1.     Mi trovi su: Homepage #7961368
    prima di iniziare vorrei invitarvi a leggere questo 3d: http://www.playgen.it/showthread.php?t=5744&highlight=nazisti
    fatto?allora..io nn ho creato questo 3d per dire quanto sia idiota e per nnt divertente un vg simile a quello appena letto o cose simili, lo sanno tutti. invece prendendo spunto da quella idea (anche per la vicinanza del 27/01 giornata della memoria) mi è venuto in mente:perche non fare un gioco ambientato durante la II°G.M. ma nn il classico sparatutto, ma un "gioco diverso" o "serio", x ricordare la strage
    con queste caratteristiche:

    -ambientato in austria o germania
    -1 unica campagna, composta da 2 differenti parti
    -1°parte, si indossano i panni di un soldato arruolato contro i nazi e sopratutto per cercare suo fratello minore in prigione in campo di concentramento, dovrà fare parte di operazioni di guerra successe realmente, insomma non farà le missioni da eroe solitario ma sarà uno dei tanti soldati chiamati in causa(fin qui, classico sparatutto, direte)
    -2° parte, si indossano i panni del fratello minore imprigionato, qui dovremo trovare il modo di evadere, facendo amicizie con i prigionieri e insorgere una ribellione contro i nazisti del loro campo( immaginate quante scene drammatiche: ad es. conoscete 1 bambino , ci farete amicizia . ma scoprirete che dopo qualche giorno sarà stato ucciso.....però nn voglio scene splatter con tutte le torture..basta solo immaginare...) nn saremo i classici eroi d'un pezzo, ma normali umani magari di solo 16/20 anni, dovremo inventare modi di fuggire (tipo distrarre le guardie mentre si liberano prigionieri)
    -nel campo potremmo andare in giro a cercare persone con cui fare amicizia e da far unire alla causa senza farci vedere dai nazi
    -alla fine di ogni missione dei filmati ci illustreranno i fatti successi veramente, meglio se veri, cioè d'epoca( tipo testimonianze di dei prigionieri o cose del genere, quelli che fanno veder di solito nei tg quando ne parlano)
    - nel campo non ci sarà violenza gratuita contro i prigionieri( insomma, non si può fare come in gta che si può uccidere chi vogliamo cosi perchè si ha voglia) e nn ci devono essere trofei tipo "uccidi tizio in quest modo"
    -la storia deve essere raccontata attraverso voci espressive( e in italiano x noi) e quando serve drammatiche( es. bioschock o heavy rain)e immaginate quanti colpi di scena... la conna sonora deve essere perfetta in questo senso
    -alla fine della storia, il videogioco devi averci fatto capire la drammaticità di quei eventi, farci capire il sacrificio di tutti gli eroi che si son sacrificati x la libertà, la tristezza di essere prigionieri in quei campi...

    Insomma, non deve essere un gioco di quelli che giochi(scusate il gioco di parole) solo x divertirti, ma devi farlo x capire il dramma della II°G.M. un po come hanno fatto tutti i film usciti su questo genere(es. "la vita è bella) perchè ammettiamolo alcuni vg stanno diventando anche questo(prendiamo cm es. la missione "niente russo" di cod:mw2 o heavy rain) nn ci sono più giochi( o meglio ci sono anche) da "bambini", ormai stanno maturando anche i vg, stanno diventando sempre + "seri" con temi scottanti, e perchè non farne uno cosi? NN sapevo dove scrivere questo 3d, ho scelto questo spazio x chiedervi : a voi piacrebbe questo videogioco "SERIO"?
    P.S scusate la lunghezza del 3d
  2.     Mi trovi su: Homepage #7961370
    _NEMESIS_secondo me è una buona idea, davvero

    non certo come quell'altro topic sullo strategico dei campi di concentramento


    è si nn male come idea, spererei che lo leggesse duffman e sentire cosa ne pensa lui


    LA MIA COLLEZIONE DI SIMULATORI DI GUERRA:
    http://www.videogame.it/forum/t/460333/sempre-in-guerra.html
  3.     Mi trovi su: Homepage #7961372
    L'idea non è male, però è di difficile realizzazione (soprattutto per le case produttrici maggiori) perché l'argomento è ancora abbastanza un tabù.
    NUOVO REGOLAMENTO, COMMENTARE QUI:
    http://www.playgen.it/showthread.php?t=1434




    BFP:8°

    La mia collezione QUI, commentate!!
  4.     Mi trovi su: Homepage #7961373
    tikkio91L'idea non è male, però è di difficile realizzazione (soprattutto per le case produttrici maggiori) perché l'argomento è ancora abbastanza un tabù.


    sarebbe questo l'obiettivo "secondario", sarebbe uno dei primi giochi a sfatare questo tabù, pensa se qualche SH lo produrrebbe, farebbe cambiare ll modo di vedere i videogiochi da semplici giochetti a questo
    cmq ci sarebbe già un tentativo di fare un gioco serio. "SIX DAYS IN FAJULLAH" nn so se ne hai sentito parlare( se vuoi + info http://www.vgnetwork.it/anteprime/six-days-in-fallujah/ )
  5. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #7961375
    JpG WanteDsarebbe questo l'obiettivo "secondario", sarebbe uno dei primi giochi a sfatare questo tabù, pensa se qualche SH lo produrrebbe, farebbe cambiare ll modo di vedere i videogiochi da semplici giochetti a questo
    cmq ci sarebbe già un tentativo di fare un gioco serio. "SIX DAYS IN FAJULLAH" nn so se ne hai sentito parlare( se vuoi + info http://www.vgnetwork.it/anteprime/six-days-in-fallujah/ )

    peccato che sdif è stato cancellato
  6.     Mi trovi su: Homepage #7961379
    Il vero problema è che da noi i videogiochi sono sinonimo di "violenza" e in generale sono visti come giochi che danno un cattivo esempio.
    E' come per i manga, in giappone sono considerate "opere d'arte" qui da noi, "fumetti per ragazzini".
    La concezione della società sui giochi è negativa perlopiù, sinonimo anche di una società sempre più chiusa a nuove iniziative (qui ci sarebbero mille esempi), e il videogioco non è mai considerato, ne può essere per molte persone "educativo".Per quasi tutti il videogioco è sinonimo di uno sparatutto dove tutti vengono trucidati senza motivo, senza uno scopo.Il gdr, il gioco educativo con una morale, non esiste.
    Creare un videogioco del genere, dove si toccano argomenti dedicati e che hanno scosso il secolo precendente in modo così violento, non verrebbe ben accettato, sembrando una "ridicolizzazione" di una delle più grandi stragi della nostra epoca.
    Forse tra qualche anno la società sarà pronta a vedere i videogiochi anche come "educativi", ma ora no.
    ------------------------------------Corruptissima republica plurimae leges ---------------------
    Publio Cornelio Tacito
    Non omnia possumus omnes.
    Nosce te ipsum.
  7.     Mi trovi su: Homepage #7961380
    Nick85pIl vero problema è che da noi i videogiochi sono sinonimo di "violenza" e in generale sono visti come giochi che danno un cattivo esempio.
    E' come per i manga, in giappone sono considerate "opere d'arte" qui da noi, "fumetti per ragazzini".
    La concezione della società sui giochi è negativa perlopiù, sinonimo anche di una società sempre più chiusa a nuove iniziative (qui ci sarebbero mille esempi), e il videogioco non è mai considerato, ne può essere per molte persone "educativo".Per quasi tutti il videogioco è sinonimo di uno sparatutto dove tutti vengono trucidati senza motivo, senza uno scopo.Il gdr, il gioco educativo con una morale, non esiste.
    Creare un videogioco del genere, dove si toccano argomenti dedicati e che hanno scosso il secolo precendente in modo così violento, non verrebbe ben accettato, sembrando una "ridicolizzazione" di una delle più grandi stragi della nostra epoca.
    Forse tra qualche anno la società sarà pronta a vedere i videogiochi anche come "educativi", ma ora no.


    secondo me questo argomento insieme ad altri infiniti tabù dei nostri vg( ad es. il nudo,la sessualità e la violenza che nn è stata ancora bene accolta) saranno i veri prossimi obiettivi del videogioco, diventare anche un modo x le SH (software house) di esprimersi in argomenti senza aver paura di essere censurati( escludendo la violenza gratuita e splatter) oltre naturalmente anche a grafica sempre + migliore, gameplay innovativo, nuovi modi di giocare( anke se a dirla tutta preferisco il caro classico DUALSCHOCK 3 x giocare a titoli come god of war invece ke controller tipo il wiimote, il playstation wand e il project natal ma questo è un'altro discorso..)ecc.

  un "videogioco" serio: in memoria(27/01)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina