1.     Mi trovi su: Homepage #9207939
    La storia dell'assassino Altair
    La storia di questo gioco, uscito nel lontano 2007, ci mette nei panni di un giovane ragazzo di 25 anni di nome Desmond Miles, con una carriera da bar man alle spalle. Mentre comandiamo Desmond ci viene spiegata la storia di come lui si ritrovi al suo risveglio negli studi della Abstergo, un associazione di templari comandata dal malvagio e senza scrupoli Warren Vidic. I templari sono contro gli assassini da molto tempo, perchè sono alla ricerca dei manufatti della mela dell'eden sparsi in ogni dove. Per sapere dove si trovano hanno preso Desmond con lo scopo di inserirlo in un macchinario noto come Animus. L'Animus riesce a ritrovare i ricordi lontani dei discendenti di Desmond. In questo primo capitolo ci verrà presentato Altair ibn La-Had, facente parte della setta degli assassini durante i tempi delle crociate (1191 d.C). La setta era controllata da Al Mualim, e aveva sede principalmente a Mayasaf. Durante una missione nel tempio di Re Salomone (ala ricerca del suo tesoro) Altair agisce d'impulso e mette nei guai la confraternita. Di ritorno a Mayasaf, il castello viene preso di mira dalle truppe dei templari di Roberto di Sable. Al Mualim degrada Altair da maestro assassino ad apprendista.
    Ci verra dato l'incarico di uccidere nove obbiettivi scomodi alla setta. Durante questi viaggi visiteremo quasi tutta la Terra Santa in città come Acri, Damasco, Gerusalemme e come meta finale Arsuf.
    Giocabilità
    Questo gioco venne criticato molto per la sua ripetitività, perchè le missioni erano davvero di una noia mortale :yawnee:. Bisognava perdere tempo a compiere indagini, scalando prima punti panoramici e poi compiendo incarichi noiosi come il borseggio, l'interrogatorio, origliare...ecc
    L'unica fase bella era eliminare gli obbiettivi perchè ci venivano presentati attraverso un filmato, spesso lungo e noioso. I combattimenti duravano un infinità, con nemici che ti attaccavano uno alla volta, mentre chi giocava doveva contrattaccare con giusto tempismo per metterlo fuori gioco.
    Grafica
    La grafica è bella ma nel complesso migliorabile. I colori sono molto spenti e mettono l'angoscia. La realizzazione degli ambienti era ottima e pregevole, ma i personaggi secondari potevano essere fatti meglio. Un fastidioso bug è quando il gioco si blocca, con il personaggio che rimane fermo e la gente intorno a te anche. Il finale è migliore del resto del gioco ed è bellissimo:D.
    Grafica -88
    Giocabilità-91
    Divertimento-90 (Noia-100 XD!)
    Longevità-93
    Voto finale - 91 Gioco godibile ma molto ripetitivo e noioso. Non invoglia a rigiocarlo, e la prima partita basta e avanza.:D
    LEGGETE E COMMENTATE LA MIA FF: LA VENDETTA DELL'ORGANIZZAZIONE SEGRETA.

    ASSASSIN'S CREED
    -THE DINASTY OF ENGLAND-
    FF IN LAVORAZIONE :D...
    La realtà non tiene il confronto con la leggenda!
  2.     Mi trovi su: Homepage #9207940
    Colo 97La storia dell'assassino Altair
    La storia di questo gioco, uscito nel lontano 2007, ci mette nei panni di un giovane ragazzo di 25 anni di nome Desmond Miles, con una carriera da bar man alle spalle. Mentre comandiamo Desmond ci viene spiegata la storia di come lui si ritrovi al suo risveglio negli studi della Abstergo, un associazione di templari comandata dal malvagio e senza scrupoli Warren Vidic. I templari sono contro gli assassini da molto tempo, perchè sono alla ricerca dei manufatti della mela dell'eden sparsi in ogni dove. Per sapere dove si trovano hanno preso Desmond con lo scopo di inserirlo in un macchinario noto come Animus. L'Animus riesce a ritrovare i ricordi lontani dei discendenti di Desmond. In questo primo capitolo ci verrà presentato Altair ibn La-Had, facente parte della setta degli assassini durante i tempi delle crociate (1191 d.C). La setta era controllata da Al Mualim, e aveva sede principalmente a Mayasaf. Durante una missione nel tempio di Re Salomone (ala ricerca del suo tesoro) Altair agisce d'impulso e mette nei guai la confraternita. Di ritorno a Mayasaf, il castello viene preso di mira dalle truppe dei templari di Roberto di Sable. Al Mualim degrada Altair da maestro assassino ad apprendista.
    Ci verra dato l'incarico di uccidere nove obbiettivi scomodi alla setta. Durante questi viaggi visiteremo quasi tutta la Terra Santa in città come Acri, Damasco, Gerusalemme e come meta finale Arsuf.
    Giocabilità
    Questo gioco venne criticato molto per la sua ripetitività, perchè le missioni erano davvero di una noia mortale :yawnee:. Bisognava perdere tempo a compiere indagini, scalando prima punti panoramici e poi compiendo incarichi noiosi come il borseggio, l'interrogatorio, origliare...ecc
    L'unica fase bella era eliminare gli obbiettivi perchè ci venivano presentati attraverso un filmato, spesso lungo e noioso. I combattimenti duravano un infinità, con nemici che ti attaccavano uno alla volta, mentre chi giocava doveva contrattaccare con giusto tempismo per metterlo fuori gioco.
    Grafica
    La grafica è bella ma nel complesso migliorabile. I colori sono molto spenti e mettono l'angoscia. La realizzazione degli ambienti era ottima e pregevole, ma i personaggi secondari potevano essere fatti meglio. Un fastidioso bug è quando il gioco si blocca, con il personaggio che rimane fermo e la gente intorno a te anche. Il finale è migliore del resto del gioco ed è bellissimo:D.
    Grafica -88
    Giocabilità-91
    Divertimento-90 (Noia-100 XD!)
    Longevità-93
    Voto finale - 91 Gioco godibile ma molto ripetitivo e noioso. Non invoglia a rigiocarlo, e la prima partita basta e avanza.:D


    Il voto non collima proprio con l'ultima frase :lol: Buona recensione, ma io gli avrei dato qualcosina di meno (prendendo atto di tutte le uscite dal 2007 a questa parte).

    Tutto era soggettivo. L'apocalisse è un qualcosa di personale. Niente è più un clichè, quando capita proprio a te.
    Il noir non è un genere. È un colore, uno stato d'animo, una sensazione.
    Sfigaaaaaato! Sei uno sfigaaaaaaato! [Cit.by Crash]
  3. Ninja della sacra scuola di Playgeneration  
        Mi trovi su: Homepage #9207941
    Colo 97La storia dell'assassino Altair
    La storia di questo gioco, uscito nel lontano 2007, ci mette nei panni di un giovane ragazzo di 25 anni di nome Desmond Miles, con una carriera da bar man alle spalle. Mentre comandiamo Desmond ci viene spiegata la storia di come lui si ritrovi al suo risveglio negli studi della Abstergo, un associazione di templari comandata dal malvagio e senza scrupoli Warren Vidic. I templari sono contro gli assassini da molto tempo, perchè sono alla ricerca dei manufatti della mela dell'eden sparsi in ogni dove. Per sapere dove si trovano hanno preso Desmond con lo scopo di inserirlo in un macchinario noto come Animus. L'Animus riesce a ritrovare i ricordi lontani dei discendenti di Desmond. In questo primo capitolo ci verrà presentato Altair ibn La-Had, facente parte della setta degli assassini durante i tempi delle crociate (1191 d.C). La setta era controllata da Al Mualim, e aveva sede principalmente a Mayasaf. Durante una missione nel tempio di Re Salomone (ala ricerca del suo tesoro) Altair agisce d'impulso e mette nei guai la confraternita. Di ritorno a Mayasaf, il castello viene preso di mira dalle truppe dei templari di Roberto di Sable. Al Mualim degrada Altair da maestro assassino ad apprendista.
    Ci verra dato l'incarico di uccidere nove obbiettivi scomodi alla setta. Durante questi viaggi visiteremo quasi tutta la Terra Santa in città come Acri, Damasco, Gerusalemme e come meta finale Arsuf.
    Giocabilità
    Questo gioco venne criticato molto per la sua ripetitività, perchè le missioni erano davvero di una noia mortale :yawnee:. Bisognava perdere tempo a compiere indagini, scalando prima punti panoramici e poi compiendo incarichi noiosi come il borseggio, l'interrogatorio, origliare...ecc
    L'unica fase bella era eliminare gli obbiettivi perchè ci venivano presentati attraverso un filmato, spesso lungo e noioso. I combattimenti duravano un infinità, con nemici che ti attaccavano uno alla volta, mentre chi giocava doveva contrattaccare con giusto tempismo per metterlo fuori gioco.
    Grafica
    La grafica è bella ma nel complesso migliorabile. I colori sono molto spenti e mettono l'angoscia. La realizzazione degli ambienti era ottima e pregevole, ma i personaggi secondari potevano essere fatti meglio. Un fastidioso bug è quando il gioco si blocca, con il personaggio che rimane fermo e la gente intorno a te anche. Il finale è migliore del resto del gioco ed è bellissimo:D.
    Grafica -88
    Giocabilità-91
    Divertimento-90 (Noia-100 XD!)
    Longevità-93
    Voto finale - 91 Gioco godibile ma molto ripetitivo e noioso. Non invoglia a rigiocarlo, e la prima partita basta e avanza.:D


    Buona rece ;) ma sei stato un po contraddittorio con i voti e i tuoi giudizi
  4.     Mi trovi su: Homepage #9207942
    Colo 97La storia dell'assassino Altair
    La storia di questo gioco, uscito nel lontano 2007, ci mette nei panni di un giovane ragazzo di 25 anni di nome Desmond Miles, con una carriera da bar man alle spalle. Mentre comandiamo Desmond ci viene spiegata la storia di come lui si ritrovi al suo risveglio negli studi della Abstergo, un associazione di templari comandata dal malvagio e senza scrupoli Warren Vidic. I templari sono contro gli assassini da molto tempo, perchè sono alla ricerca dei manufatti della mela dell'eden sparsi in ogni dove. Per sapere dove si trovano hanno preso Desmond con lo scopo di inserirlo in un macchinario noto come Animus. L'Animus riesce a ritrovare i ricordi lontani dei discendenti di Desmond. In questo primo capitolo ci verrà presentato Altair ibn La-Had, facente parte della setta degli assassini durante i tempi delle crociate (1191 d.C). La setta era controllata da Al Mualim, e aveva sede principalmente a Mayasaf. Durante una missione nel tempio di Re Salomone (ala ricerca del suo tesoro) Altair agisce d'impulso e mette nei guai la confraternita. Di ritorno a Mayasaf, il castello viene preso di mira dalle truppe dei templari di Roberto di Sable. Al Mualim degrada Altair da maestro assassino ad apprendista.
    Ci verra dato l'incarico di uccidere nove obbiettivi scomodi alla setta. Durante questi viaggi visiteremo quasi tutta la Terra Santa in città come Acri, Damasco, Gerusalemme e come meta finale Arsuf.
    Giocabilità
    Questo gioco venne criticato molto per la sua ripetitività, perchè le missioni erano davvero di una noia mortale :yawnee:. Bisognava perdere tempo a compiere indagini, scalando prima punti panoramici e poi compiendo incarichi noiosi come il borseggio, l'interrogatorio, origliare...ecc
    L'unica fase bella era eliminare gli obbiettivi perchè ci venivano presentati attraverso un filmato, spesso lungo e noioso. I combattimenti duravano un infinità, con nemici che ti attaccavano uno alla volta, mentre chi giocava doveva contrattaccare con giusto tempismo per metterlo fuori gioco.
    Grafica
    La grafica è bella ma nel complesso migliorabile. I colori sono molto spenti e mettono l'angoscia. La realizzazione degli ambienti era ottima e pregevole, ma i personaggi secondari potevano essere fatti meglio. Un fastidioso bug è quando il gioco si blocca, con il personaggio che rimane fermo e la gente intorno a te anche. Il finale è migliore del resto del gioco ed è bellissimo:D.
    Grafica -88
    Giocabilità-91
    Divertimento-90 (Noia-100 XD!)
    Longevità-93
    Voto finale - 91 Gioco godibile ma molto ripetitivo e noioso. Non invoglia a rigiocarlo, e la prima partita basta e avanza.:D


    Il gioco è buono, io gli avrei dato un 85-86, comunque davvero un'ottima rece ;)

    Krona, sei la migliore! ^^
    You are a pirate!!!!

    Quote:





    Originally Posted by RoSSoNeRa_1996


    TU!
    Sei ufficialmente il mio cronista di PG durante le partite del Milan





    Quote:





    Originally Posted by johnmarston98


    tu ritorni sempre ma nessuno sa mai da dove




  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #9207945
    Colo 97La storia dell'assassino Altair
    La storia di questo gioco, uscito nel lontano 2007, ci mette nei panni di un giovane ragazzo di 25 anni di nome Desmond Miles, con una carriera da bar man alle spalle. Mentre comandiamo Desmond ci viene spiegata la storia di come lui si ritrovi al suo risveglio negli studi della Abstergo, un associazione di templari comandata dal malvagio e senza scrupoli Warren Vidic. I templari sono contro gli assassini da molto tempo, perchè sono alla ricerca dei manufatti della mela dell'eden sparsi in ogni dove. Per sapere dove si trovano hanno preso Desmond con lo scopo di inserirlo in un macchinario noto come Animus. L'Animus riesce a ritrovare i ricordi lontani dei discendenti di Desmond. In questo primo capitolo ci verrà presentato Altair ibn La-Had, facente parte della setta degli assassini durante i tempi delle crociate (1191 d.C). La setta era controllata da Al Mualim, e aveva sede principalmente a Mayasaf. Durante una missione nel tempio di Re Salomone (ala ricerca del suo tesoro) Altair agisce d'impulso e mette nei guai la confraternita. Di ritorno a Mayasaf, il castello viene preso di mira dalle truppe dei templari di Roberto di Sable. Al Mualim degrada Altair da maestro assassino ad apprendista.
    Ci verra dato l'incarico di uccidere nove obbiettivi scomodi alla setta. Durante questi viaggi visiteremo quasi tutta la Terra Santa in città come Acri, Damasco, Gerusalemme e come meta finale Arsuf.
    Giocabilità
    Questo gioco venne criticato molto per la sua ripetitività, perchè le missioni erano davvero di una noia mortale :yawnee:. Bisognava perdere tempo a compiere indagini, scalando prima punti panoramici e poi compiendo incarichi noiosi come il borseggio, l'interrogatorio, origliare...ecc
    L'unica fase bella era eliminare gli obbiettivi perchè ci venivano presentati attraverso un filmato, spesso lungo e noioso. I combattimenti duravano un infinità, con nemici che ti attaccavano uno alla volta, mentre chi giocava doveva contrattaccare con giusto tempismo per metterlo fuori gioco.
    Grafica
    La grafica è bella ma nel complesso migliorabile. I colori sono molto spenti e mettono l'angoscia. La realizzazione degli ambienti era ottima e pregevole, ma i personaggi secondari potevano essere fatti meglio. Un fastidioso bug è quando il gioco si blocca, con il personaggio che rimane fermo e la gente intorno a te anche. Il finale è migliore del resto del gioco ed è bellissimo:D.
    Grafica -88
    Giocabilità-91
    Divertimento-90 (Noia-100 XD!)
    Longevità-93
    Voto finale - 91 Gioco godibile ma molto ripetitivo e noioso. Non invoglia a rigiocarlo, e la prima partita basta e avanza.:D


    Secondo me è un gioco che si merita un 85, perchè comunque le prime ore diverte ma poi...:no:
    Per chi vuole giocare qualche partitina su Xbox Live

    Stò giocando: Rage
    GIAN_LORENZO97 COLLECTIONFINALMENTE CON LE FOTO
  6. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #9207946
    Colo 97La storia dell'assassino Altair
    La storia di questo gioco, uscito nel lontano 2007, ci mette nei panni di un giovane ragazzo di 25 anni di nome Desmond Miles, con una carriera da bar man alle spalle. Mentre comandiamo Desmond ci viene spiegata la storia di come lui si ritrovi al suo risveglio negli studi della Abstergo, un associazione di templari comandata dal malvagio e senza scrupoli Warren Vidic. I templari sono contro gli assassini da molto tempo, perchè sono alla ricerca dei manufatti della mela dell'eden sparsi in ogni dove. Per sapere dove si trovano hanno preso Desmond con lo scopo di inserirlo in un macchinario noto come Animus. L'Animus riesce a ritrovare i ricordi lontani dei discendenti di Desmond. In questo primo capitolo ci verrà presentato Altair ibn La-Had, facente parte della setta degli assassini durante i tempi delle crociate (1191 d.C). La setta era controllata da Al Mualim, e aveva sede principalmente a Mayasaf. Durante una missione nel tempio di Re Salomone (ala ricerca del suo tesoro) Altair agisce d'impulso e mette nei guai la confraternita. Di ritorno a Mayasaf, il castello viene preso di mira dalle truppe dei templari di Roberto di Sable. Al Mualim degrada Altair da maestro assassino ad apprendista.
    Ci verra dato l'incarico di uccidere nove obbiettivi scomodi alla setta. Durante questi viaggi visiteremo quasi tutta la Terra Santa in città come Acri, Damasco, Gerusalemme e come meta finale Arsuf.
    Giocabilità
    Questo gioco venne criticato molto per la sua ripetitività, perchè le missioni erano davvero di una noia mortale :yawnee:. Bisognava perdere tempo a compiere indagini, scalando prima punti panoramici e poi compiendo incarichi noiosi come il borseggio, l'interrogatorio, origliare...ecc
    L'unica fase bella era eliminare gli obbiettivi perchè ci venivano presentati attraverso un filmato, spesso lungo e noioso. I combattimenti duravano un infinità, con nemici che ti attaccavano uno alla volta, mentre chi giocava doveva contrattaccare con giusto tempismo per metterlo fuori gioco.
    Grafica
    La grafica è bella ma nel complesso migliorabile. I colori sono molto spenti e mettono l'angoscia. La realizzazione degli ambienti era ottima e pregevole, ma i personaggi secondari potevano essere fatti meglio. Un fastidioso bug è quando il gioco si blocca, con il personaggio che rimane fermo e la gente intorno a te anche. Il finale è migliore del resto del gioco ed è bellissimo:D.
    Grafica -88
    Giocabilità-91
    Divertimento-90 (Noia-100 XD!)
    Longevità-93
    Voto finale - 91 Gioco godibile ma molto ripetitivo e noioso. Non invoglia a rigiocarlo, e la prima partita basta e avanza.:D


    La recensione non è male, il voto finale(per quanto il gioco mi sia piaciuto molto) deve essere abbassato un pò, almeno ad 85/86, comunque è un buon gioco :001_rolleyes:
  7. mercatino  
        Mi trovi su: Homepage #9207947
    Colo 97La storia dell'assassino Altair
    La storia di questo gioco, uscito nel lontano 2007, ci mette nei panni di un giovane ragazzo di 25 anni di nome Desmond Miles, con una carriera da bar man alle spalle. Mentre comandiamo Desmond ci viene spiegata la storia di come lui si ritrovi al suo risveglio negli studi della Abstergo, un associazione di templari comandata dal malvagio e senza scrupoli Warren Vidic. I templari sono contro gli assassini da molto tempo, perchè sono alla ricerca dei manufatti della mela dell'eden sparsi in ogni dove. Per sapere dove si trovano hanno preso Desmond con lo scopo di inserirlo in un macchinario noto come Animus. L'Animus riesce a ritrovare i ricordi lontani dei discendenti di Desmond. In questo primo capitolo ci verrà presentato Altair ibn La-Had, facente parte della setta degli assassini durante i tempi delle crociate (1191 d.C). La setta era controllata da Al Mualim, e aveva sede principalmente a Mayasaf. Durante una missione nel tempio di Re Salomone (ala ricerca del suo tesoro) Altair agisce d'impulso e mette nei guai la confraternita. Di ritorno a Mayasaf, il castello viene preso di mira dalle truppe dei templari di Roberto di Sable. Al Mualim degrada Altair da maestro assassino ad apprendista.
    Ci verra dato l'incarico di uccidere nove obbiettivi scomodi alla setta. Durante questi viaggi visiteremo quasi tutta la Terra Santa in città come Acri, Damasco, Gerusalemme e come meta finale Arsuf.
    Giocabilità
    Questo gioco venne criticato molto per la sua ripetitività, perchè le missioni erano davvero di una noia mortale :yawnee:. Bisognava perdere tempo a compiere indagini, scalando prima punti panoramici e poi compiendo incarichi noiosi come il borseggio, l'interrogatorio, origliare...ecc
    L'unica fase bella era eliminare gli obbiettivi perchè ci venivano presentati attraverso un filmato, spesso lungo e noioso. I combattimenti duravano un infinità, con nemici che ti attaccavano uno alla volta, mentre chi giocava doveva contrattaccare con giusto tempismo per metterlo fuori gioco.
    Grafica
    La grafica è bella ma nel complesso migliorabile. I colori sono molto spenti e mettono l'angoscia. La realizzazione degli ambienti era ottima e pregevole, ma i personaggi secondari potevano essere fatti meglio. Un fastidioso bug è quando il gioco si blocca, con il personaggio che rimane fermo e la gente intorno a te anche. Il finale è migliore del resto del gioco ed è bellissimo:D.
    Grafica -88
    Giocabilità-91
    Divertimento-90 (Noia-100 XD!)
    Longevità-93
    Voto finale - 91 Gioco godibile ma molto ripetitivo e noioso. Non invoglia a rigiocarlo, e la prima partita basta e avanza.:D


    Il voto ci sta tutto. E' un gioco stupendo per le sue innovazioni ma rispetto a tutti gli altri assassin's creed, è l'unico che una volta finito ti passa la voglia di giocarci


  8.     Mi trovi su: Homepage #9207948
    Colo 97La storia dell'assassino Altair
    La storia di questo gioco, uscito nel lontano 2007, ci mette nei panni di un giovane ragazzo di 25 anni di nome Desmond Miles, con una carriera da bar man alle spalle. Mentre comandiamo Desmond ci viene spiegata la storia di come lui si ritrovi al suo risveglio negli studi della Abstergo, un associazione di templari comandata dal malvagio e senza scrupoli Warren Vidic. I templari sono contro gli assassini da molto tempo, perchè sono alla ricerca dei manufatti della mela dell'eden sparsi in ogni dove. Per sapere dove si trovano hanno preso Desmond con lo scopo di inserirlo in un macchinario noto come Animus. L'Animus riesce a ritrovare i ricordi lontani dei discendenti di Desmond. In questo primo capitolo ci verrà presentato Altair ibn La-Had, facente parte della setta degli assassini durante i tempi delle crociate (1191 d.C). La setta era controllata da Al Mualim, e aveva sede principalmente a Mayasaf. Durante una missione nel tempio di Re Salomone (ala ricerca del suo tesoro) Altair agisce d'impulso e mette nei guai la confraternita. Di ritorno a Mayasaf, il castello viene preso di mira dalle truppe dei templari di Roberto di Sable. Al Mualim degrada Altair da maestro assassino ad apprendista.
    Ci verra dato l'incarico di uccidere nove obbiettivi scomodi alla setta. Durante questi viaggi visiteremo quasi tutta la Terra Santa in città come Acri, Damasco, Gerusalemme e come meta finale Arsuf.
    Giocabilità
    Questo gioco venne criticato molto per la sua ripetitività, perchè le missioni erano davvero di una noia mortale :yawnee:. Bisognava perdere tempo a compiere indagini, scalando prima punti panoramici e poi compiendo incarichi noiosi come il borseggio, l'interrogatorio, origliare...ecc
    L'unica fase bella era eliminare gli obbiettivi perchè ci venivano presentati attraverso un filmato, spesso lungo e noioso. I combattimenti duravano un infinità, con nemici che ti attaccavano uno alla volta, mentre chi giocava doveva contrattaccare con giusto tempismo per metterlo fuori gioco.
    Grafica
    La grafica è bella ma nel complesso migliorabile. I colori sono molto spenti e mettono l'angoscia. La realizzazione degli ambienti era ottima e pregevole, ma i personaggi secondari potevano essere fatti meglio. Un fastidioso bug è quando il gioco si blocca, con il personaggio che rimane fermo e la gente intorno a te anche. Il finale è migliore del resto del gioco ed è bellissimo:D.
    Grafica -88
    Giocabilità-91
    Divertimento-90 (Noia-100 XD!)
    Longevità-93
    Voto finale - 91 Gioco godibile ma molto ripetitivo e noioso. Non invoglia a rigiocarlo, e la prima partita basta e avanza.:D


    bella rece........concordo i voti..bravO!:)

    Grazie Krona
  9.     Mi trovi su: Homepage #9207949
    Ho notato che molti di voi usano nella recensione il parametro Divertimento oltre ai soliti Grafica, Sonoro, Giocabilitá e Longevitá. Vorrei sapere, su cosa vi basate per giudicarlo sotto quell'aspetto?

    Now Playing: King of Fighters '96 (Goenitz ti odio) | Mana Khemia (Gioco Diddio)

    Vota e vinci BF3 o MW3
  10.     Mi trovi su: Homepage #9207950
    TyrannHo notato che molti di voi usano nella recensione il parametro Divertimento oltre ai soliti Grafica, Sonoro, Giocabilitá e Longevitá. Vorrei sapere, su cosa vi basate per giudicarlo sotto quell'aspetto?


    il divertimento è una valutazione personale ed è questo che fa belle le recensioni scritte sul forum...


    sto giocando a:
    skyrim

    postazione e collezione
    http://www.playgen.it/showthread.php?t=20597
    videogiochi per me perfetti!!!
    civilization II - metal gear solid - dragon age origins - age of empire III - uncharted 2
  11.     Mi trovi su: Homepage #9207951
    riccardo.traineril divertimento è una valutazione personale ed è questo che fa belle le recensioni scritte sul forum...


    Ok capito, quindi in questa sezione si raccolgono le opinioni degli utenti a mo' di recensioni?
    Io pensavo si dovessero scrivere recensioni vere e proprie (quindi mettendosi nei panni del recensore) e eventualmente aggiungere commenti personali.

    Now Playing: King of Fighters '96 (Goenitz ti odio) | Mana Khemia (Gioco Diddio)

    Vota e vinci BF3 o MW3
  12.     Mi trovi su: Homepage #9207952
    TyrannOk capito, quindi in questa sezione si raccolgono le opinioni degli utenti a mo' di recensioni?
    Io pensavo si dovessero scrivere recensioni vere e proprie (quindi mettendosi nei panni del recensore) e eventualmente aggiungere commenti personali.


    beh c è chi le fa oggettive, chi soggettive...

    pero per quelle oggettive c è gia playgen...


    sto giocando a:
    skyrim

    postazione e collezione
    http://www.playgen.it/showthread.php?t=20597
    videogiochi per me perfetti!!!
    civilization II - metal gear solid - dragon age origins - age of empire III - uncharted 2
  13.     Mi trovi su: Homepage #9207953
    Alcatrazqualche piccola imprecisione, ma la rece, non è male.:closedeyes:
    non concordo su alcuni punti. non è troppo noioso come dici tu il gioco... alla fine, esplorare le varie città, non è poi così male!;)


    quoto alla grande e poi fare borseggi ecc. ecc. non è così noioso. i lo ho provato e mi è piaciuto un po' più del due perchè era molto più stelt. e poi si scrive ASSASSIN'S CREED non assassin is creed:winkie2:

    business is war
    grazie per la firma krona

    la mia collezione:http://www.playgen.it/showthread.php?t=33413

  Assassin is creed

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina