1.     Mi trovi su: Homepage #9202330
    Eccomi tornato! :biggrin:

    Pavel Nedved:« Il più grande professionista mai conosciuto. Un giorno sento una sua intervista in cui racconta che la mattina, a casa, va sempre a correre prima di venire all’allenamento. Non ci credo e il giorno dopo lo prendo in disparte: "Pavel, mica sarà vero quello che hai detto?" Resto senza parole: è proprio così. Si svegliava, correva da solo e poi nel pomeriggio si allenava. E arrivava sempre davanti a tutti noi! » (Paolo Montero).Pavel Nedvěd (pronuncia ceca [ˈpavɛl ˈnɛdvjɛt]; Cheb, 30 agosto 1972) è un dirigente sportivo ed ex calciatore ceco, dal 2010 membro del CdA della Juventus.Ha giocato in Italia dal 1996, dapprima nella Lazio e, dal 2001 al 2009, nella Juventus.Vice-campione d'Europa sia a livello di nazionale che di club, in virtù dei piazzamenti raggiunti rispettivamente con la Repubblica Ceca nel 1996 e con la Juventus nel 2003, ha vinto il Pallone d'oro in quello stesso anno.Pelé lo ha inserito nella FIFA 100, la lista dei 125 migliori calciatori della storia, redatta in occasione del Centenario della FIFA.Tra il 2003 e il 2005 viene incluso per 3 anni consecutivi nella squadra dell'anno UEFA.Centrocampista esterno, dotato di ottima tecnica, di infaticabile costanza, grande propensione alla corsa e di ottima inclinazione nel servire assist ai compagni. Considerato uno dei migliori centrocampisti offensivi espressi dal calcio europeo, era un destro naturale ma sapeva calciare indifferentemente con entrambi i piedi ed era molto pericoloso dalla lunga distanza e nei calci di punizione.Il 2003 si conclude con la conquista del Pallone d'oro;festeggia il trofeo davanti ai suoi tifosi con un gol da quaranta metri al Perugia (1-0).Esordisce con la Nazionale ceca il 5 giugno 1994, per poi divenirne capitano.Il 30 maggio 2009, dopo vari tentennamenti, comunica via stampa il suo addio alla Juventus a fine stagione.In campionato segna 7 gol e risulta il bianconero con più presenze, 44 in tutto. Il 31 maggio 2009 gioca la sua ultima partita proprio contro la Lazio, società che lo ha lanciato nel calcio italiano.La Juventus vince per 2-0 grazie ad una doppietta di Vincenzo Iaquinta, e prima della fine della partita Pavel esce tra la standing ovation del pubblico, dopo aver realizzato l'assist per il secondo gol e averlo sfiorato in più occasioni. Al termine della gara, saluta il suo pubblico tra l'emozione generale, gli applausi e gli abbracci dei compagni che vestono tutti la maglia bianconera n.11,con sottofondo musicale della colonna sonora de "Il Gladiatore".È lo straniero che vanta più presenze con la maglia della Juventus (327).È 7° per numero di reti segnate da stranieri con la maglia della Juventus (65).Media gol totale 0,21 a partita.

    Gianni Rivera:Giovanni Rivera detto Gianni (Alessandria, 18 agosto 1943) è un politico ed ex calciatore italiano di ruolo mezzala e regista, campione europeo nel 1968 e vice-campione mondiale nel 1970 con la Nazionale italiana.Soprannominato da Gianni Brera Abatino o Golden boy,"ragazzo d'oro", è stato il primo calciatore italiano a vincere, nel 1969, il Pallone d'oro.Occupa la ventesima posizione nella speciale classifica dei migliori calciatori del XX secolo pubblicata da IFFHS ed è considerato uno dei migliori giocatori italiani di sempre e uno dei più grandi numeri 10 della storia del calcio. Nel 2004 è stato inserito nel FIFA 100, una lista dei 125 più grandi giocatori viventi, selezionata da Pelé e dalla FIFA in occasione del centenario della federazione.Scoperto da Franco Pedroni, ex difensore del Milan e vice-allenatore dell'Alessandria, nel 1959 esordì in Serie A – a sedici anni non ancora compiuti – con la maglia della formazione piemontese nella partita Alessandria-Inter terminata 1-1 del 02.06.1959.Con il Milan,in cui militò dal 1960 per 19 stagioni, giocò complessivamente 658 partite segnando 164 gol, pur non essendo un attaccante puro, ma un "regista" e vincendo, nel 1973, la classifica cannonieri, a pari merito con Paolo Pulici e Giuseppe Savoldi, con 17 gol segnati.Con i rossoneri di Milano centrò tre titoli nazionali (1962, 1968 e 1979), quattro Coppe Italia (1967, 1972, 1973 e 1977), due Coppe dei Campioni (1963 e 1969), una Coppa Intercontinentale (1969) e due Coppe delle Coppe (1968 e 1973).Fu il primo italiano - dopo l'oriundo Omar Sivori - ad aggiudicarsi il Pallone d'oro (1969), dopo avere vinto quello d'argento nel 1963 alle spalle del leggendario portiere sovietico Lev Jashin.Fu capitano del Milan per 12 stagioni.

    Omar Sivori:Enrique Omar Sivori (San Nicolás de los Arroyos, 2 ottobre 1935 – San Nicolás de los Arroyos, 17 febbraio 2005) è stato un calciatore argentino naturalizzato italiano.Chiamato El Cabezón per la folta capigliatura scura che spiccava sul corpo minuto o anche El Gran Zurdo (il grande mancino),Sivori vinse con la maglia della Nazionale argentina la Copa América 1957 e fu campione del calcio argentino per un triennio: 1955,1956 e 1957.In carriera mise a segno 146 reti nel campionato italiano e 8con la maglia della Nazionale italiana.Considerato uno dei giocatori argentini più forti di tutti i tempi, occupa la 16a posizione nella speciale classifica dei migliori calciatori sudamericani del XX secolo pubblicata per IFFHS nel 2004.Detiene, assieme a Silvio Piola, il record di maggior numero di gol segnati in una singola partita di Serie A: il 10 giugno 1961 siglò infatti ben 6 reti nella ripetizione della gara di ritorno tra Juventus ed Inter della stagione 1960-1961,terminata con il punteggio di 9-1 per i bianconeri, in cui la squadra milanese scese in campo con la formazione primavera in segno di protesta.Nel marzo 2004 è stato inserito nella speciale classifica FIFA 100, che raggruppa i maggiori fuoriclasse di sempre.È stato certamente fra i calciatori più amati dai tifosi delle squadre in cui ha giocato.Complessivamente Sivori ha militato soltanto in tre squadre: River Plate, Juventus e Napoli.Dopo aver esordito nelle file del River Plate di Buenos Aires - squadra con la quale iniziò a giocare per interessamento dell'ex-juventino, Renato Cesarini - giunse in Italia nel 1957 e nelle file della squadra torinese (nella quale militò fino al 1965) formò un formidabile trio offensivo assieme al vigoroso centravanti gallese John Charles e all'elegante trequartista e rifinitore Giampiero Boniperti. Indossa la maglia bianconera in 257 partite (215 in A, 23 in Coppa Italia e 19 in Europa), segnando 170 reti (135 in A, 24 in Coppa Italia e 12 in Europa)e vincendo tre scudetti e tre Coppe Italia.Vinse il titolo continentale sudamericano nel 1957 giocando nella nazionale argentina. Nel 1961 Sivori vinse il Pallone d'oro e l'anno successivo, in virtù della sua condizione di oriundo, poté essere impiegato nella nazionale di calcio italiana che partecipò ai Mondiali cileni del 1962. Con la maglia della nazionale azzurra Sivori disputò in tutto appena nove incontri.

    Shevchenko:Andriy Mykolayovych Shevchenko (Dvirkivščyna, 29 settembre 1976) è un calciatore ucraino, attaccante della Dinamo Kiev e della Nazionale ucraina, di cui è il capitano e il giocatore più rappresentativo.Chiamato familiarmente dai suoi tifosi e dalla stampa con il diminutivo Sheva,per anni è stato uno degli attaccanti più forti del panorama calcistico internazionale. Vincitore nel dicembre 2004 del Pallone d'oro, nello stesso anno è stato inserito da Pelé nella lista dei 125 migliori calciatori viventi.Occupa il terzo posto nella graduatoria dei marcatori delle competizioni UEFA per club di tutti i tempi: con 67 gol è preceduto solo da Filippo Inzaghi e Raúl.Ha esordito nella Dinamo Kiev, con cui ha vinto cinque campionati ucraini e tre coppe nazionali in cinque anni. Nel 1999 è approdato al Milan. In maglia rossonera si è aggiudicato uno scudetto, una Supercoppa europea, una Supercoppa italiana, una Champions League e una Coppa Italia. Nel 2006, dopo 7 anni nelle file del Milan, è stato acquistato dal Chelsea, con cui ha vinto una Coppa d'Inghilterra e una Coppa di Lega inglese.Dotato di grande forza fisica, eccelle nello scatto, nella velocità ed è abile anche nel colpo di testa e nel tiro anche da fuori area, sia di destro sia di sinistro.Si distingue inoltre per la freddezza nei pressi della porta avversaria e per l'innato fiuto del gol.Ha una grande tecnica individuale e un buon dribbling.È apprezzato anche per la sua capacità di svariare su tutto il fronte d'attacco,fungendo, all'occorrenza, da sponda e supporto con i suoi assist alle avanzate dei compagni di squadra.È inoltre un ottimo rigorista e calciatore di punizioni.Nel maggio 1999 Shevchenko è stato acquistato dal Milan per circa 25 milioni di dollari.Nelle stagioni 2000-2001 e 2001-2002 Sheva ha segnato rispettivamente 34 gol in 51 partite ufficiali (ancora 24 in campionato) e 17 gol in 38 partite ufficiali, ma il Milan non è riuscito a conquistare alcun trofeo.Nel 2003-2004 Shevchenko ha arricchito il proprio palmarès vincendo lo scudetto, cui si è aggiunta la conquista del titolo di capocannoniere della serie A con 24 gol in 32 partite.Per il Milan è stato il primo titolo nazionale dopo 4 stagioni di digiuno, per l'ucraino il secondo successo nella classifica marcatori dopo quello conseguito nel 1999-2000.Il 23 novembre 2005, nella partita della prima fase di Champions League contro il Fenerbahçe, ha segnato quattro gol. Insieme a Marco van Basten, Simone Inzaghi, Dado Pršo, Ruud van Nistelrooy e Lionel Messi è tra i sei ad aver realizzato una quaterna in una partita della competizione.L'8 febbraio 2006, nella partita di Serie A 2005-2006 contro il Treviso, Shevchenko è diventato il secondo miglior marcatore nella storia rossonera, dietro alla leggenda degli anni cinquanta Gunnar Nordahl.
    My collectionIl torneo per decidere chi è il miglior calciatore al mondo

    Quote:





    Originally Posted by Kurosaki_Ichigo


    Ok, sei il re delle immagini Onizukiane...





    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    Era il perfetto connubio tra uno stupratore e un prof.
    Lo chiamavano...
    LO STUPROF





    Quote:





    Originally Posted by Dragon90


    già tu sei il professore onnipresente, con la f*ga sempre in mente .-.





    Quote:





    Originally Posted by K2Andreas


    Ti nomino primo padre fondatore degli stupratori




  2.     Mi trovi su: Homepage #9202339
    Mi dispiace per Sivori ma il mio voto va a Pavel :shame:
    My collectionIl torneo per decidere chi è il miglior calciatore al mondo

    Quote:





    Originally Posted by Kurosaki_Ichigo


    Ok, sei il re delle immagini Onizukiane...





    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    Era il perfetto connubio tra uno stupratore e un prof.
    Lo chiamavano...
    LO STUPROF





    Quote:





    Originally Posted by Dragon90


    già tu sei il professore onnipresente, con la f*ga sempre in mente .-.





    Quote:





    Originally Posted by K2Andreas


    Ti nomino primo padre fondatore degli stupratori




  3.     Mi trovi su: Homepage #9202343
    junglemancon tutto il rispetto per Pavel ma mi ha detto mio zio(tifoso juventino ultrasettantenne:biggrin:)che lo vide giocare che Sivori era un fenomeno ,faceva cose pazzesche:closedeyes:


    Si lo so benissimo Jungle ho parlato con molti tifosi della juve di Sivori e dicevano tutti cose straordinarie su di lui però ho votato Nedved per una scelta di cuore :shame:
    My collectionIl torneo per decidere chi è il miglior calciatore al mondo

    Quote:





    Originally Posted by Kurosaki_Ichigo


    Ok, sei il re delle immagini Onizukiane...





    Quote:





    Originally Posted by Crash_pgl


    Era il perfetto connubio tra uno stupratore e un prof.
    Lo chiamavano...
    LO STUPROF





    Quote:





    Originally Posted by Dragon90


    già tu sei il professore onnipresente, con la f*ga sempre in mente .-.





    Quote:





    Originally Posted by K2Andreas


    Ti nomino primo padre fondatore degli stupratori




  Il miglior calciatore al mondo(Ottavi di finale) [Girone 7]

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina