1.     Mi trovi su: Homepage #9141226


    Dopo un'attesa spasmodica L.A. Noire, il nuovo gioco della Rockstar Games in collaborazione con Team Bondi, è arrivato sugli scaffali dei negozi italiani.
    Il nuovo titolo della Rockstar Games, si pone l'obiettivo di diventare il nuovo metro di paragone dei videogiochi, grazie anche ad una Los Angeles degli anni '40 ricostruita perfettamente, una trama eccezionale, dei protagonisti carismatici e il rivoluzionario uso del MotionScan.
    L.A. Noire ha mantenuto tutte queste promesse? Vediamolo insieme.

    La trama di L.A. Noire parla di Cole Phelps, un nuovo arrivo nel dipartimento di Polizia di Los Angeles e ex-marine dell'esercito Americano durante la Seconda guerra mondiale, dove è stato insignito della Silver Star (la quarta più alta onorificenza che può essere assegnata ad un membro delle Forze armate degli Stati Uniti e la terza più alta onorificenza che può essere assegnata per il coraggio mostrato davanti al nemico). Cole è un personaggio a 360°, infatti dietro gli eccellenti princìpi morali, si nasconde un animo che cerca la redenzione per le atrocità commesse in guerra. Infatti non va fiero della Silver Star e ogni volta che i partner toccano quest'argomento egli si trova enormemente in disagio.
    "Gli amici che vogliono restare tali, non discutono di religione o di politica. Nel mio caso puoi aggiungere anche la guerra".
    Come da tradizione Rockstar, tutti i personaggi sono caratterizzati in modo assolutamente eccellente, sia i principali che i comprimari (ad esempio Roy Earle, detective capo della Narcotici o Hershel Biggs, partner di Cole durante la sua militanza nella "Incendi Dolosi").
    La storia del gioco è divisa in casi, ogni volta che finiamo un caso il seguente parte automaticamente, nessuna componente Free-roaming.
    Quando finiremo tutti i casi di un dipartimento sbloccheremo la modalità "Le strade di L.A.", dove potremo dedicarci a rispondere ai crimini in strada o prendere i collezionabili.

    Analizziamo il comparto tecnico che si può riassumere in un'unica parola: STRAORDINARIO. Partiamo dall'analisi dei volti: il MotionScan è semplicemente prodigioso, e a volte sembra di guardare un film tanto che la facce sono dettagliate, eccellente anche il modo in cui sono stati riproposti i tic nervosi tipici delle persone che mentono. Il modo in cui la città è stata resa, nel complesso, è soddisfacente ma non fa gridare al miracolo. Voglio dire, è curatissima solo in alcuni luoghi, come gli interni o i luoghi famosi, ma in alcune parti della mappa è piuttosto sfocata o non definita abbastanza. Pecca davvero molto la fisica del gioco, esplosioni non ottime e cittadini che, quando colpiti, pattinano sull'asfalto evitando le macchine meglio di Flash.
    Anche le macchine non sono state rese molto bene, quando infatti ricevono molti danni si brucia solo il motore ma non esplodono...strano.
    Nel complesso comunque la grafica fa il suo lavoro e non possiamo assolutamente lamentarci.

    Parliamo ora del comparto sonoro, davvero eccellente. Le musiche scelte nel gioco sono tutte degli anni '40 e alcune rimangono davvero impresse nella mente (particolarmente ho amato questa) Gli SFX del gioco sono convincenti, come quelli delle armi. Davvero bella anche la colonna sonora ufficiale del gioco, composta da Andrew Hale e da un orchestra. Arrangiamenti e scelte melodiche eccellenti, come anche la scelta di far doppiare la cantante Elsa Lichtmann da una vera cantante. Il doppiaggio è eccellente e sincronizzato perfettamente con il labiale (ci mancherebbe altro, dato che il gioco è totalmente incentrato su interrogatori).

    Passiamo ora ad analizzare il gameplay. Se pensate che il gameplay di L.A. Noire sia quello di un comunissimo sandbox vi sbagliate di grosso. L.A. Noire è completamente diverso da Grand Theft Auto o Red Dead Redemption, infatti la componente Free-Roaming è stata quasi del tutto annullata.
    Analizziamo le principali differenze:
    1) Non possiamo fare le missioni nell'ordine che desideriamo;
    2) Siamo un poliziotto e non un criminale, non possiamo distruggere tutto quello che vogliamo.
    Premettendo ciò, parliamo del gameplay vero e proprio. All'inizio di ogni nuovo caso dobbiamo analizzare la scena dove sono accaduti crimini vari (omicidi, incendi, incidenti). Raccolti i primi indizi bisogna parlare con eventuali testimoni, durante il dialogo essi potranno dire la verità, essere dubbiosi o mentire spudoratamente e sarà nostro compito interpretare le loro risposte. Se dicono la verità ci guardano negli occhi, se sono dubbiosi o bugiardi evitano il contatto visivo. Infatti potremo accusare di mentire solo se abbiamo prove, mentre accusare di essere in dubbio quando non le abbiamo.
    Dopo gli interrogatori, analizziamo dei luoghi che ci hanno indicato i testimoni e di lì in poi dovremo continuare il caso facendo più o meno le stesse cose.
    Ripetitivo dunque? Ma anche no. Infatti i sospetti potranno fuggire o convolgerci in scontri a fuoco o a risse.
    Durante le indagini potremo ricevere dalla radio della polizia richieste di aiuto da parte di poliziotti e intervenire nei "crimini di strada" portando pace.
    Il gameplay è lungi dall'essere veloce e frenetico, ma è lento e ragionato, per dare l'atmosfera di vero poliziesco. Questa caratteristica a molti videogiocatori potrebbe non piacere e condizionare il giudizio di questo ottimo gioco.
    Gli unici difetti del gameplay sono le sezioni di guida (macchina troppo scomoda da guidare) e i crimini in strada durante i casi (che spesso si trovano dall'altro lato della città).

    Parliamo ora della longevità del titolo, L.A. Noire è uno dei pochi giochi usciti in questi anni che supera le 15 ore di gioco, supera le 15 ore però senza mai annoiare. La trama è coinvolgente (non se ne vedeva una simile da anni) e il carisma dei protagonista ti farà amare il gioco e ti trasporterà nella mitica atmosfera della città degli Angeli negli anni '40.

    Passiamo ora alla griglia dei voti...

    Grafica: 94 - MotionScan eccezionale ma la fisica ingame è appena sufficiente
    Sonoro: 97 - Atmosfera ricreata benissimo, doppiaggio ottimo
    Divertimento: 97 - Molto soggettivo: c'è chi lo amerà e chi lo odierà
    Longevità: 97 - Molto longevo e missioni secondarie piacevoli
    Voto globale: 97 - L.A. Noire è un capolavoro, ma potrebbe non piacere a chi è abituato all'azione frenetica. Per quanto mi riguarda è l'unico gioco che vale i 70 €!
  2.     Mi trovi su: Homepage #9141227
    Grandioso, curatissima questa recensione complimenti, comunque a me è piaciuto anche se sono un amante degli action-game, diciamo che guardarlo così, superficialmente (un po' alla GTA) lo rovina, però entrare nella storia è un'esperienza bellissima per chiunque...:biggrin:

    No Heavy, Demo and Engineer image available

    ~E.M.I.L.I.S.E.R.~
    ~Free your game~
    SKYRIM PLATINUM TROPHY
    _____________________________
  3.     Mi trovi su: Homepage #9141230
    Concordo pienamente, forse un po' troppo positivo e hai tralasciato qualche difetto ma nulla di importante.
    Un gioco che a me ha sorpreso molto, ma che generalmente si aspettava di meglio, causa la monotonia e la linearità, ma che un gioco di questo genere ha.
    Comunque ottima recensione, io gli d'ho 96(solo per precisare).

    Ringrazio Gianlorenzo97 per la firma
    La Mia Collezione: http://www.playgen.it/showthread.php?t=17508
    Sto Giocando A: Duke Nukem Forever - Mafia II
    A VOLTE LA PRESUNZIONE E' LA VERITA'.
  4.     Mi trovi su: Homepage #9141231
    Altair97


    Dopo un'attesa spasmodica [La virgola manca. Giusto per dare la tonalità alla frase :) NdCiel] L.A. Noire, il nuovo gioco della Rockstar in collaborazione con Team Bondi, è arrivato sugli scaffali dei negozi italiani.
    Il nuovo titolo della Rockstar Games, si pone l'obiettivo di diventare il nuovo metro di paragone dei videogiochi, grazie anche ad una Los Angeles degli anni '40 ricostruita perfettamente, una trama eccezionale, dei protagonisti carismatici e il rivoluzionario uso del MotionScan.
    L.A. Noire ha mantenuto tutte queste promesse? Vediamolo insieme.

    La trama di L.A. Noire parla di Cole Phelps, un nuovo arrivo nel dipartimento di Polizia di Los Angeles e ex-marine dell'esercito Americano durante la Seconda guerra mondiale, dove è stato insignito [Chiedo venia, ignoranza mia... Wut? NdCiel] della Silver Star (la quarta più alta onorificenza che può essere assegnata ad un membro delle Forze armate degli Stati Uniti e la terza più alta onorificenza che può essere assegnata per il coraggio mostrato davanti al nemico) [Scritta male. NdCiel]. Cole è un personaggio a 360°, infatti dietro gli eccellenti princìpi [L'ACCENTO ASHOIWEDMO- ti amo. :shame: NdCiel] morali, si nasconde un animo che cerca la redenzione per le atrocità commesse in guerra. Infatti non va fiero della Silver Star e ogni volta che i partner toccano quest'argomento egli si trova enormemente in [E' più corretto "a disagio". "In disagio" non si può sentire. NdCiel] disagio.
    "Gli amici che vogliono restare tali, non discutono di religione o di politica. Nel mio caso puoi aggiungere anche la guerra". [Cit. Tizio / Caio / Sempronio / Chiccassotepare. NdCiel]
    Come da tradizione Rockstar, tutti i personaggi sono caratterizzati in modo assolutamente eccellente, sia i principali che i comprimari (ad esempio Roy Earle, detective capo della Narcotici o Hershel Biggs, partner di Cole durante la sua militanza nella "Incendi Dolosi").
    La storia del gioco è divisa in casi, ogni volta che finiamo ["Si risolve" è meglio. NdCiel] un caso il seguente parte automaticamente, nessuna componente Free-roaming.
    Quando finiremo tutti i casi di un dipartimento sbloccheremo la modalità "Le strade di L.A.", dove potremo dedicarci a rispondere ai crimini in strada o prendere i collezionabili.

    Analizziamo il comparto tecnico che si può riassumere in un'unica parola: STRAORDINARIO. Partiamo dall'analisi dei volti: il MotionScan è semplicemente prodigioso, e a volte sembra di guardare un film tanto che la facce sono dettagliate, eccellente anche il modo in cui sono stati riproposti i tic nervosi tipici delle persone che mentono. Il modo in cui la città è stata resa, nel complesso, è soddisfacente ma non fa gridare al miracolo. [Cerca di migliorarla questa frase: non mi piace per niente. NdCiel] Voglio dire, è curatissima solo in alcuni luoghi, come gli interni o i luoghi famosi, ma in alcune parti della mappa è piuttosto sfocata o non definita abbastanza. Pecca davvero molto la fisica del gioco, esplosioni non ottime e cittadini che, quando colpiti, pattinano sull'asfalto evitando le macchine meglio di Flash.
    Anche le macchine non sono state rese molto bene, quando infatti ricevono molti danni si brucia solo il motore ma non esplodono...strano. [E quante ne vuoi, figliolo ಠ3ಠ N Random dCiel]
    Nel complesso comunque la grafica fa il suo lavoro e non possiamo assolutamente lamentarci.

    Parliamo ora del comparto sonoro, davvero eccellente. Le musiche scelte nel gioco sono tutte degli anni '40 e alcune rimangono davvero impresse nella mente (particolarmente ho amato questa) Gli SFX del gioco sono convincenti, come quelli delle armi. Davvero bella anche la colonna sonora ufficiale del gioco, composta da Andrew Hale e da un orchestra [L'apostrofoeimcleutvm- /muore. NdCielMorta]. Arrangiamenti e scelte melodiche eccellenti, come anche la scelta di far doppiare la cantante Elsa Lichtmann da una vera cantante. Il doppiaggio è eccellente e sincronizzato perfettamente con il labiale (ci mancherebbe altro, dato che il gioco è totalmente incentrato su interrogatori).

    Passiamo ora ad analizzare il gameplay. Se pensate che il gameplay di L.A. Noire sia quello di un comunissimo sandbox vi sbagliate di grosso. L.A. Noire è completamente diverso da Grand Theft Auto o Red Dead Redemption, infatti la componente Free-Roaming è stata quasi del tutto annullata.
    Analizziamo [Se dici ancora una volta "analizziamo" ti sparo in bocca, giuro. ಠ3ಠ NdCiel] le principali differenze:
    1) Non possiamo fare le missioni nell'ordine che desideriamo;
    2) Siamo un poliziotto e non un criminale, non possiamo distruggere tutto quello che vogliamo.
    Premettendo ciò, parliamo del gameplay vero e proprio. All'inizio di ogni nuovo caso dobbiamo analizzare la scena dove sono accaduti crimini vari (omicidi, incendi, incidenti). Raccolti i primi indizi bisogna parlare con eventuali testimoni, durante il dialogo essi potranno dire la verità, essere dubbiosi o mentire spudoratamente e sarà nostro compito interpretare le loro risposte. Se dicono la verità ci guardano negli occhi, se sono dubbiosi o bugiardi evitano il contatto visivo. Infatti potremo accusare di mentire solo se abbiamo prove, mentre accusare di essere in dubbio quando non le abbiamo.
    Dopo gli interrogatori, analizziamo [Bastaaaaaaaaaa NdCiel] dei luoghi che ci hanno indicato i testimoni e di lì in poi dovremo continuare il caso facendo più o meno le stesse cose.
    Ripetitivo dunque? Ma anche no. Infatti i sospetti potranno fuggire o convolgerci in scontri a fuoco o a risse.
    Durante le indagini potremo ricevere dalla radio della polizia richieste di aiuto da parte di poliziotti e intervenire nei "crimini di strada" portando pace.
    Il gameplay è lungi dall'essere veloce e frenetico, ma è lento e ragionato, per dare l'atmosfera di vero poliziesco. Questa caratteristica a molti videogiocatori potrebbe non piacere e condizionare il giudizio di questo ottimo gioco.
    Gli unici difetti del gameplay sono le sezioni di guida (macchina troppo scomoda da guidare) e i crimini in strada durante i casi (che spesso si trovano dall'altro lato della città).

    Parliamo ora della longevità del titolo, [Ci vanno i due punti, non la virgola NdCiel] L.A. Noire è uno dei pochi giochi usciti in questi anni che supera le 15 ore di gioco, supera le 15 ore [Ripetizione non necessaria: "L.A. Noire è uno dei pochi giochi usciti in questi anni che supera senza mai annoiare. NdCiel] però senza mai annoiare. La trama è coinvolgente (non se ne vedeva una simile da anni) e il carisma dei protagonista ti farà amare il gioco e ti trasporterà nella mitica atmosfera della città degli Angeli negli anni '40.

    Passiamo ora alla griglia dei voti...

    Grafica: 94 - MotionScan eccezionale ma la fisica ingame è appena sufficiente
    Sonoro: 97 - Atmosfera ricreata benissimo, doppiaggio ottimo
    Divertimento: 97 - Molto soggettivo: c'è chi lo amerà e chi lo odierà
    Longevità: 97 - Molto longevo e missioni secondarie piacevoli
    Voto globale: 97 - L.A. Noire è un capolavoro, ma potrebbe non piacere a chi è abituato all'azione frenetica. Per quanto mi riguarda è l'unico gioco che vale i 70 €!


    Ok, mi hai chiesto la correzione. TUTTA TUA :D Mi sono divertita, hai fatto molti pochi errori ಠ3ಠ



    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    La bisbetica guastafeste colpisce ancora!





    Quote:





    Originally Posted by giannj


    Così mi piaci bambola





    Quote:





    Originally Posted by daniel10000


    la mia grammatica e pulita!





    Ammiraglio fapslashes on me.
  5.     Mi trovi su: Homepage #9141232
    Io l'ho venduto quest'estate, perchè non ci giocavo più, credo che a breve lo riprenderò, così finisco la storia e magari mi do al platino, che è facile.

    Sarebbe comodo trovarlo a meno di 30 euro.

    Comunque bella recensione.
    "Fare un film significa migliorare la vita, sistemarla a modo proprio, significa prolungare i giochi dell'infanzia." François Truffaut
    "Il cinema non è un pezzo di vita, è un pezzo di torta" Alfred Hitchcok
    "Il cinema è come una vecchia puttana, come il circo e il varietà, e sa come dare molte forme di piacere." Federico Fellini
  6.     Mi trovi su: Homepage #9141234
    ZinekromGrandioso, curatissima questa recensione complimenti, comunque a me è piaciuto anche se sono un amante degli action-game, diciamo che guardarlo così, superficialmente (un po' alla GTA) lo rovina, però entrare nella storia è un'esperienza bellissima per chiunque...:biggrin:


    Ti posso assicurare che è deltutto che un action-game, ma l'azione non manca me è estremamente minima soprattutto nella trama principale.

    Ringrazio Gianlorenzo97 per la firma
    La Mia Collezione: http://www.playgen.it/showthread.php?t=17508
    Sto Giocando A: Duke Nukem Forever - Mafia II
    A VOLTE LA PRESUNZIONE E' LA VERITA'.
  7.     Mi trovi su: Homepage #9141235
    bella rce, ma io sono indeciso se comprarlo!

    Una domanda: In qualche parte può somigliare a Heavy Rain, tipo nella decisione(mente, dice la verità, non è sicuro)? non che non mi piaccia heavy rain, anzi io amo quel gioco
    "Fare un film significa migliorare la vita, sistemarla a modo proprio, significa prolungare i giochi dell'infanzia." François Truffaut
    "Il cinema non è un pezzo di vita, è un pezzo di torta" Alfred Hitchcok
    "Il cinema è come una vecchia puttana, come il circo e il varietà, e sa come dare molte forme di piacere." Federico Fellini
  8.     Mi trovi su: Homepage #9141236
    Bravo Stefano bellissima recensione ;)
    Spero tanto che le pecche grafiche non vadano a minare l'esperienza di gioco

    By kratosdestroy citazione lollosa del momento:

    Quote:





    Originally Posted by Nick


    Rimane il fatto che per convincere qualcuno a capire la situazione di Uncharted non basterebbe neanche Gesù col move in mano mentre spara ad un helgast




  9.     Mi trovi su: Homepage #9141238
    Gian_lorenzo97Ottima recensione. Concordo con gran parte delle tue impressioni. Una cosa della fisica che non mi è piaciuta molto sono le collisioni con le auto.


    Infatti, sono indistruttibili :lol:
    Manu the bestIo lo devo ancora finire, e ogni volta che ci gioco mi appassiona sempre di più! *-*

    Comunque bella recensione Ste'! :D

    Grazie Manu, aspetta di vedere il finale (con l'adrenalina al massimo...:D)

    ZinekromGrandioso, curatissima questa recensione complimenti, comunque a me è piaciuto anche se sono un amante degli action-game, diciamo che guardarlo così, superficialmente (un po' alla GTA) lo rovina, però entrare nella storia è un'esperienza bellissima per chiunque...:biggrin:


    Grazie davvero, infatti per me...L.A. Noire è uno dei pochi giochi che ti fa entrare davvero nella vicenda.

    emi4everbella rce, ma io sono indeciso se comprarlo!

    Una domanda: In qualche parte può somigliare a Heavy Rain, tipo nella decisione(mente, dice la verità, non è sicuro)? non che non mi piaccia heavy rain, anzi io amo quel gioco


    Per me non assomiglia minimamente a Heavy Rain .-.

    KrAtOs_DaRk_OdiSSeYBravo Stefano bellissima recensione ;)
    Spero tanto che le pecche grafiche non vadano a minare l'esperienza di gioco


    No, in realtà no. Anche perché l'unica grafica che serve davvero è quella delle facce...è quella è ineccepibile :_D

    gianluc23Ottima recensione
    I miei complimenti ^^

    Dovrei comprarlo tra qualche giorno.

    Ps: spero solo che lo spoiler non vada ad condizionare fortemente il divertimento :crying:


    Grazie mille ;D
    Per la seconda domanda: a me è successo il contrario...per esempio nell'ultima missione...già sai il finale: il pericolo può essere da ogni parte, ogni passo è fatale...ADRENALINA AL 100%!
  10.     Mi trovi su: Homepage #9141239
    Altair97


    Grazie mille ;D
    Per la seconda domanda: a me è successo il contrario...per esempio nell'ultima missione...già sai il finale: il pericolo può essere da ogni parte, ogni passo è fatale...ADRENALINA AL 100%!


    Perfetto ! ;)

    Ancora meglio allora :laugh:


    Un grazie a Chris!



    Torna presto, Gabriele.

  [Altair97] L.A. Noire

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina