1.     Mi trovi su: Homepage #8865463
    Ci sono volte in cui trovi qualcosa che non ti aspetti. Tutti ne parlano male,nessuno lo prova neanche,e pian piano va nel dimenticatoio.
    Nei videogame capita spesso. Oggi più di prima. Si è creata una sorta di ‘’moda videoludica’’ che difficilmente delude,ma non è sempre corretta.
    In questi giorni,in giro per i negozi,ho trovato wet,un gioco che non ho preso in passato a causa delle recensioni non proprio esaltanti viste sulla rete. Il gioco mi incuriosiva però. Si ispirava al geniale regista Tarantino,aveva una protagonista tosta e spietata e stile e ambientazioni ricoradavano vagamente un certo Kill bill.
    Quindi,visto il mio amore per Tarantino e Uma Thurman,il gioco sicuramente mi sarebbe piaciuto.
    Ma la moda di cui vi parlavo colpì anche me. Mi lasciai influenzare non poco dalla massa e così tolsi definitivamente wet dalla lista della spesa.
    Trovandomi però a parlare con un mio amico che lo aveva provato decisi quindi di prenderlo perché,stando alle sue impressioni,il gioco non era affatto male.
    E devo dire che non me ne pento assolutamente. Il gioco infatti mi è piaciuto. Tecnicamente non è niente di eccezionale,è un po’ ripetitivo,però è riuscito a divertirmi comunque grazie al suo stile molto particolare.
    Ho trovato quindi il mio ‘’kill bill videoludico''. Cosa che ho sempre desiderato.
    E’ giusto quindi basare i propri acquisti solo dalla critica? È giusto smerdare un titolo solo perché non ha preso 9 o 10?
    Secondo me no. Anche un titolo minore può regalare qualche ora di puro intrattenimento,e se c'è una scelta stilistica che piace si può benissimo apprezzare il gioco.
    Tutto questo discorso non è per incitarvi a comprare wet oppure tutti i giochi ‘’minori’’,ci mancherebbe.
    Però vorrei consigliarvi di non seguire solo il gioco famoso oppure il titolo tecnicamente eccelso,perché il divertimento lo potete trovare anche se le texture sono poco rifinite.
    Non trasformiamo quindi anche la nostra passione per i videogame in una moda da seguire a tutti i costi.

    Giusto per dare un minimo di riscontro a questo mio post fine a se stesso rivolgo la domanda a voi:C’è stato un gioco che,nonostante i difetti oppure le note negative in termini di recensioni-voti, vi ha fatto trascorrere lo stesso molte ore di divertimento?

    A voi la parola.
  2.     Mi trovi su: Homepage #8865464
    Mi trovi d'accordo al 100%. E' ovvio che si guardano le recensioni per farsi un'idea, ma la gente deve imparare a ragionare con la propria testa. Per i giochi non è facile, perché anche demo e filmati non renderanno mai quanto giocarci. Quindi raccattare i giochi per i quali si è stati indecisi, quando tra offerte, usato e siti online si possono trovare a 10-15 euro è un'ottima idea. Poi ogni tanto si scopra che la recensione negativa era giustissima (Kane & Lynce per quanto mi riguarda), ma ogni tanto si trovano piacevoli sorprese, per te è stato Wet, per me per esempio Dead to Right Retribution.


  3.     Mi trovi su: Homepage #8865465
    Hai perfettamente ragione! Io in primis mi sono lasciato influenzare dalle recensioni e ho sempre comprato giochi dal 90 in sù. Ma da adesso i giochi che mi ispirano :D saranno miei, naturalmente sè è un gioco minore non lo comprerò a 60-70 euro ma lo comprero a prezzo budget 30 euro o usato.
  4. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #8865466
    ryonarushimaC’è stato un gioco che,nonostante i difetti oppure le note negative in termini di recensioni-voti, vi ha fatto trascorrere lo stesso molte ore di divertimento?

    A voi la parola.


    Vedi la mia firma?
    L'ho comprato a prezzo pieno ieri l'altro in barba ad alcune recensioni che lo bollavano come delusione oppure occasione mancata.
    E mi sta appassionando a tal punto da poterlo considerare uno dei migliori giochi dell'anno (Il migliore sotto il profilo stilistico, senza dubbio.).
    Purtroppo è stato sottovalutato come tantissimi altri giochi (Come Splatterhouse, comprato insieme a Epic Mickey e mi sta piacendo moltissimo anche quello.).
    Purtroppo se i titoli non presentano un graficone, non hanno un nome altisonante o non sono creati da ditte famose, vengono immediatamente bollati come giochi mediocri.
    Io personalmente mi baso mooooolto poco sulle recensioni.

    Ah, ottimo discorso, merita di stare nel post del mese di playgen. :laugh:
  5.     Mi trovi su: Homepage #8865467
    [QUOTE=ryonarushima;531851]Ci sono volte in cui trovi qualcosa che non ti aspetti. Tutti ne parlano male,nessuno lo prova neanche,e pian piano va nel dimenticatoio.
    Nei videogame capita spesso. Oggi più di prima. Si è creata una sorta di ‘’moda videoludica’’ che difficilmente delude,ma non è sempre corretta.
    In questi giorni,in giro per i negozi,ho trovato wet,un gioco che non ho preso in passato a causa delle recensioni non proprio esaltanti viste sulla rete. Il gioco mi incuriosiva però. Si ispirava al geniale regista Tarantino,aveva una protagonista tosta e spietata e stile e ambientazioni ricoradavano vagamente un certo Kill bill.
    Quindi,visto il mio amore per Tarantino e Uma Thurman,il gioco sicuramente mi sarebbe piaciuto.
    Ma la moda di cui vi parlavo colpì anche me. Mi lasciai influenzare non poco dalla massa e così tolsi definitivamente wet dalla lista della spesa.
    Trovandomi però a parlare con un mio amico che lo aveva provato decisi quindi di prenderlo perché,stando alle sue impressioni,il gioco non era affatto male.
    E devo dire che non me ne pento assolutamente. Il gioco infatti mi è piaciuto. Tecnicamente non è niente di eccezionale,è un po’ ripetitivo,però è riuscito a divertirmi comunque grazie al suo stile molto particolare.
    Ho trovato quindi il mio ‘’kill bill videoludico''. Cosa che ho sempre desiderato.
    E’ giusto quindi basare i propri acquisti solo dalla critica? È giusto smerdare un titolo solo perché non ha preso 9 o 10?
    Secondo me no. Anche un titolo minore può regalare qualche ora di puro intrattenimento,e se c'è una scelta stilistica che piace si può benissimo apprezzare il gioco.
    Tutto questo discorso non è per incitarvi a comprare wet oppure tutti i giochi ‘’minori’’,ci mancherebbe.
    Però vorrei consigliarvi di non seguire solo il gioco famoso oppure il titolo tecnicamente eccelso,perché il divertimento lo potete trovare anche se le texture sono poco rifinite.
    Non trasformiamo quindi anche la nostra passione per i videogame in una moda da seguire a tutti i costi.

    Giusto per dare un minimo di riscontro a questo mio post fine a se stesso rivolgo la domanda a voi:C’è stato un gioco che,nonostante i difetti oppure le note negative in termini di recensioni-voti, vi ha fatto trascorrere lo stesso molte ore di divertimento?

    A voi la parola

    questa moda ti aiuta a nn fare acquisti inutili...in questi tempi nn possiamo permetterci di comprare cose che ci potrebbero deludere. secondo me è pericoloso per il nostro portafoglio prendere i giochi che difendi... a meno che tu nn abbia soldi da buttare. :closedeyes:
    Stanley Kubrick:« Se può essere scritto, o pensato, può essere filmato. »
  6.     Mi trovi su: Homepage #8865468
    Penso che non esistono brutti giochi,ma solo giochi che piacciono o meno.Personalmente WET fa parte della mia collezione e posso dire che quello che ha da offrire l'ho apprezzato.Pero' non e' vero che sono stati titoli SNOBBATI dalla rivista,un buon gioco non e' solo quello sopra i 90,ma neppure 85,io nella mia collezione(che potete leggere nell'apposito spazio) ho dei giochi come THE CHRONICLES OF RIDDICK o lo stesso LOST PLANET2 che ad 80 non ci sono arrivati,eppure li ho apprezzati.Il mio ragionamento cmq vale anche per il contrario poiche' spinto dal voto ho preso MINININJA,e non c'e' stata feeling,attenzione,non ho detto che l'ho trovato brutto,ma che non ci sono entrato in sintonia.Tutt'ora se mi capita prendo qualche titolo passato e poco chiacchierato come CONDAMNRD2-THE DARKNESS-WOLFENSTEIN O WANTED Ee vi posso assicurare che fanno la loro porca figura!!:hand:
  7.     Mi trovi su: Homepage #8865469
    ryonarushimaCi sono volte in cui trovi qualcosa che non ti aspetti. Tutti ne parlano male,nessuno lo prova neanche,e pian piano va nel dimenticatoio.
    Nei videogame capita spesso. Oggi più di prima. Si è creata una sorta di ‘’moda videoludica’’ che difficilmente delude,ma non è sempre corretta.
    In questi giorni,in giro per i negozi,ho trovato wet,un gioco che non ho preso in passato a causa delle recensioni non proprio esaltanti viste sulla rete. Il gioco mi incuriosiva però. Si ispirava al geniale regista Tarantino,aveva una protagonista tosta e spietata e stile e ambientazioni ricoradavano vagamente un certo Kill bill.
    Quindi,visto il mio amore per Tarantino e Uma Thurman,il gioco sicuramente mi sarebbe piaciuto.
    Ma la moda di cui vi parlavo colpì anche me. Mi lasciai influenzare non poco dalla massa e così tolsi definitivamente wet dalla lista della spesa.
    Trovandomi però a parlare con un mio amico che lo aveva provato decisi quindi di prenderlo perché,stando alle sue impressioni,il gioco non era affatto male.
    E devo dire che non me ne pento assolutamente. Il gioco infatti mi è piaciuto. Tecnicamente non è niente di eccezionale,è un po’ ripetitivo,però è riuscito a divertirmi comunque grazie al suo stile molto particolare.
    Ho trovato quindi il mio ‘’kill bill videoludico''. Cosa che ho sempre desiderato.
    E’ giusto quindi basare i propri acquisti solo dalla critica? È giusto smerdare un titolo solo perché non ha preso 9 o 10?
    Secondo me no. Anche un titolo minore può regalare qualche ora di puro intrattenimento,e se c'è una scelta stilistica che piace si può benissimo apprezzare il gioco.
    Tutto questo discorso non è per incitarvi a comprare wet oppure tutti i giochi ‘’minori’’,ci mancherebbe.
    Però vorrei consigliarvi di non seguire solo il gioco famoso oppure il titolo tecnicamente eccelso,perché il divertimento lo potete trovare anche se le texture sono poco rifinite.
    Non trasformiamo quindi anche la nostra passione per i videogame in una moda da seguire a tutti i costi.

    Giusto per dare un minimo di riscontro a questo mio post fine a se stesso rivolgo la domanda a voi:C’è stato un gioco che,nonostante i difetti oppure le note negative in termini di recensioni-voti, vi ha fatto trascorrere lo stesso molte ore di divertimento?

    A voi la parola.


    è vero. Io ho preso Rouge Warrior che a molti non è piaciuto e mi ha fatto morir dal ridere.
    Io in quel senso però seguo le critiche nei confronti dei videogiochi visto il loro prezzo preferisco andare sul sicuro.
    Quote:





    Originally Posted by detto da solid93 in una partita di kino der toten


    Niko ti nomino ufficialmente secchione della worst






    Quote:





    Originally Posted by Ogihci Shirosaki


    Finalmente cominci a ragionare come un vero scrittore! Bravo Niko! Ti meriti proprio un Bel 10 e lode!





    KURO TORNA PRESTO NOI TI ASPETTIAMO
    grazie mille a krona per la firma^^


  8.     Mi trovi su: Homepage #8865470
    ryonarushimaCi sono volte in cui trovi qualcosa che non ti aspetti. Tutti ne parlano male,nessuno lo prova neanche,e pian piano va nel dimenticatoio.
    Nei videogame capita spesso. Oggi più di prima. Si è creata una sorta di ‘’moda videoludica’’ che difficilmente delude,ma non è sempre corretta.
    In questi giorni,in giro per i negozi,ho trovato wet,un gioco che non ho preso in passato a causa delle recensioni non proprio esaltanti viste sulla rete. Il gioco mi incuriosiva però. Si ispirava al geniale regista Tarantino,aveva una protagonista tosta e spietata e stile e ambientazioni ricoradavano vagamente un certo Kill bill.
    Quindi,visto il mio amore per Tarantino e Uma Thurman,il gioco sicuramente mi sarebbe piaciuto.
    Ma la moda di cui vi parlavo colpì anche me. Mi lasciai influenzare non poco dalla massa e così tolsi definitivamente wet dalla lista della spesa.
    Trovandomi però a parlare con un mio amico che lo aveva provato decisi quindi di prenderlo perché,stando alle sue impressioni,il gioco non era affatto male.
    E devo dire che non me ne pento assolutamente. Il gioco infatti mi è piaciuto. Tecnicamente non è niente di eccezionale,è un po’ ripetitivo,però è riuscito a divertirmi comunque grazie al suo stile molto particolare.
    Ho trovato quindi il mio ‘’kill bill videoludico''. Cosa che ho sempre desiderato.
    E’ giusto quindi basare i propri acquisti solo dalla critica? È giusto smerdare un titolo solo perché non ha preso 9 o 10?
    Secondo me no. Anche un titolo minore può regalare qualche ora di puro intrattenimento,e se c'è una scelta stilistica che piace si può benissimo apprezzare il gioco.
    Tutto questo discorso non è per incitarvi a comprare wet oppure tutti i giochi ‘’minori’’,ci mancherebbe.
    Però vorrei consigliarvi di non seguire solo il gioco famoso oppure il titolo tecnicamente eccelso,perché il divertimento lo potete trovare anche se le texture sono poco rifinite.
    Non trasformiamo quindi anche la nostra passione per i videogame in una moda da seguire a tutti i costi.

    Giusto per dare un minimo di riscontro a questo mio post fine a se stesso rivolgo la domanda a voi:C’è stato un gioco che,nonostante i difetti oppure le note negative in termini di recensioni-voti, vi ha fatto trascorrere lo stesso molte ore di divertimento?

    A voi la parola.


    Beh, i giochi bisogna valutarli con obiettività, ma è chiaro che anche se un gioco a preso ad esempio 68 (voto di Wet), se a uno piace il genere di gioco probabilmente si divertirà lo stesso e sorvolerà sui difetti (quando ce ne sono pochi), anche se è vero che certi giochi non si dovrebbero comprare nemmeno se sei un super fan di quel genere.
  9.     Mi trovi su: Homepage #8865471
    ryonarushimaCi sono volte in cui trovi qualcosa che non ti aspetti. Tutti ne parlano male,nessuno lo prova neanche,e pian piano va nel dimenticatoio.
    Nei videogame capita spesso. Oggi più di prima. Si è creata una sorta di ‘’moda videoludica’’ che difficilmente delude,ma non è sempre corretta.
    In questi giorni,in giro per i negozi,ho trovato wet,un gioco che non ho preso in passato a causa delle recensioni non proprio esaltanti viste sulla rete. Il gioco mi incuriosiva però. Si ispirava al geniale regista Tarantino,aveva una protagonista tosta e spietata e stile e ambientazioni ricoradavano vagamente un certo Kill bill.
    Quindi,visto il mio amore per Tarantino e Uma Thurman,il gioco sicuramente mi sarebbe piaciuto.
    Ma la moda di cui vi parlavo colpì anche me. Mi lasciai influenzare non poco dalla massa e così tolsi definitivamente wet dalla lista della spesa.
    Trovandomi però a parlare con un mio amico che lo aveva provato decisi quindi di prenderlo perché,stando alle sue impressioni,il gioco non era affatto male.
    E devo dire che non me ne pento assolutamente. Il gioco infatti mi è piaciuto. Tecnicamente non è niente di eccezionale,è un po’ ripetitivo,però è riuscito a divertirmi comunque grazie al suo stile molto particolare.
    Ho trovato quindi il mio ‘’kill bill videoludico''. Cosa che ho sempre desiderato.
    E’ giusto quindi basare i propri acquisti solo dalla critica? È giusto smerdare un titolo solo perché non ha preso 9 o 10?
    Secondo me no. Anche un titolo minore può regalare qualche ora di puro intrattenimento,e se c'è una scelta stilistica che piace si può benissimo apprezzare il gioco.
    Tutto questo discorso non è per incitarvi a comprare wet oppure tutti i giochi ‘’minori’’,ci mancherebbe.
    Però vorrei consigliarvi di non seguire solo il gioco famoso oppure il titolo tecnicamente eccelso,perché il divertimento lo potete trovare anche se le texture sono poco rifinite.
    Non trasformiamo quindi anche la nostra passione per i videogame in una moda da seguire a tutti i costi.

    Giusto per dare un minimo di riscontro a questo mio post fine a se stesso rivolgo la domanda a voi:C’è stato un gioco che,nonostante i difetti oppure le note negative in termini di recensioni-voti, vi ha fatto trascorrere lo stesso molte ore di divertimento?

    A voi la parola.


    complimenti bel discorso e sono completamente d'accordo con te però per ora di gioki che come dici tu nn hanno avuto un voto eccelso ma possono diverte lo steso io ho trova to il padrino 2 di cui alcuni miei amici ne parlavano male ma apparte qualke difetto x cui ho chiuso un occhio mi ha divertito dall'inizio alla fine
    VISITA LA MIA COLLEZIONE

    ID PSN Keen-chan

    Se desideri vivere, ogni luogo può essere un paradiso, le occasioni di essere felici sono ovunque per te; perché tu... tu sei vivo.-the end of evangelion-


  10.     Mi trovi su: Homepage #8865473
    Bellissimo discorso, se fosse stato pubblicato sulla rivista nella pagina di Fulco avrebbe fatto una gran bella figura.
    Parla dei tuoi libri preferiti, informati sui libri che ti possono interessare, leggi e scrivi le recensioni per dare un'impressione completa del titolo! Vai QUI!


    Di fronte ad una situazione anormale
    ci può solo un Napolitano
    che avvolto da un mare di tonti
    è finalmente giunto ai giusti Monti!
  11.     Mi trovi su: Homepage #8865474
    Mi trovo perfettamente d'accordo, e sì, mi è capitato più volte di rimanere sorpreso da alcuni titoli "minori".
    Il primo che mi viene in mente è Nier, snobbato principalmente per via di una grafica tremenda e un gameplay ripetitivo e poco profondo.
    Ebbene, ci sto giocando in questo periodo: ok, la grafica è quello che è, ma per il resto imho è una piccola perla. Il gameplay mi sta piacendo: niente di eccelso, ma godibile. A difficoltà Hard i combattimenti offrono un buon livello di sfida, le sub-quest sono molto carine (e le sto apprezzando non poco, visto che vengo da FF XIII :lol:) e le boss fight sono fottutamente epiche. *o* La trama, nel punto in cui sono io, non è ancora decollata del tutto, ma è comunque molto interessante. Tra i personaggi da segnalare l'ottimo Grimoire Weiss, un libro parlante con la battuta sempre pronta. Veniamo poi all'OST, che è un qualcosa di splendido, una delle mie preferite in assoluto. Gods Bound by Rules, Incomplete Stone, Shadowlord e tante altre sono una più bella dell'altra.
    Si sta rivelando davvero una bellissima sorpresa, nonostante le recensioni negative.
    In loop: Eyes of Flame (Cave Story), La Mer (Suikoden IV)
    Playing: Cave Story; Suikoden IV

  12.     Mi trovi su: Homepage #8865475
    wewishBellissimo discorso, se fosse stato pubblicato sulla rivista nella pagina di Fulco avrebbe fatto una gran bella figura.


    Quoto, questo secondo me ci sta come "post del mese". Comunque sono d'accordo con te, ormai si tende sempre di più a guardare solamente il voto, lasciandosi sfuggire titoli che magari possono piacere nonostante non siano proprio "eccelsi".
  13.     Mi trovi su: Homepage #8865477
    Mi trovo d'accordo con te, anch'io inizialmente dubitavo di Wet,ma poi provando la demo ho visto che questo gioco faceva per me. Un altro gioco poco apprezzato dalla critica è Lost Planet 2.Il gioco,a livello tecnico,non è nulla di che, però giocarlo online e con gli amici da il meglio e ti diverte molto.

  Il divertimento dei perdenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina