1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9037205
    Dopo le mie prime impressioni era giusto confermare il mio parere su questo gioco definitivamente,e per questo scrivo la recensione.
    Il gioco narrà le vicende di Edward Carnby, ricercatore paranormale, che si sveglia in un edificio di New York senza ricordare niente del suo passato. E insieme a lui ci sono strani individui vestiti di nero non molto gentili che stanno interrogando un altro scienziato che sembra conoscere Edward. Ma dopo qualche minuto l'edificio verrà assalito da una forza oscura e le persone che abitano questa casa diventeranno dei zombi. Così il nostro scienziato dovrà rispolverare il suo passato e capire da dove arriva questa forza oscura. La storia è piuttosto intrigante ma a causa di dialoghi inutili e un gameplay scomodo la storia può essere rovinata. Ma per fortuna l'atmosfera è molto originale e aumenta la nostra ansia grazie a posti oscuri e una New York da film catastrofici.
    Il gameplay è quello di un action unito anche a quello classico delle avventure grafiche. Potremo scegliere che visuale usare: 1° o 3°. La prima è utile quando dobbiamo cercare qualcosa o quando usiamo la torcia. Mentre la 3° è utile per combattere o per muoversi facilmente negli scenari. Purtroppo però Edward è troppo legnoso rispetto ad altri survival horror e questo può aumentare la difficoltà a chi è meno capace nei videogiochi. Il nostro personaggia salta, spara e corre, ma in modo troppo legnoso e scomodo. Inoltre i comandi richiedono ore di pratica e saremo davvero bravi a giocare verso la fine del gioco. Cose originale è l'inventario, che non appare con delle schermate ma viene introdotto nella giacca di Edward, e ci permette di combinare armi. Ad esempio con un accendino e una bomboletta spray potremo creare il lanciafiamme artigianale ottimo contro molti zombie. I nemici saranno molto spesso zombie, ma quelli più diffusi sono quelli classici che tirano pugni o mordono la preda. Per ucciderli dovremo usare o i proiettili infiammabili, o comunque armi combinate, o oggetti come sedie, tronchi, martelli, ascie da infiammare e far finire all'inferno i fastidiosi nemici. Senza il fuoco i nemici non possono morire, quindi gli sviluppatori hanno creato il fuoco magnificamente, e anche se non raggiunge il livello di realisticità di Far Cry 2, vanta comunque un comportamento realistico agli oggetti. Gli estintori ci apriranno la strada il più delle volte e serviranno, oltre ovviamente a spegnere le fiamme, anche a sfondare porte o finestre. Il gioco è suddiviso in episodi come già succede per altri giochi, ma ogni volta che spegneremo la console e continueremo a giocare ci sarà un breve riassunto dei momenti salienti della storia, e poi continueremo dal checkpoint. Altra cosa interessante ma che aumentà la facilità è che potremo fare dal primo capitolo già il terzo senza completare il secondo. Anche se per affrontare l'ultimo capitolo bisognerà fare tutto quello che c'è in precedenza. Questo però non ci farà sbloccare i trofei derivanti al capitolo. Il gioco se completato tutto dura dalle 6 alle 8 ore, ma tutto dipende dal giocatore. Una longevità bassina ma se il gioco fosse lungo annoierebbe di più.
    Tecnicamente il gioco soffre di alti e bassi. Il personaggio principale, così come l'ambiente vicino a lui è buono, e le sue ferite sono ottime, ma i personaggi secondari saranno quasi in bassa risoluzione. Inoltre il gioco soffre di molti bug, e la fisica è in generale non ottima. Le auto sopratutto quando si guidano sembra che siano sollevate a qualche centimetro da terra e quando sbattono non si fanno molti danni.
    Il comparto sonoro è buono sia per quanto riguarda il doppiaggio sia per la colonna sonora.
    Grafica: 79, poco curata e troppi bug nella fisica.
    Sonoro: 85, una buona colonna sonora accompagna i momenti più sospesi del gioco un modo ottimo.
    Longevità: 80, il gioco non dura tantissimo, ma se fosse più lungo annoierebbe più facilmente.
    Divertimento: 89, il gioco personalmente mi ha divertito sopratutto nella fase di guida a Central Park, o nei momenti in cui bisogna raggiungere con una corda un pulman sospeso.
    Voto finale: 84, un survival horror discreto, che non ambisce molto ma che ha introdotto il sistema da telefilm nei videogiochi. Somiglia molto ad Alan Wake, ma il gioco Microsoft è notevolmente migliore.
    Per chi vuole giocare qualche partitina su Xbox Live

    Stò giocando: Rage
    GIAN_LORENZO97 COLLECTIONFINALMENTE CON LE FOTO
  2.     Mi trovi su: Homepage #9037206
    ottima recensione, molto dettagliata;)
    complimenti:D
    Provate il dolore. Contemplate il dolore. Accettate il dolore. Conoscete il dolore. Coloro che non comprendono il vero dolore, non capiranno mai quale sia la vera pace.
    - I Sei Cammini di Pain, il Dio del Villaggio della Pioggia -



    firma by Krona-san*.*

    Giocando: -- Platinando: --
    Rigiocando(retrò): --
    Prossimi acquisti: Ni No Kuni: Wrath of the White Witch

  Alone in the Dark Recensione

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina