ora contare su 380 punti nel Campionato Costruttori, e con ancora due round da disputare ci sono buone probabilità che venga superato il numero di punti più alto fatto registrare da Yamaha (404).

    58 – In Australia Casey Stoner è salito per la 58esima volta sul podio nella classe regina, lo stesso numero di volte fatto segnare da Randy Mamola nella sua carriera. Solo cinque piloti possono vantare un maggior numero di podi nella massima categoria: Valentino Rossi, Mick Doohan, Giacomo Agostini, Eddie Lawson e Wayne Rainey.

    32 – Trentaduesima vittoria in MotoGP per Casey Stoner in Australia, vale a dire un successo in più rispetto a quanto fatto registrare da Eddie Lawson durante la sua carriera. Grazie a questo traguardo Stoner occupa la quinta posizione nella lista del numero di vittorie raggiunte da tutti i piloti della storia del Campionato del Mondo, dopo Valentino Rossi, Giacomo Agostini, Mick Doohan e Mike Hailwood.

    25 – Nico Terol può al momento contare su un vantaggio di 25 punti dal rivale Johann Zarco. Il pilota Bankia Aspar potrà quindi mettere mano sul titolo già nel fine settimana di Sepang. L'unica maniera a disposizione di Zarco per mettere i bastoni tra le ruote allo spagnolo, è quella di chiudere la gara almeno con una posizione in più. Se entrambi i piloti non dovessero superare il traguardo di Sepang, Terol verrebbe comunque proclamato nuovo Campione del Mondo per il maggior numero di vittorie fatte segnare quest'anno.

    20 – Il pilota malese 125 Zulfahmi Khairuddin festeggerà il suo 20º compleanno nel giorno che anticipa l'inizio del fine settimana dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix.

    14 – Il trionfo di Sandro Cortese in terra australiana coincide con la 14esima vittoria dell'anno per Aprilia in 125. Questo risultato eguaglia l'attuale record del maggior numero di vittorie nella classe cadetta fatto registrare da un costruttore in una singola stagione. Record fatto segnare da Aprilia stessa nel 2007 e ripetuto nel 2009.

    11 – In Australia Casey Stoner è scattato dalla pole position per l'11esima volta in questa stagione. Solo Mick Doohan è riuscito a fare meglio, conquistando 12 pole in 500cc nel 1997.

    10 – Nel primo giorno di libere del GP della Malesia saranno passati esattamente dieci anni dalla vittoria della gara 250cc di Sepang di Daijiro Kato che gli valse il titolo mondiale della categoria.

    3 – Stefan Bradl, attualmente leader della classifica generale Moto2 con 3 punti di vantaggio su Marquez, potrebbe fregiarsi del titolo di Campione del Mondo già in Malesia. Per riuscire nell'impresa il tedesco, oltre a vincere la gara, dovrebbe sperare in un bottino inferiore ai 3 punti per Marquez.

    2 – Sepang è uno dei due circuiti attuali dove Honda non ha ancora vinto in MotoGP durante l'era 800cc (l'altro è Assen). L'ultima vittoria di Honda a Sepang nella classe regina risale al 2003 con Valentino Rossi.

    2 – Sepang è uno dei due circuiti attuali dove Casey Stoner non è mai partito dalla pole (l'altro è Estoril).



    Fonte: http://www.motogp.com/
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212482
    Classe 125 -- Terol ad un passo dal titolo
    Solo Johann Zarco può fermare lo spagnolo lanciato nella corsa al titolo 2011 che potrebbe già arrivare in questo fine settimana in occasione dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix.

    Dopo una battaglia durata un'intera stagione, quella di Sepang potrebbe essere la gara decisiva per l'assegnazione dell'ultimo titolo 125 in assoluto. Con l'introduzione della nuova categoria Moto3 a partire dal 2012, il nome del Campione del Mondo 125 di quest'anno rimarrà impresso nella storia del motociclismo mondiale come l'ultimo di un importante capitolo.

    Lo spagnolo Nico Terol domina la classifica in prima posizione e già in questo fine settimana potrebbe laurearsi Campione del Mondo. Il suo unico rivale nella corsa al titolo, il francese Johann Zarco, occupa attualmente la seconda piazza della classifica generale a 25 punti dal pilota Bankia Aspar, e se lo spagnolo chiuderà la gara di domenica prossima davanti al pilota Avant-AirAsia-Ajo sarà incoronato Campione. Anche nel caso in cui entrambi i piloti non dovessero tagliare il traguardo, Terol conquisterebbe comunque il titolo grazie al maggior numero di vittorie fatte registrare nel corso della stagione. Zarco non sarà però un avversario facile da battere, e Terol dovrà mantere la concentrazione spingendo al massimo per raggiungere il traguardo finale.

    Titolo a parte, nel prossimo fine settimana Terol potrebbe superare la soglia dei 1000 punti nella sua carriera 125, un obiettivo raggiunto da solo altri cinque piloti prima di lui.

    Mentre i due si concentrano sul titolo, Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) cercherà di consolidare la terza piazza della classifica generale conquistata con l'ultima vittoria australiana. Il pilota tedesco, che prima di questa stagione non aveva mai vinto un GP e che ora ne può vantare due con il proprio nome, ha portato a 14 il numero di successi stagionali in 125 per Aprilia, eguagliando il record precedentemente detenuto dalla casa italiana nel 2007 e nel 2009.

    Il rookie Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) quasi sicuramente concluderà con il 4º posto questa straordinaria stagione di debutto, anche se lo spagnolo matematicamente potrebbe ancora scalzare Cortese dalla terza piazza visto che solo 7 punti separano i due con ancora due prove da disputare.

    La questione sul 5º piazzamento rimane ancora aperta con Hector Faubel (Bankia Aspar), Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) e Jonas Folger (Red Bull Ajo Motorsport) pronti a giocarsela, anche se Luis Salom (RW GP Racing) grazie alla matematica potrebbe ancora entrare nella mischia. Lo spagnolo si è sempre mantenuto costante nei risultati per tutta la durata del Campionato, sottolineando il lavoro svolto con il secondo podio della sua carriera conquistato in Australia.

    Zulfahmi Khairuddin (Avant-AirAsia-Ajo) proverà a regalare una bella gara al suo pubblico, e sarà accompagnato in pista da un altro pilota malese, la wildcard Muhamad Farid Badrul Hisham, in sella ad una Derbi per il team AirAsia SLC EVO.



    Fonte: http://www.motogp.com/
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212483
    Classe Moto2 -- Tutto ancora da decidere in Moto2
    Dopo aver riguadagnato la testa della classifica con soli tre punti da Marc Marquez, Stefan Bradl ed il suo rivale spagnolo si daranno di nuovo battaglia nel prossimo weekend di Sepang.

    Con il titolo MotoGP già nelle mani di Casey Stoner e la classe 125 dominata da Nico Terol, la categoria intermedia resta la più equilibrata delle tre, con soli 3 punti a separare i due contendenti al titolo Stefan Bradl e Marc Marquez, chiamati ad affrontare il penultimo round della stagione, lo Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix.

    Domenica scorsa entrambi i piloti sono saliti sul podio di Phillip Island, con Bradl (Viessmann Kiefer Racing) secondo alle spalle del vincitore Alex De Angelis (JiR Moto2) nonostante l'ultimo giro ad alto rischio dove quasi finisce sull'asfalto, e Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol) protagonista di un'incredibile rimonta che dal fondo della griglia di partenza lo vede chiudere con il 3º piazzamento finale.

    Il titolo si potrebbe già decidere in questo weekend nel caso in cui Bradl tagliasse per primo il traguardo e Marquez concludesse la gara con meno di tre punti. Un'eventualità del genere risulta poco probabile e quasi sicuramente tutto verrà deciso nell'appuntamento finale di Valencia, una quindicina di giorni dopo Sepang. La coppia di piloti ha fatto registrare grandi cose lo scorso anno in Malesia, con Bradl partito dalla 22esima posizione della griglia e giunto 7º sulla linea d'arrivo della gara Moto2, e Marquez sul gradino più alto del podio 125 dopo una partenza dalla pole.

    Nonostante tutti gli occhi siano puntati all'emozionante battaglia in corso al vertice, un'altra avvincente lotta si sta consumando poche posizioni sotto. Forte della sua prima vittoria stagionale sull'incantevole tracciato di Phillip Island, De Angelis (JiR Moto2) ha ristretto il gap che lo separava dal terzo classificato Andrea Iannone (Speed Master) a soli 8 punti: si preannuncia quindi un duello carico di adrenalina per la conquista dell'ultimo posto disponibile in top3.

    Stesso scenario per il quinto piazzamento della classifica generale, dove a contenderselo troviamo Simone Corsi (Ioda Racing Project), Thomas Lüthi (Interwetten Paddock Moto2) e il rookie Bradley Smith (Tech 3),tutti racchiusi in un intervallo di soli 6 punti. Yuki Takahashi (Gresini Racing) occupa l'ottava posizione con gli spagnoli Esteve Rabat (Blusens-STX) e Aleix Espargaró (Pons HP 40) a completare la top ten, mentre solo un punto sotto è pronto al salto nel gruppo di testa lo svizzero Dominique Aegerter (Technomag-CIP).

    Presenti anche due wildcard sullo schieramento Moto2, con i malesi Zamri Baba e Hafizh Syahrin in sella alle Moriwaki per il team Petronas Malaysia.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212486
    Classe MotoGp -- Sepang accoglie il Campione del Mondo Stoner
    Al via nel fine settimana il penultimo appuntamento della stagione 2011, lo Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix, con il nuovo Campione del Mondo MotoGP 2011 Casey Stoner a guidare la classe regina.

    Dopo un weekend perfetto dove grazie alla nona vittoria di quest'anno si è assicurato il secondo titolo nella massima categoria, il Campione del Mondo MotoGP Casey Stoner approda con il resto dei piloti della massima categoria all'International Circuit di Sepang per affrontare il 17º round del calendario 2011.

    L'australiano è pronto alla partenza numero 100 della sua avventura nella classe regina, e nonostante il titolo conquistato con due turni d'anticipo, rimane l'obiettivo di chiudere al massimo una stagione indimenticabile. Salito sul podio di ogni GP tranne in un'occasione (Round 2 a Jerez), Stoner proverà a regalare ad Honda la prima vittoria dell'era 800cc sul tracciato di Sepang, dove già in passato il 26enne australiano ha tagliato per primo il traguardo in 125cc, 250cc e MotoGP.

    Grande assente del GP australiano, Jorge Lorenzo dovrà purtroppo rinunciare anche al prossimo fine settimana di gara. Un brutto infortunio ad un dito della mano sinistra causato da una caduta nel turno di warm up della scorsa domenica ha escluso dai giochi il pilota Yamaha Factory Racing. Il maiorchino si è in seguito sottoposto ad un intervento chirurgico ricostruttivo la cui lunga riabilitazione gli impedirà di correre sull'asfalto di Sepang.

    La seconda posizione in Campionato di Lorenzo sembrerebbe essere cosa sicura nonostante gli ultimi avvenimenti, anche se il terzo classificato Andrea Dovizioso potrebbe ancora matematicamente raggiungere e superare il pilota spagnolo. L'italiano ha chiuso l'appuntamento di Phillip Island con un bel podio che va ad aggiungersi agli altri importanti risultati fatti registrare prima del suo passaggio a Tech 3 per il 2012. Appena 4 punti lo separano dal compagno di squadra Dani Pedrosa, desideroso più che mai di essere proclamato il secondo pilota Honda meglio classificato.

    L'altro pilota Yamaha Factory Ben Spies ha saltato la prova australiana a causa di un brutto colpo alla testa risultato di una caduta occorsa durante il turno di qualifiche, ma si unirà sicuramente al resto dello schieramento per correre su una pista che l'ha visto concludere con il 4º piazzamento nel suo anno da rookie (2010). L'americano rimane in corsa per una chiusura fra i primi cinque in Campionato in questa sua prima stagione in sella alla M1 ufficiale.

    Grazie al secondo podio dell'anno conquistato in Australia, il pilota del team San Carlo Honda Gresini Marco Simoncelli ha raggiunto in classifica generale il connazionale Valentino Rossi (Ducati Team), subito sotto uno Spies matematicamente a portata di mano. Weekend di Phillip Island da dimenticare per Rossi, finito sulla ghiaia per la seconda volta consecutiva. Il nove volte Campione del Mondo può vantare nove podi nelle sue 11 visite a Sepang con la classe regina, e proprio al GP di Malesia dello scorso anno risale l'ultima vittoria dell'italiano.

    Dall'altra parte del box Ducati il compagno di squadra Nicky Hayden continua la caccia al secondo podio della stagione su una pista dove ancora non può contare una conclusione in top3, ma dove ha chiuso in quarta posizione in ben cinque occasioni. La top5 fatta segnare in Australia darà la giusta carica all'americano Colin Edwards per affrontare le ultime due gare con il team di Hervé Poncharal prima di un cambio di squadra per la prossima stagione, mentre Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini) proverà a raccogliere qualche buon risultato in vista dell'addio al Campionato del Mondo MotoGP annunciato per il termine del 2011.

    Hector Barberá, pilota Mapfre Aspar, sta lavorando duramente per recuperare la forma persa dopo l'operazione chirurgica alla clavicola fratturata due settimane fa in Giappone, mentre si unirà allo schieramento come wildcard John Hopkins, in sella alla GSV-R di Rizla Suzuki con Álvaro Bautista, che proprio a Sepang ha fatto registrare lo scorso anno il suo attuale miglior risultato nella massima categoria.


    Fonte: http://www.motogp.com
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212488
    Classe 125 -- Cortese apre il weekend di Sepang
    Il vincitore del precedente round di Phillip Island, il tedesco Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), chiude con il tempo più rapido la prima sessione di prove libere del round malese. Alle sue spalle al coppia Bankia Aspar Nicolas Terol e Hector Faubel.

    Sedicesimo appuntamento del Campionato del Mondo 125 2011, lo Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix. Entrano in azione i piloti della classe cadetta, con il tedesco Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) a farla subito da padrone. Il vincitore della gara di Phillip Island sottrae il primato allo spagnolo Terol proprio nell’ultimo dei 14 giri percorsi, mettendo a referto un crono di 2:14.936.

    L’attuale leader del Campionato Nicolas Terol (Bankia Aspar) scivola quindi in seconda posizione proprio sullo scadere, piazzandosi a soli 76 millesimi da Cortese (2:15.012 per lui). Per il 23enne spagnolo quella di Sepang rappresenta la seconda chance per mettere mano al titolo di Campione del Mondo 125. Per riuscire nell’impresa a Terol basterà chiudere domenica davanti al rivale Zarco, ma anche nel caso in cui entrambi i piloti non dovessero superare la linea d’arrivo, il pilota Bankia Aspar verrebbe comunque proclamato Campione per il maggior numero di vittorie conquistate durante l’anno.

    Terzo tempo per un altro pilota Bankia Aspar: si tratta di Hector Faubel, che nella terzultima delle 14 tornate portate a termine taglia il traguardo con un 2:15.498, piazzandosi a 562 millesimi da Terol.

    Coppia di piloti spagnoli a completare la top5: Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo) è 4º grazie al suo 2:15.931 (+0.995s), mentre il giovane ‘Rookie of the Year’ Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing) conclude 5º con un 2:15.979 (+1.043s).

    Lo schieramento finale prosegue poi con il francese Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), 6º con un crono di 2:16.371 (+1.435s), e la coppia di piloti Red Bull Ajo MotorSport Danny Kent, 7º con un 2:16.673 (+1.737s), e Jonas Folger, 8º con un 2:16.912 (+1.976s).

    Definiscono il gruppo di testa il ceco Jakub Kornfeil (Ongetta-Centro Seta), autore del 9º tempo più rapido 2:17.081 (+2.145s), e lo spagnolo Adrian Martin (Bankia Aspar), a chiudere in decima posizione con il suo 2:17.133 (+2.197s).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212491
    Classe MotoGp -- Pedrosa subito il più rapido in Malesia
    Top3 interamente Repsol Honda nel primo turno di prove libere dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix. Comanda Dani Pedrosa, seguono Casey Stoner e Andrea Dovizioso.

    Si apre il fine settimana dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix, penultimo appuntamento della stagione MotoGP 2011. Cielo attraversato da grosse nuvole minacciose e pioggia caduta in ogni giornata della settimana: con queste condizioni l’International Circuit di Sepang accoglie i piloti della classe regina guidati dal nuovo Campione del Mondo Casey Stoner (Repsol Honda).

    Proprio l’australiano è il secondo pilota di una top3 interamente Repsol Honda. Dani Pedrosa firma il crono più rapido dell’intera sessione grazie al suo 2:01.916. Lo spagnolo, assente nella gara malese del 2010 a causa dell’infortunio alla clavicola rimediata nel GP di Motegi, giunge a Sepang con l’obiettivo di avvicinare e far sua la terza piazza della classifica generale attualmente detenuta dal compagno di squadra Andrea Dovizioso.

    Il neo Campione del Mondo MotoGP Casey Stoner corre senza pressione sull’asfalto di Sepang, completando 15 giri della pista e firmando un tempo sul giro di 2:02.557, a 641 millesimi dal compagno.

    L’ultimo pilota Repsol Honda, Andrea Dovizioso, va a chiudere alle spalle dell’australiano in terza posizione: il 25enne di Forlì gira con un tempo veloce di 2:02.590 (+0.674s) e proverà nel fine settimana a replicare la bella performance dello scorso anno, dove chiuse con il 2º posto.

    Altra Honda ad occupare la quarta piazza, si tratta di quella dell’italiano Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) che in avvio di sessione, dopo appena sei tornate, blocca il cronometro sul 2:03.311, a 1.395 secondi dalla testa.

    Scorrendo la tabella dei tempi troviamo poi il pilota Rizla Suzuki Álvaro Bautista ad occupare la quinta linea grazie al suo 2:03.558 (+1.642s). Per il weekend malese lo spagnolo sarà affiancato dalla wildcard John Hopkins, autore del 14º tempo.

    Sesto crono per Ben Spies (Yamaha Factory Racing), sul traguardo con un 2:03.586 (+1.670s). Alle sue spalle concludono il francese Randy De Puniet (Pramac Racing), 7º con un crono di 2:03.760 (+1.844s), l’americano Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 8º con un 2:03.778 (+1.862s), e il giapponese Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini), in nona piazza forte del suo 2:03.908 (+1.992s).

    Completa il gruppo dei primi dieci l’italiano Valentino Rossi (Ducati Team), vincitore della gara di Sepang dello scorso anno. Il pilota di Tavullia porta a termine 17 giri dell’International Circuit e a metà sessione firma un 2:04.280, piazzandosi a 2.364 secondi da Pedrosa.

    Debutto complicato per il sostituto dell'infortunato Jorge Lorenzo: il giapponese Katsuyuki Nakasuga (Yamaha Factory Racing) finisce sull'asfalto a 10 minuti dal termine all'altezza della curva numero 15. Nessuna conseguenza fisica per lui e un 2:05.390 che gli vale il 17º posto. Chiude lo schieramento lo spagnolo Hector Barberá (Mapfre Aspar) rientrato dopo l'assenza dovuta all'operazione alla clavicola fratturata nel GP di Motegi.


    Fonte: http://www.motogp.com
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212492
    Classe Moto2 -- Aegerter si impone nel primo turno di libere
    Lo svizzero Dominique Aegerter (Technomag-CIP) domina la prima sessione di libere del GP della Malesia. Alle sue spalle si piazzano il connazionale Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2) e il sammarinese Alex De Angelis (JiR Moto2). Turno interrotto con bandiera rossa in avvio per le cadute di Smith, Cluzel e Marquez.

    Inizia con un grosso spavento l’ultimo turno di libere del venerdì mattina dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix. Dopo appena tre minuti dall’avvio, la Direzione di Gara espone bandiera rossa per una sequenza di brutte cadute occorse all’altezza della curva numero 10 con protagonisti l’inglese Bradley Smith (Tech 3 Racing), il francese Jules Cluzel (NGM Forward Racing), e uno dei due contendenti al titolo Moto2, Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol).

    I tre piloti pagano con un incontro ravvicinato con la ghiaia la presenza di tracce d’umidità sull’asfalto di Sepang: Marquez se la cava solo con un colpo al braccio coinvolto nell’impatto con il suolo, Cluzel rientra senza problemi ai box, mentre per Smith i controlli medici confermeranno o meno la presenza di costole rotte.

    Pulita la zona della pista interessata, il resto dei piloti della classe intermedia può riprendere la sessione interrotta. Parte subito forte lo svizzero Dominique Aegerter (Technomag-CIP) che fa segnare il crono più rapido dei 45 minuti a disposizione (2:08.635 per lui).

    È di un solo millesimo la differenza fra Aegerter e il connazionale Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2) in seconda posizione. Lo svizzero numero 12, caduto all’8º giro della gara dello scorso anno mentre combatteva per la leadership con l’italiano Iannone, firma un 2:08.636.

    Finisce in top3 anche il vincitore dello scorso round di Phillip Island Alex De Angelis (JiR Moto2), che è il primo a superare la linea dei 2:09 piazzandosi a 750 dalla testa (2:09.385 per lui).

    Quarta posizione per Andrea Iannone (Speed Master), salito sull’ultimo gradino del podio nel 2010: l’italiano, nel penultimo dei 12 giri portati a termine, mette a referto un 2:09.555 (+0.920s). Chiude alle sue spalle il finlandese Mika Kallio (Marc VDS Racing Team) con un tempo di 2:09.570 (+0.935s).

    Scorrendo la classifica troviamo poi lo spagnolo Pol Espargaró (HP Tuenti Speed Up) in sesta piazza grazie al suo 2:09.610 (+0.975s), seguito dall’attuale leader del Campionato Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) giunto sul traguardo con un 2:09.639, a 1.004 secondi da Aegerter.

    Completano la top ten l’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team), 8º con un 2:09.710 (+1.075s), il giapponese Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2), 9º con il suo 2:09.853 (+1.218s), e il turco Kenan Sofuoglu (Technomag-CIP), a chiudere con un crono di 2:09.861.

    Ben quattro piloti italiani poco sotto il gruppo di testa: Simone Corsi (Ioda Racing Project) è 12º, e alle sue spalle troviamo in sequenza Claudio Corti (Italtrans Racing Team), Michele Pirro (Gresini Racing Moto2), e Raffaele De Rosa (NGM Forward Racing).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212494
    Classe 125 -- Terol sale in cattedra: sue le FP2
    Lo spagnolo Nicolas Terol (Bankia Aspar) impone il proprio ritmo all’intera classe nel caldo pomeriggio di Sepang facendo segnare il miglior tempo del turno. Inseguono Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany) e Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo).

    Ultimi 40 minuti di libere del venerdì per la classe cadetta. La prima giornata dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix, sedicesimo appuntamento della stagione 125 2011, si conclude con un Terol autore del crono più rapido dell’intera categoria. L’attuale leader del Campionato del Mondo 125, che domenica potrà superare la soglia dei 1000 punti nella sua avventura con la classe cadetta, blocca il cronometro sul 2:13.864, levando poco più di un secondo al risultato delle FP1.

    Alle sue spalle si piazza Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), il più veloce della mattinata. Il tedesco mette a referto nell’ultima delle 13 tornate percorse un 2:14.486, a 622 millesimi dalla testa.

    Terzo tempo per Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), alla sua seconda esperienza sul tracciato malese dopo il 4º posto dello scorso anno. Lo spagnolo chiude a 628 millesimi dal connazionale Terol (2:14.492 per lui).

    È poi la volta di Hector Faubel (Bankia Aspar), 4º sulla linea d’arrivo nei secondi finali con un tempo sul giro di 2:14.703 (+0.839s). A completare la top5 ci pensa Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), l’unico con le carte in regola per potersi intromettere nella strada fra Terol e il titolo finale. Per il francese un tempo di 2:14.960, a 1.096 dal rivale spagnolo.

    Lo schieramento finale prosegue poi con l’inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), in sesta piazza con il suo 2:15.637 (+1.773s), il giovane Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton Racing), 7º con un crono di 2:15.686 (+1.822s), e gli altri due piloti spagnoli Luis Salom (RW Racing GP), 8º con un 2:15.704 (+1.840s), e Adrian Martin (Bankia Aspar), 9º sul traguardo grazie al suo 2:15.717 (+1.853s).

    Completa la top ten il tedesco Jonas Folger (Red Bull Ajo MotorSport) che fa segnare un tempo di 2:15.861 (+1.997s). Da segnalare dopo 8 minuti dall’avvio la caduta dello spagnolo Alberto Moncayo (Andalucia Banca Civica) poco prima della linea d’arrivo: nessuna conseguenza fisica per lui.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212842
    Classe MotoGp -- Pedrosa firma il crono più rapido della prima giornata di Sepang
    Lo spagnolo Dani Pedrosa (Repsol Honda) domina anche la seconda sessione di libere mettendo il proprio nome sulla linea più alta della tabella dei tempi del venerdì dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix. Alle sue spalle i compagni di squadra Casey Stoner e Andrea Dovizioso.

    Secondo turno di prove libere dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix per i piloti della massima categoria, accompagnati da un pallido sole ma da temperature torride ed un elevato tasso di umidità. Stessa situazione vista in mattinata, con tre piloti Repsol Honda nelle zone alte della classifica a dominare l’intero gruppo.

    Dani Pedrosa (Repsol Honda) sottrae ben sei decimi al precedente risultato delle FP1: lo spagnolo, ancora a secco di vittorie in Malesia con la classe regina, nella terzultima delle 15 tornate percorse supera la linea del traguardo con un crono di 2:01.250.

    Insegue il neo Campione del Mondo Casey Stoner, caduto nella curva finale del primo giro della gara malese del 2010. L’australiano non riesce a scendere sotto i 2:02, accomodandosi a 820 millesimi dal compagno di squadra in testa (2:02.070 per lui).

    Ancora terza piazza per Andrea Dovizioso (Repsol Honda). L’italiano, salito sul podio di Sepang lo scorso anno in MotoGP e in due occasioni con le categorie minori, supera il secondo di gap dallo spagnolo leader, facendo registrare un crono di 2:02.664 (+1.414s).

    Anche per Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini) si ripete quanto visto durante il turno mattutino. Nei minuti finali il pilota di Cattolica sale in sella alla sua RC212V bloccando il cronometro sul 2:02.823, a 1.573 dalla vetta.

    Buona la prova del compagno di squadra di Simoncelli, Hiroshi Aoyama, che chiude la prima giornata di libere con il 5º tempo. Il giapponese, vincitore delle gare 250cc nel 2007 e nel 2009, aspetta l’ultima tornata a sua disposizione prima di concludere con un 2:02.951 (+1.701s).

    Scorrendo la tabella dei tempi troviamo poi in sesta posizione l’americano Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), ultimo a rimanere sotto i 2:03 a 1.741 secondi da Pedrosa (2:02.991 per lui), lo spagnolo Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), 7º con un tempo di 2:03.123 (+1.873s), e il francese Randy De Puniet (Pramac Racing), 8º sul traguardo con il suo 2:03.159 (+1.909s).

    Finiscono in top ten anche l’americano Ben Spies (Yamaha Factory Racing), per lui seconda esperienza sull’asfalto di Sepang, e uno dei due esordienti della categoria Karel Abraham (Cardion AB Motoracing).

    Appena sotto i due italiani Loris Capirossi e Valentino Rossi. Il pilota Pramac Racing termina la giornata con la 12esima posizione, mentre l’uomo del team Ducati non riesce ad andare oltre il 13º piazzamento. Rossi prosegue lo sviluppo della GP11.1 ma ancora tardano a mostrarsi i risultati del duro lavoro: per lui un 2:03.667, a 2.427 secondi da Pedrosa.


    Fonte: http://www.motogp.com
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6212844
    Classe Moto2 -- Nel pomeriggio di Sepang torna a comandare Bradl
    Il leader del Campionato Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing) mette a referto il miglior risultato della prima giornata di libere di Sepang. Secondo tempo per Aleix Espargaró (Pons HP 40) seguito da Dominique Aegerter (Technomag-CIP).

    Con il turno della classe intermedia si chiude il venerdì di libere dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix. Torna a farsi vedere Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), protagonista con Marquez della sfida per la conquista del titolo 2011. Il tedesco, poco dopo la metà della sessione, ferma il cronometro sul 2:08.464 levando più di un secondo al risultato delle FP1.

    Nei secondi finali balza in seconda posizione Aleix Espargaró (Pons HP 40), caduto nella gara malese del 2010 al 7º giro. Lo spagnolo firma un 2:08.486, a soli 22 millesimi dal tedesco al comando.

    Completa la top3 il più veloce della mattinata, lo svizzero Dominique Aegerter (Technomag-CIP), che dopo 9 tornate fa registrare il 2:08.572 (+0.108s) che gli vale la terza piazza.

    È l’italiano Michele Pirro (Gresini Racing Moto2) colui che va occupare la quarta linea della tabella dei tempi grazie al suo 2:08.594 (+0.130s), mentre termina 5º lo svizzero di Interwetten Paddock Moto2 Thomas Luthi, che dopo soli 4 giri dell’International Circuit supera il traguardo con un tempo pari a 2:08.609, a 145 millesimi da Bradl.

    Conclude in sesta posizione il vincitore di Phillip Island Alex De Angelis (JiR Moto2), grazie ad un crono di 2:08.807 (+0.343s), ed è seguito alle spalle dall’italiano Simone Corsi (Ioda Racing Project), autore di un 2:08.862 (+0.398s), e dal finlandese Mika Kallio (Marc VDS Racing Team), sul traguardo con un tempo di 2:08.970 (+0.506s).

    Definiscono la top ten l’italiano Claudio Corti (Italtrans Racing Team) e il giapponese Yuki Takahashi (Gresini Racing Moto2).

    Numerose le cadute che hanno caratterizzato i 40 minuti di libere pomeridiane: finiscono sull’asfalto l'italiano Iannone (Speed Master), il tedesco Neukirchner (MZ Racing Team), il francese Di Meglio (Tech 3 Racing), il turco Sofuoglu (Technomag-CIP), e gli spagnoli Rabat (Blusens-STX), Pol Espargaró (HP Tuenti Speed Up), Moreno (Mapfre Aspar Team Moto2), Torres (Mapfre Aspar Team Moto2) e Cardús (QMMF Racing Team). Per quest’ultimo un violento impatto con il suolo che gli costa la frattura del polso sinistro e la conseguente chiusura anticipata del GP della Malesia.

    Marc Marquez, protagonista con Smith e Cluzel di una sequenza di cadute avvenute all’altezza della curva numero 10 durante le FP1, se la cava con qualche livido e una contusione al braccio sinistro. Lo spagnolo sceglie di rinunciare alle libere del pomeriggio per riposare e presentarsi in forma agli impegni di domani. Non è altrettanto fortunato l’inglese Bradley Smith che si vede costretto a lasciare l’International Circuit con la clavicola sinistra fratturata.

    Proprio in conseguenza di quanto accaduto in mattinata, la FIM ha deciso di multare gli organizzatori con 15.000 euro per non aver esposto alla curva in questione la bandiera bianca atta ad indicare la presenza di acqua sull’asfalto, creando così una situazione di estremo pericolo per i piloti in pista.


    Fonte: http://www.motogp.com/
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6213665
    Classe 125 -- Terol domina le FP3 e prenota la pole position
    Lo spagnolo Nicolas Terol (Bankia Aspar) gira con un ritmo impressionante sulla pista di Sepang conquistando il primato dell’ultima sessione di prove libere. Alle sue spalle Hector Faubel (Bankia Aspar) e Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo).

    Ultimo turno di prove libere per i piloti della classe cadetta, in azione sull’International Circuit di Sepang. A farla da padrone è l’attuale leader del Campionato Nicolas Terol (Bankia Aspar), che mette a referto un 2:13.203 riuscendo quindi ad abbassare di circa 6 decimi il crono più veloce del venerdì da lui stesso fatto registrare. Il 23enne spagnolo domani avrà l’opportunità di laurearsi ultimo Campione del Mondo 125 prima dell’introduzione della nuova categoria Moto3 a partire dal 2012.

    Chiude una posizione sotto il compagno di squadra di Terol, Hector Faubel, salito sul podio malese in 125cc sia nel 2006 che nel 2007. Lo spagnolo si piazza a 804 millesimi dal connazionale leader forte del suo 2:14.007.

    Completa la top3 l’unico pilota lanciato con Terol nella sfida per la conquista del titolo. Johann Zarco (Avant-AirAsia-Ajo), 11º nel GP di Sepang del 2010, firma un tempo di 2:14.314, a 1.111 secondi dal rivale.

    È quarto il vincitore di Phillip Island Sandro Cortese (Intact-Racing Team Germany), autore di un 2:14.438 (+1.235s), alle cui spalle conclude il giovane Maverick Viñales (Blusens by Paris Hilton) che fa segnare un 2:14.485 (+1.282s).

    La tabella dei tempi prosegue poi con l’inglese Danny Kent (Red Bull Ajo MotorSport), che poco prima della caduta che lo vede protagonista nei minuti finali della sessione ferma il cronometro sul 2:14.794 (+1.591s) che gli vale la sesta piazza. È poi la volta dello spagnolo Efren Vazquez (Avant-AirAsia-Ajo), 7º con un 2:14.815 (+1.612s), e dell’altro pilota Red Bull Ajo MotorSport Jonas Folger, 8º grazie al suo 2:15.017 (+1.814s).

    Il gruppo di testa prevede inoltre lo spagnolo Luis Salom (RW Racing GP), in nona posizione con un tempo di 2:15.421 (+2.218s), e il ceco Jakub Kornfeil (Ongetta-Centro Seta), 10º con il suo 2:15.455 (+2.252s).


    Fonte: http://www.motogp.com/
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6213667
    Classe MotoGp -- Pedrosa per tre volte il più veloce
    Lo spagnolo Dani Pedrosa (Repsol Honda) chiude davanti all’intera classe anche l’ultimo turno di libere dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix. Secondo tempo per Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), terzo Andrea Dovizioso (Repsol Honda).

    Piloti della classe regina in pista per gli ultimi 45 minuti di libere che anticipano il turno di qualifiche del pomeriggio. È ancora un Dani Pedrosa (Repsol Honda) in un ottimo stato di forma a comandare sull’intero gruppo: lo spagnolo ripete quanto fatto ieri firmando il miglior risultato della mattinata (per lui un 2:01.769). La RC212V numero 26 si candida così alla pole position, fondamentale per la sfida per la conquista del terzo posto della classifica generale con il compagno di squadra Dovizioso.

    Secondo tempo per un’altra Honda, quella di Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini). L’italiano leva circa 8 decimi al tempo delle FP2 mettendo a referto un 2:02.034, a 265 millesimi da Pedrosa.

    Si piazza terzo il connazionale Andrea Dovizioso (Repsol Honda), giunto a Sepang per chiudere nel migliore dei modi la propria esperienza con la scuderia giapponese prima del suo passaggio a Tech 3 nel 2012. Il pilota di Forlimpopoli è autore di un 2:02.081 che lo pone a 312 millesimi dal compagno di squadra.

    Chiude 4º il nuovo Campione del Mondo Casey Stoner, capace di vincere sul circuito malese in tutte le categorie. L’australiano alla decima tornata della 14 percorse ferma il cronometro sul 2:02.169, staccato di 400 millesimi da Pedrosa.

    La Desmosedici di Nicky Hayden (Ducati Team) termina il turno con il 5º piazzamento grazie ad un crono di 2:02.249 (+0.480s). Alle sue spalle troviamo lo spagnolo Álvaro Bautista (Rizla Suzuki), 6º con un 2:02.343 (+0.574s), e l’americano Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 7º grazie al suo 2:02.463 (+0.694s).

    Ottavo tempo per Valentino Rossi (Ducati Team) che balza in avanti di ben cinque posizioni rispetto al venerdì. L’italiano supera il traguardo con un gap da Pedrosa di 845 millesimi mettendo a referto un 2:02.614. Con lui completano la top ten Hiroshi Aoyama (San Carlo Honda Gresini) e Loris Capirossi (Pramac Racing).

    Solo 14º l’americano Ben Spies (Yamaha Factory Racing), caduto senza conseguenze a circa 13 minuti dal termine all’altezza della curva numero 1, mentre è 17º il sostituto di Jorge Lorenzo, il numero 89 Katsuyuki Nakasuga.


    ---------
    Hopkins costretto ad abbandonare il GP della Malesia
    John Hopkins ha dovuto dire addio in anticipo agli impegni del 17º appuntamento della stagione MotoGP in corso di svolgimento a Sepang a causa di alcune complicazioni con il dito rotto nel GP di Brno ad inizio Campionato.

    Hopkins ha dovuto rinunciare in anticipo al weekend dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix a causa di alcuni problemi al terzo dito della mano destra precedentemente infortunata a Brno, dove corse come wildcard Rizla Suzuki. Durante la notte il dito si è gonfiato tanto da impedire una guida sicura e competitiva in sella ad un prototipo MotoGP.

    Nonostante tutto Hopkins rimarrà a Sepang per il resto del fine settimana per dare pieno sostegno al compagno di squadra Álvaro Bautista e al team Rizla Suzuki. Concluso l'appuntamento malese, il pilota tornerà in America per sottoporsi ad intervento chirurgico e per recuperare la piena funzionalità della mano in vista della prossima stagione.

    John Hopkins:
    "Sentivo che qualcosa non andava con la mano dopo le due sessioni di libere di ieri. Avverto molto più dolore guidando un prototipo MotoGP che uno Superbike, soprattutto per le potenti frenate della GSV-R. Questa mattina mi sono svegliato poco prima delle sei e ho subito provato a far passare il dolore muovendo e piegando la mano, ma non è cambiato nulla".

    "Le viti e le piastre impiantate nel dito sono saltate e non lo riesco proprio a piegare. Se continuo a sforzarlo c'è solo il rischio che le cose peggiorino seriamente! Il mio dottore mi ha rassicurato che tutto si sistemerà senza problemi, ma io voglio essere sicuro di poter riprendere la piena funzionalità della mano. Devo farlo riposare, anche se sono davvero dispiaciuto per l'epilogo di questo fine settimana".

    "Chiedo scusa al team e a Rizla Suzuki perché mi hanno nuovamente dimostrato la loro fiducia con questa opportunità che purtroppo non potrò sfruttare appieno. Mi si spezza davvero il cuore, ma ora voglio tornare in forma e allenarmi in vista del 2012".

    Comunicato stampa Rizla Suzuki.




    Fonte: http://www.motogp.com/
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6213668
    Classe Moto2 -- Miglior tempo e record per Luthi nelle FP3
    Allo svizzero Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2) gli ultimi 45 minuti di prove libere del sabato del 16º appuntamento della stagione Moto2 2011. Alle sue spalle Alex de Angelis (JiR Moto2) e Simone Corsi (Ioda Racing Project). Ancora assente l’attuale Campione del Mondo 125 Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), a riposo in vista delle qualifiche del pomeriggio.

    Al via il terzo turno di prove libere dello Shell Advance Malaysian Motorcycle Grand Prix. Classe intermedia ancora orfana di uno dei suoi principali protagonisti nella corsa al titolo: all’ultimo rinuncia alle FP3 lo spagnolo Marc Marquez (Team CatalunyaCaixa Repsol), caduto ieri durante il primo turno di libere del GP di Sepang. Le condizioni dell’attuale Campione del Mondo 125 sono in via di miglioramento, ma il dolore avvertito a causa delle multiple contusioni dovute al violento impatto con il suolo ha spinto lo spagnolo a sfruttare le poche ore che anticipano la sessione di qualifica per riposare e riguadagnare la giusta concentrazione.

    La mattinata si conclude con il miglior crono fatto segnare da Thomas Luthi (Interwetten Paddock Moto2). Lo svizzero, salito solo una volta nel 2005 sul podio malese, dopo appena 4 giri dell’International Circuit supera il traguardo con un 2:07.766, abbattendo ogni precedente record della pista.

    Secondo tempo per il sammarinese Alex de Angelis (JiR Moto2), a caccia della due vittorie in un’unica stagione. Il vincitore di Phillip Island sfora nei 2:08 chiudendo a 483 millesimi dalla testa (2:08.249 per lui).

    Ultima piazza della top3 occupata dall’italiano Simone Corsi (Ioda Racing Project), in netto miglioramento rispetto al venerdì. A circa metà sessione, la FTR numero 3 ferma il cronometro sul 2:08.298 (+0.532s), levando sei decimi al risultato delle FP2.

    L’altro protagonista della corsa al titolo mondiale, il leader della classifica generale Stefan Bradl (Viessmann Kiefer Racing), non riesce a ripetere il primato di ieri, accontentandosi del 4º posto finale con il suo 2:08.309 (+0.543s). Subito dietro di lui termina l’inglese Scott Redding (Marc VDS Racing Team), che firma un 2:08.488 (+0.722s).

    La tabella dei tempi vede poi in sesta posizione lo spagnolo Pol Espargaró (HP Tuenti Speed Up) con un crono di 2:08.505 (+0.739s), e la coppia di piloti Gresini Racing Moto2 Michele Pirro e Yuki Takahashi. L’italiano gira con un 2:08.630 (+0.864s), mentre il giapponese mette a referto un 2:08.644 (+0.878s).

    L’altro Espargaró, Aleix (Pons HP 40), è 9º grazie al suo 2:08.689 (+0.923s), seguito in chiusura di top ten dall’italiano Andrea Iannone (Speed Master), per la prima volta sul podio di Sepang nella gara Moto2 dello scorso anno (2:08.699 per lui).


    Fonte: http://www.motogp.com

  Motomondiale 2011: Gp di Malesia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina