1.     Mi trovi su: Homepage #8894737
    Dopo un'estenuante attesa torna il Re dei simulatori di guida che propone tutte le modalità dei precedenti episodi, un parco auto più vasto che racchiude oltre 1000 auto e aggiunge alcune inedite peculiarità: come l'editor dei tracciati. Inoltre offre un livello di dettaglio senza precedenti, una fisica di guida migliore e una sensazione di velocità incrementata quel tanto che bastava.
    Tra gli aspetti più interessanti emergono gli eventi speciali: delle particolari prove simili per certi versi alle missioni di guida di GT4, ma molto più varie, in cui ci si ritroverà persino alla guida di Go-Kart e Nascar.
    Già da subito però cominciano ad emergere i difetti. Tanto per cominciare, il parco auto è diviso tra vetture "Standard" e vetture "Premium". Quest'ultime, estremeamente dettagliate, sono 200 e godono tutte di visuale interna; le restanti sono Standard, molto meno curate e senza interni. Avrebbe sicuramente giovato un minor numero di automobili a favore di una riproduzione migliore delle Standard, dato che la differenza tra le due categorie è smisurata e risulta spesso fastidiosa.
    Fastidioso è anche il calo del frame rate nelle condizioni piovose, infatti i contorni dell'auto risultano spaventosamente sfuocati. Fortunatamente, le competizioni con clima variabile sono molto rare.
    Una delle lacune più grandi di GT5 è il sistema dei danni: davvero ridicolo e quasi del tutto assente nelle auto Standard. A questo punto si sarebbe potuto evitare di inserirli proprio, lasciando il gioco così come è sempre stato per poter curare altri aspetti.
    Ciò che dispiace di più è vedere che il team Polyphony, per adeguarsi alle esigenze dei tempi, abbia rinunciato a sviluppare un gioco longevo ed arduo come i passati capitoli: i campionati sono presenti in minor numero, se lo confontiamo con GT4, e comprendono al massimo 5 gare che nella maggior parte dei casi durano 5 giri, o anche meno. A questo si aggiunge la mancanza di restrizioni sui limiti della potenza e del peso, che avrebbero trasformato le numerose monotone vittorie in solitaria in scontri pieni di bagarre. Inoltre l’IA avversaria è eccessivamente tentennante nell’attuare sorpassi e pessima è poi la scelta di poter accedere alle gare di resistenza solo a gioco praticamente terminato.
    Gestito malamente anche il sistema delle elaborazioni, in primo luogo perché qualsiasi sia il modello di auto prescelto le modifiche non variano minimamente di prezzo e secondo poi perché un microchip dal costo ridicolo può dare più cavalli rispetto ad un potenziamento molto costoso.
    Destano perplessità alcune aggiunte praticamente inutili come quella di poter suonare il clacson, accendere e spegnere i tergicristalli o regolare i fari dell'auto quando il gioco soffre di gravi carenze: come la scomparsa delle qualifiche, il rombo di alcune auto che viene offuscato quando si passa vicino agli avversari o, ancora, la mancanza delle classifiche online presenti in GT5 Prologue.
    Riguardo all'online, finalmente è possibile creare la propria lobby.



    Voto: 93

    Gran Turismo mantiene in vigore il titolo di miglior simulatore di guida sulla piazza con un sistema di guida eccezionale e vanta della grafica più bella su PS3. Tuttavia, non supera per completezza, longevità e grado di ostilità il suo predeccessore: Gran Turismo 4.
  2.     Mi trovi su: Homepage #8894738
    Bella recensione :thumbsup:
    Hai elencato piu difetti che pregi, ma non so come hai fatto alla fine della lettura (senza leggere il giudizio finale), io, ho trovato che comunque non hai disprezzato questo gioco. E' stata una mia impressione che poi, leggendo il giudizio finale, si è confermata :001_tongue:


    Quote:





    Originally Posted by Chisnef


    Eh se non lo vedevi ti dovevi mettere amplifon come insegna Diddy XD





    Quote:





    Originally Posted by Enemies


    Io ti nomino ufficialmente mia gomma da tutto fare: lol:
  3.     Mi trovi su: Homepage #8894741
    Valerio95Dopo un'estenuante attesa torna il Re dei simulatori di guida che propone tutte le modalità dei precedenti episodi, un parco auto più vasto che racchiude oltre 1000 auto e aggiunge alcune inedite peculiarità: come l'editor dei tracciati. Inoltre offre un livello di dettaglio senza precedenti, una fisica di guida migliore e una sensazione di velocità incrementata quel tanto che bastava.
    Tra gli aspetti più interessanti emergono gli eventi speciali: delle particolari prove simili per certi versi alle missioni di guida di GT4, ma molto più varie, in cui ci si ritroverà persino alla guida di Go-Kart e Nascar.
    Già da subito però cominciano ad emergere i difetti. Tanto per cominciare, il parco auto è diviso tra vetture "Standard" e vetture "Premium". Quest'ultime, estremeamente dettagliate, sono 200 e godono tutte di visuale interna; le restanti sono Standard, molto meno curate e senza interni. Avrebbe sicuramente giovato un minor numero di automobili a favore di una riproduzione migliore delle Standard, dato che la differenza tra le due categorie è smisurata e risulta spesso fastidiosa.
    Fastidioso è anche il calo del frame rate nelle condizioni piovose, infatti i contorni dell'auto risultano spaventosamente sfuocati. Fortunatamente, le competizioni con clima variabile sono molto rare.
    Una delle lacune più grandi di GT5 è il sistema dei danni: davvero ridicolo e quasi del tutto assente nelle auto Standard. A questo punto si sarebbe potuto evitare di inserirli proprio, lasciando il gioco così come è sempre stato per poter curare altri aspetti.
    Ciò che dispiace di più è vedere che il team Polyphony, per adeguarsi alle esigenze dei tempi, abbia rinunciato a sviluppare un gioco longevo ed arduo come i passati capitoli: i campionati sono presenti in minor numero, se lo confontiamo con GT4, e comprendono al massimo 5 gare che nella maggior parte dei casi durano 5 giri, o anche meno. A questo si aggiunge la mancanza di restrizioni sui limiti della potenza e del peso, che avrebbero trasformato le numerose monotone vittorie in solitaria in scontri pieni di bagarre. Inoltre l’IA avversaria è eccessivamente tentennante nell’attuare sorpassi e pessima è poi la scelta di poter accedere alle gare di resistenza solo a gioco praticamente terminato.
    Gestito malamente anche il sistema delle elaborazioni, in primo luogo perché qualsiasi sia il modello di auto prescelto le modifiche non variano minimamente di prezzo e secondo poi perché un microchip dal costo ridicolo può dare più cavalli rispetto ad un potenziamento molto costoso.
    Destano perplessità alcune aggiunte praticamente inutili come quella di poter suonare il clacson, accendere e spegnere i tergicristalli o regolare i fari dell'auto quando il gioco soffre di gravi carenze: come la scomparsa delle qualifiche, il rombo di alcune auto che viene offuscato quando si passa vicino agli avversari o, ancora, la mancanza delle classifiche online presenti in GT5 Prologue.
    Riguardo all'online, finalmente è possibile creare la propria lobby.



    Voto: 93

    Gran Turismo mantiene in vigore il titolo di miglior simulatore di guida sulla piazza con un sistema di guida eccezionale e vanta della grafica più bella su PS3. Tuttavia, non supera per completezza, longevità e grado di ostilità il suo predeccessore: Gran Turismo 4.


    recensione ben curata, complimenti ;)


    Un grazie a Chris!



    Torna presto, Gabriele.
  4.     Mi trovi su: Homepage #8894743
    Valerio95Dopo un'estenuante attesa torna il Re dei simulatori di guida che propone tutte le modalità dei precedenti episodi, un parco auto più vasto che racchiude oltre 1000 auto e aggiunge alcune inedite peculiarità: come l'editor dei tracciati. Inoltre offre un livello di dettaglio senza precedenti, una fisica di guida migliore e una sensazione di velocità incrementata quel tanto che bastava.
    Tra gli aspetti più interessanti emergono gli eventi speciali: delle particolari prove simili per certi versi alle missioni di guida di GT4, ma molto più varie, in cui ci si ritroverà persino alla guida di Go-Kart e Nascar.
    Già da subito però cominciano ad emergere i difetti. Tanto per cominciare, il parco auto è diviso tra vetture "Standard" e vetture "Premium". Quest'ultime, estremeamente dettagliate, sono 200 e godono tutte di visuale interna; le restanti sono Standard, molto meno curate e senza interni. Avrebbe sicuramente giovato un minor numero di automobili a favore di una riproduzione migliore delle Standard, dato che la differenza tra le due categorie è smisurata e risulta spesso fastidiosa.
    Fastidioso è anche il calo del frame rate nelle condizioni piovose, infatti i contorni dell'auto risultano spaventosamente sfuocati. Fortunatamente, le competizioni con clima variabile sono molto rare.
    Una delle lacune più grandi di GT5 è il sistema dei danni: davvero ridicolo e quasi del tutto assente nelle auto Standard. A questo punto si sarebbe potuto evitare di inserirli proprio, lasciando il gioco così come è sempre stato per poter curare altri aspetti.
    Ciò che dispiace di più è vedere che il team Polyphony, per adeguarsi alle esigenze dei tempi, abbia rinunciato a sviluppare un gioco longevo ed arduo come i passati capitoli: i campionati sono presenti in minor numero, se lo confontiamo con GT4, e comprendono al massimo 5 gare che nella maggior parte dei casi durano 5 giri, o anche meno. A questo si aggiunge la mancanza di restrizioni sui limiti della potenza e del peso, che avrebbero trasformato le numerose monotone vittorie in solitaria in scontri pieni di bagarre. Inoltre l’IA avversaria è eccessivamente tentennante nell’attuare sorpassi e pessima è poi la scelta di poter accedere alle gare di resistenza solo a gioco praticamente terminato.
    Gestito malamente anche il sistema delle elaborazioni, in primo luogo perché qualsiasi sia il modello di auto prescelto le modifiche non variano minimamente di prezzo e secondo poi perché un microchip dal costo ridicolo può dare più cavalli rispetto ad un potenziamento molto costoso.
    Destano perplessità alcune aggiunte praticamente inutili come quella di poter suonare il clacson, accendere e spegnere i tergicristalli o regolare i fari dell'auto quando il gioco soffre di gravi carenze: come la scomparsa delle qualifiche, il rombo di alcune auto che viene offuscato quando si passa vicino agli avversari o, ancora, la mancanza delle classifiche online presenti in GT5 Prologue.
    Riguardo all'online, finalmente è possibile creare la propria lobby.



    Voto: 93

    Gran Turismo mantiene in vigore il titolo di miglior simulatore di guida sulla piazza con un sistema di guida eccezionale e vanta della grafica più bella su PS3. Tuttavia, non supera per completezza, longevità e grado di ostilità il suo predeccessore: Gran Turismo 4.


    Completamente daccordo tranne che qui:

    Una delle lacune più grandi di GT5 è il sistema dei danni: davvero ridicolo e quasi del tutto assente nelle auto Standard. A questo punto si sarebbe potuto evitare di inserirli proprio, lasciando il gioco così come è sempre stato per poter curare altri aspetti.


    Arrivati al livello 40, i danni sono molto più realistici, da quelli meccanici alla perdita di pezzi su circuito.
    Mona d'un mona!
  5.     Mi trovi su: Homepage #8894744
    Ma è la recensione (dei difetti) tua o quella di multiplayer? Mi pare di leggere tutti i difetti, con parole simili, presenti in quel sito.
    Parla dei tuoi libri preferiti, informati sui libri che ti possono interessare, leggi e scrivi le recensioni per dare un'impressione completa del titolo! Vai QUI!


    Di fronte ad una situazione anormale
    ci può solo un Napolitano
    che avvolto da un mare di tonti
    è finalmente giunto ai giusti Monti!
  6.     Mi trovi su: Homepage #8894746
    Sono d'accordo. Non puoi pretendere di sfornare il gioco di simulazione per eccellenza (su console, perché su PC le simulazioni di guida sono ben altra cosa) e dopo anni di promesse sui danni fare questo roba. Davvero era meglio lasciar stare, tanto GT storicamente è sempre andato così. Come dici tu ci mettono delle cose inutili e tralasciano a mio avviso altro, come per esempio una classifica dei tempi sul giro, che ora con l'online potrebbe essere a livello mondiale. Oh c'era su Ridge Racers quando uscì per Xbox 360 5 anni fa...


  7.     Mi trovi su: Homepage #8894748
    DiddyBella recensione :thumbsup:
    Hai elencato piu difetti che pregi, ma non so come hai fatto alla fine della lettura (senza leggere il giudizio finale), io, ho trovato che comunque non hai disprezzato questo gioco. E' stata una mia impressione che poi, leggendo il giudizio finale, si è confermata :001_tongue:


    Grazie! Il gioco è bello, non lo disprezzo. Certo, però, dopo 6 anni d'attesa ci si aspettava di più...

    wewishMa è la recensione (dei difetti) tua o quella di multiplayer? Mi pare di leggere tutti i difetti, con parole simili, presenti in quel sito.


    La recensione l'ho scritta con parole mie basandomi su quello che gli sviluppatori hanno promesso e che mi aspettavo per certo dal gioco. Se poi trovi scritto in un'altra recensione che il sistema dei danni fa cag*re non puoi di certo accusarmi di aver scopiazzato da qualche parte, dato che è un difetto grosso come una montagna.

    SantoPafChe tristezza, la tua recensione è molto bella però mi rattrista :sad:


    Beh grazie. Anche a me rattristano tutte quelle promesse non mantenute.

    Kurosaki_IchigoOttima recensione, ben scritta e strutturata. A mio parere però, sei stato un po' troppo severo. :sleep:


    Grazie! Ho parlato maggiormente dei difetti, è vero, ma sottolineando prima di tutto che è il migliore sul realismo. Penso che basti sapere questo per chiunque sia intenzionato ad acquistare un videogioco simulativo.

    DaveSono d'accordo. Non puoi pretendere di sfornare il gioco di simulazione per eccellenza (su console, perché su PC le simulazioni di guida sono ben altra cosa) e dopo anni di promesse sui danni fare questo roba. Davvero era meglio lasciar stare, tanto GT storicamente è sempre andato così. Come dici tu ci mettono delle cose inutili e tralasciano a mio avviso altro, come per esempio una classifica dei tempi sul giro, che ora con l'online potrebbe essere a livello mondiale. Oh c'era su Ridge Racers quando uscì per Xbox 360 5 anni fa...


    Sì, alla fine era meglio proprio senza danni. Poi per me la scomparsa della classifica online è stato un duro colpo.

    fedefede46ottima recensione! anche secondo me non è un gioco perfetto però agli appassionati piace molto. anche io penso che potevano risparmiarsi alcune aggiunte inutili e aggiustare quelli che sono stati sempre i difetti degli scorsi GT :closedeyes:


    Grazie! Anche a me il gioco piace. Ho scritto questa riflessione per far notare a chi lo difende ancora ad occhi chiusi che il gioco non è stato all'altezza delle aspettative. Che poi rimanga un ottimo titolo non ci piove.

    Spusan97Molto ben fatta come recensione ^^


    Grazie anche a te!
  8.     Mi trovi su: Homepage #8894750
    Valerio95La recensione l'ho scritta con parole mie basandomi su quello che gli sviluppatori hanno promesso e che mi aspettavo per certo dal gioco. Se poi trovi scritto in un'altra recensione che il sistema dei danni fa cag*re non puoi di certo accusarmi di aver scopiazzato da qualche parte, dato che è un difetto grosso come una montagna.


    Veramente non ti volevo offendere, ti volevo solo dire che hai inserito difetti (ad esempio vedi le elaborazioni o le classifiche online) presenti in un'altra recensione, che a me non sembrano difetti così evidenti.
    Parla dei tuoi libri preferiti, informati sui libri che ti possono interessare, leggi e scrivi le recensioni per dare un'impressione completa del titolo! Vai QUI!


    Di fronte ad una situazione anormale
    ci può solo un Napolitano
    che avvolto da un mare di tonti
    è finalmente giunto ai giusti Monti!

  [Valerio95] Gran Turismo 5 Recensione

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina