1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #6386792
    TRIESTE - Il medico si rifiuta di visitarla per darle l'idoneità al
    rinnovo della patente e la scienziata Margherita Hack "sale sulle

    barricate" denunciando quello che considera un abuso basato su una

    discriminazione in base all'età. La vicenda è stata riportata oggi da Il
    Piccolo.

    Furiosa. La Hack, 90 anni, guidatrice di una Panda è

    furiosa: «Ne faccio un caso di principio - ha spiegato - non tanto per

    me, visto che la mia patente scade a giugno, quindi ho tempo. Ma il

    medico mi ha detto che non vuole visitare a questo scopo le persone

    oltre gli 85 anni. Questo per me è un abuso ed è incostituzionale». La

    motivazione addotta dal sanitario sarebbe quella per cui a giudicare

    l'idoneità alla guida degli «Over 85» sarebbe una commissione sanitaria.

    «Se poi dichiara che a 90 anni non mi darebbe comunque l'idoneità - ha

    concluso Hack - allora questo è un pregiudizio, ancora più grave».
    Il medico. «Una persona di ottantanove o novant'anni

    non può essere ritenuta idonea per la patente se a decidere è un medico

    monocratico che, per legge, deve rilasciare un'idoneità della durata di

    due anni», spiega dal canto suo Giuseppe Caragliu, il medico che si è

    rifiutato di visitare l'astrofisica. «Ritengo che debba essere

    reintrodotta la regola, cassata alcuni mesi fa in base alla quale gli

    ultraottantenni dovevano essere valutati da un'apposita Commissione

    medica per ottenere l'idoneità alla guida. A ogni modo, se avessi la

    facoltà di dare alla professoressa Hack solo un anno di idoneità avrei

    preso in considerazione l'ipotesi di visitarla altrimenti, purtroppo,

    non posso che tenere in considerazione che un novantenne sia, di per sé,

    una persona con un'idoneità in bilico, che può non essere più tale da

    un giorno all'altro anche a seguito di piccoli episodi e

    indipendentemente dal fatto che la persona in esame sia in buona salute,

    oppure sia addirittura un genio - ha concluso - come Margherita Hack».

    Aspetto in particolare il commento di Massi :D
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2.     Mi trovi su: Homepage #6386801
    scudettowebLa gente non si rende conto di quanta poca libertà Stato e burocrazia stanno lasciando ai cittadini fino a quando non ci sbatte col muso.
    premetto che ritengo Margherita Hack persona degnissima, ma non dirmi che, almeno in questo caso, non ti accorgi del problema ?
    oppure hai preso al volo il primo pretesto per esporre qualcosa che covava da tempo ?
  3. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #6386804
    commonpremetto che ritengo Margherita Hack persona degnissima, ma non dirmi che, almeno in questo caso, non ti accorgi del problema ?
    oppure hai preso al volo il primo pretesto per esporre qualcosa che covava da tempo ?
    Nel senso che a te sembra normale che per giudicare se una persona può guidare o meno serva una commissione sanitaria? Solo però se ha una certa età poi, come avessimo costituzionalmente asserito che gli anziani sono menomati. La Hack mi è sempre stata sulle balle per il modo supponente con cui tratta la materia, ma se ha bisogno di andare a protestare alla motorizzazione, cerco di liberarmi. :asd:
  4.     Mi trovi su: Homepage #6386805
    Mah, quando mio Padre ha rennovato la patente (l'ho accompagnato io nel giugno scorso, dopo gli 80 anni si fa' ogni anno)....E' stato visto da commissione. Ci sente poco, i reflessi son quel che sono, non guida più e manco cammina. Ha una honda di fine anni 90 con cambio automatico (Beppone, Dig e Equus la conoscono) Personalmente sono contento che gli abbiano rinnovato la patente (tanto non guida) ma secondo me in alcuni casi anziani al volante sono pericolosi (Magari qualcuno prende anche antidepressivi o psicofarmaci a peggiorare i reflessi).
    E' una notizia brutta da dare all'interessato il mancato rinnovo, non trovo niente di male sul fatto che ci sia una commissione, anche per non lasciare a una persona sola una grossa responsabilità.
  5.     Mi trovi su: Homepage #6386810
    ah, quindi per te, lo stabilire che una persona di 90 anni non è più abile per guidare un'auto (che anche a 50 all'ora può uccidere qualcuno) è solo una conseguenza di pregiudizio ?
    .
    pensa che a me (che ovviamente non sono fautore del libertarismo) anche la "commissione" sembrerebbe inutile, ma dato che c'è, capisco il perché di una commissione, invece del semplice oculista, perché una persona normale deve verificare solo la Vista, per una persona di NOVANTA anni, invece, qualcuno deve valutarne anche l'udito e soprattutto i riflessi, ammesso che ne abbia ancora
  6. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #6386821
    commonah, quindi per te, lo stabilire che una persona di 90 anni non è più abile per guidare un'auto (che anche a 50 all'ora può uccidere qualcuno) è solo una conseguenza di pregiudizio ?
    Certamente. Il fatto che abbia 90 anni è irrilevante, è il fatto semmai che non è più abile. Un quarantenne con il Parkinson prematuro ha meno controllo di un 80enne sano, l'età non può essere una discriminante. Se vogliamo girarla, non ha senso che un rinnovo sia una semplice visita oculistica. E in ogni caso, è comunque un eccesso di burocrazia: un medico visita il paziente (18 o 108 anni non cambia) e rilascia l'ok se è in buono stato di salute ai fini della guida (vista, riflessi generali, ecc.). Se non lo è, non rilascia e il paziente può appellarsi a una commissione sanitaria.
  7.     Mi trovi su: Homepage #6386828
    scudettowebCertamente. Il fatto che abbia 90 anni è irrilevante, è il fatto semmai che non è più abile. Un quarantenne con il Parkinson prematuro ha meno controllo di un 80enne sano, l'età non può essere una discriminante. Se vogliamo girarla, non ha senso che un rinnovo sia una semplice visita oculistica. E in ogni caso, è comunque un eccesso di burocrazia: un medico visita il paziente (18 o 108 anni non cambia) e rilascia l'ok se è in buono stato di salute ai fini della guida (vista, riflessi generali, ecc.). Se non lo è, non rilascia e il paziente può appellarsi a una commissione sanitaria.
    innanzitutto, mettere come contraltare delle persone con possibili malattie è proprio una stupidata
    .
    ma tornando in topic, ti avrei capito mooolto di più se il tuo messaggio fosse stato di principio, di ribellione ad una certa ingerenza pubblica nel privato
    ma così proprio no, una persona di 90 anni, NON è abile a prescindere da eventuali malattie (che comunque sarebbe un miracolo non avesse) e sono i riflessi il vero problema che un paio di occhiali non potrà mai limitare; tanto che io ritengo una commissione già un di più che si potrebbe anche evitare, a meno che la persona non intenzione di guidare solo nel suo giardino e non in una città zeppa di auto e pedoni
    .
  8. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #6386833
    Però se mi dici che secondo te chi ha 90 anni dovrebbe avere una libertà in meno per il solo aspetto anagrafico, non puoi chiedermi se il mio intervento è un pretesto per altro: è chiaro che è una questione di libertà personali.

    Peraltro, pur essendo in disaccordo sulla limitazione della libertà individuale, capisco di più la tua posizione (>90 = no patente) perché almeno è trasparente.
  9.     Mi trovi su: Homepage #6386839
    scudettowebPerò se mi dici che secondo te chi ha 90 anni dovrebbe avere una libertà in meno per il solo aspetto anagrafico, non puoi chiedermi se il mio intervento è un pretesto per altro: è chiaro che è una questione di libertà personali.

    Peraltro, pur essendo in disaccordo sulla limitazione della libertà individuale, capisco di più la tua posizione (>90 = no patente) perché almeno è trasparente.
    se hai letto ciò che ho scritto dopo, parlando di ribellione etc etc. dovresti aver capito che quel termine "PRETESTO", in questo caso non l'ho usato in tono dispregiativo
    .
    ma a parte le divagazioni, qua il punto è UNO solo: per te una persona di 90 anni è fisicamente uguale ad una di 40 ? perché se parti da questo presupposto lo capisco, anche se penso che ti sbagli di grosso
    ma se invece il tuo principio è il libertarismo allora peggio, perché non c'è niente di più lontano da quello che auspico
  10. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #6386843
    commonma a parte le divagazioni, qua il punto è UNO solo: per te una persona di 90 anni è fisicamente uguale ad una di 40 ? perché se parti da questo presupposto lo capisco, anche se penso che ti sbagli di grosso
    ma se invece il tuo principio è il libertarismo allora peggio, perché non c'è niente di più lontano da quello che auspico
    Penso che per la patente servono determinati requisiti fisici. Penso che questi requisiti fisici debbano essere verificati e vengono verificati da un medico. Se un 40enne non vede da qui a un metro, deve portare gli occhiali. Se un 90enne è lucido, ha riflessi accettabili (vogliamo fare un test sui riflessi in macchina a tutta la popolazione? Dici che non c'è almeno un 20% di persone che sono un pericolo per tutti a prescindere dal'età?) e ci vede bene, a posto.

    È chiaro e consequenziale che su 100 80enni, 10 avranno il nullaosta e su 100 40enni ce l'avranno in 99, ma non per questo ritengo giusto levare a prescindere una libertà a una persona. Così come ho detto tante volte che il multe e ritiri della patente solo per chi ha un tasso alcolemico elevato sono ridicole, visto che c'è gente che si mette in macchina febbricitante o con 20 ore di veglia alle spalle ed è molto meno lucida di quello che ha bevuto un bicchiere di birra in più del limite.
  11.     Mi trovi su: Homepage #6386868
    scudettowebPenso che per la patente servono determinati requisiti fisici. Penso che questi requisiti fisici debbano essere verificati e vengono verificati da un medico. Se un 40enne non vede da qui a un metro, deve portare gli occhiali. Se un 90enne è lucido, ha riflessi accettabili (vogliamo fare un test sui riflessi in macchina a tutta la popolazione? Dici che non c'è almeno un 20% di persone che sono un pericolo per tutti a prescindere dal'età?) e ci vede bene, a posto.

    È chiaro e consequenziale che su 100 80enni, 10 avranno il nullaosta e su 100 40enni ce l'avranno in 99, ma non per questo ritengo giusto levare a prescindere una libertà a una persona. Così come ho detto tante volte che il multe e ritiri della patente solo per chi ha un tasso alcolemico elevato sono ridicole, visto che c'è gente che si mette in macchina febbricitante o con 20 ore di veglia alle spalle ed è molto meno lucida di quello che ha bevuto un bicchiere di birra in più del limite.
    ma scud siamo una popolazione adulta di 50.000.000 di persone...quale può essere la percentuale di persone che ottengono la patente e sono paragonabili a novantenni...?
    conosco diversi anziani che non dovrebbero più guidare (per diverse cause: riflessi, vista, dolori fisici, malanni di vario tipo, sotto effetto di farmaci somministrati quotidianamente, mancanza di riflessi mentali) e spesso non raggiungono neanche gli 80 anni ma hanno ancora la patente. Questo è grave! Quanti novantenni in italia saranno ancora capaci di guidare in modo sicuro per tutti? E se anche qualche novantenne è ancora in grado di farlo, di certo non metto a rischio l'incollumità di persone incolpevoli (pedoni o automobilisti) per venire incontro al desiderio di liberismo a tutti i costi.
    La signora Hack, che sopporto molto poco per le tue stesse ragioni, benchè eccellente nel suo campo nel corso della sua esistenza, dovrebbe arrendersi al trascorrere del tempo ammettendo, almeno per una volta nella vita, di dover passare la mano.
    Se il medico che deve assumersi la responsabilità di mettere in circolazione un potenziale pericolo si rifiuta di farlo, io lo capisco, e se si vuole perseguire lo spirito liberista, si faccia una commissione speciale (per campi di specializzazione) e si valuti caso per caso. Il singolo medico valuta lo stato generale di salute di una persona sana e in età neurologica utile, altri casi non possono essere giudicati da un solo medico addossandogli tutta la responsabilità. secondo me... ;)
    1 Superlega (Clausura 2007/08)
    1 Champions Superleague (apertura 2011/12)
  12.     Mi trovi su: Homepage #6386873
    Sembra che qualcuno non abbia mai conosciuto un anziano.
    Levare la patente a un anziano può essere spesso necessario e bisogna usare molto tatto nel comunicarglielo, ho visto persone andare in depressione totale e sentirsi morti.
    Per questo serve una commissione, ci vuole anche psicologo e proprio non vedo come non lo si voglia capire. Bisogna giudicare caso per caso. Ci sono anziani perfettamente lucidi a 90 anni e depressi che guidano e hanno 30 anni, magari con la pastiglietta antidepressiva a portata di mano. Comunque è già tutto normato. Dopo gli 80 anni (o 75, non ricordo) visite più frequenti (Commissione di medici) e rinnovi annuali.

    Se poi mi si dice che qualsiasi persona che prende psicofarmaci tosti non dovrebbe guidare, invece vietano solo la Guida a chi magari beve una birra media.....Siamo d'accordo.

    Io vieterei, infatti, l'uso dell'auto a chi prende psicofarmaci. Altro che liberismo. Ognuno deve essere libero di fare ciò che vuole, anche di drogarsi a manetta o di imbottirsi di medicine....Ma se rischia di far danni all'incolumità altrui, gli deve essere impedito. Altrimenti lo Stato e la Società civile che ci stanno a fare ?

    Zacco, ti fanno casino se fumi una canna e guidi e poi vedi andare in giro gente imbottita di roipnol e schifezze varie....
  13.     Mi trovi su: Homepage Homepage #6386882
    superpadrepioSembra che qualcuno non abbia mai conosciuto un anziano.
    Levare la patente a un anziano può essere spesso necessario e bisogna usare molto tatto nel comunicarglielo, ho visto persone andare in depressione totale e sentirsi morti.
    Per questo serve una commissione, ci vuole anche psicologo e proprio non vedo come non lo si voglia capire. Bisogna giudicare caso per caso. Ci sono anziani perfettamente lucidi a 90 anni e depressi che guidano e hanno 30 anni, magari con la pastiglietta antidepressiva a portata di mano. Comunque è già tutto normato. Dopo gli 80 anni (o 75, non ricordo) visite più frequenti (Commissione di medici) e rinnovi annuali.

    Se poi mi si dice che qualsiasi persona che prende psicofarmaci tosti non dovrebbe guidare, invece vietano solo la Guida a chi magari beve una birra media.....Siamo d'accordo.

    Io vieterei, infatti, l'uso dell'auto a chi prende psicofarmaci. Altro che liberismo. Ognuno deve essere libero di fare ciò che vuole, anche di drogarsi a manetta o di imbottirsi di medicine....Ma se rischia di far danni all'incolumità altrui, gli deve essere impedito. Altrimenti lo Stato e la Società civile che ci stanno a fare ?

    Zacco, ti fanno casino se fumi una canna e guidi e poi vedi andare in giro gente imbottita di roipnol e schifezze varie....
    :approved:
    Paul Gascoigne
    Dalla prima lettera di SuperPadrePio ai forumisti:
    "Se Mamoski vincesse la SuperLega sarebbe un bel ceffone alla credibilità del motore del giuoco Bassituo.
    Io abbandonerei immediatamente"
  14. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #6386885

  Le negano il rinnovo della patente, Margherita Hack furiosa: «Abuso»

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina