1.     Mi trovi su: Homepage #9077869
    Tutto inizia in una nave merci (volante), che trasporta degli "schiavi" verso un certo luogo chiamato Pyramid, ma una giovane e affascinante ragazza, armeggiando con destrezza i computer di bordo, mette in tilt la struttura, distruggendo la cella in cui tu, Monkey, eri rinchiuso, e l' aereonave inizia a collassare... inseguendo la ragazza e cercando anche una via di fuga, dopo aver ripreso i suoi oggetti, Monkey arriva all'ultima capsula di salvataggio rimasta,ma dentro ritrova la giovane ragazza, che in preda al panico, preme il pulsante di espulsione e scaglia entrambi verso una New York molto verde ed erbeggiante, mentre la nave si distrugge sul malridotto ponte di Brooklin.

    in questo modo e in questo mondo travagliato inizia Enslaved: Odyssey to the west, gioco multipiattaforma realizzato dai talentuosi ragazzi di Ninja Theory (Heavenly sword) e prodotto da Namco Bandai, che ti porta in un mondo futuristico,che, dopo ormai altre 2 guerre mondiali, è reso quasi inabitabile dai robot anarchici e da ambienti ostili, che ti ritroverai ad affrontare nei panni di Monkey, un uomo (se cosi si potrebbe definire), che, reso schiavo dalla giovane Trip, è costretto ad accompagnarla in lungo e in largo per l'America post-apocalittica, col fine di raggiungere il villaggio di lei, dove si è riusciti a ricreare un ambiente abitabile, lontano dal pericolo di Pyramid... fino a quel momento. La storia ha un ruolo di principale importanza, infatti essa è il punto di forza del gioco, una storia che ti immerge in questo mondo, ti crea un' affinità con i personaggi degna dei grandi classici, profondi e realizzati alla perfezione, una storia che amerai e che non dimenticherai... anche in prospettiva di un sequel.
    Il gameplay è vario, vengono alternati scontri dalla lunga distanza, scontri ravvicinati, fasi platform, e direi anche fasi stealth. Gli scontri sono molto belli da vedere, con il bastone di Monkey che spacca di brutto, ma le combo non sono molte: lo scontro ravvicinato si basa solo su attacco veloce, forte e lunga distanza, che ricorda quello di Heavenly sword per certi versi, ma le combo sono molte di meno, soprattutto se non sblocchi i vari attacchi, che poi potrai mischiare per farle diventare vere e proprie uccisioni di massa, col bastone che sarà la tua unica arma, infatti sono implementati anche gli attacchi con le mani, ma capitano raramente, solo se fai un contrattacco. Ma bastone non è solo sinonimo di mazzate, ma anche di headshot!, infatti utilissimo sarà il suo uso come "fucile", dotato di munizioni al plasma per stordire e munizioni al plasma per attaccare, di notevole efficacia contro i nemici, utili non solo per colpire i robot più lontani, ma anche per mettere a ferro e fuoco quelli vicini, nei momenti più intensi di combattimento, per stordirli o traforarli. I Boss non sono molti, ma tutti ben realizzati e da uccidere in diverso modo... Però l'ultimo boss non è degno di essere l'ultimo.
    Buona parte del gioco è basata sulle fasi platform, dove scalerai torri, farai skate sull' acqua, o risolverai enigmi. Le arrampicate sono guidate: in pratica è impossibile cadere giù, e questo è un punto a sfavore, infatti sarai sempre aiutato dalla leggera luminosità delle parti dove ti potrai appendere e arrampicare, e se provi a buttarti, Monkey rimane bello appigliato, d'altronde non vuole rischiare per la sua incolumità. Gli enigmi si basano spesso sul accendere i vari interruttori nell'ordine giusto, o sul cercare la strada, comunque niente di complicato... Simpaticissimi sono i momenti in cui Monkey sfodera la sua Nuvola, attrezzo megnetico che, a mò di skate, è utile sull' acqua o anche sulla terra ferma, infatti lo utilizzerai anche in delle boss battle.
    Il livello di difficoltà è abbastanza basso, anche per incentrare il gioco nella storia: si può partire direttamente da livello difficile, dove i robot avranno più vita, saranno più reattivi (ma ti continueranno ad attaccare massimo 2 alla volta) e le mine avranno un campo più ampio.
    Altro fattore di notevole rilevanza è la grafica, che fa il suo sporco lavoro con ambientazioni varie e vaste, spremendo al massimo l'unreal engine, infatti se durante il gioco rimani estasiato dai paesaggi, nei video con grafica del videogioco (pochissimi quelli in computer grafica) si notano delle sfasature, che non inficiano comunque particolarmente... ottimo il design dei personaggi, dei robot e dei boss, e grandioso è il motion scan utilizzato anche in Heavenly sword, che aiuta non poco.
    Il sonoro è veramente eccezionale, musiche epiche di altissimo livello, che ti accompagneranno per tutta l'avventura in modo incredibile. Finalmente anche il doppiaggio è di livello, non parlo di quello inglese, ma di quello italiano con doppiatori perfetti (quello di Monkey è il primo doppiatore di kakashi, ma anche dello Sheperd di Mass effect) adatti ai vari personaggi. Un paio di volte in tutto il gioco per qualche parola il volume della voce è incredibilmente basso, tanto che non si sente, e anche per questo consiglio i sottotitoli, non si sa mai.
    Passiamo ai voti

    GRAFICA: Non ai livelli delle grandi esclusive, però fa il suo dovere, creando ambienti notevoli per colore e vivacità, al contrario dei soliti giochi post-apocalittici. Design dei personaggi notevoli. VOTO: 89
    SONORO: Incredibili le musiche, ottimi il doppiaggio e gli effetti sonori... il tutto è affine all'incredibile livello di "immersione" nella storia e nel videogioco. VOTO: 95
    GAMEPLAY: incredibilmente vario e divertente, cade però nella sua semplicità di fondo e nel livello di difficoltà. Non aspettatevi le combo di Bayonetta, ma neppure quelle di God of war. VOTO: 86
    TRAMA: Bellissima, travolgente e realizzata con minima cura. Una trama perfetta, con personaggi carismatici e indimenticabili, perfetta anche la "regia", non hollywoodiana, ma con uno stile che si è evoluto rispetto a Heavenly sword, ma che è subito riconoscibile. VOTO: 98
    LONGEVITA': La durata si assesta sulle 12 ore, ma è rigiocabile per i vari extra e per godere ancora una volta della storia, ma soprattutto se si va alla ricerca del platino, facile per il 95% dei trofei, ma lunghissimo per la ricerca dei tecnoglobi, migliaia sparsi e nascosti in tutti i luoghi, in tutti i mari e in tutti i laghi. VOTO: 89
    VOTO FINALE: 93
    Un gioco che con i grandissimi pregi nasconde anche qualche difetto, ma che ti porterà in un mondo incredibile, "piacevole", e degno di essere ammirato e amato da chi vuole trovare una storia indimenticabile, che pochissimi giochi hanno la possibilità di avere. un 93 che soggettivamente avrebbe qualche voto in più, perchè adoro questo gioco, cribbio!!


    P.S. (per chi ha finito la storia sotto spoiler) :
    non so voi, ma io avrei ammaccato Trip... se non fosse così tosta


    Le poche vendite portano dei dubbi in un sequel, quindi compratelo ragazzi!
  2.     Mi trovi su: Homepage #9077870
    bella rece, complimenti!;)
    Provate il dolore. Contemplate il dolore. Accettate il dolore. Conoscete il dolore. Coloro che non comprendono il vero dolore, non capiranno mai quale sia la vera pace.
    - I Sei Cammini di Pain, il Dio del Villaggio della Pioggia -



    firma by Krona-san*.*

    Giocando: -- Platinando: --
    Rigiocando(retrò): --
    Prossimi acquisti: Ni No Kuni: Wrath of the White Witch
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9077873
    Do-You.FrankTutto inizia in una nave merci (volante), che trasporta degli "schiavi" verso un certo luogo chiamato Pyramid, ma una giovane e affascinante ragazza, armeggiando con destrezza i computer di bordo, mette in tilt la struttura, distruggendo la cella in cui tu, Monkey, eri rinchiuso, e l' aereonave inizia a collassare... inseguendo la ragazza e cercando anche una via di fuga, dopo aver ripreso i suoi oggetti, Monkey arriva all'ultima capsula di salvataggio rimasta,ma dentro ritrova la giovane ragazza, che in preda al panico, preme il pulsante di espulsione e scaglia entrambi verso una New York molto verde ed erbeggiante, mentre la nave si distrugge sul malridotto ponte di Brooklin.

    in questo modo e in questo mondo travagliato inizia Enslaved: Odyssey to the west, gioco multipiattaforma realizzato dai talentuosi ragazzi di Ninja Theory (Heavenly sword) e prodotto da Namco Bandai, che ti porta in un mondo futuristico,che, dopo ormai altre 2 guerre mondiali, è reso quasi inabitabile dai robot anarchici e da ambienti ostili, che ti ritroverai ad affrontare nei panni di Monkey, un uomo (se cosi si potrebbe definire), che, reso schiavo dalla giovane Trip, è costretto ad accompagnarla in lungo e in largo per l'America post-apocalittica, col fine di raggiungere il villaggio di lei, dove si è riusciti a ricreare un ambiente abitabile, lontano dal pericolo di Pyramid... fino a quel momento. La storia ha un ruolo di principale importanza, infatti essa è il punto di forza del gioco, una storia che ti immerge in questo mondo, ti crea un' affinità con i personaggi degna dei grandi classici, profondi e realizzati alla perfezione, una storia che amerai e che non dimenticherai... anche in prospettiva di un sequel.
    Il gameplay è vario, vengono alternati scontri dalla lunga distanza, scontri ravvicinati, fasi platform, e direi anche fasi stealth. Gli scontri sono molto belli da vedere, con il bastone di Monkey che spacca di brutto, ma le combo non sono molte: lo scontro ravvicinato si basa solo su attacco veloce, forte e lunga distanza, che ricorda quello di Heavenly sword per certi versi, ma le combo sono molte di meno, soprattutto se non sblocchi i vari attacchi, che poi potrai mischiare per farle diventare vere e proprie uccisioni di massa, col bastone che sarà la tua unica arma, infatti sono implementati anche gli attacchi con le mani, ma capitano raramente, solo se fai un contrattacco. Ma bastone non è solo sinonimo di mazzate, ma anche di headshot!, infatti utilissimo sarà il suo uso come "fucile", dotato di munizioni al plasma per stordire e munizioni al plasma per attaccare, di notevole efficacia contro i nemici, utili non solo per colpire i robot più lontani, ma anche per mettere a ferro e fuoco quelli vicini, nei momenti più intensi di combattimento, per stordirli o traforarli. I Boss non sono molti, ma tutti ben realizzati e da uccidere in diverso modo... Però l'ultimo boss non è degno di essere l'ultimo.
    Buona parte del gioco è basata sulle fasi platform, dove scalerai torri, farai skate sull' acqua, o risolverai enigmi. Le arrampicate sono guidate: in pratica è impossibile cadere giù, e questo è un punto a sfavore, infatti sarai sempre aiutato dalla leggera luminosità delle parti dove ti potrai appendere e arrampicare, e se provi a buttarti, Monkey rimane bello appigliato, d'altronde non vuole rischiare per la sua incolumità. Gli enigmi si basano spesso sul accendere i vari interruttori nell'ordine giusto, o sul cercare la strada, comunque niente di complicato... Simpaticissimi sono i momenti in cui Monkey sfodera la sua Nuvola, attrezzo megnetico che, a mò di skate, è utile sull' acqua o anche sulla terra ferma, infatti lo utilizzerai anche in delle boss battle.
    Il livello di difficoltà è abbastanza basso, anche per incentrare il gioco nella storia: si può partire direttamente da livello difficile, dove i robot avranno più vita, saranno più reattivi (ma ti continueranno ad attaccare massimo 2 alla volta) e le mine avranno un campo più ampio.
    Altro fattore di notevole rilevanza è la grafica, che fa il suo sporco lavoro con ambientazioni varie e vaste, spremendo al massimo l'unreal engine, infatti se durante il gioco rimani estasiato dai paesaggi, nei video con grafica del videogioco (pochissimi quelli in computer grafica) si notano delle sfasature, che non inficiano comunque particolarmente... ottimo il design dei personaggi, dei robot e dei boss, e grandioso è il motion scan utilizzato anche in Heavenly sword, che aiuta non poco.
    Il sonoro è veramente eccezionale, musiche epiche di altissimo livello, che ti accompagneranno per tutta l'avventura in modo incredibile. Finalmente anche il doppiaggio è di livello, non parlo di quello inglese, ma di quello italiano con doppiatori perfetti (quello di Monkey è il primo doppiatore di kakashi, ma anche dello Sheperd di Mass effect) adatti ai vari personaggi. Un paio di volte in tutto il gioco per qualche parola il volume della voce è incredibilmente basso, tanto che non si sente, e anche per questo consiglio i sottotitoli, non si sa mai.
    Passiamo ai voti

    GRAFICA: Non ai livelli delle grandi esclusive, però fa il suo dovere, creando ambienti notevoli per colore e vivacità, al contrario dei soliti giochi post-apocalittici. Design dei personaggi notevoli. VOTO: 89
    SONORO: Incredibili le musiche, ottimi il doppiaggio e gli effetti sonori... il tutto è affine all'incredibile livello di "immersione" nella storia e nel videogioco. VOTO: 95
    GAMEPLAY: incredibilmente vario e divertente, cade però nella sua semplicità di fondo e nel livello di difficoltà. Non aspettatevi le combo di Bayonetta, ma neppure quelle di God of war. VOTO: 86
    TRAMA: Bellissima, travolgente e realizzata con minima cura. Una trama perfetta, con personaggi carismatici e indimenticabili, perfetta anche la "regia", non hollywoodiana, ma con uno stile che si è evoluto rispetto a Heavenly sword, ma che è subito riconoscibile. VOTO: 98
    LONGEVITA': La durata si assesta sulle 12 ore, ma è rigiocabile per i vari extra e per godere ancora una volta della storia, ma soprattutto se si va alla ricerca del platino, facile per il 95% dei trofei, ma lunghissimo per la ricerca dei tecnoglobi, migliaia sparsi e nascosti in tutti i luoghi, in tutti i mari e in tutti i laghi. VOTO: 89
    VOTO FINALE: 93
    Un gioco che con i grandissimi pregi nasconde anche qualche difetto, ma che ti porterà in un mondo incredibile, "piacevole", e degno di essere ammirato e amato da chi vuole trovare una storia indimenticabile, che pochissimi giochi hanno la possibilità di avere. un 93 che soggettivamente avrebbe qualche voto in più, perchè adoro questo gioco, cribbio!!


    P.S. (per chi ha finito la storia sotto spoiler) :
    non so voi, ma io avrei ammaccato Trip... se non fosse così tosta


    Le poche vendite portano dei dubbi in un sequel, quindi compratelo ragazzi!


    Anche io adoro Enslaved! ma sono anche un po' di parte,perche' adoro la storia del viaggio verso occidente,con Son wukong e co. (se non sapete cose' vi consiglio di leggere su wiki o da qualche altra parte da dove deriva la storia di Enslaved).
    Comunque sia,bella recensione,anche io avrei messo voti piu' alti perche' l'ho adorato,ma fai bene ad essere obbiettivo.
    Concordo su tutto...e...
    anche io avrei ammaccato Trip.
    http://devious-92.deviantart.com/ Deviant Art

    Attualmente gioco a:
    http://www.playgen.it/showthread.php...20#post1068320
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9077874
    Do-You.FrankTutto inizia in una nave merci (volante), che trasporta degli "schiavi" verso un certo luogo chiamato Pyramid, ma una giovane e affascinante ragazza, armeggiando con destrezza i computer di bordo, mette in tilt la struttura, distruggendo la cella in cui tu, Monkey, eri rinchiuso, e l' aereonave inizia a collassare... inseguendo la ragazza e cercando anche una via di fuga, dopo aver ripreso i suoi oggetti, Monkey arriva all'ultima capsula di salvataggio rimasta,ma dentro ritrova la giovane ragazza, che in preda al panico, preme il pulsante di espulsione e scaglia entrambi verso una New York molto verde ed erbeggiante, mentre la nave si distrugge sul malridotto ponte di Brooklin.

    in questo modo e in questo mondo travagliato inizia Enslaved: Odyssey to the west, gioco multipiattaforma realizzato dai talentuosi ragazzi di Ninja Theory (Heavenly sword) e prodotto da Namco Bandai, che ti porta in un mondo futuristico,che, dopo ormai altre 2 guerre mondiali, è reso quasi inabitabile dai robot anarchici e da ambienti ostili, che ti ritroverai ad affrontare nei panni di Monkey, un uomo (se cosi si potrebbe definire), che, reso schiavo dalla giovane Trip, è costretto ad accompagnarla in lungo e in largo per l'America post-apocalittica, col fine di raggiungere il villaggio di lei, dove si è riusciti a ricreare un ambiente abitabile, lontano dal pericolo di Pyramid... fino a quel momento. La storia ha un ruolo di principale importanza, infatti essa è il punto di forza del gioco, una storia che ti immerge in questo mondo, ti crea un' affinità con i personaggi degna dei grandi classici, profondi e realizzati alla perfezione, una storia che amerai e che non dimenticherai... anche in prospettiva di un sequel.
    Il gameplay è vario, vengono alternati scontri dalla lunga distanza, scontri ravvicinati, fasi platform, e direi anche fasi stealth. Gli scontri sono molto belli da vedere, con il bastone di Monkey che spacca di brutto, ma le combo non sono molte: lo scontro ravvicinato si basa solo su attacco veloce, forte e lunga distanza, che ricorda quello di Heavenly sword per certi versi, ma le combo sono molte di meno, soprattutto se non sblocchi i vari attacchi, che poi potrai mischiare per farle diventare vere e proprie uccisioni di massa, col bastone che sarà la tua unica arma, infatti sono implementati anche gli attacchi con le mani, ma capitano raramente, solo se fai un contrattacco. Ma bastone non è solo sinonimo di mazzate, ma anche di headshot!, infatti utilissimo sarà il suo uso come "fucile", dotato di munizioni al plasma per stordire e munizioni al plasma per attaccare, di notevole efficacia contro i nemici, utili non solo per colpire i robot più lontani, ma anche per mettere a ferro e fuoco quelli vicini, nei momenti più intensi di combattimento, per stordirli o traforarli. I Boss non sono molti, ma tutti ben realizzati e da uccidere in diverso modo... Però l'ultimo boss non è degno di essere l'ultimo.
    Buona parte del gioco è basata sulle fasi platform, dove scalerai torri, farai skate sull' acqua, o risolverai enigmi. Le arrampicate sono guidate: in pratica è impossibile cadere giù, e questo è un punto a sfavore, infatti sarai sempre aiutato dalla leggera luminosità delle parti dove ti potrai appendere e arrampicare, e se provi a buttarti, Monkey rimane bello appigliato, d'altronde non vuole rischiare per la sua incolumità. Gli enigmi si basano spesso sul accendere i vari interruttori nell'ordine giusto, o sul cercare la strada, comunque niente di complicato... Simpaticissimi sono i momenti in cui Monkey sfodera la sua Nuvola, attrezzo megnetico che, a mò di skate, è utile sull' acqua o anche sulla terra ferma, infatti lo utilizzerai anche in delle boss battle.
    Il livello di difficoltà è abbastanza basso, anche per incentrare il gioco nella storia: si può partire direttamente da livello difficile, dove i robot avranno più vita, saranno più reattivi (ma ti continueranno ad attaccare massimo 2 alla volta) e le mine avranno un campo più ampio.
    Altro fattore di notevole rilevanza è la grafica, che fa il suo sporco lavoro con ambientazioni varie e vaste, spremendo al massimo l'unreal engine, infatti se durante il gioco rimani estasiato dai paesaggi, nei video con grafica del videogioco (pochissimi quelli in computer grafica) si notano delle sfasature, che non inficiano comunque particolarmente... ottimo il design dei personaggi, dei robot e dei boss, e grandioso è il motion scan utilizzato anche in Heavenly sword, che aiuta non poco.
    Il sonoro è veramente eccezionale, musiche epiche di altissimo livello, che ti accompagneranno per tutta l'avventura in modo incredibile. Finalmente anche il doppiaggio è di livello, non parlo di quello inglese, ma di quello italiano con doppiatori perfetti (quello di Monkey è il primo doppiatore di kakashi, ma anche dello Sheperd di Mass effect) adatti ai vari personaggi. Un paio di volte in tutto il gioco per qualche parola il volume della voce è incredibilmente basso, tanto che non si sente, e anche per questo consiglio i sottotitoli, non si sa mai.
    Passiamo ai voti

    GRAFICA: Non ai livelli delle grandi esclusive, però fa il suo dovere, creando ambienti notevoli per colore e vivacità, al contrario dei soliti giochi post-apocalittici. Design dei personaggi notevoli. VOTO: 89
    SONORO: Incredibili le musiche, ottimi il doppiaggio e gli effetti sonori... il tutto è affine all'incredibile livello di "immersione" nella storia e nel videogioco. VOTO: 95
    GAMEPLAY: incredibilmente vario e divertente, cade però nella sua semplicità di fondo e nel livello di difficoltà. Non aspettatevi le combo di Bayonetta, ma neppure quelle di God of war. VOTO: 86
    TRAMA: Bellissima, travolgente e realizzata con minima cura. Una trama perfetta, con personaggi carismatici e indimenticabili, perfetta anche la "regia", non hollywoodiana, ma con uno stile che si è evoluto rispetto a Heavenly sword, ma che è subito riconoscibile. VOTO: 98
    LONGEVITA': La durata si assesta sulle 12 ore, ma è rigiocabile per i vari extra e per godere ancora una volta della storia, ma soprattutto se si va alla ricerca del platino, facile per il 95% dei trofei, ma lunghissimo per la ricerca dei tecnoglobi, migliaia sparsi e nascosti in tutti i luoghi, in tutti i mari e in tutti i laghi. VOTO: 89
    VOTO FINALE: 93
    Un gioco che con i grandissimi pregi nasconde anche qualche difetto, ma che ti porterà in un mondo incredibile, "piacevole", e degno di essere ammirato e amato da chi vuole trovare una storia indimenticabile, che pochissimi giochi hanno la possibilità di avere. un 93 che soggettivamente avrebbe qualche voto in più, perchè adoro questo gioco, cribbio!!


    P.S. (per chi ha finito la storia sotto spoiler) :
    non so voi, ma io avrei ammaccato Trip... se non fosse così tosta


    Le poche vendite portano dei dubbi in un sequel, quindi compratelo ragazzi!


    Sono d'accordo su tutto. Ottima recensione:bye:
    Per chi vuole giocare qualche partitina su Xbox Live

    Stò giocando: Rage
    GIAN_LORENZO97 COLLECTIONFINALMENTE CON LE FOTO
  5.     Mi trovi su: Homepage #9077875
    Do-You.FrankTutto inizia in una nave merci (volante), che trasporta degli "schiavi" verso un certo luogo chiamato Pyramid, ma una giovane e affascinante ragazza, armeggiando con destrezza i computer di bordo, mette in tilt la struttura, distruggendo la cella in cui tu, Monkey, eri rinchiuso, e l' aereonave inizia a collassare... inseguendo la ragazza e cercando anche una via di fuga, dopo aver ripreso i suoi oggetti, Monkey arriva all'ultima capsula di salvataggio rimasta,ma dentro ritrova la giovane ragazza, che in preda al panico, preme il pulsante di espulsione e scaglia entrambi verso una New York molto verde ed erbeggiante, mentre la nave si distrugge sul malridotto ponte di Brooklin.

    in questo modo e in questo mondo travagliato inizia Enslaved: Odyssey to the west, gioco multipiattaforma realizzato dai talentuosi ragazzi di Ninja Theory (Heavenly sword) e prodotto da Namco Bandai, che ti porta in un mondo futuristico,che, dopo ormai altre 2 guerre mondiali, è reso quasi inabitabile dai robot anarchici e da ambienti ostili, che ti ritroverai ad affrontare nei panni di Monkey, un uomo (se cosi si potrebbe definire), che, reso schiavo dalla giovane Trip, è costretto ad accompagnarla in lungo e in largo per l'America post-apocalittica, col fine di raggiungere il villaggio di lei, dove si è riusciti a ricreare un ambiente abitabile, lontano dal pericolo di Pyramid... fino a quel momento. La storia ha un ruolo di principale importanza, infatti essa è il punto di forza del gioco, una storia che ti immerge in questo mondo, ti crea un' affinità con i personaggi degna dei grandi classici, profondi e realizzati alla perfezione, una storia che amerai e che non dimenticherai... anche in prospettiva di un sequel.
    Il gameplay è vario, vengono alternati scontri dalla lunga distanza, scontri ravvicinati, fasi platform, e direi anche fasi stealth. Gli scontri sono molto belli da vedere, con il bastone di Monkey che spacca di brutto, ma le combo non sono molte: lo scontro ravvicinato si basa solo su attacco veloce, forte e lunga distanza, che ricorda quello di Heavenly sword per certi versi, ma le combo sono molte di meno, soprattutto se non sblocchi i vari attacchi, che poi potrai mischiare per farle diventare vere e proprie uccisioni di massa, col bastone che sarà la tua unica arma, infatti sono implementati anche gli attacchi con le mani, ma capitano raramente, solo se fai un contrattacco. Ma bastone non è solo sinonimo di mazzate, ma anche di headshot!, infatti utilissimo sarà il suo uso come "fucile", dotato di munizioni al plasma per stordire e munizioni al plasma per attaccare, di notevole efficacia contro i nemici, utili non solo per colpire i robot più lontani, ma anche per mettere a ferro e fuoco quelli vicini, nei momenti più intensi di combattimento, per stordirli o traforarli. I Boss non sono molti, ma tutti ben realizzati e da uccidere in diverso modo... Però l'ultimo boss non è degno di essere l'ultimo.
    Buona parte del gioco è basata sulle fasi platform, dove scalerai torri, farai skate sull' acqua, o risolverai enigmi. Le arrampicate sono guidate: in pratica è impossibile cadere giù, e questo è un punto a sfavore, infatti sarai sempre aiutato dalla leggera luminosità delle parti dove ti potrai appendere e arrampicare, e se provi a buttarti, Monkey rimane bello appigliato, d'altronde non vuole rischiare per la sua incolumità. Gli enigmi si basano spesso sul accendere i vari interruttori nell'ordine giusto, o sul cercare la strada, comunque niente di complicato... Simpaticissimi sono i momenti in cui Monkey sfodera la sua Nuvola, attrezzo megnetico che, a mò di skate, è utile sull' acqua o anche sulla terra ferma, infatti lo utilizzerai anche in delle boss battle.
    Il livello di difficoltà è abbastanza basso, anche per incentrare il gioco nella storia: si può partire direttamente da livello difficile, dove i robot avranno più vita, saranno più reattivi (ma ti continueranno ad attaccare massimo 2 alla volta) e le mine avranno un campo più ampio.
    Altro fattore di notevole rilevanza è la grafica, che fa il suo sporco lavoro con ambientazioni varie e vaste, spremendo al massimo l'unreal engine, infatti se durante il gioco rimani estasiato dai paesaggi, nei video con grafica del videogioco (pochissimi quelli in computer grafica) si notano delle sfasature, che non inficiano comunque particolarmente... ottimo il design dei personaggi, dei robot e dei boss, e grandioso è il motion scan utilizzato anche in Heavenly sword, che aiuta non poco.
    Il sonoro è veramente eccezionale, musiche epiche di altissimo livello, che ti accompagneranno per tutta l'avventura in modo incredibile. Finalmente anche il doppiaggio è di livello, non parlo di quello inglese, ma di quello italiano con doppiatori perfetti (quello di Monkey è il primo doppiatore di kakashi, ma anche dello Sheperd di Mass effect) adatti ai vari personaggi. Un paio di volte in tutto il gioco per qualche parola il volume della voce è incredibilmente basso, tanto che non si sente, e anche per questo consiglio i sottotitoli, non si sa mai.
    Passiamo ai voti

    GRAFICA: Non ai livelli delle grandi esclusive, però fa il suo dovere, creando ambienti notevoli per colore e vivacità, al contrario dei soliti giochi post-apocalittici. Design dei personaggi notevoli. VOTO: 89
    SONORO: Incredibili le musiche, ottimi il doppiaggio e gli effetti sonori... il tutto è affine all'incredibile livello di "immersione" nella storia e nel videogioco. VOTO: 95
    GAMEPLAY: incredibilmente vario e divertente, cade però nella sua semplicità di fondo e nel livello di difficoltà. Non aspettatevi le combo di Bayonetta, ma neppure quelle di God of war. VOTO: 86
    TRAMA: Bellissima, travolgente e realizzata con minima cura. Una trama perfetta, con personaggi carismatici e indimenticabili, perfetta anche la "regia", non hollywoodiana, ma con uno stile che si è evoluto rispetto a Heavenly sword, ma che è subito riconoscibile. VOTO: 98
    LONGEVITA': La durata si assesta sulle 12 ore, ma è rigiocabile per i vari extra e per godere ancora una volta della storia, ma soprattutto se si va alla ricerca del platino, facile per il 95% dei trofei, ma lunghissimo per la ricerca dei tecnoglobi, migliaia sparsi e nascosti in tutti i luoghi, in tutti i mari e in tutti i laghi. VOTO: 89
    VOTO FINALE: 93
    Un gioco che con i grandissimi pregi nasconde anche qualche difetto, ma che ti porterà in un mondo incredibile, "piacevole", e degno di essere ammirato e amato da chi vuole trovare una storia indimenticabile, che pochissimi giochi hanno la possibilità di avere. un 93 che soggettivamente avrebbe qualche voto in più, perchè adoro questo gioco, cribbio!!


    P.S. (per chi ha finito la storia sotto spoiler) :
    non so voi, ma io avrei ammaccato Trip... se non fosse così tosta


    Le poche vendite portano dei dubbi in un sequel, quindi compratelo ragazzi!


    Ottima rece:thumbup:, anche se credo che il voto finale debba essere un po' più basso, complimenti lo stesso comunque:bye:

    Krona, sei la migliore! ^^
    You are a pirate!!!!

    Quote:





    Originally Posted by RoSSoNeRa_1996


    TU!
    Sei ufficialmente il mio cronista di PG durante le partite del Milan





    Quote:





    Originally Posted by johnmarston98


    tu ritorni sempre ma nessuno sa mai da dove




  6.     Mi trovi su: Homepage #9077878
    REDignis36Anche io adoro Enslaved! ma sono anche un po' di parte,perche' adoro la storia del viaggio verso occidente,con Son wukong e co. (se non sapete cose' vi consiglio di leggere su wiki o da qualche altra parte da dove deriva la storia di Enslaved).
    Comunque sia,bella recensione,anche io avrei messo voti piu' alti perche' l'ho adorato,ma fai bene ad essere obbiettivo.
    Concordo su tutto...e...
    anche io avrei ammaccato Trip.


    della storia di Son wukong ne ho solo sentito parlare in riguardo ad Enslaved, però mi hai fatto venire la curiosità XD
  7.     Mi trovi su: Homepage #9077880
    Do-You.FrankTutto inizia in una nave merci (volante), che trasporta degli "schiavi" verso un certo luogo chiamato Pyramid, ma una giovane e affascinante ragazza, armeggiando con destrezza i computer di bordo, mette in tilt la struttura, distruggendo la cella in cui tu, Monkey, eri rinchiuso, e l' aereonave inizia a collassare... inseguendo la ragazza e cercando anche una via di fuga, dopo aver ripreso i suoi oggetti, Monkey arriva all'ultima capsula di salvataggio rimasta,ma dentro ritrova la giovane ragazza, che in preda al panico, preme il pulsante di espulsione e scaglia entrambi verso una New York molto verde ed erbeggiante, mentre la nave si distrugge sul malridotto ponte di Brooklin.

    in questo modo e in questo mondo travagliato inizia Enslaved: Odyssey to the west, gioco multipiattaforma realizzato dai talentuosi ragazzi di Ninja Theory (Heavenly sword) e prodotto da Namco Bandai, che ti porta in un mondo futuristico,che, dopo ormai altre 2 guerre mondiali, è reso quasi inabitabile dai robot anarchici e da ambienti ostili, che ti ritroverai ad affrontare nei panni di Monkey, un uomo (se cosi si potrebbe definire), che, reso schiavo dalla giovane Trip, è costretto ad accompagnarla in lungo e in largo per l'America post-apocalittica, col fine di raggiungere il villaggio di lei, dove si è riusciti a ricreare un ambiente abitabile, lontano dal pericolo di Pyramid... fino a quel momento. La storia ha un ruolo di principale importanza, infatti essa è il punto di forza del gioco, una storia che ti immerge in questo mondo, ti crea un' affinità con i personaggi degna dei grandi classici, profondi e realizzati alla perfezione, una storia che amerai e che non dimenticherai... anche in prospettiva di un sequel.
    Il gameplay è vario, vengono alternati scontri dalla lunga distanza, scontri ravvicinati, fasi platform, e direi anche fasi stealth. Gli scontri sono molto belli da vedere, con il bastone di Monkey che spacca di brutto, ma le combo non sono molte: lo scontro ravvicinato si basa solo su attacco veloce, forte e lunga distanza, che ricorda quello di Heavenly sword per certi versi, ma le combo sono molte di meno, soprattutto se non sblocchi i vari attacchi, che poi potrai mischiare per farle diventare vere e proprie uccisioni di massa, col bastone che sarà la tua unica arma, infatti sono implementati anche gli attacchi con le mani, ma capitano raramente, solo se fai un contrattacco. Ma bastone non è solo sinonimo di mazzate, ma anche di headshot!, infatti utilissimo sarà il suo uso come "fucile", dotato di munizioni al plasma per stordire e munizioni al plasma per attaccare, di notevole efficacia contro i nemici, utili non solo per colpire i robot più lontani, ma anche per mettere a ferro e fuoco quelli vicini, nei momenti più intensi di combattimento, per stordirli o traforarli. I Boss non sono molti, ma tutti ben realizzati e da uccidere in diverso modo... Però l'ultimo boss non è degno di essere l'ultimo.
    Buona parte del gioco è basata sulle fasi platform, dove scalerai torri, farai skate sull' acqua, o risolverai enigmi. Le arrampicate sono guidate: in pratica è impossibile cadere giù, e questo è un punto a sfavore, infatti sarai sempre aiutato dalla leggera luminosità delle parti dove ti potrai appendere e arrampicare, e se provi a buttarti, Monkey rimane bello appigliato, d'altronde non vuole rischiare per la sua incolumità. Gli enigmi si basano spesso sul accendere i vari interruttori nell'ordine giusto, o sul cercare la strada, comunque niente di complicato... Simpaticissimi sono i momenti in cui Monkey sfodera la sua Nuvola, attrezzo megnetico che, a mò di skate, è utile sull' acqua o anche sulla terra ferma, infatti lo utilizzerai anche in delle boss battle.
    Il livello di difficoltà è abbastanza basso, anche per incentrare il gioco nella storia: si può partire direttamente da livello difficile, dove i robot avranno più vita, saranno più reattivi (ma ti continueranno ad attaccare massimo 2 alla volta) e le mine avranno un campo più ampio.
    Altro fattore di notevole rilevanza è la grafica, che fa il suo sporco lavoro con ambientazioni varie e vaste, spremendo al massimo l'unreal engine, infatti se durante il gioco rimani estasiato dai paesaggi, nei video con grafica del videogioco (pochissimi quelli in computer grafica) si notano delle sfasature, che non inficiano comunque particolarmente... ottimo il design dei personaggi, dei robot e dei boss, e grandioso è il motion scan utilizzato anche in Heavenly sword, che aiuta non poco.
    Il sonoro è veramente eccezionale, musiche epiche di altissimo livello, che ti accompagneranno per tutta l'avventura in modo incredibile. Finalmente anche il doppiaggio è di livello, non parlo di quello inglese, ma di quello italiano con doppiatori perfetti (quello di Monkey è il primo doppiatore di kakashi, ma anche dello Sheperd di Mass effect) adatti ai vari personaggi. Un paio di volte in tutto il gioco per qualche parola il volume della voce è incredibilmente basso, tanto che non si sente, e anche per questo consiglio i sottotitoli, non si sa mai.
    Passiamo ai voti

    GRAFICA: Non ai livelli delle grandi esclusive, però fa il suo dovere, creando ambienti notevoli per colore e vivacità, al contrario dei soliti giochi post-apocalittici. Design dei personaggi notevoli. VOTO: 89
    SONORO: Incredibili le musiche, ottimi il doppiaggio e gli effetti sonori... il tutto è affine all'incredibile livello di "immersione" nella storia e nel videogioco. VOTO: 95
    GAMEPLAY: incredibilmente vario e divertente, cade però nella sua semplicità di fondo e nel livello di difficoltà. Non aspettatevi le combo di Bayonetta, ma neppure quelle di God of war. VOTO: 86
    TRAMA: Bellissima, travolgente e realizzata con minima cura. Una trama perfetta, con personaggi carismatici e indimenticabili, perfetta anche la "regia", non hollywoodiana, ma con uno stile che si è evoluto rispetto a Heavenly sword, ma che è subito riconoscibile. VOTO: 98
    LONGEVITA': La durata si assesta sulle 12 ore, ma è rigiocabile per i vari extra e per godere ancora una volta della storia, ma soprattutto se si va alla ricerca del platino, facile per il 95% dei trofei, ma lunghissimo per la ricerca dei tecnoglobi, migliaia sparsi e nascosti in tutti i luoghi, in tutti i mari e in tutti i laghi. VOTO: 89
    VOTO FINALE: 93
    Un gioco che con i grandissimi pregi nasconde anche qualche difetto, ma che ti porterà in un mondo incredibile, "piacevole", e degno di essere ammirato e amato da chi vuole trovare una storia indimenticabile, che pochissimi giochi hanno la possibilità di avere. un 93 che soggettivamente avrebbe qualche voto in più, perchè adoro questo gioco, cribbio!!


    P.S. (per chi ha finito la storia sotto spoiler) :
    non so voi, ma io avrei ammaccato Trip... se non fosse così tosta


    Le poche vendite portano dei dubbi in un sequel, quindi compratelo ragazzi!


    :lol: Valerio Scanu, citazione d'arte!

    Comunque bella rece, il gioco mi ha sempre attirato ma il costo è ancora troppo alto.
  8.     Mi trovi su: Homepage #9077881
    Angeal_94:lol: Valerio Scanu, citazione d'arte!

    Comunque bella rece, il gioco mi ha sempre attirato ma il costo è ancora troppo alto.


    su zavvi ho visto qualcosa come 17euro... però è meglio se ti informi nel topic giusto e consultando direttamente il sito... io l'ho preso da gameladrostop, anche se ormai credo lo puoi trovare nuovo sui 50, o 45 euro

  [Frank] Enslaved, Odissea verso l'ovest

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina