1.     Mi trovi su: Homepage #9076896
    Le cronache del Cavaliere Bianco


    White Knight Chronicles (che da ora in poi abbrevierò a WKC) è un GDR di stampo giapponese sviluppato da Level - 5, casa che alle spalle si trova titoli del calibro di Rogue Galaxy e Dragon Quest VIII.

    Attenzione: la trama sottostante è dettagliata, quindi è messa in spoiler.

    La trama
    si presenta inizialmente leggermente banale: Leonard è un giovane garzone che lavora per una bottega che produce vini. Egli sogna la vita a palazzo, in cui risiede il re con la principessa, Cisna, che Leonard ha conosciuto da bambino e da cui è attratto. La principessa tuttavia è caduta in uno stato depressivo causato dallo shock della morte della madre, assassinata davanti ai suoi occhi da un misterioso uomo in armatura nera, e per questo motivo non parla da quel giorno. Il re, in occasione del compleanno della la figlia, organizza una grande festa, invitando anche gli ambasciatori del vicino regno, con cui il re è in guerra da tempo e con cui vuole però stringere pace. Vengono scelti proprio i vini della bottega di Leonard: il ragazzo coglie al volo l'occasione e decide di infiltrarsi a palazzo, insieme all'amica di sempre, Yulie, e al personaggio da noi creato, che tuttavia non ha alcuno scopo ai fini della trama.
    Durante la festa, tuttavia, un misterioso esercito attacca la città: a capo di essi, il cui nome è Magus, c'è proprio l'uomo in armatura nera, il Generale Dragias, che non solo uccide gli ambasciatori del regno vicino, cancellando di fatto ogni tentativo di pace, ma elimina anche il re e tenta di rapire Cisna, che ha recuperato intanto la parola. Leonard e i suoi amici intervengono e salvano la principessa, che li conduce nei sotteranei, dove, grazie ad una antica magia, risveglia il potere di una antica armatura, chiamata Arca, che riconosce Leonard come Eletto e quindi unico possibile possessore del potere del Cavaliere Bianco. Nonostante i poteri, Leonard non riesce a salvare Cisna, che viene rapita da Dragias. Terminato l'assalto al castello, si figura un misterioso personaggio: Eldore, abile guerriero e conoscitore di magia, che sembra saperne molto sui Magus e sui Cavalieri, tanto che rivela a Leonard e compagni che Dragias e i Magus vogliono usare i poteri della principessa per aprire altre Arche e impossessarsi quindi degli altri Cavalieri. I 4 partono dunque al salvataggio della principessa, attraversando pianure, deserti e città volanti.
    Al gruppo si uniscono anche Kara, una misteriosa ragazza che è stata ingannata dai Magus e che vuole vendicare la sorella, inizialmente nemica del gruppo, e Caesar, rampollo della famiglia più importante di Greede, la città aerea, che si unisce al gruppo dopo la morte del padre e la scoperta di essere stato adottato.
    Durante l'inseguimento, più volte il gruppo raggiunge Cisna, ma non riesce mai a salvarla. Durante uno di questi incontri, il nemico svela una carta: Dragias possiede un' Arca, e quindi i poteri del Cavaliere Nero. Leonard, sviluppando nuovi poteri, riesce comunque a sconfiggerlo.
    Anche Caesar sviluppa un potere: egli è infatti un Eletto, e riceve dalla Madre dei Draghi il potere del Cavaliere del Drago, con cui il gruppo riesce a sconfiggere la forza combinata del Cavaliere Nero e di uno dei bracci destri del capo dei Magus. Quest'uomo è infatti Grazel, che vuole ottenere il potere dei Cavalieri per scopi ignoti.
    Il gruppo di eroi viene a conoscenza della storia dei Cavalieri da Setti, un ragazzo misterioso imparentato con Caesar: i regni di Yshrenia e Athwani erano in guerra, e Yshrenia, per prevalere, creò a costo di molte vite i Cavalieri, con cui si ritrovò in vantaggio. Tuttavia gli Athwani trovarono un modo di sigillare i Cavalieri, con cui tornarono in vantaggio, ma alla fine nessuno dei due prevalse. Durante questo racconto, vengono a sapere di una spada, Tailon, in grado di distruggere i Cavalieri. La casa di Setti però viene incendiata poco prima della partenza. Inoltre, Grazel si manifesta e offre un ultimatum ai Cavalieri: le Arche per la Principessa. I due devono accettare.
    Raggiunto il luogo dello scambio, il gruppo è vittima di un inganno: Cisna non è lì, e Kara si scopre essere il Cavaliere Nero. Durante il combattimento, Leonard si impossessa di Tailon, e il gruppo ottiene un'altra vittoria, ma perdono un compagno: infatti Kara fugge con Grazel.
    Incredibilmente, Setti ricompare: egli infatti non era morto, ma si era salvato miracolosamente. Tuttavia qualcosa non quadra a Caesar, che aveva già dimostrato grande senso di osservazione grazie al suo potere, lo Sguardo del Drago, scoprendo il segreto di Kara e qualcosa di oscuro su Eldore.
    Rivela così che Dragias non è altro che un personaggio ideologico, che cambia all'occorrenza, e non Kara, che tuttavia possiede i poteri del Cavaliere Nero...

    La trama come vedete (ho tralasciato apposta l'ultima parte, davvero eccezionale) è molto più elaborata e interessante di quello che si dice, e sebbene non raggiunga livelli di altre produzioni, si dimostra sempre capace di interessare.

    Il gameplay è in tempo reale: i nemici saranno visibili su schermo e starà a noi decidere si evitarli o noi. Tuttavia, appena ci avvisteranno, caricheranno, riducendo quindi questa possibilità. Sguainate le armi, potremo muovere il nostro personaggio liberamente, ma prima di attaccare dovremo attendere che una barra circolare si carichi. Le abilità si dividono in tipologie di armi (Spada, Spada Lunga, Lancia, etc...), liberamente selezionabili ma disponibile solo con l'arma equipaggiata (Es: le abilità di Spada Lunga non funzionano se equipaggiate Ascia). Alcune di esse consumano PA (Punti azione) che servono anche per attivare il potere dei Cavalieri.

    I momenti migliori sono sicuramente le Boss Fight, anche perchè il design dei normali nemici (eccezion fatta per i nemici giganti) non è entusiasmante: piante, insetti, creatura animalesche...
    Inoltre, è qui che il potere dei Cavaliere si può scatenare: essi infatti possiedono una gamma di attacchi originali e piuttosto potenti, rendendoli quindi indispensabili per i combattimenti più duri.
    C'è da dire che alla lunga però si sente una certa ripetitività di fondo: Vai al luogo prestablilito, combatti, filmato, e via così...

    Graficamente il gioco non è il massimo, ma è accettabile: le uniche note dolenti sono riguardo appunto al design dei nemici comuni e alcuni ambienti di gioco, leggermenti spogli e un pò ripetitivi: ok, ci sono pianure, grotte, deserti... ma sempre gli stessi. I personaggi sono altalenanti: il design di alcuni è azzeccato, mentre altri sono piuttosto anonimi e stereotipati, destinati al dimenticatoio.
    Discorso a parte per il design del Cavaliere: ben dettagliato e intrigante, i Cavalieri sono forse i personaggi migliori del gioco.

    La colonna sonora è abbastanza classica: musiche nella norma, ma il doppiaggio non è certo dei migliori. La traduzione si prende qualche libertà di troppo e il doppiaggio è molte volte fuori sincrono. Nonostante tutto, le voci non sono malaccio.

    La longevità è ottima: per finire la storia, occorrono almeno 40 ore, senza contare le missioni opzionali sbloccabili ed affrontabili anche in multiplayer e l'avanzamento nei ranghi della gilda, che aggiungeranno altre decine di ore al contatore delle ore di gioco.

    Il multiplayer è doppio: da una parte è possibile affrontare le missioni opzionali sbloccate nella campagna principale con altre persone, utilizzando il personaggio creato all'inizio del gioco. Dall'altra, attraverso il sistema detto Geonet, si potrà costruire una città e svilupparla.

    Pregi e Difetti:

    + Storia intrigante
    + Sistema di combattimento snello...
    + Buona longevità
    + Multiplayer

    - Comparto grafico sottotono
    - ...ma forse troppo semplicistico
    - Doppiaggio approssimativo
    - Ripetitività di fondo

    In definitiva, WKC è un buon GDR, che presenta un comparto tecnico sottotono e un gameplay snello e veloce, forse anche troppo. D'altra parte il multiplayer farà la felicità di qualcuno, ma non verrà visto di buon occhio da altri.

    Voto: 7.8
  2.     Mi trovi su: Homepage #9076897
    Buona recensione, concordo con te sui difetti e aggiungo che proprio la possibilità di trasformarsi nel cavaliere gigante riduce di molto la difficoltà delle battaglie boss rendendole in alcuni casi delle comuni battaglie (anche se riconosco che verso la fine tale potere torna assai utile).
    Io sono...il GdRista!



    Gioco a: The King of fighters XIII (Badass), Legasista.
    Prossimo acquisto: Z.O.E HD Collection, Dead or Alive 5.
    Ho platinato: Hyperdimension Neptunia (25/4/2011) , Dynasty Warriors Gundam 3 (19/9/2011), Last Rebellion (8/5/2012), Tekken 6 (4/8/2012)


    Io NON sto con Anonymous
  3.     Mi trovi su: Homepage #9076899
    NinetailsBuona recensione, concordo con te sui difetti e aggiungo che proprio la possibilità di trasformarsi nel cavaliere gigante riduce di molto la difficoltà delle battaglie boss rendendole in alcuni casi delle comuni battaglie (anche se riconosco che verso la fine tale potere torna assai utile).


    Vero: è molto facile come GDR

    Lukision97Ottima recensione,complimenti...:D


    Grazie! ^^
  4.     Mi trovi su: Homepage #9076901
    davvero una rece ben fatta, bravo!:laugh:
    Provate il dolore. Contemplate il dolore. Accettate il dolore. Conoscete il dolore. Coloro che non comprendono il vero dolore, non capiranno mai quale sia la vera pace.
    - I Sei Cammini di Pain, il Dio del Villaggio della Pioggia -



    firma by Krona-san*.*

    Giocando: -- Platinando: --
    Rigiocando(retrò): --
    Prossimi acquisti: Ni No Kuni: Wrath of the White Witch
  5.     Mi trovi su: Homepage #9076904
    xx_cole_xxBella recensione!

    A me non piacciono i GDR (sono negato), questo a quanto pare è facile...ma quanto?

    Paragonandolo a FF XIII in termini di difficoltà è più o meno difficile?


    Molto più facile! Conta che in FF se non stai attento rischi di morire anche contro i nemici normali, in WKC difficilmente muori contro i boss!

    Se proprio ti stuzzica, aspetta un prezzo budget.
  6.     Mi trovi su: Homepage #9076905
    ci sono dei trofei online in WKC?
    Provate il dolore. Contemplate il dolore. Accettate il dolore. Conoscete il dolore. Coloro che non comprendono il vero dolore, non capiranno mai quale sia la vera pace.
    - I Sei Cammini di Pain, il Dio del Villaggio della Pioggia -



    firma by Krona-san*.*

    Giocando: -- Platinando: --
    Rigiocando(retrò): --
    Prossimi acquisti: Ni No Kuni: Wrath of the White Witch
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9076908
    Bella recensione!
    Hai ragione,il gioco e' troppo facile! e per me anche troppo ripetitivo!
    Si salva per il fatto che il personaggio e' personalizzabile nell'aspetto e nell'equip. e anche perche' e' possibile migliorare le armi e creare gli oggetti.
    L'online e' molto carino,ma anche io sono sicuro che non piaccia a tutti.

    Per i trofei,sinceramente non consiglio a nessuno di iniziare a giocarci per il platino,visto che e' pressoche' impossibile.
    Platini come quelli di DS,GTA IV e Killzone 2 sono bazzeccole in confronto.
    http://devious-92.deviantart.com/ Deviant Art

    Attualmente gioco a:
    http://www.playgen.it/showthread.php...20#post1068320
  8.     Mi trovi su: Homepage #9076909
    REDignis36Bella recensione!
    Hai ragione,il gioco e' troppo facile! e per me anche troppo ripetitivo!
    Si salva per il fatto che il personaggio e' personalizzabile nell'aspetto e nell'equip. e anche perche' e' possibile migliorare le armi e creare gli oggetti.
    L'online e' molto carino,ma anche io sono sicuro che non piaccia a tutti.

    Per i trofei,sinceramente non consiglio a nessuno di iniziare a giocarci per il platino,visto che e' pressoche' impossibile.
    Platini come quelli di DS,GTA IV e Killzone 2 sono bazzeccole in confronto.


    A me ha dato abbastanza fastidio che il personaggio che tu crei non abbia alcun peso all'interno del party e della storia. E' inutile, un personaggio da usare solo per le missioni e per l'online.

    E poi sì, alla lunga si sente la ripetività: vai alla stella, filmato, altra stella, boss. E così via, aggiungendo alla formula tanti combattimenti di mezzo.

    Però la storia è intrigante e invita a continuare, a mio parere.
  9.     Mi trovi su: Homepage #9076910
    Angeal_94I trofei sono TUTTI segreti, quindi non so dirti. Sono 24 in tutto, ma nessuno si riferisce alla storia.


    REDignis36Per i trofei,sinceramente non consiglio a nessuno di iniziare a giocarci per il platino,visto che e' pressoche' impossibile.
    Platini come quelli di DS,GTA IV e Killzone 2 sono bazzeccole in confronto.


    azz... beh tanto i trofei sono l'ultima cosa che guardo in un gioco!:smile:

    questi ce li ho:001_tt1:
    Provate il dolore. Contemplate il dolore. Accettate il dolore. Conoscete il dolore. Coloro che non comprendono il vero dolore, non capiranno mai quale sia la vera pace.
    - I Sei Cammini di Pain, il Dio del Villaggio della Pioggia -



    firma by Krona-san*.*

    Giocando: -- Platinando: --
    Rigiocando(retrò): --
    Prossimi acquisti: Ni No Kuni: Wrath of the White Witch

  White Knight Chronicles

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina