1.     Mi trovi su: Homepage #9202369
    Chris Staniforth era una ragazzo di vent'anni appassionato di videogiochi al punto da passarci dodici ore al giorno davanti. È collassato mentre diceva ad un amico di sentire degli strani dolori al petto. L'autopsia ha confermato che la posizione prolungata davanti alla TV è stata la causa della trombosi.
    Adesso sarebbe sciocco negare che le dodici ore al giorno passate nella stessa posizione abbiano potuto causare la trombosi, anche perché c'è un referto medico che lo conferma e noi non ci arroghiamo il diritto di contestare una sentenza scientifica. Il guaio è che, come al solito, la stampa si è avventata sul cadavere per portare l'ennesimo attacco ai videogiochi. In particolare IlGiornale.it ha dedicato al fatto un articolo dai toni piuttosto allarmistici. La conclusione, aiutata anche dal padre del ragazzo che ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sull'argomento è: genitori attenti, perché i videogiochi possono causare la trombosi.
    Il problema è, come al solito, che si traggono conclusioni distorte da fatti drammatici piegati ai propri fini. Poniamoci una domanda: Chris Staniforth è morto perché giocava ad Halo dodici ore al giorno o perché manteneva la stessa posizione, magari con una postura scorretta, per dodici ore al giorno?
    Da questa domanda ne nascono altre: se il giovane Staniforth avesse tenuto la stessa posizione, per lo stesso numero di ore, per guardare la televisione o per fare una qualsiasi altra attività che non fosse videogiocare, sarebbe ancora vivo? Come mai Il Giornale si è dimenticato di citare la parte dell'articolo del Sun in cui si afferma che la morte di David è dovuta a cause in aumento tra quelli che siedono troppe ore davanti al computer, quindi anche tra chi con i computer ci lavora? Ultima, ma non per importanza: quale attività svolta dodici ore al giorno per molti anni consecutivi può essere considerata salutare? Neanche pregare, crediamo.

    Personalmete io non credo che sia possibile che accada una cosa del genere, ma i dubbi ci rimangono... Cosa ne pensate? Che avete da dire?

    Ringrazio Gianlorenzo97 per la firma
    La Mia Collezione: http://www.playgen.it/showthread.php?t=17508
    Sto Giocando A: Duke Nukem Forever - Mafia II
    A VOLTE LA PRESUNZIONE E' LA VERITA'.
  2.     Mi trovi su: Homepage #9202371
    Dario97Chris Staniforth era una ragazzo di vent'anni appassionato di videogiochi al punto da passarci dodici ore al giorno davanti. È collassato mentre diceva ad un amico di sentire degli strani dolori al petto. L'autopsia ha confermato che la posizione prolungata davanti alla TV è stata la causa della trombosi.
    Adesso sarebbe sciocco negare che le dodici ore al giorno passate nella stessa posizione abbiano potuto causare la trombosi, anche perché c'è un referto medico che lo conferma e noi non ci arroghiamo il diritto di contestare una sentenza scientifica. Il guaio è che, come al solito, la stampa si è avventata sul cadavere per portare l'ennesimo attacco ai videogiochi. In particolare IlGiornale.it ha dedicato al fatto un articolo dai toni piuttosto allarmistici. La conclusione, aiutata anche dal padre del ragazzo che ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sull'argomento è: genitori attenti, perché i videogiochi possono causare la trombosi.
    Il problema è, come al solito, che si traggono conclusioni distorte da fatti drammatici piegati ai propri fini. Poniamoci una domanda: Chris Staniforth è morto perché giocava ad Halo dodici ore al giorno o perché manteneva la stessa posizione, magari con una postura scorretta, per dodici ore al giorno?
    Da questa domanda ne nascono altre: se il giovane Staniforth avesse tenuto la stessa posizione, per lo stesso numero di ore, per guardare la televisione o per fare una qualsiasi altra attività che non fosse videogiocare, sarebbe ancora vivo? Come mai Il Giornale si è dimenticato di citare la parte dell'articolo del Sun in cui si afferma che la morte di David è dovuta a cause in aumento tra quelli che siedono troppe ore davanti al computer, quindi anche tra chi con i computer ci lavora? Ultima, ma non per importanza: quale attività svolta dodici ore al giorno per molti anni consecutivi può essere considerata salutare? Neanche pregare, crediamo.

    Personalmete io non credo che sia possibile che accada una cosa del genere, ma i dubbi ci rimangono... Cosa ne pensate? Che avete da dire?


    Mah......tutti i fatti capitano solo ora?:nosmile:

    VOGLIAMO PG NON VG!!!
  3. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #9202373
    Dario97Chris Staniforth era una ragazzo di vent'anni appassionato di videogiochi al punto da passarci dodici ore al giorno davanti. È collassato mentre diceva ad un amico di sentire degli strani dolori al petto. L'autopsia ha confermato che la posizione prolungata davanti alla TV è stata la causa della trombosi.
    Adesso sarebbe sciocco negare che le dodici ore al giorno passate nella stessa posizione abbiano potuto causare la trombosi, anche perché c'è un referto medico che lo conferma e noi non ci arroghiamo il diritto di contestare una sentenza scientifica. Il guaio è che, come al solito, la stampa si è avventata sul cadavere per portare l'ennesimo attacco ai videogiochi. In particolare IlGiornale.it ha dedicato al fatto un articolo dai toni piuttosto allarmistici. La conclusione, aiutata anche dal padre del ragazzo che ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sull'argomento è: genitori attenti, perché i videogiochi possono causare la trombosi.
    Il problema è, come al solito, che si traggono conclusioni distorte da fatti drammatici piegati ai propri fini. Poniamoci una domanda: Chris Staniforth è morto perché giocava ad Halo dodici ore al giorno o perché manteneva la stessa posizione, magari con una postura scorretta, per dodici ore al giorno?
    Da questa domanda ne nascono altre: se il giovane Staniforth avesse tenuto la stessa posizione, per lo stesso numero di ore, per guardare la televisione o per fare una qualsiasi altra attività che non fosse videogiocare, sarebbe ancora vivo? Come mai Il Giornale si è dimenticato di citare la parte dell'articolo del Sun in cui si afferma che la morte di David è dovuta a cause in aumento tra quelli che siedono troppe ore davanti al computer, quindi anche tra chi con i computer ci lavora? Ultima, ma non per importanza: quale attività svolta dodici ore al giorno per molti anni consecutivi può essere considerata salutare? Neanche pregare, crediamo.

    Personalmete io non credo che sia possibile che accada una cosa del genere, ma i dubbi ci rimangono... Cosa ne pensate? Che avete da dire?


    oltre che alla trombosi, magari anche le piaghe da decubito:nosmile:
  4.     Mi trovi su: Homepage #9202375
    Dario97Chris Staniforth era una ragazzo di vent'anni appassionato di videogiochi al punto da passarci dodici ore al giorno davanti. È collassato mentre diceva ad un amico di sentire degli strani dolori al petto. L'autopsia ha confermato che la posizione prolungata davanti alla TV è stata la causa della trombosi.
    Adesso sarebbe sciocco negare che le dodici ore al giorno passate nella stessa posizione abbiano potuto causare la trombosi, anche perché c'è un referto medico che lo conferma e noi non ci arroghiamo il diritto di contestare una sentenza scientifica. Il guaio è che, come al solito, la stampa si è avventata sul cadavere per portare l'ennesimo attacco ai videogiochi. In particolare IlGiornale.it ha dedicato al fatto un articolo dai toni piuttosto allarmistici. La conclusione, aiutata anche dal padre del ragazzo che ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sull'argomento è: genitori attenti, perché i videogiochi possono causare la trombosi.
    Il problema è, come al solito, che si traggono conclusioni distorte da fatti drammatici piegati ai propri fini. Poniamoci una domanda: Chris Staniforth è morto perché giocava ad Halo dodici ore al giorno o perché manteneva la stessa posizione, magari con una postura scorretta, per dodici ore al giorno?
    Da questa domanda ne nascono altre: se il giovane Staniforth avesse tenuto la stessa posizione, per lo stesso numero di ore, per guardare la televisione o per fare una qualsiasi altra attività che non fosse videogiocare, sarebbe ancora vivo? Come mai Il Giornale si è dimenticato di citare la parte dell'articolo del Sun in cui si afferma che la morte di David è dovuta a cause in aumento tra quelli che siedono troppe ore davanti al computer, quindi anche tra chi con i computer ci lavora? Ultima, ma non per importanza: quale attività svolta dodici ore al giorno per molti anni consecutivi può essere considerata salutare? Neanche pregare, crediamo.

    Personalmete io non credo che sia possibile che accada una cosa del genere, ma i dubbi ci rimangono... Cosa ne pensate? Che avete da dire?


    Trovo tutto ciò triste. In primo luogo per la morte del ragazzo. In secondo luogo per il modo subdolo con cui i mass media hanno cavalcato il clamore suscitato dal dramma norvegese. Tuttavia un dubbio sorge spontaneo, ma i genitori del ragazzo dove erano?!
    Io sono...il GdRista!



    Gioco a: The King of fighters XIII (Badass), Legasista.
    Prossimo acquisto: Z.O.E HD Collection, Dead or Alive 5.
    Ho platinato: Hyperdimension Neptunia (25/4/2011) , Dynasty Warriors Gundam 3 (19/9/2011), Last Rebellion (8/5/2012), Tekken 6 (4/8/2012)


    Io NON sto con Anonymous
  5.     Mi trovi su: Homepage #9202377
    mostogabry96Secondo me sto qua non era un appassionato di videogiochi ma solo un povero pazzo come si fa a stare 12 ore davanti alla tv io per piu di 2 ore non resisto


    Concordo pienamente, anchio non gioco più di un determinato tempo, deve esserci un limite a tutto, poi il problema della postura è abbastanza importante... Colleghi sedetevi bene!!! E poi io faccio pause ogni ToT minuti...

    Ringrazio Gianlorenzo97 per la firma
    La Mia Collezione: http://www.playgen.it/showthread.php?t=17508
    Sto Giocando A: Duke Nukem Forever - Mafia II
    A VOLTE LA PRESUNZIONE E' LA VERITA'.
  6.     Mi trovi su: Homepage #9202380
    Il "Io a volte ci sto molto tempo,ma mai 12 ore o più,e una volta al mese.Ma se si gioca così tanto tempo e tutti i giorni di certo non fa nient'altro che male


    Giusto, bisogna dare dei limiti...

    Ringrazio Gianlorenzo97 per la firma
    La Mia Collezione: http://www.playgen.it/showthread.php?t=17508
    Sto Giocando A: Duke Nukem Forever - Mafia II
    A VOLTE LA PRESUNZIONE E' LA VERITA'.
  7.     Mi trovi su: Homepage #9202382
    Dario97Concordo pienamente, anchio non gioco più di un determinato tempo, deve esserci un limite a tutto, poi il problema della postura è abbastanza importante... Colleghi sedetevi bene!!! E poi io faccio pause ogni ToT minuti...


    Io sto seduto correttamente....di certo non mi metto a 90° per giocare....arrivo massimo a 4-5 ore di fila...ma non succede spesso,raramente accade..

    VOGLIAMO PG NON VG!!!
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9202383
    Dario97Concordo pienamente, anchio non gioco più di un determinato tempo, deve esserci un limite a tutto, poi il problema della postura è abbastanza importante... Colleghi sedetevi bene!!! E poi io faccio pause ogni ToT minuti...


    Dario97Giusto, bisogna dare dei limiti...


    usa il tasto multicita ,è quello con le virgolette accanto a cita se nn lo sai;)

    Firma by Krona

    Mercatino
    SIAMO PG ,NON VG ID PSN:RHCP-ITALY

  Muore di trombosi a vent'anni... Causa Videogames!!!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina