1. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #6224608
    Mi sa che sono mediamente più anziano della media degli utenti che discutono ogni giorno di anime e manga qui. Sono cresciuto con Capitan Harlock, La Regina dei Mille Anni, Starblazers (all' epoca si chiamava così) e Galaxy Express 999. Molti di voi magari neppure sapranno di cosa stia parlando.

    Ora, ho scoperto che MAN-GA trasmette un "nuovo" cartone di Matsumoto che si intitola Space Symphony Maetel, incentrato totalmente sulla Maisha (Maetel appunto) che accompagnava Masai (Tetsuro) nel suo viaggio romantico e formativo a bordo del 999, prima degli eventi narrati nella serie storica.
    Chi ha visto la serie originale (o letto il manga) sa che la storia era fino all' ultimo abbastanza avara di informazioni sulla figura di Maetel. Una figura abbastanza ambigua: materna, amorevole e protettiva da un lato, letale, misteriosa e fredda dall' altro.

    E quindi ho deciso di informarmi un pò... e ho scoperto che esiste una mini-serie precedente intitolata Maetel Legend, dove Maetel e la piratessa Esmeralda di Capitan Harlock risultano essere fra loro sorelle e figlie della Regina dei Mille Anni della storica serie. Sono rimasto così. :O
    Da bambino tutte ste domande non te le fai. E probabilmente anzi si tratta di connessioni narrative posticce, non programmate da subito da Matsumoto.

    Però a quel punto, pur cosciente del fatto che sono presenti parecchie contraddizioni (e alcune erano evidenti già negli anime originali), mi è venuta la curiosità di sapere qualcosa di più sul Leijiverse. Cosa è considerato canonico e cosa no?! Cosa succede prima e cosa dopo?! In che modo i personaggi e le storie sono collegate fra loro?!

    E qui subentrate voi! Chi mi aiuta?! Chi mi riassume bene tutto?! E non preoccupatevi degli spoiler.

    Dai, siate buoni! Non ignoratemi. Tanto lo so che qualcuno di voi saprà vita, morte e miracoli del Leijiverse. :sbam:
  2. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #6224705
    L' avevo già consultato! E pure Wiki! Ho trovato anche una timeline in inglese, abbastanza sterile.

    Non dicono niente di che. Insomma, le sinossi già le conosco. Vorrei qualche spiegazione che collegasse le serie.
  3.     Mi trovi su: Homepage #6225670
    PiccoloL' avevo già consultato! E pure Wiki! Ho trovato anche una timeline in inglese, abbastanza sterile.

    Non dicono niente di che. Insomma, le sinossi già le conosco. Vorrei qualche spiegazione che collegasse le serie.

    Il problema è, come hai sospettato, che molti collegamenti il grande Matsumoto li ha fatti in seguito con retcon di proporzioni terrificanti o semplicemente ignorando la cosa e collegando come più gli piaceva le serie, i personaggi e le storie. ;)


    Rimane un caposaldo del manga come Dio comanda... le sue storie per me sono ancora insuperate. :)


    Cheerd
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  4. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #6225803
    AndhakaIl problema è, come hai sospettato, che molti collegamenti il grande Matsumoto li ha fatti in seguito con retcon di proporzioni terrificanti o semplicemente ignorando la cosa e collegando come più gli piaceva le serie, i personaggi e le storie. ;)


    Rimane un caposaldo del manga come Dio comanda... le sue storie per me sono ancora insuperate. :)


    Cheerd

    Comunque penso che le storie di Matsumoto vadano intese come suggestioni.
    Una qualità che si è persa nell' iper-criticità della nostra epoca.
    A volte si contraddiceva pure nell' ambito della stessa serie. Ricordando i fatti in maniera differente a seconda dell' utilità.
    Ma era parte di quell' alone di leggendarietà che le sue opere si portano dietro. E come qualsiasi leggenda diventa vaga e assume diversi connotati di racconto in racconto.
    E tutto ciò è molto bello!
  5.     Mi trovi su: Homepage #6226445
    PiccoloComunque penso che le storie di Matsumoto vadano intese come suggestioni.
    Una qualità che si è persa nell' iper-criticità della nostra epoca.
    A volte si contraddiceva pure nell' ambito della stessa serie. Ricordando i fatti in maniera differente a seconda dell' utilità.
    Ma era parte di quell' alone di leggendarietà che le sue opere si portano dietro. E come qualsiasi leggenda diventa vaga e assume diversi connotati di racconto in racconto.
    E tutto ciò è molto bello!

    Ma assolutamente. le storie di Matsumoto sono grandi metafore e i suoi personaggi sono archetipi che esplorano questi mondi estremizzati più per un messaggio che per una storia.


    Il viaggio di Tetsuro (Masai) è la scoperta di sè e il diventare adulti. Harlock è la libertà di scegliere con le responsabilità che essa comporta.
    In questi contesti la continuity è un dettaglio. Questa è Space Opera con enfasi su "opera" ovvero grandi tempi, larger than life charcters e tutto quello che ne consegue. Ad avercene ancora di mangaka di quel livello. :)


    E soprattutto un messaggio per Matsumoto: dove cavolo di trova e chi ha la quarta pistola!!?? Ti prego faccelo sapere, sono 25 anni che mi ci arrovello!!!


    Cheers
    Purify the earth with fire, the planet will become my temple and we will rise. THIS WILL BE OUR PARADISE!!!!
  6. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #6226707
    Va beh! Ve lo dico un pò dopo... ma su Youtube ci sono tutte le puntate de La Regina dei Mille Anni e me le sono viste.

    Che dire?! Era uno di quelli che da bambino avevo "snobbato", in qualche modo. A parte che non fu trasmesso così tante volte come Harlock e 999. Ma anche quando fu trasmesso non mi aveva mai preso.
    Oggi ho capito perchè! Tematiche veramente troppo complesse per un bambino. Non lo ricordavo molto. Qualche flash vago nella memoria. Agli occhi di un bambino doveva sembrare come l' ennesimo drammone con la bella principessa/maghetta coraggiosa.
    E invece è assolutamente appassionante, duro, maturo. Esattamente l' opposto di quello che pensavo, visto che associavo (già allora) i cartoni animati Fininvest con le sigle di Cristina D'Avena a dei cartoni animati infantili e da femminucce (precoce).
    E invece... appunto, è l' opera di Matsumoto più matura di tutte.

    Senza voler togliere nulla a Galaxy Express (formativo come non mai), Capitan Harlock o Starblazers, con la Regina dei Mille Anni siamo dalle parti di Gundam, La Pietra Azzurra ed Evangelion per target di età. Tardo-adolescenziale diciamo. Anche se sono tutti quanti godibili anche in età matura.


    Ma a colpirmi più di tutti è stata la successione rapida di eventi. Ho letto su Wikipedia che il manga fu pubblicato su una rivista, una tavola ogni numero, per un totale di 1000 tavole. Beh... questo implicava la necessità di far succedere qualcosa di interessante in ogni tavola. Da qui una successione continua, per 42 puntate, di colpi di scena, plot twist e chi più ne ha, come raramente ho visto in un' opera di narrazione. A parte un pò di momenti di "stanca", forse evitabili, dopo la puntata 14 (per tre-quattro puntate) e dopo la 28 (per due-tre puntate), la serie non cala mai di ritmo. E' un continuo climax, che ti tiene incollato allo schermo.

    Bello bello bello! A dimostrazione che, quando una cosa è fatta bene, l' effetto nostalgia non ha nessun peso, posso affermare che La Regina dei Mille Anni scalza il Galaxy Express dal gradino più alto del podio.
    A 33 anni vedere (quasi) per la prima volta una cosa che SAI già essere una pietra miliare e non esserne deluso... ma, anzi, veder superate le proprie aspettative, non è una cosa che capita tutti i giorni.

    Le ingenuità anni80 non mancano. Ci sono un pò in tutti i cartoni dell' epoca. Ma qui si riducono veramente all' osso.

    Consigliato!

  Leijiverse

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina