1.     Mi trovi su: Homepage #9167545

    Dante è il protagonista della serie di videogiochi Devil May Cry.
    Dante è il cacciatore di demoni più carismatico e popolare tra i personaggi dell' universo Capcom. È il protagonista della saga videoludica Devil May Cry, anche se all' inizio il progetto era quello di fare di lui un nuovo personaggio per la saga di Resident Evil.
    Dante è un ibrido tra un umano e un demone, che da la caccia ai demoni ostili. È formalmente conosciuto come investigatore dell' occulto ed agisce in proprio presso l' agenzia da lui creata, la "Devil May Cry", che gli fa anche da casa. Possiede formidabili doti di spadaccino, è un ottimo tiratore e ha una vasta conoscenza di varie Arti Marziali, tra le quali il karate ed il taekwondo. Nel suo tempo libero ama giocare a biliardo, ascoltare l'heavy metal, suonare la chitarra o la batteria e due dei suoi cibi preferiti sono:la pizza e il gelato alla fragola ( strawberry sundae)
    La personalità di Dante non è ben delineabile, inquanto gli autori l'hanno spesso modificata molto radicalmente di capitolo in capitolo, ma per linee generali, si può definire Dante come un uomo dalla personalità alquanto dualistica: istintivo eppure riflessivo, solitario eppure amante della compagnia, innaturalmente calmo eppure irrefrenabile, riservato eppure espansivo. Anche se di poche parole, Dante riesce sempre a farsi apprezzare dal prossimo, ha sempre la battuta pronta ad ogni occasione, caratteristica che talvolta si rivela a suo sfavore.
    Nel terzo capitolo, ambientato negli anni della sua gioventù, Dante appare come un ragazzo alquanto esibizionista ed oltremodo spaccone, ma senza sprofondare nel bullismo, mentre specialmente nel secondo capitolo, è decisamente più "ermetico", ma mantiene tuttavia quella sarcastica ironia che lo caratterizza fin dal primo capitolo.
    L' aspetto fisico di Dante è la sua prima caratteristica distintiva: nelle sue sembianze umane, Dante appare come un uomo dai caratteri somatici quasi albini, per la pelle candida ei capelli bianchi. La sua corporatura, nei primi due episodi slanciata ed imponente, viene poi normalizzata verso il terzo capitolo. Il suo vestiario è costituito solitamente da indumenti rossi.


    Chris Redfield è un personaggio immaginario della serie di videogiochi Resident Evil della Capcom.
    Dopo essere stato espulso dall'aeronautica, Chris Redfield ha trovato nell'amicizia con Barry Burton il suo biglietto d'ingresso sulla Special Tactics And Rescue Service (S.T.A.R.S.). La sua predisposizione al combattimento, unita all'adattabilità ad ogni tipo di situazione e alla grande abilità di tiratore scelto, ne fanno un elemento d'élite per il Team Alpha. Dopo la missione di Villa Spencer scompare dai radar della Umbrella per ricomparire in una sperduta isola dove è stata imprigionata la sorella Claire Redfield (Resident Evil: Code Veronica).Chris Redfield (Christopher Redfield) debutta in Resident Evil insieme ai colleghi della S.T.A.R.S. in cui è presente anche Jill Valentine. Costretto a rifugiarsi nella Villa insieme ai suoi colleghi, viene presto a contatto con i terribili mostri e zombie che la infestano. Incontra la giovane Rebecca Chambers e collabora con lei, salvandole anche la vita da un gruppo di Hunter. Scoperto il tradimento di Wesker, distrugge l'arma biologica T-002 e fugge dalla Villa insieme a Rebecca, Jill e Barry pochi istanti prima che questa esploda.


    Jin Kazama (仁 風間 Jin Kazama?) è un personaggio immaginario della serie di videogiochi picchiaduro Tekken. È il figlio di Kazuya Mishima e Jun Kazama, e nipote di Heihachi Mishima, Lars Alexandersson, Lee Chaolan e Jinpachi Mishima.
    Nella serie, Jin è uno dei personaggi principali. Da piccolo è stato allevato da sua madre, Jun, e in seguito da suo nonno Heihachi che lo ha addestrato per il terzo torneo nel quale ha affrontato Ogre, il dio della lotta e responsabile della morte di sua madre. Nel quarto torneo, invece, riesce a vincere sia suo padre che suo nonno, dimostrando, inoltre, di possedere un gene del diavolo simile a quello di Kazuya. Non ha mai perso la speranza che sua madre possa essere ancora viva, come suggerito nel minigioco Devil Whitin. Dalla sua prima apparizione, ha vinto tutti i Tekken, diventando nel quinto, il nuovo capo della Mishima Zaibatsu.
    Sebbene sia stato in parte un personaggio positivo in Tekken 3, Tekken 4 e Tekken 5, in Tekken 6, Jin sembra aver attuato una cambio di rotta a causa del gene maligno che lo affligge: Devil. Devil è la causa di un gene ereditato da suo nonno Jinpachi e poi da suo padre Kazuya, il quale possiede lo stesso gene, ma a differenza del figlio sembra essersi unito definitivamente al demone. Jin ha provocato varie guerre nel mondo, portando distruzione ovunque, rendendosi impopolare a molte persone e creandosi così nuovi nemici. Nonostante questo, nei dialoghi finali con Lars, si intuiscono le vere ragioni del suo comportamento e di questo apparente cambio di personalità.
    -
    -
    -
    (Grazie a Kro per il capolavoro di firma)
    ‎"Unfortunately, killing is just one of those things that gets easier the more you do it."

    - Solid Snake, Metal Gear Solid -
    Playing: Uncharted 3: Drake's Deception (PS3) - Half Life 2 (PS3)
  2.     Mi trovi su: Homepage #9167548
    Voto quel dopato di Chris :D. Anche se, in verità, nessuno dei tre mi stà particolarmente simpatico.
    Io sono...il GdRista!



    Gioco a: The King of fighters XIII (Badass), Legasista.
    Prossimo acquisto: Z.O.E HD Collection, Dead or Alive 5.
    Ho platinato: Hyperdimension Neptunia (25/4/2011) , Dynasty Warriors Gundam 3 (19/9/2011), Last Rebellion (8/5/2012), Tekken 6 (4/8/2012)


    Io NON sto con Anonymous

  [Il Gran Torneo] ROUND 9: SECONDA FASE

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina