1.     Mi trovi su: Homepage #6317879
    Sagge parole.
    L'industria videoludica rischia di fare la fine dell'industria discografica, senza un adeguamento attuato per tempo in base al mercato.
    Basta guardare le major discografiche di ieri, oggi in che acque navigano.
    Stesso destino potrebbero incontrare le grandi software house con le loro maxi-produzioni.
    - Quetzalcoatl il serpente piumato -
  2.     Mi trovi su: Homepage #6317904
    fortieTHiefbeh certo,li facesse uscire a basso prezzo i suoi giochi.

    Sicuramente la serie di Levine nn è una di quelle che merita il deprezzamento, sn ben altre le mele marce messe sullo scaffale allo stesso prezzo delle AAA ( LoL aggiungo). XD
    We are under attack! Take cover!!!!!!
  3. Virtual Grand Prix 2  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6318526
    I commenti nascono dall'equivoco creato dall'erroneo titolo della notizia scritta qui si next: "Levine contro il prezzo dei giochi"

    leggendo il pezzo, o meglio la fonte originale, si capisce che la questione non è "i giochi costano troppo" ma "i giochi posizionati su quella fascia di prezzo debbono essere qualcosa di veramente speciale visti i tempi di crisi e la qualità raggiunta dalle produzioni a basso budget".
  4. Account abbandonato. Fade to black.  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6318552
    Probabilmente il discorso di Levine è molto più ampio, e fa leva a mio parere sull'industria game in generale che è diventata un ammasso di titoli con il numero 2-3-4 con poche migliorie e vendute a prezzo pieno. Levine penso identifichi nei titoli "veramente meritevoli di 60 dollari" giochi speciali e, a mio avviso, nuove proprietà intellettuali che diano realmente nuove esperienze di gioco. Il riferimento ai giochi indie non è casuale: è in quel mercato che ormai si gioca la partita sull'originalità e sulla sperimentazione di nuove vie. Se il mercato rimane legato ai cloni a prezzo pieno implode.
    "A te t'ha rovinato il team corse" (C) 2004 AlGaloppo
  5.     Mi trovi su: Homepage #6318582
    "Più spesso, gli utenti puntano ai giochi per PSN, Steam o Xbox Live invece di recarsi nei negozi."
    ma e' sicuro ? :-O Levine l'ha sparata qui.. ( 69,99 un FPS su PSN a me personalmente fa infervorire altro che comprarlo)
    Legge divina non scritta in un GDR .... levellare (dark souls escluso)

  Notizia BioShock Infinite: Levine contro il prezzo dei giochi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina