1. Utente Anonimo
    #7722270
    Utilizzo questo film per aprire una discussione molto più ampia: Messaggi da Futuro.

    Sebbene ammetta che la trama e la sceneggiatura mi siano piaciute, sono rimasto terribilmente deluso e irritato dal "realismo" scientifico della pellicola... non che sia la prima volta. I film, negli ultimi anni, ci propinano sciocchezze una più grande dell'altra, con esplosioni che "spingono dolcemente" le persone, pallottole in grado di sbalzare le vitime da terra, esplosioni nucleari prive di effetti elettromagnetici o radioattivi e molto altro. E questo senza parlare di come storia e mitologia vengono distorti allo scopo di favorire le necessità cinematografiche di marketing e audience. Per fortuna che, almeno sulla pellicola, Dan Brown non se ne esce dicendo che quello che vediamo è storico o frutto di prove concrete...

    La vostra opinione in merito?
  2.     Mi trovi su: Homepage #7722271
    Concordo pienamente su quello che hai detto! penso che tutto si basi sul semplice fatto che questi film sono "per tutti"! prova ad immaginare se un regista riuscisse a cogliere la drammaticità dell'onda d'urto provocata da un onda sarebbe tutto VM18 non credi? lo sò che oramai c'è violenza ovunque ma visto che sono loro i maghi degli effetti speciali decidono loro come "servircela". Spero di aver colto il tuo pensiero :laugh:

    ____________________________________________
    L'uomo s'illude di essere il fautore della propria vita ma vi sono elementi superiori che guidano e controllano il destino di ognuno di noi, chiamatele forze sovrannaturali oppure intervento divino, ciò che è certo, è che le nostre azioni non sono il risultato del libero arbitrio.
  3.     Mi trovi su: Homepage #7722272
    Molti romanzì e film però sono il frutto di alcune ricerche su miti e prove concrete ; quindi viene l'adattamento e l'eventuale storia (inventata) sopra questi miti e prove !!!
    Le charme discret de la bourgeoisie....


    Non esiste una libertà parziale. Nelson Mandela

    Esser celebri lontano da qui! | Oh, cara aurea mediocritas! | Ma l'arte è tanto grande, | ... e la vita così breve! (pag. 1373)
  4.     Mi trovi su: Homepage #7722274
    benvenuto nel 21 secolo!!! purtroppo alle persone piace vedere cose irreali proprio xchè così non ha paura ke possano succedere...

    Tutto era soggettivo. L'apocalisse è un qualcosa di personale. Niente è più un clichè, quando capita proprio a te.
    Il noir non è un genere. È un colore, uno stato d'animo, una sensazione.
    Sfigaaaaaato! Sei uno sfigaaaaaaato! [Cit.by Crash]

  Cinema irrealistico e distorsione della cultura

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina