1.     Mi trovi su: Homepage #8426382
    Finalmente abbiamo le prove ufficiali che Dead Space 2 c' è ed è in fase di programmazione e sviluppo.
    Il primo capitolo è uno dei miei giochi preferiti quindi aspetto con impazienza questo nuovo capitolo, ma leggendo qua e là...
    A quanto pare Isaac tornerà in questo secondo capitolo ma a detta degli sviluppatori non ci sentiremo più indifesi e angosciati dall' assillante presenza dei necromorphi, grazie ad ambienti più aperti e un arsenale devastante, che ci farà sentire onnipotenti contro la furia aliena...
    Stop! Scusate ma...
    Se Dead Space è un gioco horror, e il primo capitolo è uno degli horror più belli mai usciti, perchè rovinare la formula?
    Insomma in un horror serio il protagonista deve munirsi di armi occasionali e le armi da fuoco devono avere munizioni scarse e rare, no? Invece da queste notizie sembra che i programmatori stiano puntando a un survival action, proprio come qualcun altro (un certo signor Resident Evil 5).
    Che ne dite voi? Vi sembrano corrette queste novità? Oppure preferite la cara vecchia e claustrofobica Ishimura?
  2.     Mi trovi su: Homepage #8426385
    Questo è tutto quello che so a riguardo. Tanto per cominciare, nel caso ve lo steste chiedendo, Isaac Clarke è ancora vivo e vegeto, e nonostante l'enigmatico finale del primo episodio è tornato. Questa volta non sarà più un eroe per caso, trovatosi in una situazione disperata, e sarà anzi un uomo coraggioso che si caccia nei pasticci in nome dei suoi ideali. Il suo obiettivo è fermare un progetto governativo che vuole riportare in vita il Marchio. Per farlo dovrà prendere decisioni difficili, e andare di sua spontanea volontà a combattere la radice del problema. Come vedete, il concetto alla base di questo seguito è molto diverso, e sembra deviare intenzionalmente dai canoni dei survival horror. Invece di essere l'unico sopravissuto su una stazione spaziale si muove in una città che, pur essendo piena di necromorfi, è comunque popolata da qualche essere umano. Isaac sembra avere in mano la situazione, e più che in fuga è a caccia di chi sta mettendo a repentaglio la sopravvivenza della sua specie. Onde evitare fraintendimenti, è bene chiarire che è comunque in un pasticcio con la P maiuscola, e che le probabilità di lasciarci la pelle con infinito dolore sono sempre altissime. Ciò non toglie che Visceral Games abbia corretto un filo il tiro al lato più sparatutto di Dead Space. Ora il mirino è fisso al centro dello schermo, e di conseguenza è legato direttamente ai movimenti della telecamera, come succede nella stragrande maggioranza degli shooter. Invece di mettere paura con apparizioni improvvise e spaventi di bassa lega, hanno deciso di far montare piano piano la tensione, in un cresceno di inquietudine che darà Dead Space 2 un ritmo più drammatico e al tempo stesso sostenibile. Questo non è l'unico espediente per rendere il tutto più gestibile, anche perchè il sistema di controllo è stato interamente rivisto, al pari di quello di sparo, ed è mirato a rendere gli attacchi e le mosse più intuitive e immediate. Avremo la sensazione di un Isaac più forte, o più semplicemente ci sembrerà di essere più efficaci nella lotta contro i necromorfi. A parte tutto potremo contare su nuove armi e poteri, e goderci un sostanziale upgrade di quanto abbiamo visto in Dead Space. Ci sarà una nuova serie di potenziamenti per il nostro arsenale, e anche nuove chicche come un fucile che spara paletti che inchiodano i necromorfi al muro. Tornerà in grande stile la telecinesi, che si affiancherà a robette semplici semplici come la scossa. Il gioco proseguirà anche con dei piccoli enigmi, da risolvere ricorrendo a poteri come la Stasi, che rallenta lo scorrere del tempo e permette di superare passaggi inacessibili ai comuni mortali. Isaac infatti si imbatterà anche in alcuni esseri umani, con i quali parlerà e avrà modo di interagire, in modi sui quali per il momento Visceral Games è stat molto vaga. L'ambientazione è ricca di fascino, e i panorami cittadini dello Sprawl di Saturno rievocano immagini della fantascienza, e tradiscono un colossale lavoro di design sull'architettura e sugli stili di arredamento. Si vede lontano un miglio che Visceral Games ha dalla sua parte il talento di un team di grafici d'eccezione, e al tempo stesso ha a disposizione un budget di alto livello, che permette di curare dettagli che molte produzioni possono solo sognarsi. Anche i modelli poligonali dei nemici sono impressionanti, e si difendono bene persino dal punto di vista tecnico, principalmente grazie a un buon uso delle luci e dei riflessi. Le animazioni sono realistiche e inquietanti, e gli effetti sonori associati ai movimenti hanno tutte le carte in regola. Il quadro si completa con la conferma che sarà presente una modalità multiplayer, ancora totalmente avvolta nel mistero, ma che si sa essere in lavorazione sin dal primo giorno del progetto, e con un team dedicato. Le premesse sono eccellenti, e l'unica incognita riguarda il leggero cambio di direzione, che pur allargando il potenziale audience rischia di mitigare uno dei più grandi pregi del primo episodio, ossia la costante e insostenibile sensazione di paura. Anf anf anf anf anf anf...Non sapete quanto ci ho messo a scriverlo. Un pò lungo ma spero soddisfacente.
    Cazzeggiare è un'arte. Noi, che modestamente siamo degli artisti, sappiamo riconoscere quando il cazzeggio è roba di classe, e quando invece non lo è. L'ozio creativo non è mai una semplice perdita di tempo: è una perdita di tempo consapevole, durante la quale il passare delle ore perde il suo usuale tedio attraverso l'esercizio di attività futili, ma squisite. Nel 99% dei casi non servono a niente, ma che importa?
  3.     Mi trovi su: Homepage #8426386
    Squall LeonhartQuesto è tutto quello che so a riguardo. Tanto per cominciare, nel caso ve lo steste chiedendo, Isaac Clarke è ancora vivo e vegeto, e nonostante l'enigmatico finale del primo episodio è tornato. Questa volta non sarà più un eroe per caso, trovatosi in una situazione disperata, e sarà anzi un uomo coraggioso che si caccia nei pasticci in nome dei suoi ideali. Il suo obiettivo è fermare un progetto governativo che vuole riportare in vita il Marchio. Per farlo dovrà prendere decisioni difficili, e andare di sua spontanea volontà a combattere la radice del problema. Come vedete, il concetto alla base di questo seguito è molto diverso, e sembra deviare intenzionalmente dai canoni dei survival horror. Invece di essere l'unico sopravissuto su una stazione spaziale si muove in una città che, pur essendo piena di necromorfi, è comunque popolata da qualche essere umano. Isaac sembra avere in mano la situazione, e più che in fuga è a caccia di chi sta mettendo a repentaglio la sopravvivenza della sua specie. Onde evitare fraintendimenti, è bene chiarire che è comunque in un pasticcio con la P maiuscola, e che le probabilità di lasciarci la pelle con infinito dolore sono sempre altissime. Ciò non toglie che Visceral Games abbia corretto un filo il tiro al lato più sparatutto di Dead Space. Ora il mirino è fisso al centro dello schermo, e di conseguenza è legato direttamente ai movimenti della telecamera, come succede nella stragrande maggioranza degli shooter. Invece di mettere paura con apparizioni improvvise e spaventi di bassa lega, hanno deciso di far montare piano piano la tensione, in un cresceno di inquietudine che darà Dead Space 2 un ritmo più drammatico e al tempo stesso sostenibile. Questo non è l'unico espediente per rendere il tutto più gestibile, anche perchè il sistema di controllo è stato interamente rivisto, al pari di quello di sparo, ed è mirato a rendere gli attacchi e le mosse più intuitive e immediate. Avremo la sensazione di un Isaac più forte, o più semplicemente ci sembrerà di essere più efficaci nella lotta contro i necromorfi. A parte tutto potremo contare su nuove armi e poteri, e goderci un sostanziale upgrade di quanto abbiamo visto in Dead Space. Ci sarà una nuova serie di potenziamenti per il nostro arsenale, e anche nuove chicche come un fucile che spara paletti che inchiodano i necromorfi al muro. Tornerà in grande stile la telecinesi, che si affiancherà a robette semplici semplici come la scossa. Il gioco proseguirà anche con dei piccoli enigmi, da risolvere ricorrendo a poteri come la Stasi, che rallenta lo scorrere del tempo e permette di superare passaggi inacessibili ai comuni mortali. Isaac infatti si imbatterà anche in alcuni esseri umani, con i quali parlerà e avrà modo di interagire, in modi sui quali per il momento Visceral Games è stat molto vaga. L'ambientazione è ricca di fascino, e i panorami cittadini dello Sprawl di Saturno rievocano immagini della fantascienza, e tradiscono un colossale lavoro di design sull'architettura e sugli stili di arredamento. Si vede lontano un miglio che Visceral Games ha dalla sua parte il talento di un team di grafici d'eccezione, e al tempo stesso ha a disposizione un budget di alto livello, che permette di curare dettagli che molte produzioni possono solo sognarsi. Anche i modelli poligonali dei nemici sono impressionanti, e si difendono bene persino dal punto di vista tecnico, principalmente grazie a un buon uso delle luci e dei riflessi. Le animazioni sono realistiche e inquietanti, e gli effetti sonori associati ai movimenti hanno tutte le carte in regola. Il quadro si completa con la conferma che sarà presente una modalità multiplayer, ancora totalmente avvolta nel mistero, ma che si sa essere in lavorazione sin dal primo giorno del progetto, e con un team dedicato. Le premesse sono eccellenti, e l'unica incognita riguarda il leggero cambio di direzione, che pur allargando il potenziale audience rischia di mitigare uno dei più grandi pregi del primo episodio, ossia la costante e insostenibile sensazione di paura. Anf anf anf anf anf anf...Non sapete quanto ci ho messo a scriverlo. Un pò lungo ma spero soddisfacente.


    Si sapevo tutto anche io, ma come hai scritto anche tu, l' arsenale e i poteri saranno potenziati, ma io sinceramente spero di ritrovarmi nelle stesse situazioni disperate di Dead Space, quando ricorrevvo ai pugni per liberarmi dei necromorphi dopo aver finito le munizioni del fucile a impulsi, o quando correvo tra i corridoi bui della Ishimura inseguito dal necromorpho che si rigenera e qualche altro "amico" neromorpho.
    Non metto in dubbio il lavoro che farà risultare questo secondo capitolo un vero capolavoro, ma spero che non punti troppo all' action.
    Ma una cosa che mi ha sorpreso c' è: Isaac parla! L' ho letto su un sito...sono rimasto felice...finalmente scoprirò chi si nasconde dietro quell' uomo in tuta...e speriamo che non stia zitto e immobile all' apparizione di un necromorpho, ma magari inizi a imprecare così da caratterizzare meglio la sensazione di ostilità!
    Comunque hai scritto un bel reportage e ti ringrazio...hai tutta la mia stima!
  4.     Mi trovi su: Homepage #8426387
    Questa cosa la sapevo anch'io solo che non l'ho messa: me l'hai appena fatta ricordare. So anche che qualche volta si toglierà il casco.
    Cazzeggiare è un'arte. Noi, che modestamente siamo degli artisti, sappiamo riconoscere quando il cazzeggio è roba di classe, e quando invece non lo è. L'ozio creativo non è mai una semplice perdita di tempo: è una perdita di tempo consapevole, durante la quale il passare delle ore perde il suo usuale tedio attraverso l'esercizio di attività futili, ma squisite. Nel 99% dei casi non servono a niente, ma che importa?
  5.     Mi trovi su: Homepage #8426388
    MadPlayer95Si sapevo tutto anche io, ma come hai scritto anche tu, l' arsenale e i poteri saranno potenziati, ma io sinceramente spero di ritrovarmi nelle stesse situazioni disperate di Dead Space, quando ricorrevvo ai pugni per liberarmi dei necromorphi dopo aver finito le munizioni del fucile a impulsi, o quando correvo tra i corridoi bui della Ishimura inseguito dal necromorpho che si rigenera e qualche altro "amico" neromorpho.
    Non metto in dubbio il lavoro che farà risultare questo secondo capitolo un vero capolavoro, ma spero che non punti troppo all' action.
    Ma una cosa che mi ha sorpreso c' è: Isaac parla! L' ho letto su un sito...sono rimasto felice...finalmente scoprirò chi si nasconde dietro quell' uomo in tuta...e speriamo che non stia zitto e immobile all' apparizione di un necromorpho, ma magari inizi a imprecare così da caratterizzare meglio la sensazione di ostilità!
    Comunque hai scritto un bel reportage e ti ringrazio...hai tutta la mia stima!


    SN d'accordo con te la formula di dead space è ottima se va troppo verso l'action perde il suo fascino e diventerà come resident evil 5 (che a mio parere è più uno sparatutto in terza persona che un horror)
    I GATTI BUFFI STANNO ARRIVANDO
  6.     Mi trovi su: Homepage #8426389
    Grazie per la tua stima
    Cazzeggiare è un'arte. Noi, che modestamente siamo degli artisti, sappiamo riconoscere quando il cazzeggio è roba di classe, e quando invece non lo è. L'ozio creativo non è mai una semplice perdita di tempo: è una perdita di tempo consapevole, durante la quale il passare delle ore perde il suo usuale tedio attraverso l'esercizio di attività futili, ma squisite. Nel 99% dei casi non servono a niente, ma che importa?
  7.     Mi trovi su: Homepage #8426390
    Squall LeonhartQuesta cosa la sapevo anch'io solo che non l'ho messa: me l'hai appena fatta ricordare. So anche che qualche volta si toglierà il casco.


    Il casco però se lo toglie anche alla fine del primo capitolo, prima di essere assalito dalla moglie ormai infetta...

    Squall LeonhartGrazie per la tua stima


    Ma di niente, mi fa solo piacere che ci sia un gamer informato come te, e che soprattutto informa noi altri spendendo molto tempo per aiutare! :thumbsup:
  8.     Mi trovi su: Homepage #8426392
    _NEMESIS_secondo me potranno pur mettere armi devastanti, ma le munizioni continueranno a scarseggiare e farà ancora più paura del primo.

    però speriamo veramente che non prenda la strada che ha intrapreso la saga di resident evil.


    Non credo comunque che Visceral (che solo solo il nome fa pensare ad una casa produttrice di horror) cambi il miglior lato del primo Dead Space.
    Forse hai ragione tu, la presenza di armi devastanti non deve per forza indicare che il gioco intraprenda la strada degli shooter in terza persona, ma può darsi che servano per spezzare la monotonia dell' arsenale con qualcosa di iper violento. Anche se non ho ben capito perchè abbiano deciso di mettere il mirino al centro dello schermo: il primo capitolo aveva il buonissimo lato positivo di non avere interfaccia vistose, e invece ora mettono il mirino al centro dello schermo? Bah...
    L' unica cosa che mi rincuora è che gli sviluppatori hanno deciso di far procedere l' angoscia poco a poco in maniera più lenta rispetto al primo capitolo, dove gia nei primi minuti di gioco era chiaro che la Ishimura era un posto altamente ostile...in questo secondo capitolo a quanto pare l' orrore procederà poco a poco per dare al giocatore un senso di angoscia nel vedere il virus che contamina tutto ciò che qualche capitolo prima sembrava salvo. Spero proprio che Dead Space 2 si riveli un capolavoro come il primo capitolo...

  Dead Space 2: finalmente notizie ma sono buone?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina