1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6256371
    E si torna nuovamente in pista!
    Ultimo appuntamento della stagione per la Formula 1.
    Questo Weekend, direttamente da Interlagos seguiremo il Gp del Brasile :D
    Presentazione a cura dio http://www.blogf1.it/
    Ed eccoci qui, a presentarvi l’ultima tappa del mondiale di Formula 1 2011: Interlagos, Gran Premio del Brasile. L’autodromo, dedicato alla memoria di José Carlos Pace, sorge nella meravigliosa San Paolo. La metropoli dai mille contrasti accoglie il Circus con una grande festa: sulle tribune del tracciato vi capiterà di vedere gli ottanta mila spettatori cantare e ballare, incitando i propri idoli di casa, nonostante dai tempi di Senna la F1 non conosce un campione del mondo verdeoro.

    Le quindici curve del tracciato brasiliano sono molto difficili: faticose per i piloti, ma soprattutto per le monoposto. I saliscendi dell’autodromo fanno del Carlos Pace un autodromo affascinante, un classico del mondiale che spesso ha deciso anche le sorti di vari titoli mondiali. Quest’anno sarà diverso. Tutti i titoli sono assegnati e l’attenzione è già rivolta da tempo alle vetture del prossimo anno. L’unica nota interessante è sul mercato piloti, tenuto in vita dal ritorno in F1 di Kimi Raikkonen. Il suo ritorno è ormai certo, ma non si sa ancora con quale squadra: in lizza Williams e Lotus Renault. E, con il suo solito cinismo, lo stesso Raikkonen è tornato a parlare con i giornalisti del suo ritorno, ammettendo – citiamo testualmente – che “In F1 con una macchina di m… non vincerai mai”. Bonjour finesse!

    Nonostante sia una delle piste più toste del mondiale, con il manto stradale irregolare per via del terreno argilloso, i motori su questo tracciato non sono molto sollecitati. La pista è situata a 750 metri sul livello del mare, l’aria è più rarefatta e questo causa una perdita di potenza di circa l’8%. Ne consegue, però, che la penetrazione aerodinamica delle monoposto è facilitata, e la perdita di potenza viene dunque compensata.

    Spesso ad Interlagos abbiamo assistito a dei bei duelli, dato che il layout della pista presenta dei punti molto interessanti. Uno dei più caratteristici è la “S Senna”, subito dopo il traguardo: una curva a sinistra in netta discesa, seguita da una piega a destra e poi ancora a sinistra verso la Curva do Sol. Questi sono punti molto critici quando viene a piovere, perché si formano dei rigagnoli d’acqua advvero pericolosi, dove l’aquaplaning è sempre in agguato. Nel tratto centrale è quasi impossibile superare: è tutto un susseguirsi di curve lente strette, dove si alternano brevi accelerazioni e frenate. Ma superata la parte più guidata, si scende a gran velocità verso il curvone Mergulho, che porta fino alla Junçao. Da lì, gas aperto per l‘Arquibancadas, tutta in salita, che porta al rettilineo finale.

    Interlagos, oltre alle curve lente, può contare sui grandi curvoni in appoggio dove gli pneumatici possono fare la differenza. Per questo motivo, il fornitore unico Pirelli porterà le P Zero White Medium e le P Zero Yellow Soft, considerate la scelta ideale per questo tracciato. I sorpassi saranno agevolati, come al solito, dal sistema DRS. La FIA ha deciso che ci sarà una singola zona dove utilizzarlo: la Detection Zone è stata piazzata all’entrata della curva due, ossia al centro della S Senna. Il punto di attivazione, invece, è appena all’uscita della curva 3.


    INFO
    Lunghezza del circuito: 4,309 km
    Giri da percorrere: 71
    Distanza totale: 305,909 km
    Numero di curve: 15
    Senso di marcia: antiorario
    Mescole Pirelli: soffici/medie
    Apertura farfalla: 65% della percorrenza

    RECORD

    Giro prova: 1:09.822 – R Barrichello – Ferrari – 2004
    Giro gara: 1:11.473 – J Montoya – Williams BMW – 2004
    Distanza: 1h28:01.451 – J Montoya – Williams BMW – 2004
    Vittorie pilota: 6 – A Prost
    Vittorie team: 11 – McLaren
    Pole pilota: 6 – A Senna
    Pole team: 10 – McLaren, Williams
    Km in testa pilota: 1.140 – A Prost
    Km in testa team: 3.050 – McLaren
    Migliori giri pilota: 5 – M Schumacher
    Migliori giri team: 10 – Williams
    Podi pilota: 10 – M Schumacher
    Podi team: 29 – McLaren

    ———-
    Albo d’oro
    01. 1972 C Reutemann – Brabham Ford
    02. 1973 E Fittipaldi – Lotus Ford
    03. 1974 E Fittipaldi – McLaren Ford
    04. 1975 C Pace – Brabham Ford
    05. 1976 N Lauda – Ferrari
    06. 1977 C Reutemann – Ferrari
    07. 1978 C Reutemann – Ferrari
    08. 1979 J Lafitte – Ligier Ford
    09. 1980 R Arnoux – Renault
    10. 1981 C Reutemann – Williams Ford
    11. 1982 A Prost – Renault
    12. 1983 N Piquet – Brabham BMW
    13. 1984 A Prost – McLaren TAG
    14. 1985 A Prost – McLaren TAG
    15. 1986 N Piquet – Williams Honda
    16. 1987 A Prost – McLaren TAG
    17. 1988 A Prost – McLaren Honda
    18. 1989 N Mansell – Ferrari
    19. 1990 A Prost – Ferrari
    20. 1991 A Senna – McLaren Honda
    21. 1992 N Mansell – Williams Renault
    22. 1993 A Senna – McLaren Ford
    23. 1994 M Schumacher – Benetton Ford
    24. 1995 M Schumacher – Benetton Renault
    25. 1996 D Hill – Williams Renault
    26. 1997 J Villeneuve – Williams Renault
    27. 1998 M Hakkinen – McLaren Mercedes
    28. 1999 M Hakkinen – McLaren Mercedes
    29. 2000 M Schumacher – Ferrari
    30. 2001 D Coulthard – McLaren Mercedes
    31. 2002 M Schumacher – Ferrari
    32. 2003 G Fisichella – Jordan Ford
    33. 2004 J Montoya – Williams BMW
    34. 2005 J Montoya – McLaren Mercedes
    35. 2006 F Massa – Ferrari
    36. 2007 K Raikkonen – Ferrari
    37. 2008 F Massa – Ferrari
    38. 2009 M Webber – Red Bull Renault
    39. 2010 S Vettel – Red Bull Renault


    ORARI TV:
    Venerdì 25 Novembre
    10:00-11:30 (13:00-14:30) Prove Libere 1
    14:00-15:30 (17:00-18:30) Prove Libere 2

    Sabato 26 Novembre
    11:00-12:00 (14:00-15:00) Prove Libere 3
    14:00-15:00 (17:00-18:00) Qualifiche – Rai Due/Rai HD

    Domenica 27 Novembre
    14:00 (17:00) Gara – Rai Uno/Rai HD

    Tra parentesi gli orari italiani



    Il circuito (in allegato)
    (fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/)
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6256373
    Honda punta a tornare in F1 nel 2014
    La Honda punterebbe a tornare in F1 nel 2014, secondo il tedesco Auto Motor und Sport.

    Le indiscrezioni sostengono che il produttore giapponese, uscito dalla F1 ne 2008 come produttore di motori e di monoposto, potrebbe riunirsi alla McLaren, che al momento viene rifornita dalla Mercedes.

    Tra il 1991 ed il 1998 la Honda ha vinto quattro titoli mondiali consecutivi con il popolare team.

    “Le possibilità che la Honda possa celebrare un ritorno con la McLaren sono buone, con l’introduzione dei motori turbo V6 nel 2014″.

    L’attuale fornitore di motori del team di Woking, la Mercedes, fornirà la McLaren del proprio motore 2.4 V8 nel 2013, secondo l’articolo.

    “A Suzuka un manager ha detto che tecnicamente la Honda si sta preparando a tornare con un motore turbo V6 dal 2014. Manca il via libera dei vertici”.


    --------------
    GP USA: Austin vuole posticipare il debutto in F1 al 2013
    Gli organizzatori del GP USA sul tracciato di Austin sono pronti ad accettare di posticipare la gara inaugurale al 2013 dopo aver ammesso per la prima volta che molto probabilmente la gara del prossimo anno di Formula 1 non si disputerà.

    Dopo una settimana davvero difficile per il Circuit of the Americas, dove i lavori di costruzione sono stati bloccati a causa di una disputa sul contratto, i responsabili del tracciato hanno diramato un comunicato per rispondere ai commenti di Bernie Ecclestone che aveva fatto intendere di voler eliminare la gara dal calendario 2012 di Formula 1.

    Il Consiglio Mondiale della FIA dovrà ratificare entro i primi di dicembre il calendario della prossima stagione e appare ormai certo che la F1 dovrà attendere un altro anno prima di tornare negli Stati Uniti.

    “Eravamo eccitati all’idea di organizzare una gara per il 2012 e ora comprendiamo i motivi per cui Mr Ecclestone sia interessato a posticipare la gara di Austin al 2013″ ha dichiarato Steve Sexton, presidente del circuito. Sappiamo che il mercato statunitense è importante per i team e i loro sponsor e per il 2013 il Circuit of the Americas sarà pronto in tempo”.

    Con lo spostamento al 2013 l’evento di Austin debutterà nello stesso anno della gara inaugurale nel New Jersey.


    -------------
    La Ferrari potrebbe essere interessata a Kubica per il 2013
    La Ferrari avrebbe espresso interesse per l’ingaggio di Robert Kubica qualora il polacco dovesse essere in grado di tornare in Formula 1. Le voci seguono quelle di una rottura tra Kubica e la Renault, ormai intenzionata a creare la sua formazione per il 2012 scegliendo tra Vitaly Petrov, Romain Grosjean e Bruno Senna.

    Allo stesso tempo ci sono anche voci di una nuova operazione al polso per Kubica.

    “Ha sospeso gran parte dei suoi contatti, anche con i giornalisti polacchi” ha dichiarato una fonte ad Auto Motor und Sport. La Ferrari potrebbe essere interessata a Kubica come sostituto di Felipe Massa dopo il 2012.

    “E’ davvero solo una voce al momento” si legge nell’articolo di Auto Motor un Sport. “Nessuno può dire oggi che Kubica tornerà al suo livello di prestazioni precedente. Le sue quotazioni si alzeranno di nuovo quando farà segnare tempi competitivi con una vettura di Formula 1. E se dimostrerà di essere tornato quello di prima si apriranno per lui molte porte, non solo quelle della Ferrari”.




    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/


    -----------------
    Formula 1 - Rabbia Petrov? Tutta colpa di Raikkonen
    In una intervista al sito formula1.com Eric Boullier, capo della scuderia Renault ha confermato i contatti con Kimi Raikkonen

    Era nell'aria ma adesso è arrivata anche la conferma: la Renault ha cominciato una trattativa con Kimi Raikkonen. Il boss del team in una intervista al sito ufficiale della Formula Uno ha confermato i primi contatti con l'ex ferrarista. I problemi di sponsor della Williams sarebbero alla base di questa improvvisa accelerazione della trattativa.

    "E' vero, ho contattato il suo manager e gli ho detto che ci piacerebbe puntare su Kimi per la prossima stagione. Tutte le voci circa un accordo tra il team e il pilota che circolano in questi giorni sono comunque prive di fondamento".

    Dichiarazioni queste che danno una spiegazione più che credibile all'improvvisa rabbia di Vitaly Petrov nei confronti della Renault. Uno sfogo che a questo punto potrebbe costare caro al pilota russo. La conferma del contatto tra Boullier e Raikkonen non a caso è arrivata proprio nel day after della clamorosa intervista rilasciata al canale televisivo Russia2.

    Non cambia intanto la linea del team nei confronti di Robert Kubica. Eric Boullier conferma quanto detto nei giorni scorsi sul dovere e la volontà di attendere novità precise sullo stato di salute del pilota polacco: "Siamo in contatto con Robert e attendiamo con ansia news sulle sue condizioni. Chiaramente dovremo trovare un accordo nei prossimi mesi, come team abbiamo il dovere e la volontà di pianificare la prossima stagione".


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6258355
    Pedro de la Rosa sarà il nuovo pilota HRT per la prossima stagione
    Il sito ufficiale dell’HRT ha annunciato che l’anno prossimo Pedro De La Rosa sarà pilota ufficiale dell’HRT.
    Questo dimostra che la scuderia spagnola dopo aver aperto un nuovo stabilimento in Spagna ed aver firmato una partnership con la Mclaren (l’operazione nasce da questo) vuole rinnovarsi ed essere al massimo possibile nella prossima stagione.

    Pedro de La Rosa è stato uno dei piloti spagnoli maggiormente conosciuti nel motorsport ed ha corso fra le tante squadre con Mclaren nel ruolo di terzo pilota ma anche per la Sauber nel recente passato.

    “E’ un passo importante per la mia carriera ed è stato anche uno dei più meditati che abbia mai preso. Sono in un ottimo stato in termini di maturità e sono preparato per accettare questa sfida che mi motiva in maniera impressionante. Quando ho deciso di unirmi al progetto per me ci sono stati tre fattori decisivi: il primo è stato il desiderio di tornare ad una competizione attiva, il secondo che la HRT è una scuderia spagnola. Sono qui per lavorare duro, con modestia ed umiltà, accettando dove noi siamo adesso e continuando a pensare nella mia mente dove vogliamo arrivare in 2 anni. Per me, questo è il momento di mettere in pratica ogni cosa che ho imparato negli anni con team internazionali di alto livello. Sono fiero che la Spagna abbia un team di F1 e di avere l’opportunità di essere il loro pilota. Posso solo mostrare la mia gratitudine al team HRT per essersi fidato di me. Infine non posso dimenticare di ringraziare la McLaren per aver permesso di farmi fare questo passo. Sono stato molto felice nelle 8 stagioni al loro fianco, che mi hanno formato come pilota e persona. Senza di loro non sarei qui oggi”.

    Anche il team principal Colin Kolles e Luiz Perez Sala hanno espresso il loro apprezzamento per il pilota, tuttavia non è stato specificato al posto di chi De La Rosa prenderà il posto dato che Liuzzi ha un contratto per il 2012, dunque è probabile che Ricciardo lasci il team a fine stagione e torni alla Toro Rosso. Tuttavia il team ha annunciato una conferenza stampa domani alle 12.30 ed è probabile che i giornalisti porranno queste domande.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6260219
    Robert Kubica non sarà al via della stagione 2012
    Se lo aspettavano un po’ tutti, in realtà, visto anche l’alone di mistero -comprensibile- che ha circondato il suo recupero dopo il terribile incidente rallystico di inizio anno. Oggi è arrivata l’ufficialità: Robert Kubica non sarà al via della stagione 2012 di F1. Lo ha annunciato stamattina il tean Lotus Renault in un comunicato. Robert Kubica -si legge sul sito della squadra- ha informato oggi il team Lotus Renault che, pur avendo iniziato un intenso programma di allenamenti, è ancora troppo presto per lui per assicurare il suo impegno alla guida di una F1 nel 2012. I suoi progressi restano eccellenti -riesce a camminare e a muovere mano e gomito senza problemi- ma sente di aver bisogno di più tempo per poter ritornare completamente in forma.

    La Lotus Renault, d’altro canto -prosegue il comunicato- resta impegnata ad aiutare Robert il più possibile nel suo processo di recupero. Una vettura test è pronta e lo aspetta, e una crew di tecnici e meccanici è in stanby pronta a lavorare con lui. Ovviamente -si precisa- Robert resterà un membro della famiglia Lotus Renault anche nel 2012 ed è già pronto a trattare, attraverso i suoi manager, per rinnovare il contratto anche al di là del 2012, anno nel quale -lo ricordiamo- scade il suo accordo con la squadra. Sebbene dispiaciuto da questa notizia il team Lotus Renault inizierà a valutare le opzioni per scegliere il candidato più valido a ricoprire il posto di Robert sin dai primi test invernali 2012. Una volta di più -conclude il comunicato- tutti i membri del team augurano a Kubica un recupero veloce e completo e gli gridano: “Szybkiego powrotu do zdrowia” – “Torna presto amico nostro”. Di seguito le dichiarazioni ufficiali di rito.

    Robert Kubica: “Anche se ho lavorato davvero duro nel corso delle ultime settimane sono arrivato alla conclusione di non esser pronto per il via della stagione 2012. Ho chiamato la squadra e l’ho informata della situazione. E’ stata una decisione difficile da prendere, ma di certo è stata anche la più ragionevole. So che la Lotus Renault deve prepararsi per il prossimo anno, e posticipare ancora decisioni e comunicazioni riguardo la mia situazione non sarebbe stata la cosa migliore da fare. A livello personale il mio recupero è decisamente incoraggiante e i medici sono ben impressionati. Ho semplicemente bisogno di più tempo, perché quando tornerò voglio essere pronto davvero al 100%. Mi dispiace di non aver potuto fornire informazioni prima e di non essere apparso sui giornali e ringrazio i miei amici e i miei media per aver capito che questo è stato il modo migliore per me per affrontare il periodo più difficile della mia vita.”

    Eric Boullier, Managing Director e Team Principal: “Tutti all’interno della squadra sono molto, molto dispiaciuti. Sicuramente speravamo che Robert fosse in grado di guidare per noi in Australia. Ad ogni modo, ha preso una decisione da uomo maturo, nel migliore interesse della squadra. Come team e come famiglia, lo supporteremo al 100% e lo aiuteremo quanto più possibile. Un programma -simulatore, auto reale e test in pista- è sempre lì che lo aspetta quando vorrà e quando sarà pronto. Nel frattempo inizieremo a parlare con altri piloti per completare prima possibile la line-up per il prossimo anno. Robert andrà avanti passo dopo passo e tornerà in macchina quando sentirà che sarà il momento giusto per farlo. Mi faccio portavoce di tutti i 520 membri del team per augurargli un recupero breve e completo.”



    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6263517
    La Renault risponde al manager di Kubica
    Nervi tesi tra Robert Kubica e il team Renault. La scuderia di Enstone, che nel 2012 sarà ribattezzata Lotus, ha annunciato questa settimana che il polacco non sarà pronto in tempo per l’inizio della stagione 2012 ma ieri il manager del pilota, Daniele Morelli, ha accusato il team di aver strumentalizzato le sue parole.

    Eric Boullier, team principal della Lotus Renault GP, ha reagito con sorpresa, ribadendo che Morelli aveva approvato il comunicato stampa.

    “Ha approvato il comunicato quindi era tutto a posto” ha dichiarato il francese ad Interlagos. “Posso mostrarvi la mail, l’ha approvato. E ora è deluso non so per cosa. Sta creando notizie sul nulla” ha dichiarato Boullier in Brasile.

    In precedenza Morelli aveva dichiarato che Kubica sarebbe stato pronto per il 2012 ma non da febbraio, alimentando le voci di un possibile interesse di Ferrari e Red Bull in chiave 2013.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6263843
    GP Brasile, Prove Libere 1: Webber precede le McLaren
    Mark Webber ha ottenuto il miglior tempo con la Red Bull nella prima sessione di prove libere del GP Brasile di Formula 1 in una sessione caratterizzata da buone condizioni meteo. Webber ha girato in 1.13.811 scavalcando le due McLaren di Jenson Button e Lewis Hamilton che hanno chiuso rispettivamente in seconda e terza posizione davanti all’altra Red Bull di Sebastian Vettel. I primi quattro sono racchiusi in 214 millesimi.

    McLaren e Red Bull hanno dominato le prime posizioni già dopo la prima mezzora con Hamilton davanti a Button per circa 15 minuti prima che Vettel si portasse al comando.

    Button ha poi scavalcato il campione del mondo dopo i primi 60 minuti con Hamilton che si è portato alle sue spalle prima che Webber avesse la meglio.

    Ferrari in quinta e sesta posizione con Felipe Massa davanti a Fernando Alonso che ha parcheggiato la sua vettura nel finale a causa del cedimento del propulsore.

    Michael Schumacher e Nico Rosberg sono settimo e decimo con le Mercedes, tra loro le Force India di Nico Hulkenberg e Paul di Resta. Hulkenberg è stato uno dei tanti test driver in azione oggi. Romain Grosjean è 12mo con la Renault nonostante sia rimasto fermo all’uscita dai box per un problema al cambio dopo la prima ora di prove. Jean-Eric Vergne è 18m o con la Toro Rosso, Luiz Razia è 20m o con la Lotus e Jan Charuz è ultimo con la HRT.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ------------
    Risultati completi prove libere1
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Mark Webber Red Bull-Renault 1m13.811s 26
    2. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m13.825s + 0.014 25
    3. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m13.961s + 0.150 20
    4. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m14.025s + 0.214 28
    5. Felipe Massa Ferrari 1m14.507s + 0.696 34
    6. Fernando Alonso Ferrari 1m14.541s + 0.730 26
    7. Michael Schumacher Mercedes 1m15.162s + 1.351 28
    8. Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1m15.178s + 1.367 28
    9. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m15.241s + 1.430 31
    10. Nico Rosberg Mercedes 1m15.321s + 1.510 29
    11. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m15.468s + 1.657 29
    12. Romain Grosjean Renault 1m15.547s + 1.736 18
    13. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m15.663s + 1.852 27
    14. Bruno Senna Renault 1m15.732s + 1.921 32
    15. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m15.747s + 1.936 31
    16. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m15.836s + 2.025 27
    17. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m15.979s + 2.168 35
    18. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari 1m16.052s + 2.241 33
    19. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m16.514s + 2.703 33
    20. Luiz Razia Lotus-Renault 1m17.595s + 3.784 31
    21. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m18.140s + 4.329 29
    22. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m18.653s + 4.842 29
    23. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m18.952s + 5.141 33
    24. Jan Charouz HRT-Cosworth 1m19.577s + 5.766 37
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6264448
    GP Brasile, Prove Libere 2: Hamilton davanti a Vettel
    Lewis Hamilton è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere del GP Brasile ad Interlagos. L’inglese della McLaren Mercedes è stato al comando per gran parte della sessione.

    Il suo primo giro veloce, 1.13.852, l’ha portato al comando della classifica già all’11mo minuto. Il primato è durato fino ai primi 40 minuti, battuto dopo i primi run a gomme morbide. Michael Schumacher è stato il primo a battere il tempo di Hamilton girando in 1.13.723. Ma sei minuti dopo Hamilton ha montato a sua volta le gomme più morbide girando in 1.13.653 e poi in 1.13.392, tempo che gli ha garantito la prima posizione fino alla fine.

    Sebastian Vettel si è portato in seconda posizione con la Red Bull a 167 millesimi precedendo l’altra Red Bull di Mark Webber.

    Fernando Alonso è quarto con la Ferrari mentre Schumacher è quinto. Felipe Massa completa la top 6 con l’altra Ferrari mentre Jenson Button, secondo per gran parte della sessione, è precipitato in settima posizione.

    Nico Rosberg con la Mercedes precede le Force India di Adrian Sutil e Paul di Resta completano la top 10. Problemi al cambio per Sergio Perez a pochi minuti dal termine.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com

    ----------
    Risultati completi prove libere2
    Pos Pilota Team Tempo Giri
    1. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m13.392s 35
    2. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m13.559s + 0.167 41
    3. Mark Webber Red Bull-Renault 1m13.587s + 0.195 41
    4. Fernando Alonso Ferrari 1m13.598s + 0.206 35
    5. Michael Schumacher Mercedes 1m13.723s + 0.331 38
    6. Felipe Massa Ferrari 1m13.750s + 0.358 39
    7. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m13.787s + 0.395 36
    8. Nico Rosberg Mercedes 1m13.872s + 0.480 42
    9. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m14.144s + 0.752 41
    10. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m14.807s + 1.415 48
    11. Vitaly Petrov Renault 1m14.856s + 1.464 38
    12. Bruno Senna Renault 1m14.931s + 1.539 37
    13. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m14.970s + 1.578 32
    14. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m15.019s + 1.627 45
    15. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 1m15.264s + 1.872 44
    16. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m15.388s + 1.996 41
    17. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m15.679s + 2.287 43
    18. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m15.903s + 2.511 40
    19. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m16.298s + 2.906 36
    20. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m16.338s + 2.946 48
    21. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m18.031s + 4.639 39
    22. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m18.051s + 4.659 45
    23. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m18.367s + 4.975 42
    24. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m18.476s + 5.084 42
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6264449
    Formula 1 - Montezemolo, lettera per le 100 di Massa
    Il presidente Ferrari si complimenta col brasiliano prima di Interlagos, dove Felipe toccherà la cifra tonda in termini di gare col Cvallino Rampante "Con te abbiamo vissuto grandi emozioni e puntiamo a una stagione, la prossima, del riscatto"

    Una dedica speciale per i cento Gran Premi in rosso di Felipe Massa. Gliel'ha fatta avere il presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, attraverso una lettera pubblicata sul sito della Rossa, a pochi giorni dall'appuntamento di Interlagos. "Caro Felipe - si legge - questo è un Gran Premio importante per te, non soltanto perchè corri in casa, davanti al tuo pubblico. Sarà la tua centesima gara con noi, un traguardo straordinario, che solo pochissimi piloti possono dire di aver raggiunto prima di te, ma anche la conclusione del tuo decimo anno in Formula 1, tutti trascorsi alla guida di un motore prodotto qui a Maranello. Mi fa piacere che abbia voluto ricordare questo anniversario con un casco speciale, contraddistinto da cento cavallini rampanti. Questi dieci anni sono stati molto intensi. Con noi ti sei affermato come pilota, vincendo undici Gran Premi, arrivando a sfiorare un titolo iridato incredibile e contribuendo in maniera decisiva alla conquista di due Campionati del Mondo Costruttori per la Scuderia. Sei cresciuto, come pilota e come uomo e sei parte della nostra storia".

    2012, ANNO DEL RISCATTO - "Lì ad Interlagos, dove sei adesso, hai vissuto momenti bellissimi ma anche alcuni molto amari - prosegue Montezemolo - Oggi sei alla vigilia dell'ultimo Gran Premio di una stagione che è stata particolarmente difficile: speriamo davvero di poterla concludere con una bella soddisfazione. Da lunedì cominceremo a pensare soltanto al prossimo di campionato perchè di questo ne abbiamo avuto abbastanza". "Sarà un anno cruciale, il tuo settimo come pilota titolare della scuderia, perchè l'obiettivo è chiaro per tutti ed è talmente scontato che non vale nemmeno la pena ripeterlo - prosegue Montezemolo - Sono certo che tu per primo desideri dimostrare a chi ti critica che è in errore e a noi spetta il compito di metterti nelle migliori condizioni per farlo, dandoti una macchina vincente".

    Ci sarà dunque anche un casco tutto particolare ad accompagnare Massa durante lo svolgimento di questo particolare weekend. Realizzato dall'artista Jens Munser su indicazione del pilota brasiliano e prodotto dalla Schuberth, storico partner della scuderia e del pilota, il casco è contraddistinto da un Cavallino Rampante cromato e dorato in cui sono incastonati altri cento piccoli cavallini, uno per ognuna delle corse disputate con la Rossa.


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6264711
    GP Brasile, Prove Libere 3: Vettel il più veloce
    Miglior tempo per il campione del mondo Sebastian Vettel nella terza sessione di prove libere del GP Brasile di Formula 1 ad Interlagos. Il pilota della Red Bull Racing ha preceduto Jenson Button (McLaren) e l’altra Red Bull di Mark Webber. Quarto tempo per Lewis Hamilton. Distacchi ridotti tra Red Bull e McLaren con i quattro piloti racchiusi in 162 millesimi.

    Fernando Alonso è quinto con la Ferrari a 3 decimi davanti alla Force India di Adrian Sutil e alle Mercedes di Nico Rosberg e Michael Schumacher. Paul di Resta (Force India) e Felipe Massa (Ferrari) chiudono la top 10. Sessione tribolata per il ferrarista che ha rischiato il contatto prima la Virgin di Timo Glock in pista e poi con Schumacher in uscita dalla pitlane. Bruno Senna ha accusato problemi tecnici al propulsore mentre Sebastien Buemi non è riuscito a completare un giro veloce con la Toro Rosso.


    Fonte: http://f1grandprix.motorionline.com/

    ------------
    Risultati completi prove libere 3
    Pos Pilota Team Tempo Gap Giri
    1. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m12.460s 21
    2. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m12.547s + 0.087s 19
    3. Mark Webber Red Bull-Renault 1m12.597s + 0.137s 21
    4. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m12.622s + 0.162s 15
    5. Fernando Alonso Ferrari 1m12.765s + 0.305s 17
    6. Adrian Sutil Force India-Mercedes 1m13.113s + 0.653s 22
    7. Nico Rosberg Mercedes 1m13.286s + 0.826s 21
    8. Michael Schumacher Mercedes 1m13.393s + 0.933s 19
    9. Paul di Resta Force India-Mercedes 1m13.419s + 0.959s 19
    10. Felipe Massa Ferrari 1m13.583s + 1.123s 18
    11. Vitaly Petrov Renault 1m13.838s + 1.378s 20
    12. Rubens Barrichello Williams-Cosworth 1m14.283s + 1.823s 19
    13. Jaime Alguersuari Toro Rosso-Ferrari 1m14.286s + 1.826s 20
    14. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m14.311s + 1.851s 24
    15. Pastor Maldonado Williams-Cosworth 1m14.454s + 1.994s 22
    16. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m14.547s + 2.087s 24
    17. Bruno Senna Renault 1m14.551s + 2.091s 15
    18. Jarno Trulli Lotus-Renault 1m15.843s + 3.383s 24
    19. Heikki Kovalainen Lotus-Renault 1m16.026s + 3.566s 22
    20. Jerome D'Ambrosio Virgin-Cosworth 1m16.616s + 4.156s 26
    21. Tonio Liuzzi HRT-Cosworth 1m17.143s + 4.683s 23
    22. Daniel Ricciardo HRT-Cosworth 1m17.296s + 4.836s 23
    23. Timo Glock Virgin-Cosworth 1m17.984s + 5.524s 23
    24. Sebastien Buemi Toro Rosso-Ferrari 3
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6264746
    Gran Premio del Brasile - Incredibile Vettel, Alonso quinto
    Devastante prova di Sebastian Vettel che conquista la 15a pole position stagionale davanti al compagno di squadra Webber e Jenson Button. Quinto posto per Alonso, settimo Massa

    ...E sono 15! Neanche il Brasile e l'atmosfera ormai di "festa" frenano il campione del mondo Sebastian Vettel, primo a scendere in pista e ultimo a spingere come un dannato alla ricerca del tempo record. Incredibile il carattere del tedesco della Red Bull che a Interlagos strappa la 15esima pole position stagionale superando il record di Mansell. Il tempo poi non ha eguali: 1:11.918, unico pilota a scendere sotto il muro dell'1:12. L'ennesima lezione di un Red Bull che non sembra proprio avere limiti. Al fianco di Vettel si accomoda infatti il compagno di squadra Webber a conferma di uno strapotere assoluto.

    E gli altri stanno a guardare. Con la Red Bull in prima fila lo spettacolo si sposta quindi nelle altre posizioni con le McLaren ancora una volta superiori alla Ferrari. A questo punto servirà una vera e propria impresa a Fernando Alonso, ancora quinto, per strappare il secondo posto in classifica generale. Delude, e non è una novità, Felipe Massa, a rischio in Q1 e settimo al termine dello sprint pole. Chi stupisce in positivo è invece Nico Rosberg, sempre tra i primi fino all'ultimo giro veloce dei big con la sua Mercedes che scivola al sesto posto.

    Q1, IL PIU' VELOCE E' BUTTON - Per la cronaca del pomeriggio brasiliano, Jenson Button è stato il più veloce nella Q1. Con il tempo di 1'13"281 l'inglese ha preceduto il compagno di squadra Lewis Hamilton. Nono tempo per Fernando Alonso e 13° per Felipe Massa. Eliminati: Pastor Maldonado (Williams), Heikki Kovalainen e Jarno Trulli (Lotus), Tonio Liuzzi e Daniel Ricciardo (Hrt) e Jerome D'Ambrosio e Timo Glock (Virgin).

    Q2, ENTRA IN SCENA VETTEL - Subito Red Bull nella seconda sessione di qualifica. Sebastian Vettel è stato infatti il più veloce con il tempo di 1'12"446, il campione del mondo della Red Bull ha preceduto la Mercedes di Nico Rosberg. Sesto tempo per Fernando Alonso e ottavo per Felipe Massa. Eliminati: Paul Di Resta (Force India), Rubens Barrichello (Williams), Jaime Alguersuari e Sebastien Buemi (Toro Rosso), Valery Petrov (Lotus Renault), Kamui Kobayashi e Sergio Perez (Sauber).


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/

    --------
    Risultati completi qualifiche
    In allegato
    Fonte: http://en.espnf1.com/

  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6264844
    INTERVISTE E COMMENTI POST-QUALIFICHE
    Hamilton "Spero star lontano dai guai"
    Grande soddisfazione per Vettel che supera il record di Mansell portando a 15 le pole stagionali. Buona la prestazione di Webber e Hamilton spera di restare fuori dai "guai"

    VETTEL "MIGLIORATO RECORD, SONO FELICE" - Sebastian Vettel aggiunge un altro record al suo palmares con quello del maggior numero di pole position. Record che apparteneva dal 1992 a Nigel Mansell e che adesso è del tedesco della Red Bull con 15. "Devo dire che ne abbiamo parlato molto prima delle qualifiche di questo record e la cosa migliore era non pensarci - spiega il due volte iridato -. La macchina ieri era difficile da guidare con il bilanciamento che non andava ma abbiamo fatto le scelte giuste ed oggi ho apprezzato le modifiche ed ho dato tutto nell'ultimo giro. E' stato commovente perché era l'unica possibilità che avevo, poi ho dovuto aspettare gli altri per vedere se il tempo era sufficiente ed il mio tecnico mi diceva P2, P2 e finalmente pole position!" racconta Vettel. "E' una pole diversa da tutte le altre perché era difficile raggiungere il record di Nigel Mansell, anche se fatto con meno gare. Sono felice di essere qua e domani partire davanti e godermi la gara, poi vedremo quello che accadrà con il tempo" conclude Seb riferendosi alle previsioni meteo che prevedono pioggia per domenica.

    WEBBER "SAREBBE BELLO VINCERE" - Un solo decimo di ritardo dal compagno Sebastien Vettel fanno dire a Mark Webber di voler provare a vincere domani a Interlagos nel Gp del Brasile, l'ultimo della stagione. "Sarebbe bello vincere -ha detto in conferenza stampa-. Oggi ho fatto bene, sono andato forte per tutto il week end, è stato bello tenere Vettel sotto pressione, abbiamo sfruttato la macchina al massimo. Non mi sono potuto avvicinare al record, ma ho fatto un ottimo giro ed entrambi abbiamo sfruttato la macchina, vedremo domani".

    HAMILTON "SPERO DI STAR LONTANO DAI GUAI" - "Button è sempre forte, ha una macchina incredibile. Siamo messi bene, abbiamo una posizione migliore ma sicuramente possiamo fare una bella gara. Domani pioverà, può succedere di tutto". Così Lewis Hamilton commenta le qualifiche in vista del Gp del Brasile: "La partenza? Vediamo se sarà asciutto o meno. Mi auguro di essere competitivo e di stare lontano dai guai".


    -------------
    Gran Premio del Brasile - Alonso "Possiamo puntare al podio"
    La solita terza fila per la Ferrari. Ancora una volta Red Bull e McLaren fanno molto meglio della Rossa e il secondo posto in generale per Fernando Alonso si complica

    ALONSO "UN QUINTO POSTO DIFFICILE" - "Qualche volta il quinto posto è stato faticoso, qualche volta più facile, oggi è stato abbastanza difficile". Fernando Alonso giudica così la sua posizione maturata in qualifica che lo vedrà ai nastri di partenza del Gp del Brasile, ultimo appuntamento dell'anno. "Ci preoccupava la Mercedes, alla fine abbiamo badato più alla McLaren che alla Mercedes, quindi abbiamo fatto meglio di quello che pensavamo". Per il pilota spagnolo puntare al podio domani non è utopia: "Sarà tutto da vedere, domani le previsioni danno pioggia e questo rende il Gp un'incognita. Sappiamo quanto siamo competitivi sul bagnato, rimaniamo fiduciosi per poter fare una buona gara, se facciamo una gara buona partendo quinti possiamo puntare al podio" ha concluso Alonso.

    MASSA "MI ASPETTAVO QUALCOSA DI PIU'" - "Mi aspettavo qualcosa di più, forse qualche posizione in più. Siamo settimi, non sono molto contento però domani sarà una gara diversa con la pioggia. Vedremo". In quarta fila la seconda 150° Italia di Felipe Massa, settimo con 1'13"068. Il pilota brasiliano commenta cosi' le qualifiche per il Gp del Brasile. "Non era facile trovare il passo, quindi questo è stato il problema più difficile per me. Assetto da bagnato? Noi no, non cambia molto quindi siamo più o meno ok se piove, nessun problema".




    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com/
  12. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6265092
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6265466
    Gran Premio del Brasile - Vince Webber, finale amaro per la Ferrari
    Finale amaro per la Ferrari con Alonso che scivola giù dal podio brasiliano e mondiale. Doppietta Red Bull con Webber e Vettel secondo. Terzo un straordinario Button

    La fotografia di un mondiale da dimenticare. E parliamo, naturalmente di Ferrari. In Brasile finisce, diciamolo chiaramente, come doveva finire. Giù dal podio di San Paolo e giù dal podio mondiale. Un vero e proprio disastro per gli uomini di Maranello, incapaci per una intera stagione di colmare il gap con le irraggiungibili Red Bull e con la McLaren. A questo punto con Alonso, un pilota al quale si può rinfacciare ben poco, fuori dai giochi e il record negativo di Massa, un pilota Ferrari a non salire mai sul podio in una stagione, una riflessione è d'obbligo. Fa bene Domenicali a fine gara a dichiararsi dispiaciuto e ad ammettere il risultato non proprio esaltante della Rossa. I numeri parlano chiaro ma a volte le parole dei protagonisti riescono a dare il giusto peso alle cose. E questo 2011 Ferrari è un macigno forse ancor più duro da accettare della batosta di Abu Dhabi del 2010. Questo secondo anno di Alonso doveva avere ben altro esito e ben altro andamento. Tutto da rifare in casa Ferrari. A Maranello promettono di lavorare sodo sul progetto 2012 e non possiamo non crederci ma questa volta attenderemo solo i risultati su pista. I proclami cercheremo di prenderli in giusta misura.

    Fatta questa piccola quanto amara analisi della Rossa, passiamo alla gara. Bella nonostante la posta in gioco non certo di gran prestigio. In Brasile ci si giocava il secondo posto mondiale e ad avere la meglio è stato Jenson Button, un pilota che in questo 2011 ha dimostrato al mondo intero (e non posso non fare mea culpa) il proprio valore. In pochi credevano a questo inglese, accusato più volte di aver vinto in modo decisamente fortunoso. Ma i campioni sono fatti così: stupiscono e fanno cambiare idea alle persone. Io sono una di quelle persone. La McLaren porta quindi a casa un successo che vale quanto il titolo se pensiamo allo strapotere e alla superiorità della Red Bull. Red Bull che oggi per spingere Webber sul gradino alto del podio si "inventa" un problema al cambio risolto in modo misterioso quanto sorprendente senza neanche un mezzo intervento meccanico ai box. L'australiano porta a casa la prima vittoria stagionale chiudendo il mondiale al terzo posto, alle spalle di Button. Quarto, lo abbiamo detto e ripetiamo, il ferrarista Fernando Alonso, autore anche oggi di una gara perfetta. Non si può chiedere di più all'asturiano. Anzi.

    È stata una bella gara, fin dalla partenza con i ferraristi che guadagnano una posizione allo start e Vettel che scappa subito via prima di essere bloccato dal misterioso problema al cambio. Proprio a causa di questo problema Webber riesce a passare portandosi al comando. Dietro sono Schumacher e Senna a regalare emozioni con un contatto che costringe il Kaiser a una sosta ai box causa foratura. Un problema che compromette in modo definitivo la gara brasiliana del campione Mercedes. Da segnalare il sorpasso stupendo di Alonso ai danni di Button, unica gioia del fine settimana brasiliano.

    Per una volta le Pirelli non sembrano stravolgere la gara (tranne per la Ferrari). Si corre su soft con il solo Button ad anticipare le Medium. I pit stop infatti non decidono quasi nulla nelle posizioni in pista. A decidere qualcosa è invece il ritiro di Lewis Hamilton, tradito da problemi al cambio. L'inglese parcheggia la sua McLaren a bordo pista chiudendo la sua stagione nel peggiore dei modi e alle spalle del collega Button. Massa colleziona sorpassi (non certo fatti) per l'intera gara chiudendo il suo centesimo Gran Premio in quinta posizione. Dicevamo della Ferrari, ancora una volta vittima delle medie con Alonso che a dieci giri dal termine si vede costretto a cedere il gradino basso del podio a Button. Incredibile la superiorità McLaren al momento del sorpasso con lo spagnolo bravissimo a difendersi alla S di Senna e sverniciato alla curva dopo in modo quasi imbarazzante (e non certo per colpa sua).

    Ancora una gara da ricordare per le due Force India. Sutil chiude in sesta posizione, alle spalle di Massa e davanti a un Rosberg dal quale ci si aspettava qualcosina in più. Di Resta subito dietro il tedesco della Mercedes mentre le due Toro Rosso chiudono fuori dalla top ten.

    Si chiude in Brasile una stagione dominata in lungo e in largo dalla Red Bull. Un mondiale comunque bello con ben cinque campioni del mondo in pista. Comincia ufficialmente, da domani, la corsa ai miglioramenti in vista del 2012. Si ricomincerà a Jerez a febbraio con i primi test, un inverno che soprattutto a Maranello sarà di duro lavoro. E chiudiamo proprio con le parole di Alonso a fine gara: "Cosa manca alla Ferrari? Una monoposto sei, sette decimi più veloce". Questa la speranza dei ferraristi, per gli appassionati in generale di assistere a un mondiale più equilibrato. Complimenti alla meravigliosa Red Bull di Newey e appuntamento al prossimo 2012...


    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com

    -------
    Risultati completi qualifiche
    In aggiornamento
    Fonte: http://en.espnf1.com/
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6265467
    Classifica Finale mondiale piloti

    1 Vettel Sebastian (GER) 392
    2 Button Jenson (GBR) 270
    3 Webber Mark (AUS) 258
    4 Alonso Fernando (SPA) 257
    5 Hamilton Lewis (GBR) 227
    6 Massa Felipe (BRA) 118
    7 Rosberg Nico (GER) 89
    8 Schumacher Michael (GER) 76
    9 Sutil Adrian (GER) 42
    10 Petrov Vitaly (RUS) 37
    11 Heidfeld Nick (GER) 34
    12 Kobayashi Kamui (JPN) 30
    13 di Resta Paul (GBR) 27
    14 Alguersuari Jaime (SPA) 26
    15 Buemi Sebastien (SVI) 15
    16 Perez Sergio (MEX) 14
    17 Barrichello Rubens (BRA) 4
    18 Maldonado Pastor (VEN) 1


    ----------
    Classifica Finale mondiale costruttori

    1 RBR-Renault 650
    2 McLaren-Mercedes 497
    3 Ferrari 375
    4 Mercedes 165
    5 Renault 73
    6 Force India-Mercedes 69
    7 Sauber-Ferrari 44
    8 STR-Ferrari 41
    9 Williams-Cosworth 5
    10 Lotus-Renault 0
    11 HRT-Cosworth 0
    12 Virgin-Cosworth 0
  15. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6265514
    INTERVISTE E COMMENTI
    Gran Premio del Brasile - Webber "Grande doppietta Red Bull"
    La gioia in casa Red Bull e la soddisfazione di Button, capace di chiudere alle spalle di Vettel in classifica generale. Hamilton, invece, pensa solo a un po' di meritato riposo

    WEBBER "UNA DOPPIETTA IMPORTANTE PER LA SQUADRA" - "Ho avuto un po' di sfortuna durante la stagione, ma è importante per tutta la squadra vincere con doppietta della Red Bull". Lo ha affermato Mark Webber pilota della Red Bull, al termine del Gran Premio del Brasile che l'australiano ha vinto davanti a Vettel e Button. "Mi sento molto bene - continua il pilota Red Bull - e per tutto il week-end sono stato bene. Oggi avrei dovuto combattere fino alla fine e quindi e' chiaro che e' una vittoria che cercavo. Ho apprezzato gli ultimi giri sapendo che la fine era vicina".

    VETTEL "UNA STAGIONE FANTASTICA" - "E' stata una stagione incredibile, non posso essere triste per questo risultato, è stata una doppietta fantastica per la squadra. E' stato un anno fenomenale, con un finale forte, siamo pronti per l'inverno, adesso ricarichiamo le batterie, torneremo altrettanto forti per la prossima stagione". Il campione del mondo Sebastien Vettel si proietta già verso la prossima stagione accogliendo bene il secondo posto di oggi in Brasile dietro il suo compagno di squadra. "E' stato un peccato, sono partito bene, mi sentivo bene, poi ho avuto un problema con il cambio e dovevo stare attento ad usare sempre marce lunghe per quasi tutta la gara. Mark da parte sua ha fatto un'ottima gara, ha meritato di vincere e non la definirei sfortuna, ma ho cercato di fare il mio meglio, tentando di mantenere il divario con Fernando prima e Jenson dopo".

    BUTTON "GARA MOLTO DIFFICILE" - "E' stata una gara difficile per me, soprattutto nella prima parte, con le gomme morbide. Fernando Alonso è stato bravo e, dopo il sorpasso subito facevo fatica a seguirlo". Così l'inglese Jenson Button, durante la conferenza stampa, al termine della gara di Interlagos. "A quel punto - ha proseguito il pilota della McLaren - abbiamo deciso di montare le 'dure' ed è andata molto meglio. Ho ritrovato un buon ritmo, ho passato Alonso ed ho conquistato un importante terzo posto. Vettel, invece, nonostante il mio buon passo, era già troppo distante". Con questo terzo posto Jenson Button ha "blindato" la seconda posizione nella classifica mondiale piloti.

    HAMILTON "ADESSO VOGLIO SOLO RIPOSARMI UN PO'" - E' durato 48 giri il Gran Premio del Brasile di Lewis Hamilton. Il pilota anglo-caraibico della McLaren è stato costretto a ritirarsi mentre si trovava in sesta posizione per un problema alla scatola del cambio. "Ero partito male, avevo perso una posizione nei confronti di Alonso ma dopo avevo un passo ragionevole - la sua analisi - Ero riuscito ad avvicinarmi a lui e Button, stavo lottando con Massa ma poi ho avuto questi problemi al cambio e ho cominciato a perdere troppo terreno". Nel complesso il bilancio di Hamilton e' positivo. "E' stato un anno lunghissimo e interessante - commenta - Ho dato tutto, anche in questa gara dove siamo stati sfortunati e non siamo riusciti a raccogliere dei punti. Adesso non vedo l'ora di riposarmi un po' in compagnia della mia famiglia e dei miei amici. C'è tanto da migliorare ma sono ottimista anche se oggi non abbiamo colto un grande risultato".


    ---------
    Gran Premio del Brasile - Domenicali "Ripartire a testa bassa"
    Stefano Domenicali ammette l'annata non certo positiva per la Ferrari e promette lavoro duro in vista del 2012. Alonso cerca di salvare il salvabile e dichiara "Serve macchina sei o sette decimi più veloce"

    Stefano DOMENICALI "ORA RIPARTIRE A TESTA BASSA" - Finalmente è finita. Col Gran Premio del Brasile si chiude la deludente stagione della Ferrari che a Interlagos non e' riuscita nemmeno a salire sul podio: quarto Alonso, quinto Massa. "Abbiamo pagato la mancanza di passo", l'analisi di un Stefano Domenicali già proiettato verso il 2012: "E'la fine di una stagione non positiva, ora ripartiamo con questa esperienza a testa bassa, come stiamo facendo già da un paio di mesi a questa parte, in vista della prossima stagione".

    Fernando ALONSO "CI E' MANCATA COMPETITIVITA'" - "Dobbiamo essere molto felici del lavoro dei meccanici, degli ingegneri e di tutto lo staff quest'anno. Sappiamo cosa ci è mancato, una macchina un po' più competitiva, ma la squadra ha massimizzato il lavoro in tutto il week-end.". E' questo il commento di Fernando Alonso, al termine del Gran Premio del Brasile che il pilota della Ferrari ha chiuso al 4^ posto. "La partenza è andata molto bene - continua - e nei primi giri ho sorpassato Button. Mi trovavo bene con le gomme morbide, mentre con le dure abbiamo perso un po di passo. Credo che questa sia la sintesi dell'anno, qualche volta siamo riusciti a andare a podio, qualche altra no". Il pilota Ferrari si sofferma anche sulle aspettative per la prossima stagione. "Nel 2012 - dice ancora Alonso - credo che ci troveremo in una posizione migliore di quest'anno, dobbiamo ripetere quello che abbiamo fatto in questo campionato, ma con una macchina sei o sette decimi più veloce di quella del 2011. Tra l'altro - conclude il pilota spagnolo - bisogna vedere come si comporta la macchina dell'anno prossimo con le nuove gomme, speriamo che anche quelle ci possano dare una mano".

    Felipe MASSA "NON AVEVAMO PASSO" - "Qui in Brasile ho vinto due volte. Ma oggi era una gara difficile e non avevamo il passo delle macchine davanti a noi, decisamente più veloci. Avevamo pure un problema con i set di gomme morbide, per noi congeniali. Me ne restavano, infatti, soltanto due ed è stato dunque difficile gestire la gara". Così il ferrarista Felipe Massa, al termine del Gp di Interlagos, chiuso al quinto posto. Il brasiliano, comunque, guarda già al futuro. "C'è tanto da lavorare. Questa stagione è andata male. Ma siamo fiduciosi per la prossima stagione", ha precisato Felipe Massa.



    Fonte: http://it.eurosport.yahoo.com

  F1 2011: Gp del Brasile

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina