1. hora et labora  
        Mi trovi su: Homepage #6267213
    Nell'accumulo e nella catalogazione c'è in più una componente intellettuale, data dal piacere di riconoscere dei pattern, o percorsi di senso, tra le cose: infatti il nostro cervello trae sommo piacere nel dare un ordine al mondo. Non ce ne accorgiamo mai, oppure non ci passa nemmeno per la testa, ma quando giochiamo stiamo in realtà allenando queste abilità ancestrali, che la società dei consumi ha reso quasi superflue (visto che la fame, per esempio, non è più un problema nelle società occidentali) ma che sono fondamentali per definire la nostra "umanità". Ecco, così, magari ci sentiamo anche meno in colpa per le nottate passate con un controller in mano...
    Non siamo soli nell'universo: è che nessuno ci invita mai alle feste
  2.     Mi trovi su: Homepage #6268554
    Un articolo di antropologia evoluzionistica videoludica! Ben fatto :). E' affascinante come al solito vedere come i nostri comportamenti odierni siano dettati dalla sovrapposizione di diversi "strati" di storia evolutiva, alcuni dei quali in conflitto tra loro...

    Una delle caratteristiche che imputi ad una storia evolutiva recente (cacciatori raccoglitori e conoscenza del territorio) secondo me va piu' indietro... Gli scimpanze' ci danno le piste quanto a memoria visiva e territoriale, dovendo muoversi in continuazione alla ricerca di piccole "patches" di cibo. Probabilmente abbiamo passato un periodo dove questa caratteristica era ancora piu' fondamentale, quando vagavamo per la savana in cerca di tuberi e carcasse..
  3. Minecraft 1.0 - e quello con l'idraulico e quello con la spada.  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6268634
    Sempre pregno! E anche fregno, come direbbe qualcuno.
    Che poi è sconcertante come la gran parte dei videogame si limiti a soddisfare bisogni praticamente fisiologici. Pensate alla piramide di Maslow:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Bisogno#La_piramide_di_Maslow .
    E' (in)credibile come la roba di successo alla fine ronzi sempre attorno alla parte bassa della piramide, ma questo vale per l'industria dell'intrattenimento di massa in generale, alla fin fine. L'interpretazione marxiana è dietro l'angolo, Falinovix! Prossima puntata?

  Ludonauti: I videogiochi? Un passatempo primitivo…

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina