1. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #8000772
    Un urlo interruppe il silenzio che ormai da ore regnava nella stanza buia. Fox si sveglio', incapace di comprendere subito che si trattava ancora di quel fottuto incubo, quell'incubo che turbava il suo sonno ormai da mesi. Nel silenzio un urlo riecheggio' : " BASTAAAAAA!!! " Ormai del Fox sorridente che tutti conoscevano era rimasta solo l'ombra, un' ombra immersa nelle paure e nello sconforto, intenta a chiedersi il perchè del ripetersi perenne di quell'incubo maledetto. Ma la risposta la conosceva bene e forse proprio per questo non riusciva ad accettarla, sapeva che se l'avesse fatto il suo mondo, tutto cio' in cui credeva, sarebbe stato messo in discussione e questo era davvero troppo per la sua psiche gia' messa duramente alla prova.

    Inizio' tutto in quella nottata che sembrava trascinarsi stanca come tutte le altre e che invece si rivelo' come l'inizio della fine per il mondo perfetto che Fox si era costruito faticosamente nel tempo. Tornando a casa aveva visto quello che non avrebbe dovuto mai vedere, per la prima volta nella sua vita la paura prese il sopravvento, trascinandolo in un universo che pensava estraneo a lui, fatto di sofferenza e dolore , un universo che non voleva conoscere.

    Nell'oscurita' di quel parco che di notte era in balia di barboni infreddoliti e cocainomani in crisi d'astinenza, Fox camminava guardingo, conoscendo bene la pericolosita' del luogo e le leggende metropolitane che giravano in quel periodo sul " parco degli orrori". Ma mai avrebbe immaginato che il vero orrore di li' a poco lo avrebbe assalito, divorandone le convinzioni e lasciandolo preda di quell'opprimente senso di impotenza. Mai avrebbe pensato che i suoi due migliori amici ( almeno in quel periodo lo erano) si stessero macchiando di quel crimine infame. I suoi occhi rifiutavano di guardare, ma la sua coscienza gli imponeva il contrario, quella stessa coscienza che avrebbe soppresso nei mesi a seguire, fino quasi ad autoconvincersi che non fosse successo niente.

    Ma adesso il tempo del silenzio era finito, ora doveva fare qualcosa, doveva dimostrare a se stesso di essere un uomo migliore di quanto pensasse, la sua anima gli imponeva di agire. E quel " BASTA " gridato nella notte segno' la nascita di un nuovo Fox, finalmente libero da paure, libero da vincoli con il passato, libero di dare sfogo al grido troppo tempo represso della sua coscienza.... libero di agire !
  2.     Mi trovi su: Homepage #8000774
    foxhound24Un urlo interruppe il silenzio che ormai da ore regnava nella stanza buia. Fox si sveglio', incapace di comprendere subito che si trattava ancora di quel fottuto incubo, quell'incubo che turbava il suo sonno ormai da mesi. Nel silenzio un urlo riecheggio' :" BASTAAAAAA!!!". Ormai del Fox sorridente che tutti conoscevano era rimasta solo l'ombra, un ombra immersa nelle paure e nello sconforto, intenta a chiedersi il perchè del ripetersi perenne di quell'incubo maledetto. Ma la risposta la conosceva bene e forse proprio per questo non riusciva ad accettarla, sapeva che se l'avesse fatto il suo mondo, tutto cio' in cui credeva, sarebbe stato messo in discussione e questo era davvero troppo per la sua psiche gia' messa duramente alla prova.

    Inizio' tutto in quella nottata che sembrava trascinarsi stanca come tutte le altre e che invece si rivelo' come l'inizio della fine per il mondo perfetto che Fox si era costruito faticosamente nel tempo. Tornando a casa aveva visto quello che non avrebbe dovuto mai vedere, per la prima volta nella sua vita la paura prese il sopravvento, trascinandolo in un universo che pensava estraneo a lui, fatto di sofferenza e dolore , un universo che non voleva conoscere.

    Nell'oscurita' di quel parco che di notte era in balia di barboni infreddoliti e cocainomani in crisi d'astinenza, Fox camminava guardingo, conoscendo bene la pericolosita' di quel luogo e le leggende metropolitane che giravano in quel periodo sul " parco degli orrori"; ma mai avrebbe immaginato che il vero orrore di li' a poco lo avrebbe assalito, divorandone le convinzioni e lasciandolo preda di quell'opprimente senso di impotenza. Mai avrebbe pensato che i suoi due migliori amici ( almeno in quel periodo lo erano) si stessero macchiando di quel crimine infame. I suoi occhi rifiutavano di guardare, ma la sua coscienza gli imponeva il contrario, quella stessa coscienza che avrebbe soppresso nei mesi a seguire, fino quasi ad autoconvincersi che non fosse successo niente.

    Ma adesso il tempo del silenzio era finito, ora doveva fare qualcosa, doveva dimostrare a se stesso di essere un uomo migliore di quanto pensasse, la sua anima gli imponeva di agire. E quel "BASTA" gridato nella notte segno' la nascita di un nuovo Fox, finalmente libero da paure, libero da vincoli con il passato, libero di dare sfogo al grido troppo tempo represso della sua coscienza...libero di PUNIRE !!!


    Non riesco a commentare.
    Che cosa devo dire?
    Volevo leggere un tuo prodotto e ho appreso la dura verità.
    I miei lavori hanno ancora molto da imparare :nosmile:
    Mi metterò ancora più d'impegno, Fox.
    Vedrai.
    Ed un giorno leggerai con orgoglio un mio libro, vantandoti di aver conosciuto quell' autrice.
    The moment man devoured the fruit of knowledge, he sealed his fate... Entrusting his future to the cards, man clings to a dim hope. Yet, the Arcana is the means by which all is revealed. Beyond the beaten path lies the absolute end. It matters not who you are... Death awaits you.
  3.     Mi trovi su: Homepage #8000775
    sensei, lo sapevo che se lei si metteva a scrivere non c'è ne era per nessuno....e se questo è stato scritto tanto per passare il tempo, immagino cosa succederà quando si metterà a scrivere seriamente!

    Tutto era soggettivo. L'apocalisse è un qualcosa di personale. Niente è più un clichè, quando capita proprio a te.
    Il noir non è un genere. È un colore, uno stato d'animo, una sensazione.
    Sfigaaaaaato! Sei uno sfigaaaaaaato! [Cit.by Crash]
  4.     Mi trovi su: Homepage #8000777
    _HibrydTheory_sensei, lo sapevo che se lei si metteva a scrivere non c'è ne era per nessuno....e se questo è stato scritto tanto per passare il tempo, immagino cosa succederà quando si metterà a scrivere seriamente!


    quoto!!!!!!!
    veramente sublime :w00t:
    Il credo dell’assassino:
    1 non coinvolgere degli innocenti
    2 agire sempre discretamente
    3 non compromettere mai la confraternità

    I'M A SERIALPLAYER.....



    BY KUROSAKI ICHIGO
    MY COLLECTION:http://www.playgen.it/showthread.php?t=6724

    "Per playgeneration oggi noi muoriamo da uomini per poi rinascere come leggende"
    Cloud92®
  5. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #8000781
    Cap 2

    Ormai erano mesi che tutti i TG non parlavano d'altro che degli efferati omicidi compiuti da quel gruppo che si faceva chiamare " Figli del fuoco ". I giornalisti mentre ne parlavano nascondevano a malapena la loro libido, sguazzavano nella notizia come i porci sguazzano nella loro sbobba, uno spettacolo osceno che ormai il pubblico era abituato a vedere quotidianamente.

    In quella mattinata stranamente calda Fox decise che il momento di fare qualcosa era arrivato, che non poteva piu' ignorare le urla di un'anima mai prima d'ora cosi' tormentata. I suoi grandi amici di un tempo, Hibryd detto il mago ( a causa della sua passione per l'illusionismo) e Demon chiamato il folle ( non c'è bisogno di dirvi il perchè ) erano due di loro, lo aveva visto con i suoi stessi occhi in quella notte che aveva cercato di rimuovere dalla sua mente, senza mai riuscirci per davvero.


    " I figli del fuoco"..... Il solo nome incuteva terrore negli occhi di chi lo udiva, nessuno ne parlava volentieri, era diventato un argomento tabu'. Questo gruppo era noto al grande pubblico a causa dell' incredibile numero di omicidi commessi e della efferatezza degli stessi. Il loro modus operandi era sempre lo stesso : agivano di notte, si aggiravano in quei posti dimenticati da Dio, divenuti casa degli uomini sconfitti dalla vita, che trascinavano stancamente la loro esistenza senza pretese, senza speranza nel domani. I loro bersagli preferiti erano tossici, barboni e puttane, tutte quelle persone che nessuno avrebbe rimpianto, che non meritavano di vivere, di continuare ad usurpare la linfa vitale della societa'. Una volta individuato l'obbiettivo il gioco era fatto....
    Prima lo pestavano a sangue, ma senza esagerare, in fondo non c'era gusto a farla finita cosi' presto, poi una volta ridotti a larve indifese mettevano in atto il loro macabro rituale : cospargevano il corpo della " FECCIA " di benzina e mentre lo ricoprivano di sputi e insulti gli davano fuoco. Nel farlo le grida di dolore squarciavano il silenzio piatto di una notte come tante.

    Senza rendersene conto Fox era giunto a destinazione : la stazione di polizia stava li', di fronte ai suoi occhi colmi di tristezza ma allo stesso tempo determinati. Mentre varcava la soglia una domanda continuava a tormentarlo : " PERCHE' LO FANNO ? "
  6.     Mi trovi su: Homepage #8000782
    ke figaaaaaataaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!:w00t:
    Il credo dell’assassino:
    1 non coinvolgere degli innocenti
    2 agire sempre discretamente
    3 non compromettere mai la confraternità

    I'M A SERIALPLAYER.....



    BY KUROSAKI ICHIGO
    MY COLLECTION:http://www.playgen.it/showthread.php?t=6724

    "Per playgeneration oggi noi muoriamo da uomini per poi rinascere come leggende"
    Cloud92®
  7.     Mi trovi su: Homepage #8000783
    foxhound24cap 2

    Ormai erano mesi che tutti i tg non parlavano d'altro che degli efferati omicidi compiuti da quel gruppo che si faceva chiamare " figli del fuoco ". I giornalisti mentre ne parlavano nascondevano a malapena la loro libido, sguazzavano nella notizia come i porci sguazzano nella loro sbobba, uno spettacolo osceno che ormai il pubblico era abituato a vedere quotidianamente.

    In quella mattinata stranamente calda Fox decise che il momento di fare qualcosa era arrivato, che non poteva piu' ignorare il grido troppo spesso soffocato della sua coscienza. I suoi grandi amici di un tempo, Hibryd detto il mago ( a causa della sua passione per l'illusionismo) e Demon chiamato il folle ( non c'è bisogno di dirvi il perchè ) erano due di loro, lo aveva visto con i suoi stessi occhi in quella notte che troppo spesso aveva cercato di rimuovere dalla sua mente, la stessa mente che ora gli imponeva di agire.


    " I figli del fuoco" .....Il solo nome incuteva terrore negli occhi di chi lo udiva, nessuno ne parlava volentieri, era diventato un argomento tabu'. Questo gruppo era noto al grande pubblico a causa dell' incredibile numero di omicidi commessi e della efferatezza degli stessi. Il loro modus operandi era sempre lo stesso: agivano di notte, si aggiravano in quei posti dimenticati da Dio, divenuti casa degli uomini sconfitti dalla vita, che trascinavano stancamente la loro esistenza senza pretese, senza speranza nel domani. I loro bersagli preferiti erano tossici, barboni e puttane, tutte quelle persone che nessuno avrebbe rimpianto, che non meritavano di vivere, di continuare ad usurpare la linfa vitale della societa'. Una volta individuato l'obbiettivo il gioco era fatto.... prima lo pestavano a sangue ma senza esagerare, in fondo non c'era gusto a farla finita cosi' presto e poi una volta ridotti a larve indifese, mettevano in atto il loro macabro rituale: cospargevano il corpo della " FECCIA " di benzina e mentre lo ricoprivano di sputi e insulti, gli davano fuoco; nel farlo le grida di dolore squarciavano il silenzio piatto di una notte come tante

    Senza rendersene conto Fox era giunto a destinazione: la stazione di polizia stava li', di fronte ai suoi occhi colmi di tristezza ma allo stesso tempo determinati. Mentre varcava la soglia una domanda continuava a tormentarlo : " PERCHE' LO FANNO ? ".


    Ottimo Fox
    Continuando così mi sproni a migliorare!
    Il sacro fuoco dell'ispirazione ora brucia nei miei occhi:mad5:
    Scusa comunque il mio sfogo iniziale :sweatdrop:
    La mia "competitività" aumenta quando vedo un avversario degno
    è uno dei mei tanti difetti ^^"
    Chiedo perdono u.u
    The moment man devoured the fruit of knowledge, he sealed his fate... Entrusting his future to the cards, man clings to a dim hope. Yet, the Arcana is the means by which all is revealed. Beyond the beaten path lies the absolute end. It matters not who you are... Death awaits you.
  8.     Mi trovi su: Homepage #8000785
    Perchè lo Fanno ? Perchè sono pazzi :lol: ! Continua così Fox-sensei :lol: !


    <p align="center">Gaara

    [URL=?t=10102298]"Figthing only yourself.Living while loving only yourself.If you think that everyone simpy exsist to experience that feeling, nothing is better than that world." Sabaku no Gaara

  Il rumore del silenzio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina