1. Wal Owner  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6290035
    Folli, folli, adorabilmente folli.
    Ricordo anche di un signore che ci accompagnò per centinaia di chilometri fino alla nostra fermata, e probabilmente lui avrà perso il suo treno, la sua famiglia, la sua stessa vita, per accompagnarci.

    Ma che poi... il tassista aveva anche il navigatore satellitare, ma non l'avrebbe usato manco morto, mortacci sua :)
    fotone.tumblr.com
  2.     Mi trovi su: Homepage #6290061
    Al contrario, è una cosa relativamente comune imbattersi in mappette in manga o anime di taglio realistico o scolastico e sicuramente ci saranno anche videogiochi che riprendono questa usanza... ma al momento non me ne vengono in mente.


    Shen Mue. In una parte del gioco si doveva guardare una mappa con i nomi delle famiglie per abitazione per trovare la casa giusta.
  3. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6292384
    FotoneRicordo anche di un signore che ci accompagnò per centinaia di chilometri fino alla nostra fermata, e probabilmente lui avrà perso il suo treno, la sua famiglia, la sua stessa vita, per accompagnarci.


    Questo. Sia a Tokyo che a Kyoto. Due casi identici: mi hanno visto con la mappetta in mano, son venuti li senza che io li chiamassi, mi hanno accompagnato. Nel caso di Kyoto il tizio stava decisamente andando in ufficio e ci ha accompagnato a piedi per una quindicina di minuti.


    E' un modo di fare che francamente mi è rimasto molto "addosso".
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.
  4. conferenza  
        Mi trovi su: Homepage #6292577
    FotoneFolli, folli, adorabilmente folli.
    Ricordo anche di un signore che ci accompagnò per centinaia di chilometri fino alla nostra fermata, e probabilmente lui avrà perso il suo treno, la sua famiglia, la sua stessa vita, per accompagnarci.

    Ma che poi... il tassista aveva anche il navigatore satellitare, ma non l'avrebbe usato manco morto, mortacci sua :)
    Casi del genere ormai non sono più una novità per chiunque sia andato in Giappone o conosca un po' delle abitudini dei giapponesi.
    Consiglio "Autostop con Buddha", un simpatico libro / diario di viaggio di un professore di inglese in una scuola giapponese che decide di farsi tutto il Giappone in autostop, in certi punti stavo crepando dal ridere :asd: e ci sono un sacco di esempi di come i giapponesi spesso si sentano obbligati ad aiutare una persona in difficoltà, o forse solo i "gaijin" in difficoltà....

  Rubrica Tondemonai!: Vie e viucce, strade e stradicciole

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina