1.     Mi trovi su: Homepage #8188759
    Salve a tutti! Oggi per voi vorrei recensire uno dei giochi che più mi ha affascinato. E' Area 51, uno sparatutto in prima persona che ho giocato nel lontano 2005 (quando avevo solo 9 anni :laugh:), uscito per PS2 (e anche Xbox e PC).

    L' Area 51, la base più segreta del globo, sorvegliata pesantemente e piena di misteri, ha sempre affascinato un gran numero di persone in seguito alle teorie create nel corso della storia, dopo la sua creazione, che vedono coinvolti UFO crash, armi segrete, tecnologie avanzatissime e coospirazioni. Di sicuro, l' incredibile teoria di un contatto alieno da parte degli umani avvenuto in questa sperduta ma sorvegliatissima base nel deserto del Nevada ha incuriosito appassionati del soprannaturale e non, e Area 51, FPS sviluppato da Midway e Gamespy, prende spunto dalle notizie su alieni e contatti soprannaturali e unisce tutte le teorie in un unico gioco.
    La trama, incentrata come potrete capire sull' Area, non ha troppe pretese ma riesce a coinvolgere e ad appassionare come poche. Iniziando una nuova partita, ci verrà spiegato con un video in Computer Grafica cosa sta accadendo nei sotterranei della base. Con poche parole, pronunciate da un misterioso personaggio che conosceremo meglio procedendo con la campagna, capiremo che in un remoto angolo dei sotterranei è stato liberato qualcosa di mostruoso. Il video continua mostrando un gruppo di soldati corazzati che, mentre si preparano per la missione, vengono attaccati e uccisi da una misteriosa creatura. Viene allora inviata la squadra speciale Hazmat Unit, di cui il protagonista fa parte.
    Si parte allora con il prologo, in cui potremo immediatamente capire le meccaniche del gioco dopo un tiro al bersaglio. Finito il tutorial al poligono, metteremo subito le mani allo Scanner, uno speciale gingillino in grado di analizzare l' atmosfera e trasferire nella Banca Dati i documenti più interessanti. Proprio lo scanner farà una sua parte nel gameplay: cercando per la mappa file e tracce, sbloccheremo nella Banca Dati dei documenti, che potremo leggere quando vogliamo nella schermata principale. Ciò aumenta notevolmente la longevità.
    Capite le funzioni dello scanner e i comandi, la sensazione di tranquillità verrà interrotta dall' attacco di uno strano individuo che inizierà a sparare a qualunque cosa si muove. Eliminata la minaccia, scenderemo nei piani inferiori della segreta base, e ci ritroveremo a combattere orde di mutanti, infettati da un virus alieno, che arriveranno senza preavviso e in gruppi molto numerosi, tanto da farci sentire costantemente in allerta. Da qui, l' atmosfera diventerà sempre più ansiosa, cupa e agghiacciante. Finite le missioni in compagnia dei nostri compagni, che ci abbandoneranno quasi subito uccisi cruentemente, ci ritroveremo a combattere da soli mutanti e soldati dotati di capacità eccezionali chiamati Black OPS.
    La trama, come ho già anticipato, non brilla per originalità, ma intrattiene grazie ad una narrazione ben fatta e ad alcuni tocchi di classe e colpi di scena che incuriosiscono e spingono ad andare avanti. Scendendo nei sotterranei della base e camminando per gli angusti corridoi, sentiremo che l' atmosfera, prima luminosa e "popolata", diventa sempre più ostile.
    Durante lo svolgimento della storia, conosceremo personaggi di vario tipo: la Setta degli Illuminati, i fanatici di turno, saranno i nemici principali del gioco. Non avremo tuttavia veri amici, ma solo aiutanti che ci appoggeranno solo per raggiungere i loro scopi. Alla fine del gioco, dopo innumerevoli peripezie, arriveremo finalmente a scoprire la verità sui Grigi, i misteriosi alieni, e sul virus che ha contagiato la base. Mi fermo qui, per non spoilerare più nulla.
    Il gameplay non si discosta dai canoni tipici del genere: si avvicina molto ad uno sparatutto Arcade, dove si spara a centinaia di nemici senza pensare ad una vera e propria strategia. Questo si rivela tuttavia un difetto, poichè l' I.A. nemica e amica presenta diverse lacune, tanto che non vedremo i nemici spostarsi di un millimetro neanche dopo aver lanciato una granata. Si limiteranno a eseguire i loro compiti base, svolgendo qualche azione come ripararsi dietro una copertura o venendoci incontro tenendo sotto controllo i nostri spostamenti. Questo difetto viene tuttavia coperto dalla quantità di azione presente. Gli enigmi sono totalmente assenti, dato che gli obietttivi appariranno in una schermata, e per staccare il ritmo da FPS sono presenti fasi come cercare munizioni, attivare un comando, arrampicarsi o oltrepassando un campo elettrico. Gli obiettivi non saranno molto diversi tra loro, e per lo più richiederanno di andare dal punto A al punto B all' inizio, per poi lasciarci liberi di proseguire per i corridoi con obiettivi sempre più vari. L' arsenale è veramente vasto e comprende armi di vario tipo umane (pistola, mitra, doppietta e fucile da cecchino e granate) e aliene (speciali armi e bombe con munizioni peculiari e effetti straordinari). Inoltre in un punto non troppo lontano nel gioco verremo contagiati dal virus alieno, e potremo prendere le sembianze di un mutante a nostro piacimento, sempre che la barra mutagena sia piena. Questo permette di variegare il gameplay di Area 51 che, torno a dire, è divertente e frenetico ma non innova assolutamente il genere.
    La longevità della campagna è nella media (10-12 ore bastano per completare la campagna a grado normale) ma la presenza di segreti e dati da sbloccare per scoprire ulteriori dettagli sulla storia fanno sì che per completare il gioco ci vogliano circa 40-50 ore (può variare a seconda di quanti dati dobbiamo ancora sbloccare e quanto tempo impieghiamo a scovarli).
    La grafica si attesta sui migliori risultati mai ottenuti su PS2. Le texture di personaggi e ambienti sono curatissime, così come gli elementi poligonali. Gli effetti sono convincenti e il design è azzeccato. Per il design va fatta una considerazione positiva. Infatti l' ambiente sterile di corridoi e stanze è veramente eccellente e la sensazione di contaminazione in alcune zone si fa sentire. La resa dell' atmosfera è veramente stupefacente: luci sfavillanti, muri sporchi di sangue e zone futuristiche...sensazionale. Eccellenti i filmati.
    Il sonoro comprende una soundtrack buona ma non particolarmente memorabile, e degli effetti sonori molto convincenti. Il doppiaggio è ottimo, soprattutto per quanto riguarda la voce del protagonista che ci mostrerà al termine di ogni missione le sue considerazioni. Curati gli effetti sonori in lontananza: sentiremo nel corso del gioco urla di mutanti o di soldati sperduti. Convincente il fatto che se ci avviciniamo ad un personaggio mentre parla sentiremo la sua voce in maniera nitida, se ci allontaniamo sentiremo tutto più basso fino a non sentirlo più...:laugh:
    E' presente una modalità multiplayer online e offline.
    Illustrate le principali caratteristiche, posso dire che Area 51 è un ottimo FPS, con una storia narrata magnificamente e dei dettagli convincenti.

    PREGI:
    -Storia ben narrata
    -Effetti sonori molto convincenti e ottimo doppiaggio
    -Ottima realizzazione tecnica
    -Divertente
    -Tante cose da scoprire

    DIFETTI:
    -Diverte, ma non innova...
    -I.A. poco curata
    -A tratti non molto vario...

    GRAFICA: 95 - Per PS2 non troverete di meglio...
    SONORO: 90 - Soundtrack mediocre ma effetti e doppiaggio magnifici.
    DIVERTIMENTO: 94 - Tanta azione e tocchi di classe...
    LONGEVITA': 95 - Campagna lunga, più segreti che allungano di molto la durata.
    VOTO FINALE: 95 - Un FPS molto divertente, che riesce a coinvolgere grazie ad un ottima narrazione e sezioni ricche di azione.

  Recensione "Area 51" by MadPlayer95

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina